HOME, Torna alla pagina Indice
Citta' di Cosenza , Torna alla pagina Indice
Dir.resp. Pippo Gatto
Home . Cronaca . Università . Sport . Politica . Link . Cultura . Spettacoli . Calcio . Forum . Meteo .
Hinterland
 Rende
 Castrolibero
 Castiglione
 Servizi on Line
 Segnala i problemi 
 Famacie di Turno 
 Gare e Appalti 
 Bandi e Concorsi 
 Cinema 
 Scrivi alla Redazione 


 
 Turismo
 I Monumenti
 Mappa dell'Hinterland
 Centro Storico
 Notizie per i visitatori
 Rubriche
 Alimentazione
 Ambiente
 Attualità/Cronaca
 Consumatori
 Cronaca Rosa e Gossip
 Cultura
 Diritti del Cittadino
 Economia e Finanza
 Innovazione e Tecnologia
 Politica e Sociale
 Servizi Speciali e Dossier
 Sindacati
 Spettacoli
 Sport
 Partecipativi
 Chat
 Forum
 Scienza
 Informatica
 Innovazione
 Scienza
 Associazioni
 Salute
 Prevenzione
 Sanità e Salute
 Scuola e Giovani
 Scuola
 Musica
 Università




Previsioni: Epson Meteo

Notizie di Cronaca
Archivio Gennaio 2009

 

 

mezzi al lavoroMaltempo e frane: pausa di sole, ma continuano i disagi. Genio militare affianca ProtCiv a Cosenza. Seconda frana sull’Abatemarco, hinterland cosentino senz’acqua potabile fino a lunedì 31 gen 09 C'é il sole da stamani in Calabria anche se è sempre critica e potrebbe complicarsi con l'aumento di traffico del week-end, la situazione della circolazione stradale dopo la chiusura di due tratti dell'A3 (tra Rogliano e Cosenza e tra Scilla e Villa San Giovanni) e della statale 18, nel reggino tra Scilla .. (continua)

CarabinieriCinque romeni abusano di una connazionale a Sibari: catturati con le valige in mano finiscono in manette 31 gen 09 Cinque romeni sono stati sottoposti a fermo di polizia giudiziaria dai carabinieri a Cassano allo Ionio con l'accusa di violenza sessuale di gruppo su di una donna rumena di 21 anni. Le persone raggiunte dai provvedimenti sono Maricel Munteanu, di 33 anni; Vasile Muresan (21), Varel Muresan (33) Paul Cristian Tanaven (21) e Tiberiu Calin Lacutus (20). I cinque, tutti celibi e occupati come .. (continua)

 

Rutelli Il Copasir darà risposte sull’archivio Genchi

31 gen 09 Il Copasir (Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica) è unito, tutti i suoi componenti lavorano correttamente, condividendo le scelte e il lavoro che stanno conducendo darà "molte risposte che gli italiani si attendono". Lo afferma il presidente del Copasir, Francesco Rutelli, nella sua pagina di Facebook. Rutelli, rispondendo ieri sera ad una sua 'amica' di Facebook, sottolinea di aver "finito da poco un ciclo di audizioni del Copasir che, sommate al lavoro preparatorio iniziato alle 8, hanno impegnato oltre dodici ore. Ancora una volta - aggiunge Rutelli - debbo elogiare la perfetta correttezza di tutti i componenti: del Pdl, del Pd, dell'Idv, che hanno condiviso tutte le scelte che abbiamo fatto e hanno lavorato sodo, con competenza e senza dar adito a polemiche. Nel clima in cui vive la politica italiana, l'unità del nostro Comitato, con i compiti delicati che la legge gli assegna, è finora un raro e prezioso esempio di lealtà istituzionale. Spero che continui". "Comunque, se in ossequio alla segretezza dei nostri lavori non posso assolutamente dire di più - conclude il presidente del Copasir - so che il Rapporto che presenteremo al Parlamento e l'informativa e le proposte per i Presidenti delle Camere daranno molte risposte che gli italiani si attendono".

Partita la campagna di pesca del novellame a Corigliano

31 gen 09 E' partita la campagna di pesca 2009 del novellame di pesce azzurro. La Capitaneria di porto di Corigliano Calabro ha completato la consegna, ai pescatori, delle autorizzazioni per la pesca speciale del bianchetto pervenute dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Il Capo del Compartimento Marittimo di Corigliano Calabro ha emanato apposita ordinanza finalizzata a censire tutti i piccoli natanti utilizzati allo scopo, le zone di pesca abituali, gli addetti a tale tipo di pesca ed altre informazioni. Il Ministero ha autorizzato l'utilizzo di imbarcazioni tipo "canadian" alternativamente ai motopescherecci. Con la predetta ordinanza, consultabile sul sito web della Guardia Costiera, sono stati introdotti particolari obblighi a carico degli armatori e dei comandanti delle unità che consentiranno di migliorare i controlli in mare ed allo sbarco, contribuendo ad evitare forme di abuso sia in materia di pesca che di arruolamento del personale marittimo. Stamani sono stati eseguiti due verbali di contravvenzione per inosservanza delle norme sul lavoro marittimo su due imbarcazioni "canadian", impegnate nella pesca nella parte nord del Compartimento, in cui erano imbarcati pescatori non assunti regolarmente. Sono scattate le sanzioni amministrative, 300 euro a verbale, cui seguirà la segnalazione agli Organismi competenti in materia di controllo del lavoro per le ulteriori procedure sanzionatorie.

Consiglio MinistriIl Consiglio dei Ministri dichiara lo stato di emergenza per la Calabria. Task Force della Regione. Frana sulla ss18 a Belvedere 30 gen 09 Il consiglio dei Ministri ha dichiarato oggi "in relazione ai dissesti idrogeologici, agli allagamenti ed alle esondazioni che si sono verificate in Calabria nel corrente mese, lo stato d'emergenza su tutto il territorio della regione". E' quanto si legge in una nota di Palazzo Chigi. "Al fine di completare gli interventi di protezione civile in atto nelle .. (continua)

FranaFrana Killer: Martedì il dissequestro della A3. Accertamenti della Regione 30 gen 09 Martedì prossimo sarà dissequestrato il tratto dell'A3 in cui si è verificata la frana che martedì scorso ha provocato la morte di due persone. Lo ha riferito il procuratore della Repubblica di Cosenza, Dario Granieri, che coordina l'inchiesta nell'ambito della quale è stato disposto il sequestro .. (continua)

BiancoAgguato a Bianco, ucciso diciannovenne incensurato 30 gen 09 Un giovane di 19 anni, Francesco Polifroni, incensurato, è stato ucciso in un agguato stamattina a Bianco, un centro della Locride. L'agguato è stato fatto mentre Polifroni stava rientrando a casa. .. (continua)

De magistrisAltri guai in vista per De Magistris: ancora atti dal CSM al Ministro Alfano 30 gen 09 Il 20 febbraio prossimo sarà giudicato dalla sezione disciplinare del Csm per aver dato un' "abnorme delega di indagini" al consulente tecnico Gioacchino Genchi. Ma i guai per l'ex pm di Catanzaro Luigi De Magistris - che proprio oggi è stato ascoltato dal Copasir sulla vicenda dell'archivio del suo perito - potrebbero non essere finiti.. (continua)

lamezia centroGrazie alle denunce, arrestati tre estorsori a Lamezia 30 gen 09 Tre presunti affiliati alla 'ndrangheta sono stati arrestati dalla polizia a Lamezia Terme con l'accusa di avere compiuto una serie di estorsioni e tentate estorsioni nella città. Gli arresti sono stati fatti dalla Squadra mobile di Catanzaro, nel corso di un'operazione denominata "No stop", in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare.. (continua)

 

Latitante del clan Pesce-Bellocco si costituisce a Milano

30 gen 09 Un latitante, Francesco Pesce, di 25 anni, ritenuto dagli investigatori elemento di spicco del clan Pesce-Bellocco di Rosarno (Reggio Calabria), si è costituito ieri sera presentandosi alla Guardia di finanza di Milano. Pesce era sfuggito alla cattura lo scorso 19 maggio nell'ambito dell'operazione 'Timoleonte', condotta dalla guardia di finanza di Catania nei confronti di presunti appartenenti ad una organizzazione dedita al traffico e allo spaccio di cocaina ad Adrano e nei comuni limitrofi. Le indagini, coordinate dalla Dda del capoluogo etneo, hanno permesso di individuare il canale di approvvigionamento della droga, della quale sarebbero stati fornitori i clan 'Nirta-Strangio' di San Luca e 'Pesce-Bellocco' di Rosarno. Il 19 maggio scorso era stato arrestato Rocco Palaia.Con l'arresto di Pesce si completa il quadro dell'operazione 'Timoleonte': 25 indagati di cui 25 tratti in arresto.

Porto di Gioia, risultato positivo per il gruppo Contship nel 2008

30 gen 09 Si chiude con un "risultato molto positivo" il 2008 per il gruppo Contship Italia malgrado "una situazione di mercato già pesantemente condizionata dalla recessione e dalla brusca contrazione dei volumi anche sulle rotte del traffico container". Lo riferisce un comunicato del gruppo. "A fronte di una flessione media dell'1,1% subita dai principali porti italiani - è scritto nella nota - tutti i terminal del gruppo hanno tenuto, con punte di eccellenza a Livorno e a La Spezia. Il Terminal Darsena Toscana cresce del 17,4% e La Spezia Container Terminal, oltre a confermare il primato mediterraneo della più alta produttività per metro quadro, sorpassa, con il nuovo record storico di un milione e 51mila Teu i principali concorrenti dell'area nord tirrenica". "Anche a Gioia Tauro - prosegue la nota - Medcenter Container Terminal consolida la forte crescita del 2007 e si prepara a gestire con continuità l'arrivo delle più grandi navi portacontainer classe 14.000 Teu confermando il proprio ruolo strategico tra i grandi hub di transhipment. Contship Italia rafforza inoltre in modo significativo il suo posizionamento strategico nel Mediterraneo attraverso la presenza a Tangeri, terminal dove sono arrivate in questi giorni le ultime tre nuove gru super post panamax e che segnala uno start up positivo delle attività commerciali avviate a partire da Ottobre 2008". Secondo gli indicatori dell'ufficio studi Contship "il 2008 ha evidenziato "difficoltà e criticità su più fronti del trasporto italiano, subendo anche le conseguenze negative di un globale ripensamento delle strategie delle grandi linee. Il gruppo Contship ha reagito in modo positivo riuscendo in particolare a rilanciare il porto di Cagliari che negli ultimi mesi dell'anno ha invertito il trend negativo e vanta oggi uno zoccolo duro di linee e traffici che proiettano lo scalo nella mappa delle principali rotte internazionali". "Il Gruppo Contship Italia - riporta ancora la nota - è riuscito anche a tamponare sul fronte intermodale gli effetti negativi della recessione (che pur risultano evidenti nel consuntivo 2008) e di scelte strategiche del principale operatore ferroviario. La Sogemar mantiene comunque la sua leadership sul mercato italiano". Per l'ufficio studi del gruppo "il 2009 si presenta gravato di forti criticità e da numerosi elementi di incertezza: di qui la scelta della holding Contship Italia di monitorare e aggiornare costantemente la sua strategia ridisegnando il planning e il timing degli investimenti programmati nel gruppo. Scelta questa comune ai maggiori attori del trasporto containerizzato che stanno procedendo ad una nuova schedulazione dei piani di investimento e di potenziamento della flotta oltre ad un nuovo disegno dei servizi a cui seguirà una revisione delle scelte strategiche in tema di porti"

Uno speciale della BBC sugli stagionali a Rosarno

30 gen 09 Una troupe dell'emittente britannica Bbc sta girando a Rosarno uno speciale sulle condizioni di vita dei circa 1.500 lavoratori immigrati stagionali impegnati nella raccolta delle arance, accampati nelle due ex fabbriche dismesse e in alcuni casolari della zona. Dopo il quotidiano britannico "The Guardian" e l'agenzia di stampa "France Press", la vicenda dei migranti, che vivono in condizioni precarie tra fabbriche abbandonate e casolari privi di elettricità e servizi igienici nella zona della Piana di Gioia Tauro, continua ad interessare i media internazionali. Nei giorni scorsi, in seguito all'accordo raggiunto tra i Commissari prefettizi di Rosarno e San Ferdinando e la Protezione civile regionale, è stato dato il via libera per l'arrivo di tende, bagni, docce e teloni. La situazione si è sbloccata dopo un colloquio tra il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, e il prefetto Mario Morcone, capo dipartimento Libertà civili e immigrazione del Viminale. Oggi, la Croce rossa calabrese giungerà a Rosarno con quattro furgoni carichi di indumenti e coperte da donare ai lavoratori extracomunitari.

Sorical: Completata prima fase lavori Abatemarco

30 gen 09 E' stata completata la prima fase dei lavori di ripristino della rete idrica dell'Abatemarco, gravemente danneggiata dal maltempo. Le squadre operative di Sorical hanno ricondotto lentamente l'acqua nelle condutture che sono ora oggetto delle riparazioni strutturali programmate. "Il movimento franoso purtroppo- ha detto il presidente Camo- é un evento geologico che mette a rischio un'intera area circostante, ma i nostri tecnici sono stati brillanti cosi come le maestranze, nel ripristinare i servizi L'erogazione dell'acqua avviene adesso progressivamente e lentamente come prevede il protocollo tecnico Il primo tubo di erogazione è già pienamente operativo da ieri, il secondo lo è da oggi. I disastri ambientali che hanno interessato l'Esaro hanno consigliato un'estrema prudenza nella definizione tecnica per l'erogazione dal secondo tubo. Il presidente Loiero ha seguito personalmente tutta la fase dei lavori, contattando più volte il presidente Camo per tenersi aggiornato sull'evoluzione tecnica di una vicenda addebitabile ai fatti naturali avvenuti in questi giorni".

La frana a TropeaLa Calabria scivola nel fango: grosse frane a Tropea e Scilla. A Cosenza evacuate 21 famiglie. la Regione chiede lo stato d'emergenza 29 gen 09 Nuovi smottamenti e colate di fango nell'area compresa tra i comuni di Scilla e Villa San Giovanni. Una frana - informa l'Anas Calabria - e' in corso sulla strada provinciale a monte dello svincolo di Scilla dell'autostrada A/3 Salerno-Reggio Calabria. Al momento la strada e' chiusa e l'area e' tenuta sotto controllo da personale .. (continua)

Bertolaso a LameziaBertolaso in Calabria, “Qui per risolvere i problemi una volta per tutte” 29 gen 09 "Nel momento in cui piove per tre mesi di seguito e cadono oltre 700 millimetri d'acqua si scoprono tutte le magagne e tutti i problemi. Adesso bisogna affrontarli per risolverli una volta per tutte. Dobbiamo vedere il lato positivo della vicenda che e' quello dell'impegno comune da parte di tutti per intervenire in modo serio". Lo ha detto Bertolaso .. (continua)

Cantiere sulla A3A3 ancora chiusa tra Cosenza ed Altilia, periti al lavoro. Riapertura forse nella prossima settimana 29 gen 09 Un sopralluogo e' in corso nella zona della frana verificatasi sull'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria nella sera di domenica, costata la vita a due persone. Ad eseguire una verifica sullo stato dei luoghi sono i tre periti, due ingegneri ed un geologo, nominati dalla procura .. (continua)

DIABeni per 3 mln di euro sequestrati dalla Dia nel reggino 29 gen 09 Beni del valore di circa 3 milioni di euro sono stati confiscati dagli uomini del Centro Operativo Dia di Reggio Calabria che hanno dato esecuzione ad un provvedimento di confisca emesso dalla Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale della citta' calabrese. Il patrimonio confiscato era costituito da aziende, beni mobili ed immobili riconducibili ad .. (continua)

euroPer la crisi il Governo finanzia 2650 mld di euro per le Regioni. Cersosimo accusa “Governo prosciuga fondi FAS e FSE”. CGIL “Crisi drammatica” 29 gen 09 Il governo, per gli ammortizzatori sociali, ha chiesto alle Regioni un contributo di 2,650 miliardi di euro. E' la cifra contenuta in un documento che e' stato inviato questa mattina .. (continua)

OspedaleLa Regione silura Pelaia alla guida dell’Annunziata, al suo posto Mario Martina 29 gen 09 La Giunta regionale, che si e' riunita oggi sotto la presidenza del Presidente Agazio Loiero, su proposta dello stesso Presidente ha nominato Mario Santagati Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliera di Reggio e Mario Martina Commissario Straordinario dell'Azienda ospedaliera di Cosenza. .. (continua)

In tanti per l’ultimo saluto a Mino Reitano 29 gen 09 Tante le lacrime, soprattutto sui volti segnati dall'eta'; tante le mani di gente semplice che si sono stese per accarezzare la bara; tanti gli applausi che, dopo aver celebrato la sua arte, hanno risuonato oggi, ad Agrate Brianza, per salutare l'uomo Mino Reitano. E' un paese che si e' stretto intorno ad un suo cittadino. Un cittadino che proprio nel comune alle porte di Milano aveva deciso di stabilirsi comprando un terreno .. (continua)

Camion esce fuori strada sulla 107, un ferito grave

29 gen 09 Un incidente stradale e' avvenuto sulla SS 107 Cosenza-Paola, nei pressi dell'innesto con la SS 18 tirrenica. Nel sinistro sono stati coinvolti due camion e un'auto; un uomo, alla guida di un camion finito fuori strada, e' rimasto gravemente ferito. E' intervenuta l'eliambulanza, che lo ha portato nell'ospedale di Catanzaro, dove e' ricoverato in prognosi riservata. Sul tratto per un ora si è viaggiato a senso unico alternato, cosa che ha aggravato le condizioni del traffico, visto che sulle due strade statali viene deviato il flusso dei mezzi che non possono attraversare l'autostrada a causa della frana verificatasi nel Savuto domenica scorsa.

