HOME, Torna alla pagina Indice
Citta' di Cosenza , Torna alla pagina Indice
Dir.resp. Pippo Gatto
Home . Cronaca . Università . Sport . Politica . Link . Cultura . Spettacoli . Calcio . Forum . Meteo .
Hinterland
 Rende
 Castrolibero
 Castiglione
 Servizi on Line
 Segnala i problemi 
 Famacie di Turno 
 Gare e Appalti 
 Bandi e Concorsi 
 Cinema 
 Scrivi alla Redazione 


 
 Turismo
 I Monumenti
 Mappa dell'Hinterland
 Centro Storico
 Notizie per i visitatori
 Rubriche
 Alimentazione
 Ambiente
 Attualità/Cronaca
 Consumatori
 Cronaca Rosa e Gossip
 Cultura
 Diritti del Cittadino
 Economia e Finanza
 Innovazione e Tecnologia
 Politica e Sociale
 Servizi Speciali e Dossier
 Sindacati
 Spettacoli
 Sport
 Partecipativi
 Chat
 Forum
 Scienza
 Informatica
 Innovazione
 Scienza
 Associazioni
 Salute
 Prevenzione
 Sanità e Salute
 Scuola e Giovani
 Scuola
 Musica
 Università




Previsioni: Epson Meteo

Notizie di Cronaca
Luglio 2008

 

 

Lamezia Terme, centroGuerra tra cosche a Lamezia, agguato in pieno centro: un morto. Era indagato dalla DDA. Arma lasciata sul luogo del delitto 31 lug 08 Un uomo, Bruno Cittadino, e' stato ucciso in un agguato compiuto da sconosciuti a Lamezia Terme. La vittima era nei pressi di un negozio quando è stato avvicinato da uno sconosciuto che ha sparato diversi colpi di pistola. Cittadino è stato raggiunto al torace ed alla testa ... (continua)

CastrovillariMuore folgorato mentre tenta di prelevare rame in un capannone a Castrovillari: lascia moglie e due figli 31 lug 08 Un uomo, Salvatore Guarino, di 41 anni, è morto folgorato a Castrovillari mentre, assieme ad un'altra persona, in circostanze che sono al vaglio degli inquirenti, stava prelevando rame all'interno di un capannone. Guarino, stando alle prime ricostruzioni, avrebbe reciso dei cavi ... (continua)

Ospedale di CrotoneIngerisce il metadone dello zio, bimba di nove anni gravissima a Crotone 31 lug 08 Una bambina di nove anni è ricoverata in prognosi riservata nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Crotone perché ha ingerito per errore del metadone. La bambina, residente a Padova e giunta a Torre Melissa per trascorrere un periodo di vacanza con la famiglia, ha ingerito il metadone ... (continua)

Viale Parco su cui passerà la metro leggeraMetro leggera Cosenza-Rende-Unical ci siamo, entro fine agosto la gara 31 lug 08 Il progetto di metropolitana leggera Cosenza-Rende-Università di Arcavacata è stato al centro di una riunione che si è svolta al dipartimento regionale dei Lavori pubblici e nel corso della quale è stato sottoscritto un verbale che prevede l'aggiudicazione formale della gara entro la fine di agosto ... (continua)

Coda sulla A3Parte l’esodo estivo, il piano di Anas e Aci. 130 mln di veicoli in movimento. Tolti tutti i cantieri. Bollino nero per sabato 2 agosto 31 lug 08 Anas e Aci insieme per l’Estate 2008, con l’obiettivo di garantire un viaggio tranquillo e sicuro agli italiani. Oggi a Roma, presso la Sala Operativa Nazionale dell’Anas, il Presidente dell’Anas Pietro Ciucci e il Presidente dell’ACI Enrico Gelpi hanno presentato il Piano per l’Esodo estivo 2008, che quest’anno - solo sulla rete autostradale a pedaggio - coinvolgerà ... (continua)

L'immobile sequestratoBeni per un milione di euro sequestrati dalla Finanza a Roggiano Gravina 31 lug 08 I finanzieri del nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza i Cosenza hanno condotto un’operazione finalizzata all’esecuzione di un provvedimento di sequestro preventivo di beni immobili per un valore di circa 1.000.000,00 di euro ai sensi della normativa antimafia. ... (continua)

scuolaTra liste d’attesa e caro rette il 23% dei bimbi italiani non va all’asilo e resta a casa. In Calabria sono il 32% 31 lug 08 Tra caro-rette e liste di attesa il 23% dei bimbi italiani non riesce a frequentare gli asili nido comunali. Lo rivela un'indagine di Cittadinanzattiva, diffusa oggi, che mostra come Lecco sia la città più cara - i genitori per mandare il pargolo alla scuola d'infanzia devono tirar fuori 572 euro al mese - e Udine ... (continua)

Dopo il rogo, licenziati i dipendenti della discarica di Rossano

31 lug 08 Un incendio scoppiato nei giorni scorsi a Bucita di Rossano (Cosenza) ha distrutto una discarica della società Bieco, che sta licenziando diversi dipendenti. Ad annunciarlo è la stessa società in una nota. La Bieco, in seguito ai danni subiti dalla discarica di Bucita, che era in fase di ultimazione, sta "riflettendo seriamente sul prosieguo del proprio impegno aziendale, attesa per altro l'ipotesi del dolo al vaglio degli inquirenti". "E' a rischio - prosegue la nota - la stessa complicata gestione del ciclo dei rifiuti nella nostra zona e nella regione. Senza tralasciare l'aumento dei costi pubblici, economici e in termini di disagi ambientali e logistici, ai quali Rossano e l'hinterland stanno andando incontro". "Il futuro dell'azienda - conclude la Bieco - è messo seriamente a rischio. Mancano, al momento, i presupposti e soprattutto la serenità necessaria per andare avanti. Il silenzio delle istituzioni e della cosiddetta società civile è così assordante da non poter essere interpretato come un incitamento positivo a guardare con ottimismo a nuovi sforzi per questa città e per questo territorio".

Dal 3 agosto Fattorie aperte in Sila

31 lug 08 Parte dal 3 agosto la terza edizione di "Fattorie Aperte in Sila", iniziativa patrocinata dalla Provincia di Cosenza. Della manifestazione, che ha lo scopo di mostrare a turisti e famiglie le bellezze e le ricchezze naturalistiche dell'altopiano silano, le lavorazioni tipiche e, soprattutto, la vita in fattoria, si è discusso nel corso di un incontro a cui hanno preso parte, oltre agli organizzatori, anche il presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio ed il vice presidente del Consiglio provinciale, Mario Caligiuri. "Protagoniste come sempre - è scritto in un comunicato - saranno le visite guidate alle stalle e le degustazioni dei prodotti di montagna nello splendido scenario del Parco Nazionale della Sila: la patata, il caciocavallo, la ricotta, la mozzarella, la 'juncata' e il 'butirro'. L'idea di aprire alle famiglie ed ai turisti le porte delle fattorie, servirà a portare all'esterno i valori la qualità dei prodotti a denominazione d'origine apprezzati in tutta Italia, facendone conoscere le fasi di lavorazione, le materie prime utilizzate, la sapienza dei casari". Per l'edizione di quest'anno le fattorie rimarranno aperte ogni sabato e domenica dalle 9 alle 19 dal 3 agosto al 28 settembre e, su prenotazione, dal lunedì al venerdì, dall'alba al tramonto. Chi lo desidera potrà passare 'dodici ore con il fattore' con la possibilità di affiancarlo e aiutarlo nelle sue faccende quotidiane: dalla mungitura al pranzo, dalla distribuzione del fieno agli animali alla chiusura della stalla.

Italcementi attua un codice antimafia per le imprese

31 lug 08 Un Codice Antimafia per le imprese e' stato attuato dalla società Italcementi che, attraverso un 'Piano Sud', ha avviato una serie di comitati di controllo e di procedure di governance soprattutto per i rapporti con i clienti e i fornitori. Ed è proprio per effetto dell'applicazione del codice antimafia che i giudici del tribunale di Reggio Calabria, sezione misure di prevenzione, hanno deciso di revocare la sospensione temporanea dell'amministrazione dei beni della società in Calabria disposto l'anno scorso dal tribunale di Palmi nell'ambito di una inchiesta sulle cosche della 'ndrangheta. Nel provvedimento i giudici reggini evidenziano che ''il protocollo adottato dalla Italcementi costituisce un ottimo strumento per evitare, per il futuro, il ripetersi di quelle situazioni di oggettiva agevolazione di imprese facenti capo a soggetti sospettati di appartenenza alla criminalità organizzata". Sul provvedimento del Tribunale di Reggio Calabria, Italcementi ha evidenziato che "la governance societaria sarà ulteriormente implementata entro fine anno attraverso l'adozione integrale del Codice che porterà, nelle regioni a rischio di infiltrazioni criminali, all'estensione di questi principi a tutti i flussi aziendali".

Oltre mille controlli e 33 denunce dal Guardacoste di Corigliano

31 lug 08 Oltre mille controlli effettuati, 38 illeciti amministrativi contestati e 33 denunce all'autorità giudiziaria. E' il primo bilancio dell'operazione "Mare sicuro 2008", effettuata dalla guardia costiera di Corigliano Calabro. La campagna per la sicurezza si è aperta il 23 giugno scorso e terminerà a settembre. Sono coinvolti anche i dipendenti degli Uffici marittimi di Cariati, Trebisacce e Montegiordano nelle acque di giurisdizione lungo il litorale ionico cosentino, a tutela della sicurezza di tutti gli utenti del mare e dell'ambiente marino. Nel primo mese l'operazione "Mare sicuro 2008" ha permesso anche il soccorso di 11 unità da diporto e il salvataggio di 7 persone.

150 kg di canapa indiana sequestrata a Vibo

31 lug 08 Una piantagione di canapa indiana con oltre 400 piante è stata scoperta e sequestrata a Cessaniti dai carabinieri del comando provinciale di Vibo Valentia. Le piante, in avanzato stato di maturazione e alte circa due metri, erano state messe a dimora in un profondo canalone raggiungibile con difficoltà nel fitto della boscaglia. La scoperta della piantagione è stata resa possibile anche grazie all'intervento degli uomini dello squadrone eliportato cacciatori di Calabria e dell'ottavo nucleo elicotteri dei carabinieri. I militari hanno posto sotto sequestro circa 150 chilogrammi di sostanza stupefacente che sul mercato illegale avrebbe fruttato oltre diecimila euro.

IncidenteIncidente stradale sulla 106 crotonese, morto 29enne 30 lug 08 Un giovane di Isola Capo Rizzuto, Giuseppe Scerbo, di 29 anni, è morto per le ferite riportate in un incidente della strada avvenuto sulla strada statale "106" jonica. Il giovane viaggiava a bordo di un'autovettura quando ... (continua)

La strage di Duisburg59 persone rinviate a giudizio per la faida di San Luca, tra di loro 9 latitanti ed il presunto killer della strage di Duisburg 30 lug 08 Giovanni Strangio, il giovane di 29 anni, latitante da quasi un anno e ricercato perche' sospettato di essere uno degli autori della strage di Duisburg, figura nell'elenco delle persone per le quali la Dda di Reggio Calabria ha chiesto il rinvio a giudizio nell'ambito dell'inchiesta sulla faida di San Luca.... (continua)

L'agguato di Rocca di NetoMorto nell’ospedale di Cosenza l’uomo ferito nell’agguato, il 18 luglio, a Rocca di Neto 30 lug 08 E’ deceduto presso l’ospedale regionale dell’Annunziata di Cosenza il quarantanovenne Tommaso Misiano rimasto gravemente ferito lo scorso 18 luglio nel corso di un agguato di mafia tesogli da due killer a Rocca di Neto, nel crotonese, dove rimase ucciso Gaetano Benincasa di 32 anni. ... (continua)

CSM, Palazzo dei MarescialliIl CSM al Ministro Alfano, nel Sud mancano 86 pm su 660 “per combattere la mafia”. PG Pignatone "A Reggio Calabria organico insufficiente" 30 lug 08 Il Consiglio Superiore della Magistratura invita il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, "ad adottare le iniziative legislative opportune per fronteggiare la situazione di emergenza" conseguente alla riforma dell'ordinamento giudiziario che vieta la destinazione, nelle funzioni di Pm, dei magistrati di prima nomina ... (continua) aggiornato

Enzo IannelliI legali della società Why Not accusano la Regione di gravi violazioni “Lesi i nostri interessi30 lug 08 L'avv. Alessandro Diddi, difensore della società Why Not Outsourcing, ha scritto al procuratore generale di Catanzaro, Enzo Jannelli, per chiedere di "accertare i gravi comportamenti e violazioni perpetrate dall'Amministrazione regionale nei confronti degli interessi della società" ... (continua)

Il rogo del Pollino dello scorso annoCalano del 60% gli incendi. Il 90% del territorio bruciato in meno 30 lug 08 Netto calo degli incendi quest'anno, rispetto ad un 2007 di fuoco: il numero dei roghi è diminuito del 60%, mentre gli ettari bruciati addirittura del 90%. Lo indicano i dati del Corpo forestale dello Stato. Dall'1 gennaio al 22 luglio, rileva il Cfs, si sono verificati complessivamente 1.646 roghi (nello stesso periodo del 2007 erano stati 3.945), che hanno bruciato 10.333 ettari (78.578 nel 2007). Diminuita anche la superficie boscata andata... (continua)

 

L’Anas approva il macrolotto di lavori A3 tra Rogliano e Altilia

30 lug 08 Prosegue l’impegno dell’Anas per la realizzazione dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria. È stato approvato dal Consiglio di Amministrazione della Società, presieduto dal Presidente Pietro Ciucci, il progetto definitivo del tratto dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria compreso tra lo svincolo di Rogliano (incluso) e lo svincolo di Altilia (incluso) Macrolotto 4 parte 2°, che si sviluppa per circa 15 km in provincia di Cosenza. “L’approvazione di questo nuovo progetto – ha dichiarato il Presidente dell’Anas Pietro Ciucci - costituisce un altro tassello importante per il completamento dell’autostrada A3 entro il 2012-inizio 2013, che per l’Anas è un impegno assolutamente prioritario”. Il lotto comprende, oltre al nuovo svincolo di Rogliano, numerose opere d’arte tra le quali, 20 viadotti, 8 gallerie naturali, cavalcavia e sovrappassi. L’importo dell’opera è di oltre 780 milioni di euro. La copertura finanziaria dell’opera dovrà essere fissata, su proposta del Ministero delle Infrastrutture, dal CIPE che con Delibera n 121/2001 ha inserito il progetto fra le opere di importanza strategica. Per l’esecuzione dei lavori il tempo contrattuale stabilito è di 1140 giorni naturali e consecutivi.

Sorvegliato speciale arrestato a Rossano

30 lug 08 Un sorvegliato speciale, Tonino Scalise, di 45 anni, di Rossano, è stato arrestato dalla Polizia di Stato con l'accusa di furto aggravato. Scalise, approfittando dell'autista di un furgone intento a scaricare delle merci, si è impossessato di due telefoni cellulari. Dopo la segnalazione i poliziotti sono riusciti ad individuare e arrestare l'autore del furto.

Destinati ai Cpt i militari assegnati alla Calabria

30 lug 08 Saranno destinati alla vigilanza del Cpt di Lamezia Terme e del Centro di accoglienza di Isola Capo Rizzuto (Crotone) i 130 militari dell'esercito che saranno inviati in Calabria nell'ambito del decreto siglato dal Ministro dell'Interno di concerto con quello della Difesa riguardante il piano per l'utilizzo di 3.000 militari per il controllo del territorio. A Catanzaro arriveranno 30 militari che si occuperanno della vigilanza del Cpt di Lamezia integrando i servizi delle forze dell'ordine. Nel crotonese i militari che arriveranno sono 100 e saranno destinati alla vigilanza del Centro di prima accoglienza di località Sant'Anna di Isola Capo Rizzuto, uno dei centri più grandi d'Italia che dispone anche di un centro per richiedenti asilo. Al momento, secondo quanto si è appreso, non sono previsti servizi di pattugliamento nelle città o di vigilanza a obiettivi sensibili nei centri urbani.

Immatricolazioni auto in calo in Calabria

30 lug 08 Mercato dell'auto in pesante flessione in Calabria nel primo semestre del 2008: è netto - secondo un'inchiesta di Sud Sole 24Ore - il calo registrato nelle immatricolazioni che si sono fermate nella prima parte dell'anno a quota 24.928 pari a -13,89%. Alla Calabria, in particolare, spetta il record negativo nell'ambito del Mezzogiorno secondo il quadro delineato dall'Unione nazionale rappresentanti veicoli esteri (Unrae). A influire negativamente sul mercato delle quattroruote, secondo gli esperti, ci sono certo gli aumenti del prezzo del carburante uniti alla congiuntura economica non partciolarmente positiva. La contrazione più pesante nelle vendite su scala provinciale ha riguardato la provincia di Vibo Valentia che ha fatto registrare un -16,92 rispetto allo stesso periodo del 2007, seguita da Reggio con -16,77%, Catanzaro -15,25% e quindi Cosenza (-10,60) e Crotone (-10,24). Nella regione, tuttavia, si fa strada un piccolo "boom" per le immatricolazioni di auto ibride. Dalle 36 vetture alimentate a benzina e metano registrate nel primo semestre 2007 si è passati alle 106 dello stesso periodo dell'anno in corso con un aumento percentuale del 194,44%. Aumento ancora maggiore per le auto alimentate a benzina e Gpl che sono cresciute del 228,42%

Approvati dalla Cassa depositi e Prestiti finanziamenti per 55mln in impianti sportivi nel sud

30 lug 08 Una serie di finanziamenti ad enti pubblici, territoriali e non, pari a circa 230 milioni di euro. E' quanto approvato oggi dal Consiglio di Amministrazione Cdp (Cassa Depositi e Prestiti), presieduto da Alfonso Iozzo. Tra gli interventi previsti, nell'ambito della gestione separata, un mutuo di 83 milioni di euro per un programma di investimenti destinato all'Università di Pisa e un finanziamento di 7 milioni di euro per la realizzazione della facoltà di medicina presso l'Università di Foggia. Il Cda della società, inoltre, ha dato il via libera, nell'ambito della gestione ordinaria, ad un finanziamento a medio-lungo termine, e fino a 55 milioni di euro, in favore dell'Istituto di Credito Sportivo. Il prestito servirà alla realizzazione di impianti sportivi in Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Nomine nei tribunali di Cosenza, Crotone, Locri

30 lug 08 E' proseguita - a Palazzo dei Marescialli - la tornata di nomine nelle poltrone più alte degli uffici giudiziari in ottemperanza della riforma dell'ordinamento giudiziario. Il plenum del Consiglio superiore della magistratura ha conferito, tra l'altro, all'ex capo del Dap Ettore Ferrara l'incarico di Presidente della Corte di Appello di Potenza. Complessivamente gli incarichi assegnati sono stati 29 ai quali si devono aggiungere le quattro nomine che riguardano uffici della toscana già effettuate. Procuratore capo del Tribunale di Forlì è stato nominato Manfredi Luongo, mentre a Messina la Procura sarà guidata da Antonio Cassata, Presidente del Tribunale di Crotone è diventata Maria Antonietta Mingrone. A capo del Tribunale di Locri si insedierà Giovanni Filocamo, quello di Rimini sarà retto da Rossella Italia, quello per i minorenni di Lecce da Aldo Petrucci. Antonio Frasso dirigerà il Tribunale per i minorenni di Salerno. Il Tribunale di Gela sarà guidato da Alberto Leone. In Cassazione Rosario Morelli sarà tra i nuovi presidenti di sezione. A Mondovì il Tribunale sarà governato da Andrea Gandolfo. Quello per i minorenni di Catania da Agostino Fera, quello per i minorenni di Bolzano da Margit Fliri, quello per i minorenni de L'Aquila da Vittoria Correa, quello per i minorenni di Taranto da Giuseppe Lanzo, quello per i minorenni di Palermo da Concetta Sole. A dirigere il Tribunale di Cosenza andrà Renato Greco, quello di Modica sarà retto da Giuseppe Tamburini, quello di Campobasso da Mario Natalino Iapaolo. Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Bolzano sarà Christian Meyer, quello di Messina sarà affidato a Marcello Scordo. Presidente della Corte di Appello di Lecce è stato nominato Mario Buffa, quella di Trento sarà presieduta da Francesco Abate. Il Tribunale di Benevento sarà retto da Rocco Carbone, quello di Terni da Girolamo Lanzellotto, quello di Monza da Anna Maria Di Oreste. Gli incarichi semidirettivi di presidente del Tribunale di Vicenza sono stati assegnati a Oreste Carbone e Maurizio Gianesini.

Il boss RusselliPS di Crotone mette fine a faida Papanice: a Imola arrestato il boss Russelli, indagato per gli omicidi Megna. Trovato con una gamba rotta. Spagnuolo (DDA) "Chiuso circolo di sangue" 29 lug 08 Il presunto capocosca di Papanice, Pantaleone Russelli, avrebbe partecipato personalmente all'agguato nella notte di Pasqua nel quale fu ucciso Luca Megna e furono ferite la moglie e la figlia di 4 anni. E' quanto sta emergendo dalle indagini della squadra mobile di Crotone, coordinate dai magistrati della Dda di Catanzaro, Pierpaolo Bruni e Sandro Dolce, che stamani hanno portato al fermo dello stesso Russelli e di altri due persone... (continua)

OspedaleQuattro medici dell’Annunziata rinviati a giudizio per la morte del piccolo Andrea Bonanno 29 lug 08 Quattro medici ortopedici dell'ospedale di Cosenza sono stati rinviati a giudizio per per omicidio colposo in relazione alla morte di un bambino di sette anni, Andrea Bonanno. Il rinvio a giudizio è stato deciso dal giudice per le udienze preliminari del tribunale di Cosenza, Carmela Ruberto, che ha fissato l'inizio del processo al 24 novembre prossimo... (continua)

Il luogo dell'agguato a FortugnoProcesso Fortugno. depongono i tecnici: voci irriconoscibili ma Audino era a Locri il giorno dell’omicidio 29 lug 08 E' iniziata con l'audizione di due periti fonici, De Simone e Ciampini, l'udienza di oggi al processo contro i presunti mandanti ed esecutori dell'omicidio del vice presidente del Consiglio regionale della Calabria, Francesco Fortugno. I due esperti, che hanno avuto l'incarico di fare un esame comparativo ... (continua)

DiaSequestrati dalla DIA a Gioia beni per 5 milioni di euro: case, auto, soceità 29 lug 08 La Dia di Reggio Calabria ha sequestrato beni per una valore di quasi 5 milioni di euro ad un noto imprenditore di Gioia Tauro e ad un nipote del boss Pasquale Condello. Colpiti dai provvedimenti emessi dal Tribunale di Reggio Calabria tre societa', numerosi autoveicoli, fabbricati, terreni e disponibilità finanziarie per un valore di circa 4 milioni e 600.000 euro, riconducibili a Vincenzo Giacobbe ed a Francesco Vazzana... (continua)

Accoglienza turistica, si salvano in pochi. Sufficienza per Tropea

Italia sudamericana, via libera ai militari in città: in Calabria vanno a Crotone e Catanzaro

29 lug 08 Via libera dal comitato nazionale per l'ordine e la sicurezza, riunitosi oggi al Viminale, al piano per l'utilizzo di 3.000 militari per il controllo del territorio. Il ministro dell'Interno, di concerto con quello della Difesa, ha adottato il decreto con il quale viene emanato il piano. A partire dal 4 agosto, per la durata di sei mesi, saranno impiegati 3.000 uomini dell'esercito, della marina, dell'aeronautica e dei carabinieri in concorso e congiuntamente alle forze di polizia Duemila militari, prevede il piano, sono destinati a servizi di vigilanza a siti sensibili: in particolare mille vigileranno sui centri per gli immigrati. Questo contingente è posto a disposizione dei prefetti di Agrigento, Bari, Bologna, Brindisi, Cagliari, Caltanissetta, Catanzaro, Crotone, Foggia, Gorizia, Milano, Modena, Roma, Siracusa, Torino e Trapani. Mille saranno utilizzato per la vigilanza a siti sensibili a Milano, Roma e Napoli. Le restanti mille unità sono destinate a pattuglie a Bari, Catania, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Roma, Torino e Verona.

Elicottero in azione per spegnere incendio a Villapiana

29 lug 08 Un incendio è divampato nella pineta di Villapiana adiacente al lungomare, una delle spiagge più frequentate del litorale ionico. Per spegnere le fiamme sono intervenuti sul posto i vigili del fuoco di Schiavonea, una squadra antincendio boschivo e un elicottero della protezione civile, che sono riusciti a spegnere il rogo dopo sei ore.

In Calabria un auto ogni due abitanti

26 lug 08 In Calabria ci sono 56 autovetture ogni 100 abitanti, un dato che colloca la regione al quindicesimo posto in Italia. E' quanto emerge da uno studio dell'Osservatorio sulla mobilità sostenibile dell'Associazione italiana ricostruttori pneumaticki (Airp). A livello regionale il primato di autovetture ogni 100 abitanti spetta alla provincia di Reggio con 57 veicoli; seguono nell'ordine appaiate Cosenza e Vibo Valentia con 56; Catanzaro con 55 e Crotone con 52. Nella regione, secondo quanto riportato nello studio sono un milione 119 mila 271 le auto in circolazione. La media italiana di auto ogni cento abitanti è di 60.

Telefono blu: per 65.000 persone vacanze già rovinate

29 lug 08 Oltre 11000 segnalazioni di vacanza rovinata pari ad oltre 65mila turisti consumatori coinvolti ,ben il 7% in più dello scorso anno nello stesso periodo. Lo afferma "Telefono blu", che rende noto che sono giunte al sito internet dell'associazione (www.telefonoblu.it e www.sosviaggiatore.com) dal 15 di giugno ad oggi 6200 segnalazioni e quasi 4900 ai 40 centralini dell'associazione. "Sono decine e decine - sottolinea ancora Telefono Blu - gli aerei che portano ritardi , ci sono gli eurostar che si spezzano in due (senza passeggeri per fortuna ) e chi viene ricoperto di zecche in prima classe su una nave di proprietà dello Stato , ma tante sono le storie che non vengono raccontate e sono frutto del disagio". In particolare, sempre secondo l'associazione: il 28 % (+3% rispetto al 2007) delle chiamate ai centralini riguarda un viaggio pacchetto o comunque parti di viaggio acquistate da una Adv o direttamente on line; il 22 % (in calo di due punti) riguarda destinazione interne per motivi di qualità del servizio; il 20 % (in crescita di 3 punti ) riguarda invece problemi con i mezzi di trasporto (aerei, treni, navi) e problemi stradali (code autostrade ,problemi di pagamenti). Al 15 % l' accoglienza nella destinazione, e il 7 % riguarda segnalazioni di prezzi alti ed abusi. Seguono le emergenze ambientali al 3% (rumori ,inquinamenti mare e spiaggia, sporcizia,rifiuti ecc.).

A Morano s’insedia il Commissario prefettizio

29 lug 08 Si è insediato stamani nel Comune di Morano Calabro, il commissario prefettizio, vice prefetto aggiunto Giuseppe Di Martino. Il neo commissario è stato nominato dal prefetto Lisi dopo che le dimissioni del sindaco Nicolò De Bartolo rassegnate il 5 luglio scorso sono diventate irrevocabili. Giuseppe Di Martino è nato nel 1967 a Cosenza, ma risiede da sempre a San Demetrio Corone. Avvocato, laureato in Giurisprudenza, ha operato presso varie enti pubblici con ruoli e mansioni apicali. Il neo commissario, giunto al municipio nella tarda mattina di oggi, dopo aver incontrato tutto il personale, ha inteso rivolgere il suo saluto alla popolazione di Morano. "Cercherò di fare del mio meglio - sostiene Di Martino - affinché i servizi correlati alla gestione ordinaria siano erogati con puntualità ed efficacia e nel massimo rispetto per i cittadini. Certo, non spetta al sottoscritto sobbarcarsi l'onere di scelte strategiche che per antonomasia spettano alla politica, tuttavia non intendo risultare manchevole quanto a impegno ed equità nella conduzione del comune di Morano"

Coltivava canapa in terreno di casa, la Finanza arresta giovane di Corigliano

29 lug 08 Un giovane, G.G. di 23 anni, è stato arrestato dalla Guardia di finanza con l'accusa di coltivazione di sostanze stupefacenti. I finanzieri hanno sequestrato una piantagione di canapa indiana con diverse piante di un metro e mezzo di altezza per un peso pari a circa cinque chilogrammi che G.G. aveva realizzato in un terreno agricolo di proprietà della sua famiglia. Al termine di una perquisizione nell'abitazione del giovane i finanzieri hanno trovato e sequestrato 299 semi di canapa indiana e attrezzature per la pesatura e il confezionamento della sostanza stupefacente.

Il Gen. Piccinni in visita di commiato alla Provincia di Catanzaro

29 lug 08 Il comandante regionale della Guardia di finanza, generale di brigata Riccardo Piccini si è incontrato con il presidente della Provincia di Catanzaro, Wanda Ferro. Piccinni, recentemente promosso e trasferito a Roma, ha voluto salutare il presidente Ferro al termine della sua permanenza al Comando regionale calabrese. "E' stata l'occasione - è scritto in un comunicato - per affrontare temi di grande interesse e attualità, dalla finanza pubblica ai rapporti istituzionali, per soffermarsi in maniera particolare sui rapporti tra istituzioni e cittadini e alla necessità di una sempre maggiore vicinanza delle stesse istituzioni con la popolazione più giovane. "Al termine della conversazione - conclude il comunicato - riguardo alla quale come già accaduto nel recente passato, sono state riscontrate ampie convergenze, il presidente Ferro ha salutato il generale anche a nome della cittadinanza della provincia catanzarese, formulandogli i migliori auguri di buon lavoro"

A Catanzaro sgomberate abitazioni occupate dai Rom

29 lug 08 E' in corso da stamani a Catanzaro lo sgombero di cinque abitazioni dell'Aterp occupate abusivamente da alcune famiglie rom. All'attività, in corso in un quartiere periferico del capoluogo calabrese, stanno partecipando numerosi agenti della polizia di Stato e carabinieri. Lo sgombero, almeno per il momento, si sta svolgendo senza alcun problema di ordine pubblico.

CGIL Gioia “Inquietante l’intimidazione a giornalista”

29 lug 08 La segreteria della Cgil Piana di Gioia Tauro condanna "l'ennesimo atto vandalico perpetrato nei confronti del giornalista del quotidiano " Calabria Ora" Agostino Pantano". "L'atto - è scritto in un comunicato della Cgil - si inquadra sicuramente per l'opera importante di giusta informazione dei fatti che accadono giornalmente nel 'delicato' territorio della Piana di Gioia Tauro, ormai chiuso nella morsa della grande e feroce criminalità organizzata. Questi fatti inquietano e destano forte preoccupazione, si tratta non solo di chiedere gli opportuni interventi delle autorità preposte, ma di mettere in atto una forte e grande mobilitazione di tutta la società civile, delle forze sindacali e imprenditoriali per liberare la Piana di Gioia Tauro dalla presenza ormai asfissiante della 'ndrangheta'". "Ad Agostino Pantano - conclude la nota della Cgil comprensoriale di Gioia Tauro - nell'esprimere tutta la nostra solidarietà un invito a continuare il suo importante lavoro per informare in modo giusto e corretto tutti i cittadini sugli avvenimenti che ruotano attorno della Piana di Gioia Tauro"

IncendioIn fiamme la discarica di Scalea, la Procura di Paola apre un inchiesta 28 lug 08 Sembra quasi un copione già scritto, la quarta discarica nel giro di una settimana ha preso fuoco provocando un incendio di vaste proporzioni: si tratta della discarica di rifiuti solidi urbani a Scalea. L'incendio ha provocato una nube di fumo molto intensa e di odore acre. Per spegnere le fiamme sono intervenute numerose squadre dei vigili del fuoco. Sulla natura.. (continua)

 

incidenteScontro auto-camion sulla 106 vicino Montegiordano: due feriti, uno è gravissimo 28 lug 08 Due persone sono rimaste ferite, una delle quali in modo grave, in un incidente stradale avvenuto sulla statale 106, nei pressi di Montegiordano. L'automobile a bordo della quale viaggiavano i due feriti si é scontrata, per cause ancora in corso di accertamento, con un camion. Le due persone che erano a.. (continua)

Ponte sullo stretto, palsticoCiucci (Anas) "Ponte sullo stretto tra 2 anni prima pietra, pronto nel 2016". Presidente Lombardo “Farò l’impossibile per farlo, opera motore delle infrastrutture”. Scettica Legambiente 28 lug 08 "Il Ponte sullo stretto si farà". Ne è certo il presidente dell'Anas Pietro Ciucci che conferma i tempi previsti per la sua realizzazione: "Entro il 2010 la prima pietra e sei anni dopo l'apertura al traffico"... (continua)

Corte dei ContiAllarme Corte dei Conti: Enti locali e regionali dal prossimo anno in crescenti e persistenti criticità 28 lug 08 La situazione finanziaria delle amministrazioni locali e regionali, pur evidenziando un generale miglioramento rispetto agli anni scorsi, evidenzia ancora "persistenti criticità" che sono destinate ad emergere a partire... (continua)

Baicna spiaggia di TropeaGoletta Verde promuove i mari calabresi: Ionio e Tirreno sono puliti! 28 lug 08 Goletta Verde di Legambiente promuove le acque di balneazione del versante tirrenico calabrese. Mare Blu nel 94% dei punti campionati, inquinato nel restante 6% dei prelievi effettuati. Codice rosso per le foci dei fiumi. Cemento in riva al mare e depurazione le note dolenti della Regione. Acque cristalline lungo tutta la costa calabrese. Eccezione .. (continua)

Regione CalabriaLa Calabria messa male col federalismo, solo il 28% dei tributi va alla Regione, il resto allo Stato centrale 28 lug 08 Il 28 per cento dei tributi in Calabria derivano da tasse autonome imposte dalla Regione, mentre il restante 72 per cento viene devoluto dallo Stato. E' quanto emerge da uno studio pubblicato stamani dal quotidiano Il Sole 24 Ore. I dati mettono in evidenza le disparità fra le regioni nella composizione della spesa tributaria... (continua)

Processo alle cosche di Lamezia, il PM chiede 12 condanne

28 lug 08 Dodici condanne a pene variabili da un minimo di un anno e dieci mesi ad un massimo di 18 anni, sono state chieste dal pm della Dda di Catanzaro, Gerardo Dominijanni, nei confronti di altrettanti presunti appartenenti a cosche della 'ndrangheta del lametino accusati di associazione mafiosa e estorsione. Il processo si svolge con rito abbreviato davanti al gup Antonio Rizzuti. Il processo è scaturito da un'operazione condotta dalla polizia nel marzo 2007 che fece luce su una serie di estorsioni ai danni di imprenditori e commercianti e sull'attentato intimidatorio compiuto il 24 ottobre 2006 ad un negozio per la rivendita di pneumatici che provocò la distruzione dell'edificio in cui abitavano i proprietari della ditta. La pena più pesante (18 anni di reclusione) è stata chiesta per Luciano Cimino, di 21 anni, Massimo Crapella (35), Antonio Gualtieri (29), indicato dagli investigatori come uno dei capi dell' omonima cosca, Pasquale Gullo (37), Pasquale Torcasio (39), considerato il capo dell'omonima cosca; 16 anni di reclusione sono stati chiesti per Roberto Calidonna (23), Cesare Gualtieri, Pasquale Torcasio (28). Il pm ha poi chiesto la condanna a 12 anni per Michele Caruso (33) e Giuseppe Ranieri; a otto anni per Giuseppe Andrea Tutino e ad un anno e dieci mesi per Valerio Morena.

Intimidazione a giornalista di Gioia

28 lug 08 Nuovo atto intimidatorio contro Agostino Pantano, responsabile della redazione di Gioia Tauro di "Calabria Ora". Ignoti hanno forato con un punteruolo le gomme della sua autovettura, un Citroen C3 parcheggiata nei pressi della redazione, nel centro abitato di Gioia Tauro. E' il secondo episodio del quale resta vittima Pantano e il precedente risale al novembre scorso, a Rosarno.Sul nuovo episodio indaga la polizia di Stato. Il giornalista è stato sentito già e la polizia ha anche sottoposto a sequestro le gomme dell'auto danneggiata allo scopo di poter svolgere rilievi tecnici sulle stesse.Nessun dubbio - fanno rilevare gli inquirenti - sulla matrice mafiosa del gesto, non solo per le modalità ma anche per via di recenti acquisizioni investigative contenute nella voluminosa ordinanza di fermo redatta dalla Dda reggina ed eseguita nei giorni scorsi a carico di esponenti di spicco dei clan mafiosi di Gioia Tauro. L'ordinanza riporta dialoghi registrati nel carcere di Tolmezzo nei quali familiari del boss Pino Piromalli dialogando con questi si lamentavano dello spazio che 'Calabria Ora' dedicava alle gesta criminose di quel sodalizio.

Sette patenti ritirate nel cosentino

28 lug 08 Sette patenti di guida sono state ritirate dalla polizia stradale nel corso di controlli effettuati sulla statale 106 nel tratto compreso tra Rocca Imperiale a Cariati. Nel corso dell'operazione, coordinata dal Comando provinciale di Cosenza della polizia stradale, gli agenti hanno sottoposto ad alcol test una settantina di automobilisti, sette dei quali sono stati trovati con un tasso alcolico superiore al consentito.

Il Comandante della Gdf Calabria, gen. Piccinni, in visita di commiato a Vibo

28 lug 08 Il comandante regionale della Guardia di Finanza, Generale Riccardo Piccinni, si è recato in visita presso la caserma del Comando Provinciale, del Reparto Operativo Aeronavale e della Stazione Navale di Vibo Valentia, dove, alla presenza dei rispettivi Comandanti, ha incontrato una rappresentanza degli Ufficiali e del personale in servizio. Piccinni nel corso della visita, fatta alla vigilia del suo imminente trasferimento ad altro incarico, ha salutato tutto il personale e li ha ringraziati per l'impegno profuso ed i risultati raggiunti. L'ufficiale si è inoltre recato in visita dal Capo della Procura della Repubblica e dal Prefetto di Vibo Valentia per poi incontrare un gruppo di giornalisti.

La Provincia di Cosenza istituisce commissione per il premio alla memoria di Eugenio Nigro

28 lug 08 Si è svolta questa mattina, presso la Sala della Presidenza della Provincia di Cosenza, la riunione di insediamento della Commissione che dovrà assegnare il premio intitolato ad Eugenio Nigro, il giovane militare di Lappano, morto ad agosto dell'anno scorso mentre tentava di spegnere le fiamme dell'incendio appiccato in un terreno di proprietà dei suoi genitori. Della Commissione fanno parte, oltre al Presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, anche il Presidente dell'Ordine dei Giornalisti, Giuseppe Soluri, il Prefetto di Cosenza, Pietro Lisi, che questa mattina era accompagnato da Carlo Ponti, il Dirigente Scolastico Regionale, Carlo Petracca, il Comandante dei Vigili del Fuoco, Oliviero Dodaro, il Comandante del Corpo Forestale dello Stato, Franco Curcio. Nel corso dell'incontro - è scritto in una nota - è stato discusso un programma di iniziative che sarà definito in una successiva riunione che si terrà nei primi giorni di settembre e che prevede il coinvolgimento di tutte le scuole della provincia di Cosenza ed una serie di iniziative che si svolgeranno in collaborazione con la Protezione Civile, i Corpi Forestale e dei Vigili del Fuoco, le associazioni di volontariato e le amministrazioni locali. La riunione è stata anche un'occasione per fare il punto sulla situazione relativa alla stagione estiva, con particolare riferimento al fenomeno degli incendi ed ai programmi messi a punto per fronteggiarli. "Il Premio 'Eugenio Nigro', alla cui memoria - ha detto Oliverio - la Provincia ha voluto dedicare questa importante iniziativa costituisce un significativo riconoscimento ad un giovane della nostra terra che ha perso la vita nel tentativo di prodigarsi con generosità al contrasto di un incendio che si stava propagando nel Comune di Lappano, dove egli abitava. Esso intende essere anche un'occasione per far crescere intorno alle problematiche della protezione civile una consapevolezza diffusa e la formazione di una forte coscienza civica, a partire dalle nuove generazioni". "Per questo motivo -ha concluso il Presidente della Provincia di Cosenza- saranno assunte nell'ambito dei programmi del premio, a partire dal prossimo autunno, una serie di iniziative che coinvolgeranno la scuola e le associazioni del volontariato che operano sul nostro territorio sul fronte della protezione civile. Il programma, inoltre, vedrà coinvolti attivamente anche i Corpi dello Stato e delle strutture della Protezione Civile, ai cui uomini va il nostro ringraziamento sincero per la costante opera di servizio che costituisce un patrimonio inestimabile per le nostre popolazioni"

Patto di fratellanza tra Castrolibero e la cittadina di Gharb a Malta

28 lug 08 Nella Basilica di tà Pinu, a Gozo, isola in prossimità di Malta, è stato firmato il "Patto di fratellanza" tra le comunità di Castrolibero, centro in provincia di Cosenza, e Gharb, città di poco più di mille abitanti, che si trova nella zona ovest dell'isola dove Ulisse soggiornò sette anni. Una delegazione di amministratori del Comune calabrese si è recata a Gharb per stringere contatti e attivare scambi culturali volti a uno sviluppo sostenibile dei due territori.

In tanti ai funerali della ragazza morta nell’incidente a S. Demetrio

28 lug 08 Una folla di persone ha partecipato a San Demetrio Corone ai funerali di Elisa Crisafi, la ragazza di 17 anni morta in un incidente stradale avvenuto ieri. Il rito funebre è stato celebrato dal parroco, papàs Andrea Quartarolo. Il feretro è stato accompagnato a spalla dagli amici nella chiesa di San Demetrio Megalomartire.

IncidenteAuto finisce contro un albero nei pressi di San Demetrio, muore diciassettenne 27 lug 08 Una ragazza di neanche 18 anni (li avrebbe compiuti a novembre), Elisa Grisafi, e' morta sul colpo stamani in un incidente stradale avvenuto su di una strada provinciale. Si tratta della strada che dalla statale 106 porta a San Demetrio... (continua)

IncidenteScontro frontale nel catanzarese, morto giovane di 23 anni, ferite mamma e figlia di 9 anni 27 lug 08 Ancora sangue sulle strade calabresi. Dopo l'incidente mortale di questa mattina nei pressi di San Demetrio Corone, un giovane di Petronà, Giuseppe Marchio di 23 anni, è morto nel primo pomeriggio in un incidente stradale avvenuto sulla provinciale nelle vicinanze di Belcastro nel catanzarese ... (continua)

Lech WalesaLech Walesa in Calabria “La pace obiettivo raggiungibile se lo si vuole” 27 lug 08 Il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, ha ricevuto oggi, nella sala Vip dell'Aeroporto di Lamezia Terme, l'ex leader di Solidarnosc, Lech Walesa, premio Nobel per la pace nel 1983. Walesa, che è stato anche presidente della Polonia dal 1990 al 1995, è in Calabria per partecipare domani, a Santa Severina, (Crotone) ad un convegno sul tema "Educazione alla pace. Cooperazione e dialogo ... (continua)

TrafficoCittà vuote e traffico scorrevole per i rientri nel week end segnato da incidenti mortali. Solo 10 minuti l'attesa agli imbarchi 27 lug 08 Ultimo fine settimana di luglio all'insegna delle vacanze, con le città sempre più lasciate ai turisti e le spiagge e le località di montagna affollate per il week end, anche se non c'é ancora il tutto esaurito. Una domenica di rientri per chi ha scelto, o è stato costretto, al turismo "mordi e fuggi" che, complice anche il brutto ... (continua)

La stupenda costa calabreseCalabria quarta regione per illegalità nella cementificazione delle coste 27 lug 08 "Con 1.675 reati e infrazioni distribuiti su litorali e fondali, la Calabria raggiunge la media di 2,3 infrazioni per chilometro di costa". E' quanto afferma una nota di Goletta Verde, l’imbarcazione di Legambiente, nel quale risulta che la Calabria si piazza al quarto posto nazionale nella classifica delle illegalità sull'ambiente marino e costiero.... (continua)

una coda sulla A3Solo il 40% degli italiani in vacanza, ridotta a soli 9 giorni, due in meno del 2007 27 lug 08 Faranno, quest'estate, una vacanza che durerà in media intorno ai 9 giorni (2 in meno rispetto lo scorso anno) 20-21 milioni di italiani. I vacanzieri rappresentano circa il 40% dei 48 milioni di italiani maggiorenni, ma sono comunque due milioni in meno del 2007.... (continua)

Euro zeroDue italiani su tre hanno paura della disoccupazione e dell’instabilità del Paese 27 lug 08 A Spaventare gli italiani "più che criminalità e immigrazione sono l'instabilità del paese e la mancanza del posto di lavoro, che viene giudicato un 'grave' problema sociale da circa due cittadini su tre". Così Giuseppe Roma, direttore del Censis fa un confronto, tra la ricerca 'Indagine sul sentimento e sul significato di sicurezza... (continua)

Ancora gravi le condizioni del ferito nell’agguato di Gioia

27 lug 08 Sono sempre gravi, anche se stazionarie, le condizioni di David Cambrea, di 37 anni, ferito venerdì sera a Gioia Tauro. Cambrea che è in prognosi riservata è piantonato negli Ospedali Riuniti di Reggio Calabria dove a poche ore dall'agguato è stato sottoposto ad un intervento chirurgico. L'uomo è ritenuto dagli investigatori vicino a Domenico Stanganelli, nipote del boss Rocco Molé ucciso nel febbraio scorso. Gli investigatori ritengono che l'episodio, nel quale Cambrea é rimasto ferito all'addome e al torace, sia riconducibile ai contrasti nella cosca Piromalli-Molé. Dalle indagini è emerso, inoltre, la similitudine dell'arma utilizzata contro Cambrea, una pistola 9x21, la stessa usata nel febbraio scorso per l'omicidio di Molé.

Guida in stato di ebbrezza, ritirate dalla PS 12 patenti nel crotonese

27 lug 08 Dodici patenti ritirate a automobilisti trovati a guidare in stato di ebbrezza o sotto l'effetto di stupefacenti e 160 punti decurtati: è il bilancio dei servizi straordinari effettuati nel fine settimana dalla Polizia stradale di Crotone. Nell'ambito delle attività mirate al contrasto dei comportamenti di guida pericolosi sulle strade della provincia, in particolare la statale 106, i poliziotti hanno controllato in tutto 700 persone con 347 persone sottoposte alla prova dell'etilometro, 15 a controlli per sospetta assunzione di stupefacenti. Una persona è stata trovata in stato di alterazione per l'assunzione di cocaina. Le attività condotte con l'ausilio delle volanti della Questura di Crotone si inserisce nella campagna di informazione e sensibilizzazione denominata "Guido con prudenza. In questo contesto le pattuglie hanno anche distribuito ai giovani risultati completamente negativi all'alcoltest 75 biglietti d'ingresso omaggio messi a disposizione dalle discoteche che hanno aderito all'iniziativa.

