HOME, Torna alla pagina Indice
Citta' di Cosenza , Torna alla pagina Indice
Dir.resp. Pippo Gatto
Home . Cronaca . Università . Sport . Politica . Link . Cultura . Spettacoli . Calcio . Forum . Meteo .
Hinterland
 Rende
 Castrolibero
 Castiglione
 Servizi on Line
 Segnala i problemi 
 Famacie di Turno 
 Gare e Appalti 
 Bandi e Concorsi 
 Cinema 
 Scrivi alla Redazione 


 
 Turismo
 I Monumenti
 Mappa dell'Hinterland
 Centro Storico
 Notizie per i visitatori
 Rubriche
 Alimentazione
 Ambiente
 Attualità/Cronaca
 Consumatori
 Cronaca Rosa e Gossip
 Cultura
 Diritti del Cittadino
 Economia e Finanza
 Innovazione e Tecnologia
 Politica e Sociale
 Servizi Speciali e Dossier
 Sindacati
 Spettacoli
 Sport
 Partecipativi
 Chat
 Forum
 Scienza
 Informatica
 Innovazione
 Scienza
 Associazioni
 Salute
 Prevenzione
 Sanità e Salute
 Scuola e Giovani
 Scuola
 Musica
 Università




Previsioni: Epson Meteo

Notizie di Cronaca
Marzo 2008

 

La DDA di Reggio sequestra un cantiere sulla 106: i fornitori contigui alle cosche 31 mar 08 I cantieri allestiti per i lavori di costruzione del nuovo tratto della strada statale 106 a Marina di Gioiosa Ionica, nella Locride, del valore di 90 milioni di euro, sono stati sequestrati dai carabinieri del Gruppo Locri su disposizione della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria. Sono anche stati emessi sette avvisi di garanzia nei confronti dei responsabili dei cantieri e delle ditte ... (continua)

Reggio EmiliaSpara alla testa ad un cliente dopo una lite, nasconde il corpo, ma viene ritrovato. Cutrese arrestato a Reggio Emila 31 mar 08 Una lite, sembra per futili motivi, si e' trasformata in omicidio, col giallo aggiuntivo dell'assenza del cadavere durata diverse ore. Alla fine il corpo e' saltato fuori, e con questo le manette ai polsi dell'omicida, il titolare di fatto (quello ufficiale e' un prestanome) del night club reggiano dove tutto e' accaduto, e del suo... (continua)

221 beni confiscati alla ndrangheta consegnati a 36 comuni del reggino 31 mar 08 L'utilizzo pieno dei beni confiscati alla 'ndrangheta da parte dei comuni ai quali vengono assegnati per consentirne l'utilizzo. E' la finalita' del protocollo d'intesa sottoscritto stamattina nella Prefettura di Reggio Calabria con l'Agenzia del demanio. Sulla base dell'intesa che e' stata raggiunta 221 beni immobili sequestrati alla 'ndrangheta sono stati assegnati ... (continua)

CittanovaA Cittanova una lite si trasforma in tragedia: un morto e 3 feriti di cui uno gravissimo 31 mar 08 Una spinta, poi la lite. Botte. L'incontro per un ''chiarimento'' e la sparatoria: un succedersi di episodi concluso con la morte di un giovane di 21 anni ed il ferimento di altre tre persone. Teatro della sparatoria la periferia di Cittanova, grosso centro del reggino. La vittima e' Giacomo De Masi... (continua)

Alberto SarraAvviso a Sarra, la replica “La Procura di Reggio ha avocato l’inchiesta” 31 mar 08 ''Vi e', nei miei confronti, un'iniziativa viziata in radice che ha imposto l'intervento della Procura Generale di Reggio Calabria che ha evidentemente individuato elementi giustificativi della sua iniziativa''. E' quanto afferma il capogruppo di Alleanza nazionale alla Regione Calabria, Alberto Sarra che, in un comunicato, riferisce la decisione della Procura generale reggina di avocare un'inchiesta. ... (continua)

 

Incidente mortale a Rosarno tra tre mezzi: una vittima e 11 feriti

31 mar 08 Un uomo di nazionalita' marocchina e' morto ed altre 11 persone sono rimaste ferite, una delle quali in modo grave, in un incidente stradale accaduto nel pomeriggio a Rosarno, lungo la strada provinciale Rosarno-Laureana di Borrello. Per cause non ancora accertate, nelle vicinanze di una curva si sono scontrati tre mezzi: una Renault 21 sulla quale viaggiavano sei stranieri compresa la vittima, non ancora identificata; una Ford Escort con a bordo altri sei stranieri ed un furgone con due operai residenti a Rosarno, uno dei quali e' rimasto ferito gravemente. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Rosarno e gli agenti della polizia stradale di Palmi. I feriti sono stati portati negli ospedali di Gioia Tauro e Polistena.

Testimone di giustizia chiede asilo in uno stato estero “Lo Stato non garantisce la sciurezza”

31 mar 08 Ha chiesto ''ad una qualsiasi nazione d'Europa o extraeuropea'' di ''adottare la moglie e i suoi due figli prendendosi cura della loro sicurezza'', mentre lui ha deciso di abbandonare la localita' protetta dove vive per tornare in Calabria, rifiutando la scorta ''in segno di protesta contro lo Stato italiano che mi ha abbandonato''. Pino Masciari - ex imprenditore edile divenuto testimone di giustizia da 11 anni, dopo essersi ribellato al racket - ha rilanciato cosi' la sua battaglia contro le istituzioni che, a suo dire, sono ''impotenti e non fanno seguire alle parole i fatti''. ''Sono un imprenditore calabrese - ha affermato Masciari - che ha denunciato, fatto arrestare e condannare decine di appartenenti al sistema 'ndranghetista con le sue collusione all'interno delle istituzioni. In questi undici anni non si contano i comportamenti omissivi tenuti dalle istituzioni preposte alla mia protezione, contrari alla legge e prima ancora alla dignita' della persona''. A raccogliere l'appello di Masciari e' stato il presidente della Commissione parlamentare antimafia, Francesco Forgione, che si e' rivolto al ministro dell'Interno Giuliano Amato e al viceministro Marco Minniti. ''Bisogna definitivamente sancire che i testimoni di giustizia - ha detto Forgione - non sono un costo per lo Stato, ma una risorsa''. Per il viceministro Minniti il Viminale sta vagliando con la massima attenzione e con procedura d'urgenza la proposta avanzata da Masciari. ''Nei confronti del testimone e dei suoi familiari - ha detto Minniti - la protezione viene costantemente e adeguatamente garantita dal Servizio centrale di protezione e dalle autorita' locali di pubblica sicurezza interessate, nel luogo di residenza ed in tutti gli spostamenti''

Sempre grave la bimba vittima dell’agguato dello zio

31 mar 08 Sono sempre gravi, ma stazionarie, le condizioni di Gaia, la bambina di 4 anni ferita ieri a Reggio Calabria dallo zio, Giuseppe Panuccio, che le ha ucciso i genitori Guido Panuccio, di 38, e Teresa Rechichi, di 37. La bambina e' stata raggiunta da un colpo di fucile caricato a pallettoni che le ha leso un polmone e rotto alcune costole. Dopo essere stata sottoposta ad intervento chirurgico, la piccola e' stata messa in coma farmacologico per stabilizzare le sue condizioni ed e' adesso ricoverata nel reparto di rianimazione. La squadra mobile di Reggio Calabria, che conduce le indagini, intanto, sta ancora cercando il fucile utilizzato dall'uomo per uccidere il fratello e la cognata con i quali aveva litigato per una questione di eredita'. L'uomo, interrogato a lungo ieri dal pm Maria Luisa Miranda dopo che si e' costituito alla polizia, ha detto genericamente di averlo gettato da un viadotto dell'autostrada, aggiungendo di non ricordare quale. L'arma era detenuta illegalmente, dal momento che dopo essere stato arrestato due anni fa per avere minacciato il fratello con una pistola, Panuccio non poteva avere armi. Solo con il ritrovamento del fucile sara' possibile accertare di chi sia l'arma e come l'uomo ne sia venuto in possesso. La ricerca, pero', si presenta estremamente complessa.

Scotti impugna la condanna di De Magistris: troppo blanda

31 mar 08 Troppo blanda la sentenza con la quale la sezione disciplinare del Csm il 18 gennaio scorso ha condannato il pm Luigi De Magistris alla censura e al trasferimento da Catanzaro, inibendogli anche di continuare a svolgere le sue funzioni di sostituto procuratore. Sembra pensarla cosi' il ministro della Giustizia Luigi Scotti, che ha impugnato davanti alle Sezioni Unite civili della Cassazione quella decisione. La pronuncia di Palazzo dei marescialli e' ''illegittima'', ha fatto mettere nero su bianco nel ricorso che ha affidato all'Avvocatura dello Stato, nella parte in cui ha assolto il magistrato dalle accuse di aver violato i suoi doveri per le fughe di notizie sulle sue inchieste, per i ''sospetti'' diffusi su superiori e colleghi, per le dichiarazioni alla stampa su complotti per fermare la sua attivita' e per non aver informato il suo diretto superiore di un provvedimento importante. La mossa del Guardasigilli e' arrivata a sorpresa, il 20 marzo scorso, nell'ultimo giorno utile per proporre impugnazione. E con questa iniziativa Scotti sembra sposare in pieno le tesi del suo predecessore, Clemente Mastella, che il 20 settembre dell'anno scorso aveva promosso l'azione disciplinare e aveva chiesto il trasferimento d'ufficio e in via d'urgenza per De Magistris. Il ricorso - che ha per obiettivo ottenere che sia ''cassata'' la parte assolutoria della sentenza - e' stato presentato non solo contro De Magistris, ma anche nei confronti del rappresentante dell'accusa, il sostituto Pg Vito D'Ambrosio, che aveva chiesto la condanna del magistrato per la gran parte, ma non per tutti, gli addebiti che gli erano stati mossi da Mastella. Scotti non fa sconti al Csm: e' ''insufficiente'' e ''illogica'' - sottolinea il ricorso firmato dall'Avvocato dello Stato Enrico Arena - la motivazione con cui ha assolto De Magistris dall'accusa di mancanza di diligenza per le fughe di notizie che hanno segnato le sue inchieste, come quelle sull'iscrizione del premier Romano Prodi nel registro degli indagati nell'ambito dell'inchiesta Why not, sull' informazione di garanzia a carico di Luigi Bisignani,e sul decreto di perquisizione per il Pg Potenza Vincenzo Tufano. Il ''tribunale delle toghe'' si e' limitato alla ''negazione'' dell'addebito- accusa il ministro ''ignorando gli indizi gravi, precisi e concordanti di responsabilita', quanto meno a titolo di colpa''. Quanto alle dichiarazioni del magistrato alla stampa, non ci sono dubbi: hanno leso ''diritti o reputazione altrui'', oppure, quando riguardavano l'attivita' giudiziaria , sono state rese ''senza la delega del procuratore''; per questo, di fronte alla ''accertata commissione di tali fatti'' De Magistris non poteva essere assolto. E' ''illogica e contraddittoria'' anche la motivazione dell'assoluzione a proposito dei sospetti diffusi dal pm sui suoi superiori; un metodo che De Magistris ha usato, sostiene il ricorso ''per giustificare l'inadempimento dei propri doveri di informazione e per gettare ombre sulla condotta e sulle persone dei colleghi''.

Inflazione in aumento: pasta +17%, pane+13%

31 mar 08 E' sempre piu' costoso fare la spesa. A marzo, segnala l'Istat, sono schizzati verso l'alto i prezzi di pasta (+17% tendenziale, mentre il congiunturale tocca un boom del +3%), pane (+13,2%, +10,2% con i cereali), carne (+4%), ortaggi (+4,8%), frutta (+5,8%) e latte (+10,5%). In leggera controtendenza su base mensile il pollame (-0,1%), il cui prezzo cresce pero' del 5,9% su base tendenziale. Piu' in generale il capitolo prodotti alimentari lavorati cresce del 5,5%, mentre quello dei non lavorati sale del 5%. Molto caldo anche il capitolo energia, che segna un +1,8% congiunturale e un +9,8% tendenziale. Il gasolio aumenta del 4,8% su febbraio e del 20,2% su base annua, la benzina sale rispettivamente del 2,1% congiunturale e del 13,2%, il combustibile liquido vede un incremento congiunturale del 4,9% e uno tendenziale del 21%.

I vescovi calabresi denunciano “Troppi briganti in Calabria”

31 mar 08 In Calabria predominano spesso i briganti'': e' quanto denuncia il presidente dei vescovi calabresi, mons. Vittorio Mondello, a proposito dell'escalation di violenze nella resa dei conti tra i diversi clan della n'drangheta. ''Questa crudezza e facilita' nell'uccidere porta ad una situazione di allarme nella nostra regione'', ha spiegato in una dichiarazione al ''Sir'', l'agenzia dei settimanali cattolici promossa dall'episcopato italiano. In Calabria, ha osservato, ci sono ''briganti e santi'': ''spesso predominano i briganti, che sono i malavitosi e che fanno scuola mentre i santi non vengono imitati. Dobbiamo lottare affinche' vengano seguiti i santi e non i briganti''. Sempre il Sir riporta anche una parte dell'intervento fatto ieri sera da Salvatore Martino, presidente dell'Azione Cattolica regionale nel corso dell'Assemblea svoltasi a Lamezia. ''Il problema della criminalita' e quello della mancanza di lavoro - ha denunciato - si mescolano, creando una miscela esplosiva che, quasi sempre, produce morte, dolore, sofferenza. Quello della 'ndrangheta - ha aggiunto - e' sicuramente un problema tutto calabrese, ma l'assenza o la presenza, a volte distorta, inadeguata e inadempiente dello Stato, quella irresponsabile e incompetente della politica, finiscono sempre con l'alimentare questo fenomeno, che sta diventando endemico e sta deturpando il volto di una regione che, se sostenuta, avrebbe in se' tutte le risorse per risalire la china dell'umiliazione''.

A Gratteri ed Arlacchi il premio Losardo

31 mar 08 Il sociologo Pino Arlacchi, per la seconda edizione del volume La mafia imprenditrice; il magistrato della Dda di Reggio Calabria Nicola Gratteri ed il giornalista Antonio Nicaso, per il libro Fratelli di sangue, ed il giornalista Arcangelo Badolati, per il volume 'Ndrangheta eversiva. Sono questi i vincitori della sesta edizione del premio Laboratorio Losardo dedicato alla memoria di Giovanni Losardo, assassinato dalla mafia il 21 giugno 1980. Il premio Losardo viene attribuito a personalita' che si sono distinte nei rispettivi ambiti di lavoro per la promozione e diffusione della cultura della legalita'. La cerimonia di consegna del premio di svolgera' il 29 maggio a Diamante (Cosenza). Per la sezione Giornalismo sono stati conferiti riconoscimenti speciali al giornalista della Rai Pietro Melia ed a Cristina Vercillo, del Quotidiano della Calabria. Il premio sezione Impegno sociale per la legalita' sara' consegnato al magistrato Alfredo Cosenza ed al sindaco di Lamezia Terme Gianni Speranza. Nelle precedenti edizioni il Premio Losardo e' stato attribuito ai giornalisti Gian Antonio Stella e Sandro Ruotolo; al regista Mimmo Calopresti; a mons. Giancarlo Maria Bregantini, gia' vescovo di Locri ed attuale arcivescovo di Campobasso, ed ai deputati Luciano Violante e Marco Minniti.

Lupara bianca nel vibonese: due ordinanze di custodia cautelare

31 mar 08 I carabinieri hanno notificato due ordinanze di custodia cautelare ad Andrea Foti, di 29 anni, ed Emilio Antonio Bartolotta, di 31, detenuti nel carcere di Vibo Valentia perche' fermati l'8 marzo scorso nell'ambito delle indagini sulla scomparsa il 19 ottobre dello scorso anno a Stefanaconi di Michele Penna, di 30 anni. I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal Gip di Catanzaro, Teresa Barillari, su richiesta del pm della Dda Marisa Manzini. Secondo quanto e' emerso dalle indagini, Penna sarebbe stato ucciso ed il suo cadavere occultato. Il movente dell'assassinio sarebbe collegato alla relazione dell'uomo con la moglie di uno degli esponenti di spicco della cosca Petrolo-Barolotta di Stefanaconi, cui apparteneva la stessa vittima. Nei provvedimenti restrittivi vengono confermate a carico di Foti e Bartolotta le stesse accuse contestate nel momento del fermo: omicidio premeditato, occultamento di cadavere e porto e detenzione abusiva di armi.

Due espulsioni per prostituzione a Corigliano ad opera della PS

31 mar 08 Un'operazione e' stata condotta dalla polizia a Corigliano calabro contro il fenomeno della prostituzione. Nel corso del servizio, disposto dal questore di Cosenza, Raffaele Salerno, e portato a termine da personale dell'Ufficio immigrazione della Questura e del Commissariato di Rossano, sono state identificate sette cittadine extracomunitarie sulla statale 106. Dopo gli accertamenti, il Prefetto di Cosenza ha emesso due decreti di espulsione nei confronti di due cittadine nigeriane in Italia clandestinamente. Infine ad una giovane della Sierra Leone e' stato notificato l'ordine di lasciare il territorio nazionale entro cinque giorni.

L'auto colpita sporca di sangueA Reggio, uomo uccide a fucilate il fratello e la cognata forse per un’eredità. Ferita gravemente la nipotina 30 mar 08 Un uomo, Giuseppe Panuccio, di 46 anni, ha ucciso oggi a fucilate, a Reggio Calabria, il fratello Guido, di 38, libero professionista, la cognata, Teresa Rechichi, di 37 e ferito gravemente la nipotina di quattro anni, Gaia, che si trova ricoverata in coma farmacologico nel reparto di rianimazione degli Ospedali Riuniti. La bambina ha avuto un polmone perforato e alcune costole fratturate dai pallettoni del fucile. ... (continua)

CarabinieriTentato omicidio a Petilia: fermati due del clan Comberiati. PM Bruni “situazione esplosiva nel crotonese” 30 mar 08 Due persone sono state sottoposte a fermo dai carabinieri del Comando provinciale di Crotone nell'ambito delle indagini sul tentato omicidio di Giuseppe Liotti, di 61 anni, ferito in un agguato ieri mattina a Petilia Policastro, nel crotonese. Si tratta di Salvatore e Pietro Comberiati, di 42 e 28 anni, rispettivamente fratello e figlio i ... (continua)

Allarme per una pistola giocattolo in una scuola elementare di Catanzaro

30 mar 08 Un bambino di sei anni ha portato a scuola una pistola allarmando non poco la maestra che con tatto si è fatta consegnare l'arma, scoprendo solo allora che si trattava di un modello giocattolo. La maestra, comunque, ha chiamato il 113 facendo intervenire la polizia. Il fatto è accaduto in una scuola elementare di Catanzaro. Quando il bambino è entrato in classe, la maestra ha scorto l'arma. Quindi si è avvicinata al piccolo per farsela consegnare. E' stato a quel punto che ha visto il tappo rosso che contraddistingue le pistole giocattolo. Gli agenti delle volanti hanno fatto poi un controllo a casa del bambino accertando che il giocattolo era di proprietà dei genitori.

Svolti in forma privata i funerali del giovane ucciso a Seminara

30 mar 08 Si sono svolti in forma privata e senza corteo funebre, nella cappella del cimitero di Seminara, i funerali di Silvestro Luigi Galati, il giovane di 21 anni ucciso a colpi di arma da fuoco giovedi' nel centro del reggino. Alla breve cerimonia, sorvegliata dalle forze dell'ordine, hanno partecipato solo i parenti del giovane, quindi la salma è stata tumulata. La decisione di far svolgere i funerali in forma privata è stata presa dal questore di Reggio Calabria, Santi Giuffré per evitare possibili azioni di rappresaglia o iniziative intimidatorie. Galati, incensurato, era fidanzato con la figlia di Carmelo Demetrio Santaiti, presunto capo dell'omonima cosca. Secondo gli investigatori il delitto del giovane potrebbe essere stato una vendetta trasversale nei confronti del suocero, ma in paese molti sono convinti che si sia trattato di un errore di persona visto che al momento dell'agguato il giovane si trovava vicino ad un pregiudicato della zona.

L'agguato a PapaniceIl boss Megna perdona gli assassini del figlio, ma nel crotonese si continua a sparare 29 mar 08 Gli hanno ucciso il figlio e provocato il coma della nipotina di cinque anni. Ma Domenico ''Mico'' Megna, ritenuto il boss dell'omonima cosca, dal carcere di Fossombrone, dove e' detenuto per scontare una condanna a 26 anni di reclusione per associazione mafiosa e omicidio, fa sapere di non volere vendetta, ma anzi di essere ''predisposto al ... (continua)

Alberto SarraAvviso di garanzia al consigliere regionale Alberto Sarra 29 mar 08 La Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria ha inviato un avviso di garanzia per voto di scambio al capogruppo di An nel Consiglio regionale, Alberto Sarra. A Sarra nei giorni scorsi, è stato notificato un invito a comparire dai magistrati della Dda reggina che stanno conducendo l'inchiesta. Il contesto nell'ambito del quale viene ipotizzato un possibile coinvolgimento del consigliere regionale di An, ... (continua)

Petilia PolicastroNuovo agguato nel crotonese: ferito sorvegliato speciale. Sparati numerosi colpi. 29 mar 08 Continuano a sparare senza sosta gli uomini della ndrangheta che quest’oggi hanno teso un agguato nel bel centro di Petilia Policastro, grosso paese dell’entroterra crotonese. Obiettivo dell’imboscata il 61enne Giuseppe Liotti, già noto alle forze dell’ordine e sorvegliato speciale. L’uomo che era a bordo di un motocarro ... (continua)

Intimidazione a Longobucco, incendiata pala meccanica di un impresa

29 mar 08 Persone non identificate hanno incendiato, probabilmente a scopo intimidatorio, una pala meccanica dell'impresa edile che sta eseguendo i lavori di costruzione del IV lotto della strada Sila-Mare nella zona del fiume Trionto. Il fatto, accaduto nel territorio del comune di Longobucco, e' stato denunciato dai titolari dell'impresa ai carabinieri che hanno avviato le indagini. ''L'atto intimidatorio - afferma il vicepresidente della Provincia di Cosenza, Domenico Bevacqua - e' un episodio gravissimo che desta grande preoccupazione ed allarme tra i cittadini e le popolazioni interessate alla costruzione di questa grande opera. La strada 'Sila-Mare' e' un'arteria fortemente strategica, attesa per tantissimi anni dai cittadini di questa bellissima ma sfortunata zona. Essa, infatti, mira a togliere definitivamente dall'isolamento un territorio che, per anni, ha pagato a caro prezzo la sua lontananza dai grandi centri e la sua perifericita' rispetto ai grandi mercati e ai maggiori flussi economici del Mezzogiorno''. ''La strada, inoltre - sostiene ancora Bevacqua - accorcia le distanze tra il mare e la Sila ed apre nuovi orizzonti e grandi prospettive per lo sviluppo ed il rilancio sociale, economico e turistico dell'intera zona.Per questo insieme di motivi non puo', un atto intimidatorio, seppur vile ed esecrabile, rallentare l'opera o creare momenti di difficolta' e sfiducia in coloro che hanno responsabilita' istituzionali e in chi, oggi, e' impegnato a realizzare questa importante arteria''

Ora legaleQuesta notte torna l'ora legale Questa notte, alle due in punto, bisogna spostare in avanti di un ora le lancette dell’orologio perché torna l’ora legale. Un ora di sonno in meno che recupereremo ad ottobre con il ritorno dell'ora solare.

l'agguato di papaniceL’ombra dei grandi investimenti sulla guerra delle cosche nel crotonese. Rinforzi di polizia, serrata dei negozianti 28 mar 08 L'azione delle cosche crotonesi nei confronti degli operatori economici è asfissiante, quanto la capacità di penetrazione nelle amministrazioni locali, per assicurarsi il controllo delle attività edilizie, dell'urbanistica, delle attività commerciali e imprenditoriali: su questa base, tracciata appena ... (continua)

L'omicidio Longo sulla ss208Omicidio Longo, attenzione indagini su cosche lametine 28 mar 03 Si è svolta stamani negli uffici della Procura di Lamezia Terme una riunione per analizzare le indagini svolte sull'omicidio di Antonio Longo, l'imprenditore ucciso a colpi di fucile mentre era alla guida della sua automobile. All'incontro hanno partecipato il Procuratore di Lamezia Terme, Raffaele Mazzotta, ed i dirigenti della polizia di Stato che indagano sull'omicidio.. ... (continua)

Antonino GattoLa Despar cita per danni la Commissione Antimafia e il Parlamento 28 mar 08 Il Gruppo Fincom, la Gam spa Despar Calabria ed il presidente hanno citato per danni avanti il Tribunale civile di Roma la Commissione Parlamentare Antimafia (in persona del suo presidente), la Camera dei Deputati (in persona del presidente), il Senato della Repubblica (in persona del presidente), nonché il Ministero della Giustizia (in persona del Ministro) per la divulgazione di notizie false e diffamatorie diffuse dalla Commissione Antimafia. ... (continua)

DDA CatanzaroPer il Riesame La Rupa ha commesso i reati” 28 mar 08 ''Il Tribunale del riesame di Catanzaro, pur accogliendo la richiesta di revoca della misura restrittiva per mancanza di esigenze cautelari, ha sostenuto che Franco La Rupa ha commesso il reato di scambio elettorale politico-mafioso che gli viene contestato". E' quanto ha riferito la Dda di Catanzaro in relazione alla scarcerazione del consigliere regionale della Calabria. "Anche secondo il Tribunale - ha aggiunto la Dda ... (continua)

Gratta e vinci da un milione di euro a Rocca Imperiale 28 mar 08 Un milione di euro e' stato vinto da una persona che ha acquistato un biglietto 'Gratta e Vinci' nel bar ricevitoria della stazione a Rocca Imperiale, nel cosentino. Il biglietto e' stato acquistato nei giorni scorsi probabilmente da una persona che si trovava occasionalmente nella zona di Rocca Imperiale. Il titolare della ricevitoria, Francesco Bonavita, nell'aprire la porta del suo esercizio ha trovato un biglietto con la fotocopia del biglietto vincente e con la scritta ''Grazie Rocca Imperiale''... (continua)

Processo Fortugno: Crea non risponde

28 mar 08 Si è avvalso della facoltà di non rispondere il consigliere regionale Domenico Crea , attualmente sospeso dalla carica e detenuto per gli esiti dell'operazione "Onorata sanità", che doveva essere sentito stamani nel processo ai presunti mandanti ed esecutori materiali dell'omicidio di Francesco Fortugno, il vice presidente del consiglio regionale ucciso nell'ottobre del 2005. La testimonianza di Crea era stata chiesa ieri dai pubblici ministeri Mario Andrigo e Marco Colamonaci. Nel processo Fortugno sono imputati per l'omicidio Domenico Audino, Salvatore Ritorto, che sarebbe stato l'esecutore materiale, ed Alessandro e Giuseppe Marcianò, padre e figlio, accusati di essere stati i mandanti. Altri quattro imputati, Vincenzo Cordì, Antonio e Carmelo Dessì e Alessio Scali, rispondono di associazione per delinquere di tipo mafioso. Al termine dell'udienza il processo è stato rinviato al 3 aprile.