Rubavano carburante dagli autobus, quattro arresti a Carolei

29 gen 09 I Carabinieri di Carolei (CS) hanno arrestato, questa notte, 4 persone, tra cui un minore, accusate di aver rubato del carburante da alcuni autobus. Dal mese di ottobre accadeva che dai pullman della ditta Preite, parcheggiati nel paesino delle Serre Cosentine, qualcuno aspirasse il carburante. Complessivamente sono stati asportati circa 300 litri di gasolio, per un valore di circa 300 euro. I militari hanno predisposto degli appositi servizi e questa notte, verso le tre, sono stati colti sul fatto A.P., 37 anni, M.P., 26 anni, L.I., 21 anni, e un minorenne. Proprio questi, che fungeva da 'palo', accortosi dell'arrivo dei militari ha allertato i complici, che si sono dati a una precipitosa fuga. Bloccato il minore, sono stati poi individuati gli altri, con le mani e gli abiti ancora intrisi di carburante. I quattro avevano gia' travasato dal serbatoio 55 litri di gasolio in alcune taniche di plastica, che hanno poi abbandonato nella fuga. I tre adulti sono stati portati nel carcere di Cosenza, mentre il minore e' stato associato al centro di prima accoglienza di Catanzaro. Non e' stato ancora accertato se tutti i furti siano stati effettuati dal gruppo.

Centinaia di quintali di olio contraffatto sequestrati in tutta Italia

29 gen 09 "Sono molto soddisfatto dei risultati finora raggiunti dall'Icq, dal Corpo forestale dello Stato, dai Nac e dalle altre forze dell'ordine impegnate nelle operazioni di controllo nel settore oleario. Le centinaia di quintali di olio sequestrate in tutta Italia dimostrano che la filosofia della 'tolleranza zero' vale per tutti. Ma non finisce qui. La nostra battaglia per il rilancio del settore oleario passa anche attraverso una vigilanza costante e capillare: per sostenere i produttori onesti bisogna innanzitutto sconfiggere la concorrenza sleale e difendere il vero Made in Italy." Con queste parole il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Luca Zaia ha commentato i dati sulle ispezioni effettuate a partire dal 1° dicembre scorso, e tuttora in corso, dall'Ispettorato centrale per il controllo della qualita' dei prodotti agroalimentari di concerto con i diversi organi di controllo che operano nel settore agroalimentare (Comando Carabinieri Politiche agricole e alimentari, Corpo forestale dello Stato, Comando Carabinieri per la tutela della salute, Polizia di Stato, Agenzia delle Dogane e Comando generale delle Capitanerie di Porto). I controlli, svolti di concerto con gli altri organismi, si sono concentrati sui prodotti oleari importati o provenienti da altri Paesi Ue, e hanno riguardato 13 grandi operatori in tutto il territorio nazionale (3 in Puglia, 2 in Campania, Sicilia, Toscana e Umbria, 1 nel Lazio e in Calabria). Grazie al programma straordinario di controllo, attivato da dicembre su espressa volonta' del Ministro, sono stati sequestrati oltre 450 quintali di olio pronto per essere esportato negli Stati Uniti con la dicitura di olio extravergine di oliva, olio d'oliva e olio di sansa di oliva ma risultato in realta' essere olio di semi di soia e olio di semi di soia colorato. L'Icq e l'Agenzia delle Dogane hanno effettuato i sequestri nel porto di Napoli (420 quintali) e presso un operatore siciliano (30 quintali), il quale ha subito un sequestro amministrativo di 86 quintali di olio ulteriori, in quanto dichiarato olio di oliva vergine o extravergine, pur essendo in realta' olio di oliva lampante. Nello stesso periodo, l'Ispettorato centrale per il controllo della qualita' dei prodotti agroalimentari ha svolto attivita' di controllo autonome, con oltre 1000 sopralluoghi, 150 campioni analizzati e 45 illeciti amministrativi accertati, soprattutto per violazione delle norme sulla commercializzazione dell'olio d'oliva e sull'etichettatura, e 5 notizie di reato inoltrate. Nell'ambito di questi controlli sono stati sequestrati penalmente in una ditta in provincia di Verona 240 quintali di olio sofisticato proveniente dalla Spagna, dichiarato olio extravergine d'oliva. Sequestro penale anche presso una ditta con sede a Roma: 12 quintali di olio sono stati ritirati perche' spacciati per olio extravergine d'oliva.

Di giorno “mimi” di notte scassinatori: in manette 3 rumeni a Reggio

29 gen 09 La mattina si esibivano come "mimi" nelle piazze cittadine e la sera si improvvisavano scassinatori. Con questa accusa, i baschi verdi della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, operando unitamente a due unita' cinofile del Corpo ed agli agenti della Polizia ferroviaria di Villa S.Giovanni, hanno proceduto all'arresto di 3 rumeni, Sandru Dan Mihai, 23 anni, Dumitru Viorel Malagiac ,25, e Stefanita Adrian Rudeanu, 20, accusati di aver perpetrato durante la notte un furto all'interno di un bar ubicato nei pressi della stazione ferroviaria di Bovalino (RC). I finanzieri, nell'ambito di un servizio presso la Stazione Ferroviaria di Villa S. Giovanni (RC),hanno proceduto al controllo dei tre, segnalati dal cane "Pessy" aggregato all'unita' cinofila e sospettando che potessero detenere sostanze stupefacenti o psicotrope, hanno proceduto alla perquisizione personale e dei bagagli in loro possesso. L'attivita' ha permesso di rinvenire attrezzi da scasso, 150 pacchetti di sigarette, monete e banconote per un valore complessivo di circa 800 euro; numerose confezioni di gomme da masticare e di caramelle e 2 bottiglie di whisky. I militari sono stati insospettiti dal possesso ingiustificato dei prodotti e della valuta rinvenuta all'interno dei bagagli trasportati. Inoltre, dei tre rumeni erano sprovvisti di documento d'identita'. Gli immigrati sono stati quindi condotti negli uffici del Comando per gli accertamenti del caso. I militari della Guardia di Finanzahanno quindi provveduto a verificare tramite le Sale Operative del Comando Provinciale dei Carabinieri e della Questura di Reggio Calabria l'esistenza di denunce di reati perpetrati nei giorni precedenti al controllo, riconducibili al possesso del materiale e della valuta rinvenuta. Tale ricerca ha dato esito positivo. In particolare, si e' accertato che era stato commesso un furto in localita' Bovalino, i cui elementi probatori raccolti facevano ricondurre l'accaduto ai tre fermati i quali erano incapaci di giustificare in modo credibile la detenzione della merce e del denaro. Al fine di reperire ulteriori prove, i finanzieri hanno rintracciato il titolare dell'esercizio commerciale che aveva subito il furto, il quale ha dichiarato di riconoscere i fermati che, contrariamente a quanto dichiarato da loro, alle ore 21,30 della sera del furto erano entrati all'interno del bar per consumare due birre. Il magistrato di turno della Procura di Reggio Calabria ha quindi autorizzato i Baschi Verdi all'arresto dei tre romeni e alla traduzione presso la locale casa circondariale.

Partono i corsi per l’uso dei defibrillatori installati dalla Provincia di Cosenza

29 gen 09 Partiranno domani i corsi di formazione per l'uso dei defibrillatori acquistati dall'Amministrazione e che saranno dislocati sul territorio della provincia di Cosenza. A tal proposito - spiega una nota - il Presidente Oliverio ha presieduto negli scorsi giorni una riunione operativa a cui hanno preso parte il Responsabile del 118 di Cosenza, Gianfranco Ardenti ed il Direttore Generale dell'Azienda Sanitaria Provinciale, Antonello Scalzo. Nell'incontro è¨ stato definito il programma per la realizzazione del Progetto Sicurezza e Tutela della Salute voluto dall'Amministrazione Provinciale, e subito dopo il Presidente della Provincia ha chiesto a tutti i Sindaci di comunicare almeno tre nominativi da individuare tra i dipendenti comunali e/o tra gli aderenti ad associazioni di volontariato operanti sul territorio dei rispettivi Comuni, che saranno formati ed abilitati all'uso dei defibrillatori. "Parte un altro interessante progetto per il quale abbiamo investito risorse del bilancio dell'ente" segnala il Presidente Oliverio, che prosegue: " Il vasto territorio della nostra provincia, a partire dagli angoli più periferici, sarà dotato di defibrillatori a tutela della salute dei cittadini. E' questo un progetto che si muove nell'alveo della politica della prevenzione e della sicurezza sulle quali siamo convinti occorrerebbe investire e puntare con priorità nell'ambito di un programma di costruzione di un sistema sanitario qualificato ed efficiente." " La Provincia- sottolinea infine Mario Oliverio- pur non avendo competenze, ha deciso di investire in questa direzione per contribuire ad affermare una cultura nuova della prevenzione e tutela della salute e per aiutare il territorio a dotarsi di strumentazioni efficienti e necessarie per il pronto intervento".

Nella norma l’elettromagnetismo nella provincia di Vibo

29 gen 09 L'inquinamento elettromagnetico e' entro i limiti di legge sul 95 per cento del territorio provinciale vibonese. E' questo il risultato a cui e' giunto lo studio condotto per cinque mesi dalla EcoEngineering, la societa' romana specializzata nella rilevazione e mappatura delle fonti elettromagnetiche, che all'inizio del 2008 si aggiudico' il relativo appalto pubblico bandito dalla Provincia, su iniziativa dell'assessorato all'Ambiente. I risultati sono stati presentanti oggi nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato l'assessore al ramo Francesco Marciano', l'ingegnere della EcoEngineering che ha coordinato lo studio, Marco Lazzaro Bruschi, il funzionario responsabile del procedimento* Teresa Valela' e il responsabile dell'ufficio provinciale per il risparmio energetico, Franco Sarago'. Presente, inoltre, anche il consigliere comunale di Vibo Valentia Giuseppe Gambardella, presidente del Comitato per la salute pubblica. Scopo della ricerca, dunque, era procedere alla mappatura del rischio elettromagnetico, con il censimento delle fonti (in particolare, elettrodotti, cabine di trasformazione, antenne per la telefonia mobile, ripetitori radio e tv) su tutto il territorio, con la rilevazione dei livelli di radiazione in alta e bassa frequenza. Un problema molto avvertito nel Vibonese, soprattutto a causa dei numerosi elettrodotti che spesso attraversano aree densamente popolate. Nonostante il forte impatto visivo e paesaggistico causato dai tralicci dell'alta tensione, la ricerca condotta dalla EcoEngineering esclude pero' il superamento dei limiti imposti dalle normative in vigore, offrendo un quadro complessivo molto meno preoccupante di quanto si sia a lungo pensato. Fuori norma, infatti, risultano soltanto tre aree: Vibo alta (zona castello) per la massiccia concentrazione di impianti di trasmissione; un'area molto circoscritta in localita' Santa Domenica di Ricadi, in prossimita' dei ripetitori di alcune stazioni radio che trasmettono in Fm; nonche' un'area del Monte Poro, anche qui a causa di alcuni ripetitori. Anche per questo residuale 5 per cento fuori norma, comunque, i limiti di legge vengono superati di poco e con riferimento esclusivo alle emissioni in alta frequenza, quelle meno dannose, per le quali e' previsto un limite massimo di irradiazione pari a 6 volt per metro, nel caso di zone ad alta concentrazione di persone, come gli edifici pubblici, e di 20 volt per metro nel caso di spazi aperti. Cento per cento di emissioni entro la norma, invece, per quanto riguarda le onde a bassa frequenza (le piu' pericolose, il cui limite massimo non puo' essere superiore a 5mila volt per metro). Un risultato che contrasta con la convinzione diffusa secondo la quale i livelli di elettrosmog nel Vibonese sarebbero pericolosamente alti. La spiegazione, secondo i tecnici, e' da riscontrarsi anche nella portata ridotta dei vecchi elettrodotti - quelli con i tralicci piu' bassi, che oggi, con le nuove norme, non potrebbero essere istallati -, un accorgimento adottato dal gestore delle linee ad alta tensione proprio in base alla considerazione che molti di questi impianti attraversano aree residenziali oppure a vocazione agricola. In totale sono state monitorate oltre 350 fonti d'inquinamento elettromagnetico in alta frequenza (come le antenne per la telefonia mobile, ripetitori radio e tv) e 80 in bassa frequenza (in particolare gli elettrodotti); 170, invece, gli impianti di telefonia mobile censiti (in molti casi riconducibili a piu' di un gestore), per un totale di oltre 4mila rilevamenti. "Ora tutti i Comuni vibonesi, rivolgendosi alla Provincia, hanno la possibilita' di consultare dati certi sui cui basare la propria attivita' amministrativa, soprattutto in relazione alla concessione dei permessi per l'istallazione di nuove fonti elettromagnetiche - ha affermato l'assessore Marciano' -. Gli effetti clinici dell'elettrosmog non sono considerati ancora incontrovertibili dalla comunita' scientifica, sebbene sia pressoche' sicuro che a certi livelli di prolungata esposizione si inneschino pericolosi effetti per la salute. Questa ricerca, e' bene ribadirlo, non esprime considerazioni di carattere medico, ma grazie ad un rigoroso approccio scientifico ci fornisce numeri certi sui quali lavorare per escludere anche il minimo rischio per la salute pubblica". Infine, nel corso dell'incontro con i giornalisti, il tecnici dell'EcoEngineering hanno evidenziato la mancata adozione da parte di tutti i Comuni vibonesi dei regolamenti per l'insediamento degli impianti radioelettrici, strumenti di razionalizzazione urbanistica che consentirebbero di mappare localmente le fonti di inquinamento elettromagnetico, riducendo il rischio che in caso di istallazione di nuovi impianti vengano superati i limiti di legge.

CGIL “Non bisogna ignorare al denuncia dell’imprenditore vibonese che lascia la Calabria”

29 gen 09 "Sarebbe un errore, per la Calabria che vuole continuare a battersi contro la 'ndrangheta e la violenza criminale, far passare sotto silenzio la drammatica presa di posizione dell'imprenditore di Vibo Valentia Gentile, che per l'ennesima volta viene colpito, indegnamente, da attentati intimidatori. A lui e ai lavoratori della sua azienda va la nostra solidarieta' e vicinanza". Lo sostiene, in un comunicato stampa, la Cgil. "All'imprenditore Gentile - si legge nella nota - ci permettiamo di rivolgere un appello, non solo a resistere, ma a restare in Calabria e continuare a lottare con quelle forze sane che non vogliono permettere che la 'ndrangheta si appropri, come sta facendo, della nostra terra. Oltre all'appello, crediamo necessario - continua la Cgil - nel nuovo contesto di aggressioni che vede colpiti uomini e donne delle istituzioni, delle forze produttive e sociali in ambito locale e regionale, uno scatto di forte iniziativa delle forze democratiche. La CGIL calabrese, dentro il quadro di mobilitazione e di lotta, per recuperare l'attenzione del governo nazionale ai drammatici problemi che vive la Calabria, si impegna a stare vicino ad imprenditori come il Dott. Gentile". La Cgil "sollecita l'associazione degli industriali, tutte le altre associazioni datoriali e sindacalie l'Anci a rilanciare un patto per la sicurezza e la legalita' in Calabria".