IncendiNumerosi incendi in Calabria, in azione Canadair ed elicotteri. Fuoco anche nella Fossiata 26 lug 08 Numerosi sono stati gli incendi segnalati oggi in Calabria alla sala operativa della Protezione civile. In particolare, nella Sila Cosentina, due canadair e due elicotteri della Regione Calabria sono intervenuti per spegnere un incendio nella zona boschiva della Fossiata, una delle più pregiate della regione, nel territorio del comune di Longobucco.... (continua)

Piero GrassoPiero Grasso “La mafia teme più la confisca dei beni che il carcere” 26 lug 08 "I mafiosi oggi temono più la confisca dei beni che il carcere, ma soprattutto detestano che le loro ex-proprietà vengano usate da altri, tanto peggio se per scopi di utilità sociale". Lo ha detto il procuratore nazionale antimafia Piero Grasso intervenendo oggi, a Palazzo Chigi, nel corso della presentazione di un accordo tra Ministero dell'Istruzione e Agenzia del Demanio sui beni confiscati alla criminalità... (continua)

OspedaleI sindaci del basso Ionio in piazza per l’ospedale di Cariati 26 lug 08 Nove sindaci dei comuni del basso Jonio cosentino hanno partecipato stamani ad una manifestazione sulla statale 106 per protestare contro la chiusura del reparto di chirurgia dell'ospedale di Cariati. Alla manifestazione hanno partecipato anche numerosi consiglieri comunali ed un gruppo di persone residenti nella zona di Cariati... (continua)

CPTRaddoppieranno le strutture per gli immigrati, previsti 10 nuovi centri 26 lug 08 Dopo lo stato di emergenza proclamato ieri dal Consiglio dei ministri su proposta del ministro dell'Interno Maroni, anche oggi proseguono gli sbarchi di immigrati, lungo le coste italiane. E la capienza delle strutture dove vengono ospitati i clandestini è messa a dura prova.... (continua)

TrafficoEsodo, sulla A3 traffico intenso ma senza disagi. Attese agli imbarchi di Villa. Traghetto bloccato dalla spazzatura 26 lug 08 Traffico intenso, ma scorrevole e senza disagi sull'autostrada A3 Salerno Reggio Calabria, in entrambe le direzioni. A darne notizia è l'Anas in questa prima fase dell'ultimo week-end di luglio. "Il bilancio dell'esodo del 25 e 26 luglio è positivo, solo nelle prime ore di oggi si sono registrati alcuni rallentamenti... (continua)

Agazio LoieroLoiero accetta le dimissioni di Bruni. Il testo della lettera. Misiti "Lodevole atto di Bruni" 26 lug 08 "Sono vicino a Bruni che ha svolto un ottimo lavoro, in silenzio e senza quel clamore che per natura non ama". E' quanto afferma, in una dichiarazione, il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, circa le dimissioni di Gaetano Ottavio Bruni da sottosegretario alla presidenza. Loiero ha reso noto di avere accettato le dimissioni di Bruni.... (continua)

Il Porto di GioiaGuerra nel clan Piromalli-Molè, agguato a Gioia, uomo in gravi condizioni. Si temono reazioni 26 lug 08 Dopo il ferimento di David Cambrea, a Gioia Tauro si teme che possano verificarsi altri fatti di sangue nello scontro tra le cosche dei Piromalli-Molé. Polizia e Carabinieri hanno infatti intensificato l'attività di controllo del territorio. Numerosi controlli e perquisizioni sono stati compiuti nei confronti di persone con precedenti penali e ritenute vicine alle due principali cosche ... (continua)

Regione CalabriaOttavio Bruni si dimette dalla UO della Presidenza della Regione 26 lug 08 Dopo il rincorrersi di voci e notizie alla fine, Ottavio Bruni, padre di Francesca, denunciata per favoreggiamento a seguito dell'arresto del latitante Francesco Fortuna, ha deciso di dimettersi dall'incarico di responsabile dell'Unità operativa speciale della Presidenza della Regione Calabria. Bruni si è dimesso con una lettera inviata ... (continua)

Lite finisce a coltellate a Cariati, due arresti, uno è minorenne

26 lug 08 Due persone, A.P., di 19 anni ed un quindicenne, sono state arrestate dai carabinieri a Cariati con l'accusa di tentato omicidio di un ventenne. I tre hanno litigato per futili motivi ed il ragazzo di 19 anni ed il minorenne hanno aggredito il loro rivale colpendolo con un coltello alla testa, al torace ed all'addome. Il ventenne è stato soccorso ed accompagnato nell'ospedale di Rossano dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico ed ora le sue condizioni non destano preoccupazione. Le indagini dei carabinieri hanno portato ad identificare i due aggressori che sono stati arrestati.

Quattro depuratori sequestrati dalla Forestale a Longobucco

26 lug 08 Quattro impianti comunali di depurazione sono stati sequestrati a Longobucco dal personale del Corpo forestale dello Stato. Gli impianti, ubicati nelle frazioni Ortiano e Destro, sono risultati privi delle autorizzazioni al mantenimento in attività scadute nel 2004. Sulle strutture, in base a quanto emerso dalle indagini, gravano anche alcune diffide da parte dell'Amministrazione provinciale di Cosenza a causa delle mancate analisi periodiche di controllo. I depuratori risultano, inoltre, fatiscenti e in stato di abbandono al punto che le acque reflue finiscono nei fiumi e nei torrenti con alti rischi per gli animali che pascolano nelle vicinanze e di inquinamento per il tratto di mare dove sfociano i corsi d'acqua.

Picchiava la convivente polacca, operaio arrestato a S.Onofrio

26 lug 08 I carabinieri hanno arrestato a S. Onofrio un operaio di 45 anni con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. L'uomo è accusato di avere sottoposto negli ultimi cinque anni la propria convivente, di origini polacche, a sevizie e aggressioni. La donna, dopo l'ultima aggressione avvenuta nella serata di ieri con colpi al volto e alla testa, ha deciso di raccontare ogni cosa ai carabinieri che hanno rintracciato e arrestato il convivente. La donna accompagnata al pronto soccorso dell'Ospedale di Vibo Valentia dove a causa delle lesioni riportate è stata giudicata guaribile in 25 giorni.

Appicca fuoco e provoca un incendio, operaio denunciato a San Demetrio

26 lug 08 Un operaio é stato denunciato per incendio colposo a San Demetrio Corone. L'uomo ha incendiato alcuni sacchetti in carta e si è allontanato incurante delle fiamme che si sono poi estese ad un terreno adiacente distruggendo numerosi ettari di macchia mediterranea. L'incendio è stato spento dopo alcune ore dai carabinieri e dai vigili del fuoco.

Rubano le lastre di rame della copertura del teatro, tre arresti a San Demetrio

26 lug 08 Tre persone sono state arrestate dai carabinieri a San Demetrio Corone. I tre sono stati sorpresi dai carabinieri mentre stavano caricando su un camion alcune lastre di rame di proprietà del comune, che si erano staccate dal tetto del Teatro del Folklore.

Aveva cocaina ed eroina, giovane arrestato a Cassano

26 lug 08 Un giovane, Andrea Gencarelli, di 26 anni, è stato arrestato dai carabinieri a Cassano allo Jonio per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacenti. Nel corso di un controllo il ventiseienne è stato trovato in possesso di 3 grammi di eroina e di 2,3 grammi di cocaina.

Pensionato di Ricadi morto dopo essere stato investito da un auto

26 lug 08 Un pensionato, Michele Pontoriero, di 67 anni, è morto nell'ospedale di Vibo Valentia dove era stato ricoverato dopo un incidente stradale avvenuto ieri a Ricadi. L'uomo stava passeggiando nel centro di Nicotera quando è stato investito da una automobile. Soccorso è stato ricoverato nell'ospedale di Vibo Valentia dove è morto nonostante i tentativi di salvargli la vita. Sull'incidente sono in corso gli accertamenti dei carabinieri.

Il Premio Palmi 2008 ad Anselmi e Garrone

26 lug 08 Il direttore del quotidiano 'La Stampa', Giulio Anselmi ed il regista del film 'Gomorra', Matteo Garrone, hanno ricevuto questa sera il premio 'Palmi 2008'. Anselmi e Garrone, nel corso dei loro interventi, hanno evidenziato la necessità che il Sud trovi il suo "giusto rilancio". "La Calabria - ha detto Anselmi - è una realtà con grandi potenzialità. Sono contento di essere qui in un regione che voglio conoscere di più, anche perché il mio giornale è letto da tantissimi calabresi che vivono in Piemonte". La giuria del Palmi 2008, presieduta da Walter Pedullà, ha assegnato i premi per la narrativa a Paolo Occhiato con "L'ultima erranza" (Iride); per la poesia a Paolo Ruffilli con "Le stanze del cielo" (Marsilio) e per la saggistica a Gigi di Fiore con "Cronistoria dell'Unità d'Italia" (Rizzoli). La manifestazione è stata presentata dall'attrice Monica Guerritore.

PrefetturaCambio dei Prefetti in Calabria: Fallica da Crotone a Cosenza, Calvosa a Catanzaro, Varratta a Crotone 25 lug 08 Il Consiglio dei ministri ha deciso la nomina ed il movimento di alcuni prefetti, tra questi alcuni calabresi. Salvatore Montanaro, da prefetto di Catanzaro a prefetto di Arezzo; Sandro Calvosa (cosentino di nascita), da Foggia a Catanzaro; Antonio D'Acunto, nominato prefetto, alla Commissione per i rifugiati di Crotone; Pietro Lisi da Cosenza a disposizione... (continua)

OliverioIl Presidente Oliverio scrive a Poste Italiane e Telecom per la situazione di Scala Coeli “Non è possibile che si abbandoni un paese intero” 25 lug 08 Il Presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, ha inviato telegrammi alla Direzione Generale delle Poste Italiane di Roma e presso la Direzione Provinciale di Cosenza e alla Direzione Generale della Telecom di Roma, Palermo e alla sede di Cosenza ... (continua)

Goletta VerdeGoletta verde prepara un blitz contro la palafitta di Falerna 25 lug 08 Legambiente farà tappa a Falerna sabato per partecipare ad un'iniziativa "contro gli scempi visibili sulla costa di Catanzaro". Goletta verde parteciperà al blitz contro la Palafitta, una costruzione abusiva che resiste sulla spiaggia del comune catanzarese a 12 anni dall'abbattimento delle cosiddette case mobili. L'associazione ambientalista ha invitato a partecipare all'iniziativa... (continua)

Provincia di Cosenza32 sindaci alla presentazione del progetto di distretto agroalimentare di qualità di Sibari 25 lug 08 Riunione a Cosenza del comitato di indirizzo del Distretto agroalimentare di qualità di Sibari. Alla riunione, indetta allo scopo di analizzare e discutere, nel merito, le linee strategiche del progetto di distretto, elaborate dalla società di distretto su finanziamento della Provincia... (continua)

CarabinieriAgguato a Borgia, l’obiettivo dei killer sfugge con l’auto 25 lug 08 Agguato a colpi di fucile a Roccelletta di Borgia ma l'obiettivo dei killer sfugge e si dilegua a bordo della sua auto. A sparare alcuni colpi di fucile contro l'auto con all'interno il guidatore e un'altra persona sono stati due individui a bordo di uno grosso scooter con indosso i caschi. La vettura raggiunta dai colpi di fucile calibro 12 non ha arrestato la sua corsa facendo perdere... (continua)

 

Ispettore penitenziario arrestato a Reggio con 25 kg di hashish

25 lug 08 La squadra mobile di Reggio Calabria ha arrestato un ispettore della polizia penitenziaria trovato in possesso di 25 chilogrammi di hascisc. L'arresto (alle indagini ha collaborato la Mobile di Frosinone) è stato fatto mentre l'uomo - un 48enne palermitano in servizio in Campania - stava traghettando da Villa San Giovanni verso la Sicilia a bordo di un'automobile. Gli agenti della Mobile reggina hanno trovato la droga già suddivisa in panetti e pronta per lo spaccio.

Moto contro cabina elettrica, due feriti sulla 106 vicino Corigliano

25 lug 08 Due persone sono rimaste ferite in un incidente stradale avvenuto sulla statale 106, nei pressi di Corigliano Calabro. I due erano in sella ad una moto Honda 600. Per causa ancora in corso di accertamenti l'uomo che era alla guida della moto ha perso il controllo del mezzo che si è schiantato contro una cabina dell'Enel. I due sono stati soccorsi ed accompagnati nell'ospedale di Corigliano dove i sanitari li hanno giudicati guaribili con una prognosi di 45 giorni. Sul luogo dell'incidente sono intervenuti i carabinieri.

Incendio sulle colline intorno Catanzaro spento con elicotteri

25 lug 08 E' stato spento l'incendio divampato nella tarda mattinata di oggi lungo una collina alla periferia di Catanzaro. Per spegnere le fiamme che hanno interessato un'area non molto distante da alcune abitazioni del quartiere di Cavita sono stati impegnati per diverse ore due elicotteri della Regione che hanno effettuato numerosi lanci di acqua e liquido ritardante e tre squadre di Vigili del fuoco del comando provinciale. Gli interventi sono stati resi più difficoltosi dal vento che cambiava spesso direzione. Altri incendi che hanno reso necessario l'intervento di mezzi aerei e di personale della Protezione civile, in Calabria, sono stati segnalati nella Sila cosentina, in particolare nel territorio del comune di Longobucco e in altre zone della regione.

I Guardacoste presenti ai Laghi di Sibari

25 lug 08 Anche per questa estate, cosi come è avvenuto gli anni passati, la Capitaneria di Porto di Corigliano assicurerà la presenza di uomini e mezzi presso il Centro Nautico dei Laghi di Sibari. La Guardia Costiera, in questo periodo, è impegnata nell'operazione "Mare Sicuro", che andrà avanti per tutta la bella stagione e che è finalizzata ad assicurare il servizio di vigilanza, da Cariati a Rocca Imperiale, a tutela e a salvaguardia della incolumità pubblica, sia in mare che sulla battigia, oltre a quello della tutela dell'ambiente e del demanio marittimo.

Arresto latitante Fortuna, denunciata figlia dell’ex Presidente della Provincia di Vibo

25 lug 08 Gli agenti delle squadre mobili di Catanzaro e Vibo Valentia che due giorni fa hanno arrestato, a Vibo, il latitante Francesco Fortuna, hanno anche denunciato in stato di liberta' per favoreggiamento una ragazza di 27 anni. Si tratta di Francesca Bruni, figlia dell'ex presidente della Provincia di Vibo, Gaetano Ottavio Bruni, sottosegretario alla Presidenza della Regione Calabria, trovata nella villetta con Fortuna al momento dell'arresto. La notizia è stata confermata dalla polizia. La giovane, secondo quanto emerso dalle indagini degli investigatori, non avrebbe svolto un ruolo attivo nella latitanza di Fortuna col quale avrebbe avuto soltanto una relazione sentimentale. Fortuna, considerato un elemento di spicco del clan Bonavota di Sant'Onofrio, era ricercato dall'ottobre scorso. Secondo Calabria Ora, "il legame tra Francesca Bruni e Fortuna avrebbe vecchie origini. Entrambi sono di Sant'Onofrio e si conoscevano da ragazzi. Un rapporto di cui il sottosegretario alla Regione non sarebbe stato al corrente"

Nascondeva canapa in casa, uomo arrestato dalla PS a Rossano

25 lug 08 La polizia di Stato ha arrestato a Rossano, Mario Manzi, di 41 anni, con l'accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nell'abitazione di Manzi, già noto alle forze dell'ordine, in seguito ad una perquisizione i poliziotti del commissariato di Rossano e gli agenti del Reparto prevenzione crimine Calabria settentrionale, hanno trovato oltre 75 grammi di canapa indiana appena estirpata nascosta in una scatola.

Pensionato investito da un camion a Gioiosa muore in ospedale

25 lug 08 Un pensionato, Francesco Totino, di 75 anni, è morto stasera dopo essere stato investito da un autocarro a Marina di Gioiosa Ionica. L'uomo stava percorrendo via Torrevecchia quando, per cause che i carabinieri stanno cercando di appurare, è stato investito dall'autocarro. Totino è stato soccorso e portato nell'ospedale di Locri, ma è morto poco dopo il ricovero.

Un arresto dei CC a Mirto Crosia

25 lug 08 Un uomo è stato arrestato dai carabinieri a Crosia per traffico di sostanze stupefacenti. L'arresto è avvenuto in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Castrovillari.

PoliziaPensionato incensurato ucciso a colpi di pistola in un agguato in pieno centro a Cinquefrondi. Forse ha visto qualcosa che non doveva vedere 24 lug 08 Un pensionato di 78 anni, Pietro Belsiti, è stato ucciso in un agguato compiuto verso le 18.30 a Cinquefrondi, nella piana di Gioia Tauro. L'uomo, che era incensurato, era in via Vittorio Veneto, una centralissima via del paese, quando due persone a bordo di un ciclomotore, gli hanno sparato contro ... (continua)

Saverio ZavettieriProcesso Fortugno, depone Zavettieri “Matrice politico-mafiosa, fu bloccata fase di rinnovamento” 24 lug 08 Il tentato omicidio di Saverio Zavettieri ed il delitto di Francesco Fortugno hanno avuto una comune matrice "politico-mafiosa" finalizzata all'eliminazione fisica finalizzata per liberarsi di un avversario di ostacolo ai propri disegni". A dirlo è stato lo stesso Zavettieri, segretario de I Socialisti, deponendo oggi al processo Fortugno... (continua)

EuroUna famiglia calabrese su due non arriva a fine mese. Rapporto Eurispes sul caro-vita 24 lug 08 Inflazione oltre il doppio di quella ufficiale. Cresce l'indebitamento finanziario delle famiglie. Crollano i consumi. E intanto, oltre 388mila famiglie non arrivano a fine mese.Il dato emerge da uno studio dell'Eurispes Calabria, il cui presidente, Raffaele Rio, spiega: "La discount family calabrese e' al collasso, presenta una situazione finanziaria allarmante. E se arrivare alla fine del mese e' per molti un'impresa ardua, riuscire a risparmiare risulta quasi impossibile. .. (continua)

Alarico in un'immagine dell'epocaCosenza prepara le celebrazioni per ricordare Re Alarico 24 lug 08 Incontro, questa mattina, alla Casa delle Culture di Cosenza, promosso dall'Assessore alla cultura Salvatore Dionesalvi per ascoltare proposte, idee, suggerimenti ed ipotesi di lavoro da tutti i soggetti, istituzionali e non, interessati alla organizzazione degli eventi da realizzare nel 2010, in occasione dei 1600 anni dalla morte di Alarico, il re dei Goti che, come vuole una leggenda entrata nell'immaginario collettivo, sembra sia morto e seppellito proprio a Cosenza alla confluenza dei fiumi Crati e Busento. .. (continua)

 

L'arresto dei 18 componeti la cosca Piromalli MolèCosche della Piana decapitate, il PG Pignatone promette novità. Le carte su Dell’Utri a Palermo. Il rapporto mafia-politica evidenziato negli interventi alla Camera 24 lug 08 "Mi auguro che ci siano presto novità. Comunque abbiamo già ottenuto un bel risultato". E' questo il commento del procuratore di Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone, il giorno dopo l'operazione che ha disarticolato i vertici delle cosche Piromalli e Molé di Gioia Tauro con il fermo di 18 persone. Terminata la fase operativa, i magistrati della Dda reggina sono ora in attesa di ricevere il materiale che è stato sequestrato .. (continua)

Reggio CalabriaFerito in un agguato in Aspromonte il “boss della montagna”, Rocco Musolino 24 lug 08 Un fatto "anomalo". E' questa la prima chiave di lettura data dagli investigatori all'agguato nel quale ieri, a Santo Stefano d'Aspromonte, è stato ferito a fucilate, Rocco Musolino, di 81 anni, indicato come il "boss della montagna". Musolino è ricoverato nell'ospedale di Reggio Calabria, ma le sue condizioni non sono gravi. .. (continua)

Procuratore Grasso “Punire gli imprenditore che non denunciano le estorsioni”

24 lug 08 Punire con sanzioni penali o amministrative gli imprenditori che non denunciano gli estorsori e che convivono con la criminalità organizzata. Lo propone il procuratore nazionale Antimafia, Pietro Grasso, ascoltato oggi in audizione dalle commissioni riunite Affari Costituzionali e Giustizia dal Senato nell'ambito dell'esame di alcuni disegni di legge in materia di sicurezza pubblica. La maggior parte degli imprenditori che operano in zone con presenza di organizzazioni criminali, sottolinea Grasso, "hanno imparato a convivere con esse, trovando comportamenti che consentono alle loro aziende di perseguire l'obiettivo della massimizzazione del profitto pur in contesti di non piena 'agibilita' legalé, a scapito degli imprenditori onesti che non hanno altra scelta se non l'emigrazione o la chiusura". Chi resta, osserva il procuratore, "può avere tre comportamenti: acquiescenza (si assoggetta al ricatto), resistenza (resiste alle pressioni), connivenza (si presta al gioco criminale)". Grasso evidenzia che alcuni imprenditorie hanno reagito alla sopraffazione mafiosa, "ma parallelamente a questi casi isolati, si sono purtroppo registrati casi molto più numerosi di imprenditori che hanno trovato conveniente stipulare vere e proprie alleanze con la criminalità organizzata". Per il procuratore, dunque, punire la violazione di "un più ampio e generalizzato dovere di denuncia potrebbe costituire un efficace deterrente contro atteggiamenti omertosi, anche del ceto imprenditoriale, soprattutto se si potrà ricorrere a sanzioni come l'interdizione dai pubblici appalti, la rescissione dei contratti pubblici o la sospensione dalla professione, o la revoca di concessioni e licenze".

Il delitto Molè eseguito con armi rubate ai vigili di Gioia

24 lug 08 Rocco Molé, il boss dell'omonima cosca, assassinato il primo febbraio scorso, potrebbe essere stato ucciso con una pistola rubata al Comando dei vigili urbani di Gioia Tauro. E' l'ipotesi su cui stanno lavorando i magistrati della Dda di Reggio Calabria. I magistrati, nel provvedimento di fermo disposto contro 18 presunti affiliati ai Molé-Piromalli, affermano che "quanto emerso nelle attività tecniche in corso ha indotto a meglio analizzare alcuni eventi occorsi e precisamente il furto delle pistole d'ordinanza nel Comando di polizia municipale e l'omicidio di Rocco Molé". "Tali eventi, seppur apparentemente non presentano connessioni - proseguono i pm - di fatto potrebbero essere legati dal tipo di arma utilizzata per compiere l'omicidio di Rocco Molé". Infatti, l'8 ottobre 2007, dal Comando dei vigili sono state rubate quattro pistole Beretta calibro 9X21 modello FS e sul luogo dell'omicidio di Molé, il primo febbraio 2008, sono stati recuperati cinque bossoli cal. 9X21.

Colpi di pistola contro un auto a Rossano, illeso il conducente

24 lug 08 Due colpi d'arma da fuoco sono stati sparati a Rossano contro un'autovettura con a bordo un uomo di 39 anni, che è rimasto illeso. L'uomo, a bordo della sua autovettura, stava attraversando viale Ionio, sul litorale rossanese, quando sono stati esplosi i colpi di arma da fuoco, che hanno centrato solo la carrozzeria dell'auto. Sul posto sono intervenuti i carabinieri, che stanno vagliando tutte le ipotesi. L'uomo, che è risultato incensurato, potrebbe aver avuto dei dissidi privati.

Arresto del latitante a Vibo, si indaga su chi l’ha aiutato

24 lug 08 Le squadre mobile di Catanzaro e Vibo Valentia stanno facendo accertamenti per delineare la posizione di una persona trovata in compagnia di Francesco Fortuna, il latitante arrestato ieri a Vibo Valentia. Sulla vicenda vige uno strettissimo riserbo, tanto che gli investigatori non hanno voluto neanche specificare se si tratti di un uomo o di una donna. Secondo alcune indiscrezioni, pero', si tratterebbe di una ragazza, che è stata denunciata in stato di libertà per favoreggiamento. Gli investigatori stanno cercando di chiarire quali fossero i rapporti tra Fortuna, considerato un elemento di spicco del clan Bonavota di Sant'Onofrio (Vibo Valentia) e la ragazza.

I Nas chiudono due villaggi turistici in provincia di Cosenza

24 lug 08 Chiusa una casa di risposo in provincia di Perugia e due strutture turistiche in provincia di Cosenza. I militari del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute, nei controlli per garantire durante l'estate la sicurezza dei cittadini sia in città che nelle aree turistiche, stanno realizzando una serie di controlli sulle strutture commerciali e ricettive particolarmente sensibili durante il periodo vacanziero estivo. In provincia di Cosenza i Carabinieri del NAS hanno eseguito un provvedimento di chiusura dei locali cucina di un villaggio turistico, a causa delle carenti condizioni igienico sanitarie, così come disposto la chiusura di un campeggio poiché è stata accertata la mancanza dei requisiti tecnico-impiantistici, carenze tali da rendere la struttura pericolosa per l'incolumità dei frequentatori. In provincia di Perugia, a seguito di un'altra ispezione dei Nas, è stata invece chiusa una casa di riposo priva di autorizzazioni, la quale ospitava irregolarmente anziani e persone non autosufficienti, e sono stati denunciati i tre responsabili della gestione della struttura.

Siulp “Ridurre le scorte non è abbassamento di guardia”

24 lug 08 Il segretario generale regionale del Siulp, Martino Santacroce interviene, con una nota, sulla decisione di ridurre il servizio di vigilanza per politici e magistrati di cui ha parlato recentemente il Procuratore generale della Repubblica di Catanzaro, Enzo Jannelli. "Condivido il concetto secondo cui una riduzione delle misure di protezione non è un abbassamento di guardia nella lotta alla criminalità organizzata - afferma Santacroce - ma semmai rappresenta una diversa modulazione delle azioni di contrasto alla stessa criminalità, attraverso la razionalizzazione e l'ottimizzazione delle risorse umane e materiali disponibili, cercando di interpretare in maniera attuale le esigenze dei cittadini". "Infatti, se da un lato i dati forniti dal Ministero dell'Interno parlano di una diminuzione dei reati definiti minori - prosegue Santacroce - la percezione di insicurezza dei cittadini risulta maggiore rispetto a quelli degli altri Stati Europei, indotta, verosimilmente, da determinate condotte criminali che assumono, in un momento storico particolare, un peso maggiore". Per Santacroce "le misure di protezione sono collegate a predeterminati livelli di rischio e sono stabilite dal Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica, che dispone le contromisure ritenute più congrue,in relazione all'accertamento dell'effettività e attualità del pericolo cui si ritengono esposti i destinatari delle misure che può, infatti, comportare, in alcuni casi, anche il rafforzamento dei servizi di scorte già in atto". "L'attuazione delle direttive - conclude il segretario generale del Siulp calabrese - riteniamo e auspichiamo che sarà improntata al buon senso, da parte dei Questori e dei Prefetti interessati, che dovranno trovare il giusto equilibrio nella razionalizzazione delle risorse a loro affidate"

Anziano denunciato dal Cfs a Crosia per aver provocato un incendio

24 lug 08 Un uomo di 77 anni di Crosia è stato denunciato dagli agenti del Comando provinciale del Corpo forestale dello Stato di Cosenza, con l'accusa di incendio boschivo colposo. L'uomo, secondo quanto riferito, si è reso responsabile nelle scorse settimane di un vasto incendio tra i comuni di Calopezzati e Crosia che ha interessato una superficie di oltre quaranta ettari tra oliveti, macchia mediterranea e piante di eucalipto. Il fuoco, attraverso la bruciatura di residui agricoli fatta dall'uomo denunciato, si è propagato nei terreni soprastanti alimentato anche dal forte vento. Per domare le fiamme sono dovuti intervenire uomini della forestale, dei Vigili del fuoco e alcuni volontari.

La Polfer arresta giovane in possesso di canapa e hashish sul treno partito da Sibari

24 lug 08 La polizia ferroviaria ha arrestato a bordo di un treno regionale partito da Sibari e diretto a Crotone, Daniele Vrenno Alfì, di 26 anni, con l'accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I poliziotti, in servizio di scorta al convoglio, hanno sorpreso il giovane all'interno di una toilette chiusa a chiave e aperta con una chiave di servizio, mentre tentava di disfarsi di qualcosa tentando di gettarla nel water. In seguito ad una perquisizione personale e dei suoi bagagli Vrenno Alfì, è stato trovato in possesso di 747 grammi di sostanza stupefacente tra canapa indiana e hascisc.

Piantagione di canapa scoperta a S. Caterina allo Jonio, cinque denuncia

24 lug 08 Una piantagione di canapa indiana con circa 290 piante è stata scoperta a Santa Caterina dello Ionio nell'ambito di un'operazione congiunta di carabinieri e Corpo forestale che hanno denunciato cinque persone. Le indagini hanno preso il via dall'individuazione della località dove erano coltivate le piante in una zona ricoperta da macchia mediterranea e uliveti. Individuata la proprietà, tramite i dati catastali e l'ausilio dei sistema informativo della montagna, è stata avviata un'attività mirata a individuare gli autori della coltivazione: si è risaliti così a due persone che si sono occupate della coltivazione delle piante, attualmente in stato di irreperibilità, coadiuvate dalla madre di uno di loro e da altre due persone appartenenti al medesimo nucleo familiare. All'individuazione degli autori si è giunti a seguito di diverse perquisizioni che hanno riguardato locali e autovetture di proprietà degli indagati. Inoltre sono state sequestrate le due auto, due telefoni cellulari, attrezzi e strumenti utilizzati per la coltivazione come il tubo, in parte interrato ed in parte posto sul terreno, che serviva per l'irrigazione.

Giovane arrestato a Cropalati mentre coltivava canapa indiana

24 lug 08 Un sorvegliato speciale, Luca Caruso, di 25 anni, è stato arrestato dai carabinieri, a Cropalati, con l'accusa di coltivazione di sostanze stupefacenti. Il giovane è stato sorpreso dai carabinieri in località Scannella intento a coltivare sei piante alte fino a due metri di canapa indiana. Le piante sono state sequestrate.

Tenta di scardinare finestra di una abitazione a Corigliano, uomo denunciato assieme a minore

24 lug 08 I carabinieri di Corigliano la scorsa hanno arrestato per tentato furto Andrea Carrano, 43 anni, del luogo, con precedenti penali, e denunciato a piede libero al Tribunale dei minori di Catanzaro un tredicenne che era assieme a lui e faceva il palo. I militari hanno notato Carrano nel cortile di un'abitazione di Corigliano armato di attrezzi da scasso e intento a scardinare una finestra. Ammanettato, e' stato rinchiuso nel carcere di Rossano

Agguato a Villa, dipendente ipermercato in rianimazione

24 lug 08 E' ricoverato nel reparto di rianimazione degli Ospedali riuniti di Reggio Calabria il dipendente di un ipermercato di Villa San Giovanni ferito a pistolettate, poco dopo le 21,30 di ieri, mentre in macchina si apprestava a lasciare il posto di lavoro. L'uomo, Bruno Pratico', era al volante del proprio mezzo quando e' stato raggiunto da sei colpi di pistola all'emitorace destro. Perso il controllo dell'utilitaria, l'uomo e' andato a sbattere conto un altro automezzo. In un primo momento era stato ipotizzato un incidente stradale, poi le indagini dei carabinieri della compagnia di Villa San Giovanni hanno stabilito che si e' trattato di un agguato portato a termine da due centauri. La moto usata per l'agguato, nel corso della notte, e' stata rinvenuta al rione Acciarello, a poca distanza del luogo dell'agguato, dove e' stata data alle fiamme. Al momento non si conoscono i motivi dell'agguato e le indagini sono a tutto campo.

Bunker scoperto dai ROS in una palazzina di Africo

24 lug 08 Un bunker sotterraneo e' stato scoperto dagli agenti della sezione anticrimine dei Ros e dello squadrone eliportato Cacciatori ad Africo Nuovo, nel reggino. L'ingresso del bunker è localizzato nel sottoscala di una palazzina a tre piani di proprietà di un operaio forestale Leo Morabito, di 58 anni, noto come elemento di spicco della cosca dei Palamara. Morabito è anche il suocero di Francesco Pelle, detto "Ciccio Pakistan", di 31 anni, appartenente al clan Pelle - Vottari di San Luca e latitante dal 30 agosto dello scorso anno. Il ritrovamento del bunker è stato fatto nell'ambito delle ricerche finalizzate alla cattura di Antonio Pelle, di 75 anni, inserito nell'elenco dei trenta latitanti più pericolosi. Al bunker si accede attraverso una botola e un piccolo tunnel. L'ingresso è regolato da un congegno meccanico posto dietro una parete a scomparsa che si muove su due binari di metallo per permettere il movimento del blocco di cemento.

I lavoratori del Papa Giovanni occupano assessorato regionale sanità

24 lug 08 Continua l'occupazione, da parte di un gruppo di lavoratori dell'Istituto Papa Giovanni di Serra d'Aiello, degli uffici dell'assessorato regionale alla Salute a Catanzaro. Sul posto sono presenti agenti della Digos della Questura del capoluogo. Alla base della protesta, che va avanti da ieri, la richiesta di pagamento degli stipendi arretrati e l'ottenimento di garanzie sul futuro occupazionale. Il gruppo di lavoratori sollecita risposte risolutive da parte del presidente della Regione, Agazio Loiero, e dell'assessore alla Salute, Vincenzo Spaziante. Il 28 di luglio verranno aperte le buste con l'esame delle cinque offerte presentate per l'acquisizione della struttura.

Maxi sequestro di armi e ordigni a Palmi

24 lug 08 Ordigni esplosivi, una pistola, una carabina, centinaia di munizioni e grossi petardi, sono stati sequestrati dalla polizia a Palmi. Gli esplosivi e le armi, oltre ad un chilo di fertilizzanti a base di nitrato di ammonio, sono stati trovati dalla squadra mobile di Reggio Calabria, diretta da Renato Cortese, e da personale del Commissariato di Palmi a casa di Antonio Scibilia, di 42 anni, già noto alle forze dell'ordine, che è stato arrestato. L'arsenale è stato scoperto nel corso di una serie di perquisizioni a casa di pregiudicati. Le indagini proseguono per stabilire se Scibilia sia legato a personaggi della criminalità organizzata della piana di Gioia Tauro ed a cose dovessero servire esplosivi ed armi. Una settimana fa, personale della Squadra mobile reggina e del Commissariato di Palmi avevano scoperto un bunker utilizzato da latitanti della 'ndrangheta al cui interno c'erano dieci chili di esplosivo utilizzato per i lavori nelle cave. In quella occasione, secondo la polizia, il rifugio sarebbe stato nella disponibilità della cosca Bruzzise.

Pregiudicato calabrese arrestato con 30 grammi di coca in Veneto

24 lug 08 Accusato di detenzione di 30 grammi di cocaina destinate allo spaccio, il pregiudicato Bruno Derro, 43 anni, di Delianuova (Reggio Calabria), residente ad Arcole (Verona), è stato arrestato dai Carabinieri la scorsa notte a Ronco all'Adige (Verona). L'uomo, ritenuto un elemento di spicco di un clan italo-albanese specializzato nell'importazione di cocaina sgominato nel 2007, è stato inseguito e fermato dai Carabinieri di San Bonifacio (Verona) dopo che con la sua auto aveva effettato un'inversione di marcia per evitare una pattuglia di militari impegnata in un controllo stradale. Derro, che era in compagnia di due donne, è stato accompagnato in caserma mentre la sua abitazione veniva perquisita con l'ausilio di unità cinofile della Guardia di Finanza di Sommacampagna (Verona). E' stato proprio il fiuto di un cane a permettere di scoprire la droga, nascosta nell'intercapedine del soffitto di una stanza, già suddivisa in dosi pronte per lo spaccio. I militari hanno quindi recuperato e sequestrato anche una pistola giocattolo dotata di mirino laser e una scacciacani entrambe prive del tappo rosso, oltre a uno storditore elettrico.

Ruba decoder e set di bicchieri, sorvegliato speciale arrestato a Cassano

24 lug 08 Un sorvegliato speciale, Maurizio Belmonte, di 40 anni, è stato arrestato dai carabinieri a Cassano allo Ionio con l'accusa di furto aggravato. Belmonte, per come riferito dai militari, dopo avere forzato la finestra dell'abitazione di un pensionato, M.F., si è introdotto nell'appartamento rubando un decoder e un set di bicchieri.

Porto di GioiaNdrangheta anno zero a Gioia: colpo al cuore delle cosche. La DDA svela controllo del porto e rapporti con la politica. Gli arrestati. Commenti di Buttiglione, Cesa, Laganà, Loiero, Lumia, Minniti, Napoli 23 lug 08 Un'operazione di portata storica perché decapita i vertici della cosca più importante della 'ndrangheta, e quindi della criminalita' organizzata italiana, quella dei Piromalli. I 18 fermi eseguiti dalla Squadra mobile e dai Ros su ordine della Dda reggina segnano un punto di svolta nella lotta alla mafia C'é tutto nell'inchiesta reggina: gli interessi nel porto di Gioia .. (continua) Servizi precedenti Duri i PM “La ndrangheta vive dei rapporti con il mondo della politica”. Miccichè parla di Tassone e Veltroni. Tentativi di alleviare 41 bis. Appalti in 24 ore. Sequestrata azienda nel porto - Operazione partita per evitare stragi e vendette. In esecuzione 21 arresti. Nelle intercettazioni il faccendiere Miccichè cercò contatti con Dell’Utri e Mastella - Coinvolti imprenditori e professionisti

Operazione della FinanzaBlitz della Finanza nelle palestre della Provincia di Cosenza, 12 arresti. Sequestrato materiale dopante per 25.000 euro, chiuse palestre a Rende, Corigliano e San Demetrio 23 lug 08 E’ stato messo in luce un traffico illegale di prodotti anabolizzanti provenienti da Grecia, Spagna e Germania, nel corso dell'operazione del comando provinciale della Guardia di Finanza di Cosenza in corso da stamani. L'operazione, mirata al contrasto dell'utilizzo di prodotti dopanti nello sport, coordinata dal Procuratore della Repubblica Granieri e dai sostituti Tridico ... (continua) aggiornato

Palazzo NiedduProcesso Fortugno, sfilano Chiefari, un medico ASL e l’ex agente Sisde che non risponde. Domani c'è Zavettieri 23 lug 08 L'ex poliziotto Francesco Chiefari, condannato per le minacce nei confronti di Maria Grazia Laganà e Domenico Fortugno, ebbe, nel febbraio del 2006, un contatto telefonico con la moglie di Giuseppe Marciano, imputato nel processo per l'omicidio di Francesco Fortugno. I contenuti della conversazione sono stati illustrati ... (continua)

Francesco FortunaLatitante arrestato dalla PS a Vibo. Con se un arsenale di armi, avviate alla comparazione 23 lug 08 Un latitante e' stato arrestato dalla squadra mobile distrettuale di Catanzaro che ha anche scoperto un arsenale di armi. L'arrestato è Francesco Fortuna, di 28 anni, latitante dall'ottobre quando sfuggì alla cattura nel corso di un'operazione contro presunti affiliati alla cosca Bonavota di Sant'Onofrio... (continua)

Massarini e PrimaveraCommiato del Col. Massarini dal Comando della Gdf di Cosenza. Gli subentra il col. Primavera 23 lug 08 "E' stato un periodo lungo e in cui abbiamo messo a frutto esperienze molto significative". A dirlo il Comandante uscente della Guardia di finanza di Cosenza, il colonnello Maurizio Massarini, che stamattina ha incontrato la stampa, presente il subentrante colonnello Alessandro Primavera. "I miei sentimenti sono di grande emozione e di consapevolezza di aver lavorato per questa terra, che amo e a cui restero' sempre legato"... (continua)

A3L’Anas apre 30 Km di A3 (1°Macrolotto) da Sicignano ad Atena Lucana 23 lug 08 Oggi l’Anas ha aperto al traffico l’intero tracciato del 1° Macrolotto dell’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, lungo circa 29 km, dallo svincolo di Sicignano degli Alburni ad Atena Lucana, in provincia di Salerno. Alla cerimonia hanno partecipato, tra gli altri, il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli, il Presidente dell’Anas Pietro Ciucci,... (continua)

 

Muore bulgaro investito mentre attraversa la 106

23 lug 08 Un cittadino straniero di nazionalità bulgara, Angelov Vladimir, di 58 anni, é morto in un incidente stradale avvenuto sulla statale 106 Ionica. L'uomo ha attraversato improvvisamente la statale quando è stato investito da un automobile in transito. L'automobilista ha soccorsa la vittima che è morta poco dopo nell'ospedale. Sul luogo dell'incidente sono intervenuti gli agenti della polizia stradale.

Incendiata l’auto di un consigliere comunale di Mileto

23 lug 08 Ignoti la scorsa notte hanno dato alle fiamme l'autovettura, una Fiat Panda, in uso al consigliere comunale di Mileto, in provincia di Vibo Valentia, Rocco Riso. L'auto, intestata alla moglie, che al momento dell'incendio, intorno alle due, era parcheggiata in via Gramsci, sotto l'abitazione dei coniugi Riso, e' andata completamente distrutta. Sul luogo i vigili del fuoco ed i carabinieri per le indagini.

Auto della Polstrada tamponata sulla A3, agente ferito

23 lug 08 Un agente della polizia stradale, in servizio con un collega sull'Autostrada A3, è rimasto ferito in un incidente avvenuto nei pressi di Cosenza. L'automobile della polizia di Stato era nei pressi di una piazzola di sosta quando improvvisamente è stata tamponata. Dopo l'incidente i due agenti sono stati soccorsi ed accompagnati nell'ospedale di Cosenza. Uno dei due agenti ha riportato delle ferite giudicate guaribili in sette giorni mentre l'altro poliziotto e la persona che era alla guida dell'automobile che ha tamponato il mezzo della polizia sono rimasti illesi. Sul luogo dell'incidente sono intervenuti gli agenti della stradale di Frascineto.

I lavoratori del ‘Papa Giovanni” protestano nell’assessorato regionale alla Sanità

23 lug 08 Numerosi lavoratori dell'Istituto Papa Giovanni di Serra D'Aiello protestano, anche con toni accesi, da stamani nei pressi dell'assessorato regionale alla sanità a Catanzaro. Un gruppo di lavoratori è entrato all'interno dell'assessorato e sosta in alcuni uffici attendendo di poter parlare con il Presidente della Regione, Agazio Loiero, e con l'assessore regionale alla Sanità, Vincenzo Spaziante. Altri lavoratori si trovano all'esterno della struttura e protestano esponendo striscioni e cartelli. I lavoratori, che già nei giorni scorsi erano stati protagonisti di altre proteste analoghe, chiedono che gli vengano pagati gli stipendi arretrati e vengano fornite assicurazioni circa il loro futuro occupazionale. Nei pressi dell'assessore alla sanità sono giunti numerosi agenti della polizia di stato che stanno controllando la situazione dell'ordine pubblico.Il 28 luglio si apriranno le buste con le 5 offerte pervenute per l'acquisizione dell'Istituto. Nel caso non ce ne fosse nessuna accettabile, Mons. Nunnari, Arcivescovo di Cosenza, e' pronto, a suo dire, a consegnare libri contabili e chiavi dell'Istituto al Tribunale bruzio, decretandone cosi' la fine. Da qui l'agitazione dei lavoratori.

I commercianti di Amantea protestano con una serrata contro i sensi unici

23 lug 08 "Questo esercizio aderisce alla manifestazione di protesta contro l'amministrazione comunale per il miglioramento della viabilita', della pulizia e dell'offerta turistica generale della citta'. Grazie Tonnara. Oggi chiudiamo noi.... e domani?". Questo il testo del manifesto che e' stato affisso sulle saracinesche di un 150 di negozi di Amantea, che ieri sera hanno effettuato una vera e propria serrata, protestando contro l'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Francesco Tonnara. Secondo i commercianti, l'istituzione dei nuovi sensi unici e dell'isola pedonale dalle ore 19,00 alle ore 24,00 sta penalizzando fortemente la zona centrale del borgo di Amantea, che non e' piu' raggiungibile, a danno quindi delle vendite del periodo estivo. I commercianti hanno anche sfilato in corteo e consegnato simbolicamente al comandante della Polizia Municipale le chiavi dei loro negozi.

Protesta dei sindaci dell’alto tirreno cosentino contro la chiusura di alcuni reparti degli ospedali

23 lug 08 I sindaci di una ventina di comuni della provincia di Cosenza hanno fatto visita, questa mattina, al direttore dell'Azienda sanitaria provinciale, Franco Petramala. Una sorta di riunione autoconvocata dai primi cittadini, che hanno voluto manifestare il loro sconcerto per la decisione di sopprimere, in diversi ospedali, alcuni reparti medici. L'iniziativa, che dovrebbe essere temporanea, e durare fino a fine settembre, per ottimizzare le prestazioni nel periodo estivo, non e' stata accolta di buon grado dalle diverse comunita' interessate, del tirreno, dello ionio e del Pollino, che la vedono come la prima avvisaglia di un serio ridimensionamento delle strutture ospedaliere, alcune gia' minacciate di chiusura nei mesi scorsi. L'ospedale di Praia a Mare perderebbe Ostetricia e Ginecologia, quello di Cetraro il reparto di Ortopedia. A Trebisacce, invece, e' a rischio Cardiologia. La riunione si e' conclusa con un nulla di fatto, con un secco “No Comment” da parte della direzione dell'Asp di Cosenza. Per domani, intanto, il sindaco di Cetraro, Giuseppe Aieta, ha convocato un consiglio comunale aperto davanti al locale ospedale.

Il gen. Martinello in visita al Presidente della Provincia di Cosenza, Oliverio

23 lug 08 Il presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, ha ricevuto stamani la visita del generale Pasquale Martinello, che è a capo del Comando militare Calabria dell'Esercito. "Martinello - è detto in una nota - ha parlato a Oliverio delle trasformazioni che stanno interessando l'Esercito, sempre più aperto alla formazione di tanti giovani, e dell'impegno dei militari in Italia e nel mondo, facendo riferimento alle missioni di pace in cui sono impegnati, sotto l'egida dell'Onu, per le quali è raccolto unanime plauso internazionale". "A questo proposito - prosegue il comunicato - Oliverio ha voluto ricordare come nella sede della Provincia di Cosenza sia custodita la bandiera che ha sventolato sul pennone della base del primo Reggimento Bersaglieri di Cosenza, contingente d'istanza a Nassirya, in Iraq, per la missione Antica Babilonia. Un simbolo particolarmente importante, il tricolore donato alla Provincia, che è testimone sia del riconoscimento dell'impegno dei nostri militari verso la costruzione della pace, che della vicinanza fra due istituzioni". "L'esercito - ha detto Oliverio - è una presenza importante e un punto di riferimento per i nostri cittadini. Saremo lieti di offrire tutta la nostra collaborazione laddove si rendesse necessario".