Picchiava in maniera brutale i figli della convivente: arrestato

28 mar 08 Una violenza "selvaggia e brutale" nei confronti di tre bambine, figlie della convivente, accertate dopo alcune segnalazioni a Telefono azzurro e una serie di indagini e di riscontri. Per questo e' finito in carcere il trentatreenne Francesco Siciliano, residente a Cariati, nel cosentino, rintracciato a Piacenza dagli agenti della polizia di Stato della Procura di Rossano, su disposizione del pm Notaro. Dopo le segnalazioni e le indagini avviate dalla polizia, anche le bambine, ascoltate con l'ausilio di un psicologo, hanno confermato le violenze che l'uomo avrebbe fatto nei loro confronti. Un quadro agghiacciante, dal quale sono emersi i comportamenti vessatori nei confronti dei minori T.M., T.E. e S.A., figlie della convivente di Siciliano. La piu' piccola, S.A., 2 anni, avrebbe subito le violenze peggiori, al punto da essere definite "animalesche" dagli investigatori. La piccola sarebbe stata aggredita anche con la cinta dei pantaloni, che le avrebbe provocato ematomi in varie parti del corpo. Il tutto, secondo le indagini, alla presenza della madre, che non avrebbe fatto nulla per evitare le aggressioni. La vicenda dai contorni drammatici si sarebbe svolta in un ambiente familiare che gli investigatori considerano molto precario, dove sarebbe regnato un significativo degrado sociale, caratterizzato da forti e costanti stravolgimenti morali, affettivi e relazionali, oltre che da un clima di costante conflittualita' tra i due conviventi. L'unica colpa che avrebbe avuto, in particolare, la piccola S.A., sarebbe stata quella di essere la figlia che la donna aveva avuto in una precedente relazione. Nel corso delle indagini, la bambina era stata allontanata da questo contesto familiare e affidata al padre naturale, mentre ora l'attivita' investigativa prosegue per verificare tutto cio' che e' accaduto tra le mura domestiche dove, tra l'altro, in passato, Siciliano era gia' stato denunciato per maltrattamenti in famiglia e reati dallo sfondo sessuale.

L’omicidio in Brianza un regolamento di conti.

28 mar 08 Un regolamento di conti tra famiglie legate alla 'ndrangheta in guerra tra loro per il controllo di alcuni ''spicchi" di territorio della Brianza e di alcuni "rami" di attività illecita, lo spaccio, il riciclaggio e l'estorsione. E' questo il quadro in cui si inserirebbe l'omicidio di Rocco Cristello, pregiudicato di 47 anni, freddato a colpi d'arma da fuoco ieri sera poco dopo le 23. mentre stava scendendo dall'auto sotto la propria abitazione, a Verano Brianza. Le indagini sull'omicidio di Cristello, che era ancora affidato in prova ai servizi sociali per finire di scontare un pena di otto anni per traffico di stupefacenti, sono coordinate dal Procuratore della Repubblica di Monza Antonio Pizzi e condotte dai carabinieri di Monza. Secondo i primi accertamenti, le modalità di esecuzione dell'omicidio sono da ricondurre alla criminalità organizzata. I killer, che gli hanno teso l'agguato, erano al corrente che Cristello aveva l'obbligo di rimanere a casa dalle 23 alle 6: per questo lo hanno atteso davanti a casa, in strada Comasina 5 (una via a fondo cieco) e gli hanno impedito qualsiasi possibilità di fuga. Hanno bloccato con un'auto - poi ritrovata bruciata - la Fiat 500 su cui viaggiava e hanno sparato in tutto 26 colpi con pistole di diverso calibro: l'uomo è stato raggiunto da 12 colpi, altri due sono entrati addirittura nella sua abitazione e gli altri hanno crivellato l'utilitaria. Investigatori e inquirenti, che stanno cercando di far luce sul caso, stanno 'rileggendo' una serie di episodi legati a vicende di 'pizzo' avvenuti negli ultimi mesi tra Seregno e Giussano. Inoltre si ritiene che Cristello originario di Mileto (Vibo Valentia) sia inserito a pieno titolo alla famiglia Mancuso a sua volta legata al clan dei Limbadi (Vibo Valentia). Salvatore Mancuso è stato il principale indagato in un' inchiesta dei carabinieri sempre del gruppo di Monza che nel giugno 2006 aveva portato alla scoperta di un arsenale nascosto in un box di proprietà dello stesso Mancuso e circa un anno dopo a oltre 20 arresti per traffico di stupefacenti, detenzione di armi anche da guerra ed usura. Da quanto si è saputo, Cristello era indagato anche per la bancarotta della Multisala di Muggiò. Il Procuratore Antonio Pizzi e il pm Flaminio Forieri, da quanto si e' saputo, temono che l'esecuzione di Cristello, probabilmente finito da due o tre persone, possa essere solo la prima di una lunga serie e che, in seguito all'omicidio, possa scatenarsi una faida fra gruppi malavitosi calabresi per il dominio sul territorio brianzolo. Su Cristello sono stati aperti due procedimenti penali dalla magistratura monzese. Nel primo, condotto dai pm Donata Costa e Giordano Baggio, era indagato per riciclaggio e bancarotta fraudolenta nell'ambito del fallimento della Tornado Gest, la società costruttrice del Magic Movie Park di Muggiò. La vicenda é finita addirittura nel rapporto annuale della commissione parlamentare antimafia. La seconda inchiesta vede Cristello iscritto nel registro degli indagati per le accuse di traffico di sostanze stupefacenti ed estorsione. Questa mattina, la sorella di Cristello, uscita dalla porta della villa dove abitava e davanti alla quale è stato ucciso il fratello ha gridato: "Chi lo ha ucciso, pagherà caro". L'abitazione di Strada Comasina era inoltre 'presidiata' da una ventina di persone.

L'agguato a IsolaE’ guerra aperta tra le cosche, due omicidi tra la gente 27 mar 08 E’ un dato di fatto: a Crotone e nel suo comprensorio e' in atto una guerra tra cosche mafiose che si consuma nonostante la ferma l'attenzione delle forze dell'ordine, di giorno o di primo pomeriggio, nel centro dei paesi, davanti a decine di persone. Oggi pomeriggio il terzo omicidio in cinque giorni, non piu' a Papanice ma ad Isola Capo Rizzuto, alle porte del capoluogo. E' stato ucciso Francesco Capicchiano, di 33 anni, raggiunto da diversi colpi di pistola mentre stava percorrendo a piedi una stradina nel centro di Isola Capo Rizzuto. ... (continua)

L'omicidio LongoL’imprenditore ucciso sulla ss208 stava presentando offerta per i lavori sulla A3: indagini difficili.. 27 mar 08 Antonio Longo, l'imprenditore ucciso ieri a colpi di fucile mentre era alla guida della sua auto, era diretto all'aeroporto di Lamezia Terme dove avrebbe dovuto ritirare, da un collaboratore, una fidejussione che gli sarebbe servita per partecipare ad una gara di appalto per dei lavori di rifacimento dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria in un tratto a Sala Consilina (Salerno).... (continua)

AutoveloxApparecchiature (Fotored) di multe ai semafori sequestrati da CC e Gdf ad Amantea e Cropani: 2 avvisi di garanzia 27 mar 08 I carabinieri hanno sequestrato l'apparecchiatura Photored installata nell'area semaforica di Cropani Marina (Catanzaro). Il provvedimento e' stato eseguito su disposizione del sostituto procuratore della Repubblica di Catanzaro, De Tommasi sulla base delle indagini condotte dal Nucleo operativo della Compagnia di Sellia Marina. Oltre al sequestro del dispositivo, i carabinieri hanno effettuato due distinte perquisizioni negli uffici della Polizia municipale ... (continua)

Fortugno e CreaProcesso Fortugno: Sentiti alcuni testimoni. Venerdì sarà sentito Crea 27 mar 08 E' iniziata con la richiesta avanzata dal pubblico ministero Marco Colamonici di poter sentire il consigliere regionale Domenico Crea - attualmente sospeso dalla carica e in carcere per gli esiti dell'operazione 'Onorata sanita'' - l'udienza in Corte d'assise a Locri per l'omicidio del vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria, Francesco Fortugno, ucciso il 16 ottobre del 2005. ... (continua)

PoliziaAncora morte in Calabria: ucciso un giovane a Seminara. Cinque omicidi in sei giorni. Ora si teme la faida. 27 mar 08 Un giovane incensurato, Silvestro Galati, di 20 anni, è stato ferito mortalmente in un agguato a Seminara ed è morto subito poco dopo essere giunto in ospedale a Gioia Tauro. Galati e' stato raggiunto da alcuni colpi di pistola 7.65 che lo hanno attinto al torace mentre si trovava nei pressi della sua abitazione, nel centro abitato del comune del reggino. Soccorso immediatamente e' stato portato prima nell'ospedale di Palmi ... (continua)

Il corpo di Capicchiano coperto dal lenzuoloE' guerra tra le cosche, nuovo agguato nel crotonese, sparatoria nel centro di Isola Capo Rizzuto, un morto. 27 mar 08 Neanche il tempo di celebrare questa mattina all’alba i funerali di Luca Megna, ucciso lo scorso sabato nelle campagne di Papanice, che nel crotonese hanno ripreso a sparare le lupare. Un agguato nel centro di Isola Capo Rizzuto ... (continua)

Franco La RupaIl Tdl rimette in libertà il consigliere Franco La Rupa 27 mar 08 Torna in liberta' il consigliere regionale della Calabria, Franco La Rupa, ex Udeur, attualmente sospeso dal partito, posto agli arresti domiciliari la settimana scorsa nell'ambito di un'inchiesta della Dda di Catanzaro con l'accusa di scambio elettorale politico mafioso. Lo ha deciso il tribunale della libertà di Catanzaro che ha disposto l'annullamento dell'ordinanza di custodia cautelare accogliendo così la richiesta in tal senso avanzata dai difensori di La Rupa ... (continua)

 

Pregiudicato calabrese ucciso in un agguato in Brianza

28 mar 08 Un pregiudicato di 47 anni, Rocco Cristello, e' stato ucciso a colpi di arma da fuoco ieri sera verso le 23.15 mentre stava scendendo dall'auto sotto la propria abitazione, a Verano Brianza. L'uomo, originario di Mileto (Vibo Valentia), con diversi precedenti, era ancora affidato in prova ai servizi sociali. Cristello e' stato vittima molto probabilmente di un regolamento di conti. Di certo gli hanno teso un agguato. Stava scendendo dalla sua auto, in via privata Comasina, quando da un'altra vettura hanno esploso diversi colpi. Alcuni lo hanno raggiunto e ucciso. Poco distante i carabinieri del gruppo di Monza, che stanno svolgendo le indagini, hanno trovato, bruciata, l'auto utilizzata per l'agguato.

Auto rubate e droga trovate nei controlli a Crotone

27 mar 08 La Polizia di Stato nel corso di servizi straordinari di controllo che sta effettuando nella frazione Papanice di Crotone dove sono avvenuti due agguati di mafia in tre giorni, ha trovato e sequestrato quattro autovetture e quattro motocicli di provenienza furtiva e nove chilogrammi di droga. Nell'operazione di controllo sono stati impegnati agenti della squadra mobile con il supporto di trenta uomini dei Reparti prevenzione crimine Calabria sotto il coordinamento dello Sco. I risultati dell'attivita' sono stati illustrati nel pomeriggio dal dirigente della mobile, Angelo Morabito, e dal suo vice, Cataldo Pignataro. In un magazzino gli agenti hanno trovato un'auto Suzuki risultata rubata a Rho (Milano), all'interno della quale sono state trovate tre buste contenenti 9 chili di marijuana pronta ad essere venduta, un motociclo Suzuki e un motociclo Piaggio. In un altro magazzino sono state trovate un'Audi con targa straniera, una Renault Espace rubata a Crotone e un furgone Fiat rubato a Rocca di Neto. In altre perquisizioni, infine, gli agenti hanno recuperato altre due moto, una Yamaha di provenienza furtiva e una Honda 150 sulla quale sono in corso accertamenti. I due magazzini, intestati a due incensurati di Papanice, sarebbero stati nella disponibilita' della cosca Megna. Su tutti i veicoli gli esperti della scientifica stanno facendo accertamenti per individuare eventuali residui di polvere da sparto o tracce biologiche nel caso fossero stati utilizzati per compiere fatti di sangue.

Barista calabrese uccisa a Modena, Comune indagato per concussione

28 mar 08 Un funzionario del Comune di Modena é iscritto sul registro degli indagati con l'ipotesi di reato di concussione perché avrebbe fatto pressioni offrendo anche del denaro a Achiropita Mascaro, nel maggio 2003, affinché la barista (poi uccisa l'1 febbraio 2007 nel suo "Feeling bar" di via Uccelliera), rinunciasse anzitempo alla licenza del chiosco del parco Ferrari, che scadeva il 25 dicembre di quell'anno. Lo scrive il quotidiano L'Informazione, spiegando che si tratta di un filone d'inchiesta a latere rispetto a quello sull'omicidio della cinquantaduenne originaria di Rossano Calabro. La Mascaro, che dovette lasciare la baracchina all'interno del parco Ferrari nel luglio 2003 dopo lo sgombero ordinato dal Comune, due mesi prima ricevette la visita del funzionario pubblico ora indagato. Un collaboratore della Mascaro registrò la conversazione. Secondo il testimone l'uomo fece pressioni, offrendo anche del denaro a Tina, affinché la barista lasciasse la licenza del chiosco, anche se il contratto scadeva il 25 dicembre 2003, perché c'erano altri che dovevano entrare prima. La registrazione, duplicata su altre cassette, è stata poi consegnata ai carabinieri e acquisita agli atti. Secondo l'Ufficio legale del Comune di Modena, intervenuto con una nota, ''siamo di fronte ad una mezza fuga di notizie, mezza in quanto la Procura della Repubblica avrebbe confermato l'iscrizione di un dipendente del Comune di Modena nel registro degli indagati per il reato di concussione, ma nessuna fonte dice di chi si tratti''. ''Confermiamo il pieno rispetto per le attivita' della Procura - ha proseguito l'Ufficio legale - cosi' come ribadiamo l'assoluta correttezza degli atti dell'Amministrazione comunale. Allo stato attuale della cose, pero', questa Amministrazione non ha avuto alcuna informazione di merito e nessun dipendente ha comunicato di aver ricevuto notizia di un procedimento penale a suo carico''.

Intimidazione a Consiglire provinciale di Reggio

27 mar 08 Un'intimidazione e' stata compiuta ai danni del consigliere provinciale di Reggio Calabria e presidente della sesta circoscrizione della citta', Giuseppe Eraclini, al quale sono state incendiate l'auto ed un ciclomotore. ''Un gesto da condannare - ha sostenuto il sindaco di Reggio, Giuseppe Scopelliti - che colpisce un uomo impegnato quotidianamente ed esclusivamente nella propria attivita' politico-amministrativa che con grande abnegazione e spirito di sacrificio si batte per risolvere i problemi del territorio. E' stato al nostro fianco supportandoci concretamente nel corso di questi anni a sostegno dell'azione della nostra amministrazione in particolare durante lo sgombero del ghetto del '208'. Assieme a lui abbiamo ottenuto risultati importanti nel quartiere''. ''L'azione delinquenziale perpetrata ai suoi danni - ha concluso Scopelliti - sono convinto, non gli togliera' forza e continuera' ad operare per la circoscrizione in modo ancora piu' determinato. Questo grave gesto ci colpisce ma non ci indebolisce. La via della legalita' dai noi intrapresa continuera' in modo spedito e senza condizionamenti di alcuna natura''.

Sit in di protesta dei sordi davanti sede Rai a Cataznaro

27 mar 08 Un sit-in di protesta è in corso a Catanzaro davanti alla Prefettura promosso dall'Ente nazionale per la protezione e l'assistenza dei sordi "affinché - è scritto in una nota degli organizzatori - venga garantito il diritto all'informazione e alla libera e consapevole espressione del voto". In particolare i promotori della manifestazione lamentano "il mancato rispetto dei contenuti del contratto di servizio RAi 2007-2009, che prevede la sottotitolazione e la traduzione in lingua dei segni dei programmi di informazione e approfondimento politico, anche in diretta, e del regolamento da parte della commissione di vigilanza Rai del 28 febbraio scorso per la campagna elettorale 2008". "Ancora una volta - affermano i promotori della manifestazione - il diritto all'informazione televisiva viene categoricamente inibito ai sordi italiani. Siamo ancora una volta ignorati. Siamo ancor di più indignati. In assenza di garanzie da parte della Rai e di tutela da parte delle autorità preposte a garantire il rispetto della normativa vigente, non rimane altra strada che quella della mobilitazione"

Il luogo dell'agguatoImprenditore ucciso sulla ss2870: la vittima parte lesa in un processo per racket. Preoccupazione di Confindustria Calabria. 26 mar 08 Un delitto eclatante nelle modalita', ucciso a fucilate sparate mentre stava guidando la sua auto su una superstrada alle 10 del mattino, e di difficile lettura: si presenta cosi' l'analisi dell'omicidio compiuto stamani tra Catanzaro e Lamezia Terme dell’imprenditore Antonio Longo, di 50 anni. Qualcuno parla di un delitto di ''altissima mafia''. Longo, incensurato e definito un imprenditore pulito, era parte lesa in un processo contro il racket in corso a Cosenza. Era assai noto in Calabria ... (continua)

Il summit delle QUestureFaida di Crotone, supervertice delle questure calabresi. Minniti “Risposte forti”. Loiero “Regione pronta a sostenere lo Stato”. Arrestato in Emilia proprietario pistola rinvenuta 26 mar 08 ''La risposta dello Stato sara' molto forte''. Il ''messaggio'' lanciato dal viceministro all'Interno, Marco Minniti, dopo gli omicidi accaduti a Papanice di Crotone di Luca Megna, figlio del boss Domenico, e di Giuseppe Cavallo, ha il sapore della sfida che lo Stato .... (continua)

Antonio SaladinoInchiesta Why Not, Saladino “Sono stato minacciato” 26 mar 08 L'imprenditore Antonio Saladino, ex presidente della Compagnia delle opere della Calabria e principale indagato nell'inchiesta Why Not su presunti illeciti nella gestione di finanziamenti pubblici, ha denunciato ai carabinieri di avere ricevuto minacce. ''Una telefonata anonima - ha detto Saladino in una dichiarazione - e' giunta questa mattina sull'utenza di mia sorella proferendo le seguenti frasi: 'Dica al dottore che siamo arrivati alla resa dei conti. Dica a suo fratello che siamo arrivati alla resa dei conti... (continua)

Palazzo NiedduProcesso Fortugno: la moglie di Marcianò “Era con noi il giorno del delitto” 26 mar 08 Giuseppe Marciano', ritenuto con il padre Alessandro mandante dell'omicidio del vicepresidente del Consiglio regionale Franco Fortugno, avrebbe trascorso la giornata di domenica 16 ottobre 2005, giorno del delitto, assieme alla moglie Maria Teresa Reale e ai coniugi Filippo Ierino' e Patrizia Gallo. A riferirlo nel corso del processo in corso in Corte d'Assise a Locri sono stati i tre ... (continua)

L'auto di LongoAgguato sulla ss280 tra Lamezia e Catanzaro: ucciso un imprenditore 26 mar 08 Un uomo e' stato ucciso in un agguato avvenuto questa mattina in localita' Calderaio, nei pressi del bivio per Vena di Maida, sulla strada statale 280, nel Catanzarese. Si tratta dell’imprenditore Antonio Longo, 49 anni, originario di Sant’Ilario allo Ionio ma residente a Soverato. L’uomo, un perito industriale titolare di un'impresa edile a Soverato e di uno studio di consulenza a Satriano, e' stato assassinato ... (continua)

Accoltella il fratello della fidanzata che lo respinge, arrestato minorenne

26 mar 08 Un diciassettenne, E.C., ha accoltellato stasera un ragazzo di 27 anni, Andrea Lico, che si trova adesso ricoverato in prognosi riservata nel reparto di chirurgia dell'ospedale di Vibo Valentia. Le sue condizioni sono gravi, ma secondo quanto si e' appreso non sarebbe in pericolo di vita. Il minorenne e' stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di tentato omicidio aggravato dalla premeditazione. Il fatto e' accaduto a San Costantino Calabro, piccolo centro a una decina di chilometri da Vibo Valentia. Il movente, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, sarebbe da ricercare in una relazione sentimentale tra Lico e la sorella del minorenne. Stasera, e' la ricostruzione dei carabinieri, E.C. e' andato a casa del giovane dicendogli di lasciare in pace la sorella. Tra i due e' nato un litigio al termine del quale Lico si e' allontanato. Il minore ha atteso che rientrasse a casa e lo ha accoltellato all'addome.

L'omicidio di PapaniceL’omicidio di Papanice apre una nuova faida. Vertice con Minniti e Loiero del comitato Ordine e Sicurezza 25 mar 08 La guerra di mafia a Crotone, che fino a ieri era ritenuta solo un timore, oggi diventa realta' con il nuovo agguato compiuto nella frazione Papanice, nel quale e' stato ucciso Giuseppe Cavallo, di 27 anni, ed e' rimasta lievemente ferita la moglie. Una guerra tra cosche cruenta che questa volta, in barba a tutti i codici... (continua)

Torano castelloColpi di fucile contro l’abitazione del Sindaco di Torano 25 mar 08 Intimidazione ai danni del sindaco di Torano Castello, Antonio Iannace, di 61 anni, che e' anche il medico condotto del centro del cosentino. Persone non identificate hanno sparato un colpo di fucile contro l'abitazione di Iannace che ha danneggiato una finestra della casa. Sull'episodio hanno avviato indagini ... (continua)

MareggiataMaltempo in Calabria. Forti mareggiate sul Tirreno, onde di 6 metri. A Fuscaldo abitazioni in pericolo. Un metro di neve in Sila 25 mar 08 Mare forza sette per tutta la giornata sulla costa tirrenica calabrese, battuta dalle onde e dal forte vento di maestrale. Non si e' placata nemmeno in serata l'ondata di maltempo che ha investito la regione nelle ultime ore, con forti raffiche di vento, neve e pioggia a tratti battente. Problemi sono stati segnalati nella ... (continua)

EuroCalabria e Sicilia detengono il primato per frodi ai fondi europei 25 mar 08 Calabria e Sicilia detengono il triste primato italiano di frode e irregolarita' legate ai fondi strutturali europei, sia nel numero dei casi che nel volume di fondi sottratti. E' quanto emerge da un rapporto presentato alla Commissione bilancio del Parlamento europeo che inviera' una missione nelle due regioni il prossimo 27 aprile. Sono 160 i casi di irregolarita' registrati, 74 in Sicilia e 86 in Calabria, per un ammontare di 80,4 milioni di euro, piu' di un quarto della cifra indebitamente sottratta in tutta Italia (300 milioni di euro). ... (continua)

Fortugno e CreaRigettato il ricorso di Crea al Tdl, il consigliere regionale resta in carecere 25 mar 08 Resta in carcere l'ex consigliere regionale della Calabria Domenico Crea, arrestato nello scorso mese di gennaio con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa nell'ambito di un'inchiesta della Dda di Reggio Calabria su presunte intiltrazioni della criminalita' organizzata nel settore della sanita'. Il tribunale della liberta' di Reggio Calabria (presidente Silvana Grasso) ... (continua)

 

La vittima a terraA Papanice, nonostante la polizia scoppia la faida: ucciso un giovane di 27 anni, ferita la moglie 25 mar 08 Non si è fatta attendere la risposta all’uccisione del figlio del boss Megna. Nonostante il territorio presidiato dalle forze dell’Ordine, mandate in gran quantità per superare il momento di gravi iniziative della ndrangheta che ha deciso di bagnare di sangue un territorio dove non si erano visti delitti così efferati, un giovane di 27 anni, Giuseppe Cavallo, di professione autista, avversario ai Megna, e' stato ucciso oggi poco prima delle 14,30 a colpi d'arma da fuoco ... (continua)

Scontro frontale tra bus e auto a Lamezia: un morto

25 mar 08 Una persona, Gaetano Rocca, di 42 anni, di Falerna, e' morta nello scontro frontale tra un'auto e un bus avvenuto sulla strada provinciale che collega Sambiase a Gizzeria. La vittima si trovava alla guida dell'automobile. Sul luogo per i rilievi sono impegnati i vigili urbani di Lamezia Terme. L'auto, condotta da Rocca, che stava facendo rientro a Falerna, si e' scontrata, per cause che sono in corso di accertamento, con il mezzo pesante che era diretto a Lamezia Terme. Rocca e' morto sul colpo.

Gli esami del DNA confermano che i corpi ritrovati sono quelli dei coniugi trucidati a Simeri

25 mar 08 Oltre nove mesi, dal giorno del loro omicidio nella villetta di Simeri Mare, nel catanzarese, passando per il ritrovamento dei corpi nelle campagne del crotonese, fino al via libera per i funerali, deciso oggi dal pm di Catanzaro, Simona Rossi. La tragedia di Simeri, in cui furono uccisi i coniugi Luigi De Marco, 71 anni, e Maria Grazia Campisano, 59, si chiude oggi con la conferma del Dna che i resti rinvenuti il 20 ottobre scorso sono proprio dei coniugi uccisi dal figlio, Pasquale. Questa mattina, il medico legale Giulio Di Mizio, dell'Universita' Magna Graecia, ha depositato la perizia sul Dna che ha confermato l'identita' dei resti e ha autorizzato i familiari a svolgere i funerali, che si svolgeranno nei prossimi giorni a Catanzaro. Un giallo i piena regola, quello dell'omicidio dei De Marco, che ha portato in cella con l'accusa di duplice omicidio e occultamento di cadaveri, il figlio trentatreenne, Pasquale, tutt'ora richiuso nel carcere del capoluogo calabrese e dal quale non e' mai venuta alcuna collaborazione con le forze dell'ordine. La coppia era scomparsa dalla loro residenza estiva del Villaggio Eucaliptus, a Simeri Crichi, sulla costa ionica catanzarese, la sera del 5 giugno, mentre cinque giorni dopo erano scattate le manette per il primo genito, ritrovato nella macchina di famiglia a Crotone. Da allora, sono serviti oltre quattro mesi prima di riavere i resti dei coniugi, ritrovati sotto un pontile, poco distante dalla statale 106, nel Crotonese, avvolti in due teli di plastica, dello stesso tipo di quello trovato nel cofano della macchina utilizzata da Pasquale. Secondo la ricostruzione fatta dai carabinieri, i coniugi furono uccisi la mattina di martedi' 5 giugno, ma solo la sera del 7, dopo la segnalazione di un parente, gli investigatori entrarono nella villetta trovando i segni evidenti di una mattanza. Nessuna notizia, invece, del figlio che doveva trovarsi con loro e che dopo l'arresto forni' versioni farneticanti che lo vedevano come vittima dei servizi segreti russi, che si sarebbero vendicati della sua appartenenza ai servizi americani. I primi accertamenti sui resti dei coniugi De Marco, oltre che sulle tracce di sangue e su una serie di aspetti su cui ancora indagano i Ris di Messina, hanno permesso di mettere alcuni punti fermi nell'impianto accusatorio che ha portato Pasquale in carcere. Per gli altri due figli, Giuseppe e Adele e per gli altri congiunti dei De Marco, e' arrivata oggi, dopo nove mesi dal duplice omicidio, la possibilita' di svolgere i funerali e di avere un posto dove piangere i loro cari.