I resti del furgone travoltoFrana su A3, l’Anas precisa “Avvisi atto dovuto”. I funerali a Catanzaro. Gli agronomi lanciano l’allarme “regione a rischio”. Disagi su tutta la rete stradale 28 gen 09 "E' necessaria un'azione di monitoraggio costante da parte delle istituzioni e l'impiego di professionalita' tecniche ed operative adeguate, da utilizzare ai fini della prevenzione capillare e diffusa dei fenomeni di dissesto a mezzo di interventi specifici e di opere di ingegneria naturalistica, questa e' ormai un'esigenza imprescindibile .. (continua)

Il Crati a CosenzaCrati sotto osservazione alla foce 28 gen 09 Una task force composta da carabinieri, vigili del fuoco e polizia municipale sta monitorando la piena del fiume Crati, nel territorio comunale di Cassano Ionio (Cs). Assieme al tenente Giorgio Feola e' sul posto anche il sindaco della cittadina sibarita, Gianluca Gallo .. (continua)

FranaLa Calabria frana: evacuazioni e smottamenti dappertutto. Loiero chiede lo stato di emergenza 28 gen 09 Il maltempo degli ultimi giorni ha causato gravissimi danni alle infrastrutture civili in Calabria. Frane e smottamenti sono segnalati in diversi punti della regione. Particolarmente segnato dagli eventi atmosferici e' il territorio della provincia di Cosenza. A Fagnano Castello, le piogge hanno causato una frana che ha investito .. (continua)

Guido BertolasoDomani arriva Bertolaso con la bacchetta magica. Incontrerà 220 sindaci 28 gen 09 E puntualmente come ad ogni catastrofe naturale il primo passo è quello di far giungere il capo della Protezione Civile a portare la bacchetta magica per sanare i tanti anni di catastrofi accumulati da cattiva gestione del territorio e culminati nei disastri di questi giorni, come una panacea. E' successo per Crotone, è successo per Cavallerizzo, e continua a succedere per le tante frane di questi giorni che invece di diminuire, aumentano. .. (continua)

Tribunale ReggioSmantellata organizzazione che spacciava banconote false, 109 arresti in mezza Italia e in Calabria 28 gen 09 Centonove ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dalla magistratura di Reggio Calabria nell'ambito di un'operazione finalizzata a colpire l'attivita' di un'organizzazione dedita allo spaccio di banconote falsificate. L'operazione ha .. (continua)

Mino ReitanoMuore Mino Reitano, un simbolo della Calabria 28 gen 09 E' morto all’età di 64 anni dopo una lunga malattia Mino Reitano. Il cantante calabrese si è spento nella sua abitazione di Agrate Brianza, assistito dalla moglie Patrizia e dalla figlia Giuseppina Elena. Mino Reitano era malato da due anni, ed era stato sottoposto a un intervento chirurgico .. (continua)

Imprenditore vibonese dopo l’ennesimo attentato lascia la Calabria

28 gen 09 Dopo l'ennesimo attentato, il terzo dall'inizio dell'anno, ha deciso di gettare la spugna e di lasciare la Calabria con tutta la famiglia. A denunciarlo con le lacrime agli occhi e' A.G., titolare di un'impresa edile vibonese che occupa una cinquantina di operai. Ad indurre l'imprenditore, che nel passato e' stato alla guida dell'Ance, a questa eclatante e traumatica decisione, il terzo attentato al cantiere, allestito assieme ad una cooperativa, per la costruzione dell'Episcopio della diocesi di Mileto ed alcune case per il clero, un'opera finanziata dalla Conferenza episcopale italiana. Ai primi dell'anno l'incendio di un box, poi delle cartucce, l'altro ieri infine, un altro tentativo d'incendio agli spogliatoi, il tutto all'interno di un cantiere nel terreno della diocesi, ben recintato e nel pieno centro abitato della cittadina. "Credetemi non ne posso piu' - aggiunge al limite della disperazione l'imprenditore - oltre alla crisi economica che ci sta mettendo in ginocchio, dovremmo essere taglieggiati dalla criminalita'?. No, non ci sto. La cosa che piu' mi dispiace, oltre a quella di abbandonare i lavori, e' quella di dover lasciare in mezzo ad una strada una cinquantina di padri di famiglia che si sono professionalizzati in questa azienda".

CNA: ritardi amministrazioni penalizzano le imprese artigiane

28 gen 09 "La crisi che sta' investendo settori sempre piu' consistenti dell'economia internazionale e nazionale, ha iniziato a produrre i suoi negativi riflessi anche in ambito locale, colpendo le attivita' manifatturiere e la modesta economia reale del nostro territorio ponendo, ora piu' che mai, la nostra regione in una sfavorevole situazione di sofferenza e svantaggio nell'agone della competizione globale confermando le performance piu' negative tra le regioni italiane in termini di crescita economica ed occupazionale". E' quanto i vertici della Cna di catanzaro scrivono al presidente della Regione, Agazio Loiero. "La situazione che si e' venuta a determinare - scrive la Cna - rende necessaria la massima attenzione per le conseguenze e gli effetti sociali che essa puo' realisticamente determinare; motivazioni queste per le quali riteniamo che le Istituzioni e tutte le espressioni politiche, regionali nazionali ed europee, si debbano adoperare fortemente e sinergicamente per garantire strumenti e risorse adeguati per un piu' equilibrato sviluppo dell'economia calabrese. Occorre, a nostro avviso, in questo particolare e difficile momento senso di responsabilita' e uno sguardo al futuro che, per gli imprenditori, deve necessariamente avere una connotazione segnatamente ottimistica nella consapevolezza che l'approccio alle problematiche deve, per la loro imponenza e complessita', necessariamente essere adeguato alle esigenze del tempo in termini di programmazione di interventi strutturali in forma generalizzata per far fronte alla condizione di emergenzialita'. Ferme restando tali premesse, ci permettiamo solamente di portare alla Sua attenzione - continua la lettera - uno dei problemi principali che rischia seriamente di compromettere ed aggravare la situazione calabrese e che e' rappresentato dai ritardi nei pagamenti alle imprese fornitrici di beni e servizi alla pubblica amministrazione. Ad oggi, i crediti vantanti dalle piccole e medie imprese nei confronti della Regione, province, enti locali ed aziende sanitarie sono cresciuti in ordine esponenziale ed i pagamenti avvengono con ritardi intollerabili: spesso dopo un anno, due, tre e in alcuni casi anche quattro. Questa situazione - si legge ancora - sta determinando una crisi diffusa nelle piccole e medie aziende calabresi, che incide assai negativamente sull'economia interna, soprattutto in un momento di grande difficolta' complessiva. Il problema dei pagamenti inevasi dalle Amministrazioni Pubbliche calabresi, che CNA pone da tempo, rischia di arrivare ad un punto di non ritorno aggravando la crisi economica che le imprese stanno attraversando in una condizione di illiquidita' generale. Quella a cui ci riferiamo e' una massa enorme di liquidita' bloccata di cui le imprese hanno assolutamente bisogno e che e' necessario immettere al piu' presto nel sistema economico regionale". "Centinaia di imprese calabresi, - aggiunge la Cna - rischiano il fallimento a causa dei ritardi nei pagamenti ingiustificati e ingiustificabili causati da una pubblica amministrazione che considera "carta straccia" gli obblighi contrattuali assunti. Le imprese pesantemente penalizzate dai ritardi delle spettanze dovute, vengono estromesse dal mercato e giudicate irregolari e pertanto impossibilitate a esercitare la benche' minima attivita', se risultano anche per pochi euro, non in regola con i versamenti agli enti previdenziali, pur vantando crediti nei confronti della pubblica amministrazione di centinaia di migliaia di euro. Ci rivolgiamo dunque a Lei Presidente perche' "abbracci" queste inopinabili ragioni di giustizia e, attraverso il Suo munus pubblico e le Sue competenze, conferisca a questo problema storico un valore aggiunto che porti a dei risultati concreti attraverso l'ispirazione, o comunque la condivisione, di iniziative che abbiano come obiettivo il riequilibrio dei diritti nei rapporti contrattuali di cui e' parte la Pubblica Amministrazione".

In manette figlio boss Bellocco per tentato omicidio

28 gen 09 I Carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria hanno tratto in arresto a Rosarno Giuseppe Bellocco, 21 anni, figlio di un boss della 'ndrangheta, per omicidio. Il giovane e' ritenuto responsabile dell'uccisione di Palmiro Macri', maturato per vendetta nei confronti del figlio Nicodemo, reo di aver ferito a colpi d'arma da fuoco una persona legata al clan. L'agguato, per il quale il giovane e' finito in carcere, e' scattato il 7 luglio dello scorso anno lungo la via principale di Rosarno quando un commando entro' in azione utilizzando anche un kalashinikov.

Bloccato tentativo di fuga da CPT Lamezia

28 gen 09 Il tentativo di fuga di alcuni extracomunitari, ospiti dell'ex Cpt di Lamezia Terme, e' stato sventato dall' intervento delle forze dell'ordine che hanno bloccato una ventina di persone. Nella notte, alcuni immigrati avevano dato fuoco ai materassi nei locali del centro, creando panico e confusione nella speranza di poter dileguarsi mel caos. Alcuni di loro sono stati arrestati dalla Polizia Stato.

Una scarpa tra le lamiere del furgoneTragedia sotto il fango sulla A3: Due avvisi di garanzia e tratto di strada sequestrato. Nominati tre periti dalla procura. Madre vittima "Tragedia annunciata" 27 gen 09 Morire per una frana in autostrada. Quando l’autostrada si chiama A3 purtroppo diventa una triste e tragica realtà. Una vergogna tutta meridionale, anzi da terzo mondo. In tanti si sono cimentati in critiche, spiegazioni, giustificazione e accuse. La Procura di Cosenza ha aperto un inchiesta. I politici in coro hanno .. (continua)

graficoEurispes: Oltre 65 mila giovani calabresi pronti ad emigrare 27 gen 09 Oltre 65 mila giovani sono disposti a lasciare la Calabria; il 18,7 per cento lavorerebbe in nero; la maggior parte si sacrificherebbe anche di notte. E' quanto emerge da uno studio dell'Eurispes. Ponendo a confronto i valori assunti dai principali indicatori del mercato del lavoro (tasso di occupazione e tasso di disoccupazione), fra le regioni italiane, viene confermata la debolezza del mercato del lavoro delle regioni del Mezzogiorno (Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Sicilia e Sardegna) rispetto alla media italiana. .. (continua)

 

De Rose (Confindustria) “Con al tragedia sulla A3 raggiunto punto di non ritorno”

27 gen 09 ''L'ultima tragedia consumatasi sull'Autostrada A/3 Salerno Reggio Calabria segna il punto di non ritorno rispetto ad una situazione dell'assetto del territorio e delle grandi opere infrastrutturali che in Calabria, da tempo oramai, si manifesta in tutta la sua drammaticita'''. E’ quanto afferma in una dichiarazione il Presidente di Confindustria Calabria, Umberto De Rose. ''Le parole e gli appelli che avevamo lanciato nei mesi scorsi - afferma De Rose - sono pero' caduti nel vuoto ed ora tutti si interrogano sul perche' di una tragedia cosi' disumana consumatasi inspiegabilmente sulle nostre strade. Come e' possibile o, peggio ancora, sopportabile che dopo venti anni e tanti miliardi investiti continuino ad esistere se non ad aggravarsi problemi di messa in sicurezza della nostra Autostrada o problemi di percorribilita' con gli oltre 50 chilometri che, ancora oggi, si e' costretti a percorrere su corsia unica? Quali le responsabilita' dell'ANAS o dei grandi appaltatori dei lavori sull'A/3 e quali le disfunzioni che ancora oggi siamo costretti a subire? Davvero meritiamo tutto questo? Da quanto tempo oltre che formalmente appaltare non si realizzano nei tempi dovuti interventi di qualita' sulle nostre infrastrutture di trasporto?''. ''E tutto questo avviene - dice De Rose - nel mentre le risorse destinate anche a questi interventi subiscono, a livello centrale, continue aggressioni quando non anche diverse destinazioni! Io credo - ha sottolineato il Presidente degli Industriali calabresi Umberto de Rose - che sia veramente giunto il momento di riflettere seriamente e di iniziare a riparare, con i fatti, i guasti che hanno contraddistinto le grandi opere infrastrutturale sul nostro territorio. Torno a ribadire - conclude De Rose - la necessita' di fare rete fra gli uomini di buona volonta' che hanno veramente a cuore le sorti ed il futuro della nostra Calabria. Gia' altre volte questo appello e' finito nel vuoto. Quale altro tributo di sangue dovranno pagare i calabresi per poter vedere ed utilizzare infrastrutture degne di un Paese moderno e civile?''.

Paolini (AIOP) “Perplesso per l’avviso alla Lo Moro”

27 gen 09 “La notizia apparsa sulla stampa che l’on. Doris Lo Moro, già assessore regionale alla sanità,è coinvolta in una vicenda giudiziaria la cui ipotesi di reato sarebbe di concussione,mi lascia alquanto perplesso”. E’ quanto afferma in una dichiarazione così il Presidente di AIOP Enzo Paolini. “Come presidente AIOP- afferma Paolini- ho avuto duri momenti di scontro con l’on. Doris Lo Moro,al tempo in cui era responsabile dell’assessorato,e ricordo bene quello scontro con i titolari delle farmacie che rivendicavano pagamenti che non arrivavano per le solite complicazioni burocratiche che ho imparato a interpretare e a contrastare. Uno scontro ancora più duro l’on. Doris Lo Moro lo ha avuto,nell’ottobre 2007, proprio con l’AIOP,l’associazione che rappresenta i titolari delle case di cura. Anche in quella occasione i motivi del contendere riguardavano ritardi nei pagamenti e prevaricazioni messe in atto dagli uffici regionali dell’assessorato che hanno sempre ritenuto,con un’arroganza tollerata e impunita,di poter fare il bello e il cattivo tempo, a loro piacimento,ignorando leggi e regolamenti.
Fummo inflessibili con i dirigenti degli uffici e molto severi con le responsabilità politiche dell’on. Lo Moro,denunciando all’opinione pubblica i guasti ed i danni prodotti dalla miopia degli uffici regionali al servizio sanitario in Calabria.
Semplificando,potremmo affermare di essere stati nemici dichiarati e schierati contro la Lo Moro. Ancora oggi, se richiesti,non potremmo che confermare i giudizi di allora ma riguardano la politica sanitaria,i provvedimenti presi,le misure adottate,le nostre richieste respinte. Ma sulla trasparenza dei comportamenti dell’on.Lo Moro,sul suo profilo etico-politico, su quella rigidità da magistrato inattaccabile che ha sempre mantenuto anche quando mediazioni legittime erano possibili, ci costituiamo sin d’ora come testimoni a discarico per un’accusa di concussione che ci sembra,oggettivamente,quanto di più fantasioso e improbabile possa riguardare l’on Doris Lo Moro. Noi che l’abbiamo combattuta fino a chiederne le dimissioni, la conosciamo bene.

Nuovi fondi dall’Inail per la sicurezza nelle scuole calabresi

27 gen 09 "La sicurezza nelle scuole e' uno dei problemi di cui da tempo l'Inail si sta occupando, tant'e' che, nel corso del triennio 2007/2009, sono stati stanziati 100 milioni di euro da destinare, in ambito nazionale, ai progetti di adeguamento delle strutture alle vigenti disposizioni in materia di sicurezza ed igiene del lavoro e di abbattimento delle barriere architettoniche". Lo si legge in una nota dell'istituto. Il direttore regionale Mario Lo Polito, fa sapere che "con delibera n.86 del presidente dell'Inail Marco Fabio Sartori-, si e' dato il via al nuovo bando che prevede un finanziamento di 50 milioni di euro, in ambito nazionale, da ripartire tra le diverse regioni. La scadenza prevista per le domande e' il 20 marzo 2009. Destinatari del finanziamento sono gli Enti locali proprietari di edifici scolastici pubblici, sedi di Istituti pubblici di istruzione secondaria di primo grado e superiore (con esclusione di qualsiasi altra fattispecie). La grande novita' di quest'anno e' che le domande potranno riguardare anche gli edifici in cui coesistono, oltre alle classi di cui sopra, anche classi di scuola materna e/o elementare, nonche' i convitti annessi ai predetti edifici. Per ciascuna sede scolastica l'importo minimo ammonta ad 80.000 euro IVA inclusa e quello massimo a 350.000 euro IVA inclusa. Negli importi rientrano anche le spese tecniche entro il tetto massimo del 13% dell'importo preventivato per i lavori. Per gli ulteriori dettagli si rimanda a quanto contenuto nel bando consultabile sul sito www.inail.it al link "Inail comunica"".