L’ASP di Reggio afferma che nessun ritardo avvenne per l’uomo morto d’infarto

23 lug 08 L'Asp di Reggio Calabria, in una nota, dichiara "l'assenza di ritardo o negligenza" nel soccorso di Demetrio Nicolò, l'uomo morto per infarto dopo essere stato visitato al pronto soccorso dell'ospedale reggino sabato scorso. "Da quanto risulta - è detto in una nota dell'Azienda sanitaria provinciale di Reggio - nelle registrazioni delle telefonate pervenute al centralino, il primo mezzo mobile di soccorso disponibile di tipo medicalizzato è intervenuto sul posto dopo 16 minuti dalla prima chiamata ricevuta, restando quindi nei tempi stabiliti dal Ministero, che prevedono un limite massimo di 20 minuti". "Al di là dei dati - prosegue il comunicato - la Direzione aziendale dell'Asp di Reggio è convinta che una vita umana che si spegne costituisca, comunque, un evento grave e drammatico. E' per questo che la Commissione straordinaria dell'azienda ha posto fin dal suo insediamento forte attenzione alle problematiche dell'emergenza sanitaria, ritenendo indispensabile il suo potenziamento". "Sono infatti stati assunti - aggiunge l'Asp nella nota - dieci medici e sei autisti per implementare l'organico ed è stato acquistato un defibrillatore semiautomatico. Sono in corso, inoltre, le procedure per l'acquisizione di nuove ambulanze per rendere più efficienti e tempestivi gli interventi di soccorso". "L'Asp - conclude il comunicato - coglie l'occasione per porgere le più sentite condoglianze e rappresentare la vicinanza di tutto il personale ad Anna Saraceno, a Domenico Saraceno, primario chirurgo a Gioia Tauro, e a tutti i familiari di Demetrio Nicolò"

De Magistris trasferito a Napoli come giudice

23 lug 08 La decisione è definitiva: il Pm di Catanzaro, Luigi De Magistris, farà il giudice al Tribunale di Napoli. Lo ha stabilito il plenum del Csm, che all'unanimità ha disposto il trasferimento del magistrato nell'ufficio giudicante del capoluogo campano. Era stato lo stesso magistrato a chiedere questa destinazione, dopo essere stato condannato a gennaio dalla sezione disciplinare del Csm al trasferimento da Catanzaro e dalle sue funzioni di Pubblico Ministero. Una condanna diventata esecutiva soltanto nei giorni scorsi, dopo essere passata al vaglio della Corte di Cassazione. Difficilmente il trasferimento sarà immediatamente operativo: per diventare efficace c'é bisogno di un decreto del ministro della giustizia. Tenuto conto dell'imminenza del periodo feriale, è dunque probabile che scatterà da settembre.

Cambio della guardia alla Tenenza della Gdf di Melito P.S.

23 lug 08 Il tenente Marco Stella, dopo tre anni, lascia il comando della Tenenza di Melito Porto Salvo al suo pari grado Francesco Paolo Davide, proveniente dall'Accademia del corpo. Stella sarà trasferito ai Reparti speciali del corpo presso il Nucleo speciale Funzione pubblica e Privacy con sede a Roma. Il nuovo comandante Davide assumerà il comando a fine mese

Tabaccaio di Mileto vendeva ‘bionde’ contraffatte, scoperto e denunicato dalla Finanza

23 lug 08 Le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia tributaria di Vibo Valentia hanno sequestrato numerosi pacchetti di sigarette contraffate di marca "Marlboro Red". L'operazione investigativa ha richiesto la partecipazione della "Philip Morris International Management S.A." al fine di condurre una perizia sui pacchetti di sigarette sequestrati. Gli stessi, infatti, erano prodotti con pregevolissima manifattura tale da renderne difficilissima l'identificazione quale prodotto contraffatto. I finanzieri, ottenuta la perizia della societa' la quale sanciva che non si trattava di prodotti con l'autorizzazione di Philip Morris International e quindi contraffatti, hanno fatto scattare il blitz che si e' concluso con il sequestro di 69 pacchetti di sigarette del tipo "Marlboro Red" contraffate. Particolare rilievo va attribuito al fatto che il sequestro e' stato operato a carico di un soggetto di 42 anni, V.G., che gestisce un'attivita' di tabaccheria ubicata nel comune di Mileto, nel vibonese. Le sigarette, dunque, erano state gia' immesse nel mercato pronte per la vendita ad ignari cittadini che ben difficilmente si sarebbero potuti accorgere di aver acquistato dei "falsi"; come detto, infatti, la riproduzione pressocche' identica rispetto all'originale non consentiva, se non ad un occhio esperto, di rilevare le piccole differenze. Le stesse erano riferite principalmente alla confezione ed al filtro di ciascuna sigaretta. Il titolare della tabaccheria e' stato denunciato in stato di liberta'.

IncendioIn fiamme la discarica di Castrovillari, forse un atto doloso 22 lug 08 Un pauroso incendio, probabilmente di natura dolosa, ha praticamente distrutto la discarica sita in contrada Campolescia di Castrovillari. L’area era stata individuata dal comune per un nuovo progetto di selezione dei rifiuti, che interessa esclusivamente la città del Pollino, basato su di un sistema di raccolta porta a porta per l’utilizzazione della suddetta discarica che diventata discarica di servizio finalizzata alla realizzazione del riciclo integrato.. (continua)

Gioia TauroDecapitate nella piana di Gioia le cosche Piromalli-Mole: 20 arresti 22 lug 08 Sono stati eseguiti dai Cc del Ros e dalla squadra mobile di Reggio Calabria, in un’azione coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Reggio, una ventina di fermi nella piana di Gioia Tauro. Praticamente decapitato il nucleo di comando delle cosche Piromalli e Mole' che gestiscono il racket del porto di Gioia Tauro. .. (continua)

Guardia di FinanzaCisterna abusiva con 2000 litri di gasolio sequestrati dalla Finanza a San Giovanni in Fiore. Denunciato il proprietario 22 lug 08 Le fiamme gialle della tenenza della Guardia di Finanza di San Giovanni in fiore (cs) hanno sequestrato, nell’ambito di un articolato dispositivo di contrasto agli illeciti nel settore degli olii minerali, una cisterna e i 1.928 lt al suo interno di gasolio utilizzati per autotrazione .. (continua)

I dipendenti dell'IPG ai borsi della ss18 a CamporaContinua a Campora sulla ss18 la protesta dei dipendenti dell’Ipg. Prossima tappa il Vaticano 22 lug 08 I dipendenti dell'Istituto Papa Giovanni di Serra D'aiello, proseguono la loro protesta e hanno inscenato una nuova manifestazione per far sentire forte la loro voce. Dopo l’incontro di ieri con il Vescovo di Cosenza, Mons. Salvatore Nunnari, hanno dato vita ad un sit in sulla statale 18, nei pressi dell'abitato di Campora.. (continua)

CarabinieriTraffico di droga tra Calabria, Campania e Sicilia, tre arresti 22 lug 08 I carabinieri di Messina hanno eseguito tre ordini di custodia cautelare in carcere, con l'accusa di traffico e spaccio di stupefacenti. I provvedimenti riguardano due presunti esponenti di spicco del clan mafioso di Tortorici e un barbiere dello stesso comune che avrebbe svolto un ruolo di primo piano nello spaccio. Gli arrestati sono. .. (continua)

Incidente stradaleAumentano le vittime (30%) e gli in incidenti (+74%) a causa di pirati della strada 22 lug 08 Sono 136 gli episodi di pirateria stradale osservati dall'Asaps, l'Associazione sostenitori della Polstrada, nel primo semestre dell'anno, con 48 persone uccise e 127 ferite. L'incremento è del 74% rispetto ai 78 eventi dello stesso periodo .. (continua)

Il Tribunale di cataznaroRidotta la scorta alla PM della DDA di Catanzaro, Manzini 22 lug 08 Allo stato non ci sono elementi tali per rivedere la decisione che ha portato ad un abbassamento del livello di protezione cui e' sottoposto il pm della Dda di Catanzaro, Marisa Manzini. Lo ha deciso, secondo quanto si è appreso, il Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica di Catanzaro che si è riunito sotto la .. (continua)

Due nuovi Pm applicati all’inchiesta Why Not

23 lug 08 Due nuovi magistrati sono stati applicati all'inchiesta Why not su presunti illeciti nella gestione di fondi nazionali e comunitari. Si tratta dei pm di Paola Antonella Lauri e Francesco Greco. La decisione è stata presa nel corso della solita riunione del martedì tra i magistrati che si occupano dell'inchiesta e presieduta dal procuratore generale di Catanzaro Enzo Jannelli, che oggi, però, ha avuto una lunghezza fiume. Oltre undici ore di discussione, con toni anche accesi. I magistrati, infatti, si sono riuniti alle 10 di stamani e sono usciti poco prima delle 21. La Procura generale, in merito all'applicazione, ha diffuso un comunicato. "All'esito dell'odierna tradizionale riunione di coordinamento - è scritto nella nota - nella concordanza e armonia degli intenti investigativi tra i magistrati già impegnati nella trattazione del procedimento penale Why Not della Procura generale e, tra questi e i magistrati della Procura della Repubblica di Paola, impegnati in procedimento penale connesso e collegato, preso atto dell'evoluzione delle investigazioni, si è concordemente deciso di costituire un gruppo di lavoro unico, con applicazione dei magistrati di Paola al procedimento avocato".

Barca capovolta, tre persone salvate dalla Guardia Costiere a Corigliano

23 lug 08 Tre persone sono state tratte in salvo dalla Guardia Costiera di Corigliano nella zona di Schiavonea. I soccorsi sono stati attivati dopo una richiesta per due persone che a nuoto tentavano di raggiungere la riva a Schiavonea. I due bagnanti erano naufragati dopo che la loro barca a vela si era capovolta in seguito ad una burrasca. Sul posto è intervenuta una motovedetta dell'Ufficio circondariale marittimo che ha ha raggiunto i naufraghi. Le due persone soccorse, già dotate di salvagente, sono state caricate a bordo. La Guardia costiera successivamente ha avvistato e tratto in salvo anche un terzo naufrago che precedentemente era a bordo di una tavola da surf a una distanza di un chilometro dalla costa e che non riusciva più a rientrare a riva.

Piantagione di erba scoperta dalla Finanza a Corigliano. Sequestrati 10 kg di marijuana. Un arresto

22 lug 08 Continuano i controlli delle fiamme gialle di corigliano calabro sul territorio di competenza, a contrasto del traffico di sostanze stupefacenti. Nell’ambito dell’attivita investigativa i finanzieri hanno individuato una piantagione di canapa indiana, sita nel comune di Corigliano Calabro (cs), nella c.da Fabrizio Grande. L’operazione si e’ conclusa con il sequestro di diverse piante di canapa indiana in ottimo stato di vegetazione e sviluppatesi per un’altezza di circa mt 2, per un totale complessivo di circa 10 kg. Nelle operazioni di perquisizione sono stati rinvenuti e sottoposti a sequestro, attrezzature idonee per la pesatura ed il confezionamento delle sostanze stupefacenti prodotte. Il responsabile della coltivazione, un giovane del posto, e’ stato tratto in arresto per violazione all’art 73 del testo unico sostanze stupefacenti e su disposizione dell’autorità giudiziaria e’ stato posto in liberta’ ai sensi dell’art. 121 delle disposizioni di attuazione, coordinamento e transitorie del codice di procedura penale. Rimane alta la vigilanza delle fiamme gialle che, attraverso il dispositivo di coordinamento del controllo del territorio del comando provinciale di cosenza, operano quotidianamente a contrasto dei fenomeni delinquenziali che investono il territorio. I controlli antidroga, predisposti nell’ambito di un piu’ vasto dispositivo di contrasto voluto dal comando provinciale della guardia di finanza di cosenza per garantire a tutti i cittadini maggiore tranquillita’, proseguono su tutta la fascia jonica di competenza della compagnia di Rossano, da Sibari a Cariati.

Chiesto supplemento d’indagine per la morte di Federica Monteleone, la giovane deceduta per un appendicite

22 lug 08 Il legale della famiglia di Federica Monteleone, l'avvocato Vincenzo Cantafio, ha chiesto un supplemento di indagine sulla morte della sedicenne. La richiesta prende origine da una perizia di parte fatta dai consulenti della famiglia Monteleone dalla quale emerge che la causa della morte della sedicenne non sarebbe stata una scossa elettrica. La perizia di parte, redatta da due specialisti dell'Asp di Cosenza, Arcangelo Fonti e Vanno Vercillo, afferma che la tesi della morte per black out elettrico è inaccettabile, perché "non formula alcuna ipotesi sulle modalità dell'ipotizzato incidente, non indica la causa che lo avrebbe determinato e non spiega quale sarebbe stato il percorso intracorporeo della corrente elettrica". I periti di parte avanzano l'ipotesi che la morte della ragazza sia riconducibile esclusivamente "alla mancata erogazione di ossigeno in quantità adeguata". Nella perizia si sostiene anche che la ragazza, prima di essere operata nell'ospedale di Vibo Valentia, fu intubata male e che nessuno dei medici presenti in sala operatoria si sia accorto della circostanza a causa del black-out elettrico. Per la morte di Federica Monteleone la Procura di Vibo Valentia ha chiesto il rinvio a giudizio di nove persone.

Disservizi postali a Scalea, denuncia del Sindaco Russo

22 lug 08 Il sindaco di Scalea, Mario Russo, in una nota, chiede che vengano risolti i disservizi nella consegna della posta nel comune cosentino. "Come sindaco - è detto nella nota del sindaco - ma anche come cittadino di Scalea, sono profondamente indignato per l'ormai inesistente servizio di consegna della posta. Raccolgo ogni giorno le lamentele dei miei concittadini che, in alcuni casi, diventano vere e proprie vittime del ritardo nella consegna della posta. Il perdurare di tale situazione mi fa ancora più riflettere sulla disorganizzazione del servizio dello smistamento e della distribuzione". "E' inutile ricordare - prosegue Russo - che i cittadini devono subire tali ritardi, con problemi che si ripercuotono inevitabilmente nella vita di tutti i giorni. Per questo motivo, quale sindaco di una grande cittadina, mi faccio portavoce di tutti i destinatari di posta ordinaria e di raccomandate e chiedo l'immediato ripristino del servizio con la regolarità giornaliera di distribuzione. Eviteremo, così, di fare la figura di un paese sottosviluppato che non riesce ad organizzarsi neanche per la consegna del materiale". "In caso dovesse perdurare tale situazione - conclude il sindaco di Scalea - che si registra già da diversi giorni, sarò costretto a rivolgermi agli organi superiori, chiedendo insieme ai miei concittadini anche il risarcimento dei danni, laddove la mancata consegna procurerà problemi di qualsiasi sorta".

80.000 tra occhiali e borse taroccate sequestrati dalla Finanza nel porto di Gioia

22 lug 08 Oltre 75.500 paia di occhiali da sole con marchi contraffatti, per un valore stimato di circa 98 mila euro, sono stati sequestrati nel Porto di Gioia Tauro dai funzionari dell'Ufficio delle Dogane e dai militari della Guardia di finanza. Il carico di occhiali, di diverse marche, era proveniente dalla Cina ed era destinato al mercato greco. In un'altra operazione mirata al contrasto del commercio internazionale di prodotti contraffatti, i funzionari del Servizio Antifrode della Dogana, con la collaborazione dei militari della Guardia di Finanza, sono state sequestrate oltre 20 mila borse di diverse marche. La merce, del valore stimato di oltre 50 mila euro, proveniva dalla Cina ed era destinata in Libia.

Scritte sataniche a San Demetrio Corone

22 lug 08 Scritte inneggianti a Satana sono state rinvenute in un parcheggio antistante il Collegio di Sant'Adriano a San Demetrio Corone. Le frasi sono state scritte su alcuni rivestimenti in plastica di blocchi di materiale edile vulcanico da pavimentazione, di proprietà di una impresa di costruzioni che sta eseguendo lavori di ristrutturazione del centro storico. Su un blocco è riportata la scritta "Satana my master", su un secondo blocco è stata disegnata una stella a cinque punte con il numero 6 ripetuto tre volte, mentre la scrittura sul terzo blocco è risultata indecifrabile. I carabinieri di San Demetrio, dopo aver asportato le scritte, hanno presentato una denuncia verso ignoti alla Procura della Repubblica di Rossano e stanno svolgendo indagini per identificare gli autori del gesto e verificare se si tratti di uno scherzo o se siano opera di persone dedite a riti satanaci.

Ritrovata la donna scomparsa a San Giovanni in Fiore, che era alla ricerca di funghi

22 lug 08 E' stata ritrovata la donna di sessant'anni scomparsa nelle campagne di San Giovanni in Fiore dove si era recata a cercare funghi. I volontari del soccorso alpino, che stavano effettuando le ricerche da stamani, hanno trovato la donna che, dopo aver trascorso la notte in una capanna, aveva ripreso il cammino per raggiungere la sua automobile. Le condizioni salute della donna sono buone anche se sarà sottoposta ad accertamenti clinici. La donna non aveva dato più notizie da ieri. Uscita dalla sua abitazione a San Giovanni in Fiore per la raccolta di funghi e non era più rientrata. Stamani il marito della sessantenne aveva deciso di denunciarne la scomparsa ai carabinieri. Le ricerche sono state effettuate da parte dei carabinieri e dei Volontari del Soccorso Alpino della Sila. Nelle scorse ore era stata trovata l'automobile della donna e successivamente sono state intensificate le ricerche.

Nel 2007 la Calabria ha speso 507 mln di euro per la manutenzione delle auto. Cosenza spende di più

22 lug 08 Nel 2007 gli automobilisti della Calabria hanno speso per la manutenzione e le riparazioni delle loro automobili 507 milioni di euro, pari all'1,95% dei 25.936 milioni di euro spesi a livello nazionale. La spesa annua per autovettura è stata in Calabria di 445 euro, contro una media nazionale di 727 euro. Queste le stime dell'Osservatorio Autopromotec, struttura di ricerca della rassegna espositiva internazionale di attrezzature, prodotti e servizi per l'assistenza ai mezzi di trasporto la cui 23/ma edizione si terrà dal 20 al 24 maggio 2009 nel quartiere fieristico di Bologna. La Calabria, per la spesa in manutenzione e riparazione del proprio parco di 1.137.629 autovetture, si colloca al quindicesimo posto della graduatoria nazionale per regioni. E' Cosenza la provincia calabrese che registra con 186 milioni di euro la spesa più alta per manutenzioni e riparazioni di auto eseguite nel 2007. Seguono le province di Reggio Calabria con 144 milioni di euro, Catanzaro con 100 milioni di euro, Vibo Valentia con 40 milioni di euro e Crotone che, con 37 milioni di euro, chiude la graduatoria delle province calabresi. In Italia la spesa totale per l'autoriparazione nel 2007 è stata di ben 25.936 milioni di euro, con una crescita del 4,47% rispetto al 2006

Giovedì Zavettieri sarà sentito al Processo Fortugno “Darò un contributo utile”

22 lug 08 Il segretario de 'I Socialisti', Saverio Zavettieri, sarà sentito giovedì, come persona informata dei fatti, nell'ambito del processo per l'omicidio di Francesco Fortugno. In una nota Zavettieri conferma la presenza al processo e la disponibilità, più volte espressa, ad offrire, senza reticenza alcuna, ogni "contributo utile - è scritto in una nota - a far piena luce in un delitto di gravità inaudita che ha sconvolto la coscienza di milioni di italiani ed ha inferto pesantemente sulla immagine della Calabria e sulla vita istituzionale e democratica della Regione". "Si tratta - prosegue la nota - di una testimonianza molto attesa per le dichiarazioni attendibili rilasciate in varie occasioni da Zavettieri in ordine alle tante analogie con l'attentato, ancora irrisolto, di cui lo stesso è stato vittima, ai riferimenti emersi in varie intercettazioni relative alle indagini in corso ed ai collegamenti risultanti dalla comune matrice mafiosa dei due fatti criminosi".

Altri due arresti per il rumeno ucciso a Girifalco. Motivo di fondo soldi on restituiti

22 lug 08 Due fratelli, Mihai e Vasile Patrascu, di 23 e 19 anni, entrambi romeni, sono stati arrestati dai carabinieri perché coinvolti nella rissa a Girifalco nella quale è stato ucciso Nicolae Iordan. Nell'aggressione sono rimasti feriti il figlio Viorel Iordan, figlio di Nicolae; e Kiriak Iordan, di 29 anni, entrambi ricoverati nell'ospedale di Catanzaro. Nel corso della notte i carabinieri hanno compiuto numerosi interrogati dai quali è emerso il coinvolgimento di Mihai e Vasile Patrascu durante la rissa. I due sono accusati di omicidio in concorso e duplice tentato omicidio. Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri, Nicolae Iordan, suo figlio ed il loro amico si sono recati in campagna dove si trovava Radu per cercare di chiarire alcune vicende private, tra cui anche una riguardante donne. Tra i romeni sarebbe nata una lite, durante la quale Radu, ed i fratelli Patrascu, hanno colpito con un bastone Nicolae Iordan, che è morto. I tre hanno poi aggredito Viorel Iordan e Kiriak Iordan, quest'ultimo ferito con un colpo d'arma da fuoco.
Le motivazioni dell’omicidio legate a prestiti non restituiti. Il movente dell'aggressione, nella quale sono rimaste ferite altre due persone, è stato ricostruito dal sostituto procuratore Alessia Miele nel corso dell'interrogatorio dei tre romeni arrestati dai carabinieri. Dalle indagini è emerso anche che, da diverso tempo, c'erano state delle minacce alla compagna di Mihai Patrascu, arrestato nella notte scorsa con il fratello Vasile. Le condizioni dei due feriti al momento sono stabili ed i medici escludono il pericolo di vita anche se saranno necessari degli interventi chirurgici.

A Rossano quattro extracomunitari in manette per rissa

22 lug 08 Quattro cittadini stranieri di nazionalità marocchina sono stati arrestati dai carabinieri a Rossano per rissa. I quattro hanno partecipato ad una rissa provocata da futili motivi. I carabinieri, il cui intervento è stato chiesto da alcune persone, sono intervenuti arrestando i quattro stranieri.

La Questure di Reggio CalabriaLa ndrangheta gestiva il mercato della droga nel reggino, vasta operazione di PS: 33 arresti 21 lug 08 Un'operazione della polizia di Stato di Reggio Calabria è in corso per l'esecuzione di 33 arresti nei confronti dei presunti componenti di un'organizzazione dedita allo spaccio di sostanze stupefacenti nella zona di Siderno. .. (continua)

Luigi De MagistrisIl CSM ha deciso, De Magistris andrà a Napoli 21 lug 08 Farà quasi certamente il giudice a Napoli il pm di Catanzaro Luigi De Magistris, trasferito d'ufficio dalla sezione disciplinare del Csm. Accogliendo la sua stessa richiesta, la Terza Commissione di Palazzo dei marescialli all'unanimità ha proposto di destinare il magistrato al tribunale del capoluogo campano. La proposta potrebbe essere discussa già questa settimana dal plenum di Palazzo dei marescialli. .. (continua)

CoriglianoInquinamento acque a Corigliano, la Procura apre un inchiesta 21 lug 08 La Procura della Repubblica di Rossano ha aperto un'inchiesta per accertare la natura dei liquami presenti nella acque di Corigliano Calabro. La Procura ha incaricato l'ufficio circondariale marittimo di Corigliano Calabro, che sta procedendo a un ... (continua)

CarabinieriTragico bilancio di una rissa tra rumeni a Girifalco: un morto e due feriti. Arrestato l'autore 21 lug 08 Pesante bilancio di una lite poi trasformatasi in rissa scoppiata tra un gruppo di cittadini rumeni a Girifalco, nel catanzarese: un morto e due feriti gravi. Un’altra persona è stata arrestata. La vittima si chiamava Nicolae Iordan, 47 anni.. (continua)

Il mare di calabriaNei mari di Calabria un tesoro di relitti storici ritrovati da un ricercatore 21 lug 08 Grandi battaglie, con naufragi, vittorie e sconfitte, sono state combattute nelle acque dei due mari, Jonio e Tirreno, che circondano la Calabria. Ed è nel silenzio degli abissi che dormono alcune centinaia di relitti attraverso i quali è possibile ricostruire la storia di numerosi scontri navali combattuti in diverse epoche. Per anni la.. (continua)

Il sen. De GregorioDe Gregorio non cenò con alcun mafioso ma con un omonimo e denuncia tentativo di inquinamento del voto 21 lug 08 ''Dall'esito delle indagini sembrerebbe che non ho cenato con un mafioso ma con un omonimo incensurato". Lo ha detto il senatore Sergio De Gregorio prima di entrare nell'ufficio del procuratore di Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone, che lo ha interrogato nell'ambito dell'inchiesta nella quale è indagato per concorso esterno in ... (continua)

Crollano le vendite immobiliari nelle città (-7.1%) 21 lug 08 Le vendite di immobili sono calate del 7,1% nel 2007. Una frenata che interessa tutte le diverse tipologie di immobili e che viene amplificata nelle grandi aree urbane. Nelle principali città la contrazione degli acquisti è ancora più forte, a due cifre. Guida la classifica Napoli dove le compravendite crollano del 16%, ma forti sono . ... (continua)

 

Lamezia presenta alla regione la candidatura a Zona Franca

21 lug 08 La Città di Lamezia Terme ha presentato alla Regione Calabria la propria candidatura a territorio di insediamento di una Zona Franca Urbana. Lo si è appreso da una nota del Comune di Lamezia Terme. "La Regione, dopo l'istruttoria tecnica, proporrà, entro il cinque agosto prossimo, le Zone Franche Urbane (Zfu) - è scritto nella nota del Comune di Lamezia - di interesse prioritario al Dipartimento per le Politiche di Sviluppo del Ministero dello Sviluppo Economico, che ne valuterà l'ammissibilità sulla base dell'Indice di Disagio economico (IDS), finalizzato a misurare il livello di esclusione sociale delle aree indicate dalle Regioni, secondo una graduatoria a livello nazionale. Il primo provvedimento riguardante le Zfu era contenuto nella Legge Finanziaria 2007 che ne rimandava l'individuazione ad ogni singola Regione: la nostra propose, con delibera di giunta del 2007, la città di Lamezia e di Crotone quali aree dove attivare Zfu di interesse prioritario da finanziare con risorse nazionali, mentre altre aree avrebbero potuto essere finanziate con risorse regionali. La Legge Finanziaria 2008 ha modificato le modalità di scelta della Zfu, prevedendo indicazioni dettagliate sulle modalità di presentazione delle proposte progettuali, da parte dei Comuni". "Nei giorni scorsi - prosegue la nota - gli Uffici Comunali hanno elaborato alcune proposte di Zfu per verificarne gli indici di disagio economico e le coerenze con le politiche di sviluppo economico dell'Amministrazione. Al tavolo sono state illustrate le metodologie imposte dalle norme per giungere alle varie proposte e sono state evidenziate le opportunità di ricercare soluzioni che portassero, per le attività economiche in fase di insediamento, a benefici concreti, misurabili in una prospettiva di breve-medio periodo. Sono state altresì motivate esclusioni di zone quali l'area Ex-Sir, che per l'enorme estensione territoriale rispetto ai centri abitati, avrebbero snaturato i caratteri di urbanità stabiliti dalla delibera Cipe rendendo incoerente l'intera proposta di Zfu, o anche di altri territori, perché dotati di indici di disagio molto bassi che avrebbero condizionato il rispetto dei requisiti minimi voluti dal legislatore. "Dopo aver condiviso - conclude la nota - i risultati con la coalizione che sostiene l'amministrazione, la Giunta ha deciso di avanzare due distinte proposte progettuali".

Processo Fortugno “Nessuna droga o farmaci sul corpo di Piccolo”

21 lug 08 Nessuna traccia di droga, farmaci o alcol furono trovate sul corpo di Bruno Piccolo, il pentito suicidatosi nell'ottobre 2007 in Abruzzo. Gli accertamenti sul corpo di Piccolo, le cui dichiarazioni hanno portato all'arresto dei presunti autori dell'omicidio di Francesco Fortugno, sono stati resi noti dal medico legale, Cristian D'Ovidio, sentito stamani nel corso del processo per il delitto del vice presidente del consiglio regionale della Calabria. D'Ovidio ha anche riferito che Piccolo si tolse la vita "impiccandosi alla maniglia di una delle porte del suo appartamento. Dal sopralluogo fatto abbiamo potuto stabilire che la causa del decesso fu asfissia da impiccagione. Sul corpo di piccolo non furono trovate tracce di droghe, farmaci o bevande alcoliche". Al termine della deposizione di Cristian D'Ovidio il processo é stato aggiornato al 23 luglio prossimo.

CISL FP “A Catanzaro nel carcere di Siano ci sono topi di enormi dimensioni”

21 lug 08 La Cisl-Funzione pubblica di Catanzaro ha chiesto all'Unità operativa Igiene ambientale dell'Asp di effettuare un'ispezione nell'Istituto penitenziario Siano. "Da anni - ha detto il segretario generale, Antonio Bevacqua - nell'istituto penitenziario di Catanzaro, giorno dopo giorno, sta aumentando la presenza dei ratti di misure impressionanti. Oramai per il personale di polizia penitenziaria fare servizio nelle sezioni e vederli andare per i corridoi sta diventando una normalità, quasi fossero dei nuovi aiutanti". "La convivenza - ha aggiunto Bevacqua - sembra sia dovuta anche per i reclusi del posto, visto che i cancelli non sono di sicuro un ostacolo per i topi, i quali hanno trovato un habitat prolifero e continuano a riprodursi nelle fogne e negli scantinati della casa circondariale". "Non è più tollerabile - conclude il segretario generale della Cisl-Fp di Catanzaro - lavorare con condizioni di igiene completamente assenti e ad alto rischio malattie infettive per coloro che vivono e lavorano nell'istituto di Siano. Urgono drastici e immediati controlli ispettivi perché la situazione é già incontrollabile con i normali interventi che avrebbero dovuto sanare e bonificare l'ambiente, ma che così non è stato".

Il 26 luglio parte l’iniziativa della Provincia di Cosenza “Vacanze coi Fiocchi”

21 lug 08 Mercoledì 23 luglio, alle 11.00, presso la sede della Provincia di Cosenza, in piazza XV Marzo, Sala degli Stemmi, si terrà la conferenza di presentazione delle Campagna estiva per la sicurezza stradale “Vacanze coi Fiocchi 2008” e del Programma delle iniziative di Educazione e Sicurezza Stradale. In particolare, la campagna nazionale di sensibilizzazione “Vacanze coi Fiocchi” si svolgerà sabato 26 luglio prossimo, in occasione del grande esodo estivo, con lo scopo di sensibilizzare, quanti si metteranno in viaggio, alla prudenza e al rispetto delle regole. Nell’occasione, istituzioni, personaggi e volontari distribuiranno il materiale informativo della campagna sulle strade e sulle piazze di tante città.
Sul territorio della provincia di Cosenza, l’iniziativa si attuerà presso tre nodi strategici stradali individuati nei seguenti punti:
1. intersezione SS. 18 con SS. 107 nei pressi dell’impianto semaforico di Paola, ore 9.30;
2. incrocio SS. 534 con SS. 106 - Sibari, ore 11.00;
3. piazzola Tarsia Sud (area di servizio) - Autostrada SA - RC, ore 12.30.
Il Presidente della Provincia On. Gerardo Mario Oliverio e l’Assessore ai Trasporti Giuseppe Gagliardi, parteciperanno alla manifestazione per consegnare personalmente il materiale informativo e augurare a tutti buone vacanze 2008.

Allarme meteo per temporali e forti venti

21 lug 08 Sono in arrivo temporali sul medio e basso versante adriatico e venti forti al Sud e sulle isole. E' l'allerta maltempo della Protezione Civile. Una perturbazione di origine Nord-Atlantica, infatti, transiterà domani sull'Italia scorrendo verso sud-est determinando, nelle prossime ore, condizioni di marcata instabilità sul nostro Paese. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche, valido dal mattino di domani, martedì 22 luglio 2008, e per le successive 24-30 ore, che prevede l'arrivo di precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale di forte intensità su medio e basso versante Adriatico, accompagnate da forti raffiche di vento e frequente attività elettrica, con possibilità di locali grandinate. Inoltre, le regioni centro-meridionali saranno interessate da venti forti così come le isole maggiori. Saranno anche possibili mareggiate lungo le coste esposte. Agli automobilisti, in considerazione delle forti precipitazioni, si consiglia di procedere con cautela, moderando la velocità e rispettando le distanze di sicurezza. Si raccomanda particolare cautela anche ai diportisti per le forti raffiche di vento che alimentano lo stato mosso o molto mosso dei mari. La Sala Situazione Italia del Dipartimento della Protezione Civile seguirà l'evolversi della situazione in contatto con le Prefetture e con le locali strutture di protezione

A Diamante la mostra mercato dedicata all’antiquariato

21 lug 08 Ha preso il via ieri, domenica 20 luglio, in Viale Glauco a Diamante la seconda edizione di “Cirella Antiqua”, la mostra mercato dedicata all’antiquariato, al restauro, al modernariato, al collezionismo ed al vintage, organizzata dall’Assessorato al Turismo del Comune di Diamante. L’iniziativa, riproposta dopo i consensi ottenuti lo scorso anno, avrà i suoi successivi appuntamenti nelle prossime domeniche, e precisamente: il 3,17 e 31 agosto, nuovamente in Viale Glauco, il 27 luglio ed il 10 e 24 agosto a Cirella. La manifestazione che prende il nome di “Cirella Antiqua” in onore della straordinaria memoria storica patrimonio di Cirella, si svilupperà tra quest’ultima località ed il Lungomare di Viale Glauco di Diamante per rinsaldare ulteriormente l’ideale legame che unisce i due centri. Oltre alla presenza di numerosi espositori provenienti da tutta la Calabria, la manifestazione prevede la proiezione di filmati d’epoca ed altri momenti culturali “Sul filo della memoria”. Come ha più volte ribadito l’Assessore al Turismo, il Dott. Franco Maiolino, “Cirella Antiqua” si colloca nell’ambito di quelle iniziative, ideate e realizzate con l’obiettivo di proporre mostre-mercato di qualità che si configurino anche come rassegne tematiche collegate ad iniziative culturali e momenti di spettacolo.

Brevi di cronaca da Corigliano, Parenti, Scala Coeli

21 lug 08 Una persona è stata arrestata dai carabinieri a Corigliano Calabro per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Sempre nel comune del cosentino i militari del Nucleo radiomobile hanno arrestato un'altra persona con l'accusa di violenza, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale. Due arresti, infine, sono stati effettuati a Parenti e a Scala Coeli, per resistenza a pubblico ufficiale e per furto aggravato di legna.

AmbulanzaLa vedova dell’uomo morto a Reggio in attesa del 118 sconfessa l’AS “Nessun rifiuto di ricovero” 20 lug 08 "Non mi risulta che mio marito sia stato informato che dagli accertamenti era emersa una sofferenza cardiaca e che abbia, ciononostante, rifiutato il ricovero". Lo ha sostenuto Anna Maria Saraceno, vedova di Demetrio Nicolò, l'uomo morto per infarto... (continua)

IncendiCalano gli incendi nel 2008, complice il clima sono il 30% in meno dello scorso anno 20 lug 08 A meno di dieci giorni dalla fine di luglio, il mese statisticamente più nero sul fronte degli incendi, il bilancio del 2008 è nettamente positivo dopo lo scorso anno definito di fuoco perché le fiamme causarono anche diverse vittime. Se nel periodo 1 gennaio-1 luglio 2007 vi furono 1.900 roghi con ben 23mila ettari andati in fumo, nello stesso periodo del 2008 gli incendi sono stati 1.300, cioè il 30% in meno, con 8.000 ettari bruciati (-65%). ... (continua)

MontecitorioTestimoni di giustizia calabresi protestano davanti la Camera “Non siamo clandestini” 20 lug 08 Vivono "da clandestini" e, dopo aver manifestato per alcuni davanti al Viminale, due sorelle testimoni di giustizia e i loro familiari spostano ora la loro protesta davanti alla Camera e da domani stazioneranno in piazza Montecitorio. Uno di loro comincerà anche uno sciopero della fame e la loro "protesta disperata", aggiungono, andrà avanti"fino a quando non otterremo un incontro con il ministro... (continua)

 

Giovane suicida nella Sila piccola, nei motivi del gesto forse un’aggressione subita

20 lug 08 Un'aggressione subita alcuni mesi fa potrebbe essere all'origine del suicidio del giovane il cui cadavere è stato trovato ieri nella zona di Villaggio Mancuso, sulla Sila catanzarese. Il ragazzo, di 24 anni, infatti, secondo quanto si è appreso, sarebbe stato aggredito nell'aprile scorso, senza motivo, da alcuni giovani. Dopo quell'episodio il giovane si era anche fatto ricoverare in un istituto di igiene mentale a Locri, dal quale era stato dimesso pochi giorni fa. Sulla vicenda i carabinieri mantengono il riserbo. Gli investigatori, comunque, hanno già acquisito le cartelle cliniche del giovane e stanno compiendo accertamenti per chiarire la vicenda in tutti i suoi aspetti. L'autopsia, intanto, si dovrebbe svolgere nei prossimi giorni.

Uomo sale sul tetto di un Lido a Montauro per protesta

20 lug 08 Un uomo è salito oggi sul tetto di uno stabilimento balneare di Montauro minacciando di gettarsi di sotto. Con il suo gesto, finito quando sono intervenuti i carabinieri, l'uomo ha voluto protestare perché, a suo dire, la proprietà del lido gli dovrebbe una somma di denaro per alcuni lavori fatti allo stabilimento. La proprietà, di contro, ha fatto sapere di avere citato l'uomo per danni, lo scorso anno, per una fornitura di materiale difforme da quella pagata e per i ritardi nei lavori che hanno determinato il rinvio a quest'anno dell'apertura dello stabilimento balneare.

Studente scrive al presidente Napolitano: No alla chiusura del corso di laurea a Locri

20 lug 08 Scongiurare la chiusura del corso di laurea in Servizio sociale nella sede staccata di Locri dell'Ateneo di Messina. E' questo l'appello lanciato in una lettera al Capo dello Stato da Livio Ravanese, rappresentante dei circa 250 studenti della Locride: afferma che il corso rischia la chiusura dal 30 luglio per il mancato pagamento all'Ateneo di circa 700 mila euro da parte del consorzio per la Promozione della cultura e degli studi universitari nella Locride. Il consorzio è costituito dalla Provincia di Reggio e da 22 comuni della Locride. Ravanese afferma anche per quanto è a "conoscenza degli studenti, i debiti degli enti con il consorzio ammontano a circa un milione". "In questo momento - scrive lo studente a Napolitano - ci sentiamo abbandonati. Le nostre speranze professionali e culturali stanno venendo via via a mancare. Non possiamo più credere in una classe politica che durante le manifestazioni di Locri, all'indomani dell'omicidio del vice presidente del Consiglio regionale, Francesco Fortugno, erano disposti a fare promesse di sviluppo e di crescita culturale della zona, e che ora, a tre anni da quelle passerelle, ci lasciano allo sbando". Gli studenti hanno anche annunciato che da martedì prossimo cominceranno uno sciopero della fame ad oltranza davanti alle sede universitaria di Locri.

CarabinieriSpacciavano droga nel basso ionio cosentino, smantellata banda dai CC 19 lug 08 Quattro persone sono state arrestate ed una quinta è ricercata nell'ambito di una operazione dei carabinieri di Rossano, Casoria (Napoli) e Portomaggiore (Ferrara). Le persone arrestate, accusate di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, sono Giovanni Golluscio, di 36 anni; Pasquale Donnici, 36 anni, entrambi di Mandatoriccio (Cosenza); Claudio Giuliano, 46 anni, di Casoria; Claudio Pocaterra, 35 anni, di Portomaggiore. E' ricercato un uomo di 38 anni di Casoria... (continua)

TropeaNiente vacanze per 23 milioni di italiani 19 lug 08 Aumentano quest'anno, anche se di poco, gli italiani che partiranno per le vacanze estive ma resiste lo zoccolo duro di chi "per motivi economici" resterà a casa. Un italiano su due, secondo un'indagine di Federalberghi, non si concederà neppure una notte fuori casa e chi lo farà accorcerà la vacanza dai classici 15 a 12 giorni. .. (continua)

Agguato a  Rocca di NetoE’ guerra di mafia nel crotonese: agguato a Rocca di Neto, un morto ed un ferito gravissimo 19 lug 08 Un uomo e' stato ucciso ed un altro è stato gravemente feritoa seguito di un agguato compiuto nella tarda serata di ieri nel pieno centro di Rocca di Neto, nel Crotonese. La vittima e' Gaetano Benincasa, 32 anni di Rocca Di Neto, promotore finanziario, mentre il ferito e' Tommaso Misiano, 49 anni di Belvedere... (continua)

Dimesso dall’ospedale di Reggio muore per infarto aspettando il 118

19 lug 08 Visitato al pronto soccorso per un dolore al torace e' stato rimandato a casa e la sera e' morto d'infarto attendendo l'ambulanza. A denunciare la vicenda di Demetrio Nicolo', morto a Reggio Calabria, e' la vedova. La Procura ha avviato una indagine. 'Abbiamo chiesto per tre volte l'intervento del 118. Dopo 40 minuti e' arrivata l'ambulanza ma mio marito e' morto'. L'azienda ospedaliera: il paziente ha firmato le dimissioni volontarie, rifiutando il ricovero.

Giovane scomparso rinvenuto cadavere in Sila Piccola

19 lug 08 Il cadavere di un giovane è stato trovato in un’autovettura in una zona di Villaggio Mancuso a Taverna nella Sila piccola. La scomparsa del giovane era stata denunciata questa mattina dai familiari. Poche ore dopo la denuncia la scoperta del corpo senza vita del giovane. Secondo una ricostruzione fatta dai carabinieri di Catanzaro il givane si sarebbe suicidato anche se gli investigatori non escludono nessuna pista.

Situazione incredibile nei CPA di Crotone e Lamezia: sovraffollamento e cittadini comunitari in attesa di espulsione trattenuti

19 lug 08 Nei giorni 18 e 19 luglio, una delegazione guidata dalla senatrice Daniela Mazzuconi (PD) accompagnata da personale medico e legale, ha fatto visita presso i centri di accoglienza per immigrati presenti nella nostra regione. A darne notizia l’associazione Baobab in una nota. Venerdì 18 luglio nella visita al centro di Crotone, durata sei ore, si evidenziavano casi critici di sovraffollamento, sono infatti più di 1800 le persone alloggiate al suo interno, rispetto alle 1200 previste dal Ministero. La senatrice ha visitato i luoghi adibiti all’accoglienza (container e tende) definendoli “privi di uno standard minimo di vivibilità e dignità”. Nei container attrezzati per un massimo di sei persone, sono alloggiate in media 12 persone; il sovraffollamento e le alte temperature comportano problemi di vivibilità al loro interno aggravando una situazione già carente dal punto di vista igienico (materassi in pessime condizioni e privi di lenzuola, aria condizionata in molti casi non funzionante). Le tende, montate per fronteggiare la situazione emergenziale creatasi a seguito degli ultimi sbarchi, non sono utilizzate a causa della mancanza di materassi e delle suppellettili essenziali per l’accoglienza. Inoltre le temperature elevate costringono molti migranti a dormire all’aperto. All’interno del centro è presente un numero di circa 150 donne, molte di loro incinte o con bambini a carico, secondo la senatrice “sarebbe per loro opportuna una sistemazione in centri più idonei alle loro esigenze”. Le persone accolte rimangono all’interno del centro mediamente quattro o cinque mesi mentre la normativa prevede una permanenza, del richiedente asilo, non superiore a 20 giorni. “Si è riscontrata una difficoltà nell’accesso al servizio sanitario pubblico a causa della distanza - il centro dista da Crotone circa 12 Km - questo uno dei motivi che richiederebbe una diversa sistemazione in centri più piccoli, in modo tale che il numero non vada a gravare sui servizi territoriali già in grave difficoltà”. La senatrice continua affermando che “sarebbe importante che i cittadini stranieri in ingresso avessero uno screening sanitario molto più approfondito, anche per stabilire come devono essere successivamente trattati dal punto di vista medico e per evitare di creare problemi con tutta la popolazione migrante presente all’interno. Quando si rilevano casi di sovraffollamento come questi, anche malattie generalmente non gravi per un singolo, diventano un problema in situazioni di concentrazione elevata come quella riscontrata all’interno del campo.
Sarebbe inoltre utile la presenza di un medico donna, viste le resistenze da parte delle ospiti a sottoporsi a visite mediche”. Nel centro si sono riscontrati diversi casi di scabbia e gli ospiti, anche in presenza della senatrice, hanno lamentato la mancanza di attenzione da parte del personale sanitario. Inoltre molti hanno denunciato di essersi più volte recati nell’ambulatorio ma di non aver ricevuto nessun tipo di assistenza.
“Il Ministero dovrebbe tener conto del sovraffollamento legato alla presenza di Richiedenti asilo, già perseguitati nel loro paesi o provenienti da paesi in stato di guerra, che comunque rispetto al totale degli extracomunitari sono in numero non elevato a livello nazionale. Per loro si potrebbero trovare soluzioni diverse da quelle adottate fin ora. Quindi un trattamento specifico per le famiglie che dovrebbero essere tenute insieme, il rispetto dei criteri minimi nel rapporto fra persone ospitabili ed accolte.
In ragione di ciò, da una parte si rende necessaria una più puntuale applicazione delle leggi già esistenti e dall’altra si rendono necessarie delle modifiche volte a accelerare i tempi di permanenza nei centri e a consentire un ingresso nella legalità di questi uomini e di queste donne che altrimenti rischiano di diventare facile preda della malavita organizzata”.
I richiedenti asilo dopo un primo periodo, possono essere accolti in centri differenti. “In definitiva all’interno del centro di Crotone gli standard minimi di vivibilità non sono assolutamente rispettati”. Alla fine la senatrice conclude l’ispezione con un impegno: “presenterò una interrogazione parlamentare al Ministro soprattutto sulle problematiche del sovraffollamento, sulla necessità di un’accoglienza specifica per le donne, sull’urgenza di garantire controlli sanitari più approfonditi e sull’impellenza di ridurre i tempi di permanenza”.
Sabato 19 luglio la visita all’interno del Centro di Identificazione ed Espulsione di Lamezia Terme è stata più breve (circa due ore), sia per le dimensioni della struttura che per il numero di presenze. Anche la visita a questa struttura ha evidenziato “la necessità che l’iter burocratico previsto dalla legge abbia tempi molto brevi, sia per evitare una permanenza troppo lunga in strutture decisamente minimali e che non favoriscono certo una civile convivenza, sia perché è giusto che anche questi cittadini sappiano con celerità se possono rimanere, e quindi di conseguenza intraprendere percorsi di studio e di lavoro nella piena legalità, oppure se siano destinati a lasciare il paese e a tornare nelle terre d’origine”.
Nello specifico, su 73 presenze, circa 50 sono di nazionalità nigeriana; provengono da Lampedusa. Sbarcati il 6 luglio nell’isola, dove sono rimasti per circa due settimane, dichiarano di non aver ricevuto informazioni utili circa le modalità con cui presentare istanza d’asilo. Nel corso della visita i cittadini nigeriani sono stati finalmente informati circa le modalità di presentazione della richiesta d’asilo e sui loro diritti. Gli stessi hanno potuto così depositare, in presenza della senatrice la loro richiesta d’asilo. I responsabili della Prefettura hanno fornito garanzie circa l’immediato trasferimento in centri idonei per richiedenti asilo dal momento che la legge esclude il trattenimento di queste categorie all’interno dei Centri di Identificazione ed Espulsione. All’interno del centro, inoltre, si è riscontrata la presenza di un cittadino comunitario - di nazionalità rumena - il quale, dopo aver scontato una pena di 5 mesi viene trattenuto nel centro in attesa di rimpatrio. “Anche questa circostanza meriterebbe una riflessione da parte del Legislatore perché in questo caso eravamo in presenza di un cittadino comunitario che aveva scontato interamente la sua pena sul territorio nazionale, per cui le modalità di accompagnamento nel paese d’origine non possono contemplare, anche per motivi umanitari, il passaggio in un centro come quello di Lamezia, che si configura di fatto come una detenzione attenuata, ma pur sempre una detenzione”.
Sia il trattenimento del cittadino rumeno, sia la presenza massiccia di richiedenti asilo all’interno del centro saranno oggetto dell’interrogazione parlamentare che la senatrice presenterà nei prossimi giorni.