A Lamezia un bus navetta ogni 20 minuti tra stazione e aeroporto

25 mar 08 Una navetta ad alta frequenza (ogni 20 minuti, compresi i 10 minuti di sosta ai capolinea) colleghera' stabilmente l'aeroporto di Lamezia Terme alla stazione ferroviaria di Lamezia Centrale-S. Eufemia (e viceversa). Questo l'importante annuncio fatto nel corso della riunione tecnica tra Sacal, Ferrovie della Calabria e Multiservizi, tenutasi stamane negli uffici della Societa' di gestione dello scalo. Il collegamento sara' effettuato con bus elettrici, dunque non inquinanti, e assicurera' una connessione stabile, razionale, affidabile, economica e comoda tra le due strutture, con immaginabili benefici per la clientela. L'iniziativa partira' a breve, giusti i tempi tecnici per attrezzare le "stazioni di ricarica" dei bus, e registra l'immediato plauso dell'assessore regionale all'Ambiente, Diego Tommasi, compiaciuto della chiara scelta eco-ambientale. Nei giorni scorsi il presidente di Sacal, Eugenio Ripepe, si era fatto promotore di un tavolo di lavoro presso l'Assessorato regionale ai Trasporti (vi avevano preso parte per Sacal, oltre Ripepe, il direttore generale Pasquale Clerico'; quindi il direttore generale Dipartimento Trasporti Antonio Izzo, il presidente Ferrovie della Calabria Mario Scali, il presidente di Multiservizi Fernando Miletta accompagnato da Giuseppe De Biase) allo scopo, appunto, di concertare un'iniziativa generale e condivisa per favorire un'efficiente intermodalita' di trasporti daper lo scalo: problema questo particolarmente sentito ed impellente. Stamane (oltre i vertici Sacal, presenti il direttore generale di Ferrovie della Calabria, Giuseppe Lo Feudo e il responsabile del settore finanziario Alfredo Sorace, oltre Giuseppe De Biase di Multiservizi) ecco, dunque, il primo concreto accordo di intermodalita' aereo-gomma nel quadro di sistema urbano di trasporto aerostazione-ferrovia. Ma l'iniziativa non si ferma qui, visto che, per cosi' dire, ha aperto immediatamente la strada ad un successivo progetto che prevede (anch'esso a breve, appena definiti i contenuti operativi) l'attivazione di una serie di collegamenti, tramite bus, con le principali citta' calabresi, con un servizio flessibile "a chiamata". Si tratta, in sostanza, di collegamenti che potranno essere prenotati "ad personam", grazie ad un call center che informera' l'utente sul tempo esatto del transito del bus e del prelievo "a domicilio"; cio' naturalmente in un quadro orario generale stabilito in relazione agli orari di partenza e arrivo degli aeromobili sullo scalo di Lamezia. Un servizio evidentemente prezioso quanto innovativo, questo, e dove per di piu', una volta a regime, i passeggeri potranno effettuare il check-in e il telecheck-in. Il progetto partira' in via sperimentale collegando lo scalo lametino dalla citta' di Cosenza. A seguire, e comunque prima dell'estate, sara' attivato il collegamento con Catanzaro e Vibo Valentia. "L'ipotesi - spiega il presidente di Sacal Eugenio Ripepe - e' quella di costituire un'ATI, un'associazione temporanea di imprese tra tutti i soggetti interessati e coinvolti: Enti istituzionali, aeroporto, aziende municipalizzate, aziende di trasporto, che in regime di libero mercato potranno concorrere per organizzare un servizio necessario quanto indifferibile per la Calabria tutta, per tutti i calabresi, ma anche e forse soprattutto per gli stranieri, per i turisti, e per quanti giungono in aereo nella regione e si aspettano giustamente, come dappertutto, di poter muoversi per questa realta' territoriale in tutta tranquillita' e comodita', con tempi e costi adeguati e ragionevoli". "Non dobbiamo poi dimenticare - chiarisce Ripepe - che la nostra regione accusa un grave gap in tema di trasporti, gap ancora tutto da colmare essendo a tutt'oggi esclusa dai lavori dell'alta velocita' ferroviaria, e, per 4 o 5 anni ancora, dall'ultimazione di un'efficiente rete autostradale. Il trasporto aereo economico, accessibile, ben connesso al territorio e agli altri sistemi di trasporto resta allora la grande opportunita' per restituire centralita' ed accessibilita' all'intera Calabria, in attesa di un futuro migliore. Sacal sta lavorando in due direzioni sostanziali: aumentare voli e destinazioni, e aprire lo scalo al territorio, permettendo appunto di raggiungerlo in maniera rapida, puntuale ed economica".

Le donne di San Luca danno il benvenuto a Mons. Morosini

25 mar 08 Rosy Canale, Presidente del Movimento Donne San Luca, a nome del direttivo e di tutte le donne che aderiscono al movimento, da' il benvenuto a Mons. Giuseppe Fiorini Morosini, nuovo vescovo della diocesi di Locri-Gerace, da poco nominato dal Papa. ''Condividiamo fortemente le parole espresse nel primo messaggio di saluto del Vescovo Fiorini Morosini alla diocesi. - ha dichiarato la Canale - Il cammino intrapreso con le donne di San Luca parte dal senso profondo di riconciliazione, con Dio, con noi stessi e con il mondo che ci circonda. Tornare a quei valori che nonostante tutto sono il motore dell'esistenza umana. La volonta' di riqualificare il ruolo della donna all'interno della struttura sia familiare che sociale. Essere noi donne e madri il vero seme del cambiamento. Le donne di San Luca hanno scelto di provarci, al di la' dei luoghi comuni e dei pregiudizi. La nostra terra porta la croce del suo destino, ma paga oltremodo il prezzo del qualunquismo e del diritto di cronaca. Vi e' sempre una tendenza a scurire le verita' di questo posto, di questa gente, pur senza rinnegare i problemi esistenti sul territorio. Il nostro benvenuto al Vescovo Mons. Giuseppe Fiorini Morosini e' l'augurio che possa essere per noi tutti una guida di fede e di vita, che aiuti a riconoscere ed esprimere semplicemente la bellezza che vi e' in tutte le persone di buona volonta' di questa terra, a volte cosi amara. Le donne di San Luca si augurano di poter incontrare presto il nuovo Vescovo della diocesi''

Piani di spiaggia, Oliverio incontra i sindaci dei comuni costieri

25 mar 08 Il presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, e l'assessore provinciale all'Urbanistica, Pietro Mari, hanno incontrato i sindaci di 37 comuni costieri per discutere della redazione dei Piani di spiaggia in vista della prossima stagione estiva. ''La finalita' dell'incontro - e' scritto in un comunicato - riveste grande importanza poiche' entro giugno prossimo le amministrazioni comunali devono dotarsi del Piano comunale di spiaggia, utile per ben affrontare la prossima stagione estiva e favorire al meglio l'affluenza turistica. Oliverio e Mari hanno voluto intavolare una discussione aperta ed il piu' circostanziata possibile per cercare di fugare dubbi, incertezze o perplessita', avviando un percorso comune e condiviso che possa offrire strumenti operativi ai vari Comuni interessati''. ''L'opportunita' di questa iniziativa - ha affermato Oliverio - nasce da un'esigenza molto avvertita di approfondimento per una tematica che riguarda molti Comuni del territorio della provincia, considerata anche l'urgenza di pianificazione per gli adempimenti necessari previsti dalla legge. La Provincia, in base alle sue competenze di ente sovra comunale attua in tal senso il suo ruolo di coordinamento, stimolando un dialogo che porti ad interpretazioni univoche della legge regionale ed aiuti i Comuni ad avviare un percorso coerente di utilizzo del demanio marittimo''. ''Si tratta - ha proseguito Oliverio - di procedere in maniera conforme alla legge e con la giusta concertazione anche per evitare errori, improvvisazioni e ritardi nelle redazione dei piani di spiaggia, che vanno inquadrati come veri e propri strumenti urbanistici da non sottovalutare e da adottare con modalita' d'uso ben precise. Il nostro approccio vuole essere, quindi, di piena collaborazione e disponibilita' nel cercare assieme la strada da percorrere per pervenire a soluzioni perseguibili, bandendo farraginosita', cavilli e burocratizzazione pregiudizievoli di un risultato ottimale''

RaftingRagazza pugliese in vacanza per Pasqua sul fiume Lao muore facendo rafting 24 mar 08 Stava facendo rafting con altri quattro amici quando il gommone sul quale stavano navigando sul fiume Lao, in provincia di Cosenza, si è capovolto. E' morta così Ilaria Malerba una giovane 24enne di origine pugliese in vacanza per le festività pasquali nella provincia di Cosenza. Nonostante il maltempo, la comitiva aveva deciso fare un'escursione a bordo del gommone . ... (continua)

Luca Megna, il boss uccisoUcciso il figlio del boss Megna, bimba in coma. La polizia manda rinforzi, si teme una guerra tra cosche 24 mar 08 Orrore e sgomento per la sorte della bimba di soli cinque anni che lotta tra la vita e la morte dopo un agguato di mafia che e' costato la vita al padre, il boss Luca Megna, di 37 anni. A due giorni dall'omicidio, commesso a Papanice, piccolo centro alle porte di Crotone, le autorità temono che possa scatenarsi una nuova guerra tra le cosche della 'ndrangheta che si contendono il controllo delle attivita' illecite. La ragazzina, ferita da due proiettili alla testa, si trova ricoverata nel ... (continua)

Rocco GallicoEra tornato a casa per pasquetta, arrestato il latitante Rocco Gallico ricercato dal 2002 24 mar 08 E' tornato a casa per trascorrere la Pasquetta in famiglia, ma e' stato sorpreso dagli uomini della squadra mobile di Reggio Calabria che lo hanno arrestato. E' finita cosi' la latitanza di Rocco Gallico, ritenuto dagli investigatori un elemento di spicco dell'omonima cosca di Palmi, ricercato dal 2002. ... (continua)

Mareggiate sul TirrenoPasquetta di maltempo in Calabria: Neve in Sila e sul vibonese, mareggiate sul Tirreno, vento e allagamenti per le forti piogge. Rientri difficili 24 mar 08 Venti forti, mareggiate e nevicate anche a quote collinari. Il Dipartimento della Protezione civile ha prolungato l'allerta meteo da stasera per le prossime 24 ore su Basilicata, Calabria, Sicilia e Puglia. Problemi, avvisa il Dipartimento, potrebbero derivare soprattutto dalle forti raffiche di vento che si abbatteranno sulle coste della Calabria e della Sicilia in serata. ... (continua)

Il corpo di Megna nell'autoAgguato a Crotone, ucciso figlio del boss Megna, ferita la moglie e la figlia di 5 anni ora in gravi condizioni 23 mar 08 Lo hanno atteso all'uscita della sua abitazione nella frazione Papanice di Crotone e lo hanno ucciso a colpi di pistola mentre era a bordo della sua automobile con la moglie e la figlia di cinque anni che sono rimaste ferite. La vittima dell'agguato e' Luca Megna, di 37 anni, figlio del boss Domenico che e' attualmente detenuto. Megna ... (continua)

La rupe di TropeaIncendiata l’auto del Sindaco di Tropea 23 mar 08. L'automobile del sindaco di Tropea, Antonio Euticchio, e' stata incendiata nella notte da sconosciuti. Il mezzo, che era parcheggiato nei pressi dell'abitazione del sindaco, e' stato cosparso di liquido infiammabile e incendiato. Le fiamme sono state spente dai vigili. ... (continua)

TemporaleAllerta meteo in Calabria: in arrivo forti precipitazioni 23 mar 08 Forti precipitazioni a carattere di rovescio o temporale, nevicate sopra gli 800 metri, venti di burrasca forte e mari da agitati a grossi sono previsti per domani in Calabria. Lo ha reso noto la sala operativa della protezione civile della Regione Calabria che ha diffuso ... (continua)

In tre vincono 100.000 euro al gratta e vinci a Corigliano

23 mar 08 Hanno acquistato un biglietto della serie Gratta e vinci con soli due euro e ne hanno vinto 100 mila. Tre amici dopo aver consumato un aperitivo nel bar Rautti del centro storico di Villapiana hanno preferito prendere un biglietto al posto del resto pari a due euro per quanto avevano consumato. I tre fortunati vincitori sono un impiegato di 46 anni, un falegname di 40 anni ed un muratore di 59 anni. Festa grande in tutto in paese di Villapiana ed in particolare nel bar fortunato.

Giovane ferito da un colpo di pistola a Gioia Tauro

23 mar 08 Un giovane, C.M., di 28 anni, e' stato ferito alla mano da un colpo di pistola a Gioia Tauro. La vittima si e' presentata in ospedale dove non ha fornito nessun particolare circa il suo ferimento. Il ventottenne e' stato medicano e trasferito nell'ospedale di Polistena. Sull'accaduto sono in corso le indagini della polizia di Stato.

Dieci patenti ritirate a Corigliano

23 mar 08 Dieci patenti sono state ritirate nella zona di Corigliano Calabro durante controlli effettutati dagli agenti della polizia stradale. I controlli sono stati effettuati principalmente sulla statale 106 ionica nel tratto che va da Cariati a Rocca Imperiale. Sono stati sottoposti a controlli con etilometro un centinaio di automobilisti e ritirate 10 patenti. Nei pressi dello svincolo per Sibari si e' verificato un incidente con due feriti che sono stati ricoverati nell'ospedale di Trebisacce. Nel periodo delle festivita' pasquali gli agenti della polizia stradale hanno intensificato l'attivita' di controllo del territorio.

Tre arresti a Corigliano

23 mar 08 Tre cittadini stranieri, Abdellaiif Khamlich, di 29 anni, Adil Khamlich, di 29 anni, marocchini, e Oidden Hbib, di 26 anni, tunisino sono stati arrestati dai carabinieri a Corigliano per resistenza a pubblico ufficiale. I tre durante una perquisizione hanno cercato di fuggire e dopo essere stati bloccati hanno aggredito i carabinieri con calci e pugni.

La Clio incidentataVigilia di Pasqua insanguinata: ventenne muore in un incidente a Contrada Lecco; coetaneo ferito gravemente 22 mar 08 Una vigilia di Pasqua bagnata dal sangue versato sull’asfalto. L’ennesimo incidente mortale che questa volta vede perire un giovane appena ventenne, Luigi Bosco di Rende. La Clio su cui viaggiava è finita nel dirupo sottostante l’asfalto sbalzata dopo un incidente con un Mercedes Suv. Davide contro Golia ma con il risultato inverso. ... (continua)

Padre FedelePadre Fedele “Ridatemi l’esercizio del mio sacerdozio” 22 mar 08 Padre Fedele Bisceglia, imputato in un processo per violenza sessuale nei confronti di una suora, in una lettera aperta ai sacerdoti, religiosi e religiose della Curia di Cosenza, chiede che "mi venga ridato l'esercizio del mio sacerdozio perché sono innocente". "E' un dolore indescrivibile - scrive - quando in un'alba della vita sacerdotale vieni preso e portato in carcere per un delitto mai commesso e mai pensato.. ... (continua)

Pensioni, Calabria ultima nel saldo previdenziale, i contributi ne coprono solo la metà 22 mar 08 In Italia solo la Lombardia presenta un saldo previdenziale positivo, con la quota di contributi versati dai lavoratori superiore alle prestazioni pensionistiche erogate. Lo rileva uno studio della Cgia di Mestre in cui si rileva che la situazione va male per la Liguria e tutte le Regioni del Sud. A Benevento ci sono più pensioni che occupati. ... (continua)

Incendiato a Locri un camion di ditta che aveva vinto appalto

22 mar 08 Un camion di proprietà dell'imprenditore Leonardo Bumbaca, di 32 anni, è stato incendiato da sconosciuti. La società edile di Bumbaca nei giorni scorsi si era aggiudicata la gara d'appalto bandita dal comune di Locri per la gestione e la manutenzione della rete idrica e fognaria. Sul danneggiamento stanno svolgendo indagini i carabinieri di Locri. Il sindaco di Locri, Francesco Macrì, e i componenti della giunta municipale in una nota hanno condannato l'episodio chiedendo "un contrasto più incisivo delle forze preposte contro gli atti di violenza che tentano di impedire la rinascita di Locri e della locride".

Resta in carcere il giovane che ha ferito il fratello a colpi di pistola

22 mar 08 Restera' in carcere Francesco Cavalieri, di 23 anni, arrestato nei giorni scorsi a Cassano allo Jonio perche' accusato di aver ferito con un colpo di pistola il fratello Valentino (19) nel corso di un litigio. Cavalieri e' stato sentito stamani dal Gip del tribunale di Castrovillari, Anna Maria Grimaldi, che non ha convalidato l'arresto ma ha emesso una ordinanza di custodia cautelare con la quale ne ha disposto la detenzione in carcere. Il giovane e' accusato di porto e detenzione di arma clandestina e tentato omicidio nei confronti del fratello. Gli inquirenti ritengono che Cavalieri ha sparato contro il fratello nel corso di un litigio perche' i due si contendevano la stessa ragazza. Il difensore di Cavalieri, l'avvocato Enzo Cersosimo, ha preannunciato il ricorso al tribunale della liberta' per chiedere la scarcerazione del suo assistito.

Commerciante calabrese si finge diplomatico a Rimini

22 mar 08 Un commerciante di 39 anni di Reggio Calabria si è finto diplomatico della Guinea e per questo è stato denunciato dai carabinieri di Rimini con l' accusa di possesso di documenti falsi. Insieme al calabrese, denunciato anche un cittadino della Repubblica di Guinea, anche lui di 39 anni, che viveva in un albergo di Riccione. Durante un controllo, l'africano ha esibito ai militari due passaporti diplomatici della Guinea di cui uno autentico appartenente a lui, e l'altro con le generalità del calabrese, presente al controllo. Ma dopo un attento esame del personale specializzato della Polaria di Rimini, il documento è risultato falso.

De Magistris in un libro “C’è stata una strategia per allontanarmi da Catanzaro”

22 mar 08 "Il ministro Mastella, quando ha chiesto il mio trasferimento, sapeva benissimo che il suo nominativo era comparso nell'indagine Why Not". E' quanto sostiene il pm Luigi De Magistris in un'intervista pubblicata nel libro scritto dal giornalista Antonio Massari "Il caso de Magistris" (Aliberti editore). L'intervista occupa 26 pagine del volume. "Qualche mese prima - aggiunge De Magistris - erano state pubblicate sui giornali alcune sue intercettazioni mentre parlava con il principale indagato, Antonio Saladino". De Magistris si sofferma sull'avocazione dell'inchiesta Why Not da parte del procuratore generale facente funzioni, Dolcino Favi, dopo l'iscrizione di Mastella nel registro degli indagati. "L'avocazione - sostiene il pm - è illegale perché priva di qualsiasi fondamento giuridico. Viene fondata sul presupposto di un'incompatibilità insussistente. In quanto è il ministro che, pur sapendo di essere coinvolto, ha inteso intervenire con la richiesta di trasferimento nei miei confronti. E sarebbe un metodo fin troppo semplice per liberarsi del magistrato titolare delle indagini. La richiesta di trasferimento, per il momento in cui è intervenuta, rappresenta un elemento per giustificare un'illegittima avocazione. E quindi, se metto insieme una serie di passaggi, è molto verosimile che sia stato un passo strumentale. Proprio per giustificare l'avocazione". "Secondo me - sostiene ancora De Magistris nell'intervista - c'é una strategia, che avevo segnalato già nel 2005, finalizzata non solo a delegittimare il mio operato, la mia persona e le mie indagini, ma soprattutto al mio trasferimento da Catanzaro". "Il procuratore generale - afferma il pm - non poteva sapere nulla dell'iscrizione di Mastella e quindi o qualcuno lo ha informato in modo illegittimo o ha usato il pretesto di notizie di stampa, secondo me diffuse ad arte, per giustificare un suo intervento e quindi la successiva avocazione. Il 18 gennaio il quotidiano Libero pubblicò un articolo titolato 'Mastella indagato?' ed il giorno dopo Favi avocò l'inchiesta. E la notizia a Libero non l'ho certo fornita io". Nell'intervita De Magistris parla di "poteri occulti" che lo avrebbero ostacolato. "Quando parlo di poteri occulti - dice - mi riferisco anche a persone che operano all'interno delle istituzioni dello Stato a livello nazionale ma anche internazionale. Su Bruxelles, per esempio, dove si sviluppano passaggi fondamentali con riguardo all'erogazione dei finanziamenti pubblici". Il pm fa anche un riferimento all'inchiesta che sta conducendo la Procura di Salerno sui contrasti tra i magistrati della Procura di Catanzaro. "Sono fiducioso - afferma De Magistris - che dalla Procura di Salerno, l'unica sede dove si possono compiutamente riscontrare tutti i fatti che mi riguardano, si potrà conoscere la verità su quanto è accaduto nel caso De Magistris. Credo che il mio caso non si sia chiuso con il processo al Csm"

Riconosciuti dai parenti i resti nella bara rinvenuta a Lamezia

22 mar 08 I resti umani contenuti nella bara trovata ieri dalla Polizia nella periferia di Lamezia Terme sono quelli di Antonio Perri, l'imprenditore ucciso nel marzo del 2003 mentre si trovava nel suo ufficio nel centro commerciale Atlantico, di sua proprietà. A riconoscere i resti sono stati stamattina i familiari di Perri. Il riconoscimento è avvenuto nell'obitorio dell'ospedale di Lamezia Terme in presenza degli investigatori del Commissariato di Lamezia Terme e del medico legale nominato dal pm Elio Romano. La salma di Perri fu trafugata nel cimitero di Lamezia nel giugno del 2005. Nell'ottobre scorso è stato arrestato un manovale di Lamezia, Antonio Fazio, di 38 anni, accusato di estorsione per avere chiesto ai familiari di Perri un milione e mezzo di euro in cambio della restituzione della salma dell'imprenditore. L'omicidio di Perri sarebbe da collegare ad una vendetta per una richiesta estorsiva non soddisfatta in relazione alla realizzazione da parte dell'imprenditore lametino a Maida (Catanzaro) del centro commerciale Due Mari. Ad uccidere Perri sarebbe stato Nicola Paciullo, di Locri, presunto affiliato alla 'ndrangheta, su mandato di una cosca di Lamezia Terme.

La Polizia provinciale intensifica i controlli per Pasqua

22 mar 08 Il comandante della polizia provinciale Giuseppe Colaiacovo, su sollecitazione del presidente dell'amministrazione provinciale e del prefetto di Cosenza, ha predisposto un piano straordinario per la sicurezza stradale sulle arterie provinciali in occasione delle imminenti festività pasquali. E' infatti previsto un potenziamento dei servizi di controllo sulle strade provinciali al fine di prevenire incidenti. Inoltre, saranno predisposte postazioni fornite di alcoltest, pre-test e telelaser.

Un arresto per eroina a Paola

22 mar 08 Un uomo, Jonni Serpa, di 29 anni, è stato arrestato dagli agenti della polizia di Stato a Paola per detenzione a fine di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso di controlli i poliziotti hanno perquisito Serpa e lo hanno trovato in possesso di quattro grammi di eroina.

BullismoDa Rende a Torino il bullismo delle baby gang preoccupa 21 mar 08 Un minore V.I., di 17 anni, studente, è stato arrestato dai carabinieri a Rende in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare con obbligo di permanenza nel proprio domicilio emessa dall'ufficio Gip del Tribunale per i minorenni di Catanzaro. Il minore, secondo quanto è emerso dalle indagini, assieme ad altre persone già identificate, avrebbe compiuto una serie di rapine ... (continua)

Ciechi veriOperazione della Finanza contro i finti ciechi in tutta Italia: Calabria al quarto posto 21 mar 08 Ciechi, ma con la patente di guida o il porto d'armi. Ciechi, ma capaci di andare a caccia e di giocare al videopoker. Per anni - in alcuni casi anche 30 anni - hanno preso la pensione: un totale di 3 milioni e 800 mila euro indebitamente percepiti. Ora sono stati scoperti dalla Guardia di Finanza, che ha denunciato per truffa ed altri reati 82 persone, tra falsi ciechi, medici e componenti delle commissioni che ne hanno attestato la (falsa) invalidità ... (continua)

Istituto Papa GiovanniMons. Nunnari duro “Al 'Papa Giovanni' hanno mangiato tutti” 21 mar 08 "A Cosenza c'e' un predominio dei poteri occulti che tiene ostaggio la citta'". Lo dice in un'intervista monsignor Salvatore Nunnari , arcivescovo della citta'. Nell'intervista monsignor Nunnari definisce Eugenio Facciolla, il magistrato che con le sue inchieste ha fatto scoppiare lo scandalo dell'Istituto Papa Giovanni di Serra d'Aiello, struttura che si occupa dell'assistenza a disabili ... (continua)

PasquaWeek end di Pasqua tra pioggia e neve a centro sud. Traffico intenso. I riti tradizionali 21 mar 08 Piogge e temporali sulle regioni centrali e meridionali, neve sull'Appennino centrale oltre gli ottocento metri, venti molto forti lungo le coste tirreniche: la perturbazione proveniente dal mare del nord che già in questi giorni ha portato piogge e un generale abbassamento delle temperature non lascerà l'Italia nelle prossime ore e, anzi, andrà intensificandosi nei giorni di Pasqua ... (continua)

Ritrovata a Lamezia la bara rubata con i resti dell’imprenditore ucciso

21 mar 08 E' stata trovata alla periferia di Lamezia Terme dalla polizia di Stato, la bara che dovrebbe contenere i resti di Antonio Perri, l'imprenditore lametino ucciso in un agguato a Maida nel marzo del 2003. La bara, che si presenta integra e sigillata, era sepolta in una zona di contrada Rotoli a circa 50 metri dalla superstrada dei Due Mari che collega Lamezia Terme a Catanzaro in una zona caratterizzata da fitta vegetazione. Sul posto sono intervenuti i poliziotti della Questura di Catanzaro e del commissariato di Lamezia Terme che stanno verificando la disponibilità immediata del medico legale per verificare che i resti contenuti nella bara siano quelli di Perri. La salma dell'imprenditore, ucciso davanti al Centro commerciale Due Mari, era stata trafugata nel giugno del 2005. Lo scorso ottobre la polizia di Stato, le cui indagini sulla vicenda sono proseguite in questi anni, aveva arrestato Antonio Fazio, un manovale di 38 anni incensurato, che si era offerto di operare come intermediario con la famiglia Perri. Fazio, a nome di quanti avevano trafugato la bara, aveva chiesto un milione e mezzo di euro per la sua restituzione. Sono state diverse le segnalazioni anonime, con lettere e telefonate giunte alla polizia nel corso degli anni, che indicavano il luogo dove sarebbe stata sepolta la salma di Antonio Perri. L'ultima, quella che ha portato al ritrovamento di oggi, è stata però ritenuta la più attendibile dagli inquirenti. La bara, apparsa integra e con la targhetta recante il nome, é stata trovata ad un metro e mezzo di profondità in un terreno di servizio della superstrada dei Due Mari tra un uliveto e un vigneto. Sul luogo del ritrovamento è giunto anche il sostituto procuratore della Repubblica di Lamezia Terme, Elio Romano che ha dato il nulla osta per il trasferimento della bara all'obitorio dell'Ospedale lametino dove saranno effettuate le verifiche medico legali sui resti contenuti all'interno della cassa. Secondo quanto si è appreso la bara potrebbe essere stata sepolta nella zona del ritrovamento subito dopo il trafugamento.