Basile assolto dal presunto danno subito dall’Aterp

27 gen 09 La sezione giurisdizionale della Calabria della Corte dei Conti, con sentenza n. 949 depositata il 22 dicembre 2008, ha dichiarato "completamente esente da responsabilita'" l'onorevole Domenico Antonio Basile (Pdl), difeso nel giudizio dall'avvocato Domenico Colaci, in relazione al presunto danno subito dall'Aterp di Vibo Valentia per il mancato pagamento dei canoni di affitto da parte degli assegnatari degli alloggi di proprieta' dell'Azienda stessa. Basile - fa sapere l'interessato - era stato chiamato in causa dalla Procura Regionale della Corte dei Conti che aveva sostenuto che il convenuto, in qualita' di presidente del Consiglio di amministrazione dell'Aterp di Vibo Valentia, aveva contribuito a determinare l'aumento dell'ammontare complessivo delle morosita'. Su queste basi la Procura regionale presso la Corte dei Conti aveva chiesto ae Basile e ad altri quattro convenuti, Nicola Macri', Ubaldo Multari, Nicola Macri' e Giuseppe De Giovanni, il risarcimento dei danni per circa cinque milioni di euro. La Corte dei Conti, invece, con la sentenza sopra citata, nell'accogliere le considerazioni della difesa dei convenuti, ha rigettato la domanda della Procura, riconoscendo, peraltro, che gli ingenti crediti non riscossi nei confronti degli inquilini degli alloggi popolari hanno avuto origine prima ancora che venisse costituita l'ATERP di Vibo Valentia, risalendo al periodo in cui il patrimonio immobiliare era gestito dall'ex IACP di Catanzaro. La Corte ha pure riconosciuto a Basile il diritto al rimborso delle spese di giudizio.

Kalashnikov e pistola scoperti a Vibo dalla PS

27 gen 09 Un kalashinkov, una pistola calibro 9 e munizioni sono state trovate dagli agenti della squadra mobile di Vibo Valentia. Le armi sono state scoperte nel capoluogo, in via Affaccio, in seguito ad una perquisizione in un garage nella disponibilita' di un bidello di 35 anni del luog, che e' stato tratto in arresto. I particolari in una conferenza stampa in mattinata.

Picchia la convivente e le ruba gli orecchini, un arresto ad Acri

27 gen 09 I carabinieri di Acri hanno arrestato un uomo di 41 anni, autista, gia' noto alle forze dell'ordine, con l'accusa di rapina.L'uomo avrebbe rapinato di un paio di orecchini in oro, poi ritrovati dai carabinieri nella sua automobile, e malmenato una donna ucraina di 42 anni, con la quale ha una relazione caratterizzata,secondo gli investigatori, da numerosi episodi di violenza. La donna, che ha avuto una figlia dalla relazione con l'uomo, e' stata giudicata guaribile in 10 giorni.

Due africane ed un polacco arrestati a Corigliano

27 gen 09 Due ragazze africane sono state arrestate a Corigliano dai carabinieri della Compagnia cittadina in circostanze diverse. Livian Julis, 25 anni, sudanese, e' stata arrestata perche' sorpresa in Italia nonostante il decreto di espulsione emesso nei suoi confronti dalla Questura di Cosenza. Poco dopo i militari hanno arrestato per resistenza a pubblico ufficiale Gladjs Osarehhoe, nigeriana , 27 anni. Entrambe sono state rinchiuse nella sezione femminile del carcere di Castrovillari. Inoltre i militari hanno arrestato, per furto aggravato, Jaroslaw Mdziaa Bgumiul, 31 anni, polacco, domiciliato a Corigliano. I militari lo hanno fermato all'uscita da un ipermercato cittadino dove aveva rubato generi alimentari nascondendoli nel giubbotto. La merce è stata recuperata e restituita al proprietario, mentre il trentunenne dopo la convalida dell'arresto è stato rimesso in libertà in attesa del processo.

Il furgone divelto dal fangoMorire per una frana in autostrada, dopo la tragedia sulla A3 si alzano le polemiche 26 gen 09 Morire per una frana in autostrada. Quando l’autostrada si chiama A3 purtroppo diventa una triste e tragica realtà. Una vergogna tutta meridionale, anzi da terzo mondo. In tanti si sono cimentati in critiche, spiegazioni, giustificazione e accuse. La Procura di Cosenza ha aperto un inchiesta. I politici in coro hanno .. (continua)

SaladinoInchiesta Why Not, Saladino interrogato per tre ore “Sono solo un consulente, troppa confusione sui soldi” 26 gen 09 Si e' conclusa dopo tre ore, negli uffici della procura generale al palazzo di giustizia di Catanzaro, la seconda parte dell'interrogatorio di Antonio Saladino, l'imprenditore ex presidente della Compagnia delle opere in Calabria, principale indagato nell'inchiesta Why not, aperta dall'ex pm catanzarese Luigi De Magistris .. (continua)

Luigi De magistrisIntercettazioni, Genchi si difende “Archivio non esiste, nomi inseriti da arte” 26 gen 09 "Io in vita in mia, compreso il periodo che ho svolto attivo nella Polizia di Stato, non ho mai svolto una sola intercettazione, e sfido chiunque a dimostrare il contrario, ne' legale ne' tanto meno illegale". E' quanto ribadisce ai microfoni di SkyTg24 Gioacchino Genchi, esperto informatico e consulente dell'ex pm di Catanzaro, Luigi De Magistris... (continua)

Vigili del FuocoPonte sul Crati crolla a Rose con due auto sopra, i conducenti salvati dai VVFF 26 gen 09 Due persone sono rimaste ferite, in maniera non grave, in seguito al crollo di un ponte sul fiume Crati, nelle campagne del territorio del comune di Rose, nel Cosentino. I due stavano viaggiando... (continua)

I resti del furgoneTragedia sulla A3, due i morti e cinque i feriti. Autostrada chiusa, si lavora per la messa in sicurezza. La Procura di Cosenza apre inchiesta 26 gen 09 Si chiamavano Nicola Paliano, 59 anni, nato a Cotronei (Crotone) e residente a Catanzaro, e Danilo Orlando, 27 anni, di Catanzaro, le due persone morte ieri sera nella frana che ha travolto il furgone sul quale viaggiavano, nel tratto tra Rogliano .. (continua)

Doris Lo MoroAvviso di garanzia per concussione a Doris Lo Moro 26 gen 01 L'on. Doris Lo Moro, deputato del Pd, e' indagata nell'ambito di una inchiesta della procura della Repubblica del tribunale di Reggio Calabria, per i reati di concussione e tentata concussione. Lo ha reso noto la stessa parlamentare nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Lamezia Terme. La vicenda risale al 7 febbraio 2007, quando la Lo Moro era assessore alla Sanita' della Regione Calabria .. (continua)

Al lavoro sulla franaFrana sulla A3 vicino Rogliano: travolto un pulmino, due morti. Si continua a scavare 26 gen 09 Due morti e cinque feriti (e non tre morti e quattro feriti come comunicato in un primo momento dalle autorità): questo il grave bilancio, ancora provvisorio, della frana che si e' abbattuta sull'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria all'altezza del chilometro 260, nei pressi dello vincolo di Rogliano Grimaldi. Travolto un furgone in transito che trasportava alcuni operai di ritorno da un torneo di calcio aziendale. ... (continua)

Anziano muore travolto dal suo trattore a Santa Caterina Albanese

26 gen 09 Un uomo di 76 anni, Leopoldo Gramigna, e' morto questa mattina a Santa Caterina Albanese, in provincia di Cosenza, in un incidente sul lavoro. L'uomo, secondo quanto si e' appreso, era alla guida del suo trattore che si e' ribaltato per cause in corso di accertamento. Il cadavere dell'uomo e' stato scoperto da un cittadino romeno che aiutava l'anziano nei lavori in campagna.

Processo Fortugno: Corte chiusa in Camera di Consiglio

26 gen 09 La Corte d'Assise di Locri, presieduta da Olga Tarzia, a latere Ambrosio, davanti alla quale si sta celebrando il processo a carico dei presunti responsabili dell'omicidio del vice presidente del Consiglio regionale della Calabria, Francesco Fortugno, si e' ritirata oggi pomeriggio, poco prima delle 15, in camera di consiglio in un albergo del reggino dove probabilmente rimarrà fino a sabato. Dopo oltre cento udienze il 9 dicembre scorso la pubblica accusa, sostenuta dai pubblici ministeri Mario Andrigo e Marco Colamonici, per bocca del dirigente della Procura distrettuale antimafia di Reggio Calabria, Giuseppe Pignatone, formulo' le richieste: 4 ergastoli e pene tra i 3 ed i 1 anni. Seguirono le arringhe dei difensori degli imputati e la replica dell'accusa. Oggi e' stata la giornata della replica del collegio difensivo; gli avvocati di parte civile hanno rinunciato alla replica. Subito dopo la Corte si e' ritirata in camera di consiglio. Il presidente Tarzia ha annunciato che la sentenza si potra' presumibilmente avere fra una settimana. Secondo alcune indiscrezioni la Corte si sarebbe riunita in un albergo della zona. A rispondere dell'omicidio del vice presidente della Regione Calabria, avvenuto il 16 ottobre 2005 nell'atrio di Palazzo Nieddu, dove era stato allestito un seggio per le Primarie dell'Unione, sono Alessandro e Giuseppe Marciano' (padre e figlio), presunti mandanti, Salvatore Ritorto, presunto killer, Domenico Audino, accusato di concorso esterno nell'omicidio. Per loro l'accusa ha chiesto la condanna all'ergastolo. Altri imputati, a vario titolo, sono Vincenzo Cordi', Antonio e Carmelo Dessi' ed Alessio Scali. Il processo a loro carico era iniziato il 30 maggio 2007 con la costituzione delle parti.

Denunce e sequestri della Guardia Forestale nel cosentino

26 gen 09 Nel corso di un controllo del territorio in localita' "Ponte Serra" nel comune di Fuscaldo, gli uomini del Corpo forestale dello Stato hanno bloccato un uomo del luogo mentre tentava di occultare una grossa pianta di quercia da poco abbattuta. Il personale e' intervenuto mentre l'uomo con l'ausilio di una motosega stava deprezzando i rami della pianta per portarla via. L'uomo dovra' rispondere di tentato furto, deturpamento e danneggiamento di bellezze naturali. La localita' interessata al furto e' una zona di importante pregio naturalistico visto il vasto comprensorio boscato che la interessa e su cui il Corpo Forestale dopo i diversi furti rinvenuti continua a vigilare. In un'altra operazione svolta dal personale di Montalto, anch'esso come Fuscaldo, e' stato posto sotto sequestro un terreno privato di circa 800 metri quadri usato dal proprietario come discarica abusiva. All'interno di tale area situata in localita' "Cote" del comune di Torano Castello il personale intervenuto ha potuto costatare attraverso una serie di indagini il deposito illegale di calcinacci, eternit, bitume e terreno vegetale protratto nel tempo e proveniente da alcuni lavori pubblici inerenti la rete fognaria. Si e' subito posto sotto sequestro il terreno interessato e deferito all'autorita' giudiziaria il proprietario del luogo che dovra' anche rispondere del reato di oltraggio.

A Nicotera aggredisce impiegati postali con una sedia e viene arrestato

26 gen 09 Entra nell'ufficio postale, pronunciando delle frasi sconnesse, poi si scaglia contro il personale e lo aggredisce a colpi di sedia. Scattato l'allarme, sul luogo sono intervenuti i carabinieri che lo hanno prima bloccato e poi arrestato con l'accusa di aggressione e violenza a pubblico ufficiale, mentre le vittime sono state costrette a fare ricorso alle cure mediche per lesioni e contusioni varie. Il fatto e' avvenuto presso le poste di Nicotera, un comune turistico sulla costa vibonese. Protagonista delle violente escandescenze, un uomo di 37 anni, Michele D'Ambrosio, operaio stagionale del luogo. Non si conoscono i motivi che lo hanno indotto ad un simile gesto, gli inquirenti li definiscono futili, ma secondo quanto si e' appreso l'uomo non sarebbe nuovo ad episodi del genere.

Due oli calabresi nella top 15 mondiale

26 gen 09 L'olio extravergine calabrese di qualita' sara' al centro, giovedi' prossimo, a Bologna, di un pomeriggio di dibattiti in occasione della presentazione, alla Facolta' di Agraria, del volume "Gli Extravergini Calabresi. Guida agli oli regionali di qualita'". A introdurre i lavori saranno il preside della Facolta', Andrea Segre', l'assessore all'Agricoltura della Regione Calabria Mario Pirillo e il presidente dell'Associazione "Primolio" Domenico Fazari. E' la prima presentazione di libri organizzata dalla Biblioteca di Agraria "G. Goidanich" diretta da Marina Zuccoli, nell'intento di favorire la lettura e la diffusione di conoscenze del settore. Poiche' il volume tratta un tema di interesse vastissimo, quale l'alimentazione e, in particolare, l'olio, l'iniziativa e' aperta ai cittadini. L'intento infatti e' di far conoscere le caratteristiche necessarie al riconoscimento della qualita' dell'olio extravergine italiano, puntando l'attenzione sugli oli calabresi descritti nella Guida. La manifestazione prevede un intervento sulle "regole dell'assaggio" e una guida alla degustazione dell'olio. La Calabria e' la prima regione d'Italia per la produzione di olio (35% circa della produzione nazionale); la Piana di Gioia Tauro, da sola, produce tanto olio da essersi aggiudicata, sempre nell'ambito della produzione nazionale, il terzo posto. Ma non solo la quantita' della produzione e' degna di rilievo, poiche' anche la qualita' e' di livello elevatissimo: due oli calabresi sono recentemente entrati nella 'top 15' mondiale, un riconoscimento pari a un "oscar dell'olio".