Operaio gambizzato a Locri

19 lug 08 Un operaio forestale, Domenico Cavaleri, di 38 anni, è stato ferito da un colpo di pistola sparato da uno sconosciuto a Locri. La vittima era nei pressi del lungomare quando, in circostanze non ancora chiarite, è stato ferito da un colpo di pistola che lo ha raggiunto alla gamba sinistra. Cavaleri ha poi raggiunto l'ospedale di Locri dove ha denunciato l'accaduto. I carabinieri del Gruppo Locri hanno avviato le indagini.

Iniziative nel reggino per ricordare le vittime di mafia

19 lug 08 La figlia dell'imprenditore Cecé Grasso, ucciso nell'89 a Siderno per il suo no alle estorsioni, ha partecipato ieri ad una delle iniziative della 'Marcia della Memoria'. Al termine di un dibattito sulla lotta alle mafie il sindaco di Motta San Giovanni, Paolo Laganà, ha chiamato sul palco della manifestazione Stefania Grasso, figlia dell'imprenditore ucciso, la quale ha detto che "é importante ricordare tutte le vittime delle mafie, e lo dico da donna di Libera più che da figlia. Gente comune che è morta per dei valori". Poi c'é stata la consegna di una targa, un gesto di vicinanza, e l'annuncio di un'iniziativa: piazza Zagarella a Lazzaro di Motta San Giovanni diventerà piazza Vincenzo Grasso. E sempre a Lazzaro ci sarà un nuovo murales per ricorda le lotte antimafie e le lotte per i diritti. All'iniziativa hanno partecipato l'ex presidente della commissione parlamentare antimafia, Francesco Forgione, il sindaco di Motta San Giovanni, Paolo Laganà, ed ancora Loris Nisi, Gildo De Stefano, Nuccio Barillà, e ancora l'esperto Antonio Lavorato e il presidente della commissione regionale antimafia Nino De Gaetano. "Per fare una battaglia per la legalità - ha detto Forgione - è inutile in terre come questa non c'é lavoro, non c'é futuro, vanno garantiti innanzitutto i diritti minimi. E' da lì che bisogna partire". Il moderatore dell'incontro, Alfredo Borrelli (daSud) ha dato la parola a Filippo Conticello, autore del libro 'L'isola che c'e" (Round Robin editrice), per raccontare dell'esperienza di addio pizzo e della svolta della Confindustria siciliana. "Il positivo e il negativo - ha detto Forgione - aspetto ancora che venga espulso davvero un imprenditore".

Due camper per assistenza ai turisti sulla A3 a Campotenese

19 lug 08 Parte oggi il progetto pilota di "prima accoglienza" turistica del Gruppo d'azione locale Pollino Sviluppo. Dalle 8 alle 14 di ogni giorno, sino al 14 settembre, all'uscita autostradale dell'A3 di Campotenese, nel comune di Morano Calabro e presso la stazione di servizio di Frascineto, ci saranno due camper allestiti forniranno servizi ed indicazioni utili ai turisti che ne faranno richiesta. A bordo di ciascun camper ci saranno 2 operatori formati appositamente per il progetto e, soprattutto, già esperti del settore: una guida ufficiale del Parco Nazionale del Pollino ed un operatore qualificato dell'Ufficio Iat della Pro Loco di Castrovillari. A supporto dell'attività, gli operatori avranno a disposizione un computer collegato ad internet che attraverso il portale del Gruppo di azionale locale (www.pollinoturismo.it) fornirà informazioni in tempo reale sulle disponibilità di Bed & Breakfast, hotel, agriturismi, ristoranti, locande. Se dovesse essere necessario, gli operatori di prima accoglienza sono anche in grado di fornire informazioni di sicurezza. "Il progetto è pilota - ha detto il presidente del Gal Pollino Sviluppo, Francesco Fino - perché desideriamo effettuare un test per capire se un tale 'sistema' può avere successo nel nostro territorio. L'obiettivo è anche quello di realizzare una 'cerniera virtuale' tra il territorio del Pollino e la Sibaritide, che è più prossima logisticamente rispetto alla nostra organizzazione, non disdegnando affatto la costa tirrenica, in particolare l'area di Maratea". "Tutti i contatti saranno monitorati - ha detto il direttore del Gal, Francesco Arcidiacono - al fine di creare statistiche finali sui vari target che frequentano anche solo di passaggio il nostro territorio protetto, in modo da ricavare delle utili informazioni per la prossima programmazione della nostra Agenzia di sviluppo".

Due denunce per spaccio di droga a Corigliano

19 lug 08 Due persone sono state denunciate dai carabinieri a Corigliano Calabro per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. In una prima operazione i carabinieri hanno compiuto una perquisizione domiciliare nei confronti di un uomo di 40 anni. Durante i controlli sono stati trovati 49 grammi di marijuana e 2,5 grammi di anfetamine. In una seconda operazione, nell'abitazione di un ragazzo di 29 anni sono stati trovati circa 5 grammi di hascisc nascosti sotto un cuscino della stanza da letto.

Sfugge a posto di blocco, un arresto a Corigliano

19 lug 08 Un giovane, G.V., di 26 anni, è stato arrestato dai carabinieri a Corigliano per violenza e minaccia a pubblico ufficiale. Il giovane non si è fermato per un controllo dei carabinieri e quando è stato bloccato ha aggredito i militari colpendoli con calci e pugni.

Arrestato il presunto autore del ferimento di “Giravite” a Corigliano

19 lug 08 Un uomo, Giovanni Guidi, di 38 anni, è stato arrestato dai carabinieri a Corigliano Calabro per tentato omicidio e porto abusivo d'arma da fuoco. Guidi è ritenuto l'autore del ferimento di Antonio Bruno, di 57 anni, chiamato 'Giravite' e ritenuto a capo del gruppo della criminalità organizzata di Corigliano. Il ferimento, secondo i carabinieri, sarebbe avvenuto per contrasti sorti fra due gruppi rivali che si contendono il controllo dei videogiochi della zona.

Operaio arrestato a Praia per maltrattamenti in famiglia

19 lug 08 Un operaio, del quale non è stato reso noto il nome, è stato arrestato, a Praia a Mare, per maltrattamenti in famiglia. Ad operare l'arresto sono stati i carabinieri intervenuti durante un litigio tra l'operaio ed i suoi congiunti.

Incendiati due capannoni industriali a Crotone

19 lug 08 Un incendio si è sviluppato la scorsa notte nella zona industriale di Crotone per cause ancora in corso di accertamento. Le fiamme hanno provocato danni ingenti a due capannoni di proprietà di una ditta operante nel settore della vendita di prodotti ortofrutticoli. Dopo l'allarme lanciato da una guardia giurata di un istituto di vigilanza, sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia di Stato e i vigili del fuoco di Crotone, che hanno lavorato l'intera notte per domare le fiamme.

Esponenti della cosca Lo Bianco di Vibo condannati a risarcire gli enti locali

19 lug 08 Condanne a pene variabili dai due anni e quattro mesi ai dodici anni di reclusione sono stati inflitti dal gup di Catanzaro, Antonio Battaglia, a 23 persone ritenute affiliate alla cosca Lo Bianco-Barba di Vibo Valentia. Ventuno di loro sono state condannate anche al pagamento del risarcimento danni agli enti locali che si erano costituiti parte civile. La sentenza è stata emessa oggi. Gli imputati sono anche stati condannati al risarcimento dei danni, da liquidarsi in separata sede, a favore delle parti civili e cioé il Comune e la Provincia di Vibo Valentia e l'associazione antiracket di Vibo Valentia. Tredici imputati sono stati riconosciuti colpevoli di associazione a delinquere di tipo mafioso e, a vario titolo, di estorsione, usura, detenzione di armi e altro. Carmelo Lo Bianco, di 76 anni, ritenuto il capo della cosca, é stato condannato a 12 anni e all'interdizione perpetua dai pubblici uffici. A dieci anni e 10 mesi è stato condannato il figlio Paolo Lo Bianco. Tra i condannati (6 anni) anche Antonio Mancuso, dell'omonimo clan di Limbadi. Il processo è scaturito dall'operazione "Nuova Alba" condotta dalla squadra mobile di Vibo Valentia che si concluse il 6 febbraio 2006 con il fermo, disposto dal pm Marisa Manzini, di 23 persone.

Rinviato a giudizio l’uomo accusato di aver ucciso di botte la moglie a Palermiti

19 lug 08 E' stato rinviato a giudizio Guido Gullà, di 53 anni, accusato dell' omicidio della moglie, Egidia Truglia, avvenuto nell'ottobre 2002 a Palermiti. Gullà è accusato di omicidio preterintenzionale aggravato. A decidere il rinvio a giudizio è stato stamani il gip di Catanzaro Abigail Mellace che ha fissato il processo per il 12 novembre prossimo. Egidia Truglia fu trovata morta a casa dei genitori dove si era rifugiata dopo un litigio con il marito. Secondo la ricostruzione dei carabinieri della Compagnia di Girifalco, Gullà, che fu rintracciato dopo alcune ore dal fatto, avrebbe avuto un violento litigio con la moglie durante il quale l'avrebbe colpita più volte. La donna, secondo l'accusa, era poi morta alcune ore dopo proprio per i colpi ricevuti.

Scomparso da Rossano, continuano le ricerche

19 lug 08 Sono state intensificate le ricerche di Giovanni Luzzi, di 74 anni, scomparso da alcuni giorni dalla sua abitazione a Rossano. Stamani un elicottero dei carabinieri ha effettuato numerosi controlli nella zona montana di Rossano. L'anziano viene cercato anche nell'area del centro storico dove ci sono diverse zone impervie. I carabinieri non escludono la possibilità che Luzzi si sia allontanato da Rossano volontariamente.

Autotrasportatore gambizzato a Siderno

19 lug 08 Un autotrasportatore, Lucio Treppiedi, 57 anni, di Misilmeri (Palermo), è stato gambizzato a Siderno. L'uomo era nei pressi di un magazzino e stava scaricando della merce dal suo camion quando è stato ferito ad una gamba da un colpo di pistola sparato da uno sconosciuto. Treppiedi è stato soccorso ed accompagnato nell'ospedale di Locri. L'episodio è stato denunciato ai carabinieri del Gruppo Locri che hanno avviato le indagini.

Due piantagioni di marijuana scoperte dai CC a Corigliano

19 lug 08 Due piantagioni di marijuana sono state trovate nelle campagne di Corigliano Calabro dai carabinieri che hanno denunciato due persone. Nella prima erano state piantate 707 piante di due metri di altezza, per un peso complessivo di oltre 57 chili di marijuana. Nella seconda c'erano 47 piante per un peso di 6 chili. I carabinieri hanno denunciato i proprietari dei due terreni.

Vigili del fuoco in azioneI pompieri salvano dalle fiamme un gruppo di escursionisti a Cassano 18 lug 08 Un gruppo di escursionisti è stato salvato dai vigili del fuoco dopo che un incendio si stava avvicinando all'ingresso della grotta nella quale stavano compiendo una visita. Il fatto è accaduto in località "Pietra di San Marco", a Cassano Ionio, nel cosentino. Un incendio ha minacciato da vicino l'ingresso delle "Grotte di Sant'Angelo" dove si trovavano gli escursionisti. Il gruppo, composto da 14 persone... (continua)

Agazio LoieroSit in dei lavoratori di Sviluppo Italia davanti la Regione. Attivato tavolo di concertazione 18 lug 08 Si è svolta davanti a palazzo Alemanni un sit-in di protesta dei lavoratori di Sviluppo Italia Calabria, che chiedono alla Regione di risolvere la vertenza occupazionale. "Con la finanziaria del 2007 - ha detto il responsabile aziendale della Fisal-Cgil, Tommaso Savoia - è stato stabilito che la società regionali di Sviluppo Italia fossero cedute all'ente Regione, che aveva l'obbligo di conservare il livello occupazionale"... (continua)

Sud ItaliaCola a picco La Calabria. Calano consumi ed investimenti, famiglie monoreddito a rischio povertà, disoccupazione reale al 28%. Preoccupante rapporto dello Svimez 18 lug 08 Arretra l'economia del Mezzogiorno, che perde terreno anche nei confronti del resto del Paese. Lo rileva il rapporto Svimez 2008. Il Sud per il 6/o anno consecutivo segna una crescita piu' bassa rispetto al centro-nord (0,7% contro l'1,7%). Gli investimenti rallentano e i consumi sono stagnanti, con la spesa delle famiglie a +0,8%, contro l'1,5% degli altri italiani. ... (continua)

Gara di minimoto sul lungomare di Catanzaro Lido: una denuncia e mezzo sequestrato

18 lug 08 I carabinieri sono intervenuti a Catanzaro Lido per bloccare una gara clandestina di minimoto che era in corso sul lungomare. I militari della Compagnia sono riusciti a bloccare uno dei giovani impegnati nella gara, P.V., di 19 anni, contestandogli una serie di contravvenzioni e sequestrandogli il mezzo. Le altre persone che stavano partecipando alla gara clandestina sono, invece, riuscite a fuggire. Ad avvertire i carabinieri sono stati alcuni passanti preoccupati dal pericolo che la gara per minimoto poteva determinare per le numerose persone che affollavano il lungomare.

Rapina da 20.000 euro a Castrovillari

18 lug 08 Due persone armate di un cacciavite e di una pistola hanno compiuto una rapina oggi pomeriggio nella filiale di Castrovillari del San Paolo-Banco di Napoli. I rapinatori si sono introdotti nell'istituto di credito utilizzando un ingresso ubicato sul retro e si sono fatti consegnare dagli impiegati, dopo averli minacciati, ventimila euro. I banditi si sono poi allontanati a piedi. Sulla rapina hanno avviato indagini i carabinieri.

Corso di formazione sul turismo promosso dalla Provincia di Cosenza

19 lug 08 "Avevamo bisogno di maggiore professionalità per il nostro turismo". Lo ha detto l'assessore al Turismo della provincia di Cosenza, Rosetta Console, intervenendo al corso di formazione superiore per il rilascio di qualifica post diploma a 16 giovani calabresi. "Promoter culturale di Prodotto e d'identità - è detto in un comunicato - è la specializzazione post-diploma rilasciata e riferita ad un tecnico capace di valorizzare le risorse e la cultura del territorio, rapportandosi sia con le imprese del comparto turistico sia con gli enti che si occupano di valorizzazione del territorio. Si tratta di una figura che ha una buona visione del mercato, buona dimestichezza con le strategie di comunicazione e promozione dell'offerta culturale, di prodotto e d'identità di un territorio". Il corso, che ha beneficiato di un finanziamento di 180 mila euro per l'alta formazione, è stato realizzato dal Centro assistenza tecnica scarl in partneriato con l'Istituto d'istruzione superiore Mancini", l'Ascom (Agenzia di servizi e commercio) della Provincia di Cosenza e l'Eidos scarl (Agenzia di formazione e ricerca). Gli enti finanziatori sono stati l'Unione Europea (fondi POR 2000-2006), il Ministero per l'Università e la ricerca e la Regione. I corsisti hanno presentato l'indagine conoscitiva, da loro realizzata, sulla fruibilità ai fini turistico-culturali dell'area urbana di Cosenza-Rende. "L'obiettivo - si afferma nel comunicato - era quello di capire come il sistema della ricettività si va ad interfacciare con i propri ospiti per la promozione dell'area e degli eventi culturali. Altro punto oggetto di verifica dell'indagine, il ruolo dato dagli enti locali alle strutture ricettive quali promotori dei propri eventi. I risultati dell'indagine non sono stati per nulla confortanti. I turisti vengono da noi soprattutto per viaggi d'affari e comunque non vengono calati nella vita della comunità che li ospita perché non vi è collegamento tra le strutture alberghiere e quelle deputate alle iniziative culturali e d'intrattenimento, diventa difficile reperire una cartina per gli spostamenti. Informazioni generiche e sommarie solo se richieste". I corsisti hanno lanciato una loro proposta per ovviare al problema, la creazione di un portale e la messa in rete delle strutture operanti sul territorio per una sua maggiore conoscenza e valorizzazione. "Vorremmo costruire - ha detto l'assessore Console - un ufficio unico, tra Provincia e Comune, per i turisti, ben visibile a tutti, dove potrebbero trovar posto questi giovani". L'Assessore Console ha parlato anche di "collaborazione fattiva nell'ambito dei 'turismi' di cui la provincia di Cosenza é ricca. Particolarmente soddisfatto dell'iniziativa l'assessore al Turismo e centro storico del Comune di Cosenza, Maria Vuono. "Voi ci siete - ha detto ai ragazzi - e noi anche, incontriamoci".

Despar Italia annuncia azioni legali contro l’Espresso

18 lug 08 Il Presidente di Despar Italia, Antonino Gatto, in seguito all'articolo del settimanale l'Espresso, pubblicato oggi, dal titolo "Supermarket racket", ha reso noto di aver dato mandato ai legali del consorzio "per la tutela, nelle sedi preposte, dell'onorabilità e dell'immagine del Gruppo, gravemente lesa dal contenuto diffamatorio dell'articolo". Nel servizio pubblicato dal settimanale ci si riferisce a punti di contatto che vi sarebbero tra l'apertura dei punti vendita in Calabria e Sicilia e mondo della criminalità organizzata. Nella nota "Despar Italia sottolinea la fiducia nella magistratura che sta contribuirà a fare chiarezza sull'operato di alcune aziende associate al consorzio. In particolare si sottolinea che l'Espresso non ha effettuato le opportune verifiche, che dovrebbero precedere la pubblicazione di vicende complesse ed articolate come quelle descritte. Si sottolinea, ad esempio, che Sebastiano Scuto non è membro del direttivo nazionale Despar, dove siede invece Salvatore Scuto, che opera in forza di una delega ottenuta dai Commissari Giudiziari attualmente a capo dell'Aligrup Spa. A carico di Sebastiano Scuto è pendente, ormai da più di dieci anni, un procedimento giudiziario il cui esito non è ancora definito. Nell'attesa la Despar Italia opera in collaborazione con le strutture nominate dal Tribunale di Catania, oltre che con il management di Aligrup. Anche Giuseppe Grigoli, su cui l'articolo ampiamente si sofferma, non ha mai fatto parte di organismi direttivi di Despar Italia, pur essendo l'azienda G.D.O.6 associata a Despar Italia. Le vicende giudiziarie, descritte dall'articolo dell'Espresso, non hanno al momento avuto alcun esito definito". Quanto a Antonino Gatto "si sottolinea che le superficiali comunicazioni emesse dalla Commissione Parlamentare Antimafia sono oggetto di una causa civile, pendente presso il Tribunale di Roma, in cui sono convenuti, oltre al Presidente della Commissione anche i Presidenti di Camera e Senato, nonché il Ministro della Giustizia, a causa delle false affermazioni della relazione pubblicata nel febbraio scorso"

Gattuso testimonial delle bellezze della Calabria

18 lug 08 Gennaro Gattuso, il centrocampista della nazionale campione del mondo, sarà il testimonial delle bellezze della Calabria. E' stato il presidente della Regione, Agazio Loiero, a proporre al campione più rappresentativo della Calabria di girare alcuni spot per esaltare le bellezze della regione. Il lavoro preparatorio è andato avanti per mesi e proprio domani Loiero ne darà ufficialmente notizia, spiegando i termini di un accordo che, a quanto si è appreso, non prevede emolumenti per Gattuso, che ha accettato di girare gli spot gratuitamente. Il centrocampista del Milan e della nazionale è di Schiavonea, piccola frazione di Corigliano Calabro, sullo ionio cosentino, ed ha accolto volentieri l'invito di Loiero di girare gli spot, ognuno dei quali durerà 45 secondi e sarà girato nelle più belle località turistiche della regione. Quello con Gattuso è un primo passo di una nuova strategia di comunicazione turistica della Regione Calabria che è stata già sponsor di Casa Italia in occasione degli ultimi campionati europei.

Francesco FortugnoProcesso Fortugno: Citato ex agente del Sisde 17 lug 08 Si è avvalso della facoltà di non rispondere l'ex poliziotto Francesco Chiefari nel processo in corso a Locri per l'omicidio del vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria Francesco Fortugno. Chiefari, condannato per le minacce nei confronti di Maria Grazia Laganà e Domenico Fortugno, rispettivamente moglie e ... (continua)

Lavoratori Sviluppo Italia Calabria a rischio licenziamento, proclamato lo stato di agitazione 17 lug 08 L'assemblea dei lavoratori di Sviluppo Italia Calabria ha proclamato lo stato di agitazione I lavoratori di Sviluppo Italia Calabria si sono riuniti in Assemblea il giorno 16 luglio per esaminare lo stato della vertenza che coinvolge il destino di questa società regionale e dei suoi dipendenti, atteso che, fino ad oggi, nessun tipo di risposta ... (continua)

L'incendio sul PollinoRapporto WWF sugli incendi: Pollino ed il crotonese tra le 17 aree aree a rischio 17 lug 08 E' stato quello del Pollino uno dei parchi italiani più colpiti dagli incendi nel 2007. Lo rileva lo studio "Incendiometro 2008" del Wwf. Il parco, dove lo scorso anno sono andati distrutti 6.959 ettari di cui 2.952 di bosco, rientra nelle 17 aree italiane ... (continua)

Scuola“No ai tagli nella scuola”, stato di agitazione del personale docente e non docente proclamato dalla CGIL 17 lug 08 “La FLC CGIL Calabria esprime tutto il proprio netto e deciso dissenso in merito a quanto previsto nel D.L. 112 relativamente alle attenzioni che vengono dedicate al mondo della scuola dell'Università, della ricerca e dell'AFAM. ... (continua)

cocainaPatto camorra-ndrangheta per gestire il traffico internazionale di droga: 7 arresti 17 lug 08 Sette affiliati alla cosca della 'ndrangheta Alvaro di Cosoleto e al clan della camorra Di Lauro sono stati arrestate dai carabinieri. L'operazione e' stata condotta nell'ambito di un'inchiesta su un traffico internazionale di stupefacenti della direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria. Gli arresti sono avvenuti ... (continua)

CarabinieriAgguato Liotti, arrestati anche il boss Coimberiati ed il figlio 17 lug 08 I carabinieri di Crotone hanno eseguito all’alba di questa mattina due ordinanze di custodia cautelare per tentato omicidio emesse nei confronti di Vincenzo e Nicola Comberiati, di 51 e 24 anni, rispettivamente padre e figlio, il primo già detenuto. I due sono accusati di tentato omicidio avvenuto il 29 marzo scorso quando venne ferito ... (continua)

Il PM Bruni chiede il trasferimento dell’inchiesta Why Not a Salerno

17 lug 08 Pierpaolo Bruni, il magistrato che ha sostituito Luigi De Magistris nell'indagine Why Not ha chiesto di essere sollevato dall'incarico e che il procedimento sia trasferito alla procura di Salerno. Lo scrive il settimanale Panorama nel numero in edicola domani e del quale ha diffuso un'anticipazione. Il settimanale pubblica anche stralci delle lettere che Bruni avrebbe inviato al procuratore generale Enzo Iannelli per motivare le sue richieste. "Il gruppo di lavoro - scrive Bruni in una delle lettere che secondo Panorama sarebbe del 10 giugno scorso - esiste solo formalmente poiché lo scrivente, pressoché in esclusiva negli ultimi mesi, ha posto in essere attività investigative e di impulso alle indagini". Bruni, ricorda Panorama, non ha firmato la richiesta di archiviazione per Clemente Mastella e sarebbe in contrasto con i colleghi sull'atteso chiarimento della posizione di Romano Prodi. Bruni sta infatti seguendo il filone dell'inchiesta che riguarda "il presunto finanziamento dell'on. Prodi attraverso il Laboratorio democratico" e, aggiunge il settimanale, vorrebbe continuare a investigare prima di archiviare. In un'altra lettera della fine di giugno Bruni, prosegue Panorama, preoccupato per l'andamento delle indagini, avrebbe proposto una riunione del pool con all'ordine del giorno la discussione del trasferimento dell'inchiesta dalla procura di Catanzaro alla procura di Salerno per competenza, visto che i pm Dionigio Verasani e Gabriella Nuzzi procedono contro alcuni indagati di Why Not per una presunta corruzione in atti giudiziari.

I sindacati annunciano un autunno caldo alle Poste

17 lug 08 Un settembre di lotta nelle Poste con manifestazioni di protesta, chiusure degli uffici e scioperi dei lavoratori è stato preannunciato dai sindacati. I dirigenti nazionali e regionali di Cisl Slp, Failp Cisal e Ugl Com, infatti, hanno tenuto un "attivo unitario" a Lamezia Terme per informare i lavoratori della "grave situazione che si é determinata nelle ultime settimane e per ottenere il loro consenso circa le future azioni di lotta". Per la Cisl Poste, sia il segretario nazionale, Sebastiano Cappuccio, che quello regionale, Franco Sergio, hanno chiarito i punti principali della vertenza. "Siamo fortemente preoccupati - hanno sostenuto - sulla qualità, ormai scadente, dei servizi erogati ai cittadini. Date le condizioni di grave disagio in cui versano gli sportellisti, ribadiamo la scelta di non firmare l'accordo sugli organici in quanto aumenta la difficoltà di tenere aperti tutti gli uffici, ci fa perdere ben 5 mila posti, di cui circa 200 in Calabria, e di erogare con regolarità le ferie estive al personale. Abbiamo impostato la vertenza anche sul recupero salariale derivante dalla maggior produttività realizzata dai dipendenti nel 2007 alla luce dei dati di bilancio, 843 milioni di utile, che l'Azienda ha dichiarato. E' una fase delicata. Avendo rinnovato i vertici l'Azienda dovrà proporre un piano di rilancio ma tutti dovranno assumersi le loro responsabilità, anche chi ha formalmente la maggioranza della società, cioé il Tesoro, quindi il Governo". Alla riunione sono intervenuti anche Ester Cicero, segretaria calabrese dell'Ugl Com, e Carmelo Crea, segretario regionale Failp Cisal, mentre le conclusioni sono state affidate al segretario generale nazionale della Failp, Walter De Candiziis, per il quale "i problemi sono gravi anche nel recapito. Un progetto che doveva essere di rilancio com'é pensabile che lo si scriva senza partire dalle infrastrutture? E' fallito prima di cominciare". "La mancanza di decentramento ed autonomia nella gestione degli accordi - ha aggiunto De Candiziis - spesso finisce per vanificare le intese firmate a Roma. Oggi sarebbe preferibile avere accordi decentrati sul secondo tavolo per rendere coerente la contrattazione nazionale"

Pensionato piromane denunciato dal Cfs a Terravecchia

17 lug 08 Un pensionato è stato denunciato dal Corpo forestale dello Stato per incendio boschivo colposo per un rogo verificatisi a Terravecchia, nel cosentino. L'uomo, secondo quanto accertato dal Corpo forestale, ha appiccato l'incendio nel corso di alcuni lavori di pulizia di un fondo in località "Lumio". Durante l'incendio, che ha interessato una superficie di circa due ettari, sono intervenuti oltre al personale del Corpo forestale, autobotti regionali e dei vigili del fuoco ed un elicottero. Nei giorni scorsi un altra persona era stata denunciata per un altro incendio.

Numerosi incendi nella piana di Sibari

17 lug 08 Numerosi incendi di bosco e sterpaglie stanno divampando da stamattina nella piana di Sibari e Corigliano. Le fiamme hanno distrutto sterpaglie e arbusti lungo la statale 106 ionica, rendendo difficile la circolazione automobilistica. L'incendio più vasto è scoppiato in località Bellezza di San Demetrio Corone, interessando colture agrarie e un bosco di macchia mediterranea. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Rossano. Un altro rogo, inoltre, sta divampando in località Crista di Acri.

Un arresto per spaccio a Corigliano

17 lug 08 I carabinieri hanno arrestato a Corigliano Calabro un giovane, Cosimo Marchesi, di 25 anni, con l'accusa di detenzione illegale a fine di spaccio di sostanze stupefacenti. Nell'abitazione di Marchesi i militari, nel corso di una perquisizione, hanno trovato cinque grammi di hashish nascosti in una tasca del pantalone del giovane. La Procura della Repubblica di Rossano ha disposto per Marchesi la custodia cautelare agli arresti domiciliari.

Bunker con esplosivo trovato dalla PS a Palmi, forse preparazione di un agguato

17 lug 08 La polizia ha trovato a Palmi un bunker che sarebbe stato utilizzato da latitanti della 'ndrangheta. Il nascondiglio era in una zona di campagna nelle vicinanze dell'abitazione di Giuseppe Bruzzise, di 53 anni, detenuto, presunto capo dell'omonima cosca da tempo in lotta con altri gruppi criminali della zona. Il bunker, scoperto dal personale della Squadra mobile di Reggio Calabria e del Commissariato di Palmi, era sottoterra e vi si accedeva attraverso una botola mimetizzata nella vegetazione. Nella stessa zona sono stati trovati anche dieci grammi di esplosivo che erano nascosti parte nell'abitazione di Bruzzise e parte in un anfratto nelle campagne circostanti. L'esplosivo che è stato trovato, il cui peso è di dieci chilogrammi (e non dieci grammi), avrebbe dovuto essere utilizzato per compiere attentati o probabilmente per un agguato. L'esplosivo è del tipo utilizzato per i lavori nelle cave e sarebbe stato rubato di recente. Il locale in cui era custodito l'esplosivo, una baracca in lamiera nascosta nella vegetazione, sarebbe stato nella disponibilità, secondo la polizia, di affiliati alla cosca Bruzzise. Secondo quanto è emerso dai rilievi dei poliziotti, il nascondiglio di recente non avrebbe ospitato nessuno – ma poteva ospitare contemporaneamente più persone. Gli investigatori stanno approfondendo le indagini sui dieci chilogrammi di esplosivo trovati nell'abitazione di Bruzzise ed in un locale nelle vicinanze. Si sta verificando, in particolare, l'ipotesi che possa essere dello stesso tipo di quello utilizzato in attentati fatti di recente nella Piana di Gioia Tauro.

Padre FedeleRevocato dal Tribunale di Cosenza l’ordine di dimora per Padre Fedele 16 lug 08 E’ stato revocato dai giudici del Tribunale di Cosenza l’obbligo di dimora per Padre Fedele Bisceglie, l’ex frate francescano accusato da una suora di violenza sessuale nei suoi confronti. L’ex frate è imputato assieme al suo segretario Antonello Gaudio nel processo che si sta tenendo a Cosenza ... (continua)

Enzo IannelliLegale Why Not denuncia a Jannelli sabotaggi sulle gare vinte dalla società: "indagati tentano di farle annullare" 16 lug 08 Il legale della società Why Not ha inviato una lettera al Procuratore generale di Catanzaro, Enzo Jannelli, nella quale denuncia il tentativo, da parte di alcuni indagati, di far annullare una seconda gara d'appalto vinta dalla società con la Regione Calabria. "A dicembre scorso la Regione ha bandito ... (continua)

Goletta VerdeGoletta Verde: La costa jonica cosentina affoga nel cemento ma il mare è pulito 16 lug 08 Abusivismo e troppa facilità nel rilascio delle concessioni edilizie. E' questa la vera criticità della costa jonica cosentina evidenziata stamani a Crotone in occasione della tappa di Goletta Verde. Per quanto riguarda la situazione del mare dai risultati delle analisi batteriologiche dei tecnici di Goletta Verde emerge una situazione perfettamente entro i limiti di legge ... (continua)

Palazzo NiedduProcesso Fortugno: Poliziotto depone sui rapporti con il SISDE 16 lug 08 L'ex poliziotto Vincenzo Chiefari sta deponendo nel processo in corso a Locri per l'omicidio del vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria, Francesco Fortugno. Chiefari è stato condannato il 27 maggio scorso dal gup di Reggio Calabria a 14 anni di reclusione ... (continua)

 

Un carcereLe carceri scoppiano, 11mila i detenuti in più. Nasce il difensore civico dei detenuti 16 lug 08 Un esubero di oltre 11 mila detenuti. Negli ultimi sei mesi la popolazione carceraria italiana è aumentata di quasi 6 mila unità e il numero di posti letto regolamentari è stato ampiamente superato: nelle carceri sono rinchiuse 54.605 persone invece di 42.890. Picchi di sovraffollamento si toccano in ... (continua)

Guido BertolasoBertolaso, bastone e carota, scrive a Loiero “Piace il modello di lotta agli incendi della Calabria16 lug 08 Piace alla protezione civile nazionale il modello organizzativo di gestione raggiunto dalla Calabria nell’ambito della lotta agli incendi. E’ questo il senso di una lettera che il sottosegretario Guido Bertolaso ha inviato al presidente della Regione Calabria Agazio Loiero che, grazie anche a una convenzione con i vigili del fuoco, ha voluto che la protezione ... (continua)

Il 2 e 9 agosto bollino nero sulle autostrade

16 lug 08 Il 2 e il 9 agosto saranno le giornate più critiche di tutto l'esodo estivo: per questo la società Autostrade per l'Italia le segnala con il 'bollino nero'. Due sabati, in cui la circolazione, tra le 6 e le 22, sarà "fortemente congestionata" in alcuni tratti, soprattutto in direzione sud e verso le località turistiche. Per questo la società consiglia ai viaggiatori di scegliere anche percorsi alternativi. Spostamenti "consistenti", segnalati con 'bollino rosso' anche per venerdì 1, dalle 14 alle 6 del mattino, e domenica 3 agosto, dalle 6 alle 14; e sempre in direzione sud per sabato 26 luglio, dalle prime ore del mattino alle 14. Il controesodo è previsto in parte per domenica 17 agosto, ma soprattutto nel week end tra il 22 e il 24 agosto. In direzione nord e verso le aree metropolitane, la società Autostrade prevede un bollino rosso sulle autostrade sia venerdì che domenica nelle fasce orarie dalle 14 alle 22. Code e rallentamenti sono segnalati anche per le due domeniche successive, quella del 31 agosto e del 7 settembre, sempre in direzione nord. Lo scorso anno, da quanto è stato introdotto il bollino nero - ricorda la società Autostrade - è stata registrata una diminuzione delle code del 48% rispetto all'omologo del 2006. Viaggiare informati, riposati e soprattutto moderare la velocità e tenere allacciate le cinture di sicurezza sono i principali consigli che arrivano dal gruppo per gli automobilisti per i quali oggi Autostrade ha rilanciato il 'Patto la sicurezza'.

Supportolegale “Fatti di Genova, la tortura una verità parzialmente riconosciuta”

16 lug 08 “Torturare, minacciare, pestare e calpestare i diritti delle persone, specie se voi appartenete alle forze dell'ordine e loro sono manifestanti, in questo paese è un reato da niente. Al contrario spaccare una vetrina è una delle cose più gravi che possa capitarvi di fare. Le persone sono niente, la "roba" è tutto. Ecco la morale che esce fuori dai processi di Genova”. Così l’associazione dei legali degli imputati nei fatti di Genova “Supportolegale” dopo la sentenza choc sui fatti avvenuti nella caserma Bolzaneto e nella scuola Diaz. “Nonostante l'impianto accusatorio dei PM – è scritto- che denunciavano le violenze e le torture accadute all'interno della Caserma Bolzaneto durante le giornate del G8 del 2001, le pene per 15 su 45 inquisiti sono state lievi. Lievi erano state le richieste, ancora più lievi sono state le condanne. Non potevamo aspettarci di più, non potevamo aspettarci di meglio, dai tribunali di un paese in cui non è previsto il reato di tortura; che c'è stata, sì, ma non accompagnata dall'abuso di ufficio su cui si era retto, da un punto di vista giuridico, l'impianto processuale. Quindi, a Bolzaneto, non è successo nulla o quasi. Nessuna violenza gratuita e nessuna violazione della Convenzione internazionale per i diritti dell'uomo. Contentino necessario ma non sufficiente per le 209 parti civili saranno i risarcimenti. Contentino altrettanto pietoso per avvalorare la triste tesi delle mele marce le poche e lievi pene inflitte ai 15 ritenuti colpevoli, tra cui spiccano il già condannato Perugini e Gugliotta, responsabile per la penitenziaria della caserma. I reati rimasti in piedi e comminati sono un generico abuso d'autorità e fatti specifici e individuali, il che spiega la ragione delle ‘moderate condanne’. Così cala il sipario, per ora, su questo processo che andrà in prescrizione nel 2009. La verità emersa dalle testimonianze delle vittime di Bolzaneto è stata solo parzialmente riconosciuta: difficile negare del tutto un'evidenza così luminosa a pochi mesi dalla sentenza per l'altro grande processo alle forze dell'ordine, quello per il raid alla diaz. Ma certo quello che racconta questa sentenza è che la tortura è un abuso d'autorità e allora perchè la Diaz non potrebbe essere letta come una tranquilla e dovuta perquisizione? C'è da essere pessimisti ma questo si era già capito”.

Aveva tentato di investire una donna con l’auto, un arresto a Fagnano Castello

16 lug 08 Un uomo è stato arrestato dai carabinieri a Fagnano Castello per evasione dai domiciliari, si tratta di Giancarlo Gallo, di 40 anni, . Gallo è accusato di aver tentato di investire una donna con la propria autovettura. Sabato scorso, nel corso di alcuni controlli, l'uomo non era stato trovato nella sua abitazione. I carabinieri hanno eseguito l'arresto di Gallo in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Tribunale di Cosenza.

Rubano tubi di rame da un negozio: due arresti a Lamezia

16 lug 08 Due persone, Ernesto Saladino, di 41 anni, e Salvatore Gigliotti, di 40, sono state arrestate dai carabinieri a Lamezia terme con l'accusa di tentato furto aggravato. Saladino e Gigliotti sono stati sorpresi dai militari della Compagnia mentre si stavano impossessando di alcuni tubi di rame in un negozio di mobili. I due hanno tentato di fuggire, ma sono stati inseguiti e bloccati dai militari. Gli arrestati sono stati portati nel carcere di Lamezia Terme.

Aperta un’inchiesta sul fallimento della Cellulosa 2000, 10 indagati

16 lug 08 Dieci persone sono indagate nell'ambito di una inchiesta della Procura della Repubblica di Crotone sul fallimento dell'industria Cellulosa 2000. Tra le persone indagate ci sarebbero anche il proprietario della società che controllava la fabbrica dichiarata fallita il 12 dicembre del 2006, Aldo Bonaldi, e l'ex amministratore delegato ed ex presidente del cda, Gaetano Lumare. Le ipotesi di reato sono di bancarotta fraudolenta, malversazione ai danni dello Stato e falso. I militari della Guardia di Finanza hanno eseguito la perquisizione delle abitazioni e degli uffici dei dieci indagati che ieri sono stati sentiti dal sostituto procuratore della Repubblica di Crotone, Pierpaolo Bruni. L'indagine si concentra, almeno per il momento, sui flussi di denaro tra la Cellulosa 2000 e la società Naco, fallita nel settembre del 2005, che ebbe l'incarico di realizzare l'impianto di Crotone. Nella realizzazione dello stabilimento però ci sarebbero stati problemi che non consentirono l'avvio dell'attività produttiva. Bonaldi e Lumare, secondo l'accusa, avrebbero comunque pagato le somme richieste dalla Naco.

Fideiussioni false per 1 mld, 4 arresti della Finanza a Genova, inchiesta anche a Reggio Calabria

16 lug 08 Una truffa da oltre un miliardo di euro nel settore delle fideiussioni false è stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Genova. Quattro persone sono state arrestate e nove denunciate. Le accuse sono di associazione a delinquere finalizzata all'abusivismo finanziario, al falso, alla truffa, alla bancarotta fraudolenta ed all'ostacolo all'esercizio delle funzioni da parte della Banca d'Italia. Nel mirino degli inquirenti le fideiussioni emesse da società finanziarie senza il possesso dei requisiti di solidità patrimoniale e finanziaria previsti dal Testo Unico delle Leggi Bancarie. Società apparentemente sane ma di fatto senza patrimonio, venivano costituite appositamente per concedere fideiussioni, operavano per un breve periodo di tempo per poi cambiare denominazione, sede ed amministratori ed essere destinate al fallimento. Le somme incassate, tramite complesse operazioni bancarie, venivano trasferite su conti esteri, prevalentemente in Svizzera, oppure utilizzate per costituire altre società finanziarie pronte a svolgere le stesse attività. Dalle indagini è emerso che in quattro anni, una società, la San Remo Spa, ha emesso garanzie per oltre un miliardo di euro. Costituita a Roma con uffici commerciali a Firenze, la San Remo Spa ha spostato la sede prima a Genova e poi a Reggio Calabria, si è trasformata in Srl ed è stata dichiarata fallita dal Tribunale di Genova nel giugno 2007. Le fideiussioni, utilizzate indebitamente anche in gare di appalto pubbliche, presentate all'Agenzia delle Entrate per l'ottenimento di dilazioni di pagamenti di imposte e tasse, non venivano mai escusse perché la società emittente, nel momento in cui venivano presentate per l'incasso, sistematicamente disconosceva il documento denunciandone la falsità all'autorità giudiziaria. A condurre l'indagine sono stati i finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Genova, con il coordinamento della Procura della Repubblica. Gli indagati erano risultati coinvolti in fatti analoghi nel corso di indagini condotte dalla Procura della Repubblica di Reggio Calabria.

Partita da Reggio la marcia della memoria

16 lug 08 E' partita stamattina da Reggio Calabria, dalla Festa del lavoro della Cgil, la Lunga Marcia della Memoria, la manifestazione anti-'ndrangheta organizzata dalle associazioni daSud e Libera collegata con il restauro del murales di Gioiosa Ionica dedicato a Rocco Gatto e tutte le vittime innocenti delle cosche calabresi. E' stato il giornalista e scrittore Luciano Mirone il primo ospite della Lunga marcia per la presentazione del libro "Gli insabbiati" (Castelvecchi, 2008) che racconta la storia di otto giornalisti siciliani assassinati da Cosa Nostra e distrutti dall'indifferenza. "Si tratta - ha detto Danilo Chirico, dell'Associazione daSud - di un lavoro recupero di storie dimenticate, di un viaggio a ritroso nelle migliori pagine della memoria del Mezzogiorno che ben si coniuga con lo spirito della Lunga marcia, del lavoro che la nostra associazione sta svolgendo per la ricostruzione di vicende personali e collettive importanti, eppure sconosciute per molti, della storia calabrese e meridionale nel tentativo di maturare una memoria condivisa basso e non distorta, impedita o riconciliata dall'altro". Intanto sono già arrivati a Reggio Calabria i primi giovani (ne giungeranno in riva allo Stretto 14 da tutte le parti del mondo) del campo di volontariato organizzato da Libera con Legambiente sui terreni confiscati alle cosche. I giovani disegneranno nuovi murales antimafia (mentre è in corso in queste ore il restauro di quello di Gioiosa Ionica) in ognuno dei luoghi attraversati dalla Lunga marcia della Memoria. A realizzare il primo dei dipinti, nel villaggio della Cgil, é l'artista reggino Davide Casile che da alcune ore sta lavorando alla sua opera che troverà posto nel salone delle conferenze della Camera del lavoro reggina. Per oggi è previsto anche un dibattito su "Lavoro, cultura e impegno contro le cosche" con la partecipazione di rappresentanti di associazioni, docenti universitari, magistrati e politici per avviare una riflessione sulla costruzione di una nuova e originale identità meridionale e su un Mezzogiorno liberato dalle mafie. E sono in corso i preparativi per l'evento di questa sera quando sul palco della Lunga marcia della memoria, nell'area della festa della Cgil sul lungomare della città, saliranno i cantautori Niccolò Fabi e Pino Marino per il loro concerto contro la 'ndrangheta e per la memoria antimafia. Il prossimo appuntamento della Lunga marcia e' per venerdì a Lazzaro nel Comune di Motta San Giovanni. Partirà stasera, intanto, lo speciale quotidiano di Nessuno Tv (890 sky), la televisione satellitare che dedicherà ogni giorno alle 20,05 una trasmissione alla Lunga marcia della Memoria.