Ancora gravi le condizioni del giovane ferito dal fratello

21 mar 08 Lotta ancora tra la vita e la morte nelle corsie dell'ospedale di Cosenza Valentino Cavaliere, il diciannovenne di Cassano Ionio ferito ieri mattina da un colpo di pistola alla testa. Per l'agguato e' stato fermato il fratello Francesco, 23 anni, accusato di tentato omicidio volontario. Secondo la ricostruzione degli inquirenti sarebbe stato lui a premere il grilletto contro il germano al culmine di dissidi e liti che si trascinavano da tempo per la contesa della stessa donna: una ragazza anche lei di Cassano. Ieri sera, inoltre, in un casolare di campagna, i carabinieri hanno recuperato una pistola semiautomatica 11x17, quindi lo stesso calibro del bossolo individuato dai militari nella casa del centro storico cassanese in cui Valentino Cavaliere viveva e dove e' stato ferito. L'arma e' stata sequestrata e inviata alla Scientifica per appurare se presenta impronte digitali utili a indicare chi l'ha usata, e soprattutto se e' proprio quella che ha sparato una manciata di minuti prima delle 8 di ieri mattina a Cassano Ionio. Si attendono anche i risultati dell'esame stub e delle verifiche sugli abiti indossati da Francesco Cavaliere, eseguiti ieri sera dagli investigatori. Il giovane indagato, che si e' recato in caserma qualche ora dopo il ferimento del fratello accompagnato dal difensore di fiducia, s'e' avvalso della facolta' di non rispondere.

Proseguono le ricerche del marittimo scomparso

21 mar 08 Stanno ancora continuando, anche se ormai con poche speranze, le ricerche di Luigi Tedesco, il marittimo di Molfetta (Bari) caduto in mare al largo della Sibaritide, sulla coata ionica cosentina, nel pomeriggio di martedi' 11 marzo. Lo rende noto la Guardia Costiera di Reggio Calabria, che sta coordinando le ricerche. Le operazioni vengono sospese solo nelle ore notturne. Lo scomparso, sposato e con tre figli, una ragazza di 18 anni, una di 13 e un bambino di appena 4 anni, e' il motorista del peschereccio Kalypso, che era impegnato nel consueto lavoro di pesca ed e' incappato in una tempesta nell'alto Ionio.

Le accuse di De Magistris finiscono in un libro

21 mar 08 La vicenda di Luigi De Magistris, il pm di Catanzaro per il quale il Csm ha disposto il trasferimento ad altra sede e la cessazione dalle funzioni di pubbico ministero, diventa un libro di cui e' autore il giornalista Antonio Massari, che scrive per La Stampa. Nel volume (''Il caso de Magistris'', Aliberti editore, 445 pagine, euro 16,50) Massari ripercorre dettagliatamente la vicenda del magistrato napoletano che ha indagato esponenti politici di primo piano come il presidente del Consiglio, Romano Prodi, e l'ex ministro della Giustizia, Clemente Mastella. La prefazione del libro e' stata scritta dal giornalista de La Stampa Guido Ruotolo e la postfazione da Sandro Ruotolo, che per Annozero ha seguito attentamente il caso De Magistris. E' stato proprio ad Annozero che De Magistris, nel momento piu' caldo della sua vicenda, ha rilasciato un'intervista in cui ha difeso il suo operato di magistrato. Nel volume di Massari vengono riportate anche interviste ai magistrati Antonio Ingroia, Michele Del Gaudio, Felice Lima ed allo stesso De Magistris. Il libro ruota attorno alle due inchieste principali condotte da Luigi De Magistris, Poseidone e Why Not, entrambe incentrate su presunti illeciti nell'utilizzo di finanziamenti pubblici. Due inchieste sottratte a De Magistris con lo scopo, a detta dello stesso magistrato, di evitare che portasse a termine il suo lavoro. Poseidone gli e' stata revocata dal procuratore della Repubblica, Mariano Lombardi, dopo l'invio di un'informazione di garanzia al senatore di Forza Italia Giancarlo Pittelli, mentre Why Not e' stata avocata dal procuratore generale facente funzioni, Dolcino Favi. Decisione, quest'ultima, presa per la presunta incompatibilita' di De Magistris dopo che il magistrato aveva iscritto nel registro degli indagati l'allora ministro Mastella, che poche settimane prima aveva chiesto il trasferimento cautelare del pm, accusato di irregolarita' nella gestione delle sue inchieste. ''Ho subito una profonda ingiustizia'', dice De Magistris, nell'intervista pubblicata nel volume, facendo riferimento alla decisione presa nei suoi confronti dal Csm. ''La richiesta di trasferimento cautelare da parte di Mastella - aggiunge il pm - interviene 'a gamba tesa' nel procedimento penale, laddove il ministro ben sapeva del suo possibile coinvolgimento nella vicenda. E' intervenuto con la richiesta di trasferimento e sarebbe un metodo fin troppo semplice per liberarsi del magistrato titolare delle indagini. Parlare di ritorsione da parte mia nei suoi confronti, quindi, e' assurdo''. Secondo De Magistris, inoltre, ''l'avocazione dell'inchiesta Why Not e' illegale perche' fondata sul preupposto di un'incompatibilita' insussistente''.

Oliverio “Mons. Morosino scelta illuminata”

21 mar 08 ''E' con profonda gioia e piena soddisfazione che apprendiamo della nomina di monsignor Giuseppe Fiorini Morosini alla guida della Diocesi di Locri-Gerace''. E' quanto afferma, in una nota, il presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio. ''Una scelta senza dubbio illuminata - prosegue Oliverio - porta una personalita' dalle forti caratteristiche intellettuali e pastorali in una terra, la bellissima e dolente Locride, che ha in se' tutti i germi delle contraddizioni tipiche di tanta parte del Sud, diviso tra le sue enormi potenzialita', umane prima di tutto, ed i problemi che tengono queste imbrigliate ed incapaci di esprimersi appieno''. ''Ben conoscendo - sostiene ancora il presidente della Provincia di Cosenza - le doti di sapiente uomo di Chiesa, vicino alla gente, formato ai valori alti dell'Ordine dei Minimi, siamo sicuri che l' azione pastorale di monsignor Morosini sara' improntata all'attenzione verso le energie migliori di quella terra, alla loro promozione, alla pacificazione, al coinvolgimento delle tantissime forze sane presenti, in un cammino comune diretto verso un futuro sereno. Una azione - conclude Oliverio - che sara' certamente feconda, orientata alla speranza che, auguriamo al nuovo Vescovo di Locri-Gerace, sapra' far divenire rigogliosi i semi gia' lasciati dal suo predecessore, monsignor Bregantini''.

Maltempo, torna la neve in Sila

21 mar 08 E' tornata la neve la notte scorsa e nelle prime ore di oggi sulla Sila cosentina. Sulle cime più alte il manto nevoso ha raggiunto anche i 15 centimetri, mentre a valle, soprattutto nella zona di Lorica, si contano dai sette agli otto centimetri. Le temperature non sono comunque particolarmente rigide: in mattinata sulla zona cosentina dell'altopiano sono stati registrati due gradi sopra lo zero mentre alle 11 la colonnina di mercurio ha toccato quota +5. Nessun problema si segnala per la viabilità nelle zone interne. Secondo le previsioni del tempo nuove nevicate potrebbero verificarsi nelle prossime ore. Nelle località turistiche invernali, e in particolare a Lorica ed a Camigliatello Silano, viene segnalato un aumento delle presenze che dovrebbe incrementarsi nelle festività pasquali.

Due arresti nel cosentino

21 mar 08 A Mandatoriccio i carabinieri, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, hanno arrestato una persona per maltrattamenti in famiglia. A Rocca Imperiale è stato arrestato un immigrato Indrit Koni, di 20 anni albanese accusato di non avere ottemperato ad un decreto di espulsione emesso nei suoi confronti. Il giovane era stato espulso con un decreto emesso il 16 novembre dello scorso anno dal questore di Palermo. Koni è stato portato nel carcere di Castrovillari. E' stato anche denunciato in stato di libertà un altro immigrato M.K., di 23 anni per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Sequestrati i beni ad un affiliato della cosca Mancuso

21 mar 08 Beni per un valore di mezzo milione di euro sono stati sequestrati dai carabinieri del Comando provinciale di Vibo Valentia ad un presunto affiliato alla 'ndrangheta, Domenico Mancuso, di 30 anni, figlio di Francesco Mancuso, uno dei capi dell'omonima cosca. La proposta di sequestro e' stata fatta alla sezione misure di prevenzione del Tribunale dal procuratore della Repubblica di Vibo Valentia, che ha anche chiesto l'applicazione nei confronti del presunto esponente della cosca Mancuso della misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. I beni sequestrati consistono in una ditta con sede a Vibo Valentia, la Clima service, che commercializza condizionatori e materiale elettrico, e due autovetture. Domenico Mancuso e detenuto dal giugno del 2007, quando e' stato arrestato con l'accusa di estorsione aggravata.

Comune di cassanoSpara in testa al fratello per una donna, a Cassano, e lo lascia in fin di vita. Si costituisce e viene arrestato 20 mar 08. Un giovane, Francesco Cavalieri, di 23 anni, ha ferito stamattina, con un colpo di pistola, il fratello Valentino (19) nel corso di un litigio avvenuto in una abitazione a Cassano allo Jonio. Francesco Cavalieri si era ... (continua)

LocriPadre Morosini nuovo Vescovo della Diocesi di Locri-Gerace "Troppo sangue è stato versato" 20 mar 08 Come NuovaCosenza.com aveva anticipato tre mesi orsono il Papa ha nominato nuovo vescovo di Locri-Gerace padre Giuseppe Fiorini Morosini, già superiore generale dell’Ordine dei Minimi. La nomine è avvenuta dopo il trasferimento di Mons. Bregantin ... (continua)

Uovi di PasquaParte tra neve e pioggia l’esodo di Pasqua. I riti tradizionali 20 mar 08 Sono cominciate le partenze per le vacanze pasquali. Ma il tempo non e' clemente e non c'e' da sperare per il meglio. E' freddo dovunque, e piove; al centro e' nevicato. La Pasqua 2008 sara' all'insegna del maltempo. La Protezione civile ha lanciato un allerta per forti venti che da domani, per poi peggiorare nei prossimi giorni, raggiungeranno le regioni del centro-nord ... (continua)

Il padre del dodicenne morto in ambulanza denunciato ed indagato

20 mar 08 "Stiamo combattendo contro i muri di gomma. Addirittura io mi ritrovo ad essere indagato perché sono stato denunciato non so da chi". E' quanto ha detto in una intervista al Gr2, Alfonso Scutellà, padre di Flavio, il bambino morto il 29 ottobre scorso dopo che si erano verificati dei ritardi nel suo trasferimento dall'ospedale di Polistena a quello di Reggio Calabria. Sulla morte di Flavio la Procura della Repubblica di Palmi ha avviato una indagine nella quale sono indagati alcuni medici dell'ospedale di Polistena. "Abbiamo aperto un sito internet - ha aggiunto - per la segnalazione dei casi di presunta malasanità in Calabria, ma anche nel resto d'Italia". Alfonso Scutellà ha anche commentato lo scioglimento per infiltrazione mafiosa dell'azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria. "Quando arrivano queste notizie - ha detto - significa che qualcosa da parte delle istituzioni finalmente si muove".

Non rispetta gli obblighi un arresto a Cassano

20 mar 08 Un giovane, Emaniele Malpeli, 28 anni, di Sala Vabanca (Parma), è stato arrestato dai carabinieri a Cassano allo Jonio. A Malpeli, che si trovava nella comunità Saman di Cassano, é stato notificato un provvedimento emesso dai giudici dell'ufficio di sorveglianza del tribunale di Bologna per violazione degli obblighi a cui era sottoposto. Il giovane era stato arrestato per il reato di furto e successivamente era stato trasferito nella comunità terapeutica di Cassano allo Jonio.

Allerta meteo per forti venti

20 mar 08 Da domani venti forti sul centro-nord e mareggiate sulle coste tirreniche: è quanto afferma il Dipartimento della Protezione civile che ha emesso un bollettino di avverse condizioni meteo. A partire da domani, informa la Protezione civile, "una struttura depressionaria ben organizzata proveniente dal Mare del Nord andrà interessando progressivamente l'area del Mediterraneo centro-occidentale, provocando sull'Italia un ulteriore diffuso e deciso peggioramento delle condizioni meteorologiche". Dalla mattina di domani saranno i venti particolarmente forti e le mareggiate i fenomeni più intensi. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha dunque emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche proprio per i venti, che sono previsti molto forti sulle regioni centro-settentrionali e sulla Sardegna, in estensione con il passare delle ore anche alle regioni meridionali. Per quanto riguarda i mari, l'avviso emesso dal Dipartimento prevede mareggiate sulle coste tirreniche, che saranno più intense lungo i settori centro-settentrionali del bacino. Vista la coincidenza con le vacanze pasquali, il Dipartimento della Protezione civile "raccomanda agli automobilisti di prestare particolare attenzione nella guida, in particolare percorrendo tratti stradali maggiormente esposti ai venti, come ad esempio i viadotti e le uscite delle gallerie". A questo primo avviso di avverse condizioni meteorologiche, per il peggioramento atteso da domani, faranno seguito ulteriori comunicazioni con il passare delle ore. Il Dipartimento della Protezione Civile seguirà l'evolversi della situazione anche attraverso la quotidiana pubblicazione sul proprio sito (www.protezionecivile.it) dei bollettini di vigilanza meteorologica nazionale e fornendo tutti gli aggiornamenti disponibili.

Sequestrata discarica abusiva a San Lucido

20 mar 08 Una discarica abusiva é stata sequestrata dal personale del corpo forestale dello Stato a San Lucido. Nell'area, che si estende per circa 2.500 metri quadrati, sono stati trovati vari tipi di rifiuti tra cui eternit e pezzi di automobili. Sono in corso le indagini per individuare i proprietari del terreno.

La Tarsu per le scuole la pagherà il Ministero

20 mar 08 Dal 2008 sarà il ministero della Pubblica istruzione a pagare direttamente ai Comuni la Tarsu per le scuole (Tassa per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti) per una somma complessiva di 38.734.000 euro, sulla base del numero degli studenti iscritti nelle scuole funzionanti in un determinato territorio comunale. E' stato, infatti, approvato oggi, in Conferenza Stato-Città, l'accordo applicativo della norma contenuta nel decreto "Milleproroghe" nella quale vengono anche stabilite le modalità di finanziamento delle situazioni debitorie pregresse. Per queste ultime si procederà a un monitoraggio puntuale e il Ministero contribuirà al pagamento dei debiti maturati fino al 2006 con una somma massima di 58.000.000 euro. "Con questo accordo - spiega il Vice Ministro Mariangela Bastico - si chiude finalmente, dopo sette anni, una situazione di tensione nei rapporti tra le 10.800 istituzioni scolastiche e gli 8000 comuni Italiani, situazione che a volte è sfociata in un contenzioso aperto. Il ministero provvederà direttamente a sanare per il passato e a pagare per il futuro la Tarsu delle scuole, sulla base delle somme indicate nell'intesa. E' una scelta - conclude il Vice Ministro - che, in linea con altre, favorisce l'autonomia finanziaria delle scuole e libera i loro bilanci da oneri molto pesanti".

Due arresti a Corigliano

20 mar 08 I carabinieri hanno arrestato Francesco Sarli, di 35 anni e Cosimo Santucci, di 40, entrambi di Corigliano, per furto aggravato. I due si sono introdotti in una casa in contrada Salice di Corigliano e dopo aver asportato un orologio di valore sono stati sorpresi dai carabinieri che stavano effettuando dei controlli del territorio. La refurtiva è stata restituita al proprietario. Gli arrestati sono stati portati nel carcere di Rossano.

Un arresto per cavallo di ritorno con i computer a Lamezia

20 mar 08 Un uomo con precedenti penali, Leonardo Berlingieri, 26 anni, è stato fermato dagli agenti della polizia di Stato a Lamezia Terme per furto e tentata estorsione ai danni di un imprenditore di Lamezia Terme. L'uomo è stato individuato al termine di indagini compiute dagli agenti della squadra mobile di Catanzaro e del commissariato di Lamezia Terme Al giovane è stato notificato un provvedimento di fermo emesso dalla procura della Repubblica di Lamezia Terme. Berlingieri è accusato di aver rubato un furgone ed alcune computer ad un commerciante e di aver chiesto la somma di duemila euro per la restituzione.

Mario SpagnuoloLa Rupa arrestato per voto di scambio, era socio in affari del boss Gentile. PM Spagnuolo (DDA) “Condizionata società legale” 19 mar 08 Socio in affari del boss della 'ndrangheta di Amantea Tommaso Gentile, dal quale avrebbe ricevuto sostegno elettorale in occasione della consultazione regionale del 2005. E' l'accusa in base alla quale è stato arrestato il consigliere regionale della Calabria Franco La Rupa, di 49 anni, ex Udeur, attualmente sospeso dal partito. La Rupa, posto agli arresti domiciliari, è coinvolto nell'inchiesta Nepetia della Dda di Catanzaro che il 20 dicembre scorso aveva già portato al fermo di 39 persone tra cui lo stesso Tommaso Gentile, accusato di avere condizionato le attività del Comune di Amantea ... (continua)

Fortugno e CreaOperazione Onorata Sanità: nuove prove contro Crea 19 mar 08 E' durata poco piu' di quattro ore l'udienza davanti al Tribunale del riesame di Reggio Calabria per discutere del ricorso presentato per chiedere la revoca dell'arresto del consigliere regionale della Calabria Domenico Crea, del figlio Antonio e di Leonardo Gangemi, medico dell'Asl di Melito Porto Salvo, coinvolti nel gennaio scorso nell'operazione ''Onorata Sanita''' ... (continua)

BertolasoBertolaso indagato per l’alluvione di Vibo 19 mar 08 Il capo del Dipartimento della Protezione Civile, Guido Bertolaso sarebbe stato iscritto nel registro degli indagati della procura di Vibo Valentia, assieme ad altre persone, per l'alluvione del 3 luglio del 2006 in cui morirono quattro persone. A Bertolaso, si e' appreso, sarebbe contestata la mancata emissione dell'avviso di avverse condizioni meteo. Dalla Protezione Civile, dove non sarebbe ancora arrivato alcun avviso di garanzia, sottolineano che ''tutte le procedure ... (continua)

Il lungomare di ReggioIl Consiglio dei Ministri scioglie l’Azienda sanitaria di Reggio per mafia 19 mar 08 Il Consiglio dei ministri ha approvato, previa relazione del ministro dell'Interno, Giuliano Amato, lo scioglimento dell'Azienda sanitaria provinciale n. 5 di Reggio Calabria, per la quale sono state accertate forme di condizionamento da parte della criminalità organizzata. E' quanto si legge nel comunicato della presidenza del Consiglio. ... (continua)

CatanzaroIl banco alimentare di Catanzaro chiude i battenti, è polemica 19 mar 08 Il Banco alimentare della Calabria ha deciso di sospendere la distribuzione di alimenti nella sede di Catanzaro, e accusa gli enti locali per la scarsa attenzione verso le sue attivita' di solidarieta'. "Le notevoli difficolta' economiche e finanziarie, che stanno caratterizzando ultimamente la vita dell'associazione Banco Alimentare... (continua)

Uova di PasquaPer Pasqua 7 milioni di italiani in movimento. Sui treno bici gratis per pasquetta 19 mar 08 Sono 7 milioni gli italiani in movimento per l' esodo pasquale, di questi 5 milioni effettueranno una un ponte lungo da venerdì a Pasquetta compresi. Per 2 milioni, invece, c'è una vacanza di 7 o 10 giorni che coincide o a volte supera il periodo di chiusura delle scuole. I dati sono dell' Osservatorio di Milano, secondo il quale le città dalle quali si registrano le partenze più consistenti sono Roma, con 400.000 partenze, Milano con 250.000, Torino 100.000, Bologna e Genova con 60.000. ... (continua)

Franco La RupaArrestato il consigliere regionale Franco La Rupa, con lui anche un carabiniere ed un finanziere. E' il 5° consigliere regionale in manette 19 mar 08 I carabinieri e la guardia di finanza hanno arrestato il consigliere regionale della Calabria Franco La Rupa, di 49 anni, ex Udeur e attualmente sospeso dal partito, con l'accusa di scambio elettorale politico mafioso. La Rupa, arrestato nell'ambito di un'inchiesta condotta dalla Dda di Catanzaro, è accusato di avere ottenuto sostegno elettorale dalla cosca di Amantea (Cosenza) capeggiata dal boss Tommaso Gentile, in occasione delle consultazioni regionali del 2005. ... (continua)

 

Incidente mortale a Gerocrane

19 mar 08 Un uomo, Domenico Cosmano, 69 anni, di Chivasso (Torino), e' morto in un incidente stradale avvenuto nei pressi di Gerocarne. L'uomo era alla guida di una Fiat Punto quando, per cause ancora in corso di accertamento, ha perso il controllo del mezzo che si e' scontrato contro un albero. Cosmano e' stato soccorso ed accompagnato nell'ospedale di Vibo Valentia dove e' morto dopo alcune ore. Cosmano era giunto in Calabria nei giorni scorsi per trascorrere le feste di pasqua in compagnia di alcuni suoi familiari.

Confindustria Calabria: Contro il racket serve l’impegno dello Stato, la Regione dia sviluppo”

19 mar 08 Dopo le ultime intimidazioni subite da imprenditori calabresi la Confindustria, in una nota, sollecita una "maggiore e più qualificata presenza dello Stato" ed anche la necessità di avere un "Governo regionale che promuove e sostiene lo sviluppo". "E siamo ancora a parlare - è scritto nella nota degli industriali Calabresi - di attentati mafiosi a danno di imprenditori che con grande coraggio hanno deciso di non sottomettersi ad alcuna forma di coercizione criminale. La recrudescenza di questi atti nelle ultime settimane riporta in evidenza la necessità di mettere in campo forze ed energie univoche ed unitarie per arginare un fenomeno che oramai è divenuto inarrestabile. La forte indicazione data dalla Confindustria calabrese ed immediatamente raccolta dai propri associati di non pagare alcun genere di pizzo e di ribellarsi al racket non può però far diventare i nostri imprenditori eroi isolati che pagano sulla propria pelle il coraggio di una scelta, fatti recentemente accaduti alla Ditta Autolinee fratelli Romano SpA di Crotone, ed alla Igienica Lamettina dei fratelli Raffaele di Lamezia Terme". "Agli imprenditori - prosegue la nota - non compete di fare gli sceriffi sul territorio ma sicuramente una collaborazione istituzionale forte con magistratura e forze dell'ordine deve e può essere favorita da una maggiore e più qualificata presenza dello Stato in questa martoriata regione. Fino a quando mezzi e uomini continueranno ad essere sottodimensionati rispetto alla drammaticità del fenomeno mafioso in Calabria non potrà crescere quella coscienza civile, cui tanto si fa richiamo, capace di cambiare lo stato delle cose. Non servono, peraltro, a questa terra gli anatemi di tanto in tanto lanciati in modo pretestuoso e disordinato, c'é bisogno di comprendere che la mafia si sconfigge solo se si avrà la capacità di combatterla uniti e con convinzione. Gli imprenditori non possono diventare i nuovi professionisti dell'antimafia, essi devono produrre sviluppo e creare lavoro. E' soprattutto attraverso lo sviluppo che si può immaginare di ridurre il terreno sul quale prolifera la criminalità e la sua manodopera". La Confindustria ritiene che "se esiste la necessità di avere uno Stato presente e che supporta in maniera adeguata le sue articolazioni sul territorio è altrettanto evidente come esista la necessità di avere un Governo regionale che promuove e sostiene lo sviluppo, non tanto con incentivi e contributi, ma con politiche legislative e settoriali serie ed efficaci che consentano il dispiegarsi armonico di tutte le potenzialità inespresse della nostra regione. E' perciò necessario che la Regione esca da questa sorta di immobilismo istituzionale che ne ha caratterizzato l' ultimo periodo in cui si sono potute registrare solo periodiche crisi di maggioranza o di partito. Le imprese calabresi hanno bisogno di certezze ed il tempo costituisce in questo contesto un fattore di competitività e non già una variabile indipendente. Si riprenda perciò in fretta il cammino dei provvedimenti sospesi o in attesa di essere licenziati e si cominci a guardare seriamente alle aspettative dei calabresi ed al futuro di questa nostra terra". "Gli imprenditori e la Confindustria - conclude la nota - continueranno ad esercitare la propria parte sia in direzione dello sviluppo che delle emergenze anche con assunzioni dirette di responsabilità, come nel caso della costituzione di parte civile nei procedimenti di mafia. Al contempo però è necessario che tutti recitino seriamente la propria parte senza tentennamenti e senza strumentalizzazioni. Non più parole ma fatti ed atti di governo"

Sottopassi al posto di passaggi a livello, approvati i progetti

19 mar 08 Sono stati approvati i progetti delle opere per l'eliminazione di sei passaggi a livello sulle linee Reggio Calabria-Metaponto e Sibari-Cosenza. "Si è infatti conclusa - è detto in un comunicato delle Ferrovie dello Stato - la procedura prevista dalla Conferenza di servizi convocata da Rete ferroviaria italiana lo scorso dicembre a Crucoli. In base ai progetti, saranno realizzati sei sottovia carrabili e due sottopassi pedonali, che consentiranno l'eliminazione di due passaggi a livello nel comune di Cassano allo Jonio ed uno nei comuni di Crucoli, Cirò Marina, Melissa e Isca sullo Jonio. L'investimento complessivo per la realizzazione dei lavori è di circa 15 milioni di euro".

Anziana di Vibo preferisce il carcere ad una multa

19 mar 08 Invece di pagare una pena pecuniaria di 572 euro, pari ad oltre il doppio della sua pensione, a cui è stata condannata dal Tribunale di Vibo Valentia preferirebbe andare in carcere per quindici giorni. La protagonista della vicenda è una pensionata, Caterina Cardamone, di 60 anni, condannata per aver bloccato la celebrazione di due messe proprio per attirare l'attenzione sulla sua situazione economica. Il pubblico ministero del tribunale di Vibo Valentia, Enrica Medori, al termine del processo - secondo quanto riporta il Quotidiano della Calabria - aveva chiesto la condanna della donna alla pena di quindici giorni di carcere da convertire nella pena pecuniaria di 570 euro. Quando la donna si è vista recapitare il decreto di pagamento ha manifestato la sua impossibilità ad effettuare il versamento perché percepisce una pensione di 250 euro mensili. La donna, che è invalida civile, non ha esitato a dirsi contrariata dall'applicazione della pena pecuniaria sostenendo che avrebbe preferito scontare i quindici giorni di carcere. L'Amministrazione Comune di Monterosso Calabro sta intanto cercando di aiutare la donna per farle pagare la somma di denaro.

Di scena a Locri i giovani di Duisburg

19 mar 08 I dubbi, gli interrogativi e le speranze di un gruppo di adolescenti tedeschi nel momento del passaggio verso l'età adulta: è andato in scena ieri sera al cine-teatro Vittoria di Locri lo spettacolo "Blooded" realizzato dalla compagnia teatrale Spieltrieb nel quadro del progetto "Kalabriens's Locri in Duisburg - Holden incontra il Teatro". Dalla città tedesca, divenuta tristemente famosa per per la strage di Ferragosto del 2007, i giovani attori sono giunti nella Locride per esibirsi e per dare così compimento pieno ad un progetto messo in piedi, tra la Calabria e la Germania, nel nome della fratellanza e della solidarietà. E' stato così, sulle tavole del palcoscenico del piccolo cineteatro locrese grazie al linguaggio universale dell'arte, che si è concretizzato quel ponte ideale le cui fondamenta erano state poste lo scorso gennaio quando un gruppo di ragazzi di Locri avevano rappresentato lo spettacolo teatrale "I giovani Holden" scritto e diretto dalla regista Anna Carabetta. Uno spettacolo, anche quello, incentrato sulle speranze e le aspirazioni di ragazzi con aspirazioni e sogni che vivono in un contesto difficile come la Locride. Applausi al termine dello spettacolo per tutti i ragazzi, quelli di Duisburg ma anche quelli di Locri.