Agazio LoieroLoiero sbotta “No a questo federalismo, l’esercito nelle città non risolve” 25 gen “Se fossi stato parlamentare anche io avrei votato contro il federalismo''. Così sbotta il Presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, a margine delle elezioni primarie provinciali del Pd a Catanzaro. ''Questo federalismo - ha aggiunto - che appare annacquato e' invece pericoloso. La mia e' una posizione da presidente di Regione ... (continua)

maltempoMaltempo in Calabria: pioggia, vento e frane 25 gen 09 Vento forte e pioggia stanno caratterizzando il maltempo delle ultime ore in Calabria dove vengono segnalati disagi a causa di frane e smottamenti. Tutto il tratto dell'autostrada Salerno - Reggio Calabria e' interessato da piogge abbondanti ma la circolazione stradale non sta subendo alcun problema. Rallentamenti e disagi ... (continua)

 

La strage di DuisburgMacrì (DDA): La ndrangheta un problema nazionale da risolvere 24 gen 09 "La 'ndrangheta e' diventata ormai una grande impresa economica e questo è un problema nazionale da affrontare". Lo ha detto a Catanzaro il sostituto procuratore della Direzione nazionale antimafia, Vincenzo Macrì, a margine del seminario sul tema "'ndrangheta e altre mafie, un'emergenza criminale, organizzato dalla Fondazione Imes ... (continua)

IncidenteCoinvolto in un incidente, scappa: rintracciato ed arrestato dai CC 24 gen 09 E' rimasto coinvolto in un incidente stradale, nel quale sono rimaste ferite due persone, ma non si è fermato a prestare soccorso e per questo è stato arrestato dai carabinieri. Raffaele Cristodaro, di 60 anni, bracciante agricolo di Isola Capo Rizzuto, secondo l'accusa, ieri sera era alla guida di un furgone Fiat Daily che si è contrato una Fiat ... (continua)

Saverio ZavettieriFederalismo, continua il dibattito. Zavettieri e Talarico “Astensionismo regalo alla Lega” 24 gen 09 "Il Pd, con il voto di astensione al Senato, ha fatto un grande regalo alla Lega, in attesa di uno scambio di favore che non ha nulla a che vedere con gli interessi del Mezzogiorno del Paese". Lo ha detto, secondo quanto riferisce un comunicato diffuso in Calabria, il segretario nazionale de I Socialisti, Saverio Zavettieri ... (continua)

TrenoPresi a sassate i treni in transito tra Sambiase e Nicastro, viaggiatori a rischio 24 gen 09 I treni in transito tra Lamezia Terme Sambiase e Lamezia Terme Nicastro sono fatti oggetto di lanci di sassi che mettono a repentaglio l'incolumità dei viaggiatori e del personale. E' quanto denuncia la segreteria regionale del sindacato autonomo Fast in una lettera al Prefetto di Catanzaro, al compartimento della polizia ferroviaria, al Sindaco di Lamezia ... (continua)

AgrumiIntesa tra le regioni del sud contro il virus degli agrumi 24 gen 09 Intesa raggiunta tra Sicilia, Calabria, Puglia e Basilicata nella modifica della normativa, risalente al 1996, per la lotta al virus della "tristezza" degli agrumi. Nel corso tavolo tecnico tra gli assessori regionali all'Agricoltura, che si è svolto a Catania, è stato definita una piattaforma comune, sia per gli agrumeti che per l'attività vivaistica. La bozza definitiva del decreto sarà redatta dai servizi fitosanitari regionali ... (continua)

CarabinieriConfiscati beni per due mln di euro a esponente cosca di Isola Capo Rizzuto 24 gen 09 La Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Crotone ha disposto la confisca di beni per un valore di oltre due milioni di euro a Giovanni Puccio, di 60 anni, di Botricello (Catanzaro), ritenuto elemento della cosca Maesano di Isola Capo Rizzuto. La confisca, eseguita dai carabinieri del Comando provinciale, si riferisce a 11 immobili situati ... (continua)

CarabinieriLite in un pub di S.Demetrio finisce in sparatoria: un arresto 24 gen 09 Un uomo, Domenico Meringolo, di 36 anni, è stato ferito a colpi di pistola a San Demetrio Corone da Vincenzo Chimento, di 45 anni, che è stato arrestato. I due erano in un pub quando Chimento, dopo una violenta lite con il rivale, è uscito dall'esercizio commerciale e si è recato in macchina ... (continua)

PoliziaDagli arresti domiciliari gestiva gli affari della cosca, in manette boss del vibonese 24 gen 09 Malgrado fosse agli arresti domiciliari continuava a gestire gli affari della sua cosca. E' l'accusa per la quale la polizia ha arrestato a Vibo Valentia un pregiudicato, Francesco Barba, di 47 anni, esponente di spicco della cosca Lo Bianco-Barba della 'ndrangheta. Barba era stato arrestato nel 2007 ... (continua)

 

Capi d’abbigliamento rubati per 10.000 euro recuperati dalla PS a Rossano

24 gen 09 Gli agenti del Commissariato di Rossano della polizia hanno recuperato numerosi capi di abbigliamento rubati da un deposito di proprietà di un noto commerciante della zona. Nel corso dell'operazione, fatta nell'ambito di servizi di controllo disposti dal questore di Cosenza Raffaele Salerno, sono stati recuperati cappotti, vestiti, giubbotti, pantaloni ed altri capi per un valore di circa 10 mila euro. La merce è stata riconsegnata al proprietario.

Fa benzina e poi scappa, inseguito e poi arrestato dai CC

24 gen 09 I carabinieri della Compagnia di Reggio Calabria hanno arrestato Domenico Romeo, di 39 anni, già noto alle forze dell'ordine, con l'accusa di furto aggravato. L'uomo, secondo l'accusa, si è fermato ad un distributore di carburante ed ha chiesto il pieno per la propria auto e, dopo avere fatto rifornimento, è fuggito senza pagare. Dopo circa due ore Romeo è stato rintracciato dai carabinieri, che hanno anche accertato che l'uomo aveva il certificato assicurativo contraffatto. Romeo, che sarebbe l'autore di un gesto analogo avvenuto nei giorni scorsi, è stato quindi arrestato per furto aggravato e denunciato per uso di atto falso.

ANM “Nessun attacco noi tuteliamo la credibilità dei magistrati”

24 gen 09 "Garantire una elevata professionalità dei magistrati italiani e il rigoroso rispetto delle regole del processo e deontologiche insieme con la tutela della credibilità della magistratura sul piano dell'etica e della responsabilità costituisce obiettivo prioritario dell'Associazione Nazionale Magistrati". Lo afferma il Comitato direttivo centrale dell'Anm, nel documento approvato a maggioranza nel quale vengono valutate positivamente le prese di posizioni dei vertici dell'Associazione sullo scontro tra le Procure di Salerno e Catanzaro legato alle inchieste condotte da Luigi De Magistris. L'Anm respinge quindi gli attacchi "dall'interno e dall'esterno della Magistratura" riferiti a "una difficile vicenda che ha determinato un serio pericolo per la credibilità dell'istituzione giudiziaria" è detto nel documento sul quale si è astenuto il gruppo di Magistratura indipendente. Nel ribadire che i magistrati non considerano come "privilegi corporativi" l'autonomia e l'indipendenza della Magistratura, i magistrati italiani "sono i primi a chiedere interventi rigorosi e tempestivi nelle ipotesi di forte caduta di professionalità, ma anche e soprattutto nelle situazioni che denotano, neghittosità, collusione e opacità. Si tratta di casi numericamente molto limitati, ma che rischiano di inficiare la credibilità dell'intero ordine giudiziario".

Missione medica di Ong ed Enti Locali, tra cui la Provincia di Cosenza, mercoledì a Gaza

24 gen 09 Inizierà mercoledì 28 gennaio (con un giorno di ritardo rispetto al previsto per permettere l'adesione di altri enti) e avrà la durata 10 giorni, la missione di emergenza dei medici nella striscia di Gaza. Il personale medico-sanitario presterà cure mediche prevalentemente presso l'Ospedale Al Awda di Jabaliya; il 'gruppo chirurgia degenza' su disponibilità degli ospedali di provenienza, valuterà la possibilità di trasportare in Italia pazienti che presentano casi clinici curabili presso strutture ospedaliere italiane. Hanno aderito all'iniziativa: Comune di Monterotondo, Comune di Rimini, Regione Lazio, Comune di Orvieto, Comune di Baschi, Provincia di Benevento, Provincia di Cosenza, Comune di Benevento, Comune di Pisa, Comune Di San Giuliano Gli aiuti sanitari previsti consistono in bende, garze, tutto il necessario per la medicazioni post-traumatiche, raccolti grazie all'Apm di Monterotondo che ha messo a disposizione 3000 euro. La missione è stata preparata dalla ong 'Crocevia', associazioni di volontariato ed enti locali che lavorano in Palestina e Striscia di Gaza. Il gruppo sarà formato da: 7 unità come personale medico-sanitario del Gruppo Chirurgia d'Urgenza di Pisa, 2 operatori umanitari di ong e associazioni 2 rappresentanti degli enti locali (Comuni di Rimini e Monterotondo) che sostengono i progetti a Gaza e 5 operatori dell'informazione.

Incendiati due escavatori in un cantiere di Gizzeria

24 gen 09 Un incendio di origine dolosa ha danneggiato a Gizzeria due escavatori di proprietà dell'impresa di cui è titolare Armando Mazzei. I mezzi, del valore di circa seicentomila euro, erano all'interno di un cantiere per la realizzazione di un insediamento turistico in località Mortilla. Il proprietario dei due mezzi è figlio dell'imprenditore Salvatore Mazzei, nei confronti del quale è in corso un'inchiesta della Procura di Lamezia Terme per l'attività di una cava.
La Confcommercio di Lamezia Terme, in una nota a firma del presidente, Salvatore Cittadino, esprime "piena solidarietà al giovane imprenditore Armando Mazzei per il vile attentato subito ai danni di due nuovi escavatori all'interno di un cantiere appena avviato". "Il cantiere oggetto dei lavori - si aggiunge nel comunicato - rappresenta un mega investimento turistico da parte di operatori internazionali nell'area del golfo di Sant'Eufemia. La crisi economica finanziaria che sta attraversando la Calabria é simile ai Paesi del centro Africa ed assistere che anche quei pochi investimenti che l'area riesce ad attrarre vengono messi duramente alla prova, ci pone forti dubbi su quale fiducia debbono avere gli imprenditori di fronte ad una 'ndrangheta che opera in liberta' sfidando ogni giorno lo Stato. Quanto è avvenuto non va preso sotto gamba, ma bisogna approfondire le ragioni dell'attentato e, soprattutto, mettere sotto osservazione il cantiere per evitare il susseguirsi di fatti criminali ed in particolare prestare massima attenzione agli imprenditori ed ai lavoratori impegnati nei lavori di costruzione di questa mega villaggio turistico". "Al prefetto di Catanzaro, Sandro Calvosa - conclude Cittadino - al quale va la nostra massima stima per l'operatività che lo contraddistingue, chiediamo di porre la massima attenzione su quanto è accaduto all'imprenditore Armando Mazzei, garantendogli un livello di sicurezza maggiore".

GiustiziaCaso De Magistris, l’archivio Genchi fu segnalato a maggio alla Procura di Roma, intercettate persone non indagate. L'ANM si difende 23 gen 09 L'esistenza dell'archivio di Gioacchino Genchi, consulente dell'ex pm Luigi De Magistris, fu segnalata nel maggio scorso alla Procura di Roma dalla Procura Generale di Catanzaro. L'archivio, che conterrebbe 500 mila file digitali di contatti telefonici, fu acquisito dai carabinieri del Ros nell'ufficio palermitano di Genchi dopo che la Procura generale del capoluogo calabrese avocò l'inchiesta Why Not a Luigi De Magistris, e revocò l'incarico al consulente dell'ex pm di Catanzaro ... (continua)

San LucaProcesso cosche San Luca, dopo Duisburg, disperate le donne dei Pelle, silenzio agghiacciante per quelle dei Nirta 23 gen 09 Dopo la strage di Duisburg, compiuta il 15 agosto del 2007, le donne delle famiglie Pelle-Vottari che vivono a San Luca erano disperate. Il particolare e' stato raccontato dal maggiore Pier Paolo Mason, responsabile della sezione investigativa del Gruppo carabinieri Locri, sentito ... (continua)

farnaProrogato lo stato di calamità naturale per Vibo e Cerzeto 23 gen 09 Il consiglio dei Ministri ha prorogato alcuni stati d'emergenza precedentemente dichiarati nella Valle Anzasca, in Piemonte e Valle d'Aosta, a Vibo Valentia e nella fascia jonica della provincia di Messina e a Cerzeto ... (continua)

rifiutiGoffredo Sottile nominato commissario per l’emergenza rifiuti in Calabria 23 gen 09 Goffredo Sottile è stato nominato Commissario delegato per il superamento della situazione di emergenza nel settore dei rifiuti urbani nel territorio della Calabria. La nomina è avvenuta con l'ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi, dopo la ... (continua)

TemporaleAllerta meteo, in arrivo pioggia, mareggiate e vento forte 23 gen 09 Nuova ondata di maltempo da domani sull'Italia, con venti molto forti e mareggiate. Lo fa sapere il Dipartimento della Protezione civile, che ha emanato un avviso di avverse condizioni meteo a partire dalle prime ore di sabato e per le successive 36 ore. Una perturbazione di origine atlantica ... (continua)

Trasportavano rifiuti speciali pericolosi, tre arresti a Vibo

23 gen 09 I carabinieri hanno arrestato a Vibo Valentia tre persone, Nicola Berlingieri ed i figli Nicola e Massimo, nomadi, perché sorpresi mentre trasportavano a bordo di un autocarro dodici quintali di rifiuti speciali pericolosi. I rifiuti trasportati dai tre consistevano in cavi per l'alta tensione e per rete telefonica, materiale ferroso e pneumatici fuori uso. Secondo quanto è emerso dalle indagini, i tre provenivano dal campo rom di Lamezia Terme ed avrebbero dovuto depositare i rifiuti in una discarica abusiva a Vibo Valentia. Dopo la convalida dell'arresto, nei confronti dei tre la Procura di Vibo Valentia ha disposto la misura cautelare dell'obbligo di dimora a Lamezia Terme.

Tenta di estorcere denaro ad una donna, un arresto a Pizzo

23 gen 09 I carabinieri hanno arrestato, a Pizzo, Ciro Amabile, con l'accusa di tentata estorsione. L'uomo è stato bloccato nell'abitazione di una donna, F.P., di 46, alla quale aveva chiesto una somma di denaro. La donna, dopo avere denunciato le vessazioni e le minacce subite, ha deciso di chiedere l'intervento dei carabinieri consentendo loro di sorprendere Amabile in flagranza di reato nell'appartamento dove avrebbe dovuto riscuotere la somma pretesa. Addosso all'uomo i carabinieri hanno trovato un coltellino a serramanico che è stato sequestrato.

Chiuso per lavori domenica 25 tratto A3 tra S.Onofrio e Rosarno

23 gen 09 Sarà chiuso al traffico per lavori di ammodernamento, dalle 6 alle 18 di domenica prossima il tratto dell'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria tra gli svincoli di Sant'Onofrio e Rosarno dal km 348,000 al Km 383,000. A riferirlo è un comunicato dell'Anas. "L'ordinanza - è scritto nel comunicato - prevede anche la chiusura totale dello svincolo di Serre, esclusa la rampa di ingesso in carreggiata nord. Nelle ore di chiusura il traffico veicolare proveniente da Salerno e diretto a Reggio Calabria sarà deviato sulla strada statale 18 con uscita dalla A3 allo svincolo di S.Onofrio e rientro in carreggiata Sud allo svincolo di Rosarno. Il traffico veicolare proveniente da Reggio Calabria e diretto a Salerno verrà deviato sulla strada statale 18 con uscita dalla A3 allo svincolo di Rosarno e rientro in carreggiata Nord allo svincolo di S.Onofrio".