Approvato in Consiglio provinciale l’acquisto dell’ex palazzo Carime

16 lug 08 Il Consiglio Provinciale di Cosenza, riunitosi ieri sera presso la Sala delle Adunanze della Provincia sotto la Presidenza dell’On. Francesco Principe, ha approvato a larga maggioranza (22 voti a favore e solo sei contrari. Al momento del voto si è allontanato dall’aula il Consigliere Provinciale Franco Corbelli) l’acquisto del Palazzo ex Carime, destinato a diventare la sede unitaria degli uffici dell’Ente. Il dibattito, nel corso del quale sono intervenuti diversi Consiglieri Provinciali di maggioranza e minoranza e lo stesso Presidente del Consiglio, on. Francesco Principe, è stato concluso dal Presidente della Provincia, on. Mario Oliverio, il quale ha sottolineato positivamente i contributi offerti da tutti i consiglieri intervenuti.
“Il contenuto dei numerosi interventi –ha dichiarato il Presidente Oliverio- ha rafforzato ulteriormente la convinzione della bontà di una scelta di cui trarranno benefici sia l’Ente che il territorio e che sarà sicuramente ricordata, in futuro, come un’operazione oltremodo vantaggiosa e tesa a dare identità alla Provincia di Cosenza".
“L'estesa superficie dell'immobile (oltre 11 mila metri quadrati)- ha proseguito l’on. Oliverio- consentirà di accorpare gli uffici sparsi dell’Ente in un’unica struttura efficiente, che diventerà un centro di riferimento per l’utenza proveniente dall’intera provincia di Cosenza. Il totale attuale dei dipendenti provinciali, inclusi anche quelli transitati a seguito delle deleghe regionali, è attualmente di 1260 unità. Di questi, 410 trovano attualmente posto in locali in fitto, per i quali la Provincia paga un canone annuo di circa un milione e trecento mila euro e che l’acquisto del Palazzo ex Carime ci farà risparmiare; 290 dipendenti sono allocati nelle strutture ubicate nel Centro Storico; 80 trovano posto nella struttura trasferita in comodato d'uso dalla Regione, ex Inapli; 40 dipendenti operano nella struttura di proprietà dell'Ente, ex Palazzo Lecce; 440 dipendenti, che costituiscono la restante parte, sono allocati in strutture dislocate nel vasto territorio della provincia (Centri per l'Impiego, Centri di Viabilità Invernale, Case Cantoniere, Centri di Formazione Professionale e Uffici Agricoli di Zona)”.
“In questi anni –ha aggiunto il Presidente della Provincia- abbiamo sviluppato una serie di iniziative tese ad acquisire al patrimonio dell'Ente altre strutture dislocate soprattutto nel centro storico della città-capoluogo. E' il caso dell'ex Caserma delle Forze Armate 'Fratelli Bandiera', iniziativa non concretizzata poiché il Comune di Cosenza ha avanzato la richiesta di avere la precedenza sull'acquisto per la vicinanza alla sua sede storica di Piazza dei Bruzi.
Il Palazzo della Provincia è stato riconsegnato alla città in tutto il suo antico splendore, con apprezzamenti diffusi provenienti da ogni parte. Qui abbiamo allocato gli uffici direzionali.
Abbiamo acquisito il Palazzo ex Carical di Corso Telesio dove abbiamo trasferito altri uffici importanti. E’ in corso una gara per l’utilizzazione dei locali al piano terra per la dislocazione di mostre-vetrine per l’artigianato tipico e di eccellenza della nostra provincia.
Abbiamo acquisito alcune superfici del Palazzo Sersale ed inaugurato di recente, sempre su Corso Telesio, la sede della Polizia Provinciale.
Proprio oggi ci è stata formalizzata una comunicazione del passaggio alla provincia dei locali dell’ex Convento Santa Chiara, che potremo utilizzare a partire dal 1° settembre prossimo. Abbiamo operato una serie di investimenti netti a favore del centro storico. a cui si aggiungono i lavori di ristrutturazione dell’Auditorium del Liceo Classico “B.Telsio”, i lavori di ristrutturazione dell’Istituto Alberghiero (ex orfanotrofio V. Emanuele) e dell’ex Convento delle Canossiane che saranno disponibili nella prossima primavera. Infine abbiamo sottoscritto un accordo con la Diocesi di Cosenza-Bisignano per la ristrutturazione e l’utilizzo del Salone degli Stemmi dell’Arcivescovado per attività culturali e convegnistica.
Abbiamo inaugurato di recente, su Corso Telesio, la sedi dell’Avis e della Polizia Provinciale.
Sono stati altresì esperiti tentativi di reperimento nel centro storico di fabbricati idonei e/o terreni sui quali realizzare nuovi edifici, che non sono andati a buon fine, essendo venute a mancare offerte idonee e congrue.
Avevamo pubblicato due avvisi pubblici che, però, non hanno avuto esito positivo.
La nostra scelta di inserire e dislocare nel centro storico di Cosenza funzioni ed attività della Provincia è stata netta, visibile, indiscutibile. Rimane tuttavia aperto il problema degli uffici sparsi nella città a cui bisogna dare una soluzione radicale e rispondente alle esigenze dell’utenza dell’intera provincia.
Siamo riusciti, dopo mesi di trattative laboriose, a determinare un accordo con la società incaricata di gestire il patrimonio ex Carime. Una scelta importante che ci consente di alocare tutti gli uffici in un’unica struttura, di abbattere i fitti (circa 1 milione e 300 mila euro ogni anno che ci consentiranno di realizzare un abbattimento complessivo di oltre il 50% dei fitti gravanti sulla Provincia dall’inizio della legislatura), di liberare risorse da investire a favore della crescita del territorio, di accendere mutui per oltre 50 milioni di euro, che significano ulteriori servizi qualificati e notevoli risorse da investire sui territori e a favore del sistema dell’imprese..
La collocazione altamente strategica dell'immobile (posizionamento su SS 107 Cosenza-Paola.-Crotone- collegamento con gli svincoli autostradali di Cosenza e Rende, con la stazione ferroviaria di Vaglio Lise, il Viale Parco, la nuova strada in Destra Crati Cosenza- Sibari, la Metropolitana Leggera) rende, inoltre, assai agevole il rapporto tra il nuovo Palazzo degli Uffici della Provincia e l'intero territorio provinciale, oltre a costituire un importante tassello per la realizzazione e la qualificazione del progetto di area urbana”.
“Intendiamo questa operazione, quindi -ha proseguito l’on. Oliverio- non come un fatto fine a se stesso, ma come un contributo concreto alla costruzione dell’area urbana ed in questa prospettiva assumiamo l’impegno di fare di questo investimento uno snodo al centro di nuove relazioni, l’anello di un progetto di riqualificazione più ampia che valorizzi finalmente l’area della stazione ferroviaria, gli spazi limitrofi, i collegamenti tra l’area urbana ed il vasto territorio della provincia”.
“Solo chi è condizionato da interessi inconfessabili o da pregiudizi che vanno al di là degli interessi oggettivi di un’istituzione come la Provincia -ha incalzato il Presidente Oliverio- non vede o fa finta di non vedere i vantaggi di questa operazione, su cui abbiamo richiesto e ricevuto ampie garanzie di economicità, congruità e convenienza da parte dell’Unità di Progetto, ai cui componenti va il mio plauso e il mio ringraziamento sinceri per la competenza, la trasparenza e la grande professionalità con cui hanno condotto una trattativa lunga, difficile e complessa”.
“Sarebbe stato lungimirante, saggio e responsabile se, rispetto alla realizzazione della “casa comune” della Provincia –ha aggiunto il Presidente della Provincia- si fosse realizzata l’unità di tutte le forze presenti in Consiglio Provinciale, al di là della collocazione e delle appartenenze. Anche questa volta, purtroppo però, un’opposizione parolaia e sempre più minoritaria, totalmente priva di idee e proposte, ha mostrato di preferire ai fatti e alla realizzazione del Bene Comune, i soliti ritornelli elettoralistici, monotonamente strumentali e populistici”.
“Sento il dovere, infine –ha concluso l’on.Oliverio- di esprimere un sentito ringraziamento ai Consiglieri Provinciali che, attraverso i loro apprezzati interventi ed il loro voto positivo, consentono di realizzare un’operazione di portata che non è esagerato definire “storica”per la nostra Provincia. Non è un caso che in un passaggio significativo come questo si sia ulteriormente allargata la maggioranza che sostiene la mia giunta con l’apporto qualificato dei rappresentanti dell’Udc in Consiglio, a cui va il mio apprezzamento e il mio ringraziamento”.
A conclusione dei lavori, il Consiglio Provinciale che, nel corso della seduta aveva provveduto ad approvare anche i verbali delle sedute precedenti, il Nuovo Regolamento per la concessione di spazi per l’installazione di punti di ristoro e/o distributori automatici di bevande e alimenti negli istituti scolastici di pertinenza dell’Amministrazione Provinciale e la Variazione al Bilancio di Previsione 2008, al Bilancio Pluriennale 2008-2009-2010, al Piano delle Opere Pubbliche annuale 2008 e Pluriennale 2008-2009-2010, considerata l’ora tarda, è stato sospeso su proposta del Consigliere Antonio Pucci (La Destra) e sarà riconvocato in data da stabilirsi, nel prossimo mese di settembre

Chiusi domani per lavori tratti della A3 tra Sicignano e Polla e tra Buonabitacolo e Lagonegro Nord

16 lug 08 L’Anas comunica che, per lavori di ammodernamento, domani 17 luglio dalle ore 07.00 alle ore 13.00, sarà chiuso al traffico il tratto dell’A3 Salerno-Reggio Calabria dallo svincolo di Sicignano a quello di Polla, tra il km 53,800 e il km 75,803 dell’autostrada.
Gli automobilisti provenienti da Nord, in uscita a Sicignano, possono proseguire sul raccordo autostradale Potenza–Sicignano, uscita Buccino e successivamente sulla SS 19 ter. Coloro che, invece, provengono da Sud in uscita a Polla possono proseguire sulla SS 19 ter verso lo svincolo di Buccino e poi sul raccordo autostradale Potenza-Sicignano.
E sempre domani per lavori di ammodernamento dalle ore 15.00 fino alle ore 17,00, sarà chiuso al traffico il tratto dell’autostrada Salerno Reggio Calabria dal km 103,700 al km 123,500, ovvero dallo svincolo di Buonabitacolo a quello di Lagonegro Nord.
La chiusura del tratto autostradale si rende necessaria per la demolizione del Viadotto Stagno con l’utilizzo di esplosivi.
I mezzi leggeri diretti in direzione Nord usciranno allo svincolo di Lagonegro Nord, proseguiranno sulla S.S. 19 e rientreranno allo svincolo di Buonabitacolo. I mezzi leggeri diretti in direzione Sud usciranno allo svincolo di Buonabitacolo, proseguiranno sulla S.S. 19 e rientreranno allo svincolo di Lagonegro Nord.
Per i mezzi pesanti diretti in direzione Nord uscita consigliata allo svincolo di Lauria Nord e prosecuzione attraverso il percorso alternativo (S.S. 653 e S.S. 92 e S.S. 598) con rientro allo svincolo di Atena Lucana. Per i mezzi pesanti diretti in direzione Sud uscita consigliata allo svincolo di Atena Lucana e prosecuzione attraverso il percorso alternativo (S.S. 598 e S.S. 92 e S.S. 653) con rientro allo svincolo di Lauria Nord.
In alternativa i mezzi pesanti per i tempi strettamente necessari, stimati in circa 120 minuti, potranno sostare nelle aree di cantiere immediatamente attigue agli svincoli di Padula-Buonabitacolo e Lagonegro Nord sotto l’assistenza del personale ANAS e Polstrada presente sul posto.
I dispositivi di traffico ed i percorsi alternativi sono stati comunicati agli Enti e alle Istituzioni interessate.
L’Anas comunica che anche nei prossimi giorni sono previste nuove chiusure per lavori di ammodernamento e per il completamento di tratti autostradali in vista dell’imminente esodo estivo.
Si ricorda, pertanto, che l’informazione agli automobilisti sulla viabilità e sul traffico è assicurata attraverso il CCISS 1518 “Viaggiare Informati”, Isoradio, le emittenti radio-televisive, il sito Anas www.stradeanas.it e chiamando il numero verde 800.290.092.

Ispettori a Reggio solo per la vicenda Sarra

16 lug 08 Gli ispettori del Ministero della Giustizia che ieri sono stati a Reggio Calabria si sono occupati soltanto della vicenda dell'avocazione dell'inchiesta sul consigliere regionale Alberto Sarra. E' quanto si è appreso in serata in ambienti giudiziari. Non é dunque all'attenzione degli ispettori la vicenda dell' iscrizione nel registro degli indagati del senatore Sergio De Gregorio e, di conseguenza, non è alla loro valutazione il comportamento dei pm Salvatore Boemi e Francesco Mollace. Oggi gli ispettori hanno sentito, oltre al procuratore Pignatone, l'ex procuratore facente funzioni Francesco Scuderi ed i pm Salvatore Boemi e Santi Cutroneo. Quest'ultimo è il magistrato che, nel periodo in cui è stato applicato alla procura generale, ha avocato l'inchiesta su Sarra. Provvedimento successivamente annullato dalla Corte di cassazione.

La legna della Legnochimica in fiammePaura per un incendio di vaste proporzioni a Quattromiglia, distrutta parte della ex-Legnochimica 15 lug 08 Un incendio di vaste proporzioni, provocato probabilmente dalle elevate temperature di questi giorni, e durato alcune ore si è sviluppato nell'ex stabilimento Legnochimica a Rende, nell’hinterland cosentino. Le fiamme hanno distrutto un ingente quantitativo di legname che si trova abbandonato nell'ex stabilimento ... (continua)

Il Tribunale di ReggioProcura dei veleni a Reggio: gli ispettori del ministero sentono il procuratore Pignatone ed altri PM 15 lug 08 Il procuratore della Repubblica di Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone, è stato sentito insieme ad altri pm dell'ufficio da alcuni ispettori del Ministero della Giustizia. Le audizioni, che si sono svolte a Reggio, fanno seguito alla trasmissione da parte della Prima Commissione del Csm i ... (continua)

MarcianòProcesso Fortugno, parla Marcianò: “Nel 2000 votai per lui15 lug 08 Due carabinieri che si occuparono di intercettazioni telefoniche sono stati sentiti stamani nel processo per l'omicidio di Francesco Fortugno. Il processo è in corso dinanzi ai giudici della Corte d'Assise di Locri. L'accusa è rappresentata dai pubblici ministeri Mario Andrigo e Marco Colamonici. Nel corso dell'udienza di stamani i carabinieri hanno riferito delle attività svolte dopo l'omicidio di Francesco Fortugno. ... (continua)

PM Macrì “Il delitto Novella conferma la presenza della ndrangheta nel milanese”

15 lug 08 Una presenza "sempre più diffusa e capillare". Il pm della Direzione nazionale antimafia, Enzo Macrì, lancia l'allarme sulla diffusione della 'ndrangheta nel Milanese. Macri', per richiamare l'attenzione sulle capacità sempre maggiori della criminalità organizzata calabrese di infiltrarsi nel tessuto economico milanese, trae spunto dall'omicidio di Carmelo Novella, di 60 anni, il boss della 'ndrangheta ucciso ieri a San Vittore Olona con un due colpi di fucile al volto mentre era seduto al tavolino di un bar insieme ad alcuni amici. Il movente dell'omicidio di Novella sarebbe da collegare ad un regolamento di conti per contrasti nella gestione degli affari che le cosche della 'ndrangheta portano avanti nel Milanese. Un'infiltrazione che, secondo Vincenzo Macrì, "trova conferma nelle decine di indagini condotte egregiamente dalla Dda di Milano e definite ormai con sentenze irrevocabili. La Direzione nazionale antimafia - ha detto ancora Macrì - segue con particolare attenzione la diffusione delle cosche di 'ndrangheta nel nord Italia, che in quest'ultimo periodo ha subito una notevole accelerazione". Non è la prima volta, tra l'altro, che Macrì rileva la presenza sempre più diffusa della 'ndrangheta nel Milanese. Nello scorso mese di giugno il pm della Dna, intervenendo a Tiriolo (Catanzaro) alla presentazione del libro 'Ndrangheta, di Francesco Forgione, ex presidente della Commissione antimafia, aveva definito Milano "la vera capitale della 'ndrangheta''. Nei giorni scorsi tre sindaci di altrettanti centri dell'hinterland milanese, Vincenzo D'Avanzo, primo cittadino di Cesano Boscone, Sergio Graffeo (Corsico) e Liana Scundi (Trezzano sul Naviglio), hanno scritto a Macrì per chiedergli un incontro che possa servire ad "unire le forze ed attivare progetti mirati, in accordo con le forze dell'ordine, contro la criminalità organizzata nel Milanese". Macrì, proprio a proposito dell'iniziativa dei tre sindaci, ha detto di avere apprezzato la loro sensibilità. "Evidentemente - ha aggiunto - hanno colto il pericolo che la presenza della 'ndrangheta costituisce per quel territorio in misura sicuramente maggiore rispetto a quella della microcriminalita' di origine straniera". La diffusione della 'ndrangheta a Milano ed in tutto l'hinterland è sempre più capillare. Un'infiltrazione che ormai sta raggiungendo livelli economici sempre più alti, con investimenti, in particolare, nel settore imprenditoriale e commerciale. I boss calabresi stanno acquisendo, in particolare, il controllo di vasti settori dell'edilizia e del commercio. Comprano, direttamente o indirettamente, supermercati e ipermercati, ristoranti, alberghi ed investono milioni di euro riciclando i proventi del traffico della droga. La spartizione degli affari, a volte, però, non avviene equamente. E così si scatenano le vendette, come quella di cui è rimasto vittima Carmelo Novella.

Dimessa la bimba ferita nell’agguato di Papanice

15 lug 08 E' stata dimessa ieri dall'Ospedale Maggiore di Parma la bambina di cinque anni rimasta ferita, il marzo scorso, alla testa in un agguato mafioso nel crotonese nel quale perse la vita il padre e rimase gravemente ferita la madre. La piccola era arrivata al Maggiore di Parma il 16 aprile scorso, con un aereo militare, dal reparto di neurochirurgia dell'ospedale di Catanzaro. Nella struttura parmigiana è stata operata più volte ed ha trascorso una lunga degenza prima nel reparto di Neurochirurgia e poi nella Prima Anestesia e Rianimazione. In uno degli ultimi interventi alla piccola è stato applicato un dispositivo elettronico che rilascia un farmaco antispastico nel midollo spinale per attenuare il dolore causato dalla contrattura agli arti. Ora per la piccola inizia il percorso riabilitativo in un centro specializzato per pazienti pediatrici del Nord Italia.

Truffa alla 488 a Paola, il Gip convalida i fermi

15 lug 08 Sono stati convalidati i sette provvedimenti di fermo emessi dalla Procura di Paola nell'ambito di un'inchiesta della Guardia di finanza circa una presunta truffa sui fondi della legge 488. Il Gip del tribunale di Paola e quello di Cosenza hanno convalidato i fermi ed hanno emesso le ordinanze di custodia cautelare. Per cinque persone, tra cui un maresciallo della Guardia di Finanza, è stata disposta la detenzione in carcere, mentre ad altri due sono stati concessi i domiciliari. I provvedimenti di fermo sono stati emessi dal pm della Procura della Repubblica di Paola, Eugenio Facciolla, titolare dell'inchiesta coordinata dal procuratore della Repubblica facente funzioni, Domenico Fiordalisi. Le persone coinvolte nell'indagine sono accusate di associazione per delinquere finalizzata all'usura, alla truffa ed al riciclaggio. Gli indagati avrebbero costituito fittiziamente imprese e società al fine di ottenere finanziamenti con la legge 488 e dalla Regione ed avrebbero svolto anche attività di usura.

Il 6 agosto il gen. Giancane sostituisce il gen. Piccinni alla Gdf regionale

15 lug 08 Si terrà mercoledì 6 agosto, alla caserma Laganà di Catanzaro, la cerimonia di avvicendamento del comandante regionale della Guardia di finanza. Il generale di Brigata, Riccardo Piccinni, lascerà il comando della regione Calabria per trasferirsi a Roma, alla guida del Nucleo tutela finanza pubblica, uno dei tre corpi speciale della Guardia di finanza. Al suo posto subentrerà il generale di brigata Gaetano Giancane. Alla cerimonia parteciperà anche il generale di Corpo d'armata Marcello Gentili, comandante interregionale dell'Italia sud-occidentale.

Campagna di prevenzione tumori nelle donne in giro per la Provincia di Cosenza

15 lug 08 Si aprirà martedì prossimo, con la presentazione dell'Unità mobile di Mammografia e Pap test, la campagna "Al passo con la prevenzione", organizzata dalla Provincia di Cosenza. "La nuova struttura - è detto in una nota della Provincia - verrà messa a disposizione dell'Azienda sanitaria provinciale nel corso di una cerimonia che si svolgerà nella Villa Vecchia di Cosenza. Il camper medico attrezzato farà tappa nei comuni della provincia e sarà a disposizione delle donne, che potranno effettuare al suo interno Mammografia e Pap Test. "All'interno del camper - prosegue il comunicato - si trovano un mammografo analogico e gli strumenti per l'esecuzione del Pap test, esami fondamentali per scoprire il tumore della mammella e quello del collo dell'utero, le cui incidenze sono purtroppo in aumento". "Quella legata all'Unità mobile di Mammografia e Pap Test - ha detto il presidente della Provincia, Mario Oliverio - è un'iniziativa di particolare significato sociale e un'operazione di grande valore. Pur non avendo competenze specifiche in materia di sanità, abbiamo ritenuto di dover assumere un programma in direzione della prevenzione".

Tentato incendio dell’auto del segretario del Comune di Cassano

15 lug 08 Alcuni sconosciuti hanno tentato di incendiare l'automobile del segretario comunale di Cassano allo Ionio, Angelo De Marco. L'automobile, una Peugeot 407, era parcheggiata nei pressi della sede del Comune quando è stata cosparsa di liquido infiammabile. Alcune persone hanno notato le prime fiamme e sono intervenute per spegnerle. Sul luogo sono intervenuti gli agenti della polizia di Stato ed i carabinieri che hanno avviato le indagini. Il 19 giugno scorso tre automobili, tutte di proprietà di dipendenti comunali, tra cui il responsabile del settore Urbanistica, sono state distrutte da un incendio.

Arrestata a Marina di Sibari donna con banconote da 100 euro false

15 lug 08 Una donna, Marcella Vaccaro, di 38 anni, è stata arrestata dai carabinieri in un villaggio turistico a Marina di Sibari per detenzione di banconote false. Nel corso di controlli Vaccaro è stata trovata in possesso di cinque banconote da 100 euro false.

Brucia le sterpaglie ma le fiamme si propagano: pensionato denunciato a Roggiano

15 lug 08 Un pensionato, F.F., di 67 anni, è stato denunciato dai carabinieri a Roggiano Gravina per incendio colposo. L'uomo è accusato di aver provocato un incendio nelle campagne di Roggiano Gravina. Nei pressi del luogo dove è avvenuto l'incendio i carabinieri hanno notato l'automobile del pensionato. Da una perquisizione l'uomo è stato trovato in possesso di alcune confezioni di fiammiferi. L'anziano, secondo quanto si è appreso, avrebbe provocato l'incendio per pulire dalle sterpaglie il proprio terreno. A causa del vento forte le fiamme si sono propagate anche ai terreni adiacenti.

Un arresto a Cassano

15 lug 08 Damiano De Franco, di 37 anni, è stato arrestato dai carabinieri a Cassano allo Ionio. L'uomo deve scontare una condanna a tre anni e nove mesi di reclusione per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A De Franco è stato notificato un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Castrovillari.

Due immigrati clandestini arrestati a Scalea

15 lug 08 Due cittadini stranieri sono stati arrestati a Scalea dai carabinieri che hanno compiuto una operazione finalizzata al contrasto dell'immigrazione clandestina. Le due persone arrestate sono: Thierno Amiron Diallo, di 34 anni, senegalese, perché non ha rispettato un decreto di espulsione; Cosbi Ahmid, 26 anni, marocchino, perché trovato in possesso di circa 400 cd contraffatti. I carabinieri hanno inoltre rintracciato sedici cittadini stranieri di varie nazionalità. Per quattordici extracomunitari é stato emesso il decreto di espulsione.

CISL: Pronta sanatoria per ricorsisti delle Poste. Garantita apertura estiva sedi San Marco, Castrovillari, Trebisacce, Rossano, Corigliano e Scalea

15 lug 08 La vicenda degli ex CTD ricorsisti che avevano attivato il contenzioso giudiziario con Poste Italiane sta finalmente arrivando ad una soluzione pressoché definitiva. “Per effetto delle intese raggiunte con l’Azienda, potranno sanare la propria posizione tutti i colleghi che lavorano in Poste per effetto di una sentenza non ancora passata in giudicato con modalità analoghe a quelle della precedente sanatoria ( accordo del 13 Gennaio 2006)”. E’ quanto afferma in una dichiarazione il segretario Provinciale di CISL/SLP di Cosenza, Dario Filice. “La posizione assunta in questa vicenda – afferma Filice- dalla nostra Organizzazione Sindacale è stata decisiva per ottenere che i destinatari di questa nuova sanatoria fossero TUTTI gli ex CTD ricorsisti ( circa 20.000) e non, come proponeva Poste Italiane, solo i 4000 lavoratori che non avevano inteso aderire alla prima sanatoria.
Sono destinatari della nuova intesa le risorse che abbiano lavorato con contratto a tempo determinato stipulato con le causali utilizzate sino al 31/12/2005 e le risorse che – dal 1° Gennaio 2006 – abbiano lavorato con contratto a tempo determinato stipulato con le causali di cui al D.Lgs 368/01, art. 1.
I lavoratori restano consolidati nelle sedi di collocazioni rilevate alla data di decorrenza dell’accordo.
L’intenzione di avvalersi degli effetti del nuovo accordo dovrà essere espressa da ciascun lavoratore interessato entro il 31 Ottobre 2008.
Il consolidamento avverrà attraverso la sottoscrizione di un verbale di accordo da realizzarsi entro il 28 Febbraio 2008.
Gli effetti dell’accordo sono estensivi anche per colore che debbano essere estromessi dal lavoro in ragione di un provvedimento giudiziale emesso fino alla data di decorrenza dell’accordo ma non ancora portato in esecuzione dalla Società e per tutti quei provvedimenti giudiziali negativi che dovessero intervenire entro il 31 Ottobre 2008.
Inoltre, per dare concreta attuazione alle aspettative di tutti i dipendenti inseriti nella graduatoria del punto 2 dell’accordo del 13 Gennaio 2006, gli effetti della stessa saranno prorogati dal 1° Luglio 2009 al 30 Giugno 2010, con l’impegno dell’Azienda di assicurare a ciascuna risorsa presente nella graduatoria nazionale almeno una convocazione operando lo scorrimento completo di tutte le risorse interessate.
La completa formalizzazione dell’accordo dovrebbe avvenire giorno 22 Luglio, dopo tale data saremo in grado di fornirvi notizie più dettagliate, assistenza e la modulistica occorrente.
A tal fine la segreteria di Cosenza e le sedi periferiche ( San Marco Argentano, Castrovillari, Trebisacce, Rossano, Corigliano e Scalea) garantiranno l’apertura sino al 8 Agosto con successiva riapertura dal 25 Agosto.

La Marina di Corigliano celebra Schiavonea con una festa

15 lug 08 Prosegue a pieno ritmo l’attività socioculturale e di promozione turistica della Pro Loco “Città di Corigliano Calabro” presieduta da Giuseppe Pucci (nella foto a sinistra). Per sabato prossimo, 19 luglio, a Schiavonea, con inizio alle ore 20,30, l’associazione ha organizzato una manifestazione interamente dedicata al medesimo borgo antico marinaro cittadino, alla sua storia, alle sue tradizioni, alla sua gastronomia, per riscoprire e valorizzare le tante peculiarità di questa splendida località a forte vocazione turistica.
“Marina in festa. Racconti di vita marinara”. È questo il nome dell’iniziativa promossa dalla Pro Loco “Città di Corigliano Calabro” in collaborazione con la Fondazione Onlus “Forza Ragazzi” di Rino Gattuso ed il patrocinio del Comune di Corigliano Calabro e della Provincia di Cosenza – Assessorato allo Sport, Turismo e Spettacolo.
Si tratta di una manifestazione assolutamente inedita, mai realizzata dalla nascita di Schiavonea, frutto dell’intuito del presidente Giuseppe Pucci e dei soci tutti della Pro Loco. Un momento di grande spessore socioculturale che lo stesso Pucci ha fortemente voluto per tributare un doveroso omaggio, a nome dell’intera città di Corigliano, nei confronti dei pescatori, della loro vita e del loro straordinario amore per il mare.
“L’obiettivo di questa manifestazione – afferma il presidente Pucci – è quello di far conoscere a livello regionale e, perché no, anche nazionale, il valore culturale e le ricchezza di uomini e capacità che questo territorio possiede. Riteniamo, come Pro Loco, che il borgo antico marinaro di Schiavonea meriti tanta attenzione e la giusta sensibilità da parte delle istituzioni a tutti i livelli nonché dall’intera cittadinanza di Corigliano, essendo una delle più importanti marinerie della Calabria e del Mezzogiorno d’Italia e vantando tradizioni, usi e costumi che non possono andare disperse, ma devono necessariamente essere tramandate alle nuove generazioni. Stiamo riscontrando una grande disponibilità ed una collaborazione senza fine da parte dei cittadini, delle famiglie tutte di Schiavonea, che hanno immediatamente accolto questa iniziativa con entusiasmo e gradimento”.
“La serata – prosegue il presidente Pucci – sarà ricca di sorprese e momenti socioculturali, che non vogliamo svelare appieno affinché tutti possano rendersi conto di persona del lavoro realizzato. Ci saranno certamente stands enogastronomici, grazie alla collaborazione di numerose aziende del territorio che hanno sposato l’iniziativa, nonché racconti di vita marinara, balli e tanta buona musica. Insomma, un’occasione per stare insieme e festeggiare la marina di Schiavonea in questa estate 2008, al fine di inaugurare una manifestazione che, al pari della Grande Festa di Via Roma che stiamo organizzando per il 10 agosto nel centro storico di Corigliano, deve registrare di anno il consenso e il contributo di tutti e divenire un vero e proprio evento istituzionale”.

CarabinieriBarista cosentino arrestato per violenze sessuali: abusava delle dipendenti nel suo bar di Montalto 14 lug 08 Un barista, Francesco Presta, di 43 anni, di Cosenza è stato arrestato dai carabinieri a Torano Castello per violenza sessuale nei confronti di quattro bariste sue dipendenti. A Presta, al quale sono stati concessi gli arresti domiciliari, è stata notificata una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del tribunale di Cosenza, Livio Cristofano, che ha accolto la richiesta del sostituto procuratore, Donatella Donato.... (continua)

Carabinieri in azioneUcciso nel milanese il boss della ndrangheta Carmelo Novella 14 lug 08 Si era appena alzato dal tavolino di un bar di San Vittore Olona, cittadina dell'Alto milanese, su cui era seduto assieme ad alcuni amici, quando due uomini lo hanno avvicinato e gli hanno sparato due colpi in viso, uno al braccio e uno al torace. Così è finito Carmelo Novella, sessantenne di origine calabrese, ma da tempo stabilitosi nell'hinterland del nord di Milano.... (continua)

Luigi De MagistrisDe Magistris replica duro “Punito perchè faccio il mio dovere”. Tra una settimana la nuova sede 14 lug 08 "Sono orgoglioso e fiero di appartenere a quella magistratura che viene punita perché fa il proprio dovere e porta ossequio alla costituzione repubblicana". Così il pm di Catanzaro Luigi De Magistris, commenta la decisione della Cassazione. "Prendo atto - ha detto De Magistris - di questa decisione della Corte di Cassazione di non voler entrare nel merito di una vicenda che pretendeva, per chi ha a cuore la giustizia, ben altro intervento giudiziario".... (continua) - Precedenti: La Cassazione respinge il ricorso di De Magistris perchè fuori tempo massimo

Eugenio FacciollaTruffa alla 488 a Paola, fermato decide di collaborare 14 lug 08 Ha deciso di collaborare con i magistrati una delle sette persone fermate nei giorni scorsi nell'ambito di una operazione della Guardia di Finanza nel cosentino circa una presunta truffa sui fondi della legge 488. Il fermato, del quale non è stato reso noto il nome, ha deciso di collaborare nel corso dell'interrogatorio dinanzi al Giudice per le indagini preliminari. ... (continua)

Mons. Giuseppe AgostinoIstituto Papa Giovanni, Mons. Nunnari “Chi ha sbagliato ripari i danni arrecati”. Facciolla sente per 3 ore Mons. Agostino 14 lug 08 “In merito alle ultime notizie giudiziarie apparse sulla stampa l’Arcivescovo Padre Salvatore Nunnari rinnova la sua fiducia nell’operato della Magistratura sul caso dell’Istituto Papa Giovanni XXIII nella speranza che possa essere restituita al più presto l’auspicata serenità... (continua)

UELa UE punta il dito contro le regioni italiane per el violazioni ambientali. La Calabria tra le virtuose 14 lug 08 Il maggior numero delle procedure d'infrazione che la Commissione europea ha aperto nei confronti di regioni italiane riguarda il settore dell'ambiente: 30 su un totale di 43 procedimenti. Nel complesso le regioni italiane tuttavia hanno migliorato, secondo i dati della Commissione ... (continua)

Guardia di FinanzaAuto, appartamenti, conti bancari e società per un milione e mezzo di euro confiscati ad esponente cosca Mancuso 14 lug 08 Beni mobili e immobili per un valore di 1,4 mln di euro sono stati confiscati da Guardia di Finanza alla cosca Mancuso di Limbadi. Il provvedimento riguarda ... (continua)

Calabrese ucciso a colpi di pistola nel milanese

14 lug 08 Un uomo di 60 anni, Carmelo Novella, è stato ucciso oggi pomeriggio a San Vittore Olona, comune del milanese, da due uomini che, a volto scoperto, lo hanno raggiunto in un bar e lo hanno crivellato di colpi di pistola. I due killer hanno puntato soprattutto al volto dell'uomo. Un proiettile è, però, arrivato anche al torace. L'omicidio è avvenuto verso le 18.30. La vittima, di origine calabrese, aveva precedenti penali ed è morto una ventina di minuti più tardi. Le indagini sono condotte dai carabinieri di Monza e di Legnano.

Dentice da 22 Kg catturato a Cariati

14 lug 08 Una cernia bianca di oltre 22 chilogrammi è stata catturata da quattro pescatori nelle acque di Cariati. Natale Olivo, Gaetano Curia, Aurelio Straface e Antonio Lettieri, soprannominati "la banda del Dentice", sono partiti a bordo dell'imbarcazione "Venus" e una volta giunti al largo hanno buttato un "conzo" da 500 ami. "Al quindicesimo amo che tiravo su - ha detto Lettieri - mi sono accorto che la corda era troppo tesa. Ho capito che poteva esserci un pesce di grosse dimensioni e senza dire niente agli altri ho proseguito a tirare fino a quando, dalle acque chiare del mare, è apparsa questa grossa cernia". Una settimana fa i quattro dilettanti avevano pescato un dentice di oltre 10 chilogrammi, stabilendo un primato che non veniva eguagliato da oltre 40 anni.

I CC scoprono 22 dosi di eroina in un casolare a Serrastretta

14 lug 08 I carabinieri della Compagnia di Soveria Mannelli hanno trovato, nascosto in un edificio fatiscente tra i boschi a sud di Serrastretta, un involucro contenente 22 dosi di eroina. Il ritrovamento è avvenuto nel corso di un controllo del territorio che i militari hanno effettuato nell'intera area del Reventino. Indagini sono in corso per risalire a chi aveva nascosto la droga. Il servizio di controllo dei carabinieri ha riguardato anche la prevenzione ed il controllo stradale. I militari hanno controllato oltre 120 persone e circa 80 mezzi. Inoltre, sono state eseguite perquisizioni personali e veicolari, e sono state elevate contravvenzioni a seguito delle quali sono state ritirate tre patenti, e sottratti 103 punti.

Sit dei lavoratori nella casa di Cura “Vivere Insieme” a Catanzaro

14 lug 08 sit-in di protesta dei lavoratori delle residenze sanitarie assistite, gestite dall'associazione Vivere insieme in piazza Prefettura a Catanzaro. "I lavoratori sono alla terza giornata di sciopero - ha detto il segretario della Cgil-Funzione pubblica di Catanzaro, Antonio Meliti - perché non ricevono lo stipendio da otto mensilità, includendo anche la tredicesima. Nonostante le prime due giornate di protesta e l'incontro con il direttore dell'Azienda sanitaria provinciale, la proprietà delle residenze sanitarie non ha dato nessun segnale di disponibilità". "Abbiamo chiesto - ha aggiunto Meliti - un incontro con il Prefetto di Catanzaro per invitarlo a sensibilizzare le istituzioni su questa vicenda, che sta assumendo i tratti della drammaticità. I lavoratori, allo stesso tempo, hanno deciso di promuovere un'azione presso l'Ispettorato del lavoro per chiedere all'ente di accertare il reale credito dei dipendenti delle strutture e quindi tentare una conciliazione o proseguire nell'azione legale". "Tengo a sottolineare - ha concluso il segretario provinciale della Fisascat-Cisl, Fortunato Lopapa - che durante questi mesi i lavoratori hanno continuato a svolgere con grande professionalità le loro mansioni, evitando così disagi ai pazienti delle strutture sanitarie. La proprietà continua a sostenere di non poter pagare le mensilità arretrate perché non ha ricevuto i soldi dall'azienda sanitaria, che al contrario sostiene di aver saldato tutte le fatture. Chi ha la peggio in questa situazione sono come al solito i dipendenti, che diventano l'anello debole della catena".

Minacce a veterinari nel vibonese

14 lug 08 Il Sivemp, il Sindacato italiano veterinari di medicina pubblica ha espresso la propria solidarietà al presidente dell'Ordine dei medici veterinari di Vibo Valentia e dirigente del Servizio veterinario dell'Asp, Francesco Massara, aggredito in servizio nei giorni scorsi, ed al dirigente veterinario dell'azienda sanitaria di Catanzaro, Roberto Macrì, vittima da tempo di atti intimidatori. "Le due vicende - è scritto in una nota - evidenziano come i medici veterinari dirigenti della Regione Calabria e di tutto il Servizio sanitario nazionale siano sottoposti a rischi e responsabilità rilevanti. La funzione dei veterinari di sanità pubblica è sempre sottovalutata. Speriamo che non occorrano altri episodi del genere per fare capire l'importanza e l'esigenza di essere oggetto di attenzione da parte delle amministrazioni centrali e regionali". "Difendere i consumatori e la salute pubblica - ha concluso il Sivemp - non può diventare una missione, deve essere una forte manifestazione della solidità dello Stato e del diritto".

Niccolò Fabi e Pino Marino il 16 in Calabria per la Lunga marcia della pace

14 lug 08 Due cantautori romani in scena contro la ‘ndrangheta, per il Sud, per chi si ribella: “Ci ha stupiti la storia del murales di Gioiosa Ionica, perché trent’anni fa artisti del Nord e del Sud si sono messi in gioco, insieme contro la ‘ndrangheta. E così abbiamo sposato il progetto della “Lunga marcia della Memoria” organizzata da daSud con Libera: per dare vita a una nuova alleanza tra arte, cultura, associazionismo, tanti cittadini che non si rassegnano a vedere il Sud sottomesso dalle cosche, per u omaggio a chi si è battuto ed è stato ucciso”.
Così Niccolò Fabi e Pino Marino raccontano il perché del loro concerto alla Lunga Marcia della memoria previsto per il 16 luglio a Reggio Calabria sul Lungomare (Pineta Zerbi), una tappa che rientra nell’ambito della Festa della Cgil e che il sindacato ha voluto interamente dedicare alla carovana di daSud e Libera.
Aggiunge Niccolò Fabi: “Non dobbiamo dimenticare tutti i calabresi onesti che il murales di Gioiosa rappresenta”. Gli fa eco Pino Marino: “Il linguaggio dell’arte può servire anche oggi, trent’anni dopo, a recuperare le ragioni dei diritti, a costruire nuovi spazi di libertà”. Concludono Niccolò Fabi e Pino Marino nel messaggio inviato agli organizzatori: “Siamo con i calabresi, vogliamo dare il nostro contributo a promuovere l’immagine positiva di un Sud che resiste, che guarda avanti, che è capace di ribellarsi alle cosche”.
Un’alleanza tra arte e impegno civile per battere le cosche. È lo spirito che anima anche gli altri artisti in campo per la Lunga marcia. Musicisti, registi e attori calabresi, band e uomini dello spettacolo si esibiranno dal 16 al 28 luglio per portare un messaggio anti-’ndrangheta in provincia di Reggio Calabria.
Seconda tappa della carovana musicale la serata del 18 in piazza a Lazzaro (Motta San Giovanni), con i concerti dei Noyalta (gruppo romano etnorock) e dei mitici Operai della Fiat 1100, la tribute band di Rino Gaetano, un gruppo di appassionanti musicisti calabresi. Il 19 a Palizzi (via nazionale) sarà il grande cantastorie calabrese Nino Racco a tenere banco, con il suo nuovo spettacolo “Meridion”. Ancora due band calabresi il 21 in piazza Bellavista a Polistena: la band reggae degli Invece e i Popucià (Dub). Il 23 a Reggio anche la Lunga marcia farà sosta sul Lungomare per ascoltare le note dei Duran Duran (Estate Reggina 2008). C’è anche il cinema alla Lunga marcia: il 24 a Marina di Gioiosa Ionica (Torre Galea) proiezioni e cineforum con gli autori. Sullo schermo tre storie calabresi: Noi dobbiamo deciderci dei vibonesi Felice D’Agostino e Arturo Lavorato, Postelevision 2.0 del crotonese Gaetano Crivaro e Granosangue del regista gioiosano Alberto Gatto, l’opera del nipote di Rocco Gatto dedicata allo zio ucciso dalle cosche nel ’77. Il 25 sul Lungomare di Marina Di Gioiosa Ionica ancora una band calabrese: ritmi elettrici con la taranta dei Gozzansamble.
Concerto finale il 27 luglio a Gioiosa Ionica, con l’inaugurazione del murales restaurato e un evento speciale dedicato a Rocco Gatto e alle altre vittime innocenti della ‘ndrangheta. I Tetes de Bois sul palco con il loro spettacolo Avanti pop. Si tratta di un unicum artistico che vedrà la partecipazione straordinaria degli attori Giuseppe Cederna (grande protagonista nel “Mediterraneo” di Salvadores), Nino Racco e Bebo Storti (il mitico Conte Uguccione), del cantante calabrese Peppe Voltarelli, di Francesco Di Giacomo (leader del Banco del Mutuo Soccorso) e degli Invece. Una grande festa di popolo per restituire colore alla memoria, per recuperare il ricordo della meglio gioventù calabrese.

L’esercito Italiano in “Tour Promozionale per gli Arruolamenti 2008” in Calabria

14 lug 08 Lo Stato Maggiore dell’Esercito, anche quest’anno, ha previsto un’ampia campagna promozionale da condurre nell’ambito della Regione Calabria, finalizzata al reclutamento di Volontari in Ferma Prefissata. Il tour promozionale cli quest’anno prevede le seguenti tappe: a Belvedere Marittimo (CS) il 15 Luglio 2008; a • Locri (RC) il 25 Luglio 2008 ed a Soverato (CZ) l’8 Agosto 2008. L’attività, condotta in ambito locale Regionale dal Comando Militare Esercito “CALABRIA”, di stanza a Catanzaro, al cui vertice il Generale di Brigata Pasquale MARTINELLO, an lo scopo di far conoscere ai giovani calabresi le reali opportunità, in termini occupazionali, che l’Esercito è in grado di offrire. Un Esercito ormai proiettato alla completa professionalizzazione ed in grado di operare in ambito multinazionale e fuori dai confini nazionali per operazioni legate al mantenimento della pace nel mondo In Belvedere Marittimo (CS) il giorno 15 Luglio 2008 dalle ore 17-00 alle ore 24-00 sul lungonuire un team di specialisti in pubblica informazione e pròmozione reclutamento del Comando Militare Esercito “Calabria” (compresa la componente volontaria femminile) incontrerà i giovani per testimoniare con la loro prsenza, un nuovo odo dì porsi alla società civile e dove, nell’occasione, è possibile, con il linguaggio tipico dei giovani, venire a conoscenza della nuova realtà che invade il mondo in uniforme.

Incidente mortale a MammolaCarambola di tre auto sulla Jonio-Tirreno: un morto e sei feriti 13 lug 08 Una persona e' morta ed altre sei sono rimaste ferite in un incidente stradale accaduto lungo la strada di grande comunicazione Jonio-Tirreno, nel territorio di Mammola. Nell'incidente sono rimaste coinvolte tre automobili. La persona deceduta e' Domenico Crisafulli, di 55 anni, di Taurianova. Crisafulli viaggiava a bordo di una Fiat Bravo ... (continua)

Solleone al sudItalia divisa in due dal tempo, pioggia e grandine al nord, sud e Calabria bollenti. A Cosenza caldo record con 44 gradi 13 lug 08 Due morti per il maltempo e una vittima del caldo, strade sommerse dal fango e spiagge affollate, grandinate a Venezia e in Friuli, lago di Como esondato in serata e incendi in Sicilia, centinaia di sfollati dalle proprie case in Valtellina a causa dei temporali e 44 gradi a Cosenza , traffico sulle strade delle vacanze del sud e inviti ... (continua)

TropeaCaro vacanze: Tropea conviene, Forte dei Marmi la più costosa 13 lug 08 E' Forte dei Marmi la spiaggia più costosa d'Italia, dove due lettini e un ombrellone costano dai 30 ai 50 euro, fino agli 80 euro sotto la tenda degli stabilimenti più chic. Per spendere il meno possibile meglio dirigersi nel Gargano e precisamente a Vieste, dove si spendono appena 10 euro per lettini e ombrellone. I dati emergono da una indagine che ... (continua)

Goletta VerdeGoletta verde promuove lo jonio calabrese: è pulito 13 lug 08 Il mare e' pulito lungo la fascia jonica della Calabria, fatta eccezione per la zona di Melito Porto Salvo e dei tratti in coincidenza con le foci del fiume Bonamico e del torrente Fiumarella. E' quanto hanno riferito i rappresentanti di Legambiente Calabria nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Crotone per presentare i dati delle verifiche fatte nello Jonio calabrese nell'ambito di Goletta Verde. ... (continua)

Il ministro SacconiIl Ministro Sacconi pronto a commissariare la Calabria per i conti in rosso con la sanità 13 lug 08 Anche per le altre regioni con i conti sanitari in rosso potrebbe scattare il commissariamento. E' quanto afferma il ministro del lavoro e della Sanita', Maurizio Sacconi in una intervista pubblicata oggi sul quotidiano ‘La Stampa’. ''Se la verifica dei conti che stiamo facendo dara' esito negativo - dice il ministro rispondendo ad una domanda sulla situazione di quattro regioni (Campania, Sicilia, Calabria e Abruzzo) - non potremo far altro che applicare la stessa cura imposta al Lazio, ovvero commissariare'' ... (continua)

 

Canadair in azione su otto incendi

13 lug 08 Mentre al nord il maltempo sta creando seri problemi, al sud i Canadair e gli elicotteri della Protezione Civile sono dovuti intervenire su otto incendi sviluppatisi in Calabria, in Puglia e in Sicilia. Le situazioni piu' difficili si sono verificate in Sicilia dove i soccorsi sono stati costretti ad evacuare a titolo precauzionale alcune abitazioni nei pressi di Baronessa (Enna) e Tortorici (Messina). Due persone sono anche rimaste intossicate a causa del fumo, ma le loro condizioni non destano particolari preoccupazioni. Problemi anche a Lipari, dove un incendio sta minacciando le abitazioni. In Puglia invece l'incendio su cui stanno operando i velivoli della flotta dello Stato, ha interessato una pineta nei pressi del mare, in provincia di Brindisi.

Messaggio dei sindaci del milanese al PM Macrì: Liberatici delle cosche

13 lug 08 ''Liberateci dalle cosche'': e' la richiesta che i sindaci di tre Comuni del milanese rivolgono al pm della Direzione nazionale antimafia, Vincenzo Macri'. I primi cittadini dei Comuni di Cesano Boscone, Vincenzo D'Avanzo, Corsico, Sergio Graffeo, e Trezzano sul Naviglio, Liana Scundi, secondo quanto scrive il quotidiano Calabria Ora, hanno scritto a Macri' chiedendogli un ''incontro urgente''. L'incontro, secondo quanto scrivono i sindaci nella lettera a Macri', dovra' servire ''ad unire le forze ed attivare progetti mirati, in accordo con le forze dell'ordine, contro la criminalita' organizzata nel milanese. E questo perche' - aggiungono i primi cittadini - gli sforzi che stiamo portando avanti, sia con la guardia di finanza che con i carabinieri, non possono essere sufficienti per contrastare la criminalita' organizzata''. I tre sindaci hanno deciso di rivolgersi a Macri' poiche' e' stato proprio il pm della Dna a sottolineare, in piu' occasioni, il ''ruolo egemone della 'ndrangheta nel Milanese''. Il magistrato, di recente, intervenendo alla presentazione del libro sulla criminalita' organizzata calabrese scritto dall'ex presidente della Commissione antimafia, Francesco Forgione, aveva definito Milano ''la vera capitale della 'ndrangheta''.

Canadair al lavoro, quaranta incendi in Calabria

13 lug 08 Sono oltre quaranta gli incendi di bosco e di sterpaglie che si sono registrati oggi in Calabria. I roghi sono divampati in tutta la regione rendendo necessario, nei casi piu' gravi, l'impiego dei mezzi aerei della Protezione civile regionale, la cui sala operativa sta coordinando gli interventi. L'incendio di maggiori dimensioni si e' verificato a Tiriolo, in provincia di Catanzaro, dove, oltre a tre elicotteri della Regione, sono intervenuti due canadair della Protezione civile nazionale. L'allerta resta alta anche a causa delle temperature elevate che si registrano in tutta la regione, favorendo il propagarsi degli incendi.

Passeggeri del treno bloccato a Genova ripartiti nella notte

13 lug 08 Sono potuti ripartire la scorsa notte alle 2.42., dopo circa cinque ore di attesa, cento dei 120 passeggeri del treno 1621 Milano-Lamezia Terme, bloccato sui binari ieri sera dopo che due carrozze sono deragliate tra le stazioni genovesi di Piazza Principe e Brignole. Non si e' registrato nessun ferito anche perche' il treno viaggiava a bassa velocita'. Una ventina di viaggiatori hanno preferito rimanere una notte in albergo a Genova, a spese delle Ferrovie, per rimanere vicino alle auto caricate su una bisarca, una delle due carrozze deragliate. Il resto del convoglio, composto sia da carrozze sia da bisarche, e' stato agganciato a un'altro treno in partenza nella notte per Lamezia Terme. Stamani, nel tratto tra le due stazioni il traffico procede su tre dei quattro binari esistenti in attesa che venga ripristinato quello rimasto danneggiato dal deragliamento.