Parte il progetto Castelli della sibaritide

18 mar 08 S'intitola ''Un viaggio nei Castelli della Sibaritide'' ed e' un excursus storico-culturale attraverso la conoscenza degli antichi manieri di Roseto Capo Spulico, Oriolo e Corigliano. L'iniziativa e' promossa dall'associazione ''Animo Calabria Onlus'', con sede a Corigliano, e si avvale del patrocinio dell'Assessorato al Turismo e allo Sport della Provincia di Cosenza guidato da Rosetta Console, che ha sostenuto l'iniziativa. Al progetto hanno partecipato due scuole del territorio comunale: la secondaria di primo grado ''Tieri'' di Corigliano Scalo e l'istituto comprensivo ''Leonetti'' di Schiavonea. I ragazzi hanno compiuto una attivita' di ricerca sui Castelli della Sibaritide, culminata nella preparazione e successiva stampa di un depliant esplicativo con cenni storici ed artistici sugli stessi manieri presi in esame.

 

FalernaOperaio del Comune di Falerna muore cadendo da un albero 18 mar 08 Un dipendente del Comune di Falerna è morto dopo essere rimasto in coma per sette giorni a seguito di un incidente sul lavoro avvenuto mentre, con una sega elettrica, stava effettuando lavori di potatura su un albero. Il decesso dell'uomo è avvenuto venerdì scorso e sabato si sono svolti i funerali. "Si allunga il tragico elenco dei morti sul lavoro ... (continua)

Palazzo NiedduProcesso Fortugno: Meduri ascoltato dal PM “Perplessità su Crea; non sostenni la sua candidatura”. Naccari al pentito “in quella zona solo 10 voti” 18 mar 08 Il sottosegretario alle infrastrutture Luigi Meduri è sentito stamani nel corso dell'udienza del processo ai presunti mandanti ed esecutori materiali dell'omicidio di Francesco Fortugno. Meduri, che nel 2005 era uno ... (continua)

CosenzaI dipendenti della cliniche private in piazza a Cosenza 18 mar 08 Manifestazione di protesta stamane a Cosenza dei dipendenti della cliniche private della città che hanno sollecitato interventi a difesa dell'occupazione nel comparto della sanità privata. I lavoratori, che hanno manifestato innalzando alcuni striscioni e cartelli, sono stati ricevuti in delegazione in Prefettura dove hanno esposto le loro rivendicazioni. ... (continua)

traffico12 milioni di auto sulle strade per il week end di Pasqua. A Catanzaro la “Naca” senza il Cristo 18 mar 08 Oltre 12 milioni di veicoli in viaggio per le vacanze pasquali sulla rete di Autostrade per l'Italia; partenze e rientri concentrati tra giovedì 20 e martedì 25 marzo; i cantieri (ad eccezione di quelli di lunga durata) rimossi; potenziati i servizi di assistenza; mobilitati dalla Polizia Stradale 1.700 agenti; blocco dei veicoli pesanti secondo un calendario prestabilito. ... (continua)

Tenta di abusare di una minorenne, giovane arrestato a Morano

18 mar 08 Un giovane, T.G., di 27 anni, e' stato arrestato dai carabinieri a Morano per tentata violenza sessuale. Il giovane ha tentato di abusare di una ragazzi minorenne incontrata casualmente per strada. Le urla della ragazza hanno attirato l'attenzione di una donna che ha chiesto l'intervento dei carabinieri i quali hanno arrestato il ventisettenne.

Sequestrate le cucine del Papa Giovanni

18 mar 08 I carabinieri dei Nas hanno sequestrato le cucine dell'istituto Papa Giovanni XXIII a Serra D'Aiello, che accoglie malati psichici. Alla visita hanno partecipato anche i tecnici della commissione per l'emergenza sanitaria nominata dal ministro della salute Livia Turco, che ne hanno rilevato i punti critici. Nell'estate dello scorso anno per la gestione della struttura era finito in manette don Alfredo Luberto che avrebbe distratto cospicui fondi all'istituto causando seri problemi di igiene agli ospiti e il mancato pagamento delle retribuzione al personale dipendente.

E-Bay fonte di reddito per 312 calabresi

18 mar 08 Vendere su eBay è diventata una professione o una fonte di reddito per 312 calabresi. E' quanto emerge dai risultati di un'indagine condotta da Research International per conto di eBay.it che evidenzia il cambiamento indotto dall'e-commerce nel mercato del lavoro italiano. "Tra le categorie di vendita maggiormente rappresentate dagli imprenditori calabresi intervistati - è scritto in un comunicato di e.Bay.it - spiccano auto, moto e scooter (43,8%), telefonia e cellulari (37,5%), sport, nautica e viaggi (31,3%). La Calabria, con i suoi 312 imprenditori per i quali le vendite su eBay costituiscono una fonte di reddito primaria o secondaria, è nei primi posti della classifica tra le regioni italiane del sud per numero di persone che trovano dalla propria attività su eBay una fonte importante di guadagno". Ai primi posti della classifica si piazzano nell'ordine la Lombardia, al primo, con 2.834 persone che vivono di eBay; al secondo posto il Lazio con 1.827 persone mentre la medaglia di bronzo va alla Campania con 1.540 persone. "Costituita nel 1995 - è scritto nel comunicato - eBay ha creato un mercato per la vendita di beni e servizi da parte di una comunità appassionata di singole persone e piccole imprese. Ogni giorno, sono milioni gli articoli in vendita nel sito, suddivisi per migliaia di categorie. eBay consente gli scambi su base locale, nazionale e internazionale attraverso i suoi ventuno siti nazionali nel mondo"

Conferenza regionale sulla sicurezza a Crotone

18 mar 08 Il prefetto di Reggio Calabria, Francesco Musolino, ha presieduto, a Crotone, in qualita' di coordinatore dei prefetti calabresi, la Conferenza regionale delle autorita' di pubblica sicurezza, riunione alla quale hanno preso parte i prefetti delle province calabresi e i responsabili provinciali e regionali delle forze di polizia. Nel corso della riunione e' stato fatto il punto dell'attivita' svolta e delle strategie piu' efficaci da predisporre per reprimere la criminalita' all'insegna dell'interazione tra soggetti istituzionali. In questa ottica ''la Conferenza delle autorita' di pubblica sicurezza cosi' come le singole prefetture - ha detto Musolino - intendono portare avanti un'attivita' molto articolata con strumenti innovativi''. In questo ambito si inseriscono, l'istituzione a Crotone della stazione unica appaltante e la stipula a Reggio Calabria del protocollo per il marchio di qualita' amministrativa degli enti locali. La Conferenza ha quindi individuato tre macro aree nell'ambito del sistema della sicurezza e della legalita' nella regione: la ''A'', inerente l'''azione di sistema'' che comprende cinque progetti, tra cui il monitoraggio delle infiltrazioni della criminalita' nella pubblica amministrazione, l'aggressione ai patrimoni della criminalita' organizzata; la ''B'' riguardante le ''reti per la sicurezza'', articolata in sette progetti tra cui l'interazione tra forze di polizia e polizie locali e la ''C'' che si riferisce alle ''iniziative per la diffusione della legalita''', costituita da sette progetti tra cui il riutilizzo dei beni, il contrasto del racket e dell'usura e la formazione degli operatori della sicurezza''

Arrestato per otto grammi di erba a Corigliano

18 mar 08 I carabinieri hanno arrestato a Corigliano, Natale Madeo, di 41 anni, con precedenti, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. L'uomo dopo una perquisizione personale all'interno di un' Opel Agila di sua proprieta' e' stato trovato in possesso di otto grammi di marijuana. L'arresto e' stato fatto nel corso di una vasta operazione di controllo del territorio in collaborazione con il Gruppo operativo Carabinieri Calabria di Vibo Valentia. Madeo ha cercato di liberarsi della droga buttandola dal finestrino ma e' stato notato dai militari che hanno recuperato la marijuana suddivisa in tre involucri sigillati. L'uomo e' stato scarcerato in attesa del giudizio.

Palazzo NiedduProcesso Fortugno: Pentito dichiara “Fui invitato a votare per lui e Tripodi” 17 mar 08 Nell'aprile del 2005 il pentito Antonino Zavattieri era stato avvicinato dal suo ex capobastone di Reggio Calabria, Bruno Polimeni, che gli aveva indicato chi votare in occasione delle elezioni regionali del 2005. A riferirlo, nell'udienza di stamane del processo per l'omicidio Fortugno in corso a Locri, in Corte d'assise, è stato lo stesso Zavattieri. In particolare, Zavattieri ha detto che Polimeni lo aveva invitato a votare per Fortugno e per Pasquale Tripodi, attuale consigliere regionale, ma lui aveva deciso di seguire l' indicazione di un amico personale ... (continua)

Sportello bancarioL’associazione dei bancari calabresi traccia il bilancio del 2007; finanziamenti aumentati del 11% 17 mar 08 A settembre 2007 i finanziamenti bancari destinati all'economia calabrese hanno raggiunto i 14.8 miliardi di euro con un incremento che, se riferito allo stesso periodo del 2006, porta la crescita all'11%. Infatti, nel 2007 sono totalmente usciti dal perimetro di valutazione circa 490 milioni relativi ad "altri intermediari finanziari" non più caricati tra gli impieghi all'economia nel 2007. I dati che emergono dal "Regional Outlook" del Centro studi e ricerche Abi ... (continua)

Devastata la casa di un collaboratore di giustizia a Paola

17 mar 08 Persone non identificate hanno devastato, a Paola, l'abitazione di Ulisse Serpa, arrestato nel luglio dello scorso anno per estorsione ai danni di due imprenditori e divenuto da poco collaboratore di giustizia. Gli ignoti sono entrati nell'appartamento, ubicato nel centro storico della cittadina, con tutta probabilità a poche ore dalla partenza da Paola, per una località del nord, della convivente di Serpa e dei loro quattro figli. Distrutti elettrodomestici, mobili e altri oggetti. Sui muri sono state lasciate scritte offensive nei confronti del pentito. Nessuno nel quartiere ha però sentito nulla. Secondo gli inquirenti, il raid sarebbe una risposta alla decisione di Ulisse Serpa di collaborare. Lo scorso anno la stessa decisione era stata presa dal fratello di Ulisse Serpa, Giuliano. Le rivelazioni di quest'ultimo hanno cosentito alla Dda di Catanzaro di imprimere un'accelerazione ad alcune inchieste contro la 'ndrangheta del Tirreno cosentino. Sull'intimidazione ai danni di Ulisse Serpa indagano i carabinieri

Cirotana a Trento somministrava il Tavor al marito: arrestata

17 mar 08 Somministrava al marito ignaro forti dosi di barbiturici (Tavor) e il povero uomo perdeva i sensi e doveva essere ricoverato d'urgenza al locale pronto soccorso. Lo hanno scoperto i carabinieri di Trento, che hanno arrestato Domenica Scigliano, 54 anni, originaria di Ciro' Marina (Crotone), residente a Trento. Dopo lunghe indagini, i carabinieri hanno accertato che la donna, dal 2004 in poi, aveva posto in essere comportamenti minacciosi e violenti nei confronti del coniuge convivente A.N., 64enne, tra cui appunto la somministrazione di barbiturici. L'ordine di custodia cautelare e' stato emesso dal Gip di Trento che concordava con le risultanze investigative degli. La donna e' stata associata nel reparto psichiatria dell'Ospedale Santa Chiara di Trento.

L’ANAS chiude i cantieri sulla A3 per Pasqua

17 mar 08 Rimuovere i cantieri, laddove è possibile; garantire sicurezza e fluidità della circolazione, in presenza di cantieri fissi; varare un calendario delle partenze e ritorni intelligenti con orari, giorni e percorsi alternativi evidenziati. E' quanto richiede l'Anas alle Concessionarie autostradali, in previsione del traffico intenso che interesserà la rete viaria durante le vacanze pasquali e i ponti di primavera. "Queste direttive - ha sottolineato il presidente dell'Anas Pietro Ciucci - sono indirizzate ad agevolare la fluidità del traffico nei periodi di maggiore criticità". L'Ispettorato Vigilanza Concessioni autostradali dell'Anas raccomanda "una puntuale informazione agli utenti sulla viabilità e sul traffico, attraverso i pannelli a messaggio variabile, i numeri verdi delle singole Concessionarie e la tempestiva comunicazione con i canali di pubblica utilità (CCISS Viaggiare Informati e Isoradio)". Considerata la tipologia del traffico, costituito da numerosi utenti occasionali, l'Anas esorta all'apertura del massimo numero di porte di esazione, soprattutto manuale, e specialmente nei nodi più critici. Particolare attenzione, infine, alla gestione delle code, che dovranno essere tempestivamente segnalate dalle Concessionarie.

Casa confiscata alla ndrangheta assegnata all’associazione Riferimenti

17 mar 08 Una casa confiscata alla cosca Lo Giudice di Reggio Calabria diventerà sede del Coordinamento nazionale antimafia "Riferimenti", cui l'immobile è stato assegnato dal Comune. Dopodomani, mercoledì, avrà luogo la consegna ufficiale dell'immobile da parte del sindaco, Giuseppe Scopelliti. Alla cerimonia interverranno il prefetto, Francesco Antonio Musolino, ed il coordinatore della Dda, Salvatore Boemi. "L'immobile - è detto in una nota di Riferimenti - aveva subito gravi danneggiamenti nel momento della consegna al Comune, che ha dovuto provvedere al restauro per renderlo utilizzabile ai fini sociali".

A Reggio ordigno esplode davanti garage di commercialista

17 mar 08 Un rudimentale ordigno è stato fatto esplodere da sconosciuti a Reggio Calabria davanti alla porta d'ingresso dell'autorimessa privata di un commercialista, C.P., di 70 anni. La deflagrazione ha provocati ingenti danni. L'episodio è stato denunciato agli agenti della polizia di stato che hanno avviato le indagini.

 

LameziaIncendiata a lamezia l’auto di un imprenditore edile 16 mar 08 Persone non identificate, la scorsa notte, hanno incendiato l'automobile di un imprenditore edile, Giuseppe Giudice, di 45 anni. La vettura (una Citroen Xara) era parcheggiata nei pressi dell'abitazione di Giudice. Le fiamme, malgrado l'intervento dei vigili del fuoco ... (continua)

Una coda sulla A3Presentati i progetti per i nuovi svincoli A3 di Cosenza sud e Rende 15 mar 08 Sono stati presentati a Cosenza, nel corso di un'iniziativa svoltasi nella sede della Provincia, i progetti per la realizzazione dei nuovi svinoli dell'A3 di Cosenza sud e Settimo di Rende. All'iniziativa hanno partecipato il presidente della Provincia, Mario Oliverio, ed il sottosegretario alle Infrastrutture, Luigi Meduri, insieme ai sindaci di Cosenza a Rende, Salvatore Perugini ed Umberto Bernaudo. ''Gli svincoli previsti - e' detto in un comunicato della Provincia - si armonizzano ... (continua)

Giovane arrestato a Villa dopo aver provato a vendere un rapporto sessuale di una minore

16 mar 08 Un giovane, Antonino Manduci, di 22 anni, è stato arrestato dai carabinieri a Villa San Giovanni con l'accusa di sfruttamento della prostituzione minorile e tentato furto. Manduci è stato arrestato in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip su richiesta del pm della Procura di Reggio Calabria Francesco Tripodi. I fatti che hanno portato all'arresto di Manduci risalgono all'ottobre dello scorso anno. Secondo l'accusa, il giovane si sarebbe introdotto nell'abitazione di un pensionato insieme ad una ragazza di 17 anni, proponendo all'uomo un rapporto sessuale con la ragazza in cambio di una somma di denaro. L'anziano ha però rifiutato l'offerta. Manduci, approfittando di un momento di distrazione dell'anziano, avrebbe poi prelevato da un cassetto 400 euro, dandosi poi alla fuga insieme alla minorenne. Le indagini svolte sull'episodio dai carabinieri della Compagnia di Villa San Giovanni hanno portato all'arresto di Manduci. Il giovane, tra l'altro, era già agli arresti domiciliari per alcune truffe.

Il 18 marzo chiuso tratto A3 tra Polla e Sicignano

16 mar 08 Il tratto fra Polla e Sicignano degli Alburni (Salerno) dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria sarà chiuso al traffico martedì, 18 marzo, dalle ore 6 alle 21: lo ha annunciato l'Anas. Gli automobilisti che viaggeranno in direzione sud dovranno uscire a Sicignano, proseguire aul raccordo autostradale Sicignano-Potenza fino a Buccico e percorrere l'ex statale 19 ter fino a Polla, dove rientreranno sulla A3. Coloro che viaggeranno in direzione nord faranno il percorso inverso.

Operazione pulizia di Legambiente in 92 scuole

16 mar 08 Novantadue scuole di tutti gli ordini e grado; 1.086 classi, 18.337 alunni impegnati: sono i numeri della giornata di volontariato di Legambiente dedicata alle scuole in Calabria. La campagna ''Nontiscordardime' - Operazione scuole pulite'', nata con l'obiettivo di rendere piu' vivibili e sicuri gli edifici scolastici, e' giunta alla sua decima edizione. Oggi, in circa 1.700 scuole italiane, alunni, insegnanti, genitori sono stati i protagonisti di un grande progetto che mira a trasformare la scuola in un luogo a misura di chi quotidianamente lo abita. Oltre 600 mila volontari hanno pulito i cortili, verniciato le aule, piantato alberi, creato aiuole e orti didattici. Il tema dell'edizione 2008 e' stato quello della gestione dei rifiuti che necessita, proprio a partire dalla scuola, di azioni educative e concrete, utili a rendere sempre piu' sostenibile l'ambiente. ''La scuola - ha sostenuto Maria Rosaria Paluccio, responsabile scuola e formazione di Legambiente Calabria - e' luogo ideale per diffondere la cultura del risparmio e del corretto uso delle risorse e dovrebbe pretendere sempre piu' spesso di poterla anche mettere in pratica. Oggi, per un giorno, i ragazzi hanno vissuto la scuola in maniera divertente, come luogo in cui socializzare, aperto alla comunita' locale e con la voglia di cambiare gli altri partendo da se stessi e dal proprio luogo principale di vita''. L'Istituto tecnico commerciale ''Lucifero'' di Crotone e' stata la scuola scelta quale vetrina per l'iniziativa calabrese. Gli studenti, appartenenti a Classi per l'Ambiente di Legambiente, in linea con il tema dei rifiuti, grazie alla collaborazione dell'Akros (la societa' mista che gestisce la racconta differenziata nella provincia di Crotone) hanno avviato la raccolta differenziata di carta, alluminio e plastica per tutto l'Istituto. ''Nontiscordardime''' e' stata anche l'occasione per discutere su questioni che riguardano la scuola, dalla precarieta' degli edifici alle politiche ecocompatibili messe in atto dai Comuni, nelle scuole dell'obbligo, e dalle Province, nelle scuole secondarie di secondo grado. ''Una situazione - e' scritto in in comunicato - che in Calabria non e' sicuramente delle migliori come dimostra il rapporto Ecosistema Scuola 2008 presentato da Legambiente sulla qualita' dell'edilizia scolastica, delle strutture e dei servizi. Le sole Province di Vibo Valenzia e Cosenza hanno risposto ai questionari per gli Istituti superiori, piazzandosi a meta' della classifica nazionale, mentre totalmente assenti le risposte dalle Province di Catanzaro, Crotone e Reggio Calabria''. ''Rispetto al tema dei rifiuti - conclude la nota - crescono le pratiche ecocompatibili sul piano della raccolta differenziata nelle scuole calabresi: la carta e' il materiale piu' differenziato (69,57%), seguita dal vetro (58,45%) e plastica (54,59%), mentre non si fa ancora nulla per organico (0%) e poco per altri materiali come toner (21,26%) e pile (13,04%). Nullo risulta ancora l'utilizzo di fonti d'illuminazione a basso consumo (0%) e pochi istituti puntano a dotarsi di fonti di energia alternativa, come pannelli solari e fotovoltaico (6,35%)''.

Incidente mortale a Palmi, morti due minori su di uno scooter

15 mar 08 Due ragazzi di 17 e 16 anni, Davide Barilla' e Antonio Garruzzo, sono morti in un incidente stradale accaduto lungo la strada statale 18, tra i comuni di Palmi e Gioia Tauro. Nell'incidente e' rimasto ferito in modo grave anche un terzo minore, G.M., anch'egli di 16 anni, che viaggiava su un altro scooter insieme ad un altro ragazzo, che ha riportato uno stato di choc. Secondo la ricostruzione fatta dalla Polizia stradale, i due scooter sui quali viaggiavano i quattro minori coinvolti nell'incidente si sono scontrati, per cause in corso d'accertamento, con un'automobile (una Smart) condotta da un diciottenne. Quest'ultimo, invece, ha riportato ferite lievi.

Trovato dai CC con 188 marche da bollo false a Bisignano: denunciato

15 mar 08 I carabinieri hanno denunciato in stato di liberta' a Bisignano F.F., di 33 anni, disoccupato, perche' trovato in possesso di 188 marche da bollo contraffatte del valore di 14,62 euro ciascuna. F.F. e' stato fermato nel corso di un'operazione dei carabinieri della Compagnia di Rende finalizzata alla repressione del traffico illecito di valori bollati. Le marche da bollo contraffatte, secondo quanto e' emerso dalle indagini dei carabinieri, provenivano da Napoli, e venivano vendute al prezzo di sei euro. I valori bollati contraffati erano destinati presumibilmente, secondo quanto hanno riferito i carabinieri, a studi legali e notarili dell'hinterland cosentino.

Giro di prostitute colombiane scoperto a Sellia Marina, arresti

15 mar 08 Due donne di nazionalita' colombiana, Maribel Rocio Enriquez, 47 anni, e Rubiela Yaneth Gomez Enriquez, 52 anni, residenti, rispettivamente, ad Udine ed a Talamona (Sondrio), ed un uomo, Scarpino Domenico, 64 anni, di Sellia Marina, sono stati arrestati dai carabinieri per sfruttamento della prostituzione. Ai tre e' stata notificata una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Catanzaro, Teresa Barillari, che ha accolto la richiesta avanzata dal sostituto procuratore della Repubblica, Simona Rossi. Nel corso delle indagini, avviate nell'ottobre del 2006, e' emerso che le due arrestate, insieme ad altre ragazze della stessa nazionalita', quasi tutte residenti nel Nord-Est d'Italia, raggiungevano la Calabria e, con l'aiuto di alcune persone tra cui Domenico Scarpino, prendevano in affitto alcuni immobili all'interno dei quali si prostituivano. I clienti, secondo quanto emerso dalle indagini, venivano trovati attraverso inserzioni pubblicitarie su quotidiani locali, professandosi massaggiatrici. Nel corso dell'operazione sono state effettuate anche perquisizioni domiciliari nelle province di Catanzaro e Cosenza dove sono state scoperte altre case destinate all'attivita' di prostituzione.

Aperto l’ufficio di frontiera al Porto di Corigliano

15 mar 08 E' stato inaugurato l'ufficio di Polizia di frontiera marittima del porto di Corigliano. La cerimonia, con la benedizione del cappellano militare della Polizia di Stato, e' stata organizzata dalla Questura di Cosenza. La Polizia di frontiera e' un servizio ed una specialita' di polizia che consiste nel controllo di chi transita presso un varco di confine nazionale e nella tenuta in sicurezza della relativa frontiera. Il servizio si affianca in genere ad attivita' militari di difesa e a compiti di dogana. I corpi che si occupano dell'attivita' di polizia sono a volte detti ''guardia di frontiera'', e questa e' anche la definizione formale che attribuisce loro l'Unione Europea nei suoi atti. La nuova sede dipende amministrativamente dal commissariato di Rossano Calabro e fa parte, operativamente, della zona di Napoli e sara' diretta dall'ispettore capo Sergio Ciardullo.

Due discariche sequestrate dalla Forestale a Dipignano e Cetraro

15 mar 08 Due discariche abusive sono state sequestrate dal Corpo forestale dello Stato a Dipignano e Cetraro. A Dipignano, gli uomini del corpo forestale hanno posto i sigilli ad una area estesa per circa 2000 metri quadri in localita' viale Magna Grecia, a poche centinaia di metri dal torrente Campagnano, nella quale sono stati ritrovati rifiuti pericolosi e non miscelati tra loro, tra cui materiale edile di risulta, tubi di eternit, elettrodomestici, pneumatici, materiale plastico e ferroso. Nella stessa area e' stato trovato un fusto metallico il cui contenuto viene adesso esaminato. A Cetraro e' stata sequestrata un'area di 1.200 metri quadri in localita' Battendieri dove sono stati abbandonati rifiuti urbani pericolosi e speciali.

Un arresto e due denunce a Corigliano

15 mar 08 Un giovane, Cosimo Marchese, di 25 anni, e' stato arrestato dai carabinieri a Corigliano Calabro ed altre due persone denunciate in stato di liberta' con l'accusa di detenzione illegale a fine di spaccio di sostanze stupefacenti. I carabinieri hanno fatto una perquisizione nell'auto di Marchese, che era condotta da quest'ultimo e sulla quale viaggiavano anche le due persone denunciate, trovando nella vettura, nascosti nel cruscotto, 26 grammi di hascisc. Marchese e' stato portato nel carcere di Rossano.

Finanza in azioneTruffa alla 488 per un centro turistico mai realizzato scoperta dalla Finanza a Castrovillari. Seqeustati beni per un milione di euro 14 mar 08 Beni mobili e immobili sono stati sequestrati a Castrovillari nell'ambito di una indagine su una truffa svolta dai militari della Guardia di Finanza che hanno denunciato due persone e per le quali la procura della Repubblica ha chiesto il rinvio a giudizio per i reati di truffa ai danni dello Stato. ... (continua)

carabinieriRifiutato dalla donna le sfascia il locale e aggredisce il padre ed un CC: finisce in manette 14 mar 08 Si era infatuato di una barista ma di fronte al suo rifiuto le sue attenzioni era diventate morbose e addirittura pericolose. Un operaio di 25 anni gia' noto alle forze dell'ordine ha iniziato a molestare la ragazza e i suoi familiari fino alla sera di mercoledi' quando, insieme a un gruppo di amici, si presenta al locale della ragazza. Inizia a inveire, a dare pugni ... (continua)

Padre FedelePadre Fedele nel giorno dei suoi 44 anni di sacerdozio annuncia il progetto “Paradiso dei Poveri” 14 mar 08 Padre Fedele Bisceglia festeggia oggi 44 anni di sacerdozio. L'ex religioso, imputato in un processo con l'accusa di violenza sessuale nei confronti di una suora, non rinnega il suo ''sentirsi sacerdote in eterno'' e precisa che pur essendo stato dispensato dai voti dall'Ordine francescano continua a sentirsi un uomo di Chiesa. ... (continua)

PoliziaFinto missionario di Vibo spilla 40.000 euro ad una pia donna di Genova 14 mar 08 Si faceva chiamare Padre Filippo, si spacciava per un missionario ed a Genova ha adescato in una chiesa del centro storico una pia donna, riuscendo a spillarle in diversi mesi circa 40 mila euro con i più fantasiosi pretesti: tra questi un' "indulgenza" di cento euro per un peccato di gola, una fetta di torta Sacher che la donna si era concessa. L'uomo, residente a Vibo Valentia, in Calabria, è stato scoperto dagli agenti della Polizia Postale . ... (continua)

La strage di DuisburgDa Dusiburg a San Luca per una prima teatrale 14 mar 08. Da Duisburg, cittadina tedesca divenuta tristemente famosa per la strage di Ferragosto del 2007, a San Luca, paese di provenienza delle sette vittime di una faida di 'ndrangheta: e' il senso del progetto "Kalabriens's Locri in Duisburg - Holden incontra il Teatro" che vivrà il momento clou con la rappresentazione martedì 18 marzo, in prima nazionale, dello spettacolo "Blooded" . ... (continua)

 

Restaurata dalla Forestale una moto del 72

14 mar 08 Il Dirigente Superiore Ing.Vincenzo Caracciolo, Comandante regionale del Corpo Forestale dello Stato, ha tenuto nei giorni scorsi, all’interno della sala convegni del “Museo del Presente “ di Rende, una riunione operativa con il personale del Corpo. Dopo le visite istituzionali delle scorse settimane sul territorio cosentino il comandante Caracciolo ha incontrato i reparti del Corpo del Comando Provinciale, dell'Ufficio Territoriale della Biodiversità di Cosenza e del Coordinamento Territoriale dell'Ambiente della Sila per fare un punto dell'attività e pianificare gli interventi e le azioni necessarie sul territorio. Ad accompagnare il massimo dirigente calabrese il comandante provinciale Francesco Curcio, il coordinatore del CTA Vice Questore Aggiunto Antonio Santucci, il capo dell'Ufficio Biodiversità di Cosenza Vice Questore Aggiunto Vincenzo Perrone, il funzionario del comando Regionale Vice Questore aggiunto Salvatore Reina e da quello del Comando Provinciale di Cosenza Vice Questore Aggiunto Francesco Martire. Prima dell'incontro con il personale è stata presentata al comandante Caracciolo presso i locali del CFS di Viale della Repubblica una storica due ruote. Si tratta di una Moto Morini 350 cc di cilindrata del 1976 usata dal personale durante il servizio d'istituto e perfettamente restaurata ed esposta dal personale dell'U.T.B. di Cosenza all’interno della propria sede. Un restauro avvenuto nel tempo e grande cura usando materiale originale. Una motocicletta costruita dalla casa bolognese nel 72 e subito dopo consegnata al Corpo Forestale dello Stato con determinate caratteristiche diverse da quelle presenti su quella in vendita al pubblico in quei tempi e che oggi è divenuta una storica testimonianza dell'attività del Corpo in quegli anni.