Roberta Lanzino Omicidio Lanzino, dopo 21 anni tre rinvii a giudizio 22 gen 09 Ventun anni dopo l'omicidio di Roberta Lanzino, studentessa di 19 anni violentata ed uccisa il 26 luglio del 1988 a Torremezzo di Falconara Albanese centro turistico del cosentino, tre persone sono state rinviate a giudizio dal gup del Tribunale di Paola. Una delle tre persone rinviate a giudizio, Francesco Sansone... (continua)

Ospedale di ViboFederica Monteleone, il Tribunale rigetta le eccezioni contro uso atti 22 gen 09 Una serie di eccezioni circa l'inutilizzabilità di atti e consulenze fatte durante le indagini preliminari sono state rigettate nell'ambito del processo per la morte di Federica Monteleone, la sedicenne di Vibo Valentia deceduta durante un intervento di appendicectomia. Alcune eccezioni erano state avanzate dall'avvocato Giovanni Marafioti ... (continua)

De MagistrisCaso De Magistris, un “Grande Fratello Globale” durante le inchieste Poseidone e Why Not. Notificati a Procura Catanzaro atti CSM 22 gen 09 C'é dentro di tutto, una mole enorme di intercettazioni, una sorta di grande fratello che ha controllato migliaia e migliaia di persone, parlamentari senza distinzioni di partito, capi dei servizi segreti e delle forze armate ma non solo. Il caso del cosidetto 'archivio Genchi', dell'ex consulente tecnico della procura di Catanzaro, frutto di oltre un milione di conversazioni telefoniche... (continua)

CarabinieriNella locride, rapinatore a 14 anni 22 gen 09 I carabinieri hanno arrestato a Palizzi, nella Locride, due giovani, Leo Morabito, di 18 anni, e M.G., di 14, di Africo Nuovo, entrambi incensurati e studenti, sorpresi mentre compivano una rapina ai danni di un autotrasportatore. La rapina sventata dai militari della Compagnia di Bianco era stata organizzata mentre l'autotrasportatore... (continua)

Sovrintendente De Chirico e Cap. GiovinazzoIl Nucleo Tutela Patrimonio dei CC fa il bilancio di due anni: recuperati in Calabria oltre 83.000 opere d’arte. Furti in calo 22 gen 09 Nel biennio 2007/2008 in Calabria sono state rubate 37 opere d'arte ed i carabinieri hanno accertato l'effettuazione di 8 scavi clandestini. Nella loro attività di salvaguardia e di repressione dei reati contro il patrimonio artistico, paesaggistico e culturale, i carabinieri hanno arrestato 10 persone, ne hanno denunciate altre 236 e effettuato 28 servizi di controllo per la tutela del paesaggio e della natura. Hanno recuperato 83.036... (continua)

Vicepresidente CersosimoCon la riforma Gelmini a rischio metà scuole calabresi. Vicepresidente Cersosimo “Il Governo non applica l’intesa con le Regioni” 22 gen 09 Quasi la metà dei plessi scolastici calabresi rischiano la chiusura per effetto della riorganizzazione della rete scolastica che scaturisce dalla riforma Gelmini. In particolare, secondo le stime della regione, rischiano la chiusura 1.262 plessi scolastici sui 2.755 esistenti .... (continua)

Luigi De MagistrisCaso De Magistris, il Copasir esamina gli atti: oltre un milione di intercettazioni 22 gen 09 Negli uffici del Copasir, il comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, presieduto dal senatore Francesco Rutelli, sarebbe pervenuto nel pomeriggio di ieri, secondo fonti molto attendibili, materiale dalla procura della Repubblica di Catanzaro che riguarda l'archivio dell'ex consulente di De Magistris, Gioacchino Genchi. Si tratta di materiale per il quale il Comitato aveva richiesto informazioni relativamente... (continua)

Porto di GioiaIntimidazione con cartucce a funzionario Dogana del porto di Gioia 22 gen 09 Una busta contenente alcune cartucce è stata recapitata al responsabile dell'area verifiche e controlli della Dogana del porto di Gioia Tauro. E' la seconda intimidazione, dopo quella del 23 dicembre contro il capo del servizio antifrode, che viene compiuta nel giro di un mese ai danni di un funzionario della dogana di Gioia Tauro... (continua)

Palazzo Nieddu a LocriProcesso Fortugno agli sgoccioli, si va verso la Camera di consiglio. IL PM “Piccolo non ha inventato nulla” 22 gen 09 Potrebbe essere l'ultima la prossima udienza del processo per l'omicidio del vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria Francesco Fortugno, fissata per il 26 gennaio, . L'udienza, infatti, sarà riservata alle controrepliche dei difensori degli imputati. Se gli interventi degli avvocati si ... (continua)

ImmigratiBurocrazia lenta, protestano gli immigrati che bloccano il centro d’accoglienza di Cropani 22 gen 09 E' tornata alla normalità, in tarda mattinata, la situazione al Centro accoglienza richiedenti asilo di Cropani, dove stamane alcune decine di immigrati avevano inscenato una protesta per chiedere la velocizzazione delle procedure di rilascio del permesso di soggiorno. I manifestanti, che avevano chiuso i cancelli della struttura... (continua)

 

Quattro denunce per prostituzione a San Marco

22 gen 09 I carabinieri della Compagnia di San Marco Argentano, nel corso di una operazione contro la prostituzione, hanno denunciato in stato di libertà quattro ragazze rumene e nigeriane per omessa esibizione dei documenti di identità. Durante l'operazione, effettuata lungo strada statale 283, sono state identificate alcune persone che si stavano intrattenendo con le quattro prostitute denunciate.

Tenta rapina in banca con falsa bomba a Vibo, ora ricercato dai CC

22 gen 09 Si è avvicinato alla cassa poggiando sul bancone un pacco in cui, a suo dire, c'era una bomba e chiedendo la consegna di denaro. Il direttore della banca, senza scomporsi, gli ha detto però che non c'era disponibilità di contante, inducendolo ad allontanarsi. E' quanto è accaduto nella tarda mattinata nell'agenzia di Vibo Valentia di Banca Carime. Nel pacco lasciato dallo sconosciuto , secondo quanto è stato accertato successivamente, c'era soltanto polistirolo ed un congegno elettrico inoffensivo. Le indagini per identificare il rapinatore, che non ha mostrato alcuna arma, sono state avviate dai carabinieri, che stanno visionando le immagini registrate dall'impianto televisivo a circuito chiuso di cui è dotata la banca.

Luigi De MagistrisGuerra procure, Apicella al contrattacco; lascia l’ANM e accusa “Mastella archiviato senza tutti gli atti” 21 gen 09 Non tutti gli atti alla base della richiesta di archiviazione per Mastella erano stati trasmessi al Gip. Lo afferma il procuratore di Salerno, Luigi Apicella, nell'intervista sullo scontro con la procura di Catanzaro sulle inchieste di De Magistris, che sarà trasmessa da "Annozero" nella puntata di domani. "Noi lo scontro l'abbiamo evitato - spiega Apicella -. Tutti sapevano che gli atti non venivano dati. C'era già stata una nostra... (continua)

IncidenteIncidente mortale sulla 106 vicino Crotone 21 gen 09 Un uomo è morto ed un altro è rimasto ferito in un incidente stradale avvenuto lungo la strada statale 106, nei pressi del centro abitato di Crotone. La persona deceduta è Francesco Potestio, 64 anni, di Cirò Marina, che era alla guida di una Citroen Saxo che si è scontrata... (continua)

Tribunale di LocriProcesso contro cosche San Luca: Nessuno denunciò la strage di Natale 21 gen 09 Dopo l'agguato del giorno di Natale 2006, nel quale morì Maria Strangio, moglie del presunto boss Gianluca Nirta, ed altre quattro persone, tra le quali un bambino, rimasero ferite, nessuno denunciò l'accaduto e le forze dell'ordine vennero a sapere quanto era accaduto solo dopo il ricovero dei feriti nell'ospedale ... (continua)

PoliziaCetrarese arrestato per rapina a Pavia 21 gen 09 Sono stati arrestati i presunti autori della rapina milionaria compiuta ai danni dell'equipaggio di un furgone portavalori sul raccordo autostradale Bereguardo-Pavia, avvenuta nell'ottobre del 2006. Antonio Pignataro, 45 anni di Cetraro (Cosenza), e Guerino Folino, 41 anni di Gropello Cairoli (Pavia), sono stati bloccati dalla Mobile... (continua)

Guardia di FinanzaTenta di corrompere i finanzieri, commerciante cinese in manette a Cosenza 21 gen 09 Un cittadino cinese, Jiang Lingxing, di 33 anni, è stato arrestato dai militari della guardia di finanza a Cosenza per istigazione alla corruzione. I finanzieri hanno effettuato un controllo all'interno di un esercizio commerciale di proprietà del cognato di Lingxing, all'interno del quale ... (continua)

Pioggia in arricoDal sud al nord, mezza Italia sotto la pioggia. Allerta frane 21 gen 09 Mezza Italia sott'acqua: nubifragi, neve, valanghe, frane, esondazioni e forte vento. Il maltempo investe soprattutto le regioni del Nord-Est, Veneto e Liguria in testa; ma il dipartimento della Protezione civile ha esteso anche al Mezzogiorno lo stato di allerta già proclamato lunedì per le regioni settentrionali: dalle prossime ore sono previste .. (continua)

 

Legautonomie “Nel 2008 diminuite le intimidazioni ad amministratori ”

21 gen 09 Nel 2008 si è registrato un calo degli atti intimidatori a danno degli amministratori locali calabresi rispetto al precedente anno. Ha fatto eccezione la provincia di Vibo con un incremento rispetto al 2007. Nel periodo 2000-2008 nell'intera regione ci sono stati circa 700 episodi. Sono questi alcuni dei dati che saranno illustrati, domani a Castrovillari, nel corso della presentazione del rapporto 2008 sullo stato delle autonomie locali calabresi, a cura di Legautonomie Calabria. "La pressione finanziaria dei comuni calabresi - afferma in una nota il presidente di Legautonomie Calabria, Antonio Acri - é aumentata di 13,46 euro per ogni residente negli ultimi due anni, la spesa sociale di 3,75 euro pro capite. La Calabria è all'ultimo posto nel panorama nazionale come percentuale di spesa comunale assorbita dall'erogazione di servizi nel campo della funzione socio-assistenziale" "L'importo totale dei mutui vigenti - conclude Acri - nei comuni calabresi ammonta a 1,585 miliardi di euro. E' una massa imponente destinata agli investimenti,che viene però spesso frazionata in innumerevoli piccoli interventi che non incidono sul complesso dei problemi infrastrutturali delle comunità locali, specie di quelle minori". Alla presentazione del rapporto parteciperà l'assessore regionale al lavoro Mario Maiolo.

A Catanzaro nasce una coop di Rom

21 gen 09 Interagire e integrarsi con il contesto cittadino a partire dal lavoro. Nasce con questi intenti, a Catanzaro, la cooperativa Venezia formata da persone di etnia rom e costituita con il sostegno di Legacoop Calabria. "L'integrazione - affermano Quirino Ledda, responsabile di Legacoop sociali e Angela Robbe, responsabile area lavoro dell'associazione - non è una strada facile. No lo è per chi accoglie, non lo è per chi è accolto, mai. Quando poi alle normali resistenze si aggiunge la diffidenza alimentata da comportamenti e scelte quanto meno discutibili diventa un percorso in salita. E' questo il caso dei rom a Catanzaro. Nonostante la loro presenza sia ormai storica, non sono ancora sentiti come parte della cittadinanza e, ancora oggi, non hanno accoglienza 'a braccia aperte' anche perché, del resto, non sempre hanno avuto atteggiamenti concilianti". "La cooperativa Venezia oggi è nata - proseguono Ledda e Robbe - ha voglia di fare, di lavorare e di trovare un proprio spazio nella città di Catanzaro, crediamo possa farlo, anche se dovrà incontrarsi con tanti che la guarderanno con diffidenza iniziale, dovrà essere più rigorosa di altre imprese nelle scelte e negli atteggiamenti, e forse dovrà superare anche la diffidenza degli stessi rom, ma è un tentativo che abbiamo ritenuto giusto sostenere". "I presupposti ci sono - sostengono ancora i dirigenti di Legacoop - ma questa cooperativa non potrà farcela da sola, è una scommessa sulla quale ora sono chiamate anche le istituzioni locali perché possa avere risultati positivi e ci auguriamo che colgano questa opportunità. Se questa scommessa sarà vinta dalla cooperativa Venezia avremo tutti contribuito a mettere un tassello sulla via dell'integrazione, se questa scommessa sarà persa per distrazione del contesto, forse senza far niente avremo perso un po' tutti un'occasione, alimentando la distanza già ampia che ci separa e lasciando spazi di malessere che sono la riserva naturale dove pescano le organizzazioni illecite".

Il Comandante dei CC della Culqualber in visita al Consiglio regionale

21 gen 09 Il comandante interregionale della divisione "Culqualber" dei Carabinieri, generale di corpo d'armata Stefano Orlando, ha reso visita stamani al presidente del Consiglio regionale, Giuseppe Bova. Ad accompagnare l'alto ufficiale, le cui responsabilità abbracciano Calabria e Sicilia, è stato il comandante provinciale, colonnello Leonardo Alestra. L'incontro, è scritto in un comuinicato, "dai toni sobri e cordiali, si colloca nel quadro delle eccellenti relazioni istituzionali che intercorrono tra l'Arma e la presidenza di palazzo Tommaso Campanella". Il generale Orlando, che da alcuni mesi si è insediato al vertice del comando interregionale con sede a Messina, ha spiegato al presidente Bova di conoscere bene la realtà calabrese e le sue criticità, per avervi lavorato dal 1974 al 1982. Il comandante, che in passato ha anche ricoperto incarichi di grande responsabilità al Quirinale, ha ricordato la visita che nel 1996 l'allora presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro compì nella stazione dei carabinieri di Rosarno: "Il più piccolo presidio di legalità in un territorio soggiogato allo strapotere della criminalità organizzata". Bova, da parte sua, ha rimarcato "l'importanza di un'istituzione come quella dei carabinieri che, oltre ad essere unica al mondo, svolge una duplice funzione: per un verso garantisce la libertà e la sicurezza dei cittadini, cui l'Arma é vicina con i propri presidi territoriali; per l'altro assolve a delicati compiti nelle missioni militari di pace all'estero". "E' per questo - ha proseguito Bova - che ognuno di noi non può non apprezzare e sostenere il lavoro quotidiano di chi esprime al meglio il valore del lealismo nel nostro ordinamento". Proprio per sottolineare questi aspetti, il Presidente del Consiglio regionale ha donato al generale Orlando un volume dedicato ai fioretti di San Francesco di Paola, patrono della Calabria, ed una copia anastatica dell'Albo d'oro dei caduti calabresi nella Grande Guerra. Quest'ultimo volume, realizzato su iniziativa dell'Assemblea regionale, contiene un'appendice fotografica che, oltre alle immagini sul primo conflitto mondiale, presenta una serie di testimonianze sulle recenti missioni di peacekeeping dei militari italiani all'estero.

Nascondeva “erba” in casa, un arresto a Lamezia

21 gen 09 La polizia ha arrestato a Lamezia Terme, Fabio Stranges, di 25 anni, con l'accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Al termine di una perquisizione nell'abitazione di Stranges, che ha precedenti, i poliziotti hanno trovato una busta di plastica, nascosta all'interno di una caldaia in disuso, contenente 21 dosi singole di marijuana per un totale di 230 grammi. La sostanza stupefacente è stata sequestrata.

Federica MonteleoneProcesso per la morte di Federica, il tribunale ammette la Regione come parte civile 20 gen 09 E' stata ammessa la costituzione di parte civile della Regione nel processo per la morte della sedicenne Federica Monteleone, deceduta dopo un intervento di appendicite praticatole nel gennaio del 2007 nell'ospedale di Vibo Valentia. Il tribunale ha rigettato l'eccezione preliminare che era stata presentata dai difensori... (continua)

Palazzo di GiustiziaGuerra procure, alto il rischio di altri trasferimenti. Salerno lamenta “Procura più punita” 20 gen 09 Al 31 dicembre 2007 erano 2.145 le unità di personale alle dipendenze della Regione, 2.021 in meno rispetto al 2004, quando in servizio c'erano 4.166 persone. Il dato è stato fornito a Catanzaro in occasione dell'illustrazione degli interventi in materia di riorganizzazione delle strutture amministrative della... (continua)

Regione CalabriaLa Giunta regionale snellisce la macchina burocratica 20 gen 09 Al 31 dicembre 2007 erano 2.145 le unità di personale alle dipendenze della Regione, 2.021 in meno rispetto al 2004, quando in servizio c'erano 4.166 persone. Il dato è stato fornito a Catanzaro in occasione dell'illustrazione degli interventi in materia di riorganizzazione delle strutture amministrative della Regione. Le linee della riforma della burocrazia regionale - che nelle intenzioni dell'esecutivo... (continua)

Processo per la morte di federica MonteleoneIniziato il processo per la morte di Federica Monteleone. La madre “Hanno tentato di insabbiare le indagini, ma sono speranzosa” 20 gen 09 E' iniziato a Vibo Valentia, in Tribunale, il processo per la morte di Federica Monteleone, la ragazza di 16 anni deceduta nel gennaio del 2007 dopo essere entrata in coma mentre veniva sottoposta ad un intervento di appendicite nell'ospedale di Vibo. Il decesso della giovane avvenne nel nosocomio di Cosenza dove era stata trasferita. Il collegio giudicante e presieduto da Giancarlo Bianchi ... (continua)

 

Collegamenti con la ndrangheta nel bresciano: 40 arresti

20 gen 09 E' di 40 arresti, tra quelli in flagranza e in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare, il bilancio dell'operazione 'Centauro', portata a termine in queste ore dai carabinieri della Compagnia di Gardone Valtrompia. L'indagine è nata circa due anni fa da un episodio di rilevanza apparentemente marginale, ma che ha consentito poi di scoprire fortissimo collegamenti tra lo spaccio di cocaina in Valtrompia e cosche dell"ndrangheta in Calabria. In particolare, tra i destinatari dell'ordinanza, c'é anche Domenico Mammoliti, personaggio di spicco della 'ndrangheta. Circa due anni fa sono iniziate le indagini su un colpo di pistola esploso nella vetrata di un'agenzia di pompe funebri in Valtrompia. Si scoprì successivamente che si trattava di una ritorsione per un debito di droga non pagato. Da lì, ulteriori sviluppi hanno consentito di risalire all'organizzazione criminale che, in certi periodi, secondo quanto ha spiegato il pm Paolo Savio, faceva entrare in provincia di Brescia anche dieci chilogrammi di cocaina al mese. La droga, in alcune occasione sarebbe giunta nel bresciano dopo essere stata infilata nell'apparato riproduttivo di alcune mucche. Alla conferenza stampa sono intervenuti, tra gli altri, il comandante provinciale dell'Arma colonnello Riccardo Galletta e il procuratore capo di Brescia Nicola Pace. Quest'ultimo, si è soffermato con particolare efficacia, nella descrizione di come l"ndrangheta costituisca le proprie cellule in realtà diverse dalla Calabria. Si tratta, ha spiegato di quelli che nel gergo criminale vengono definiti "i locali" e risalire a loro non è facile.