A3 chiusa da Lagonegro a Lauria lunedì dalle 14 alle 16 per lavori

13 lug 08 L'Anas comunica che, per lavori di ammodernamento, dalle 14.00 fino alle 16,00 di lunedi' 14 luglio 2008, sara' chiusa al traffico il tratto dell'autostrada Salerno Reggio Calabria dal km 123,500 al km 138, ovvero dallo svincolo di Lagonegro Nord a quello di Lauria Nord. La chiusura del tratto autostradale si rende necessaria per la demolizione, in carreggiata Sud, del Viadotto Dragonara con l'utilizzo di esplosivi. I mezzi leggeri diretti in direzione Sud potranno uscire allo svincolo di Lagonegro Nord e rientrare allo svincolo di Lauria Nord. Quelli diretti, invece, in direzione Nord potranno uscire allo svincolo di Lauria Nord e rientrare allo svincolo di Lagonegro Nord. Per i mezzi pesanti diretti in direzione Nord e' consigliata l'uscita allo svincolo di Lauria Nord con prosecuzione attraverso il percorso alternativo (S.S. 653 e S.S. 92 e S.S. 598) e rientro allo svincolo di Atena Lucana. Per i mezzi pesanti diretti, invece, in direzione Sud uscita consigliata allo svincolo di Atena Lucana e prosecuzione attraverso il percorso alternativo (S.S. 598 e S.S. 92 e S.S. 653) con rientro allo svincolo di Lauria Nord. In alternativa, i mezzi pesanti per i tempi strettamente necessari, stimati in circa 120 minuti, potranno sostare nelle aree di cantiere immediatamente attigue agli svincoli di Lauria Nord e Lagonegro Nord, sotto l'assistenza del personale Anas e Polstrada presente sul posto. I dispositivi di traffico ed i percorsi alternativi sono stati comunicati agli Enti e alle Istituzioni interessate. Si ricorda, infine, che l'informazione agli automobilisti sulla viabilita' e sul traffico e' assicurata attraverso il CCISS 1518 "Viaggiare Informati", Isoradio, le emittenti radio-televisive, il sito Anas www.stradeanas.it e chiamando il numero verde 800.290.092.

TrenoIl treno Milano-Lamezia deraglia in galleria a Genova, nessun ferito ma disagi ai passeggeri 13 lug 08 Due carrozze del treno passeggeri 1621 Milano-Lamezia Terme sono deragliate stasera nella galleria che collega le stazioni genovesi di Piazza Principe e Brignole. Non ci sono feriti, anche perche' il treno procedeva a velocita' molto bassa. Sono uscite dai binari un vagone passeggeri ed una bisarca per il trasporto delle automobili al seguito. ... (continua)

Cesare CasellaScoperto nella locride il probabile rifugio in cui fu sequestrato Cesare Casella 12 lug 08 Potrebbe essere stata una delle prigioni di Cesare Casella, lo studente di Pavia sequestrato negli anni '80, il rifugio trovato dai carabinieri nelle campagne di Stilo, nella Locride. A trovare il rifugio, nel corso di un servizio di rastrellamento, sono stati i carabinieri della Compagnia di Roccella Jonica e dello Squadrone eliportato cacciatori, coordinati dal Gruppo di Locri. ... (continua)

Operazione dei ROSLatitante cosca Molè Piromalli scoperto dopo sei anni di latitanza in Spagna era il broker europeo della ndrangheta 12 lug 08 Un broker europeo del narcotraffico per conto della 'ndrangheta, è come definiscono i carabinieri Ippolito Magnoli, detto "Peppe", nato a Rosarno (Reggio Calabria) 61 anni fa, ricercato da sei, arrestato questa notte ... (continua)

Porto di GioiaImportavano aglio cinese di frodo, scoperti dalla Finanza. Evasi circa 1.5 mln di euro di dazi 12 lug 08 Una frode doganale con evasione d'imposta per circa un milione e mezzo di euro è stata scoperta dalla Guardia di finanza di Catanzaro, che ha denunciato un imprenditore per contrabbando ... (continua)

Sorvegliato speciale arrestato a Castrolibero

12 lug 08 I carabinieri hanno arrestato a Castrolibero un pregiudicato, Carmine De Rango, di 39 anni. De Rango, che era gia' agli arresti domiciliari, e' accusato di avere violato gli obblighi della sorveglianza speciale cui era sottoposto prima che nei suoi confronti venisse emessa la misura restrittiva. L'uomo e' stato portato nel carcere di Cosenza.

Pensionato arrestato con 110 kg di hashish in Francia, collegato ai Molè Piromalli

12 log 08 Sono stati arrestati per traffico internazionale di sostanze stupefacenti in un'area di servizio dell'autostrada francese A/9 nei pressi di Narbonne, Domenico Stanganelli, di 42 anni, nato a Cannes ma residente a Gioia Tauro (Reggio Calabria), con precedenti, ed il pensionato francese Gaston Belfis, di 72 anni, di Nizza. Nel corso dell'operazione condotta dai carabinieri del Ros di Genova in collaborazione con i colleghi francesi sono stati sequestrati 110 chili di hashish. La sostanza stupefacente è stata trovata a bordo dell'auto condotta dall'anziano, che data l'età, e trattandosi di una persona incensurata, era stato reclutato come "corriere". Stanganelli, appartenente ad una famiglia riconducibile alla cosca della 'ndrangheta dei Mole'-Piromalli, aveva invece il ruolo della "staffetta", doveva cioé garantire al corriere la sicurezza del percorso. Secondo quanto spiegato dai carabinieri lo stupefacente era destinato al mercato della Costa Azzurra ed in parte a quello del Ponente ligure e all'area genovese.

Temperature torride traffico in aumento

12 lug 08 Sole che picchia e temperature in netta risalita per il secondo week-end di luglio in Calabria. Sulle principali strade della regione il traffico è segnalato in intensificazione dal Compartimento della Polizia stradale della Calabria. La circolazione è più intensa sulla strada statale 18 e sulla statale 106, arterie di collegamento con le principali località turistiche dei litorali ionico e tirrenico, dove si registra una presenza maggiore di vacanzieri. Agli imbarcaderi di Villa San Giovanni i tempi di attesa sono nella norma. Da Scalea a Diamante e da Tropea a Scilla, lungo il litorale tirrenico, non sono mancati quanti hanno deciso di sfuggire alla calura intensa già dalle prime ore del mattino riversandosi in spiaggia. Presenze di turisti in crescita anche sul litorale ionico, Soverato, Copanello e sulle spiagge della Locride, del crotonese e del cosentino.

Denuncia per una strada abusiva a San Lucido

12 lug 08 Un uomo è stato denunciato dal Corpo forestale dello Stato a San Lucido con l'accusa di avere realizzato abusivamente una strada lunga oltre 100 metri e larga quattro. Gli agenti hanno accertato che, per realizzare la pista, in assenza di autorizzazione, sono state sradicate alcune piante in una zona sottoposta a vincolo idrogeologico.

Piantagione di canapa scoperta dai CC a Pizzo

12 lug 08 Una coltivazione composta da mille piante di canapa indiana è stata sequestrata a Pizzo dai carabinieri, che hanno arrestato un pregiudicato, Giuseppe Cannizzaro, di 29 anni con l'accusa di coltivazione di sostanze stupefacenti. La piantagione, realizzata su una superficie di 500 metri quadri, era irrigata e curata da Cannizzaro. Le piante di canapa indiana, dell'altezza media di due metri, hanno un peso complessivo di 400 chilogrammi

PaolaBlitz della Finanza in serata a Paola per una truffa da 26 mln alla 488. Sette fermi, tra di loro un finanziere, un consigliere comunale ed un mobiliere 11 giu 08 La Guardia di finanza ha fermato sette persone in provincia di Cosenza accusate di aver compiuto una truffa ai danni dello Stato percependo indebitamente finanziamenti per oltre 26 milioni di euro. I fermi sono stati fatti in esecuzione di un decreto emesso dal pm della Procura della Repubblica di Paola, Eugenio Facciolla, titolare dell'inchiesta coordinata dal procuratore della Repubblica facente funzioni, Domenico Fiordalisi. ... (continua)

Padre FedeleProcesso Padre Fedele, scontro tra difese: “Lesa dignità” da un lato, “Domande ammesse dal tribunale” la replica 11 lug 08 I difensori di padre Fedele Bisceglia, accusato di violenza sessuale ai danni di una suora, "ledono la dignità della vittima e violano le norme sulla sua tutela". E' quanto sostiene in una nota l'avvocato Elena Coccia, del Centro contro le violenza alle donne Roberta Lanzino, parte civile nel processo in corso a Cosenza contro padre Fedele ed il suo segretario, Antonio Gaudio, facendo riferimento all'udienza ... (continua)

Santo VersaceLa bellezza salverà il sud, convegno dei giovani imprenditori sul futuro del Mezzogiorno a Copanello con De Rose, Minniti, Rubbettino e Versace 11 lug 08 Far ripartire il sud valorizzando le sue bellezze. E' stato questo il senso del convegno sul tema "We love sud - la bellezza salverà il Mezzogiorno?" organizzato a Copanello dai giovani imprenditori di Confindustria. Il senso del convegno, concluso dalla presidente nazionale dei Giovani di Confindustria, Federica Guidi, è racchiuso nelle esperienze raccontate da due giovani imprenditori meridionali ... (continua)

Guardia di FinanzaNelle mani della ndrangheta il controllo delle sale da gioco, videogioco e d’azzardo, la Finanza sequestra 30 mln di beni nel reggino 11 lug 08 Beni mobili e immobili per un valore di 30 milioni di euro sono stati sequestrati a Reggio Calabria nei confronti di esponenti della 'ndrangheta. I beni sottoposti a sequestro sono appartamenti di lusso, esercizi commerciali, depositi, magazzini, terreni, sale da gioco, ed alcune società. L'operazione è stata compiuta dai militari della guardia di finanza ... (continua)

Infermiere senza stipendio tenta il suicidio a Catanzaro: salvato dalla polizia

11 lug 08 Senza stipendio da mesi minaccia di buttarsi da un ponte e la polizia riesce a bloccarlo: accade a Catanzaro, dove un infermiere ha minacciato il suicidio. L'uomo, S.F., 38 anni, due figli, lavora in una casa di accoglienza della zona dalla quale ha dichiarato di non percepire lo stipendio da diversi mesi. A causa delle difficoltà economiche in cui è costretto a vivere, è rimasto aggrappato alla ringhiera del viadotto Bisantis. La polizia, avvertita da alcune persone si è recata sul posto e ha cercato di convincere l'infermiere a desistere. Dopo una lunga trattativa con gli agenti, l'uomo ha accettato l'intervento della polizia ed è stato subito soccorso dall'ambulanza del 118. S.F. è stato portato in ospedale, dove i medici hanno prescritto per lui un ricovero nel reparto psichiatrico di una clinica cittadina.

Prevenzione incendi, chiarimento tra il sindaco di San Giovanni e Bertolaso

11 lug 08 C'é stato un chiarimento tra il sindaco di San Giovanni in Fiore, Antonio Nicoletti, e il sottosegretario Guido Bertolaso, tramite una collaboratrice del Capo della Protezione civile, dopo il botta e risposta dei giorni scorsi in tema di prevenzione incendi. A riferirlo è una nota del Comune di San Giovanni in Fiore nella quale si precisa che una collaboratrice di Bertolaso parlando a telefono con il sindaco Nicoletti "ha chiarito che le parole di Bertolaso 'non erano accuse rivolte all'Ente locale in particolare, ma solo un esempio di ciò che può accadere se nel campo delle emergenze non si predispone una organizzazione capillaré". "Il sindaco di San Giovanni in Fiore - prosegue la nota - si dice grato al sottosegretario che, nella celerità con la quale ha inteso chiarire l'equivoco, ha dimostrato attenzione ed interesse verso le realtà territoriali e comprensione delle difficoltà nelle quali, spesso, i comuni si trovano ad operare. Nicoletti nel corso della telefonata ha chiesto la possibilità di un incontro che si dovrebbe tenere a breve per discutere alcune importanti questioni che riguardano la programmazione comunale ed in particolare la necessità di sbloccare il decreto riguardante il Distaccamento Misto dei Vigili del Fuoco per come previsto dal programma Ministeriale 'Soccorso Italia in 20 minuti'". "E' più di un anno che attendiamo - sostiene Nicoletti - che si renda finalmente operativo, nella nostra realtà, questo progetto perché si tratterà di un distaccamento che svolgerà la propria attività in un'area particolarmente sensibile, una realtà montana che, sia nel periodo estivo sia in quello invernale, è esposta ad eventi che richiedono la presenza dei vigili del fuoco. Una struttura che potrà garantire la copertura e la presenza in una zona importante dell'altopiano silano, colmando così quella che è una lacuna nel settore della sicurezza civile"

Bandi dell’Anas per 21 mln per lavori sulla ss106 e sulla ss182

11 lug 08 Saranno pubblicati lunedì 14 luglio sulla Gazzetta Ufficiale due bandi di gara per un valore di oltre 21 milioni di euro per lavori da effettuarsi sulla statale 106 "Jonica" e sulla statale 182 "Trasversale delle Serre". Lo rende noto l'Anas in un comunicato. "Il primo bando - è scritto nel comunicato - riguarda i lavori per la messa in sicurezza della strada statale 106 'Jonica' tra il km 6,700 (Reggio Calabria) e km 31,600 (Melito Porto Salvo), stralcio 1°. L'importo complessivo posto a base di gara ammonta a oltre 12 milioni di euro. L'Anas procederà all'aggiudicazione dell'appalto con il criterio del prezzo più basso. Il termine per la presentazione delle offerte scade alle 12 dell'8 settembre 2008. I lavori in appalto riguardano la realizzazione di una serie di interventi mirati al miglioramento degli attuali livelli di servizio e di sicurezza dell'infrastruttura, come il rifacimento dei tratti di pavimentazione ammalorata e della segnaletica orizzontale e verticale, il risanamento delle opere murarie presenti, la sostituzione delle barriere di sicurezza, il rafforzamento delle pendici e l'installazione di reti paramassi, nonché interventi di risanamento strutturale delle gallerie esistenti e l'installazione di impianti di illuminazione". "Il secondo bando - prosegue la nota - riguarda i lavori di completamento della costruzione della strada statale 182 'Trasversale delle Serre' nel comune di Gagliato, 3° lotto, 5° tronco Chiaravalle-Soverato, dalla strada provinciale per Argusto allo svincolo di Gagliato. L'importo complessivo posto a base di gara ammonta a circa 9 milioni di euro. Anche in questo caso, l'Anas procederà all'aggiudicazione dell'appalto con il criterio del prezzo più basso, mentre il termine per la presentazione delle offerte scade alle 12 del 10 settembre 2008". "I lavori in appalto - prosegue la nota dell'Anas - consistono nel completamento di un lotto già a suo tempo regolarmente appaltato e, successivamente a causa di inadempienze contrattuali commesse dall'impresa appaltatrice, non terminato. I lavori, pertanto, si fermarono a circa l'80% del totale. Il terzo lotto della statale 182 'Trasversale delle Serre', che verrà completato con questo nuovo appalto, si snoda su un percorso 2.766 metri, ha inizio dopo lo svincolo di Argusto e termina a Gagliato. Il tronco stradale da completare, per l'orografia tormentata del territorio, si sviluppa principalmente su sei viadotti, per una lunghezza complessiva di circa 1020 metri. Oltre ai viadotti è presente la galleria naturale "Scamardi", una galleria artificiale e, a fine lotto, lo svincolo a sedi sfalsate per Gagliato".

Chiuso per lavori domenica mattina il tratto A3 Gioia-Palmi

11 lug 08 Sarà chiuso dalle 4 alle 11 di domenica 13 luglio per lavori di manutenzione il tratto autostradale tra gli svincoli di Gioia Tauro e Palmi dell'autostrada Salerno - Reggio Calabria. Lo rende noto l'Anas. La chiusura al traffico, è spiegato nel comunicato, riguarderà il tratto dell'autostrada che va dal km 393,500 al km 400,500, tra gli svincoli di Gioia Tauro e Palmi e la carreggiata Sud dal km 400,500 al km 408,100, tra gli svincoli di Palmi e S.Elia. "Il traffico proveniente da Reggio Calabria in direzione Nord - prosegue la nota - sarà deviato con uscita obbligatoria allo svincolo di Palmi e attraverso la strada statale 18 rientrerà allo svincolo di Gioia Tauro. Il traffico proveniente da Salerno in direzione Sud, invece, sarà deviato con uscita obbligatoria allo svincolo di Gioia Tauro e tramite la strada statale 18 rientrerà allo svincolo di S.Elia. I dispositivi di traffico ed i percorsi alternativi sono stati comunicati agli Enti e alle Istituzioni interessate"

Altro sciame sismico nella piana di Lamezia

11 lug 08 Uno sciame sismico si è liberato dal 9 luglio scorso nell'area di Lamezia Terme. 11 le scosse registrate. Stamani si sono verificati una decina di scosse. L'attività sismica di stamani ha avuto inizio alle 9,14 e si é protratta per quattro minuti con scosse ad intervalli, l'una dall'altra, di un minuto. Quella di maggiore intensità si è verificata alle 9,15 con un magnitudo pari a 3.0. Dopo una pausa di qualche minuto l'attività sismica è ripresa con altre micro scosse. Alcune delle scosse sono state avvertite dalle persone. Al momento però non vengono segnalati danni. Lo sciame sismico è stato rilevato dalle apparecchiature dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e dal Dipartimento Scienza della Terra dell'Università della Calabria.

Sorelle di testimoni di giustizia di Crotone chiedono incontro col ministro maroni

11 lug 08 Due sorelle testimoni di giustizia chiedono, ancora una volta, di essere ricevute dal ministro dell'interno, Roberto Maroni, perché, dicono, "ci sentiamo abbandonate dallo Stato". Vivono, con altri due componenti della famiglia in una località protetta sotto falso nome, dopo che hanno fatto arrestare, nel 1992, gli assassini di due loro fratelli, uccisi per una faida in un centro della provincia di Crotone. Hanno già manifestato, circa un mese fa a Roma, e, spiegano, in quell'occasione, "abbiamo avuto l'assicurazione che il ministro ci avrebbe concesso un incontro. Ma nulla è successo: abbandonate dallo Stato come prima" Da lunedì, 14 luglio, torneranno a manifestare in piazza del Viminale, "anche di notte, con le catene ai polsi. La nostra protesta disperata andrà avanti fino a quando non otterremo l'incontro". "Sedici anni fa - raccontano - abbiamo testimoniato contro esponenti della 'ndrangheta e per questo abbiamo dovuto abbandonare la nostra casa e perso il lavoro. Le istituzioni ci avevano garantito che lo Stato ci avrebbe offerto un'attività lavorativa e acquistato i nostri beni. Ma - denunciano le due sorelle - a distanza di tanti anni le promesse non sono state mantenute. Continuiamo a vivere da clandestini".

Intervenuto 118Tragedia a Mirto Crosia, uomo rimane folgorato mentre accendeva un faretto e muore 10 lug 08 Un uomo di 33 anni, sposato e padre di un bambino di tre mesi, agente di polizia penitenziaria, è morto folgorato a Mirto- Crosia, da una scossa elettrica mentre si accingeva a collegare un cavo di un faretto posto nel giardino di casa. L'uomo soccorso immediatamente dai sanitari del 118 ... (continua)

Veduta di ViboMilitare di Vibo morto per tumore, si sospetta contaminazione da uranio. Era stato in Sudan, Kosovo e Libano 10 lug 08 Un altro militare morto per presunta contaminazione da uranio impoverito. La denuncia arriva via internet, sul sito vittimeuranio.com, dai familiari del giovane, un paracadutista della Folgore di 24 anni, originario di Vibo Valentia e in servizio a Pistoia. E' morto il 7 luglio scorso per un tumore ... (continua)

Questura Reggio CalabriaOmicidio sindacalista a Reggio: Una lotta prima della rapina, vittima seguita in banca 10 lug 08 C'é stata una colluttazione prima dell'omicidio di Pietro Logoteta, il sindacalista della Confsal ucciso ieri nel suo ufficio a Reggio Calabria. La ricostruzione della dinamica del delitto è stata fatta dagli agenti della squadra mobile di Reggio Calabria che durante la notte hanno compiuto numerosi interrogatori... (continua)

rifiutiDistribuiti i premi ai comuni più virtuosi nel riciclo dei rifiuti. Sono 1081, il 90% sono al nord, uno solo in Calabria: Piane Crati 10 lug 08 I rifiuti non sono solo emergenza ma anche eccellenza. In Italia sono oltre mille i comuni virtuosi nella gestione dell'immondizia. E nell'elenco c'é anche il Sud. In Campania promosse 39 città. Bisogna però andare in Piemonte per arrivare alla testa della classifica nazionale: Costigliole d'Asti, la città del Barbera, ha stracciato tutti con il 73,09% ... (continua)

Pal. Nieddu a LocriProcesso Fortugno: Secono lo psichiatra, Piccolo non stava male. Il 24 deporrà Zavettieri 10 lug 08 Il collaboratore di giustizia Bruno Piccolo, suicidatosi nell'autunno dello scorso anno, "non manifestava particolari disagi": lo ha detto il prof. Baldassarre Chimenz, specialista in psichiatria, nell'udienza del processo per l'omicidio ... (continua)

IncendioSan Giovanni in Fiore senza squadre antincendio e senza piano di Protezione Civile. Il Sindaco “Comuni anello debole” 10 lug 08 "A San Giovanni in Fiore mancano le squadre antincendio e un piano di protezione civile". E' l'allarme lanciato ieri da Legambiente in occasione della presentazione del rapporto "Ecosistema incendi 2008". "Il capo della Protezione civile ha spronato così .. (continua)

TerremotiSciame sismico nella piana di Lamezia: finora 9 scosse di terremoto tra 2.6 e 3.6, nessun danno 10 lug 08 Un vero e proprio sciame sismico è quello che si sta verificando nella piana di Lamezia tra Falerna e Gizzeria dopo la scossa avvenuta ieri sera alle 19:43:33 con magnitudo 3.2 si sono verificate altre sette scosse: ieri alle 21:55:40 con magnitudo 2.5, questa notte alle 01:08:27 con magnitudo... (continua)

Pino MasciariMasciari “Mai ricevuto soldi anzi ho perso tutto”. Mantovano “E’ ancora sotto protezione” 10 lug 08 Il testimone di giustizia Giuseppe Masciari smentisce di aver mai ricevuto dallo Stato la somma di 3,5 milioni di euro. Ieri il Viminale aveva reso noto che la commissione centrale per i programmi di protezione aveva offerto a Masciari un'ipotesi di definizione del rapporto "più ampia mai riconosciuta a un testimone di giustizia". "Delle somme che il ministero indica ... (continua)

Guardia di FinanzaLa Finanza di Milano arresta otto presunti affiliati alla cosca Barbaro-Papalia, catturate le nuove leve 10 lug 08 Il nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Milano ha arrestato nelle prime ore di questa mattina otto persone sospettate di appartenere alla cosca della 'ndrangheta dei Barbaro-Papalia. Le ordinanze di custodia cautelare ... (continua)

 

Inchiesta Why Not: Il Tdl deciderà sulle perquisizioni a Saladino

10 lug 08 Sarà il Tribunale della libertà di Catanzaro a decidere contro il decreto di perquisizione e sequestro di materiale nei confronti di Antonio Saladino, uno dei principali indagati dell'inchiesta Why Not. A deciderlo è stata la Corte di Cassazione, che ha disposto la trasmissione degli atti ai giudici del riesame del capoluogo calabrese. Il ricorso in Cassazione era stato presentato nel febbraio scorso dall'avvocato Francesco Gambardella, difensore di Antonio Saladino, secondo il quale non sussiste il reato di corruzione elettorale in quanto all'epoca dei fatti, e cioé durante la campagna elettorale per le regionali del 2005, il Presidente della Regione, Agazio Loiero, anch'egli indagato nell'inchiesta Why Not, non era pubblico ufficiale. Le perquisizioni ed i sequestri di materiale, furono disposte dai magistrati della Procura Generale di Catanzaro, e oltre a Saladino riguardarono anche il Presidente Loiero ed alcune sedi di Obiettivo Lavoro e della Compagnia delle Opere della Calabria. La trasmissione degli atti al Tribunale della libertà è finalizzata a fare in modo che venga valutata nel merito la tesi dei difensori di Saladino secondo i quali non ci sarebbero gli elementi che dimostrino il reato corruzione elettorale.

Mario Spagnuolo neo Procuratore Capo della Repubblica di Vibo. le altre nomine

10 lug 08 Il Plenum del Csm ha nominato l'attuale procuratore aggiunto e coordinatore della Dda di Catanzaro, Mario Spagnuolo, procuratore della Repubblica di Vibo Valentia. E' stata accolta, così, la proposta che era stata formulata dalla Commissione incarichi direttivi. Spagnuolo, 54 ani, è in magistratura da 30 anni. E' stato giudice del Tribunale di Cosenza e sostituto procuratore sempre a Cosenza. Nel 2000 la nomina a Procuratore aggiunto di Catanzaro, dove fino al 2004 è stato coordinatore della Procura ordinaria e successivamente della Dda. Molte le inchieste che Spagnuolo ha condotto tra cui quelle sull'alluvione di Soverato e, come coordinatore della Dda, quella denominata Missing sulla guerra di mafia a Cosenza con l'uccisione di 45 persone. L'insediamento di Spagnuolo a Vibo Valentia avverrà nei tempi più brevi.
Queste tutte le nomine ai vertici degli uffici giudiziari: tra ieri e oggi il plenum del Csm ha assegnato tredici uffici direttivi, due dei quali presso la Corte Suprema di Cassazione e otto alla guida di altrettante procure. La maggior parte delle nomine sono state proposte e deliberate all'unanimità. Presidente di Sezione in Cassazione sono stati nominati Piero Mocali e Aldo Grassi. Gli otto nuovi procuratori sono Ugo Rossi (Siracusa) Mario Spagnuolo (Vibo Valentia);Mario Mercone (Cassino); Francantonio Granero (Savona); Tommaso Buonanno (Lecco); Salvatore De Luca (Barcellona Pozzo di Gotto); Carmelo Antonio Petralia (Ragusa) e Giancarlo Grippo (Vallo della Lucania). Tre invece le nomine ai vertici di uffici giudicanti: Presidente del Tribunale per i minorenni di Bolzano è Brunhilde Platzer; guiderà invece il Tribunale di Sorveglianza di Potenza é Gabriele Donatiello e lo stesso ruolo a Reggio Calabria lo ricoprirà Ferdinando Maria Licata. Infine Giorgio Odero è stato nominato Presidente di Sezione della Corte di Appello di Genova.

Latitante di Palmi arrestato a Pavia

10 lug 08 Latitante da alcuni mesi, ha dato appuntamento a moglie e figli nell'Ipermercato di Montebello della Battaglia (Pavia), molto frequentato in tutte le ore del giorno. La squadra mobile di Alessandria, che teneva sotto controllo i movimenti della donna, e' riuscita ad arrestare il ricercato. Si tratta di Paolo Attisano, 32 anni, nativo di Palmi e residente da qualche anno a Tortona (Alessandria), ritenuto affiliato alla ndrangheta della cosca dei Sanatiti, attiva nel territorio di Seminara (Reggio Calabria). L'uomo, colpito da ordine di carcerazione emesso il 27 marzo 2008 dalla Procura Generale di Torino per un cumulo di pena di 4 anni e 10 mesi di reclusione per traffico di stupefacenti, rapina aggravata, armi e altri reati, era riuscito a fare perdere le tracce. Le indagini degli agenti alessandrini, in collaborazione con i colleghi della sezione criminalita' organizzata della squadra mobile di Torino, hanno consentito di accertare che Attisano non aveva un domicilio stabile ne' svolgeva alcuna attivita' lavorativa. Tenendo sotto controllo i famigliari e una cerchia di conoscenti, e' stato individuato un possibile ''contatto'' tra la moglie e il ricercato in un appuntamento con il dentista fissato per le 14. E in effetti l'auto guidata dal cognato ha portato la donna e i figli all'Iper, dove ad attenderla c'era Attisano. Gli agenti sono intervenuti e l'uomo ha tentato la fuga ma e' stato bloccato.

CGIL “La riduzione delle scorte mette in pericolo gli agenti”

10 lug 08 Il sindacato di polizia della Cgil interviene sulla riduzione delle scorte ai magistrati e chiede che venga garantita la sicurezza degli agenti. ''La Silp-Cgil - è detto in una nota - pur non ritenendo opportuno entrare nel merito della decisione adottata dal Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica, non riesce a immaginare come, in un momento di forte tensione, caratterizzato da numerosi successi investigativi, sia stato possibile assumere una decisione di tale portata, fonte di profonda preoccupazione tra i colleghi e nell'opinione pubblica". "Il sindacato - prosegue il comunicato - ritiene, anche alla luce della già operata riduzione del numero dei componenti degli equipaggi e delle recenti minacce rivolte a componenti degli organi della magistratura, che in questo momento non vi siano più i presupposti per garantire le minime condizioni per la loro sicurezza". "La Silp-Cgil di Catanzaro - conclude la nota - ritiene necessario sollecitare un'immediata revisione delle decisioni adottate dal Cosp, affinché siano ripristinate nel più breve tempo possibile le più adeguate condizioni di sicurezza utili per consentire agli operatori delle scorte di svolgere il proprio compito nel modo più sicuro e più professionale possibile"

Arrestato l’uomo che minacciò il fotografo di un quotidiano di Crotone

10 lug 08 Un uomo, Rocco Laratta, di 36 anni, è stato arrestato a Crotone dalla polizia perché ritenuto l'autore di una intimidazione al fotografo di un quotidiano. A Laratta è stata notificata una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Crotone che ha accolto la richiesta della locale procura. L'uomo è cognato di Luca Megna, ucciso in un agguato alla vigilia di Pasqua nell'ambito di una faida nel quartiere di Papanice a Crotone. Il 16 giugno scorso il fotografo della redazione di Crotone si recò a Papanice per un servizio ad alcune scritte inneggianti a Luca Megna. In quella occasione, secondo gli investigatori, Laratta avrebbe minacciato la vittima costringendola a seguirla in uno studio fotografico dove avvenne la distruzione delle fotografie.

Associazione revisori: perplessità sui controlli dell’Ufficio delle Entrate

10 lug 08 L'Associazione nazionale dei revisori contabili (Anrec), in un comunicato, rende noto di avere ricevuto da migliaia di iscritti lamentele circa richieste di esibizioni di documenti da parte dell'Agenzia delle Entrate. Dagli uffici periferici dell'Agenzia, è scritto nel comunicato dell'Anrec, si chiede l'esibizione di "documenti contabili per verifiche a sorteggio, impartite dall'Agenzia delle Entrate di Roma, per lo più indirizzate nei confronti di soggetti dichiarati 'congrui' o di soggetti i cui ricavi riflettono 'aggi' (sali e tabacchi, farmacie, rivendite giornali ecc)". "Premesso, che la richiesta avviene in un momento molto delicato, in quanto i commercialisti sono impegnati per la compilazione delle dichiarazione dei redditi a cavallo, tra l'altro, del periodo feriale - è scritto nel comunicato - c'e, anche, da dire che lascia molto perplesso questo tipo di 'controllo' in quanto comporta sperpero di denaro pubblico e perdita di ore lavoro per gli addetti, mentre al contrario per una fattiva lotta all'evasione, sarebbe opportuno che l'Agenzia delle Entrate e la Commissione degli Esperti si riunisse più spesso per stanare chi veramente non paga le tasse secondo le direttive del ministro Tremonti. Basta solo consultare i pubblici registri dove vengono registrati beni mobili e di lusso".

Scarcerato e subito arrestato giovane di Vibo

10 lug 08 I carabinieri hanno arrestato Giuseppe Prostamo, di 19 anni, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Lamezia Terme. L'arresto di Prostamo è stato fatto a poche ore dalla scarcerazione del giovane che era finito in manette nei giorni scorsi per vendita di armi. Prostamo, che ha precedenti, è stato rintracciato a Mileto dai carabinieri che gli hanno notificato il nuovo provvedimento. I militari si sono messi sulle tracce del giovane e lo hanno intercettato mentre, a bordo di un'auto, stava transitando sul corso principale del paese.

Corbelli denuncia: Invalido vive con 257 euro al mese

10 lug 08 E' invalido, non ha parenti e vive con una pensione di 257 euro al mese. L'uomo ha chiesto aiuto al leader del Movimento diritti civili, Franco Corbelli, minacciando di suicidarsi. "Sono preoccupato - ha detto Corbelli in una nota - per le sorti di questa persone di 53 anni. E' rimasto solo al mondo, è disperato, costretto a sopravvivere con una pensione vergogna di invalidità civile di 257 euro al mese. Quando mi ha telefonato per raccontarmi il suo dramma e l'ingiustizia che sta vivendo ha manifestato, mentre piangeva, la sua volontà di farla finita". "Rendo nota questa telefonata - ha aggiunto il leader del Movimento diritti civili - perché è mio dovere farlo, perché gliel'ho promesso, perché l'opinione pubblica, le Istituzioni, il Governo e il Parlamento sappiano quali sono i drammi veri che si consumano nel silenzio e nell'indifferenza generali". "Alle Istituzioni - ha concluso Corbelli - ai nostri governanti, chiedo di occuparsi del problema delle pensioni-miseria di 257 euro. Serve un decreto legge immediato per portarle almeno a 500 euro, per aiutare in questo modo tanta povera gente, malata e sfortunata, e per consentire loro di sopravvivere in modo dignitoso".

Danneggiato dal vento l’albero della libertà in Calabria

10 lug 08 L'olmo di Montepaone, l'ultimo albero della libertà in Italia simbolo della rivoluzione napoletana del 1799, è stato danneggiato dal forte vento delle scorse ore. Uno dei rami dell'albero (scrive il 'Quotidiano della Calabria') si è staccato dal tronco ed è precipitato al suolo senza però provocare danni a persone. Già in passato sull'albero della libertà di Montepaone erano stati fatti una serie di interventi per evitare che alcune malattie del legno potessero metterne a rischio la sua sopravvivenza. L'olmo di Montepaone si trova nei pressi della casa natale di Gregorio Mattei che insieme al cugino Luigi Rossi fu ucciso nel novembre del 1799 dopo la caduta della repubblica napoletana. Con la restaurazione borbonica, gli alberi della libertà furono tutti divelti e bruciati tranne quello di Montepaone. L'albero è alto oltre 14 metri ed ha una chioma altrettanto estesa ed un tronco enorme. "L'olmo - ha detto il sindaco di Montepaone, Massimo Rattà - è il nostro simbolo. E' un olmo che resisterà perché rappresenta per noi un pezzo di storia importante e ricorda due figli di Montepaone uccisi per la libertà"

Ricevevano la cocaina dalla ndrangheta, nove arresti nel foggiano

10 lug 08 Gli agenti della Squadra Mobile di Foggia e del Commissariato di San Severo hanno arrestato nove persone accusate di traffico di cocaina. La scoperta del traffico e' avvenuta nell'ambito delle indagini sull'omicidio del pregiudicato Matteo Fontanella, di 33 anni, avvenuto a San Severo (Foggia), il 12 settembre del 2007. Il gruppo spacciava assiduamente ingenti quantitativi di cocaina a numerose persone provenienti anche dal vicino Molise. Tra gli arrestati figura il pluripregiudicato Ermanno Fusillo, secondo gli investigatori socio in affari di Fontanella, il quale si riforniva di droga da Gaetano Muscia, un trafficante di Vibo Valentia collegato alla 'ndrangheta calabrese. Gli arresti sono stati fatti in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip presso il Tribunale di Foggia Lucia Navazio, su richiesta dei pm Luciana Silvestris e Lidia Giorgio.
Furono le intercettazioni che la magistratura foggiana stava svolgendo nell'ambito delle indagini su un omicidio a portare, il 2 novembre 2007, la polizia alla scoperta e all'arresto di coloro che avevano assaltato e rapinato un portavalori nella provincia di Campobasso. E' uno dei particolari emersi oggi delle indagini che hanno portato all'arresto di nove persone nel foggiano per un traffico di cocaina da parte di un gruppo che si riforniva in Calabria. I presunti rapinatori furono presi poco dopo l'assalto al portavalori. In una abitazione nelle campagne di San Severo in uso al gruppo criminale, fu recuperata l'intera somma portata via nella rapina (470.000,00 euro), un fucile a pompa, un fucile mitragliatore kalashnikov e una pistola, completi di munizionamento. Gli investigatori stavano indagando sull'uccisione del pregiudicato Matteo Fontanella, di 33 anni, avvenuto a San Severo, il 12 settembre del 2007 e tra gli intercettati c'era il pluripregiudicato Ermanno Fusillo, secondo gli investigatori socio in affari di Fontanella

Suor Tania arriva in tribunaleSuor Tania: “Padre Fedele mi scaraventò sul letto e mi violentò”. Padre Fedele : "Tutto falso, sono innocente" 09 lug 08 Era il giorno della partenza di Padre Fedele per una missione in Africa quando la suora, che accusa il frate, avrebbe subito la prima violenza sessuale. A raccontarlo è stata stamani la suora durante la sua deposizione dinanzi ai giudici del tribunale di Cosenza dove è in corso il processo a porte chiuse ... (continua)

Lungomare di ReggioUcciso sindacalista nella sede del Confsal a Reggio, forse è una rapina 09 lug 08 Un funzionario del sindacato Confsal agricoltura, Pietro Logoteta, è stato ucciso negli uffici dello stesso sindacato a Reggio Calabria. Secondo quanto si è appreso, l'uomo sarebbe stato aggredito in maniera violenta tanto da determinarne il decesso. Sul luogo dell'omicidio sono intervenuti gli agenti della Polizia di Stato. ... (continua)

Federica MonteleoneNove rinvii a giudizio per la morte di Federica Monteleone la sedicenne di Vibo entrata in coma per un appendicite 09 lug 08 E' stato chiesto il rinvio a giudizio per le nove persone indagate per la morte di Federica Monteleone, 16 anni, avvenuta a Cosenza il 26 gennaio del 2007. La ragazza era entrata in coma dopo un intervento di appendicectomia subito una settimana prima del decesso nell'ospedale Jazzolino di Vibo Valentia. La richiesta di rinvio a giudizio, fatta dal pm... (continua)

Scossa di Terremoto nel lametinoScossa di terremoto nella piana di Lamezia, nessun danno 09 lug 08Una scossa sismica con una magnitudo di 3.2 e' stata avvertita questa sera dalla popolazione nella provincia di Catanzaro. L'epicentro e' stato localizzato nei comuni di Lamezia Terme e Falerna. Dalle verifiche fatte ... (continua)

IncendiEmergenza incendi, Bertolaso punta il dito contro la Calabria. Ancora roghi nella nostra regione 09 lug 08 "Se si pensa di affrontare questa estate come l'anno scorso faremo il bis della tragedia, ma quest'anno non ci prenderemo la responsabilità di chi non ha fatto il proprio dovere". Così il sottosegretario Guido Bertolaso alla presentazione del rapporto di Legambiente e Protezione civile ... (continua)

Trattore ribaltatoAncora un bracciante ucciso dal suo trattore nel vibonese 09 lug 08 Dopo meno di 48 ore un altro bracciante agricolo è morto schiacciato dal suo trattore mentre lavorava nei suoi campi a San Gregorio. L’uomo si chiamava Francesco Gentile, 52 anni, di mestiere bracciante agricolo. Il fatto è accaduto appena qualche chilometro dopo Sant’Onofrio nel vibonese dove due giorni fa morì con le stesse .. (continua)

Pino MasciariLo Stato replica a Masciari "Offerti 3.5 mln di euro di capitalizzazioni. Nessun abbandono dalle istituzioni” 09 lug 08 A Giuseppe Masciari, ex imprenditore calabrese inserito nel programma di protezione dei testimoni di giustizia, la commissione centrale del Viminale ha offerto una 'capitalizzazione' di tre milioni e mezzo di euro: ipotesi di definizione del rapporto "più ampia mai riconosciuta a un testimone di giustizia"... (continua)

Immigrati appena sbarcatiSbarco di iracheni nella locride. Sono 92 tra di loro un neonato 09 lug 08 Un centinaio di immigrati clandestini di nazionalità irachena sono giunti a Riace, nella Locride. I clandestini, tra cui c'é un neonato ed alcune decine di donne, sono arrivati a bordo di un barcone che attualmente si trova a pochi metri dalla battigia. ... (continua)

Uomo si butta sotto un treno a Villa

09 lug 08 Un uomo e' morto a Villa San Giovanni dopo essere stato investito da un treno nei pressi della stazione. La circolazione dei treni e' attualmente bloccata. Il convoglio che ha investito la persona e' un treno regionale partito da Paola e diretto a Reggio Calabria. La vittima, secondo una prima ricostruzione fatta dagli agenti della polizia ferroviaria, stava attraversando i binari quando e' stata travolta dal treno. Sono in corso le indagini per identificare la vittima e ricostruire la dinamica dell'incidente. Non si esclude l'ipotesi del suicidio. In tarda serata è stata riattivata la linea ferroviaria. Dopo una serie di accertamenti da parte del personale delle Ferrovie dello Stato e della polizia ferroviaria, la linea e' stata riattivata, anche se con una riduzione della velocita'. Dalle indagini compiute dalla polizia ferroviaria emergerebbe che si e' trattato di un suicidio.

Accoltella rivale durante una lite, un arresto a Gioia

09 lug 08 Un operaio, Luigi Careri, di 32 anni, e' stato arrestato dagli agenti della polizia di stato a Gioia Tauro per tentato omicidio. Nel corso di un litigio per futili motivi l'uomo avrebbe ferito Salvatore Costanzo, di 39 anni, colpendolo con un coltello da cucina in diverse parti del corpo. La vittima ha raggiunto Careri nei pressi della sua abitazione per chiedergli notizie circa la realizzazione di un manufatto in ferro. Durante la discussione Careri ha colpito il rivale prima con l'asta di una tenda da sole e, poi, afferrando un coltello da cucina, lo ha ferito in diverse parti del corpo. La vittima e' stata soccorsa ed accompagna nell'ospedale di Gioia Tauro dove i sanitari si sono riservati la prognosi.

L’ANM denuncia, la norma sugli uditori paralizza gli uffici

09 lug 08 "La norma che impedisce agli uditori giudiziari di svolgere funzioni monocratiche paralizza gli uffici. Abbiamo raccolto dati allarmanti che daremo al ministro. E' inutile parlare di sicurezza se poi non ci sono magistrati". Lo ha detto il presidente dell'Anm, Luca Palamara, a Palermo per incontrare i colleghi del capoluogo. "La situazione - ha aggiunto - in questo senso è particolarmente grave in Calabria e in Sicilia. La politica prima di adottare provvedimenti simili dovrebbe conoscere i problemi degli uffici giudiziari"

La provincia di Cosenza assegna 20 borse di studio a progetti di donne

09 lug 08 Sono venti le donne che questa mattina hanno ricevuto dalla Provincia di Cosenza una borsa di studio per le migliori idee progettuali e l'attestato di frequenza ai corsi per il Progetto 'Impresa al Femminile'. La cerimonia di presentazione del rapporto finale del progetto si e' svolta nella sala convegni della sede dell'Assindustria, in Via Tocci, a Cosenza, dove, a conclusione dei lavori, Gilda Altomare, Angela Amodio, Brunella Marianna Aversa, Rossella Aversa, Teresa Bruno, Angela Falbo, Rosaria Ferraro, Carla Filippelli, Maria Fragale, Maria Rita Frasca, Simona Labonia, Carmela Lecce, Enrichetta Martini, Luana Nigro, Laura Rinaldo, Rosanna Ritacca, Maria Romeo, Malvina Scarpello, Rosalia Sposato, Paola Veltri e Bunella Verta, hanno ritirato commosse l'ambito premio che le sosterra' nei primi passi verso l'attivita' imprenditoriale da esse scelta ed elaborata con uno specifico business plan. Ha introdotto i lavori Donatella Laudadio, Assessore Provinciale alle Politiche del Lavoro, che ha illustrato l'iniziativa finalizzata a ridurre la disoccupazione. Sono seguiti gli interventi dei Presidenti delle istituzioni ed enti partner del progetto: Alessandro Rizzo del Consorzio e-Laborando, in sostituzione di Alfredo Pelaia, dell'Assindustria di Cosenza, Raffaele De Rango, di Cna, come delegato della Camera di Commercio di Cosenza Mauro Zumpano. Dagli interventi e' emerso il panorama della disoccupazione in generale, e di quella femminile in particolare, che in Calabria raggiunge livelli di guardia e si e' plaudito all'iniziativa della Provincia di Cosenza che e' riuscita ad attivare una politica concreta, ovviamente non risolutiva dei problemi del lavoro e dell'occupazione ma in grado di creare un circuito virtuoso e propositivo per avviare un inedito corso con ricadute positive sull'economia del territorio. Si tratta - e' scritto in una nota - di un progetto innovativo promosso dalla Provincia di Cosenza con l'obiettivo di offrire un adeguato sostegno alle donne inoccupate, disoccupate, disagiate, emarginate, giovani diplomate o laureate, residenti in provincia di Cosenza, motivate ad intraprendere un percorso formativo completo, in grado di consentire l'analisi ed, in questo caso, la realizzazione del proprio progetto imprenditoriale. I partner del progetto hanno deciso di perseguire due obiettivi specifici fortemente integrati, agendo sul gruppo bersaglio per stimolarne la trasformazione in attori attivi dello sviluppo, attraverso la realizzazione della propria idea imprenditoriale, e ponendo le basi per favorire la costituzione di attivita' economiche basate sul lavoro e sull¿integrazione dei soggetti.

Sequestrata area del petrolchimico di Crotone adibita a discarica

09 lug 08 Un'area sulla quale sorgeva una discarica di materiali provenienti dal vecchio stabilimento chimico Montedison di Crotone, area poi messa in sicurezza alla fine degli anni novanta, è stata sequestrata, oggi, da militari del nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza. L'area sequestrata è attigua ad un tratto di litorale a nord del porto di Crotone, nella zona industriale. Proprio alla Guardia di Finanza era pervenuta, nei giorni scorsi, la segnalazione di un fenomeno di autocombustione di minerali di fosforite lungo la spiaggia. Esistendo un pericolo per l'incolumità pubblica, in considerazione del fatto che la zona è frequentata, la Guardia di finanza ha informato la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Crotone che questa mattina ha disposto il sequestro dell'area lungo la quale sono stati apposti i sigilli da parte dei militari delle Fiamme gialle e dagli agenti di polizia giudiziaria del Nucleo investigativo sanità e ambiente della Procura della repubblica di Crotone. Nel provvedimento di sequestro si ipotizzano, a carico di ignoti, i reati di disastro ambientale, getto pericoloso di cose e smaltimento di rifiuti pericolosi senza autorizzazione. In seguito al sequestro dell'area, la Capitaneria di porto vi ha interdetto, fino a 150 metri dalla costa, l'accesso, la sosta e il transito di persone.