ARSSALiquidazione dell’Arssa, dipendenti preoccupati 13 mar 08 Cresce la preoccupazione dei lavoratori dell'Arssa ma anche di quelli dei Centri sperimentali dimostrativi, degli Impianti di risalita della Sila e di ex-Esac Impresa in relazione alle vicende della liquidazione dell'ente strumentale della Regione. "I lavoratori, riunitisi in un'assemblea indetta dalle Rsu e sostenuta dalle organizzazioni sindacali - è scritto in un comunicato - hanno inteso stigmatizzare la condotta della Giunta regionale ... (continua)

Guardia di FinanzaCommercio illegale di GPL scoperto a Corigliano: sequestrate cinque tonnellate di gas 13 mar 08 I finanzieri della brigata di Corigliano Calabro hanno portato a termine un'operazione di contrasto al commercio illegale di gpl (gas di petrolio liquefatti) in bombole e sfuso destinato all'uso domestico, sottoponendo a sequestro un deposito clandestino in cui erano stati stoccati cinque tonnellate e mezzo di prodotto. I militari, dopo aver individuato... (continua)

Giuseppe PignatoneIl magistrato che incastrò Provenzano, Giuseppe Pignatone, nuovo Procuratore di Reggio 13 mar 08 In Procura, a Palermo, dicono che il merito della cattura del capomafia Bernardo Provenzano, latitante per oltre 40 anni, sia frutto di una sua intuizione elevata a metodo investigativo: fare terra bruciata attorno al padrino di Corleone, disarticolando la rete dei suoi favoreggiatori e costringendolo a nascondersi a pochi chilometri da casa. Ma Giuseppe Pignatone, 58 anni, 34 dei quali trascorsi alla procura di Palermo, si schermisce e preferisce definire l'arresto del superboss "il successo di ... (continua)

Mario OliverioNo a nuove Province, cent’anni dell’Upi. Ora le modifiche. Oliverio “Occasione importante” 13 mar 08 In Procura, a Palermo, dicono che il merito della cattura del capomafia Bernardo Provenzano, latitante per oltre 40 anni, sia frutto di una sua intuizione elevata a metodo investigativo: fare terra bruciata attorno al padrino di Corleone, disarticolando la rete dei suoi favoreggiatori e costringendolo a nascondersi a pochi chilometri ... (continua)

mareggiataSenza esito le ricerche del marittimo disperso al largo di Trebisacce 13 mar 08 Nonostante siano ormai trascorse 48 ore dal primo allarme per la scomparsa di Luigi Tedesco, il marittimo caduto nel mare Ionio al largo della Sibaritide martedi' pomeriggio, continuano ancora le ricerche al largo di Corigliano Calabro. Sono impegnate attualmente due motovedette della Guardia Costiera e un mezzo navale della Guardia di Finanza... (continua)

 

 

Mauro De MauroNon è di De Mauro il misterioso cadavere sepolto nel cimitero di Conflenti 12 mar 08 Non è di Mauro De Mauro, il giornalista dell'Ora di Palermo scomparso nel 1970, il cadavere sepolto nel cimitero di Conflenti, nel catanzarese. Lo ha stabilito l'esame del Dda sul cadavere e la successiva comparazione con quello del giornalista disposto dalla Dda di Catanzaro. Quello di Conflenti, dove il 23 settembre dell'anno scorso ci fu lo scavo per riportare alla luce il cadavere che si supponeva fosse di De Mauro ... (continua)

Papa Benedetto XVIStudenti di Paola in udienza dal Papa “A scuola non solo nozioni ma anche etica e religione” 12 mar 08 La scuola non deve svilire l'insegnamento solo in ''nozionismo'', bensi' perseguire un'educazione, oltre che ''culturale e sociale'', anche ''etica e religiosa''. Inoltre, in un tempo di non facile integrazione delle culture, vanno trasmessi ai giovani ''i grandi valori'', indicando loro ''la via della riconciliazione e della pace''. I valori dell'istruzione e il ruolo della scuola e .... (continua)

RossanoSequestrata dalla Finanza agenzia di scommesse clandestine a Rossano 12 mar 08 Un'agenzia di scommesse clandestine dove si accettavano giocate sulle partite di calcio della Champions League è stata sequestrata a Rossano (Cosenza) dalla Guardia di finanza che ha denunciato due persone. I finanzieri del Comando provinciale di Cosenza delle Fiamme Gialle, al termine di indagini e appostamenti, hanno sorpreso all'interno di un Internet Point .... (continua)

L'uomo disperso rinvenuto nel torrente portato dai CC e VVFFAnnegato l’uomo travolto dal torrente Surdo. I parenti "Attraversamento pericoloso" 12 mar 08 E' stato trovato stamani il cadavere di Robertino Mazzucca, l'uomo di 37 anni disperso da ieri pomeriggio nel torrente Surdo, a Rende, dopo essere stato travolto dalle acque mentre, a bordo del suo furgoncino, stava cercando di attraversare il greto. Il corpo è stato trovato verso le 8.30 da una squadra dei vigili del fuoco che, insieme ai carabinieri, cercavano l'uomo... (continua)

TribunaleIl PM chiede la condanna del vicepresidente di Confindustria Calabria, Raffaele Vrenna 12 mar 08 Dieci anni di reclusione: questa la condanna chiesta dal pm Pierpaolo Bruni per Raffaele Vrenna, vice presidente di Confindustria Calabria, presidente degli industriali crotonesi e presidente del Crotone Calcio, al termine della requisitoria nell'ambito del processo con rito abbreviato denominato Puma. L'inchiesta, condotta dalla Dda di Catanzaro, si riferisce a presunti rapporti tra politici, imprenditori e appartenenti a cosche .... (continua)

Continuano le ricerche dell’uomo disperso in mare a Trebisacce

12 mar 08 Continueranno anche questa notte, e fino allo scadere delle 48 ore dall'allarme, le ricerche per il marittimo disperso da ieri pomeriggio in mare al largo di Trebisacce, sullo Jonio L’uomo che si chiama di Luigi Tedesco, di 42 anni originario di Molfetta (Bari) non è ancora stato trovato. Il marittimo si trovava a bordo di un peschereccio quando e' caduto in acqua, forse a causa delle pessime condizioni del tempo. Le ricerche non si sono fermate un attimo dal momento in cui e' stato dato l'allarme ma l'esito e' tuttora negativo. Sul luogo continuano ad intrattenersi i mezzi navali messi a disposizione dalla Capitaneria di Porto di Corigliano, Reggio Calabria e Crotone. Impiegati anche due mezzi aerei che pero' a causa dell'oscurita' hanno dovuto sospendere le attivita' di ricerca mentre i mezzi navali setacceranno la zona dell'alto jonio anche durante la notte.

Arrestato per pedofilia anziano di Tarsia

12 mar 08 Un pensionato, A.F., di 67 anni, e' stato arrestato dai carabinieri a Tarsia (Cosenza) e posto ai domiciliari con l'accusa di abusi e violenza nei confronti di una bambina. L'arresto e' stato fatto in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Castrovillari. Gli abusi e la violenza, che sarebbero andati avanti per circa quattro mesi, si sarebbero verificati nell'abitazione dell'anziano che, grazie al rapporto instaurato con la madre, avrebbe avuto piu' volte in affidamento la piccola.

Pitbull terrorizzava abitanti di Acquappesa, narcotizzato e catturato

12 mar 08 Un cane pitbull randagio che da tempo vagava ad Acquappesa, provocando paura tra i cittadini, è stato catturato dalla Polizia provinciale di Cosenza dopo essere stato narcotizzato. L'intervento della Polizia provinciale, unico corpo di polizia dotato nel cosentino di fucile lanciasiringhe a narcotico, era stato chiesto dai carabinieri e dal Comune di Acquappesa. Due tiratori scelti, Giovanni Petrosino e Paolo Santoro, sono intervenuti, riuscendo ad avvicinare l'animale ed a narcotizzarlo, evitando così la soppressione del cane. Dopo essere stato colpito dalla siringa, il pittbull si è addormentato, consentendo così il lavoro di recupero da parte degli operatori del canile, dove l'animale è stato trasferito successivamente. L'intervento della Polizia Provinciale ha evitato l'estrema soluzione della soppressione del cane.

Cinque discariche abusive scoperte dalla Finanza

12 mar 08 Cinque discariche di rifiuti pericolosi, per complessivi 210.000 metri quadrati di terreno, sono state scoperte dalla guardia di finanza di Scalea ed Amantea nei territori dei comuni di Grisolia, Aiello Calabro e Longobardi. A Grisolia la discarica era situata in una zona di notevole impatto ambientale, nelle immediate adiacenze del Parco nazionale del Pollino. I rifiuti, in prevalenza pneumatici dismessi e fuori uso, erano nascosti dalla vegetazione. I finanzieri di Scalea hanno posto i sigilli a circa 200 metri quadrati di terreno dove c'erano 2.000 chili di pneumatici dismessi. Le altre discariche sequestrate, ad Aiello Calabro e Longobardi (cs), erano utilizzate da operatori del settore edilizio e del movimento terra. All'interno, infatti, sono state trovate terre e rocce da scavo oltre a cumuli di materiale proveniente da lavorazioni edili. I finanzieri di Amantea hanno sequestrato ad oltre 200.000 metri quadrati di terreno e denunciato tre persone per raccolta e trasporto di rifiuti, gestione non autorizzata di una discarica senza le prescritte autorizzazioni, danneggiamento e deturpamento di aree demaniali.

Diminuiscono le imprese rosa calabresi

12 mar 08 Sono diminuite di 391 unità in Calabria le imprese femminili nel 2007 rispetto all'anno precedente. A riferirlo sono i dati dell'Osservatorio sull'imprenditoria femminile 2007 realizzato da Unioncamere e pubblicati sul "Barometro" dell'inserto "Sud" del Sole 24Ore. Lo scorso anno sono state conteggiate 39.358 imprese in rosa nella regione con una percentuale rispetto al totale del 25,38 e una diminuzione percentuale sul 2006 del -0,91. La performance negativa della Calabria (assieme alla Basilicata) si pone in controtendenza nel mezzogiorno dove le imprese femminili registrano incrementi in Campania, Puglia e Sicilia. La concentrazione delle aziende in rosa, comunque, anche in Calabria (25,38%) rimane superiore alla media nazionale che è ferma al 24,02%)

Bunker in casa di ricercato nel reggino, indaga anche l’FBI

12 mar 08 Un bunker e' stato scoperto dai carabinieri a Grotteria. Il rifugio era stato realizzato nell'abitazione di Carmelo Bruzzese, di 59 anni, ricercato dall'ottobre scorso per associazione mafiosa. L'operazione è stata condotta dai carabinieri del Gruppo carabinieri Locri e dal Gruppo Calabria di stanza a Vibo Valentia in collaborazione con la Dia. L'inchiesta nella quale è indagato Bruzzese è coordinata dalla Dda di Roma e vede anche il coinvolgimento del Fbi statunitense.

Non sarà trasferito il processo sui presunti illeciti al nuovo ospedale di Vibo

12 mar 08 Non sara' trasferito ne' a Bari ne' a Roma, cosi' come era stato chiesto dai difensori degli imputati, il processo per i presunti illeciti nell'affidamento dell'appalto per la realizzazione del nuovo ospedale di Vibo Valentia. Il tribunale di Vibo Valentia ha rigettato, infatti, l'eccezione di incompetenza per territorio e ha deciso, accogliendo le istanze del pm Garofalo e della parte civile dell'Azienda sanitaria di Vibo Valentia, rappresentata dagli avvocati Ciambrone e Galasso, che il processo resti a Vibo. Il Tribunale ha rigettato anche la richiesta dell'imputato Vitiello di proscioglimento immediato ritenendo corretti i reati contestati all'imputato. Nella precedente udienza erano state rigettate altre eccezioni preliminari riguardanti la validita' del decreto dispositivo del giudizio e della costituzione di parte civile che e' stata ammesssa a pieno titolo. Il Tribunale ha ammesso, inoltre, tutte le prove orali richieste ed in particolare la realizzazione di una perizia in relazione alla trascrizione di numerosissime intercettazioni telefoniche ed ambientali a carico degli imputati. I giudici, in considerazione dell'imponente mole probatoria, nominera' un collegio di periti. La prossima udienza e' fissata al 23 aprile prossimo per il giuramento dei periti e la prosecuzione delle richieste.

L'auto travolta dalle acque del torrente SurdoSi ribalta l’auto in acqua, uomo disperso nel torrente Surdo a Rende 11 mar 08 Un uomo, Roberto Mazzucca, di 37 anni, e' disperso da alcune ore a Rende, nel cosentino, ed i carabinieri ritengono che sia stato travolto dall'acqua di un torrente in piena mentre tentava di attraversarlo a bordo della sua automobile. L'uomo e' attualmente ricercato dai carabinieri, dai vigili del fuoco e da unita' cinofile... (continua)

Mare agitatoUomo cade da un peschereccio a largo di Corigliano, disperso. Ricerche in corso 11 mar 08 Sono in corso da alcune ore, e proseguiranno per tutta la notte, le ricerche di un marittimo caduto da un peschereccio al largo di Corigliano Calabro (Cosenza). L'allarme e' stato dato nel tardo pomeriggio dagli altri membri dell'equipaggio, quando il peschereccio si trovava a circa dieci miglia dalla costa. Subito sono scattate ... (continua)

San Giovanni in FioreIntascava i soldi dei ticket: arrestato funzionario dell’ospedale di San Giovanni in Fiore 11 mar 08 La Guardia di Finanza ha arrestato un funzionario dell'ospedale civile di San Giovanni in Fiore con l'accusa di appropriazione indebita e falsità materiale. L'arresto del funzionario, del quale non sono state rese note le generalità, è stato fatto a seguito di indagini disposte dal sostituto ... (continua)

OspedaleRagazza morta dopo ricovero: la commissione d’inchiesta rileva buchi e criticità 11 mar 08. L'inchiesta condotta da una commissione della Regione Calabria nella Casa di Cura Villa Elisa di Cinquefrondi in seguito alla morte di Angela Scibilia, la ragazza di 23 anni di Seminara che si trovava al terzo mese di gravidanza, avrebbe rilevato "clamorose inefficienze, leggerezze e criticità". Una situazione tale da indurre l'Assessore alla Sanità Vincenzo Spaziante, d'accordo con il presidente... (continua)

StefanaconiUcciso perchè amava la moglie di un boss a Stefanaconi: il gip convalida i fermi dei presunti assassini 11 mar 08. Il Gip distrettuale di Catanzaro ha convalidato il fermo ed ha emesso una misura cautelare in carcere nei confronti di Andrea Foti, di 29 anni, ed Emilio Antonio Bartolotta, di 31, accusati dell'omicidio di Michele Penna, scomparso il 19 ottobre scorso da Stefanaconi... (continua)

Spariti 13 mln di euro da un conto on line del ministero Istruzione, forse opera della ndrangheta. Procura Reggio: “Notizia che sorprende”

11 mar 08 Ci sarebbe la mano di un gruppo criminale che avrebbe anche legami con la 'ndrangheta dietro al furto di oltre 13 milioni di euro dalle casse del Ministero della Pubblica istruzione: i soldi, inizialmente depositati in un conto on-line aperto presso le Poste italiane (Banco Posta Impresa), sono spariti e poi rintracciati dagli investigatori della polizia postale presso la National Bank of Egypt, a Il Cairo. Nell'inchiesta, raccontata oggi da Il Corriere della Sera, della procura di Reggio Calabria sono coinvolti alcuni personaggi sospettati di aver partecipato al furto, ora indagati per riciclaggio di denaro. La magistratura sta ora cercando di capire chi sia la talpa che ha fornito alle cosche le indicazioni giuste e di accertare se vi siano altri fondi occultati con lo stesso meccanismo. Tutto è partito da una denuncia presentata dallo stesso ministro Giuseppe Fioroni lo scorso 16 gennaio, quando fu avvertito dai funzionari di Viale Trastevere del 'buco' nel bilancio, soldi che il Ministero dell'Economia aveva stanziato per pagare i 'bonus alle famgilie'. Gli investigatori della Postale e dell'Interpol scoprono che il denaro è finito al Cairo via società fittizia a Bologna e 'congelano' il conto. Chi ha rubato i soldi? Secondo il Corriere una pista porta in Calabria e interessa alcuni "colletti bianchi" che reinvestano i capitali delle famiglie di 'ndrangheta e che, tramite intercettazioni telefoniche, si è scoperto avere legami con la capitale egiziana. Gli investigatori però ritengono che sia stato qualcuno nel ministero a favorire il trasferimento dei fondi: non solo una truffa telematica ai danni di Poste, ma una vera talpa che abbia consentito di bypassare le procedure informatiche spostando i soldi da un conto all'altro.
Procura Reggio: Notizia che sorprende. ''Sorpresa e rammarico'' e' stata espressa in ambienti della Procura della repubblica di Reggio Calabria per la notizia che dietro al furto telematico da 13 milioni di euro compiuto ai danni del ministero della Pubblica istruzione potrebbe esserci la 'ndrangheta. Il denaro, dopo il furto, secondo quanto aveva accertato nei mesi scorsi la polizia delle comunicazioni, era transitato da un conto corrente intestato a una societa' di Bologna, completamente fittizia, e con l'indirizzo che corrisponde a un bar del centro, risultato del tutto estraneo alla vicenda. Dopo la tappa bolognese, il denaro era finito su un deposito in Egitto, dove e' stato bloccato in attesa di essere recuperato. Nel corso delle indagini, sarebbe emerso il coinvolgimento di alcune persone sotto inchiesta da parte della procura di Reggio Calabria perche' sospettate di riciclare denaro della 'ndrangheta. In ambienti giudiziari reggini, dunque, e' stata espressa ''forte amarezza per una indagine che stava per dare importanti risultati sulle nuove vie intraprese dai canali di riciclaggio internazionale in cui sono coinvolti elementi della ndrangheta calabrese''.

A Locri spettacolo teatrale di una compagnia di Duisburg

11 mar 08 Andra' in scena martedì 18 marzo a Locri lo spettacolo "Blooded" di Isabel Wright che la compagnia teatrale "Spieltrieb" di Duisburg porterà in scena, per la regia di Eva Zitta, nell'ambito del progetto "Holden incontra il Teatro - Scambio culturale tra scuole superiori di Duisburg e Locri". Lo spettacolo teatrale della compagnia tedesca si inserisce nel programma di attività che hanno visto lo scorso 17 gennaio a Duisburg - la cittadina tedesca, dove è avvenuta la strage di Ferragosto collegata alla faida di San Luca tra le famiglie Pelle-Vottari e Nirta-Strangio culminata con la morte di sette persone - la rappresentazione dello lo spettacolo "I giovani Holden" interpretato da un gruppo di ragazzi di Locri. L'iniziativa sarà presentata venerdì alla stampa, tra gli altri dai sindaci di Locri Francesco Macrì e di San Luca, Giuseppe Mammoliti, presenti rappresentanti delle istituzioni e del mondo della scuola.

Tenta di estorcere denaro per oggetti rubati, un arresto a Rocca Imperiale

11 mar 08 Un giovane, L.A., di 20 anni, è stato arrestato dai carabinieri a Rocca Imperiale per estorsione. Al giovane è stata notificata una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Castrovillari. Il ventenne ha chiesto la somma di 50 euro ad un uomo di 74 anni per la restituzione di alcuni oggetti d'oro che gli aveva rubato nell'abitazione.

Sequestrata discarica abusivanel vibonese

11 mar 08 Una discarica abusiva è stata scoperta e sequestrata dai carabinieri nelle campagne di Francavilla Angitola. Nell'area, di circa 400 metri quadrati, sono stati trovati numerosi rifiuti tra cui elettrodomestici, residui plastici, scarti ferrosi di lavorazioni industriali, centinaia di chili di pannelli di eternit, residui di piombo e contenitori per prodotti chimici industriali. I carabinieri hanno avviato le indagini per individuare i proprietari del terreno sul quale è stata realizzata la discarica.

Il Procuratore GrassoProcuratore Grasso ai giovani “Reagite contro i soprusi. Serve la correttezza della politica” 10 mar 08. Il procuratore nazionale antimafia, Piero Grasso, è intervenuto all'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università 'Mediterranea' di Reggio Calabria nel corso della quale ha rivolto un invito ai giovani a contrastare le illegalità. "E' proprio dei giovani - ha detto Grasso - la voglia di cambiare il mondo, di combattere le ingiustizie, di reagire alle prepotenze ed ai soprusi, di contrastare le illegalità". Grasso ha ricordato anche come la criminalità organizzata ... (continua)

Ospedale di LocriDipendenti dell’ASL 9 di Locri in carcere regolarmente stipendiati: 32 denunce. Ndrangheta infiltrata 10 mar 08. Tre dipendenti dell'Azienda sanitaria di Locri, negli anni '90, malgrado fossero in stato di detenzione perche' arrestati, avrebbero continuato a ricevere regolarmente lo stipendio. E' quanto è emerso da un'indagine della Guardia di finanza che ha portato alla denuncia di 32 persone tra dirigenti e dipendenti dell'Azienda sanitaria. La somma indebitamente erogata come retribuzione ai dipendenti... (continua)

Palazzo NiedduProcesso Fortugno: numerose le telefonate tra gli imputati 10 mar 08 Un maggiore dei carabinieri, Marco Matteucci, in servizio presso il Ris di Roma, ha deposto oggi nel corso dell'udienza del processo ai presunti mandanti ed esecutori materiali dell'omicidio di Francesco Fortugno, il vice presidente del Consiglio regionale della Calabria ucciso a Locri il 16 ottobre del 2005. L'ufficiale dei carabinieri ha riferito ai giudici della . ... (continua)

 

Ragazza morta dopo il ricovero, la Commissione d’inchiesta visita la casa di cura

10 mar 08 La Commissione per la verifica della qualità dell'assistenza sanitaria in Calabria, nominata dal Ministero della Sanità di concerto con la Regione, ha visitato Villa Elisa, la casa di cura di Cinquefrondi in cui era stata ricoverata Angela Scibilia, la ragazza al secondo mese di gravidanza morta dopo il suo trasferimento nell'ospedale di Polistena. Nei giorni scorsi la Procura della Repubblica di Palmi ha emesso cinque informazioni di garanzia nei confronti di altrettanti medici di Villa Elisa in relazione alla morte di Angela Scibilia, ipotizzando nei loro confronti il reato di omicidio colposo. La Commissione, presieduta dal prefetto Silvana Riccio, ha incontrato il direttore generale, Giuseppe De Pino, ed il direttore amministrativo della casa di cura, Angela Maria De Pino, ed ha poi effettuato un sopralluogo nella struttura. Il prefetto Riccio, parlando con i giornalisti, ha detto che "la visita della Commissione a Villa Elisa era gia stata programmata prima della morte di Angela Scibilia". La Commissione ha chiesto ai Nas del Comando provinciale di Reggio Calabria di acquisire la documentazione relativa all'organizzazione sanitaria, agli standard qualitativi ed alle metodiche organizzative di Villa Elisa per poterne prendere poi visione e afre le sue valutazioni.

Spesa sociale, Crotone ultima

10 mar 08 E' Crotone il comune capoluogo di provincia calabrese con la più bassa spesa pro-capite per la spesa sociale. E' quanto emerge dal rapporto annuale sulla spesa sociale dei comuni realizzato dall'Osservatorio politiche sociali dello Spi-Cgil e pubblicato stamani dal Sole 24 Ore. Per il settore sociale il Comune di Crotone ha avuto una spesa procapite di 11,38 euro mentre il totale per il welfare è stato di 74,4 euro. La differenza con il 2000 è di -25,8 %. Nella classifica del rapporto al penultimo posto c'é il Comune di Vibo Valentia con 31,26 euro pro-capite di spesa per il settore sociale; il totale per il welfare è stato di 84,9 euro pro-capite e con una differenza rispetto al 2000 pari al -7,2%. Il primo dei comuni capoluoghi di provincia calabresi nella classifica è Reggio Calabria, che si è attestato all'89/mo posto e che ha una spesa pro-capite per il settore sociale pari a 53,44 euro; il totale per il welfare pari a 204,0 euro ed una differenza rispetto al 2000 di 36,5%. Segue poi il Comune di Catanzaro che si è attestato al 107/mo posto con una spesa sociale pro-capite pari a 66,83 euro ed un totale per il welfare di 142,7 euro; con una differenza rispetto al 2000 pari al 18,5%. C'é poi il Comune di Cosenza, attestatosi al 108/mo posto con 40,83 euro pro-capite per il settore sociale ed un totale di spesa per il welfare di 135,6 euro. La differenza rispetto al 2000 è di -19,5%.

La casa va a fuoco per l’incendio della bombola del gas, anziano ustionato

10 mar 08 Un pensionato, Antonio Guaragna, di 81 anni, e' rimasto ustionato nell'incendio della sua abitazione a Cassano allo Jonio provocato da una bombola di gas per cucina. Per cause in corso d'accertamento la bombola si e' incendiata e le fiamme si sono propagate a tutta l'abitazione. Le fiamme hanno colpito al viso e alle mani l'ottantunenne, procurandogli ustioni di primo e secondo grado. Guaragna e' stato soccorso dai sanitari del servizio 118 ed accompagnato nell'ospedale di Trebisacce. Successivamente il pensionato e' stato trasferito nel reparto Grandi ustionati dell'ospedale di Brindisi.