Il Sindaco di Rossano vieta l’uso delle bombolette da schiuma per carnevale

20 gen 09 Il Sindaco di Rossano, con una ordinanza, ha vietato, per tutto il periodo del carnevale, dal 22 febbraio al 7 marzo, la detenzione e la vendita di bombolette spray ed altri oggetti che possano gettare schiuma. L'ordinanza prevede anche che le bombolette trovate durante il carnevale vengano sequestrate e, successivamente, confiscate, mentre per i trasgressori sono previste multe da 25 a 500 euro. L'ordinanza, secondo il sindaco, "si è resa necessaria per tutelare l'ordine pubblico e l'incolumità delle persone che spesso hanno subito gravi conseguenze agli occhi, alla pelle e alla respirazione".

Ruba abbigliamento sportivo in ipermercato, arrestato dai CC

20 gen 09 I carabinieri di Montalto Uffugo hanno arrestato, per furto aggravato, Nicolas Altomare, di 27 anni, di Cosenza, disoccupato, già noto alle forze dell'ordine. Il giovane è stato sorpreso dai militari appena uscito dal centro commerciale "Emmezeta", da dove aveva sottratto, forzando i dispositivi anti-taccheggio, una tuta da ginnastica ed un paio di scarpe sportive.

10 tonnellate di bionde sequestrate dalla Finanza a Gioia

20 gen 09 Dieci tonnellate di sigarette di contrabbando provenienti dal Medio Oriente sono state sequestrate dalla guardia di finanza nel porto di Gioia Tauro. Le sigarette erano in un container sbarcato dalla motonave "Msc Baltic", proveniente dagli Emirati Arabi e destinato in Turchia, che è stato individuato e sequestrato nel corso di un'operazione anticontrabbando, condotta dai finanzieri insieme ai funzionari del servizio di vigilanza antifrode doganale. Gli investigatori controllano da tempo le provenienze mediorientali perché ritenuto luogo di partenza di merce illecita e crocevia di triangolazioni commerciali sospette. Ad insospettire gli addetti ai controlli sono state le numerose anomalie nei documenti che accompagnavano il container all'interno del quale, invece della merce dichiarata, sono state trovate 51.240 stecche di sigarette marca "Capital" per un valore commerciale di 1,7 milioni di euro.

Sul sito web dell’Ufficio scolastico regionale le nomine dei docenti di ruolo

20 gen 09 Sono disponibili sul sito web dell'Ufficio scolastico regionale i dati relativi alle nomine in ruolo del personale docente per l'anno 2008-2009. Lo riferisce una nota dell'Ufficio scolastico. I nominativi sono distinti per graduatoria e per provincia e riferiti ai punteggi dei rispettivi ultimi nominati per la relativa posizione in graduatoria. "La pubblicazione - afferma il direttore generale Francesco Mercurio - è scritto in un comunicato - è stata assunta d'intesa con le organizzazioni sindacali del comparto scuola e dell'Area V della dirigenza scolastica e si prefigge si di fornire una significativa informazione a coloro i quali, già inseriti in graduatoria, aspirano ancora ad una nomina in ruolo e sia di operare per la trasparenza dell'operato dell'amministrazione"

Bombola di gas scoppia in abitazione a Rombiolo, illesa pensionata

20 gen 09 Una pensionata di 85 anni è rimasta illesa nello scoppio di una bombola di gas nella sua abitazione, in una frazione di Rombiolo, nel Vibonese. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, chiamati da alcuni vicini, che hanno dichiarato l'inagibilità della casa della pensionata. La donna è stata portata in ospedale per accertamenti, ma le sue condizioni non destano alcuna preoccupazione. Le indagini vengono condotte dai carabinieri.

CSMGuerra procure: Mano pesante del Csm, via Apicella, sostituiti il Pg Iannelli ed altri tre Pm. Inchiesta Why Not non si fermerà 19 gen 09 La sezione disciplinare del Csm ha sospeso dalle funzioni il procuratore di Salerno Luigi Apicella e ha trasferito d' ufficio il pg di Catanzaro Enzo Jannelli, il suo sostituto Alfredo Garbati e i due pm di Salerno Gabriella Nuzzi e Dionigio Verasani. La sezione disciplinare ha colto ... (continua)

Parco marino a Isola Capo RizzutoPresentata a Roma l’Accademia del mare di Isola Capo Rizzuto 19 gen 09 Creare un centro di accoglienza e di eccellenza per le attività di studio, ricerca, innovazione e formazione sul Mediterraneo: è questo l'obbiettivo de 'L'accademia del Mare, presentata stamani a Roma dal presidente della Provincia di Crotone Sergio Iritale, che nascerà all'interno dell'Area Marina Protetta di 'Capo Rizzuto', Si tratta di una oasi ... (continua)

Chiesto il rinvio a giudizio per l’ex consigliere regionale Crea

19 gen 09 Il pm della Dda di Reggio Calabria, Mario Andrigo, ha chiesto oggi il rinvio a giudizio dell'ex consigliere regionale Domenico Crea e di suo figlio, Antonio, coinvolti nell'inchiesta "Onorata sanità" su presunti intrecci tra politica e 'ndrangheta nella gestione del settore della sanita' nel reggino. Crea è accusato di concorso esterno in associazione mafiosa. La richiesta è stata avanzata anche se la Corte d'appello di Reggio deve ancora decidere sulla richiesta di ricusazione del gup Paolo Ramondino chiesta dalla difesa di Crea. Dopo la richiesta il gup, per quanto riguarda la posizione di Crea, ha aggiornato l'udienza al 27 gennaio. Gli altri imputati detenuti, invece, hanno chiesto il rito abbreviato e l'udienza è stata rinviata al 26 marzo. Tra loro figurano anche Alessandro e Giuseppe Marcianò, padre e figlio, attualmente sotto processo con l'accusa di essere i mandanti dell'omicidio del vice presidente del Consiglio regionale Francesco Fortugno. Gli altri imputati che hanno chiesto il rito abbreviato sono Giuseppe Panzera, medico e genero del boss di Africo Nuovo Giuseppe Morabito, detto "'u tiradrittu', ed il medico Leonardo Gangemi. Nella precedente udienza il gup aveva deciso di stralciare la posizione delle persone non detenute per le quali il giudizio proseguirà il 12 febbraio. L'indagine, coordinata dalla Dda di Reggio e condotta dai carabinieri, aveva portato, nel gennaio 2008, ad una ventina di arresti.

Prende a bastonate la matrigna, un arresto a Crosia

19 gen 09 Un uomo, S.C., di 33 anni, è stato arrestato dai carabinieri a Crosia per tentato omicidio nei confronti della matrigna. L'uomo ha colpito ripetutamente con un bastone la vittima colpendola alla testa. La donna è stata soccorsa dai carabinieri ed è stata ricoverata nell'ospedale di Cosenza dove i sanitari si sono riservati la prognosi. L'aggressore, che si è presentato spontaneamente ai carabinieri, dopo l'interrogatorio da parte del Sostituto Procuratore, Paolo Remer, è stato arrestato e portato nel carcere di Rossano.

La Finanza sequestra 300 mila euro di beni a Tropea

19 gen 09 Beni per un valore di 300 mila euro sono stati sequestrati dai militari del Gico della guardia di finanza di Catanzaro. I beni, un immobile e due automezzi, secondo l'accusa erano nella disponibilità di Francesco La Rosa, di 37 anni, nei confronti del quale il provvedimento è stato adottato in quanto sospettato di far parte dell'omonima cosca. Il sequestro rientra nell'ambito di un'indagine che nel marzo 2007 aveva già portato ad altri sequestri di beni nei confronti di altri esponenti della cosca La Rosa di Tropea.

L’Anas chiude i conti del 2007 in rosso

19 gen 09 Anche nel 2007 l' Anas chiude in disavanzo ma resta nell' ambito di un trend virtuoso "di recupero". Lo rileva la Corte dei Conti analizzando l'esercizio 2007 dell' Anas. Nella relazione al Parlamento, la Corte osserva che le difficoltà finanziarie ereditate da Anas spa dal precedente esercizio "si sono puntualmente ripercosse sull'esercizio 2007", che chiude con un 'rosso' pari a 127,9 milioni di euro. "Si tenga conto - scrive la magistratura contabile - che dall'esposizione economica di 496,4 milioni di euro registrata nel 2005 e quella di 426,6 milioni seguita nel 2006 si è passati ad un disavanzo di 127,9 milioni". Trend virtuoso anche per le consulenze, la cui spesa ha fatto registrare nel 2007 un ulteriore miglioramento, fin dal momento della trasformazione in società di capitali. Tale voce di spesa è infatti "via via passata dai 41,9 milioni di euro del 2003 ai 24,8 milioni del 2004, per poi scendere ai 20,4 milioni del 2005 ed agli 11,1 milioni del 2006 ed attestarsi infine nel 2007 a 2,4 milioni di euro". La Corte, nel prendere atto delle "positive risultanze", ne auspica ora "la ferma tenuta in un'ottica gestionale fondata sulla rigorosa applicazione dei principi di economicità quali sono insiti nelle più recenti disposizioni legislative, e particolarmente nelle leggi finanziarie di questi ultimi anni, connotate da una decisa spinta verso il massimo contenimento della spesa pubblica" Elemento negativo della gestione è invece costituito, tra i costi della produzione, da quello relativo al contenzioso, il quale ha ripreso a crescere (dai 22,5 miliardi del 2006 a 30,2 miliardi nel 2007: +34,3%) dopo il suo ridimensionamento registrato nel precedente esercizio. Nel 2007 inoltre, si è mantenuta la situazione di stallo che, iniziata già nel 2006, "ha frenato l'ulteriore sviluppo della rete autostradale italiana"; una delle cause è di "natura finanziaria e si riassume nei 'tagli' agli investimenti nel settore delle infrastrutture stradali operati fin dalla legge finanziaria 2006; tagli che a metà del relativo esercizio avevano inciso sul regolare andamento dei lavori dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria"

La Provincia di Cosenza avvia il programma di mobilità per giovani

19 gen 09 Con l'inizio del nuovo anno entra nel vivo il programma di mobilità transnazionale dei giovani che la Provincia di Cosenza realizzerà anche quest'anno con il supporto della Euroform Rfs e il co-finanziamento del Programma dell'Unione Europea Leonardo da Vinci II. Il 'Leonardo da Vinci' è il principale programma d'azione comunitario volto a promuovere e migliorare la cooperazione europea nei settori della formazione e delle politiche del lavoro ed incrementare la mobilità transnazionale. Opportunità, questa, colta appieno, da più anni, dalla Provincia, quale parte integrante del programma del Presidente Oliverio. Grazie all'iniziativa sono stati più di 900 i giovani residenti nella provincia di Cosenza che hanno realizzato stages all'estero in qualità di tirocinanti del Programma Leonardo da Vinci, fondando la loro motivazione sulla possibilità di entrare in contatto con nuovi metodi e strumenti di lavoro, aumentare le proprie opportunità sul mercato del lavoro, perfezionarsi sotto il profilo professionale, acquisire conoscenze su altri stili e condizioni di vita, maturare esperienze in ambienti lavorativi internazionali, migliorare le proprie conoscenze linguistiche nonché sulla possibilità di stringere nuove amicizie, comprendere meglio le differenze culturali, riuscire a gestire nuove situazioni. Motivazioni tutte che hanno trovato riscontro nell'attuazione delle azioni precedenti e che hanno spinto la Provincia di Cosenza a proseguire in tale direzione, dando l'opportunità anche nel corso del 2009 a 60 ragazzi di realizzare un'esperienza formativa della durata di 3 mesi all'estero, promuovendo nel contempo politiche attive per i giovani, finalizzate a migliorare le competenze in funzione del loro inserimento nel mercato del lavoro. La realizzazione del Progetto Marco Polo edizione 2009 è supportata, come in precedenza, da una partnership locale composta dall'Istituto Itis 'A. Monaco' di Cosenza, dalle Associazioni di Categoria Cna, Uil e Confartigianato Cosenza e da un partenariato transnazionale con sede nei seguenti Paesi: Malta, Spagna, Francia, Regno Unito, Irlanda e Lituania

Tribunale CatamzaroScontro toghe Catanzaro-Salerno via subito Apicella, altre decisioni rinviate a lunedì 17 gen 09 Trasferire d'urgenza solo il procuratore di Salerno Luigi Apicella. E' la richiesta che il Pg aggiunto della Cassazione Giovanni Palombarini ha rivolto alla sezione disciplinare del Csm, rimettendo al 'tribunale delle toghe' la valutazione sulle misure più severe chieste dal ministro della Giustizia Alfano per tutti e sette i magistrati protagonisti dello scontro tra le procure di Salerno e Catanzaro ... (continua)

ospedaleSpesa sanitaria, quattro regioni contestano il riparto dei fondi 17 gen 09 Comincia in salita il confronto tra le regioni sul riparto del fondo 2009 per il servizio sanitario nazionale: l'altro ieri i governatori riuniti nella sede della conferenza delle regioni in via Parigi a Roma hanno discusso per ore ma alla fine hanno dovuto gettare la spugna e aggiornare la riunione a mercoledì prossimo, 21 gennaio. Motivo: quattro regioni - Liguria, Campania, Puglia e Sicilia ... (continua)

 

Li trovano a rubare in un bar, quattro arresti a Bonifati

17 gen 09 Quattro persone, due gemelli, Giuseppe e Carmine Piemontese, di 24 anni, Attilio Ricco (21) e Luciano Tripicchio (21), sono state arrestate dai carabinieri a Bonifati con l'accusa di furto aggravato. I quattro sono stati sorpresi dai militari della Compagnia di Scalea mentre compivano un furto nel bar di una stazione di servizio, dal quale stavano asportando un televisore e merce varia. Nelle abitazioni dei fratelli Piemontese e degli altri due arrestati sono stati trovati alcuni grimaldelli ed altri oggetti atti allo scasso. I carabinieri, nell'ambito dello stesso servizio di controllo del territorio che ha portato ai quattro arresti, hanno denunciato in stato di libertà, per vari reati, altre quattro persone.

Loiero e NapolitanoIl Presidente Napolitano a Reggio rilancia la questione meridionale e chiede rinnovamento politica. Incontro con Loiero 16 gen 09 Come un mese fa a Napoli, Giorgio Napolitano ha sollevato nuovamente il tema del Mezzogiorno sotto l'aspetto della responsabilità delle classi dirigenti del sud e della responsabilità delle politiche nazionali di governo. A questo ultimo ... (continua)

ElisoccorsoNon c’è l’elisoccorso e muore in ambulanza a Trebisacce, la Regione apre un inchiesta 16 gen 09 Il Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie, su iniziativa del presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, ha provveduto alla nomina di una Commissione d'inchiesta sulla morte di un ragazzo di 28 anni deceduto in ambulanza mentre ... (continua)

PoliziaCittadino straniero abusa della figlia minorenne e finisce in manette a Catanzaro 16 gen 09 Ha violentato per anni la propria figlia, sin da quando ne aveva 8, ma alla fine è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile di Catanzaro che hanno scoperto la vicenda in seguito ad un gesto autolesionistico della ragazza che adesso ha 17 anni. L'uomo, un cittadino straniero di 38 anni ... (continua)

 

Spacciava coca nel suo negozio un arresto a Praia

16 gen 09 I carabinieri di Scalea hanno arrestato, con l'accusa di spaccio e detenzione abusiva di cocaina, Vincenzo Vitolo, di 36 anni, originario di Pagani (Salerno) e residente a Tortora. L'uomo, che era già agli arresti domiciliari e aveva il permesso di allontanarsi dalla sua abitazione solo nell'orario di lavoro, gestisce un negozio di abbigliamento a Praia a Mare. Vitolo è stato fermato mentre cedeva una dose di cocaina all'interno del suo negozio. Nell'abitazione di Vitolo, i carabinieri hanno trovato 50 grammi di cocaina confezionati e pronti alla vendita. - Vitolo risiede da molto tempo a Praia a Mare dove è conosciuto per essere il gestore del negozio di abbigliamento "Siska", situato in piazza Italia, nel centro della cittadina. Da tempo i carabinieri avevano raccolto voci sull'attività illecita dell'uomo, nonostante fosse agli arresti domiciliari. Infatti, secondo l'accusa, approfittando del permesso che aveva per potersi recare nel suo negozio, Vitolo avrebbe continuato a vendere droga. Nel corso di un servizio di appostamento, i carabinieri hanno bloccato un giovane appena uscito dal negozio. Vistosi scoperto, l'uomo ha consegnato ai militari la dosa di cocaina, pari ad un grammo, appena acquistata da Vitolo che è stato quindi arrestato. Nel negozio i carabinieri hanno trovato una cospicua somma di denaro. I carabinieri stanno verificando gli scontrini fiscali per stabilire quale quota provenisse dall'attività di spaccio. I carabinieri hanno anche posto sotto sequestro il negozio.