Picchia i genitori anziani, uomo arrestato a Martirano

09 lug 08 Con l'accusa di maltrattamenti in famiglia, i carabinieri della Compagnia di Soveria Mannelli hanno arrestato a Martirano, un centro dell'hinterland del lametino, Leopoldo Robertino Mammoliti, 39 anni, proprio mentre stava picchiando gli anziani genitori. Mammoliti, secondo quanto si è appreso, già sottoposto all'avviso orale di Ps, lo scorso gennaio era stato arrestato perché ritenuto responsabile di un incendio di natura dolosa sviluppatosi nel centro montano. Arresto che dopo qualche tempo é stato modificato nei domiciliari. Una volta tornato a casa, però, il giovane è diventato sempre più violento con i genitori ai quali, nel tempo, ha provocato contusioni e lividi. Da qui le indagini dei carabinieri che, ricevuta la richiesta di aiuto dei genitori, hanno fatto irruzione nell'abitazione di Mammoliti e lo hanno bloccato mentre stava tentando di colpire il padre e la madre arrestandolo. Mammoliti, che al momento dell'arresto ha anche tentato di colpire i militari, comparso davanti al giudice si è visto convalidare l'arresto.

114 falsi braccianti agricoli denunciati dalla Finanza in Calabria

09 lug 08 La guardia di finanza ha denunciato alla Procura di Reggio Calabria 114 persone accusate di avere truffato l'Inps attestando falsamente di avere fatto i braccianti agricoli. Il danno alle casse dell'istituto, quantificato secondo gli investigatori in oltre 200 mila euro, è riferibile a contributi indebitamente percepiti o non versati. Secondo quanto è emerso dalle indagini del Comando di Villa San Giovanni, gli indagati avrebbero falsificato atti pubblici che venivano prodotti all'Inps per ottenere, indebitamente, contributi previdenziali per disoccupazione, malattie e maternità. . Nell'indagine è coinvolta anche un'azienda agricola, che, tra l'altro, non è risultata proprietaria di terreni nel periodo in cui ha assunto i falsi braccianti. La stessa azienda, inoltre, non ha mai versato alcun contributo, per un insoluto che è stato quantificato in 115 mila euro.

Coltivazione di canapa indiana scoperta a Bagnara

09 lug 08 Il Corpo forestale dello Stato ha scoperto una coltivazione di canapa indiana nelle campagne di Bagnara. La coltivazione, avviata in un bosco di castagno su un terreno di circa mille metri quadrati, era composta da 215 piante alte mezzo metro ciascuna. L'operazione che portato alla scoperta della coltivazione è stata condotta dal Comando stazione forestale di Sant'Eufemia d'Aspromonte.

CetraroGiovane muore a Cetraro durante una festa popolare 08 giu 08 Un evento sportivo si e' trasformato in tragedia a Cetraro, sul Tirreno cosentino, questo pomeriggio intorno alle ore 18. Mentre era in corso una gara di triathlon, che faceva parte di un festeggiamento popolare con gare tra 8 quartieri del paese, un giovane, Roberto Piazza di 32 anni, che era tra i partecipanti alla gara, e' morto per infarto. ... (continua)

Operazione DiaOperazione della Dia contro la ndrangheta da Milano a Reggio Calabria. 24 arresti. Si occupavano dalla droga ai quadri, alle case d'asta 08 lug 08 - Parola d'ordine, diversificare l'attivita'. Le finalita' del gruppo sgominato questa mattina dalla Direzione Investigativa Antimafia con 24 ordinanze d'arresto le riassume un investigatore: ''Droga, estorsioni, usura, quadri. L'unico obiettivo erano i soldi, non importa con qual metodo si ottenessero''... (continua) agg

Agazio LoieroIl rigassificatore di Gioia in Commissione: Loiero “Si farà e porterà posti di lavoro08 lug 08 Lunga e particolareggiata, la relazione che il presidente della Giunta regionale, Agazio Loiero, ha presentato alla valutazione della VI Commissione consiliare, "Assetto del Territorio e Protezione dell'Ambiente", sugli sviluppi per la realizzazione del rigassificatore a Gioia Tauro. Loiero ha illustrato l'intero iter amministrativo, "complesso e articolato", tenuto conto.. (continua)

IncendiSei grandi incendi flagellano la Calabria, canadair in azione 08 lug 08 Sono sei gli incendi, tutti di vaste dimensioni, scoppiati in Calabria e segnalati alla sala operativa regionale del Corpo forestale. La provincia di Reggio Calabria è la più interessata dalle fiamme. I vigili del fuoco e il personale della protezione civile stanno cercando di spegnere tre roghi ad Ardore, Stilo... (continua)

ElettrodottoIn Calabria aumenta la produzione di energia elettrica ma ne calano i consumi. Cosenza macina più Kilowatt 08 lug 08 Nel 2007 il fabbisogno elettrico in Calabria è stato di 6,3 miliardi di kilowattora (1,8% del totale nazionale), con una diminuzione del 4,3% rispetto al 2006. E' quanto si rileva in un comunicato della società Terna. I consumi elettrici per abitante sono stati pari a 2.752 kWh. ... (continua)

DiscaricaInsediato il nuovo commissario per l’emergenza ambientale in Calabria 08 lug 08 Si è insediato questa mattina, negli uffici di Catanzaro Lido, il nuovo Commissario delegato per l'emergenza ambientale in Calabria, prefetto Goffredo Sottile. Sottile sostituisce il prefetto Salvatore Montanaro "per il completamento in regime ordinario e in termini di urgenza, entro il 31 dicembre 2008 - così come previsto ... (continua)

 

Personale civile della Questura di Catanzaro in agitazione

08 lug 08 Cgil, Cisl e Uil, in una nota, proclamano lo stato di agitazione dei lavoratori dell'Amministrazione civile in servizio nella Questura di Catanzaro e annunciano uno sciopero nel caso in cui la situazione non dovesse risolversi in breve tempo. ''Ai molteplici appelli rivolti - e' scritto nella nota dei settori Funzione pubblica dei sindacati - e al lungo lasso di tempo concesso per riaprire il dovuto e costruttivo dialogo, dopo la chiusura del questore, formalmente manifestata con una nota del 6 maggio 2008, la parte pubblica prosegue in un comportamento elusivo, palesando una precisa volonta' a perdurare nella propria condotta. Vengono negate di fatto le prerogative dei soggetti sindacali e contemporaneamente quelle dei dipendenti di vedere correttamente applicate le norme contrattuali, in particolar modo quelle attinenti all'utilizzo delle professionalita' e all'ambiente organizzativo e di lavoro''. ''A fronte di tale situazione - conclude la nota - le segreterie territoriali di Cgil, Cisl e Uil dichiarano lo stato di agitazione dei lavoratori dell'Amministrazione civile dell'Interno, in servizio alla Questura di Catanzaro e negli uffici periferici della medesima provincia, preannunciando sin da ora che la mancata composizione della vertenza determinera' l'azione di tutela presso la competente sede giurisdizionale, nonche' la proclamazione di una giornata di sciopero nel rispetto della vigente normativa''.

Denunciati i due che hanno aggredito il dirigente dell’AS di Vibo

08 lug 08 Il capo dipartimento Prevenzione dell'Azienda sanitaria provinciale di Vibo Valentia, Francesco Massara, di 51 anni, è stato aggredito e picchiato da due persone mentre si trovava nel suo ufficio. Massara, veterinario e presidente dell'Ordine provinciale, è stato colpito al volto e si trova ricoverato nell'ospedale di Tropea con una prognosi di 15 giorni. I due aggressori, che sono stati denunciati, sono il marito della titolare di una stalla sottoposta ad un provvedimento amministrativo adottato da Massara e un operaio. Entrambi, provenienti da Dasà, si sono recati nell'ufficio del capo dipartimento di prevenzione dell'Azienda sanitaria per chiedere la revoca del provvedimento. I due dapprima hanno urlato contro Massara poi sono passati alle vie di fatto, aggredendolo. Il peggio è stato evitato solo grazie all'intervento di alcuni impiegati dell'ufficio.

Supermarket della droga in casa: arrestati dai CC due coniugi a Vibo

08 lug 08 I carabinieri hanno arrestato a Vibo Valentia due coniugi, entrambi incensurati, dei quali non sono state rese note le generalità, con l'accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nell'abitazione della coppia, a due passi dal corso principale della città, i militari hanno trovato 70 grammi di hascisc, già diviso in dosi, per un valore di diverse centinaia di euro, due bilance e oltre tremila euro in contanti. I carabinieri sono giunti all'individuazione dell'appartamento diventato una sorta di supermarket della droga seguendo il flusso di tossicodipendenti provenienti da tutte le zone di Vibo. All'interno dell'abitazione i militari hanno trovato anche alcune persone che stavano acquistando la sostanza stupefacente.

Ex maresciallo dei CC in servizio in Calabria condannato per peculato

08 lug 08 Un ex maresciallo dei carabinieri, Antonio Alibrandi, di 49 anni, è stato condannato dal Tribunale di Salerno a cinque anni di reclusione con l'accusa di peculato. Insieme ad Alibrandi, che era in servizio in Calabria, è stata condannata per lo stesso reato la moglie, Patrizia Sofia, anche lei di 49 anni. Alibrandi e la moglie erano stati rinviati a giudizio in quanto titolari di una ditta che si occupava della trascrizione di atti giudiziari. I fatti oggetto del processo risalgono al 2000. All'ex maresciallo ed alla moglie venivano contestati, in particolare, presunti illeciti nella gestione degli incarichi ricevuti da un magistrato all'epoca in servizio nella Procura della Repubblica di Catanzaro, Luciano D'Agostino, per la trascrizione di intercettazioni telefoniche ed ambientali. L'ex maresciallo e la moglie sono stati condannati anche a risarcire 629 mila euro e cinquantamila euro, rispettivamente, al Ministero della Giustizia ed alla Presidenza del Consiglio dei ministri, costituitisi parte civile nel procedimento. Nel processo contro Alibrandi la pubblica accusa è stata rappresentata dal pm Roberto Penna, che aveva chiesto la condanna dell'ex maresciallo e della moglie, rispettivamente, a sette ed a cinque anni di reclusione. Penna, nel corso dell'inchiesta, aveva anche disposto il sequestro di nove immobili intestati ad Alibrandi ed alla moglie.

Detenuti di Rossano portano in scena commedia di De Filippo

08 lug 08 La commedia di Peppino De Filippo ''Cupido scherza e spazza'' concludera' il corso di teatro e scenografia a cui hanno partecipato i detenuti di Alta Sicurezza del carcere di Rossano Calabro, in provincia di Cosenza. Alla rappresentazione, che si terra' venerdi' alle 10.30, prendera' parte anche il noto attore Remo Girone che ha fornito il suo apporto professionale all'iniziativa promossa dall'associazione culturale Thourioi con il patrocinio della Regione Calabria, Provincia di Cosenza, Comune di Rossano e Corigliano e dell'amministrazione penitenziaria. ''L'esperienza - commenta il direttore dell'istituto Giuseppe Carra' - ha rappresentato un momento di grande valore formativo per il gruppo di detenuti coinvolti ed ha contribuito ad accrescere il clima di 'benessere' all'interno dell'ambiente detentivo, confermando la valenza terapeutica e pedagogica delle esperienze teatrali in genere. Obiettivo riuscito dell'iniziativa e' stato quello di insegnare ai detenuti ad utilizzare l'arte e, nella fattispecie, il teatro come mezzo per esprimere le proprie emozioni, come utile strumento di comunicazione in un ambito, come quello detentivo, in cui tale esigenza vitale subisce necessarie quanto inevitabili limitazioni''. All'evento e' collegata anche un'iniziativa benefica che prevede la raccolta di fondi da destinare a Riccardo Pio, un bambino affetto da una rara patologia che rende necessarie le cure negli Usa con costi che la famiglia da sola non riesce a sostenere.

Iniziativa della Croce Rossa a Castrovillari per i disabili

08 lug 08 ''Un cavallo per amico'': e' stato chiamato cosi' il progetto di ippoterapia realizzato dal comitato femminile della Croce rossa italiana di Castrovillari. L'iniziativa, presentata lo scorso mese di maggio, e' rivolta a dieci ragazzi disabili residenti nella zona del Pollino. ''L'ippoterapia - e' detto in un comunicato del comitato - consiste nell'induzione di miglioramenti funzionali nell'equilibrio psico-motorio di persone disabili attraverso l'uso dei numerosi stimoli che si realizzano nel corso della interazione uomo-cavallo, rappresentando, al contempo, anche una importante occasione di socializzazione''. Il primo ciclo di terapia con i cavalli e' stato svolto nel centro ippico di Morano Calabro.

Adoc “Cala il valore dei buoni pasto”

08 lug 08 "I tartassati veri, in Calabria, sono i cittadini consumatori". E' quanto sostiene, in una nota, l'Associazione difesa e orientamento consumatori (Adoc) di Cosenza. "C'é un calo dei consumi - secondo l'Adoc - riferito non solo a consumi voluttuosi , ma soprattutto a quelli di primaria necessità, indispensabili, per la sopravvivenza della gente". "L'alta percentuale di pensionati al minimo Inps - sostiene il presidente provinciale dell'Adoc, Pino Cannataro - ed anche di meno, vedi pensionati di invalidità civile, una fascia vastissima di lavoratori precari, la situazione dilagante di cassa integrazione e mobilità, ci fanno ritenere che il 37% è sottostimato. Pertanto la Calabria e la provincia di Cosenza contribuiranno in termini negativi, al peggioramento del calo dei consumi". "L'Adoc provinciale di Cosenza - afferma ancora Cannataro - condivide e fa sua l'iniziativa di confronto e di eventuale lotta, con le controparti e con il governo, in particolare con i ministri Sacconi e Tremonti, promossa dall'Adoc nazionale, affinché dopo 15 anni di appiattimento del valore economico del buono pasto a 5,35 euro, mentre in Spagna è di nove euro, in Francia di sette euro, in Portogallo di 6,70 euro, per una reale rivalutazione che possa abbattere l'enorme distanza tra Italia e Spagna, che è del 70%".

Piantagione di “erba” scoperta a Corigliano: tre denunce

08 lug 08 Tre giovani, A.M. e N.C., entrambi di 24 anni, e M.L., di 23, sono stati denunciati dai carabinieri a Corigliano Calabro con l'accusa di coltivazione a fine di spaccio di sostanze stupefacenti. Le denunce scaturiscono dalla scoperta, in località Cantinella, in un terreno demaniale, di una coltivazione di canapa indiana composta da 54 piante alte settanta centimetri e del peso complessivo di due chili e settecento grammi. I tre giovani denunciati sono stati sorpresi mentre innaffiavano la piantagione.

Discarica abusiva sequestrata dal CFS a Torano

08 lug 08 Una discarica abusiva della superficie di circa cinquemila metri quadri è stata sequestrata a Torano dal Corpo forestale dello Stato. All'interno della discarica, ubicata nella località "Manca della Castagna", sono stati trovati rifiuti di diverse tipologie consistenti in materiale ferroso proveniente da demolizioni, vetrosi, plastici, pneumatici, carcasse di animali, lastre in eternit in disfacimento e altro. L'area interessata è sottoposta a vincolo idrogeologico. Sempre gli agenti del Corpo forestale, a seguito di indagini, hanno denunciato tre persone di San Lucido per avere effettuato, senza alcune autorizzazione, lavori in un terreno in località Cerasuolo nel comune di San Lucido. I tre, con l'aiuto di un mezzo meccanico, hanno sradicato alcune piante di castagno e noce per poter effettuare i lavori su una superficie di circa 500 metri quadri. I tre sono stati denunciati con l'accusa di danno paesaggistico ambientale e deturpamento di bellezze naturali.

Denunce del CFS per abusivismo nel vibonese

08 lug 08 Gli agenti del comando provinciale del Corpo forestale dello Stato di Vibo hanno denunciato a Serra San Bruno, S.G., di Badolato, per la violazione della normative urbanistico-edilizia, paesaggistico-ambientale e dello smaltimento dei rifiuti. Nel corso di un servizio mirato alla tutela del territorio gli agenti hanno accertato che, all'interno di un bosco di castagno inserito nell'area del Parco naturale regionale delle Serre, una pista stradale già esistente è stata oggetto di lavori di ampliamento effettuati in mancanza delle autorizzazioni previste. Inoltre, per livellare e sistemare il fondo stradale si è fatto ricorso all'utilizzo di materiali provenienti da demolizioni edilizie quali calcinacci, mattoni, piastrelle, pezzi di lastre in eternit in quantità smisurata e classificati dalla normativa di settore come "rifiuti speciali e speciali pericolosi". In un'altra operazione, gli agenti hanno denunciato T.G.N. di Ricadi per violazione dei sigilli in una costruzione sottoposta a sequestro penale dal gennaio 2007 perché edificata in assenza dei necessari permessi. Gli agenti hanno rilevato che l'immobile, pur sottoposto a provvedimento, era stata completata e abitata.

Lo stadio Ezio Scida di CrotoneMorta l’ucraina caduta dal muro di cinta dello Scida a Crotone 07 lug 08 E' morta Iryna Natsiynets, di 33 anni, la donna ucraina caduta, in circostanze ancora da chiarire, dal muro di recinzione dello stadio comunale Ezio Scida di Crotone. La donna era ricoverata nell'ospedale Pugliese di Catanzaro dov'era stata trasferita per un gravissimo trauma cranico. La donna viveva a Crotone dove lavorava come commessa presso un fruttivendolo... (continua)

incendiAncora incendi nel cosentino: intervengono due canadair 07 lug 08 Un incendio e' divampato oggi pomeriggio in una pineta a San Giovanni in Fiore, nella Sila cosentina. L'allarme e' stato comunicato alla Protezione civile regionale, che ha predisposto gli interventi per attivare l'opera di spegnimento, che si e' protratta per oltre tre ore... (continua)

Rosarno, veduta del duomoOmicidio a colpi di Kalashnikov a Rosarno. E’ guerra tra i clan 07 lug 08 Un uomo di 62 anni, Palmiro Macrì, è stato ucciso in un agguato stamattina a Rosarno, un centro della Piana di Gioia Tauro. L'agguato è stato compiuto mentre Macrì era alla guida della sua automobile (una Fiat Panda). Il figlio della vittima, titolare di un negozio ubicato nella zona, ha sentito i colpi di arma da fuoco e si è avvicinato alla vettura, che aveva le gomme ... (continua)

La chiesa di Cirò MarinaAnimatore turistico di Napoli annega a Cirò 07 lug 08 L'animatore di un villaggio turistico di Cirò Marina, Giancarlo Ravone, di 32 anni, di Napoli, è annegato nella tarda mattinata dopo essersi buttato in acqua. L’uomo è stato visto da alcuni bagnanti arrivare in spiaggia da solo e poi tuffarsi in acqua.Ma dopo diverso tempo, gli stessi che lo avevano notato fare il bagno si sono preoccupati non vendendolo rientrare a riva. Così... (continua)

Luca PalamaraPresidente Anm Palamara in Calabria: "Nessuna interferenza con la politica. A sud troppe difficoltà" 07 lug 08 ''Non c'e' alcuna interferenza della magistratura nella politica. Semmai e' l'esatto contrario''. Lo ha detto, parlando con i giornalisti a Vibo Valentia, il presidente dell'Anm, Luca Palamara. Palamara, che ha incontrato a Vibo Valentia i magistrati dei Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria, ha aggiunto che ''l'Anm, in questo momento, ha voluto dialogare con la politica sul piano della riforma e sul piano del progresso.. (continua)

Colpi di pistola contro il portone di casa di un dirigente dell’AS di Catanzaro

07 lug 08 Persone non identificate hanno sparato a Chiaravalle Centrale due colpi di arma da fuoco, presumibilmente una pistola, contro il portone della casa di campagna di Roberto Macri' dirigente veterinario dell'azienda sanitaria di Catanzaro. I colpi di arma da fuoco hanno lasciato segni sul muro soprastante il portone. A informare Macri' dell'intimidazione, che ha presentato denuncia ai carabinieri, sono stati alcuni vicini. Il dirigente veterinario dell'Azienda sanitaria di Catanzaro, gia' dipendente dell'Azienda sanitaria di Lamezia Terme, fa parte dal dicembre 2006 della commissione d'indagine amministrativa sulla zoonosi e gia' nei mesi scorsi aveva ricevuto telefonate e lettere minatorie, tutte denunciate alle forze dell'ordine.

Caduta in prescrizione condanna ad ex Presidente Provincia di Crotone

07 lug 08 I giudici della Corte D'Appello di Catanzaro hanno emesso una sentenza di non luogo a procedere per intervenuta prescrizione nei confronti dell'ex presidente della Provincia di Crotone, Carmine Talarico. L'ex amministratore era stato condannato nell'ottobre del 2006 alla pena di 3 anni e 8 mesi di reclusione ciascuno per il reato di corruzione aggravata e truffa. La vicenda che portò alla condanna di primo grado riguardava l'acquisto di un immobile, avvenuto nel 1998, di proprietà di una società da parte della Provincia quando l'ente era presieduto da Carmine Talarico alla guida di un'amministrazione di centrosinistra. L'ipotesi accusatoria contestata era che la compravendita avrebbe consentito a Talarico di ottenere una somma complessiva di 100 milioni di vecchie lire che gli sarebbe poi servita per l'acquisto di un appartamento.

Comune della Patagonia ospite della comunità montana della Sila

07 lug 08 Una delegazione del Comune di El Bolsòn, in Patagonia, è stata ospite della Comunità montana silana per l'avvio di un progetto di scambio interculturale. "L'iniziativa - è detto in una nota - rientra tra le attività del progetto 'Pitagora Mundus', realizzato dall'Istituto superiore calabrese di politica internazionale. La condivisione dei territori montani d'appartenenza, come nel caso dell'altopiano silano e delle ande della Patagonia Argentina, diventa un leit motiv per dar luogo a dgli interscambi tra le due aree, non solo di natura prettamente nozionistica, cioé legata all'apprendimento della lingua, ma anche di natura culturale ed economica". "Il sindaco di El Bolsòn - prosegue la nota - Oscar Romera, l'assessore all'Economia, Leonardo Bellomo, e la direttrice dell'Area finanza, Monica Cominetti, hanno fatto visita a tutte le località dell'altopiano silano. Lorica, Camigliatello, Silvana Mansio, Botte Donato, Monte Scuro, Giganti del Fallistro e Centro direzionale didattico del Parco nazionale della Sila, hanno fatto da cornice all'intera settimana, trascorsa all'insegna della scoperta e della conoscenza delle tipicità artistiche, culturali, culinarie e paesaggistiche del territorio".

A3 chiusa tra Buonabitacolo e Lagonegro per lavori

07 lug 08 L'autostrada Salerno-Reggio Calabria sarà chiusa al traffico domani, dalle ore 13 alle 17, nel tratto compreso fra gli svincoli di Buonabitacolo e Lagonegro nord, per consentire alcuni lavori, fra i quali l'abbattimento di un viadotto. Lo ha annunciato oggi l'Anas, spiegando che gli autoveicoli diretti al nord "potranno lasciare l'autostrada a Lagonegro nord, percorrere la statale 19 e rientrare a Buonabitacolo". Gli autoveicoli diretti a sud faranno il percorso inverso. I mezzi pesanti, invece, "per il tempo strettamento necessario allo svolgimento delle operazioni di brillamento del viadotto Noce, potranno scegliere di sostare nelle aree di cantiere adiacenti agli svincoli"

Bracciante muore travolto dal trattore a Sant’Onofrio

07 lug 08 Un bracciante agricolo, Pasquale Cugliari, di 35 anni, di Sant'Onofrio, è morto a seguito di un incidente sul lavoro. L'uomo si trovava alla guida del proprio trattore e stava lavorando in campagna in una zona scoscesa quando per evitare un albero si è spostato dove c'era una scarpata ancora più ripida ed è caduto dal trattore che lo ha schiacciato.

Coltivava marijuana, sessantenne arrestato a Villapiana

07 lug 08 I carabinieri hanno arrestato a Villapiana Antonio Lipartiti, di 59 anni, per coltivazione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio. Durante un azione di controllo i militari hanno scoperto, accanto all'abitazione dell'uomo, 67 piante di marijuana, 54 con un'altezza media di 70 centimetri e 13 con un'altezza media di 10 centimetri, per complessivi 5,63 chilogrammi di sostanza stupefacente. Lipartiti è stato portato nel carcere di Castrovillari.

Giovane accoltellato a Mileto: un fermo

07 lug 08 Un giovane di 20 anni, Arif Zakaria, è stato fermato a Mileto con l'accusa di favoreggiamento personale nei confronti di Antonio Mangone, di 19 anni. Mangone, che si era costituito ieri ai carabinieri, è il responsabile del tentato omicidio accaduto sabato sera a Mileto ai danni di Domenico Polito, di 20 anni, nei pressi di un bar. Secondo quanto è emerso dalle indagini, Mangone avrebbe accoltellato Polito poiché avrebbe notato un interesse da parte di quest'ultimo nei confronti della sua fidanzata. Dalle indagini è emerso inoltre che Zakaria avrebbe favorito Mangone tentando di nascondere lo scooter che quest'ultimo aveva lasciato nei pressi del bar davanti al quale è avvenuto il tentato omicidio. I due fermati sono stati portati nel carcere di Vibo Valentia.

Carabinieri ViboGli guarda la fidanzata e lui lo accoltella, un arresto a Mileto 06 lug 08 Uno studente, A.M., di 19 anni, e' stato arrestato dai carabinieri a Mileto per tentato omicidio nei confronti di un coetaneo. Il ragazzo, secondo quanto si e' appreso, ha aggredito il rivale e lo ha ferito all'addome con un coltello. All'origine del ... (continua)

La moto e il corpo di Talarico riversi per terraDirigente comunale ucciso a Petronà, forse conosceva l’assassino 06 lug 08 Il dirigente dell'ufficio anagrafe del Comune di Petrona' Silvano Talarico, ucciso venerdi', probabilmente conosceva il suo assassino. E' quanto emerso da alcuni elementi raccolti dai carabinieri che indagano sull'omicidio. Sul luogo del delitto, infatti, sono state trovate delle tracce dalle quali si intuisce che la vittima, prima di essere uccisa, ha parcheggiato... (continua)

AutobusUn incubo per chi deve viaggiare: si fremano tutti i trasporti, iniziato lo sciopero di 24 ore 06 lug 08 Disagi, a partire da questa sera, per chi deve mettersi in viaggio. E’ cominicato, infatti, alle 21 lo sciopero di 24 ore dei trasporti ferroviari, seguito domani dal blocco di autobus, tram e metropolitane. Lo stop, il secondo congiunto in due mesi dopo quello del 9 maggio, e' stato proclamato dalle sigle... (continua)

Tenta di colpire la sorella con un ascia

06 lug 08 Un uomo, Mario Salvatore Tomeselli, di 31 anni, e' stato arrestto dai carabinieri a Simeri Crichi per tentato omicidio nei confronti della sorella. Nel corso di un litigio per futili motivi Tomeselli ha cercato di colpire la sorella al volto con un'ascia. Durante il litigio e' intervenuto il figlio della donna ed ha evitato che la madre fosse colpita. La donna ha successivamente denunciato l'accaduto ai carabinieri i quali hanno arrestato Tomeselli.

Intesa sulla cultura, sinergia tra diversi comuni della provincia

06 lug 08 I Sindaci dei Comuni di Altomonte, Cassano allo Ionio, Diamante, Lamezia Terme, Locri, Palmi, Rende e Taverna sottoscriveranno domani una intesa per avviare una serie di sinergie nel settore della Cultura. La firma della convenzione avverra' domani mattina nel Museo del Presente di Rende. Di seguito nell'ambito di una conferenza, saranno presentate alla stampa le finalita' e gli obiettivi dell'accordo. All'incontro con i giornalisti, oltre ai Sindaci dei Comuni, sara' presente il Consigliere Regionale, Sandro Principe.

Donna romena rapinata a Rossano: minorenni in manette

06 lug 08 Due minorenni sono stati arrestati dai carabinieri e dagli agenti della polizia di Stato a Rossano per rapina. I due, mentre erano a bordo di un ciclomotore, hanno rapinato la borsa ad una donna romena. Dalle indagini i carabinieri ed i poliziotti sono risaliti ai due minori che sono stati arrestati su disposizione del Procuratore della Repubblica del Tribunale per i Minori di Catanzaro e sono stati affidati ad un centro di prima accoglienza.

A Reggio un comitato per ricordare i moti

06 lug 08 E' nato a Reggio Calabria il 'Comitato 14 luglio' per ricordare i Moti. ''E' giunto il tempo - e' scritto in una nota - di dare nuovo slancio alle ormai stanche e flebili commemorazioni della rivolta che vedono protagonista solo una parte politica e non l'intera citta' come dovrebbe in effetti essere. Gia' nelle scorse notti sono stati affissi per la citta' centinaia di volantini, comunicati, documenti tutti risalenti ai fatti di quei giorni. L'obiettivo e' quello di sensibilizzare i figli, i nipoti di coloro che vissero la rivolta sulla propria pelle, di analizzarne il significato, le cause da cui scaturi' e i risultati a cui essa ha portato dopo quasi quattro decenni''. ''L'attivita' - conclude la nota - del costituendo comitato sara' infatti diretta a preservare e diffondere il genuino significato storico, politico e sociale dei fatti di Reggio: una rivolta corale del popolo reggino contro le condizioni di marginalita' e arretratezza in cui era stato abbandonato dalla classe politica nazionale''

IncendiFiamme sul Raganello, distrutto l’impianto di riciclaggio di Tarsia: i roghi rifanno la loro triste apparsa con gravi conseguenze 05 lug 08 I Vigili del Fuoco sono impegnati da questa mattina nella provincia di Cosenza, tra Cassano Ionio e Civita dove, nella zona del torrente Raganello, si e' sviluppato un vasto incendio sul costone di una montagna. Sul posto sono intervenuti squadre da Castrovillari, Trebisacce e Rossano e anche un elicottero ed un aereo Canadair. ... (continua)

OpedaleSanità turistica: a Praia si rischia, mancano camere iperbariche e l’ortopedia è a 60km 05 lug 08 Per un' embolia da immersione subacquea si rischia. Le camere iperbariche sono poche e lontane. Per una gamba fratturata puo' servire l' elicottero. Ma i volontari sono numerosi. Una fotografia della sanita' estiva nelle localita' marine del Sud mostra carenze piuttosto serie, e cattiva distribuzione sul territorio delle strutture . I Comuni fanno sforzi per fronteggiare l' assalto turistico di luglio ed agosto ... (continua)

ccDirigente comunale ucciso, potrebbe aver parlato con l’assassino. Nella notte muore d’infarto la cognata 05 lug 08 Silvano Talarico, il dirigente dell'ufficio anagrafe del Comune di Petronà ucciso ieri, potrebbe essersi fermato a parlare con il suo assassino. La vittima, infatti, secondo la ricostruzione degli investigatori sarebbe stata fermata, forse con una scusa, da qualcuno che evidentemente conosceva le sue abitudini ed ... (continua)

Intervenuta squadra mobileAgguato nel reggino, ferito genero del boss Bellocco 05 lug 08 Un uomo di 33 anni, Pasquale Malvaso, è stato ferito gravemente a colpi di pistola, la notte scorsa a Rosarno. Malvaso, incensurato, è il marito di una figlia di Carmelo Bellocco, ritenuto dagli investigatori uno degli elementi di spicco dell'omonima cosca di Rosarno e attualmente detenuto ... (continua)

PG Jannelli “Riduzione scorte non è calo di guardia”

05 lug 08 Ridurre le misure di protezione non è un "abbassamento di guardia nella lotta alla criminalità organizzata". A sostenerlo è il Procuratore Generale di Catanzaro, Enzo Jannelli. Il Pg di Catanzaro fa riferimento in particolare alla vicenda della riduzione della scorta al sostituto procuratore della Dda di Catanzaro, Marisa Manzini, "coraggiosamente e proficuamente impegnata in procedimenti e processi contro la criminalità". "Sul versante della lotta alla criminalità organizzata - ha aggiunto Jannelli - l'impegno della magistratura calabrese tutta si colloca ai massimi livelli e vede l'ufficio della Dda di Catanzaro, in tutti i suoi componenti, e senza alcun irreversibile frazionamento di competenze tra i singoli magistrati, impegnato all'estremo". Stamani Jannelli ha incontrato alcuni magistrati ai quali ha illustrato le decisioni prese relativamente alle scorte. "Il rapportare - ha concluso - la determinazione delle misure di protezione ai canoni di legge, salvaguardando così i livelli di sicurezza delle persone protette, consente di recuperare persone e mezzi, da dislocare nel territorio, per una strategia di lotta al crimine e di prevenzione e repressione di reati a largo raggio e tutela e protezione della collettività tutta". Il procuratore generale di Catanzaro ha evidenziato inoltre che "le misure di protezione si rapportano a criteri fissati da appositi decreti ministeriali che ricollegano ai predeterminati livelli di rischio le contromisure più congrue. Il rispetto del principio di legalità è la chiave per la soluzione dei problemi e deve essere ben presente nel patrimonio culturale delle istituzioni tutte, che in esso devono riconoscersi, senza eccezione alcuna". "La sicurezza - prosegue - dei magistrati, come dei politici, amministratori, imprenditori ed altri dipende non solo dalla efficacia, determinata per legge, delle misure di protezione ma dall'attività di intelligence, di polizia giudiziaria e di controllo del territorio affidate alle varie componenti delle forze di politizia". "E tale efficacia - conclude Jannelli - è condizionata anche dall'abbassamento dei toni della stampa, che dovrebbe evitare fin troppo facili allarmismi con risultati visibilmente controproducenti le finalità perseguite"

Kalashnikov scoperto dai CC di Vibo in un tombino

05 lug 08 Un fucile mitragliatore d'assalto kalashnikov di produzione cinese è stato trovato dai carabinieri della Compagnia di Vibo Valentia. L'arma, in perfette condizioni e con il numero di matricola, era nascosto in un sacco di plastica ancorato all'interno di un condotto di scolo per le acque piovane a margine di una strada comunale di Filadelfia. Il ritrovamento è avvenuto nell'ambito dei controlli che, da tempo, i carabinieri stanno effettuando alla ricerca di armi. Per ispezionare il cunicolo in cemento, largo poco più di 60 centimetri, i carabinieri sono stati costretti a strisciare per diversi metri nella condotta. Il fucile sarà adesso sottoposto ad accertamenti balistici per verificare se sia stato usato in fatti di sangue.

A Gratteri il premio Erakles 2008

05 lug 08 Il magistrato Nicola Gratteri, per l'Educazione civica, il sindaco di Melpignano (Lecce) Sergio Blasi (Identita' e Marketing territoriale), il prof Giovanni Sapia Direttore dell'Universita' Popolare di Rossano (Cultura) e il prof. Michelangelo Tagliaferri (Comunicazione) sono i vincitori del premio Erakles 2008. La cerimonia di consegna delle onorificenze, promosse dal Comune e dall'associazione Otto torri sullo Ionio, si e' svolta nel corso di una serata ospitata nel centro storico di Cariati. Ai vincitori del premio sono state consegnate le statuette bronzee che riproducono quella conservata nel Museo nazionale di Reggio Calabria. Le statuette sono state realizzate dall'orafo Franco Salvato. La serata e' stata moderata da Giuseppe Soluri, presidente dell'Ordine dei giornalisti della Calabria.

Un polacco arrestato per la caduta dell’ucraina, in prognosi riservata, a Crotone

05 lug 08 Non ha risposto alle domande della polizia il cittadino polacco, Thomasz Wojtowicz, di 46 anni, sottoposto a fermo, a Crotone, perché ritenuto responsabile della caduta dal muro di cinta dello stadio di una donna ucraina, Iryna N., di 33 anni, adesso ricoverata in prognosi riservata nell'ospedale Pugliese di Catanzaro per un trauma cranico. L'uomo, che è accusato di lesioni personali gravissime, si é presentato la notte scorsa al pronto soccorso dell'ospedale di Crotone per segnalare la presenza di una donna ferita sotto il muro di recinzione dello stadio che dista solo poche decine di metri dall'ospedale. L'uomo, secondo quanto si è appreso, avrebbe anche avuto i vestiti macchiati di sangue. Secondo la ricostruzione dei fatti, la donna, commessa in un negozio di frutta e verdura, ha partecipato con altri connazionali ad una festa che si è svolta in un locale di pertinenza del personale di custodia dello stadio e, verso le 2, è stata vista allontanarsi. Dalle testimonianze raccolte dagli investigatori della squadra mobile, é emerso che l'ultima persona con la quale la donna ucraina è stata vista insieme sarebbe stato l'uomo poi fermato.

Dentice da 10 chili catturato a Calopezzati

05 lug 08 Quattro pescatori dilettanti hanno catturato, al largo di Calopezzati, un dentice di dieci chilogrammi e una cernia di sette. I quattro, Gaetano Curia, Antonio Lettieri, Aurelio Straface e Natale Olivito, hanno preso il largo con una piccola imbarcazione a motore, dalla quale hanno buttato in acqua un ''conzo'' con 500 ami. ''Eravamo andati nella tarda mattinata a tirare gli ami - ha detto uno dei pescatori - e ci siamo accorti che non c'era niente. Li abbiamo ributtati a mare e siamo ritornati il pomeriggio. Dopo pochi ami tirati abbiamo trovato una cernia, poi niente fino alla fine. Quando avevamo perso ogni speranza ecco che, ritirando gli ultimi ami, e' apparso il dentice''. ''Erano oltre 40 anni - secondo quanto riferito da alcuni pescatori professionisti di Cariati - che non veniva pescato un dentice di queste dimensioni''. I quattro calabresi, terminata la pesca, sono anche rimasti in panne perche' il motore non e' ripartito e hanno dovuto chiedere soccorso per riportare il pescato all'interno del porto.

Premio “Reggino doc” a Santo Versace

05 lug 08 E' Santo Versace l'Uomo dell'anno per la giuria del premio "Reggino doc", organizzato dall'accademia Fjord of Rhegium. Il riconoscimento, che sarà consegnato lunedì prossimo nel Salone dei Lampadari di palazzo San Giorgio, gli è stato conferito "per aver saputo dare - è detto in una nota - con entusiasmo e intelligenza, concretezza al suo essere reggino, esaltando l'operosità calabrese nel mondo intero". "Lo scopo sociale dell'iniziativa - prosegue la nota - è di promuovere l'identità reggina e le particolarità socio-culturali della città dello Stretto anche con l'assegnazione annuale dei premi alle personalità reggine che, nella vita sociale e professionale, hanno dimostrato il loro attaccamento e amore per la città con fatti e azioni concrete". Don Mimmo Geraci sarà premiato come Reggino doc "per aver esaltato le sue doti sacerdotali e umane con la trasposizione fattiva in opere benefiche a servizio della città". Lo stesso riconoscimento andrà ad Antonella Freno "per la sua intensa attività culturale, che ha messo in evidenza l'intelligenza e la saggezza delle donne calabresi"

Agguato nel catanzarese, ucciso il dirigente dell’Ufficio Anagrafe del comune di Petronà. S'indaga sulla sua vita privata 04 lug 08 Il dirigente dell’Ufficio Anagrafe del comune di Petronà, Silvano Talarico, 51 anni, è stato ucciso in un agguato questo pomeriggio poco dopo le 15. L’uomo, che stava rincasando a bordo di uno scooter lungo la strada provinciale che collega i centri di Petronà e Belcastro nella presila catanzarese ai confini con la provincia di Crotone, è stato raggiunto da almeno 5 colpi di ... (continua)

Pompieri in azione sul luogo dell'esplosioneFuga di gas a Rose, grave un uomo rimasto ustionato nello scoppio, sventrata un’abitazione 04 lug 08 Una fuga di gas ha provocato una forte esplosione in una palazzina ad un piano più mansarda situata nella frazione Varco San Marco di Rose. La deflagarazione ha provocato il crollo di gran parte del piano rialzato e di un muro dell’abitaizione che è rimasta sventrata. Nello scoppio è rimasto gravemente ferito un uomo, Giuseppe Cofone di 44 anni, trasportato all’ospedale dell’Annunziata dai medici del 118 intervenuti. . ... (continua)

Blitz dei carabinieriSgominata banda che operava estorsioni nel cosentino: 5 arresti. Tra di loro, forse, chi intimidì il Sindaco di San Fili 04 lug 08 I carabinieri hanno arrestato a Cosenza ed in alcuni centri della provincia cinque persone accusate di avere fatto parte di una banda che avrebbe compiuto una lunga serie di estorsioni. L'organizzazione avrebbe avuto anche la disponibilità di armi, tra cui mitra kalashnikov, ed avrebbe spacciato consistenti quantitativi di droga ... (continua)

ospedaleChiesta l’archiviazione per la morte della 13enne di San Martino operata a Bologna. I genitori si oppongono 04 lug 08 Il Pm di Bologna Silvia Marzocchi ha chiesto l'archiviazione per i due medici, un chirurgo e un anestesista, che erano stati indagati per omicidio colposo per la morte della tredicenne Sofia C., deceduta per una embolia gassosa il 29 dicembre scorso dopo essere entrata in coma al termine di un intervento di correzione della scoliosi avvenuto nell'istituto ortopedico Rizzoli del capoluogo emiliano. ... (continua)

AmbulanzaImprenditore del vibonese cade dalla scala mentre sostituisce una lampadina e muore 04 lug 08 Era salito sulla scala a forbice all’interno del suo supermercato per sostituire una lampadina fulminata, ma nel compiere la piccola manutenzione per una distrazione cade dalla scala battendo la testa e muore sul colpo. E’ successo in una piccola frazione di Rombiolo nel vibonese, Pernocari. La vittima si chiamava Domenco Castagna ... (continua)

Vasto incendio a Tarsia, in fiamme discarica, interviene canadair

04 lug 08 Un vasto incendio sta divampando da alcune ore in un impianto di smaltimento rifiuti a Tarsia. L'impianto, secondo quanto è emerso dai primi accertamenti, avrebbe preso fuoco a causa dei molti accatastamenti di rifiuti stipati per il trattamento. Sul posto stanno lavorando i vigili del fuoco di Castrovillari e una squadra arrivata da Cosenza con un'autobotte. La densa nuvola di fumo nero che stava avvolgendo, a causa dell'incendio, tutta la zona si sta lentamente diradando.
Non è stato ancora spento l'incendio che da stamani si è sviluppato in una discarica per lo smaltimento dei rifiuti a Tarsia. Le fiamme si sono estese ad alcune costruzioni adiacenti alla discarica e hanno attecchito anche un bosco di macchia mediterranea. Sul posto è intervenuto un elicottero ed è stata fatta richiesta di un Canadair della protezione civile. La centrale operativa dei vigili del fuoco ha fatto anche richiesta all'Arpa Calabria per l'invio di una squadra specializzata per monitorare la zona e verificare la pericolosità e la tossicità creata dall'incendio dei rifiuti. Sono state potenziate anche le squadre a terra dei vigili del fuoco di Cosenza, Castrovillari e Acri.

Buste con proiettili a magistrati, il Giudice Spadaio esclude la mafia

04 lug 08 "Credo sinceramente trattarsi di un balordo, sia pure bene informato sull'attività professionale dei magistrati di Lamezia Terme". A sostenerlo è stato il presidente della sezione penale del Tribunale di Lamezia Terme, Giuseppe Spadaro, al quale è stata inviata una busta contenente due cartucce per fucile intercettata all'ufficio postale insieme ad una busta analoga inviata al procuratore Raffaele Mazzotta. "Escluderei mafia e similari - ha aggiunto Spadaro - perché i personaggi di grosso spessore criminale non mandano avvertimenti quando vogliono veramente farti male". "Sono molto irritato - ha sostenuto il giudice - per i riferimenti familiari e per la fuga di notizie. Comunque, se questi vigliacchi pensano di intimidire me ed i miei straordinari colleghi di Lamezia Terme, rimarranno delusi. La nostra attività, se possibile, verrà incrementata". "Ringrazio il presidente della Regione Calabria, Loiero, ed il sindaco di Lamezia Terme, Speranza, per i sinceri e sentiti attestati di solidarietà - ha proseguito - ma in tutta sincerità avremmo bisogno di ben altro. Se lo Stato vuole seriamente aiutarci, riveda le circoscrizioni dei Tribunali calabresi, aumentando l'organico dei magistrati del Tribunale di Lamezia Terme. Il ministero della Giustizia, analizzando i flussi di lavoro, specie del settore civile e fallimentare, si renderà conto che i miei colleghi della sezione civile stanno letteralmente sacrificando la propria vita personale e familiare per affrontare con grande dignità professionale l'enorme carico di lavoro". "Il Tribunale di Lamezia - ha concluso Spadaro - avrebbe bisogno di 3-4 magistrati in più rispetto ai 15 previsti e, peraltro, mai tutti presenti a causa di trasferimenti ed applicazioni varie".

Mandra di bovini ad uso dei latitanti scoperta a Caraffa del Bianco

04 lug 08 Una mandria di bovini allo stato selvatico, nella disponibilita' di latitanti della 'ndrangheta, e' stata scoperta dal Corpo forestale nelle campagne di Caraffa del Bianco. Le cosiddette "vacche sacre", i bovini selvatici cioé che scorazzano in alcune zone della provincia di Reggio Calabria, rappresentano da sempre un grave problema per gli agricoltori a causa dei danni che provocano alle colture ed un pericolo per la circolazione stradale. La loro macellazione, che avviene clandestinamente, secondo quanto è emerso da alcune indagini, ha lo scopo di garantire l'alimentazione dei latitanti affiliati alla 'ndrangheta. Il Corpo forestale ha abbattuto uno dei bovini, che aveva caricato alcuni agenti, in esecuzione di quanto disposto dalla Procura della Repubblica di Locri e dalla Prefettura di Reggio Calabria che prevede l'eliminazione dei bovini selvatici che rappresentano un pericolo per l'incolumità pubblica. Gli altri animali sono stati sottoposti a sequestro amministrativo. All'operazione del Corpo forestale hanno partecipato i veterinari dell'Azienda sanitaria di Locri.

Nessuna spiegazione dal nomade ferito da colpo di pistola

04 lug 08 Sono ancora tutte da chiarire le circostanze che hanno portato al ferimento di Nuccio Berlingieri, un nomade di 28 anni che si è presentato ieri sera all'ospedale di Catanzaro con una ferita d'arma da fuoco al ginocchio. L'uomo, sentito dalla squadra mobile, non ha fornito indicazioni utili a ricostruire l'accaduto. Gli investigatori stanno anche cercando di appurare se fosse Berlingieri l'uomo a bordo di un'auto coinvolta in un incidente su viale De Filippis che si sarebbe allontanato subito lo scontro. L'uomo è stato indicato come colui che si era allontanato dal conducente dell'altra vettura, ma secondo i medici, la ferita al ginocchio non avrebbe consentito a Berlingieri di guidare. La vettura sulla quale si sarebbe trovato l'uomo, intanto, contrariamente a quanto era risultato in un primo momento, non era stata rubata. Secondo gli investigatori, al momento, non ci sono elementi per mettere in collegamento l'incidente con il ferimento.

Visita in Calabria del nuovo commissario nazionale antiracket, Marino

04 lug 08 In Calabria emergono "segnali di concreta volontà di cooperazione da parte degli operatori economici con le istituzioni". A dirlo è stato il nuovo commissario nazionale antiracket, prefetto Giosué Marino. Marino ha compiuto una visita in Calabria, al termine della quale ha incontrato, a Reggio, i referenti antiracket delle singole prefetture della regione. "Riferirò puntualmente al ministro Maroni ed al sottosegretario Mantovano - ha detto Marino incontrando i giornalisti insieme al prefetto di Reggio, Francesco Musolino - lo stato della situazione in Calabria. Simili iniziative saranno anche intraprese nelle altre regioni in cui il fenomeno del racket è asfissiante per le persone e l'economia. Posso dire che in presenza di segnali di cambiamento e di maggiore collaborazione con le istituzioni, lo Stato sarà concretamente vicino a quanti vogliono sottrarsi al giogo della criminalità organizzata che inquina l'economia legale". "Nella sola provincia reggina - ha sostenuto Musolino - sono 113 i casi di operatori economici che hanno deciso di contrastare alla luce del sole l'azione del racket criminale ai quali lo Stato saprà offrire una sponda di sicurezza e di concreta solidarietà. Questo dato conferma la crescita di un indice di maturità e responsabilità di tanti nostri concittadini che vogliono liberarsi dal racket e dai poteri criminali".