La Commissione ministeriale all’ospedale di Crotone

10 mar 08 La commissione d'inchiesta istituita dal Ministero della Salute per l'emergenza sanitaria in Calabria, guidata dal prefetto Silvana Riccio, ha visitato oggi pomeriggio l'ospedale di Crotone. Lo ha reso noto, con un comunicato, la direzione dell'Azienda sanitaria provinciale. ''La commissione, giunta a sorpresa - si aggiunge nella nota - ha svolto un'accurata ispezione in vari reparti dell'ospedale San Giovanni di Dio di Crotone, nelle sale operatorie, pronto soccorso, radiologia e tac. Ad accompagnare nei sopralluoghi la commissione voluta dal ministero della Salute per indagare sulla sanita' in Calabria sono stati il direttore amministrativo dell'Asp, Palmiro Vulcano, ed il direttore sanitario, Nazzareno Manoni, insieme ad altri dirigenti dell'ospedale''. ''I dirigenti dell'Azienda sanitaria provinciale - conclude il comunicato - hanno risposto anche ad una serie di quesiti. L'ispezione si e' conclusa nel tardo pomeriggio. La commissione ha mantenuto il riserbo sui risultati del sopralluogo, che saranno comunicati successivamente al Ministero della Salute''.

Quattro giovani incensurati arrestati a Cassano per furto

10 mar 08 Quattro giovani studenti incensurati, tra cui un minorenne, sono stati arrestati dai carabinieri a Cassano allo Jonio per furto. I quattro sono stati sorpresi dai carabinieri dopo aver rubato del materiale, per un valore di 4.500 euro, nello studio di un commercialista di Cassano. La merce, tra cui dei monitor per computer e dei gruppi di continuità, era stata caricata a bordo di una Fiat Panda con la quale i quattro stavano per allontanarsi.

Cambia dollari falsi, uomo denunciato a Corigliano

10 mar 08 I carabinieri hanno denunciato, in stato di libertà, a Corigliano Calabro, un comemrciante, N.G., di 41 anni, con l'accusa di truffa e detenzione e vendita di moneta contraffatta. La denuncia è scattata dopo che l'uomo aveva cambiato 90 banconote false da 100 dollari l'una in un ufficio di cambio valuta a Corigliano Calabro. La somma era stata poi versata nell'agenzia di Corigliano di Banca Intesa. L'istituto di credito ha poi avvertito i carabinieri, che hanno rintracciato e denunciato il commerciante che aveva cambiato i dollari falsi. I militari hanno avviato indagini per accertare altri episodi di immissione nel circuito bancario di banconote false.

Doppia scossa di terremoto tra Calopezzati, Crosia e Cropalati, nessun danno

10 mar 08. Un evento sismico e' stato lievemente avvertito in mattinata dalla popolazione in provincia di Cosenza ed e' stato seguito da una replica pochi minuti dopo la scossa principale. Lo segnala la Protezione civile. L'epicentro e' stato localizzato tra i comuni di Colapezzati, Crosia e Cropalati. Dalle verifiche effettuate dalla dalla Protezione civile non risultano danni alle persone o alle cose. Secondo i rilievi registrati dall'Ingv l'evento sismico e' stato registrato alle ore 11 e 33 con magnitudo 3.3, con replica alle 11 e 35 di magnitudo 2.5.

incidenteIncidente mortale sulla 106 ionica, perisce 26enne 09 mar 08. Un giovane, C.V., di 26 anni, di Cropani, e' morto sul colpo, questa notte verso la 1,30, nello scontro tra la sua auto e un'altra vettura avvenuto sulla strada statale 106 nel territorio del comune di Isola Capo Rizzuto. Il giovane viaggiava in direzione di Catanzaro alla guida propria auto, una Fiat Punto, quando, per cause che sono in corso di accertamento, in località Sovereto si e' scontrato ... (continua)

CorglianoBracciante di Corigliano costringeva giovane rumena a prostituirsi: un arresto e una denuncia 09 mar 08 Era arrivata da poco tempo in Italia con la promessa di un lavoro e invece e' stata costretta a prostituirsi, segregata in casa da un bracciante agricolo e la sua convivente. I carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro hanno scoperto la vicenda ... (continua)

Nicola GratteriGratteri: “Grave errore delle cosche la strage di Duisburg” 09 mar 08. ''San Luca e' per meta' di proprieta' dello Stato''. La battuta pronunciata dai magistrati della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria sul maxi sequestro di beni riconducibile alle famiglie Pelle-Vottari e Nirta-Strangio per un valore complessivo intorno ai 150 milioni di euro comprende tutto il lavoro svolto dagli inquirenti nell'ultimo anno. ... (continua)

 

Morta ragazza dopo ricovero, la casa di cura sospende due medici

09 mar 08 La direzione generale di Villa Elisa, la casa di cura di Cinquefrondi in cui era stata ricoverata Angela Scibilia, la ragazza al secondo mese di gravidanza morta dopo il trasferimento nell'ospedale di Polistena, ha sospeso due medici coinvolti nella vicenda. In particolare, la direzione della casa di cura, in un comunicato, ha reso noto di avere sospeso dal servizio ''in via cautelare e a tempo indeterminato, il dott. Sergio Pedulla'' e, contestualmente, di avere revocato ''in via cautelare e a tempo indeterminato, l'incarico di primario del reparto di Ostetricia e ginecologia al dott. Tommaso Pinto''. La decisione, e' scritto nella nota, e' stata adottata ''sulla base delle risultanze cui e' pervenuta la commissione interna, nominata da questa struttura sanitaria, presieduta dal dott. Domenico Corea e composta dal dott. Francesco La Cava dal prof. Antonio Brunetti''.
''Qui non ammazziamo nessuno'': parlano, per la prima volta, ai microfoni della Rai, i vertici di villa Elisa, la clinica di Cinquefrondi dove Angela Scibilia sarebbe andata in coma per un diabete scambiato per depressione e poi morta all'ospedale di Polistena e, ora, al centro dell'inchiesta giudiziaria della Procura di Palmi. Davanti alle telecamere del Tg della Calabria, il fondatore della casa di cura, il dottor Giuseppe Depino, mostra quello che definisce un centro sanitario d'eccellenza, dotato di strumenti diagnostici e terapeutici all'avanguardia. ''Ogni anno qui da noi - afferma Depino - nascono piu' di mille bambini e non e' mai accaduto nulla. Contro quella povera ragazza si e' accanito un destino terribile e noi siamo addolorati per quanto e' accaduto. Ma tutto questo non puo' inficiare il buon nome di una struttura che da quasi 30 anni offre risposte efficaci e puntuali alla domanda di salute dei cittadini''. Sul perche' del provvedimento di sospensione del ginecologo che aveva in cura Angela e del primario del reparto di ostetricia, i vertici di Villa Elisa parlano di un atto cautelativo che serve alla magistratura e ai membri delle commissioni d'inchiesta regionale e nazionale, per lavorare con maggiore serenita'. Nel servizio realizzato da Riccardo Giacoia e che il Tg Calabria mandera' in onda nell'edizione di questa sera delle 19.30, i responsabili della clinica parlano anche del dramma che sta vivendo il medico che ha assistito la ragazza: ''E' un uomo distrutto'', dicono, riferendo di un professionista serio, scrupoloso e competente.

Ruba gli occhiali ad un uomo lo picchia e aggredisce i CC: arrestato

09 mar 08 Un uomo Antonio Carmelo Di Leo, di 27 anni, e' stato arrestato dai carabinieri a Rocca Imperiale con l'accusa di rapina aggravata, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Di Leo, secondo quanto hanno riferito i carabinieri, ha prima bloccato, all'interno della la sua automobile, un commerciante del luogo di 58 anni e, dopo aver rotto il finestrino della portiera, gli ha strappato gli occhiali da vista. All'arrivo dei militari, l'uomo ha inveito contro di loro cercando di colpirli con calci e pugni.

Cominciano da giorno 11 i lavori del macrolotto 2 sulla A3

09 mar 08. L'Anas martedi' 11 marzo aprira' i primi cantieri di realizzazione del macrolotto 2 dell'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, che comprende il tratto autostradale dal viadotto Calore (km 108,000) allo svincolo di Lauria nord (km 139,000 in corrispondenza della strada statale 653 ''della Valle del Sinni''), nelle province di Salerno e Potenza. Lo ha reso noto la stessa Anas. ''Stiamo accelerando i lavori di completamento della Salerno-Reggio Calabria: anche il cronoprogramma per l'avvio dei lavori del macrolotto 2 e' stato rispettato - ha spiegato il Presidente dell'Anas, Pietro Ciucci -. Dopo l'approvazione del progetto esecutivo da parte del Consiglio di amministrazione dell'Anas, nel dicembre 2007, incominciano adesso le lavorazioni che prevedono un investimento complessivo di circa 880 milioni di euro e che consentiranno di completare il tratto lucano della A3, risolvendo anche l'importante nodo per la viabilita' in corrispondenza del lago Sirino''. Per consentire l'esecuzione dei lavori l'Anas ha previsto la seguente cantierizzazione tra il km 107,800 ed il km 123,400 (svincolo di Lagonegro nord): dalle ore 7 dell'11 marzo chiusura della carreggiata sud dal km 107,800 al km 110,700 con traffico deviato sulla carreggiata opposta predisposta a doppio senso di marcia; dalle ore 7 dell'11 marzo chiusura della carreggiata nord dal km 110,700 al km 111,350 con traffico deviato sulla carreggiata opposta predisposta a doppio senso di marcia; dalle ore 7 del 13 marzo chiusura della carreggiata sud dal km 111,350 al km 118,300 con traffico deviato sulla carreggiata opposta predisposta a doppio senso di marcia; dalle ore 7 del 13 marzo chiusura della carreggiata nord dal km 118,300 al km 123,400 con traffico deviato sulla carreggiata opposta predisposta a doppio senso di marcia.

Incendiati mezzi di impianto inerti a Simeri Crichi

09 mar 08 Due escavatori e un nastro trasportatore sono stati dati alle fiamme da ignoti in un impianto per l'estrazione di inerti nel territorio del comune di Simeri Crichi, in provincia di Catanzaro. I mezzi meccanici di proprieta' di un imprenditore del luogo sono stati distrutti. Sull'episodio hanno avviato indagini i carabinieri.

 

Luigi IncarnatoIntimidazione all’assessore regionale Luigi Incarnato, danneggiata la sua auto 08 mar 08 Persone non identificate hanno danneggiato, colpendolo con delle biglie di ferro, il parabrezza dell' auto di rappresentanza - un'Alfa Romeo 166 - dell' assessore ai Lavori pubblici della Regione Calabria, Luigi Incarnato. Il fatto e' accaduto questa sera a Cosenza. La vettura dell' assessore Incarnato era parcheggiata... (continua)

LameziaBuste con proiettili ad 8 magistrati di Lamezia 08 mar 08 Otto buste contenenti proiettili per pistola sono state inviate da persone non identificate ad altrettanti magistrati di Lamezia Terme. Le buste sono state intercettate nel centro di smistamento postale di Lamezia Terme. I plichi erano indirizzati al procuratore della Repubblica, Raffaele Mazzotta; al sostituto procuratore, Elio Romano, e ad altri magistrati del Tribunale di Lamezia. ... (continua)

Pasquale TripodiScarcerato l’ex assessore Pasquale Tripodi che dichiara “Deluso da Mastella” 08 mar 08 E' stato scarcerato l'ex assessore al Turismo della Regione Calabria, Pasquale Tripodi, dell'Udeur, arrestato il 13 febbraio scorso con l'accusa di associazione mafiosa. La decisione è stata presa dal Tribunale per il riesame di Perugia, che ha accolto la richiesta che era stata presentata dai difensori di Tripodi, gli avvocati Umberto Abate ed Emanuele Genovese ... (continua)

Franco La RupaConclusa l’indagine in cui è indagato La Rupa 08 mar 08 La Dda di Catanzaro ha depositato l'avvio di conclusione delle indagini preliminari dell'inchiesta Omnia sulla cosca Forastefano di Cassano allo Jonio in cui è indagato, per concorso esterno in associazione mafiosa, il consigliere regionale della Calabria Franco La Rupa, dell'Udeur. Nell'inchiesta sono indagate, complessivamente, sessanta persone. Tra loro c'é anche un altro esponente dell'Udeur, Luigi Garofalo, consigliere provinciale di Cosenza. ... (continua)

CoriglianoInchiesta Procal: perquisito dalla Finanza il Comune di Corigliano 08 mar 08 La Guardia di Finanza di Rossano ha effettuato delle perquisizioni negli uffici del settore urbanistico del Comune di Corigliano Calabro nell'ambito dell'inchiesta condotta dal sostituto procuratore della Repubblica di Cosenza, Giuseppe Cozzolino, sul consorzio d'imprese Procal finalizzata ... (continua)

carabinieriAmava la moglie del boss, lupara bianca a Stefanaconi: due arresti 08 mar 08. Freddato con un colpo di pistola alla nuca ed il suo cadavere fatto sparire. Amava la donna sbagliata Michele Penna, di 30 anni, figura emergente della criminalita' vibonese, ed ha pagato col prezzo piu' alto una colpa che nei codici segreti della 'ndrangheta non lascia scampo. Per l'omicidio e l'occultamento del cadavere di Penna i carabinieri... (continua)

poliziaInaugurata a Cosenza la sede del reparto prevenzione crimine “Calabria settentrionale”. Gratteri “Coinvolgere il territorio” 08 mar 08. Inaugurata stamattina a Rende la sede del Reparto prevenzione crimine "Calabria Settentrionale", collocata nei pressi dell'uscita autotradale di Rende-Cosenza Nord, dove gia' sorgeva la sede ... (continua)

Clemente MastellaInchiesta Why Not: chiesta l’archiviazione per Mastella, nessun reato. L’ex ministro “Ora chi mi ripaga?” 08 mar 08 Clemente Mastella esce di scena nell'inchiesta Why Not. La Procura generale di Catanzaro, infatti, ha chiesto l'archiviazione della posizione dell'ex Ministro della Giustizia, iscritto nel registro degli indagati dall'ex titolare dell'inchiesta, il pm Luigi De Magistris. ''Dopo questa richiesta di archiviazione ... (continua)

Panorama di CsoenzaOtto marzo a Cosenza, in piazza a difesa della 194 08 mar 08 Alcune migliaia di persone stanno sfilando da stamane a Cosenza in un corteo indetto dalla Cgil e dalla Rete delle donne in difesa della legge 194 sull'aborto. Ad aprire il corteo è uno striscione con la scritta "Libertà, laicità, autodeterminazione". Alla manifestazione hanno aderito numerose associazioni tra cui il Centro antiviolenza Roberta Lanzino, Emily, Nosside, Fata Morgana e le donne dell'università. ... (continua)

Guido BertolasoBertolaso a Cerzeto consegna al zona industriale della nuova Cavallerizzo 07 mar 08 Il capo della Protezione civile, Guido Bertolaso, ha partecipato a Cerzeto all'inaugurazione del nuovo Polo industriale che era ubicato nella frazione Cavallerizzo, distrutta da una frana nel 2005. "La scelta di fare partire la ricostruzione di Cavallerizzo dalla ripresa del tessuto economico - ha detto Bertolaso - è stata dettata dall'esperienza fatta in Friuli Venezia-Giulia ... (continua)

Umberto De Rose Presidenet Confindustria CalabriaPatto tra Confindustria Calabria e Sicilia contro la criminalità 07 mar 08 "Il tappo è saltato. E' avvenuta sostanzialmente una cosa che può sembrare semplice ma che ha cambiato il quadro siciliano: l'idea che la lotta alla mafia non può essere delegata solo allo Stato, ma deve comportare una assunzione di responsabilità da parte della società meridionale. In questo caso, del mondo imprenditoriale". ... (continua)

auto poliziaA Lamezia consegnati mezzi alle forze dell’ordine acquisiti con denaro dei convegni 07 mar 08 "Spesso sulla sicurezza si fanno tante chiacchiere e si spendono tanti soldi per convegni. Al posto di fare un convegno sulla sicurezza, invece, si è deciso di spendere quei soldi per acquistare le macchine. Le istituzioni calabresi, anziché fare chiacchiere hanno realizzato fatti". Lo ha detto il vice ministro all'Interno, Marco Minniti, nel corso della cerimonia svoltasi stamani a Lamezia Terme per la consegna di una prima tranche di mezzi ... (continua)

Maurizio Massarini Comandante Gdf CosenzaMega truffa da 40 milioni di euro ai danni di UE e Stato scoperta dalla Finanza a Corigliano. Su 18 aziende ne nasce solo una 06 mar 08 Una truffa da 40 milioni di euro con 32 indagati. La più grande truffa mai scoperta in Calabria, secondo la Guardia di Finanza, che per tutta la giornata ha perquisito le sedi e gli stabilimenti delle aziende dell'area industriale di Corigliano Calabro, in provincia di Cosenza, facenti capo al consorzio ... (continua)

I funerali della ragazzaMorta 23enne dopo ricovero: i funerali. La casa di cura pronta a collaborare 06 mar 08. "La magistratura deve fare chiarezza sulle responsabilità legate alla morte di Angela Scibilia". Lo ha detto il parroco di Seminara, don Ermenegildo Albanese, ai funerali della ragazza al secondo mese di gravidanza per la morte della quale sono indagati cinque medici della casa . ... (continua)

Padre FedelePadre Fedele in Tv a Mattina5 “Non aspettavo i 70 anni per stuprare una suora. Sono innocente” 06 mar 08 "Sono missionario da 26 anni, ho girato il mondo; non aspettavo i 70 anni per stuprare, una suora, poi, quando mi sono passate davanti migliaia e migliaia di persone avvenenti...mi sembra una barzelletta". Lo ha detto Padre Fedele Bisceglie, intervistato in esclusiva a "Mattino cinque", da Barbara D'Urso e Claudio Brachino ... (continua)

 

Donna minaccia di suicidarsi a Catanzaro, salvata dai CC

06 mar 08 Una donna, G.M., di 49 anni, operaia, che minacciava di suicidarsi gettandosi a Catanzaro da una finestra dell'edificio in cui ha sede l'Amministrazione provinciale, e' stata convinta a desistere dai carabinieri. La donna, dopo essersi introdotta nell'edificio, e' salita fino al secondo piano ed e' entrata in un ufficio con l'intenzione di suicidarsi gettandosi dalla finestra. Prima ha pero' chiamato il 113 per avvertire la Polizia delle sue intenzioni. La segnalazione e' stata girata ai carabinieri della Compagnia, che sono giunti sul posto ed insieme al responsabile dell'impresa che ha in appalto i lavori di pulizia nell'edificio della Provincia, Francesco Tedesco, sono riusciti a convincere la donna a non suicidarsi. G.M. e' stata portata successivamente in una casa di cura specializzata nella cura delle malattie psichiatriche.

Ospedale23enne morta dopo ricovero, avvisi di garanzia per 5 medici. I parenti chiedono giustizia. La Regione apre un indagine 05 mar 08 Ci sono cinque medici indagati per la morte di Angela Scibilia, la giovane di 23 anni al secondo mese di gravidanza morta lunedi' scorso nell'ospedale di Polistena (Reggio Calabria). I medici lavorano a Villa Elisa, la casa di cura di Cinquefrondi in cui Angela Scibilia e' stata ricoverata per alcuni giorni prima di essere trasferita nell'ospedale di Polistena ... (continua)

FinanzaMaxi truffa alla UE per la produzione dell’olio: 21 arresti tra Calabria e Puglia 05 mar 08 Olive inesistenti, olio mai prodotto ma venduto prima all'ingrosso e poi al dettaglio. Andava dal produttore fino al venditore ambulante la rete di una maxitruffa all'Agea per gli aiuti comunitari da 6,5 milioni di euro, che aveva come centro operativo la provincia di Bari e in particolare Andria ma che coinvolgeva anche le province di Lecce, Brindisi e Cosenza. L'inchiesta condotta da militari della Guardia di finanza del Comando provinciale di Bari e coordinata dalla Procura di Trani ha portato... (continua)

Palazzo NiedduProcesso Fortugno: Il calciatore ucciso incontrò il fratello di Fortugno. Probabile collegamento tra i due omicidi 05 mar 08 E' cominciata con la deposizione di un sottufficiale dei carabinieri, Giuseppe Lucà, in servizio al Comando provinciale di Reggio Calabria, l'udienza del processo per l'omicidio del vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria, Francesco Fortugno, ucciso a Locri il 16 ottobre del 2005. Lucà è uno dei testi citati dalla pubblica accusa. Il sottufficiale ha illustrato il monitoraggio che è stato effettuato il giorno dell'omicidio di Fortugno delle telefonate fatte con cellulari ... (continua)

PoliziaEpisodio di bullismo a Palmi: sequestrano e seviziano un minore, tre arresti. Tra loro figlio di un sindaco 05 mar 03. Tre giovani sono stati arrestati dalla Polizia a Palmi con l'accusa di avere sequestrato e sottoposto a sevizie un minore. La vittima delle violenze, secondo quanto è emerso dalle indagini svolte dal Commissariato di Palmi in collaborazione con la Squadra mobile di Reggio Calabria, sarebbe entrato in contrasto con gli arrestati perché si era opposto alle attenzioni di uno di loro nei confronti di una sua compagna di scuola... (continua)

PoliziaSgominata banda che riciclava auto rubate e riciclate tra Lazio, Calabria e Sicilia: tra gli arrestati due investigatori 05 mar 08. Ci sono anche un maresciallo dei carabinieri in servizio a Roma, Fabrizio Magi, 44 anni, originario di Catania; e un militare della Guardia di finanza di Palermo, Salvatore Barcellona, 37 anni, tra gli arrestati dell'operazione della Procura etnea che ha sgominato una banda accusata di essere specializzata nel furto e nel 'riciclaggio' di auto a noleggio rubate nel Lazio e rivendute in Sicilia e in Calabria. Tra gli indagati c'é anche un altro esponente delle forze dell'ordine: il maresciallo delle Fiamme gialle ... (continua)

Giovane arrestato per aver ridotto in schiavitù la madre

05 mar 08. II carabinieri hanno arrestato a Maida un giovane, Antonio Lamanna, di 23 anni, con l'accusa di avere tenuto segregata in casa la madre sottoponendola a violenze e sevizie. A Lamanna viene contestato il reato di riduzione in schiavitu'. La segregazione della donna, secondo quanto e' emerso dalle indagini dei carabinieri, era cominciata nello scorso mese di settembre. Alla madre del giovane, a causa delle sevizie subite, sono state riscontrate ferite e contusioni in tutto il corpo ed un trauma cranico. La vicenda e' stata scoperta grazie alla segnalazione fatta ai carabinieri da alcuni vicini di casa di Lamanna.

Scippatore arrestato a Rossano

05 mar 08 La polizia ha arrestato L. C., 25 anni, di Rossano con l'accusa di furto. Il giovane ha strattonato un'anziana in una via principale della città e le ha portato via la borsa. Immediatamente sono intervenute due volanti della Polizia, che hanno soccorso la vittima e acciuffato a poca distanza il giovane con ancora tra le mani la borsa. L'anziana è stata medicata dal personale dell'ambulanza, mentre il 25enne è stato arrestato e trasferito nel carcere di Rossano, dove resterà a disposizione dell'Autorità giudiziaria competente.

Nuovo programma dei voli dell’Alitalia da Lamezia

05 mar 08 "Sono certo che da questa nuova sensibilità dimostrata da Alitalia nascerà una grande collaborazione. Mi auguro che da oggi inizi un nuovo corso per il nostro scalo". Lo ha affermato Eugenio Ripepe, presidente della Sacal, la società che gestisce lo scalo aeroportuale di Lamezia Terme, nel corso della conferenza stampa di presentazione del nuovo network di Alitalia che "collegherà Lamezia Terme al resto del mondo". Presente alla conferenza stampa anche Maurizio Pace, direttore vendite Italia dell'Alitalia, che ha parlato di "un'offerta di forte discontinuità con il passato. Alitalia - ha aggiunto - è un vettore internazionale da e per l'Italia che collega l'Italia al mondo. La presenza di Alitalia in Calabria non è mai mancata, nemmeno nei momenti più difficili. La continuità della presenza - ha concluso - è stata sempre salvaguardata". La ridefinizione del Network Alitalia per la Summer 2008 permetterà di rispondere in maniera significativa alle esigenze della clientela Alitalia e, nello specifico, dei passeggeri in partenza dall'aeroporto di Lamezia Terme. Da Lamezia Terme Alitalia opererà 48 frequenze settimanali per volare su Roma e Milano Linate. Nello specifico l'aeroporto di Lamezia Terme sarà collegato come segue: 1. Cinque collegamenti per Roma dal lunedì al sabato (4 la domenica) con orari ancora più comodi (dalle 6.40 alle 19.05) per facilitare al massimo i viaggi di affari in giornata. Per volare da Roma a Lamezia Terme sempre 5 collegamenti giornalieri (ad esclusione della domenica con 4 voli) dalle 7.20 alle 20.40. 2. aumentano da 1 a 2 i collegamenti giornalieri per Milano Linate con partenze da Lamezia Terme per Linate alle 13.20 e 22.35, mentre da Linate per Lamezia Terme si partirà alle 10.50 e 20.15. 3. 1 volo giornaliero per Milano Malpensa operato da Volareweb 3 4. Possibilità di proseguire da Roma verso altre 23 destinazioni Nazionali, 30 Europee, 5 in Nord Africa, 5 in Medio Oriente, 7 in Nord America, 3 in Centro-Sud America, 2 in Giappone, 2 in Africa. 5. Due nuove destinazioni Alitalia raggiungibili via Roma: Los Angeles e Cagliari. Un nuovo approccio di marketing che recupera lo storico legame di Alitalia con l'Italia Il posizionamento di Alitalia nel mercato conta anche sul rilancio del brand Alitalia che avviene attraverso una serie di azioni. In Italia, quelle principali sono: 1. campagna pubblicitaria nazionale e regionale, finalizzata ad informare la clientela della Calabria circa le caratteristiche del network Alitalia; 2. diffusione delle nuove immagini che completano il brand design system di Alitalia, focalizzate sul tricolore; 3. rilancio del programma Millemiglia che dal 1 gennaio si presenta con una nuova edizione più vantaggiosa per i grandi volatori, confermando il suo posizionamento di "programma più generoso". Nel Mondo, le azioni principali sono: 1. campagne pubblicitarie nei principali paesi serviti da Alitalia mirate a promuovere l'offerta di voli per Roma e le numerose connessioni con il resto d'Italia, tra cui Lamezia Terme e la Calabria; 2. conferenze stampa all'estero sul nuovo network; 3. ampliamento di accordi commerciali con mercati esteri.

Due discariche abusive sequestrate a Castrolibero

05 mar 08 Due discariche abusive sono state scoperte e sequestrate a Castrolibero dal comando provinciale del Corpo forestale dello Stato di Cosenza. All'interno delle due aree sono stati trovati rifiuti speciali, pericolosi e non miscelati tra loro tra i quali materiale edile di risulta, lastre di eternit, elettrodomestici, pneumatici e materiale plastico e ferroso. Il sequestro rientra all'interno di un servizio di controllo mirato alla prevenzione e repressione del fenomeno dell' abusivismo che ha portato in questi giorni al sequestro di cinque aree adibite a discarica abusiva.

5 arresti per phishing su internet

05 mar 08 Cinque ordinanze di custodia cautelare a seguito di indagini svolte in Abruzzo, Calabria e Umbria: è il bilancio di un'operazione condotta dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni di Pescara in relazione a reati di phishing, la tecnica che consente, spesso tramite e-mail contraffatte, di acquisire informazioni personali o riservate, prevalentemente codici per accedere a correnti bancarie quindi attuare truffe.

 

Un ospedaleAncora un caso di malasanità in Calabria: 23enne muore dopo ricovero in clinica 04 mar 08 - Una ragazza di 23 anni, incinta di due mesi, è morta nella serata di ieri nell'ospedale di Polistena dove era stata trasferita domenica sera, in stato di coma, dalla clinica Villa Elisa di Cinquefrondi. I familiari hanno presentato una querela ai carabinieri di Cinquefrondi che hanno già provveduto a sequestrare la cartella clinica. ... (continua)

CarabinieriFacevano prostituire tredicenne per pochi spiccioli: arrestate madre e zia a Botricello 04 mar 08 - A soli 13 anni veniva venduta per incontri sessuali dalla madre e dalla zia, in cambio di pochi euro. Una storia drammatica, maturata tra le mura domestiche di un piccolo comune del catanzarese, Botricello, dove vivevano sotto lo stesso tetto la vittima e le carnefici, in una condizione intrisa di ignoranza e miseria. Sono stati i carabinieri della locale stazione ... (continua)

Federica MonteleoneOmissioni nell’inchiesta sulla morte di Federica Monteleone. L'inchiesta va a Salerno 04 mar 08 Passa alla Procura della Repubblica di Salerno, competente a indagare sui magistrati del distretto di Corte d'Appello di Catanzaro, l'inchiesta sulla morte di Federica Monteleone, la sedicenne di Vibo Valentia entrata in coma mentre veniva sottoposta ad un intervento di appendicite e morta dopo una settima di coma all'ospedale di Cosenza. ... (continua)

Padre FedelePadre Fedele: Mons. Nunnari e Agostino tra i testimoni del processo. Archiviata accusa di violenza su africana 04 mar 08 Il Tribunale di Cosenza ha archiviato la posizione di padre Fedele Bisceglia relativamente all' accusa d'avere violentato e addirittura ingravidato una giovane africana ospite dell'Oasi francescana. Padre Fedele, tuttora coinvolto in un'altra inchiesta giudiziaria per i presunti abusi subiti da una suora ospite della struttura d'accoglienza da lui fondata, doveva ... (continua)

FinanzaTratta di prostitute a Montegiordano: due romeni arrestati 04 mar 08 Tratta di persone e furto aggravato queste le accuse ipotizzate a carico di due rumeni, arrestati dagli uomini della tenenza della Guardia di Finanza di Montegiordano in provincia di Cosenza. Nel corso di controlli svolti lungo il tratto della strada statale, i finanzieri hanno proceduto al controllo di un'autovettura diretta nel crotonese e proveniente da Pescara. L'auto e' stata fermata all'altezza del comune di Montegiordano, con a bordo tre cittadini di nazionalita' rumena.... (continua)

San LucaLa DDA sequestra il tesoro delle cosche a San Luca. Sigillati 150 mln di euro di beni 04 mar 03 - Le cosche di San Luca, impegnate dal 1991 in una sanguinosa faida culminata con i sei morti della strage di Ferragosto a Duisburg, in Germania, esercitavano il loro controllo sul paese non solo con la violenza e le minacce, ma anche con il possesso fisico del centro pre-aspromontano avendo la proprieta' di numerosi edifici, appartamenti, terreni e negozi. ... (continua)

AutoIn aumento le immatricolazioni d’auto in Calabria (+1,9%). Oltre 60 mln spesi per le revisioni (04 mar 08) Nel 2007, in Calabria, sono state immatricolate 52.498 autovetture con una crescita dell'1,9% rispetto al 2006. E' quanto emerge da un'analisi di CarNext sull'andamento del mercato automobilistico in Calabria. "Come è avvenuto per il mercato... (continua)

Assoluzione per gli imputati del processo Toghe Lucane

04 mar 08 L'assoluzione da parte del Tribunale di Potenza di undici imputati accusati di abuso d'ufficio - fra i quali il Sottosegretario allo Sviluppo Economico, Filippo Bubbico, e il governatore della Basilicata, Vito De Filippo (entrambi del Pd) - ha ''sistemato'', per ora, una tessera del mosaico rappresentato dall'inchiesta cosiddetta ''toghe lucane'' del pm di Catanzaro, Luigi De Magistris, che ipotizzo' l'esistenza di un ''comitato di affari'' operante in Basilicata. L'accusa di abuso d'ufficio si riferiva alla rimozione del direttore generale dell'Asl di Venosa (Potenza), Giuseppe Panio, per sostituirlo con Giancarlo Vainieri, secondo l'accusa politicamente vicino a Bubbico, allora (fra 2000 e 2001) Presidente della Regione. Panio denuncio' e comincio' un'inchiesta: il pm di Potenza, Felicia Genovese, chiese l'archiviazione del fascicolo, rigettata dal gip, Alberto Iannuzzi, che ordino' la formulazione coatta dell'imputazione di abuso d'ufficio e trasmise anche gli atti a Catanzaro. Panio, infatti, ipotizzo' un collegamento fra la richiesta di archiviazione e la nomina del marito di Genovese, Michele Cannizzaro, a direttore generale dell'ospedale di Potenza. Genovese fini' indagata dalla Procura di Catanzaro e fu trasferita dal Consiglio Superiore della Magistratura a Roma, mentre Cannizzaro di dimise dall'incarico. Oltre a Bubbico e De Filippo, il Tribunale, dopo cinque ore di camera di consiglio, ha assolto gli altri componenti della Giunta regionale lucana in carica fra 2000 e 2001, lo stesso Vainieri e due funzionari dell'Asl di Venosa. Per tutti gli imputati il pm aveva chiesto la condanna a pene variabili fra un anno e otto mesi e nove mesi di reclusione.

Borseggiatore con i suoi complici arrestato a Paola

04 mar 08 Tre persone, Daniele Minervino, di 28 anni; Eugenio Logatto, di 20, e Giuseppe Caruso di 32, sono stati arrestati a Paola per furto dalla polizia. Gli agenti, giunti in un ristorante della citta' dopo una segnalazione giunta al 113, hanno appurato che Minervino, impegnato come operaio nella ristrutturazione del locale, aveva rubato il portafogli, contenente 670 euro, dalla borsa di un'impiegata del locale. Secondo quanto emerso dalle indagini svolte Minervino aveva agito in concorso con Logatto e Caruso con i quali avrebbe dovuto dividere la somma. Sia la somma di 500 euro in possesso di Minervino che la parte rimanente sono state recuperate e sequestrate dalla polizia.

L’ex PM della DDA di Catanzaro, D’Agostino assolto dalle accuse di peculato

04 mar 08 La Corte d'Appello di Salerno ha assolto l'ex pm della Dda di Catanzaro, Luciano D'Agostino, da tutte le accuse di peculato (erano otto) formulate nei suoi confronti dalla Procura della Repubblica di Salerno, nell'ambito di un procedimento che aveva avuto inizio dopo un esposto inviato dalla Procura di Catanzaro. Lo ha reso noto uno dei difensori di D'Agostino, l'avv. Francesco Gambardella. Nell'esposto, ricorda Gambardella, si segnalava come D'Agostino, nella sua qualità di magistrato presso la Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, "avesse arbitrariamente dato incarichi di trascrizione di conversazioni telefoniche ed ambientali, in termini di monopolio, ad una ben individuata ditta". "Da qui - prosegue l'avvocato - l'esercizio dell'azione penale contro il magistrato della Dda di Catanzaro, che ha portato ad una prima affermazione di responsabilità, oggi ribaltata dal giudizio della Corte di appello di Salerno". La richiesta della condanna era stata formalizzata nel corso dell'udienza del 25 febbraio 2008 dal procuratore generale presso la Corte d'appello di Salerno, mentre i difensori di D'Agostino, Gambardella, del foro di Lamezia Terme, e Marzia Ferraioli, del Foro di Salerno, avevano discusso sostenendo che la condotta del magistrato non poteva costituire reato. Dopo otto giorni la sentenza della Corte che ha assolto D'Agostino dalle gravi ipotesi di accusa a lui contestate. "Per il magistrato - conclude Gambardella - rimane la residuale pendenza per il reato di tentato abuso d'ufficio che riguarda una vicenda connessa a quella attuale (ben più grave e ponderosa)"

Finanziamenti illeciti per impresa su carta, due arresti a Vibo

04 mar 08 Un imprenditore ed un consulente sono stati arrestati dalla guardia di finanza di Vibo per una illecita percezione di finanziamenti pubblici per circa tre milioni e mezzo di euro in esecuzione di provvedimenti cautelari emessi dal gip del Tribunale fiorentino, Rosario Lupo. Gli arrestati sono Matteo Cambi, di 59 anni, di Firenze, rappresentante legale della Eurococco sas, impresa beneficiaria dei contributi, e un consulente vibonese di 42 anni, Marco Mercatante. La finanza ha anche eseguito numerose perquisizioni a Vibo Valentia, Firenze, Milano ed Arezzo. L'inchiesta, denominata "Fibra", è iniziata nel febbraio dello scorso anno quando i finanzieri vibonesi individuarono un'impresa operante nel settore dell'isolamento e della coibentazione termoacustica mediante lavorazione di fibra di cocco, che inizialmente aveva chiesto un finanziamento per la costruzione di uno stabilimento nella frazione di Porto Salvo per poi "trasferire" l'impianto, ancora "sulla carta", nella zona industriale di Lamezia Terme (Catanzaro). I finanzieri, insospettiti dall'improvviso cambiamento di programma e dal coinvolgimento di un imprenditore cui facevano capo numerose società anche all'estero, quasi tutte in liquidazione o cessate, hanno avviato le indagini sotto il coordinamento, inizialmente, della Procura di Vibo Valentia e successivamente, per competenza territoriale, della Procura di Firenze e del pm Luca Turco. Dopo pochi mesi di indagine, i finanzieri hanno denunciato tre persone per truffa aggravata ai danni della Comunità europea e dello Stato per avere indotto in errore il ministero delle Attività produttive, che aveva ammesso la società ad un finanziamento agevolato per oltre tre milioni e 300 mila euro, di cui aveva erogato oltre il 90%. Le fiamme gialle avevano scoperto scoperto un cospicuo "giro" di fatture per operazioni inesistenti, ammontanti ad oltre due milioni di euro, attraverso numerose e differenti società, sia nazionali che estere, tutte facenti capo al rappresentante legale della società beneficiaria del finanziamento. Inoltre gli investigatori avevano trovato atti e documenti utilizzati e/o creati per fornire false informazioni al Ministero. Sulla base degli elementi raccolti, il pm di Firenze ha chiesto adesso l'emissione delle ordinanze concesse dal Gip.

Sequestrati 624 mila calzini al porto di Gioia

04 mar 08 Oltre 624 mila calzini di cotone per un valore di circa 100 mila euro, risultati sottofatturati, sono stati sequestrati nel Porto di Gioia Tauro dai funzionari dell'ufficio delle Dogane che hanno agito in collaborazione con i militari della Guardia di finanza. La merce sottoposta a sequestro era stipata in un contenitore proveniente dalla Cina e destinato al mercato italiano. n un'altra operazione sono state sequestrate 8.220 paia di scarpe contraffatte, recanti il logo Nike, per un valore di mercato pari a 128 mila euro. Le calzature, provenienti dalla Cina, erano destinate in Grecia.

Pastore arrestato mentre appicca il fuoco per pascolo a Fiumefreddo

04 mar 08. Un pastore P.P., di 25 anni, e' stato arrestato a Fiumefreddo Bruzio dagli agenti del Comando provinciale del Corpo forestale dello Stato di Cosenza con l'accusa di incendio boschivo. Il giovane e' stato bloccato dagli agenti, attirati dal fumo denso che proveniva dalla zona, mentre era intento ad appiccare il fuoco in piu' punti di un terreno adibito a pascolo.

Rifiuta l’identificazione e ferisce CC, uomo arrestato a Bisignano

04 mar 08 Un cittadino rumeno di 26 anni, senza fissa dimora, è stato arrestato dai carabinieri a Bisignano con l'accusa di resistenza, minaccia aggravata e lesioni nei confronti di un pubblico ufficiale. Il giovane, nel corso di un controllo all'interno di un esercizio pubblico, ha rivolto frasi minacciose nei confronti dei militari ponendo resistenza allo scopo impedire la sua identificazione e il successivo accompagnamento negli uffici dell'Arma. Nella circostanza un carabinieri ha riportato lesioni giudicate guaribili in cinque giorni.

Accordo per lo sbocco ai prodotti dei detenuti

04 mar 08 E' stato presentato nel carcere di Rossano, il progetto ''Il carcere che lavora'' cofinanziato dalla Regione. L'iniziativa intende offrire al detenuto, attraverso il contributo degli Enti locali e delle categorie produttive, strumenti professionali validi sul mercato del lavoro. Nel corso della manifestazione e' stato firmato a tal proposito il Protocollo d'intesa tra la Regione, il Provveditorato regionale dell'Amministrazione penitenziaria e le associazioni di categoria. Le parti in causa intendono garantire la competitivita' al prodotto finito creando spazi di commercializzazione e reti di distribuzione per il prodotto carcerario. In questa occasione e' stato inaugurato il Laboratorio di Ceramiche e l'impianto floricolo ''Il giardino di Proserpina'' alla presenza di diverse autorita' civili e militari. Nel carcere esiste gia' da qualche mese anche una falegnameria, il cui prodotto sara' messo sul mercato grazie alla Provincia di Cosenza che acquistera' gli arredi per le scuole.

 

CatanzaroSi costituisce l’uomo che ha investito un bimbo, ora in fin di vita, a Catanzaro 03 mar 08 Un uomo, di cui non e' stata resa nota l'identita', si e' presentato oggi ai carabinieri della Compagnia di Catanzaro ammettendo di essere l'investitore di un bambino di nove anni che si trova ricoverato in stato di coma farmacologico nel reparto di rianimazione dell'ospedale del capoluogo calabrese.. ... (continua)

Palazzo dei BruziI Comuni di Cosenza e Vibo tra quelli con il massimo assenteismo in Italia. La Regione Calabria è virtuosa 03 mar 08 Il Comune di Vibo Valentia, con un totale di 32,4 giorni medi di assenza per ciascun dipendente, occupa il quinto posto della graduatoria dell'assenteismo negli enti locali pubblicata oggi dal Sole-24 Ore. Rispetto al 2005, secondo il quotidiano economico, il Comune di Vibo ... (continua)

Nicola CalipariLa salma di Nicola Calipari tumulata nella tomba di famiglia 03 mar 08 Un picchetto d'onore interforze, i massimi vertici delle Forze armate e delle forse di polizia ed autorevoli esponenti di governo, dal ministro della Difesa, Arturo Parisi, all'allora sottosegretario alla Presidenza del consiglio Gianni Letta, ma anche molti amici e gente comune, hanno reso omaggio oggi, a tre anni dalla sua uccisione in Iraq, a Nicola Calipari ... (continua)

RifiutiUn disastro la raccolta differenziata in Calabria. Si salva solo Cosenza 03 mar 08 Elevati consumi di energia elettrica per usi domestici, raccolta differenziata in grave ritardo e consumi elettrici tra i più alti in Italia. Questa la situazione di Reggio Calabria che emerge dal Rapporto ecosistema urbano di Legambiente, reso noto in occasione della sosta nella stazione centrale cittadina del Treno Verde di Legambiente. "Secondo le stime ... (continua)

 

Incidente stradale sulla 106 crotonese: un morto

03 mar 08 Un pensionato, Luigino Rubino, di 81 anni, è morto in un incidente stradale accaduto ad Isola Capo Rizzuto lungo la provinciale che collega la statale jonica 106 alla frazione Le Castella. Rubino era alla guida di un motocarro scontratosi, per cause in corso d'accertamento, con un'automobile condotta da un giovane di 22 anni che ha riportato un trauma cranico ed è stato ricoverato nell'ospedale di Crotone. I rilievi sul luogo dell'incidente sono stati fatti dai carabinieri di Isola Capo Rizzuto.

Arrestato a Praia un latitante della camorra

03 mar 08 In manette il latitante Ciro Piccolo, elemento di spicco del clan camorristico Sarno, attivo nel quartiere napoletano Ponticelli. L'uomo, 26 anni detto 'o schizzariello', è stato arrestato dai carabinieti del Nucleo investigativo del Gruppo di Castello di Cisterna ieri sera in una nota località balneare calabrese. Piccolo era all'interno di un ristorante mentre cenava con la moglie e la figlia. Latitante dal febbraio 2007 era colpito da un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Napoli su richiesta del pm della locale Direzione Distrettuale Antimafia. L'uomo era stato coinvolto nell'operazione denominata 'Scacco' che aveva portato all'arresto di 70 affiliati ai clan Sarno e Panico, gruppi criminali in contrapposizione armata per il predominio dei traffici illeciti nei comuni di Somma Vesuviana e Sant'Anastasia nell'hinterland napoletano. Ricercato per omicidi, droga ed estorsioni Piccolo è stato rintracciato a Praia a Mare (Cosenza) verso le 23 di ieri sera. L'uomo è ritenuto responsabile, in concorso con altri affiliati al clan Sarno, di associazione per delinquere di tipo mafioso finalizzata a omicidi, tentati omicidi, estorsioni, violazione della legge sulle armi e traffico di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti. L'uomo è stato condotto presso la Casa circondariale di Napoli Poggioreale.

Venerdì l’udienza di riesame per l’ex assessore Tripodi

03 mar 08 E' stata fissata per venerdì prossimo, 7 marzo, l'udienza del Tribunale del riesame di Perugia per decidere sul ricorso presentato per chiedere la revoca dell'arresto dell'ex assessore al Turismo della Regione Calabria, Pasquale Tripodi. Tripodi è stato arrestato il 13 febbraio scorso con l'accusa di associazione mafiosa nell'ambito di un'inchiesta condotta dalla Dda di Perugia. Secondo l'accusa, l'ex assessore sarebbe stato coinvolto egli affari di un sodalizio criminoso ritenuto dagli investigatori collegato al clan camorristico dei Casalesi ed alla cosca della 'ndrangheta Morabito-Palamara-Bruzzaniti. Sempre secondo l'accusa, i componenti del sodalizio criminoso si sarebbero infiltrati in alcune società costituite in Umbria per tentare di accaparrarsi appalti sia in Umbria che in Calabria. I difensori di Tripodi, Umberto Abate ed Emanuele Genovese, hanno motivato la richiesta di revoca della misura cautelare per Tripodi con l'insussistenza dei gravi indizi di colpevolezza.

Fabio Costantini nuovo commissario della Provincia di Catanzaro

03 mar 08 Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha nominato con proprio decreto Fabio Costantini commissario straordinario per la gestione della Provincia di Catanzaro, in sostituzione di Luigi Rossi, che era stato nominato commissario straordinario dopo lo scioglimento dell'assemblea. Lo rende noto la Provincia in un comunicato. Lo scioglimento è stato determinato dalle dimissioni del presidente Michele Traversa, che si candiderà alle elezioni politiche. Costantinti ha retto in passato le prefetture di Foggia e Novara.

Un museo per combattere la ndrangheta a Reggio

03 mar 08 Un ''Museo della 'ndrangheta'' allo scopo di combattere il fenomeno criminale più grave del nostro tempo attraverso la cultura e la conoscenza. L'iniziativa, promossa dalla Provincia e dal Comune di Reggio Calabria, dalla facoltà di Lettere e filosofia dell'Università della Calabria e dall'associazione Antigone, è stata presentata nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella sede del Consiglio regionale della Calabria. Il presidente del comitato scientifico promotore del progetto, prof. Lombardi-Satriani, nel presentare l'iniziativa, ha detto che "occorre pensare al fenomeno 'ndranghetistico, come uno scandalo permanente, ovvero parlarne sempre, non metterla nel dimenticatoio. Il museo deve essere un luogo espositivo degli orrori, per non dimenticare''. L'assessore della Regione Calabria Demetrio Naccari Carlizzi, intervenendo alla presentazione del progetto, ha detto che 'idea di un museo sulla 'ndrangheta è estremamente positiva perché possiede un approccio al problema estremamente diverso". Il messaggio che si vuole lanciare col progetto del Museo della 'ndrangheta'', è stato detto nel corso della conferenza stampa, è collegato strettamente "a quella mentalità del cambiamento più volte enunciata ma attuata solo parzialmente. La 'ndrangheta - hanno sostenuto i promotori dell'iniziativa - é una questione nostra e solo attraverso la cultura si può ottenere una bonifica della realtà e l'estirpazione del fenomeno mafioso".

Carico di bionde proveniente dalla Cina sequestrate a Gioia

03 mar 08 I funzionari dell'Ufficio delle Dogane di Gioia Tauro, con la collaborazione dei militari della Guardia di Finanza, hanno sequestrato 8.830 chilogrammi di tabacco lavorato estero di contrabbando, per un valore commerciale di quasi un milione e mezzo di euro. Le sigarette, marca Marlboro e destinate al mercato italiano, erano nascoste dietro un carico di 3.000 bottiglie di plastica in un container, proveniente da Chiwan (Cina). Il responsabile è stato denunciato alla magistratura.

 

PoliziaCosentino arrestato a Bologna per aver perseguitato e maltrattato la fidanzata 02 mar 08 - Ha picchiato, minacciato di morte e perseguitato la ragazza che voleva lasciarlo, ma e' stato arrestato per violenza privata e continuata. L'epilogo della storia tra due fidanzati di Cosenza che vivono a Bologna in case separate - lei di 27 anni, lui di 29 - e' avvenuto alle 4,30 e proprio in questura dove la ragazza, esasperata dalle ultime minacce, si era recata in piena notte per denunciare il compagno. ... (continua)

Carabinieri di RendeMini bulli a Rende: minorenne arrestato e due denunciati 02 mar 08 - Hanno rapinato, in due distinti episodi, dei loro coetanei: per questo un minorenne e' stato arrestato ed altri due sono stati denunciati in stato di liberta' dai carabinieri di Rende. I due episodi sono accaduti nelle vicinanze del centro commerciale Metropolis, a distanza di poche ore l'uno dall'altro. Verso le 20 di ieri, N.F., di 15 anni, di Cosenza, studente, e' stato bloccato ed arrestato per rapina in flagranza... (continua)

ViboIdentificato il presunto investitore di Vibo, è un commerciante di Cosenza (1 mar 08) E' stato identificato dagli agenti della Polizia stradale il presunto investitore di Paolino Griffo, di 51 anni, il pedone travolto e ucciso nella serata di ieri sulla strada che collega Vibo Valentia e Sant'Onofrio. ... (continua)

Cinque arresti per narcotraffico tra Reggio, Pistoia e il Perù. Bloccati 40 Kg di coca (01 mar 08) La Polizia ha arrestato a Montecatini Terme (Pistoia) due persone, presunte affiliate ad una cosca della Locride della ndrangheta, con l'accusa di traffico ... (continua)

La strage di DuisburgSarebbe Giuseppe Nirta il secondo killer della strage di Duisburg. Nell’auto dei killer tracce del suo DNA (01 mar 08) Secondo la polizia tedesca il latitante Giuseppe Nirta sarebbe il presunto secondo killer dei sei giovani italiani di origine calabrese uccisi lo scorso Ferragosto davanti la pizzeria "Da Bruno" ... (continua)

LocriCorteo contro le mafie a Locri (01 mar 08) Sono stati tanti i giovani, provenienti da molti centri della Calabria e da altre regioni, che hanno partecipato al corteo ''contro la 'ndrangheta e le massonerie deviate'' che ha sfilato lungo ... (continua)

Archivio 2008

Per le notizie di Gennaio premi qui | Febbraio premi qui |

Archivio 2007

Per le notizie di Gennaio premi qui | Febbraio premi qui | Marzo premi qui | Aprile premi qui | Maggio premi qui | Giugno premi qui | Luglio premi qui | Agosto premi qui | Settembre premi qui | Ottobre premi qui | Novembre premi qui | Dicembre premi qui |

2006

Per le notizie di Dicembre premi qui | Novembre premi qui | Ottobre premi qui | Settembre premi qui | Agosto premi qui | Luglio premi qui | Giugno premi qui | Maggio premi qui | Aprile premi qui | Marzo premi qui | Febbraio premi qui | da 13 al 31 Gennaio premi qui

2005

Per le notizie dal 22 dicembre al 12 gennaio premi qui | dal 25 novembre al 21 dicembre premi qui | dal 7 al 24 novembre premi qui | dal 15 ottobre al 6 novembre premi qui | dal 23 settembre al 14 ottobre premi qui | dal 23 agosto al 22 settembre premi qui | dal 1 al 24 agosto premi qui | dal 11 al 31 luglio premi qui | dal 24 giugno al 10 luglio premi qui | dal 18 maggio al 5 giugno premi qui | dal 18 maggio al 5 giugno premi qui | dal 28 aprile al 17 maggio premi qui | dal 15 al 27 aprile premi qui | dal 1 al 15 aprile premi qui | dal 16 al 31 marzo premi qui | dal 22 febbraio al 15 marzo premi qui | dal 9 al 21 febbraio premi qui | dal 27/1 al 8 febbraio premi qui | dal 18 al 26 gennaio premi qui | dal 30/12 al 17 gennaio premi qui

2004

Notizie dal 18 al 29 dicembre premi qui | dal 30 movembre al 17 dicembre premi qui | dal 18 al 29 novembre premi qui | dal 10 al 17 novembre premi qui | dal 28 ottobre al 9 novembre premi qui | dal 19 al 27 ottobre premi qui | dal 10 al 18 ottobre premi qui | dal 2 al 9 ottobre premi qui | dal 29/9 al 1 ottobre premi qui | dal 14 al 28 settembre premi qui | dal 19 al 26 settembre premi qui | dal 5 al 13 settembre premi qui, dal 31 agosto al 4 settembre premi qui, dal 23 al 30 agosto premi qui, dal 12 al 22 agosto premi qui, dal 27 luglio al 11 agosto premi qui, dal 19 al 26 luglio premi qui, dal 10 al 18 luglio premi qui, dal 6 al 9 luglio premi qui, dal 2 al 5 luglio premi qui, dal 29 giugno al 1 luglio premi qui, dal 24 al 28 giugno premi qui, dal 20 al 23 giugno premi qui, dal 11 al 19 giugno premi qui, dal 6 al 10 giugno premi qui, dal 1 al 5 giugno premi qui, dal 28 al 31 maggio premi qui, dal 23 al 27 maggio premi qui, dal 18 al 22 maggio premi qui, dal 13 al 17 maggio premi qui, dal 8 al 13 maggio premi qui, dal 3 al 7 maggio premi qui, dal 28 aprile al 2 maggio premi qui, dal 24 al 28 aprile premi qui, dal 18 al 23 aprile premi qui, dal 10 al 17 aprile premi qui, dal 5 al 9 aprile premi qui, dal 31 marzo al 4 aprile premi qui, dal 24 al 30 marzo premi qui, dal 19 al 23 marzo premi qui, dal 12 al 18 marzo premi qui, dal 8 al 11 marzo premi qui, dal 1 al 7 marzo premi qui Per le notizie di febbraio premi qui

Home . Cronaca . Università . Sport . Politica . Link . Cultura . Spettacoli . Calcio . Forum . Meteo .

Copyright © 2005 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Reg. Trib. CS n.713 del 28/01/2004
Tutti i dati e le immagini presenti sul sito sono tutelati dalla legge sul copyright
Il loro uso e' consentito soltanto previa autorizzazione scritta dell'editore

ShinyStat

Per una migliore visualizzazione del portale si consiglia uan risoluzione di 800x600 punti