Non paga le auto acquistate in Germania, arrestato 32enne di Dipingano per truffa

04 lig 08 I carabinieri hanno arrestato a Dipignano Gianluca Fuoco, di 32 anni, per truffa e falsificazione di documenti. A carico di Fuoco pendeva un mandato di arresto europeo emesso lo scorso 7 maggio per alcune truffe che l'uomo avrebbe commesso in Germania. Secondo l'accusa, l'uomo, dal marzo del 2004 al febbraio dell'anno successivo, insieme a diversi complici, tutti arrestati e processati, avrebbe acquistato sette autovetture, due motocicli e un furgone. Per pagarli Fuoco avrebbe sottoscritto dei contratti di prestito con diversi istituti di credito e di leasing tedeschi, per una somma complessiva di 240 mila euro. A questi istituti l'uomo avrebbe fornito documenti, indirizzi e garanzie di solvibilità falsi, facendo sempre in modo che i mezzi acquistati arrivassero al più preso in Italia. L'arresto di Fuoco, che è stato portato nel carcere di Cosenza, ha carattere provvisorio, in attesa della sua estradizione in Germania.

Mancano le targhe a rischio le immatricolazioni delle auto

04 lug 08 Rischia di andare in tilt, per la mancanza di targhe, il sistema di immatricolazione di auto e moto in Italia. Ventuno province - tra cui Roma, Genova, Venezia e Salerno - hanno ancora poche targhe a disposizione per i nuovi autoveicoli, che rischiano di non poter essere registrati e circolare. Ma è già blocco immatricolazioni per i motocicli a Napoli, Livorno e Trapani e per i ciclomotori a Bari, Novara e Pesaro, mentre "permane il rischio imminente dell'esaurimento delle scorte per moto e ciclomotori" a Brescia, Bergamo e Como. A lanciare l'allarme è l'Unione Nazionale Autoscuole (Unasca), precisando che "la situazione in gran parte d'Italia é vicina al collasso". Se il blocco-immatricolazioni per motocicli e ciclomotori è già realtà in alcune città d'Italia, quello delle auto rischia di diventarlo, a causa della carenza di targhe a disposizione degli Uffici Motorizzazione in ben 21 province. Si tratta di Venezia, Trento, Imperia, Arezzo, Biella, Pordenone, Isernia, Latina, Salerno, Genova, Lodi, Bolzano, Salerno, Viterbo, Macerata, Verbania, Terni, Ferrara, Trieste, Agrigento e Roma. A ciò - osserva l'associazione - si aggiunge il fatto che in molte realtà "non sono più disponibili ormai da diversi mesi le targhe provvisorie necessarie per il trasferimento di veicoli non immatricolati o per l'esportazione di quelli usati". "Si continuano a perpetrare pesanti disagi, ingiustizie ed ulteriori oneri nei confronti degli utenti, nonché spiacevoli contrattempi operativi agli STA (Sportello Telematico dell'Automobilista) - osserva l'Unasca - che non sono messi in condizione di fornire il servizio loro richiesto. E' una vicenda allucinante dato il periodico ritardo del Poligrafico dello Stato nella consegna delle targhe alle Motorizzazioni malgrado le ripetute richieste del Dipartimento Trasporti Terrestre". Il rischio di un blocco delle immatricolazioni di moto e ciclomotori per mancanza di targhe - ricorda l'Unasca - "era già stato segnalato il 19 luglio, in una lettera ai ministri competenti". L'Unasca conclude sottolineando che "a questa situazione si sommano i disservizi nella predisposizione dei lotti da parte del Poligrafico. Ne sa qualcosa un povero automobilista milanese che, dopo essersi visto il 4 giugno sequestrare la propria vettura a causa dell'errata stampigliatura del numero sulla targa posteriore rispetto all'anteriore, aspetta ancora di ricevere la targa esatta".

Chiuso per lavori nel week end il tratto A3 Lamezia-Pizzo

04 lug 08 Sarà chiusa al traffico per 24 ore, a partire dalle 20 di domani, per lavori di ammodernamento, il tratto dell'autostrada A3 da Lamezia Terme a Pizzo Calabro . Lo ha reso noto l'Anas. "Il traffico proveniente da Reggio Calabria - è scritto in una nota - in direzione nord, sarà deviato con uscita obbligatoria allo svincolo di Pizzo Calabro e, tramite la Statale 18, rientrerà allo svincolo di Lamezia Terme. Il traffico proveniente da Salerno, in direzione Sud, sarà, invece, deviato con uscita obbligatoria allo svincolo di Lamezia Terme e, sempre tramite la Statale 18, rientrerà allo svincolo di Pizzo Calabro".

Nuovo distaccamento di VVFF a Piano Lago

04 lug 08 Il sottosegretario all'Interno, Nitto Francesco Palma, ha firmato il decreto di istituzione del distaccamento volontario dei vigili del fuoco di Piano del Lago, nel comune di Mangone. L'area nella quale ricade il comune di Mangone è inclusa nel comprensorio individuato nel progetto di sviluppo del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile, denominato "Progetto Italia in 20 minuti". "La zona scelta per il distaccamento - è scritto in una nota - a ridosso dell'altopiano della Sila, situata in prossimità dello svincolo dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria, tra Cosenza Sud e Grimaldi, sede del polo industriale in espansione, risponde pienamente alle esigenze di rapido intervento sul territorio".

Sperona auto dei cc ad un posto di blocco a Rossano: un arresto

04 lug 08 I carabinieri di Rossano hanno arrestato Francesco Acri, di 28 anni, in esecuzione di una misura cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip. Il giovane e' accusato di resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione e danneggiamento in concorso con altre persone. Il 15 marzo scorso, Acri, poi identificato dai carabinieri, non si sarebbe fermato ad un posto di blocco dei militari, fuggendo a bordo di una Audi A4, risultata poi rubata a Mirto Crosia, e speronando l'auto dei militari. A stabilire che alla guida c'era Acri, secondo quanto e' stato riferito, sono stati gli accertamenti compiuti dai carabinieri del Ris di Messina.

Due piantagioni di erba scoperte a Tropea, minorenne in manette

04 lug 08 Due piantagioni di canapa indiana sono state sequestrate in distinte operazioni compiute nella zona di Tropea dai militari della Guardia di Finanza che hanno arrestato un ragazzo di 17 anni. Le due piantagioni sono state scoperte nelle campagne di Briatico e Cessaniti. Al termine delle due operazioni sono state distrutte complessivamente 1.800 piante di canapa indiana. Nel corso dell'operazione compiuta a Briatico i finanzieri hanno scoperto un ragazzo di 17 anni mentre stava accudendo le piante di canapa indiana. Il minorenne è stato arrestato.

ProiettiliBuste con proiettili a due magistrati di Lamezia 03 lug 08 Due buste contenenti cartucce per fucile sono state spedite al procuratore ed al presidente della sezione penale del Tribunale di Lamezia Terme, Raffaele Mazzotta e Giuseppe Spadaro. Le buste sono state intercettate dal personale del Centro di smistamento delle poste di San Pietro Lametino, che ha avvertito la polizia. I due plichi, dopo l'autorizzazione dell'autorità giudiziaria, sono stati aperti dalla polizia. ... (continua)

Guardia di FinanzaMaxi truffa alla 488 di 11 mln di euro scoperta dalla Finanza a Villapiana. Sequestrato complesso aziendale e immobili a Brescia e Mantova 03 lug 08 Una maxi truffa da 11 milioni di euro e' stata scoperta dalla Guardia di Finanza di Trebisacce che ha denunciato a piede libero 6 persone per aver ricevuto finanziamenti tramite la legge 488. L'investimento complessivo... (continua)

Palazzo dei MarescialliIl CSM nomina 20 procuratori. Giacomantonio a Castrovillari, Lombardo al tribunale di Catanzaro e Calabrese a quello dei minorenni 03 lug 08 Il plenum del Consiglio Superiore della Magistratura ha provveduto - oggi - alla nomina di 20 nuovi 'procuratore capo' in altrettanti uffici direttivi la maggioranza dei quali erano rimasti privi di titolare in seguito all'entrata ... (continua)

IstatItaliani quasi a quota 60 milioni grazie agli immigrati. Al sud la palma della maggior densità. Boom di romeni sono 600mila 03 lug 08 La popolazione residente in Italia sfiora i 60 milioni di abitanti: al 31 dicembre 2007 era pari a 59 milioni 619.290 persone, mentre alla stessa data del 2006 ammontava a 59 milioni 131.287. Nel 2007 si è registrato un incremento della popolazione residente di 488.003 ... (continua)

 

Compra un auto in Germania e non la paga, arrestato commerciante di Lappano

03 lug 08 I carabinieri hanno arrestato a Lappano un commerciante, Francesco Garritano, di 35 anni. A carico di Garritano pendeva un mandato di arresto europeo emesso lo scorso 7 maggio per una truffa che l'uomo avrebbe commesso in Germania. Secondo l'accusa, l'uomo, nel marzo del 2004, insieme a due complici, già arrestati e processati, avrebbe acquistato un'autovettura. Per pagarla Garritano avrebbe sottoscritto un contratto di prestito con un istituto di credito di Monaco di Baviera, per una somma di quasi 20 mila euro, fornendo una falsa residenza. Dopo aver ottenuto il prestito, l'uomo sarebbe fuggito all'estero senza restituire i soldi all'istituto bancario. L'arresto di Garritano, che è stato portato nel carcere di Cosenza, ha carattere provvisorio, in attesa della sua estradizione in Germania.

Nomade si presenta in ospedale a Catanzaro con ferita da arma da fuoco

03 giu 08 Un nomade di 28 anni, Nuccio Berlingieri, si e' presentato stasera nell'ospedale di Catanzaro con una ferita d'arma da fuoco alla gamba. Gli investigatori della squadra mobile stanno cercando di ricostruire quello che e' accaduto. Secondo quanto si e' appreso sinora, il giovane, nel pomeriggio, alla guida di un'auto risultata poi rubata, avrebbe avuto un incidente stradale su viale De Filippis, andando a scontrarsi con un'altra vettura. Subito dopo l'incidente il giovane e' fuggito, ma e' stato riconosciuto dal conducente dell'altra auto quando si e' presentato in ospedale. In un primo momento i medici hanno pensato che la ferita fosse da mettere in relazione all'incidente, poi si sono resi conto che in realta' Berlingieri aveva una ferita d'arma da fuoco.

Corso per pizzaioli nell’istituto minorile di Catanzaro

03 lug 08 Un corso per pizzaioli riservato ai detenuti del carcere per minorenni 'Silvio Paternostro' di Catanzaro. L'iniziativa è stata organizzata dalla Camera di commercio e gestita dalla Confederazione degli imprenditori, dei commercianti e degli artigiani del turismo e dei servizi. "Attraverso questa attività formativa - è detto in una nota - che rappresenta la continuità delle analoghe esperienze realizzate all'interno della struttura carceraria nel corso del 2007, il presidente della Camera di commercio, Paolo Abramo, e il direttore dell'istituto, Francesco Pellegrino, puntano a potenziare la qualificazione professionale dei giovani detenuti, propedeutica per il loro successivo reinserimento socio-lavorativo". "Ogni volta che vengo in questa struttura - ha detto il sindaco, Rosario Olivo, rivolgendosi ai ragazzi dell'istituto - ne esco con la consapevolezza di avere preso più di quanto sono riuscito a offrirvi. Il consiglio che mi sento di darvi è di capitalizzare questa spiacevole parentesi della vostra vita e, una volta usciti, trovare la strada giusta per realizzare i vostri sogni in serenità. Per conto nostro cercheremo di fornirvi gli strumenti professionali per poter fare questo". "Dopo la consegna degli attestati - conclude la nota - i ragazzi hanno regalato al presidente della Camera di commercio, Paolo Abramo, e agli altri protagonisti dell'iniziativa dei piccoli ricordi, realizzati da loro nel corso di un'altra attività".

Picchiano e rapinano un rumeno, tre persone arrestate a Roggiano

03 lug 08 I carabinieri hanno arrestato a Roggiano Gravina tre persone per rapina aggravata, violenza privata e lesioni personali. I tre, Luigi Presta, di 45 anni, Saverio Iannuzzi, di 19, e Raffaele Merenda, di 18, avrebbero rapinato e picchiato, l'11 giugno scorso, un giovane rumeno in un parco pubblico. I carabinieri di Roggiano Gravina, dopo aver identificato i tre presunti responsabili della rapina, li hanno denunciati alla Procura di Cosenza, che ha chiesto ed ottenuto dal gip l'emissione delle ordinanze di custodia cautelare. Presta, dopo la convalida dell'arresto, è stato portato in carcere, mentre per Iannuzzi e Merenda è stata disposta la custodia cautelare agli arresti domiciliari.

Pescatore di Bruatico coltivava 14 piante di marijuana: arrestato

03 lug 08 Un pescatore, Giacomo Bruzzese, di 34 anni, è stato arrestato dalla polizia a Briatico con l'accusa di coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti. Nel giardino della casa di Bruzzese, nel corso di una perquisizione, i poliziotti hanno trovato 14 piante di cannabis, alcune delle quali alte quasi tre metri. Trovato anche materiale essiccato sul quale sono in corso accertamenti.

Indiano tenta di violentare donna incinta a Reggio: arrestato

03 lug 08 Ha tentato di violentare la proprietaria di un negozio di generi alimentari incinta al settimo mese, ma l'intervento di due operai lo ha costretto a desistere ed è poi stato arrestato dai carabinieri di Reggio Calabria. Protagonista della vicenda un indiano di 26 anni, Singh Harjinder, clandestino. L'uomo è entrato nel negozio per comprare delle birre e dopo avere pagato si è avvicinato alla donna. Harjinder ha spinto la giovane in un angolo iniziando a toccarla. La donna ha urlato richiamando l'attenzione di due giovani che erano nelle vicinanze. Udite le urla, i due sono entrati nel negozio ed hanno cercato di bloccare l'aggressore, che è riuscito però a fuggire. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che grazie alla descrizione fornita dalla donna, hanno bloccato dopo pochi minuti Harjinder arrestandolo per tentata violenza sessuale.

Quattro arresti per usura a Gioia

03 lug 08 Quattro persone, considerate dagli investigatori legati alle cosche Pesce e Bellocco, sono state arrestate dai carabinieri a Gioia Tauro con l'accusa di usura e riciclaggio. I quattro, Fortunato Varrà, di 31 anni, Giuseppe Tutino (42), Donatella Garruzzo (38) e Antonio Tavella (69), avrebbero prestato somme di denaro a un commerciante che si trovava in difficoltà, pretendendone la restituzione a tassi usurari. Gli arrestati, secondo quanto è emerso dalle indagini, si sarebbero serviti di complici, tutte persone incensurate, che avevano il compito di 'ripulire' il denaro incassato con l'usura attraverso passaggi su conti correnti insospettabili. Per le quattro persone coinvolte nell'indagine è stata disposta la custodia cautelare agli arresti domiciliari. I carabinieri stanno cercando una quinta persona che avrebbe fatto parte della banda e che è riuscita a sfuggire all'arresto.

Alle donne di San Luca il premio della legalità del comune di Locri

03 lug 08 Il Comune di Locri ha attribuito a Rosy Canale, presidente del movimento Donne di San Luca, il Premio per la Legalita' indetto nell'ambito della manifestazione Giugno Locrese. Il movimento e' nato con l'obiettivo dichiarato di ''cambiare il volto del paese pre-aspromontano'' e rilanciarne l'immagine ulteriormente deteriorata dopo la strage di ferragosto 2007 a Duisburg. Rosy Canale ha detto di condividere il riconoscimento ''con tutte quelle persone che quotidianamente hanno dato il loro contributo per sostenere il cammino del movimento: dalle donne del direttivo, al sindaco Sebastiano Giorgi, al parroco don Pino Strangio ma anche al prefetto di Reggio Calabria, Franco Musolino, e al coordinatore del Progetto San Luca, Giuseppe Priolo''.

La acsa di San Lucido incendiataE’ morta la rumena che rimase ustionata per l’incendio doloso di casa a San Lucido 02 lug 08 E’ deceduta la rumena ustionata dall’incendio provocato sull’uscio della sua abitazione a San Lucido. La donna, Mihaela Petronela, di 28 anni, era ricoverata dal 14 giugno presso il centro Grandi Ustionati di Brindisi dove fu trasportata a seguito delle gravi ustioni che aveva subito su tutto il corpo nel corso dell’incendio che ignoti avevano appiccato nella notte alla... (continua)

I dipendenti Why Not chiedono lumi: di tutto si parla tranne che del nostro futuro 02 giu 08 Il comitato "Lavoratori Why Not" ha scritto una lettera aperta "per sensibilizzare l'opinione pubblica" sulla vertenza che riguarda i dipendenti in vista dell'incontro previsto per domani. "Da tempo - è scritto nella lettera inviata, tra gli altri, anche al presidente della Regione, Loiero - si sente parlare tramite i mass media del cosiddetto caso Why Not, nello specifico vengono riportate intercettazioni, dichiarazioni, smentite, perquisizioni, con tanto di nomi di personaggi noti come Prodi ... (continua)

Lamezia, il centroIntimidazione a consigliere comunale di Lamezia: incendiata l'auto 02 lug 08 Persone non identificate hanno compiuto un attentato incendiario a Lamezia Terme ai danni dell'automobile del capogruppo comunale dell'Udc, Nicola Mazzocca. La vettura è stata cosparsa con liquido infiammabile ed incendiata. Le fiamme sono state spente da Mazzocca, intervenuto insieme ad alcuni passanti... (continua)

Questura di CosenzaFinta imprenditrice rumena ricercata in tutta Europa si nascondeva a Bisignano: arrestata dalla PS 02 lug 08 Da diversi anni si nascondeva in Italia ed aveva trovato nel Comune di Bisignano il luogo ideale per sfuggire al provvedimento di cattura che l’autorità giudiziaria Rumena aveva emesso nei suoi confronti poiché ritenuta responsabile di contrabbando, ... (continua)

CarabinieriAgricoltore accusato di truffe in Germania arrestato dai CC a Paterno 02 lug 08 I carabinieri hanno arrestato a Paterno Calabro un agricoltore, Michele Vocaturo, di 60 anni. A carico di Vocaturo pendeva un mandato di arresto europeo emesso il 7 maggio scorso per una serie di truffe che l'uomo avrebbe commesso in Germania. Secondo l'accusa, Vocaturo, nell'ottobre del 2004, assieme ad un complice, che è già stato arrestato e processato, avrebbe acquistato in Germania un'autovettura e ... (continua)

Operazione dei carabinieriSettantunenne, ex macellaio, ucciso a sprangate a Gioiosa 02 lug 08 Un uomo di 71 anni , Michelangelo Ieraci, ex macellaio, con precedenti per traffico di droga ed armi, è stato ucciso a Marina di Gioiosa Jonica con un colpo di spranga alla testa. Il cadavere di Ieraci è stato trovato poco distante dall'automobile dell'ex macellaio, in pieno centro cittadino, lungo la statale provinciale che conduce a Gioiosa Superiore mentre probabilmente... (continua)

 

Presa a Genova banda che svuotava container, operava anche in Calabria. In manette maresciallo Gdf

02 lug 08 Con Pinocchio, un maresciallo infedele della Guardia di Finanza dell'alessandrino arrestato (così ribattezzato dai militari che hanno condotto le indagini), due imprenditori edili piemontesi erano a capo di un'organizzazione specializzata in furti in container. Il gatto e la volpe, il loro nome in codice. E non solo nomi ma anche frasi in codice emergono dalle numerose intercettazioni telefoniche e ambientali eseguite dai militari della Guardia di finanza del Gruppo Genova che hanno condotto un anno di indagini per smantellare un'organizzazione radicata nel nord Italia, con propaggini anche in Calabria. Un'organizzazione a carattere piramidale quella emersa dalle indagini dell'operazione "Sigillum" (confluite in un fascicolo di 20mila pagine), che vedeva a livello intermedio una decina di "sodali", tra autotrasportatori in proprio o dipendenti e specialisti dello scasso, capaci di svaligiare i container svitando e riavvitando le serrature lasciando intatti i sigilli, senza alcun segno di effrazione. Della base facevano invece parte una cinquantina tra "uomini di fatica" e ricettatori più o meno abituali, tra quest'ultimi in particolare, un gruppo di cinque o sei casalinghe agguerrite nel commissionare i furti, che raccoglievano ordinazioni anche per conto delle amiche. Sono state in tutto 22 le custodie cautelari eseguite nella notte, 16 in carcere (tra queste anche il maresciallo Gdf) e 6 ai domiciliari, sulla base di un'ordinanza emessa dal gip genovese Roberto Fenizia, su richiesta del pm Walter Cotugno. Una settantina sono le perquisizioni condotte, mentre risultano iscritte sul registro degli indagati una cinquantina di persone, nell'ambito dell' inchiesta nata nel luglio 2007 come costola di un'altra indagine e che ha interessato Piemonte, Lombardia, Liguria, Veneto, Toscana, Lazio e Calabria. Le accuse a vario titolo sono associazione a delinquere, furto aggravato e ricettazione aggravata in concorso. Secondo i militari l'organizzazione, per la sua ramificazione ed i meccanismi consolidati, operava da oltre 10 anni. Una volta individuato il carico appetibile, rilevato dai documenti che scortavano le merci stivate nei container, in transito dallo scalo di Genova Voltri, i camionisti, deviando dal percorso stabilito, si recavano in luoghi sicuri (indicati dalla banda), dove si provvedeva ad alleggerire i container. La merce, la più disparata, dalle bare alle bici da corsa, dai prodotti alimentari, all'acqua minerale, agli articoli hi-tech, dai vini pregiati (tra questi privilegiato l'Amarone) agli elettrodomestici, dalle macchine movimento terra ai prodotti di pulizia per la casa, quando non veniva subito inserita nel circuito di vendita dell'organizzazione (che si avvaleva anche dei normali canali di distribuzione commerciale all'ingrosso e al dettaglio) veniva poi trasferita verso luoghi di stoccaggio temporaneo (prevalentemente nell'alessandrino) indicati con come "la grotta" o la "palude". Dalle indagini è emersa anche un'intera famiglia genovese, madre e padre anziani, e tre figli quarantenni, in affari con l'organizzazione. La donna avvertiva le amiche dei carichi in arrivo e raccoglieva eventuali ordini, mentre gli uomini di casa lavoravano come trasportatori o persone di fatica. I militari stanno ancora quantificando il tesoro frutto dell'attività criminale dell'organizzazione, stimabile attorno a qualche milione di euro. Le perquisizioni hanno permesso di recuperare il bottino sia dagli autori dei furti, che dai ricettatori come pure da alcuni clienti occasionali che pensavano di aver fatto un buon affare e si sono visti mettere i sigilli alla lavastoviglie di marca acquistata a soli 100 euro. Le indagini proseguiranno nei prossimi mesi anche per individuare le vittime dei furti.

Legambiente “Ecoballe dalla giunta di Piane Crati”.

02 lug 08 Legambiente smentisce la notizia sul primato ambientalista della cittadina di duemila anime in provincia di Cosenza. Secondo la notizia diffusa dalla piccola comunita' calabrese, Piane Crati si sarebbe aggiudicata l'edizione 2008 del "Riciclone", riconoscimento dell'associazione ambientalista all'ente locale italiano piu' virtuoso quanto a gestione dei rifiuti. Riferendosi a Piane Crati il quotidiano Repubblica.it, che oggi ha riportato la notizia pubblicata tre giorni fa da NuovaCosenza.com, si descrive una paese da sogno, capace di riciclare il 93 per cento dell'immondizia. Una cifra "pari al doppio" di quella che risulta a Legambiente che, scrive in una nota, non ha mai sognato di assegnare il primo premio al sindaco Michele Ambroggio. Sul primo gradino del podio sarebbe infatti un comune settentrionale, forse nell'area sudtirolese. E Piane Crati? Il paese sembra sia solo citato nel rapporto degli ambientalisti. "Qualcuno all'interno dell'amministrazione del Comune ha sfruttato biecamente i media sparando cifre non vere - dicono dall'associazione ambientalista -. Questo qualcuno dovrebbe chiedere scusa a tutti, a cominciare dai suoi elettori".

Campagna di prevenzioni incendi nel Parco dell’Aspromonte

02 lug 08 E' partita stamani, nel territorio del Parco nazionale dell'Aspromonte, la campagna di prevenzione e spegnimento degli incendi boschivi. "Sulla scia degli importanti risultati conseguiti negli ultimi anni - è detto in una nota - l'ente Parco nazionale dell'Aspromonte ha inteso rilanciare la campagna di prevenzione e spegnimento degli incendi boschivi, riproponendo il modello ormai consolidato che vede il coinvolgimento delle associazioni di volontariato operanti nel territorio del parco". "Il presidente dell'ente, Leo Autelitano - prosegue la nota - ha incontrato le nove associazioni che hanno superato la selezione, effettuata a seguito di apposito avviso pubblico, per sottoscrivere la convenzione che disciplina le modalità di svolgimento delle attività, che saranno prestate, con vari mezzi e attrezzature, da 400 volontari". "A conclusione della campagna, che si protrarrà per tutta la stagione estiva - conclude il comunicato - il presidente dell'ente parco, assieme ai rappresentanti delle nove associazioni, presenterà ufficialmente i risultati conseguiti".

Un arresto a Villapiana

02 lug 08 Giovanni Altieri, di 47 anni, di Villapiana è stato arrestato dai carabinieri a Villapiana con l'accusa di evasione. Altieri, che si trovava agli arresti domiciliari perché accusato di avere rubato lo scorso 20 giugno la bicicletta ad un pensionato di 64 anni in vacanza a Villapiana, è stato sorpreso dai carabinieri mentre si trovava fuori dalla sua abitazione. L'arrestato è stato portato nel carcere di Castrovillari.

Morto il sedicenne di Catanzaro caduto sette giorni fa da una rupe. Donati gli organi

02 lug 08 E' stato eseguito dall'equipe multidisciplinare dell'ospedale Pugliese di Catanzaro l'espianto degli organi sul corpo di Luigi Gentile, il sedicenne di Girifalco morto per le conseguenze di una caduta da un dirupo. La decisione di donare gli organi è stata presa dai genitori del sedicenne e comunicata ai sanitari, che hanno predisposto tutti gli adempimenti previsti. Il ragazzo, che frequentava il terzo anno dell'Istituto tecnico commerciale, era caduto martedì scorso mentre in compagnia di alcuni amici, in una zona scoscesa di campagna, stava raccogliendo dell'origano. Soccorso e portato in ospedale con l'elisoccorso, il ragazzo era stato sottoposto ad un intervento di neurochirurgia. Le sue condizioni, lievemente migliorate nell'immediatezza dell'operazione, si sono aggravate ieri e il ragazzo è deceduto.

Partono le vacanze per 33.7 mln di italiani, sotto il segno del petrolio alle stelle

02 lug 08 A caccia di tranquillità e relax gli italiani che si riverseranno su spiagge, città d'arte, boschi e laghi saranno 33,7 milioni, ma non risponderanno all'appello rispetto al 2007 circa di 340 mila vacanzieri a causa soprattutto della incerta situazione economica. E' questo il risultato di un sondaggio Confesercenti-Pubblica Res. Se, dunque, il 57% degli italiani è pronto per un tuffo in mare o una passeggiata in montagna, un altro 24% resterà a casa ed un 19% sarà indeciso fino all'ultimo. La spesa complessiva sarà quest'anno di 35,5 miliardi di euro, ovvero il 10% in più dell'anno scorso soprattutto per il caro-petrolio. Le famiglie sono più attente al risparmio nelle loro scelte estive a causa dei maggiori costi sopportati durante l'anno, dalle tasse, alle bollette, alle tariffe. Le mete italiane sono nettamente in testa alle preferenze con il 72%. Segue l'Europa con la Spagna che si laurea anche campione di turismo dopo esserlo diventata del calcio europeo. E si preannunciano vacanze un poco più brevi rispetto al 2007. Re dell'estate si conferma il mare anche se accusa un calo di popolarità. Le famiglie italiane non rinunciano ad un periodo di vacanza anche se 'frenato': 14 giorni in media rispetto ai 17 della scorsa estate.

Pirata della strada catanzarese fugge dopo incidente a Riccione e viene denunciato

02 lug 08 La Polstrada di Rimini ha individuato il pirata della strada che al volante di un'auto il 29 maggio scorso sulla statale 16 aveva causato un tamponamento con feriti ed era fuggito senza soccorrerli. Si tratta di M.M., 23 anni, di Catanzaro, domiciliato a Riccione. L'uomo, dopo aver tamponato un'autovettura che lo precedeva nella marcia, è sceso dal veicolo e con la scusa di prendere i documenti a bordo dello stesso, ha ingranato la marcia e si è dileguato a forte velocità tanto che i feriti (padre e figlio) sono riusciti a rilevare solo parzialmente il numero di targa. Le indagini hanno fatto risaltare dal computer una serie di targhe compatibili che ha permesso di identificare con certezza l'autovettura responsabile del sinistro. Il giovane è stato denunciato in stato di libertà per fuga, omissione di soccorso e lesioni personali colpose. L'autovettura é sotto sequestro per analisi tecniche di comparazione dei danni. la patente di guida è stata ritirata e verrà sospesa per due anni con la decurtazione di venti punti.

Un arresto a Mileto

02 giu 08 I carabinieri hanno arrestato a Mileto Francesco Prostamo, di 21 anni, per non aver osservato la misura della sorveglianza speciale. L'uomo era a bordo di un'autovettura quando è stato riconosciuto dai militari della Compagnia di Vibo Valentia che lo hanno fermato ed arrestato. Dopo la convalida dell'arresto, l'uomo è stato sottoposto alla misura degli arresti domiciliari.

AutoveloxScure della procura sugli autovelox facili: 15 persone indagate, 7 comuni del cosentino coinvolti 01 giu 08 La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cosenza ha aperto un'inchiesta, coordinata dal Sostituto Procuratore Antonio Tridico, sull'utilizzo degli autovelox in alcuni comuni delal provincia di Cosenza. 15 le persone iscritte nel registro degli indagati, tra cui, secondo alcune indiscrezioni, un vigile urbano e anche i titolari di tre aziende che hanno in appalto i servizi degli autovelox nei comuni di San Fili, Piane Crati, Rovito, Malito, San Pietro in Guarano, Figline Vegliaturo e Belsito... (continua)

PoliziaTraffico di droga, operazione “Alba e Tramonto” nel reggino, in Lazio, Toscana e Piemonte: 31 ordinanze, 27 arresti, uno eseguito a Mangone. Sequestrati beni e negozi per 1mln e mezzo 01 lug 08 E' iniziata alle prime luci dell’alba in provincia di Reggio Calabria l'operazione della polizia di stato, denominata “Alba e Tramonto” per l'esecuzione di 31 ordinanze di custodia cautelare nei confronti di altrettante persone accusate di avere fatto parte di una organizzazione criminale dedita al traffico di droga. 27 gli arresti eseguiti... (continua)

Tribunale di CatanzaroInchiesta Why Not: Depositate le consulenze, si va verso la fase conclusiva dell’indagine 01 giu 08 Entra nella fase decisiva l'inchiesta Why not su presunte irregolarità nella gestione di fondi pubblici in Calabria. L'obiettivo della procura generale di Catanzaro, infatti, è quella di chiudere le indagini in 30-40 giorni e definire le singole posizioni. Un'accelerazione,... (continua)

Luigi De MagistrisSi della Cassazione al trasferimento di De Magistris: "Troppo disinvolto con la stampa" 01 giu 08 Il Pg della Cassazione Antonio Martone ha detto 'si' al trasferimento disciplinare del pm di Catanzaro Luigi De Magistris - sia di sede che di funzioni - nella sua requisitoria davanti alle sezioni unite civili della Suprema Corte chiedendo di rigettare il ricorso del pm contro la sentenza emessa dal Csm lo scorso 18 gennaio. Martone ha inoltre chiesto di accogliere una parte del reclamo avanzato dall'ex Guardasigilli Luigi Scotti... (continua)

I parenti delle vittime di mala sanità del reggino protestano

01 lug 08 "Abbiamo chiesto un mese fa un incontro ai ministri della Giustizia e della Salute, ma non abbiamo ancora ricevuto alcuna comunicazione". A dirlo sono stati i parenti del piccolo Flavio Scutellà, Angela Scibilia e Demetrio Cabugliese, morti per presunti casi di malasanità in Calabria, parlando con i giornalisti davanti ai locali dell'ex Asl 10 di Palmi. "Abbiamo scelto questa sede - ha detto Alfonso Scutellà, il papà di Flavio - perché abbiamo voluto evidenziare la differenza tra questa sede dell'Asl con la sua struttura moderna, i nuovi uffici e la cruda realtà rappresentata da noi famiglie che oltre ad avere subito il danno di una perdita per cause di malasanità subiamo la beffa di essere lasciati soli in questa disperata ricerca di giustizia". Sulla stessa scia le dichiarazioni dei parenti di Angela Scibilia. "Abbiamo sentito tante belle parole e tante promesse - ha detto il marito, Domenico Cutrì - ma nessun provvedimento é stato preso per la negligenza dei medici coinvolti". Felice Cabugliese, padre di Demetrio, morto a 28 anni a Melito Porto Salvo nell'ottobre del 2007 a causa, ha riferito l'uomo, di due punture che però non risultano nella cartella clinica, ha sostenuto che "i risultati dell'autopsia dicono che é morto per un blocco respiratorio causato da problemi cardiaci. La realtà è diversa ed io lo dimostrerò".

Diecimila piantine d’erba sequestrate a Crotone

01 lug 08 Diecimila piante di canapa indiana sono state sequestrate dai militari della Guardia di Finanza a Crotone. Nel corso di controlli i finanzieri hanno scoperto due piantagioni nascoste tra la vegetazione. Le piante di canapa indiana sono state estirpate e distrutte. Sono in corso le indagini per individuare le persone che avevano realizzato le due piantagioni.

Al via i lavori sulla ss18 tra Bagnara e Scilla

01 lug 08 Iniziano i lavori per il miglioramento del tratto della strada statale 18 "Tirrena Inferiore" compreso fra gli abitati di Bagnara Calabra e Scilla. Oggi l'Anas - è scritto in un comunicato dell'azienda - ha proceduto alla consegna parziale dei lavori per l'innalzamento degli standard di qualità e di sicurezza tra i i chilometri 497 e 506 della statale. Gli interventi, concertati con gli Enti locali competenti, si sono resi necessari in quanto da un lato il versante collinare che sottende la strada statale è stato oggetto, nel tempo, di frequenti fenomeni franosi che hanno comportato, in più occasioni, l'interdizione al transito veicolare, dall'altro in quanto la larghezza della carreggiata risale all'epoca di costruzione dell'arteria e risulta pertanto insufficiente a smaltire il carico di traffico attuale. Le opere previste - prosegue la nota - riguardano l'allargamento della carreggiata stradale del ponticello al chilometro 499,800 e del ponticello sul torrente "Del Corvo", la rettifica delle curve ai chilometri 497,000 e 505,700, la ricostruzione dell'attraversamento idraulico al chilometro 505,600 nonché la messa in sicurezza dei versanti mediante lavori di bonifica, disgaggio, rivestimento di rete e rafforzamento corticale. Durante l'esodo estivo, al fine di non compromettere il transito sulla sede viaria, l'Anas procederà ad effettuare le lavorazioni previste fuori dalla sede stradale. Gli interventi programmati - conclude la nota - garantiranno la piena fruibilità della strada statale 18 quale percorso alternativo nell'eventualità di blocco della circolazione nel tratto dell'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria compreso tra Bagnara Calabra e Scilla, oggetto dei lavori di ammodernamento. L'importo dei lavori è di 1 milione e 505 mila euro.

Dalla Finanza di Reggio recuperati 115 mln di imponibile evaso

01 lug 08 La guardia di finanza di Reggio Calabria, nei primi sei mesi del 2008, ha recuperato 115 milioni di euro di imponibili evasi al fisco. Il dato è contenuto nel rapporto semestrale di attività delle Fiamme gialle di Reggio presentato stamani in occasione della celebrazione del 234/mo anniversario dalla nascita del Corpo. I dati sono stati presentati dal comandante provinciale, colonnello Francesco Gazzani, al termine della santa messa officiata al Duomo cittadino dall'arcivescovo della diocesi Reggio Calabria-Bova, monsignor Vittorio Mondello, alla presenza della autorità religiose, politiche, civili e militari, cittadine e della provincia. Sono stati scoperti 65 evasori totali e 335 tra lavoratori irregolari e in nero. Le indagini hanno permesso di recuperare 91 milioni di euro di contributi nazionali ed europei indebitamente percepiti e altri 30 milioni connessi a frodi o a gravi irregolarità nella gestione del patrimonio della Pubblica amministrazione. In materia di polizia giudiziaria sono state arrestate 40 persone e sequestrati sei automezzi, 11 armi e 590 tra bombe e munizioni. Nell'ambito delle attività di contrasto al traffico di sostanze stupefacenti sono state arrestate 21 persone e sequestrati cinque chilogrammi di hascisc e marijuana, 2.610 piante e semi di canapa indiana e un automezzo. Nell'azione diretta all'aggressione dei patrimoni illecitamente accumulati, la guardia di finanza di Reggio ha sequestrato beni mobili e immobili, disponibilità finanziarie e aziende commerciali per un valore complessivo di sei milioni di euro. L'attività di contrasto al contrabbando ha permesso il sequestro di 25 tonnellate di sigarette provenienti dai Paesi arabi e destinate all'Europa, mentre quella diretta alla tutela dei marchi, dei brevetti e dei diritti d'autore ha portato al sequestro di 400 mila articoli contraffatti di vario genere. In materia di tutela ambientale, nei primi sei mesi del 2008, i finanzieri hanno eseguito 16 interventi, che si sono conclusi con la denuncia di 13 persone, tra imprenditori e pubblici amministratori, e con il sequestro di oltre 69 mila metri quadrati di aree demaniali, otto discariche abusive e mille tonnellate di rifiuti industriali.

Morto pensionato investito da un auto a Locri

01 lug 08 Un pensionato di 72 anni, Francesco Montepaone, è morto a Locri dopo essere stato investito da un'auto mentre stava attraversando una strada del centro cittadino. Ad investire il pensionato è stata una Volkswagen Golf il cui conducente, subito dopo l'impatto, si è fermato per prestare soccorso al pensionato. Montepaone è morto dopo il ricovero nell'ospedale di Locri. I rilievi sul luogo dell'incidente sono stati fatti dai carabinieri.

Ferita in un incidente stradale l’on Ida D’Ippolito

01 lug 08 La deputata del Pdl Ida d'Ippolito e due uomini della scorta sono rimasti feriti in un incidente stradale avvenuto stamani a Lamezia Terme. L'automobile blindata a bordo della quale viaggiavano la parlamentare ed i due uomini della scorta si è scontrata, per cause ancora in corso di accertamento da parte della Polizia municipale di Lamezia Terme, con un'altra auto. A seguito dell'impatto l'automobile della parlamentare è finita contro un palo dell'illuminazione. Ida d'Ippolito, insieme ai due uomini della scorta ed all'autista del mezzo con cui si sono scontrati, sono stati soccorsi ed accompagnati nell'ospedale di Lamezia Terme. La parlamentare è ricoverata nel reparto di Medicina.

Da domani chiusa la corsia nord della A3 tra Spezzano e Altomonte per lavori

01 lug 08 Dalle 9 di domani alle 20 di giovedì 24 luglio, sarà chiusa al traffico la carreggiata nord dell'Auostrada Salerno-Reggio Calabria da Spezzano Terme ad Altomonte per lavori di ammodernamento. Lo ha reso noto l'Anas. Il provvedimento, è scritto in una nota, prevede anche la chiusura della rampa di uscita e di ingresso in carreggiata nord, dello svincolo di Spezzano Terme e la rampa di uscita, in carreggiata nord dello svincolo di Altomonte. Nei giorni di chiusura, i veicoli diretti a nord in ingresso dallo svincolo di Spezzano Terme impegneranno gli svincoli di Altomonte, mentre quelli in uscita dallo svincolo impegneranno gli svincoli di Tarsia Sud o di Firmo-Sibari, percorrendo la viabilità locale appositamente segnalata. I veicoli diretti in direzione nord in uscita dallo svincolo di Altomonte impegneranno gli svincoli di Firmo-Sibari, percorrendo la viabilità locale appositamente segnalata.

Sequestrati 18 kg di ‘fumo’ a corriere calabrese ad Olbia

01 giu 08 Un operaio portuale calabrese di 31 anni, Francesco Minichini, originario di Pizzo Calabro, è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Olbia perché trovato in possesso di 18 chilogrammi di hascisc dopo lo sbarco all'alba nel porto di Golfo Aranci dalla nave proveniente da Livorno. Minichini viaggiava su una Fiat Punto che ha attirato l'attenzione dei militari. Il conducente aveva un'andatura esitante come se stesse cercando o aspettando qualcuno. I Carabinieri hanno così deciso di seguire la vettura, intervenendo nella zona industriale di Olbia. L'auto è stata perquisita e all'interno di un borsone i militari hanno trovato panetti di hascisc per un peso complessivo di 18 chilogrammi e un valore commerciale presunto di quasi 200 mila euro. Minichini è stato arrestato con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di droga e si trova ora nella camera di sicurezza della caserma dei Carabinieri di Olbia a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Prende un passaggio e gli ruba il telefonino: un arresto a Vaccarizzo

01 lug 08 Un uomo, F.R., di 34 anni, è stato arrestato dai carabinieri a Vaccarizzo Albanese per furto. L'uomo ha rubato un telefono cellulare ad un imprenditore che gli aveva dato un passaggio con la sua automobile.

Due arresti e otto denunce ad opera dei CC di San Marco A.

01 lug 08 Due persone sono state arrestate ed altre otto persone sono state denunciate nel corso di controlli compiuti dai carabinieri della compagnia di San Marco Argentano. A Fagnano Castello è stato arrestato un operaio di 40 anni per lesioni personali. L'uomo alla guida della propria automobile ha tentato di investire una donna. All'operaio sono stati concessi gli arresti domiciliari. Un uomo originario di Napoli è stato invece arrestato a Spezzano Albanese in esecuzione di un'ordinanza emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Catanzaro per spaccio di droga. Le otto persone denunciate sono accusate a vario titolo di detenzione illegale di droga, armi e falso.

Due giovani, gambizzati a Vibo

01 lug 08 Due giovani di 27 e 28 anni, F.R. e R.S., sono stati feriti da due colpi di pistola sparati alle gambe a Vibo Valentia. I due, dopo essere stati in compagnia di amici, si erano spostati verso il quartiere marino di Vibo per acquistare le sigarette. Dopo essere scesi dall'auto sulla quale viaggiavano, i due giovani, incensurati, sono stati feriti da colpi di pistola, uno alla gamba destra e uno al tallone sinistro. Portati in ospedale, sono stati giudicati guaribili in 10 e 5 giorni. Le indagini sono condotte dagli agenti della squadra mobile di Vibo Valentia, che sul luogo del ferimento hanno trovato 5 bossoli di pistola calibro 7,65.

Archivio 2008

Per le notizie di Gennaio premi qui | Febbraio premi qui | Marzo premi qui | Aprile premi qui | Maggio premi qui | Giugno premi qui |

Archivio 2007

Per le notizie di Gennaio premi qui | Febbraio premi qui | Marzo premi qui | Aprile premi qui | Maggio premi qui | Giugno premi qui | Luglio premi qui | Agosto premi qui | Settembre premi qui | Ottobre premi qui | Novembre premi qui | Dicembre premi qui |

2006

Per le notizie di Dicembre premi qui | Novembre premi qui | Ottobre premi qui | Settembre premi qui | Agosto premi qui | Luglio premi qui | Giugno premi qui | Maggio premi qui | Aprile premi qui | Marzo premi qui | Febbraio premi qui | da 13 al 31 Gennaio premi qui

2005

Per le notizie dal 22 dicembre al 12 gennaio premi qui | dal 25 novembre al 21 dicembre premi qui | dal 7 al 24 novembre premi qui | dal 15 ottobre al 6 novembre premi qui | dal 23 settembre al 14 ottobre premi qui | dal 23 agosto al 22 settembre premi qui | dal 1 al 24 agosto premi qui | dal 11 al 31 luglio premi qui | dal 24 giugno al 10 luglio premi qui | dal 18 maggio al 5 giugno premi qui | dal 18 maggio al 5 giugno premi qui | dal 28 aprile al 17 maggio premi qui | dal 15 al 27 aprile premi qui | dal 1 al 15 aprile premi qui | dal 16 al 31 marzo premi qui | dal 22 febbraio al 15 marzo premi qui | dal 9 al 21 febbraio premi qui | dal 27/1 al 8 febbraio premi qui | dal 18 al 26 gennaio premi qui | dal 30/12 al 17 gennaio premi qui

2004

Notizie dal 18 al 29 dicembre premi qui | dal 30 movembre al 17 dicembre premi qui | dal 18 al 29 novembre premi qui | dal 10 al 17 novembre premi qui | dal 28 ottobre al 9 novembre premi qui | dal 19 al 27 ottobre premi qui | dal 10 al 18 ottobre premi qui | dal 2 al 9 ottobre premi qui | dal 29/9 al 1 ottobre premi qui | dal 14 al 28 settembre premi qui | dal 19 al 26 settembre premi qui | dal 5 al 13 settembre premi qui, dal 31 agosto al 4 settembre premi qui, dal 23 al 30 agosto premi qui, dal 12 al 22 agosto premi qui, dal 27 luglio al 11 agosto premi qui, dal 19 al 26 luglio premi qui, dal 10 al 18 luglio premi qui, dal 6 al 9 luglio premi qui, dal 2 al 5 luglio premi qui, dal 29 giugno al 1 luglio premi qui, dal 24 al 28 giugno premi qui, dal 20 al 23 giugno premi qui, dal 11 al 19 giugno premi qui, dal 6 al 10 giugno premi qui, dal 1 al 5 giugno premi qui, dal 28 al 31 maggio premi qui, dal 23 al 27 maggio premi qui, dal 18 al 22 maggio premi qui, dal 13 al 17 maggio premi qui, dal 8 al 13 maggio premi qui, dal 3 al 7 maggio premi qui, dal 28 aprile al 2 maggio premi qui, dal 24 al 28 aprile premi qui, dal 18 al 23 aprile premi qui, dal 10 al 17 aprile premi qui, dal 5 al 9 aprile premi qui, dal 31 marzo al 4 aprile premi qui, dal 24 al 30 marzo premi qui, dal 19 al 23 marzo premi qui, dal 12 al 18 marzo premi qui, dal 8 al 11 marzo premi qui, dal 1 al 7 marzo premi qui Per le notizie di febbraio premi qui

Home . Cronaca . Università . Sport . Politica . Link . Cultura . Spettacoli . Calcio . Forum . Meteo .

Copyright © dal 2004 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Reg. Trib. CS n.713 del 28/01/2004
Tutti i dati e le immagini presenti sul sito sono tutelati dalla legge sul copyright
Il loro uso e' consentito soltanto previa autorizzazione scritta dell'editore

Per una migliore visualizzazione del portale si consiglia uan risoluzione di 800x600 punti