L’AIOP disponibile a collaborare sulla rete ospedaliera

16 gen 09 L'associazione italiana ospedalità privata (Aiop) è disponibile ad "accelerare i tempi di definizione dei regolamenti attuativi" per quanto riguarda la legge sulla rete ospedaliera. "A voler affrontare - afferma il direttore dell'Aiop, Bernardino Scarpino - i problemi che bisogna risolvere per rilanciare la qualità della sanità calabrese, non si saprebbe da dove cominciare. C'é tuttavia una opzione primaria e riguarda la spesa sanitaria e l'organizzazione dei servizi. Va da sé che non si può affrontare l'una senza l'altra per cui sarebbe saggio procedere contestualmente e simultaneamente, evitando di far dipendere i correttivi dell'organizzazione dalla quantificazione della spesa, atteso che l'aver accumulato 2 miliardi circa di passività non è servito a migliorare gli standard qualitativi dei servizi. La legge 24 approvata a luglio dal consiglio regionale può essere un contributo concreto a migliorare la rete ospedaliera, intendendo per rete le due componenti della sanità, quella pubblica e quella privata". "Lo spirito della legge - prosegue - è quello di razionalizzare l'organizzazione operativa sia delle strutture pubbliche che di quelle private ma non demanda certamente ai regolamenti attuativi orientamenti finalizzati a penalizzarne la gestione economica, sovraccaricandole di costi che non si traducono in maggiore qualità dei servizi per i cittadini.- Non risponde a verità che l'Aiop stia contrastando la definizione dei regolamenti attuativi che, discendendo da una legge, sono un atto dovuto mentre è vero che l'Aiop, pur rispettando lo spirito della legge, contrasta quegli orientamenti la cui finalità non è quella di razionalizzare l'organizzazione delle strutture, a vantaggio del cittadino utente ma, di fatto, si risolvono in un aumento squilibrato dei costi di gestione e, quindi, dei costi di sistema. E questo a prescindere da un eventuale adeguamento delle tariffe in alto, non previsto dalla legge 24 e teorizzato soltanto per supportare l'aumento di costi di gestione delle strutture ospedaliere". "Nel merito, per far capire all'opinione pubblica - evidenzia - come stanno le cose e non agli addetti ai lavori che sanno molto bene cosa dispone la legge e cosa debbono essere i regolamenti attuativi, si può fare esempio di un regolamento attuativo che prescrive ad una struttura privata di avere in organico due farmacisti anche se la struttura non dispone di una farmacia. Non si comprende quale sarebbe, nell'interesse del cittadino e della qualità dei servizi, l'utilità di una tale decisione se non quella di innalzare i costi di gestione che, inevitabilmente, in sede di contrattazione, finirebbero per gravare sul sistema e, quindi, sulla spesa globale e sul cittadino. Per concludere l'Aiop resta disponibile, per la parte di sua competenza, ad accelerare i tempi di definizione dei regolamenti attuativi ma non si chieda all'Aiop di scardinare nelle proprie strutture quegli equilibri di bilancio necessari per garantire prestazioni di qualità ai cittadini bisognosi di cure". "L'Aiop - conclude - ha già documentato, con un apposito dossier, l'effetto devastante che hanno avuto sulla gestione degli ospedali calabresi i carichi di personale non necessario il cui costo è doppio o triplo rispetto al valore economico delle prestazioni erogate. Avere attenzione ai bilanci non vuol dire speculare ma gestire bene le risorse necessarie a fornire prestazioni di qualità ai cittadini. Il contrario di ciò che hanno sinora fatto con regolamenti, leggi e delibere, dirigenti, amministratori e politici responsabili del disastro sanitario della regione"

Nuovi depositi, il Banco Alimentare ringrazia la Provincia di Cosenza

16 gen 09 "Esprimiamo vivo compiacimento e ringraziamenti sinceri al Presidente della Provincia di Cosenza, On. Mario Oliverio e all'intero Consiglio Provinciale per aver deciso di sostenere in modo significativo il lavoro che l'Associazione Banco Alimentare della Calabria Onlus svolge sin dal 1966, favorendo la costruzione in provincia di Cosenza di un capannone da adibire a sede regionale per la raccolta e la distribuzione di derrate alimentari in tutta la Calabria". E' quanto si legge in una nota a firma del Presidente dell'Associazione Banco Alimentare Onlus, dott. Gianni Romeo. "Cio" -prosegue la nota- consentirà al Banco Alimentare di dotarsi di una sede definitiva e adeguata, atta ad incrementare il servizio di stoccaggio e l'attività di distribuzione di maggiori quantitativi di derrate alimentari fino ad oggi svolti a favore di tantissimi enti socio-assistenziali impegnati al fianco dei più poveri e dei più bisognosi. Tale iniziativa rappresenta, inoltre, anche il giusto riconoscimento all'impegno e al lavoro del Banco Alimentare che, in questi anni ha contribuito da una parte, ad evitare la distruzione di tanti prodotti ancora buoni e in perfetto stato di conservazione e dall'altra ad alleviare le difficoltà di tante famiglie che ormai non arrivano più alla fine del mese".

La Conferenza dei servizi di Rossano approva l’ospedale della sibaritide

16 gen 09 La Conferenza dei servizi per acquisire intese, autorizzazioni e nulla osta previsti dalla legge, che si è svolta stamattina a Rossano, introdotta dal Soggetto Attuatore Giuseppe Aloise, segna una tappa fondamentale nel percorso per la costruzione del nuovo ospedale della Sibaritide. Dalla Conferenza sono arrivati pareri sostanzialmente positivi e nessuna obiezione preclusiva. Si apre quindi uno scenario positivo che consentirà in tempi abbastanza brevi la gara per l'esecuzione dell'opera. "Si rivela quindi giusta - è scritto in una nota dell'Ufficio del soggetto attuale dell'ospedale della Sibaritide - l'intuizione del presidente Loiero che per la costruzione dei nuovi quattro ospedali calabresi, punto cardine per una significativa riforma e modernizzazione della rete ospedaliera calabrese, ha spinto per procedure affidate alla Protezione civile con la nomina di un Commissario per l'emergenza sanitaria. Questa scelta sta consentendo procedure molto rapide e semplificate rispetto a quelle ordinarie. In tale contesto il raccordo permanente tra il presidente Loiero e le azioni del Commissario, Vincenzo Spaziante, hanno consentito un gioco di squadra che sta risultando valore aggiunto rispetto al perseguimento degli obiettivi e al rispetto delle scadenze che ci siamo date". Il dottor Aloise ha evidenziato che "opportuna si è rivelata la scelta di affidare la progettazione degli ospedali alle Aziende sanitarie locali che ha consentito, questo è il caso dell'ospedale della sibaritide, di acquisire una progettazione di livello, adeguato alle punte alte tecnico-scientifiche di una moderna sanità; attraverso competenze interne e con un risparmio consistente di risorse economiche. Per quel che mi riguarda voglio ringraziare l'Asp di Cosenza e il suo direttore generale, Franco Petramala". Aloise ha concluso i lavori sottolineando che questo "caso dimostra che anche in Calabria sono possibili tempi rapidi e sinergie virtuose per realizzare le cose che servono alla nostra regione. Accade quando si costruisce una realtà unitaria tra tutte le forze interessate, c'é gioco di squadra e accordo reale sugli obiettivi ed è interessante notare come, in questo caso, l'accordo iniziale tra i comuni di Rossano e Corigliano sia via via diventato il progetto di questo intero territorio".

Tagli ai fondi, nave oceanica rimane nel porto di Crotone

16 gen 09 La nave rompighiaccio Italica per tre mesi rimarrà nel porto di Crotone. La nave oceanografica che da 20 anni porta in Antartide il vessillo italiano per conto del consorzio Programma nazionale ricerche antartiche (Pnra), costituito da Enea, Cnr, Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia e Istituto nazionale di oceanografia e geofisica sperimentale, non è salpata verso il Polo Sud per mancanza di fondi a causa dei tagli imposti alla ricerca. "La nostra nave - ha sostenuto Maurizio D'Argenio, titolare della Diamar la società armatrice dell'Italica - è andata per 20 anni in Antardite a supporto delle spedizioni e della base italiana Mario Zucchelli. Da alcuni anni sono stati drasticamente ridotti i fondi del Consorzio e per la prima volta in questa campagna la nave è rimasta ferma. Il problema è che l'Italica portava al Polo Sud tutto il necessario per far funzionare la base oltre a permettere lo svolgimento di particolari ricerche considerato che è anche una nave oceanografica. Per questo è a rischio la stessa esistenza della base italiana: quest'anno è stata fatta solo una semplice manutenzione ed attualmente è disabitata". La nave rompighiaccio Italica, che resterà nel porto di Crotone per mancanza di fondi, è lunga 121,19 metri per una stazza di 5.825 tonnellate con un pescaggio di 6,93 metri. Si tratta di una nave della classe ghiaccio costruita nei cantieri russi di Viborg nel 1981 ed entrata in servizio nel 1983. Ha un equipaggio di 14 persone (a bordo attualmente ce ne sono sette) ed è dotata di laboratori (estesi per 240 metri quadrati) per attività di ricerca oceanografica chimica e fisica, di geologia e biologia marina. L'ultimo viaggio in Antartide dell'Italica è stato effettuato lo scorso anno con partenza da Ravenna l'11 dicembre 2007 e ritorno dal mare di Ross (dove si trova la stazione Mario Zucchelli) nel febbraio 2008. "Abbiamo scelto Crotone - ha sostenuto Maurizio D'Argenio, titolare della Diamar la società armatrice dell'Italica - perché l'Autorità portuale ci ha dato la disponibilità a tenere la nave in banchina a costi accettabili e poi perché il porto di Crotone è vicino alla nostra sede".

Bomba carta inesplosa a Serra San Bruno

16 gen 09 Nella tarda mattinata a Serra San Bruno è stato rinvenuto un potente ordigno esplosivo. Erano da poco passate le undici, quando una pensionata ha trovato sul selciato un vistoso involucro. Ignara del pericolo, raccolto l'oggetto, lo ha portato in prossimità della propria abitazione. L'oggetto, dal quale fuoriusciva una miccia, ha immediatamente destato il sospetto di una persona sopraggiunta che ha provveduto ad avvisare il 113. Sul posto sono intervenuti gli uomini del commissariato di Serra San Bruno che hanno messo in sicurezza l'area, in attesa dell'arrivo, da Vibo Valentia, degli artificieri. Effettuati i rilievi di rito, l'ordigno, del peso di 4-500 grammi, è stato disinnescato e posto a disposizione dell'autorità giudiziaria. Secondo quanto fatto trapelare dagli investigatori, si sarebbe trattato di una potente bomba carta confezionata artigianalmente mediante l'utilizzo di un involucro per silicone.

Napolitano a LameziaIl presidente Napolitano a Lamezia “Inderogabile la solidarietà tra nord e sud”, ma tante proteste 15 gen 09 I doveri di solidarietà fra il nord e il sud dell'Italia sono "inderogabili, come la Costituzione ha solennemente sancito" E di questo c'é consapevolezza anche nel nord, ha detto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano a Lamezia Terme aggiungendo che il mezzogiorno deve fare "la sua parte, mostrandosi capace di rinnovarsi ... (continua)

SilaNovanta discariche abusive scovate nel Parco della Sila da Legambiente 15 gen 08 Novanta discariche abusive sono state individuate dai volontari di Legambiente nel corso del servizio di Vigilanza ambientale svolto questa estate dai volontari del circolo Sila nella zona di protezione speciale "Sila Grande", estesa 31 mila ettari, ricompresa nel Parco. Il dossier finale sul servizio è stato presentato stamani a Lorica ... (continua)

CrotoneDanni ambientali, Crotone si ribella “Il Governo imbavaglia i comuni” 15 gen 09 "Sulle politiche ambientali il Governo vuole togliere la parola ai cittadini ed ai Comuni". E' quanto afferma in una nota il Sindaco di Crotone, Peppino Vallone, circa il decreto approvato dal Governo lo scorso 30 dicembre riguardante misure straordinarie in materia di risorse idriche e di protezione dell'ambiente. ... (continua)

TemporaleMaltempo, troppi ritardi nella prevenzione in Calabria. Riaperta linea FS chiusa nel reggino 15 gen 09 "Tre giorni intensi di pioggia hanno dimostrato ancora una volta che la Calabria è una regione 'dai piedi di argilla'". "Un territorio fragile e a rischio idrogeologico - prosegue Paluccio - che continua a registrare pesanti ritardi nella prevenzione del rischio e a pagare i danni di una scriteriata ... (continua)

Il Presidente NapolitanoIl Presidente Napolitano in Calabria all’Unical “Le regioni del sud superino le inerzie”. Proteste degli studenti 15 gen 09 Giorgio Napolitano, in visita all'Università della Calabria, ha chiesto alle regioni meridionali di superare "ogni forma di inerzia e di stanca gestione dell'esistente" per affrontare i problemi particolari che affliggono quest'area del paese ... (continua)

Il finanziere rinvenuto in autoFinanziere muore in auto sulla A3. Forse suicidio 15 gen 09 Il cadavere di un sottufficiale della Guardia di finanza è stato trovato dentro un'auto ferma in una piazzola di sosta dell'autostrada Salerno - Reggio Calabria tra gli svincoli di Altilia e Rogliano. Gli investigatori non escludono alcuna ipotesi sulle cause del decesso anche se parrebbe prevalere la tesi del suicidio. ... (continua)

 

 

Donna tenta suicidio con la stufa a gas

15 gen 09 Una donna di 39 anni ha tentato di suicidarsi mentre era nella sua rivendita di tabacchi a Serra San Bruno. La donna, dopo aver chiuso le porte e le finestre del suo esercizio commerciale, ha aperto la bombola del gas della stufa. I carabinieri ed i vigili del fuoco sono intervenuti ed hanno soccorso la donna accompagnandola nell'ospedale. Dopo le prime cure è stata trasferita nel reparto di psichiatria del nosocomio di Cetraro (Cosenza) dove si trova attualmente ricoverata.

Il 7 febbraio a Vibo manifestazione in ricordo di Federica Monteleone

15 gen 09 "Buon compleanno Federica" è il nome dell'evento che si terrà il sette febbraio, al palasport di Vibo Marina, nel giorno in cui Federica Monteleone avrebbe festeggiato i suoi diciotto anni. La manifestazione è stata organizzata dai genitori della ragazza vibonese, morta due anni fa a seguito di un intervento chirurgico presso l'ospedale di Vibo Valentia. I coniugi Monteleone durante l'evento, presenteranno la "Fondazione Federica per la vita", destinata a raccogliere fondi per la costruzione di una "Casa del risveglio" a Vibo Marina. Madrina di "Buon compleanno Federica" sarà Anna Tatangelo. "Ero la sua cantante preferita - ha dichiarato - e sarà una grande emozione cantare per lei". Alla manifestazione parteciperanno anche lo stilista Anton Giulio Grande, l'orafo Gerardo Sacco e alcuni giovani artisti calabresi tra cui i "Porci comodi" di Mimmo Labate, le "For love" e i ragazzi della scuola di danza "Arabesque", frequentata da Federica. La serata, organizzata da Ruggero Pegna, sarà patrocinata dalla Regione, dal Comune e dalla Provincia di Vibo Valentia.

MareggiataTutto il sud sotto pioggia incessante. Frane e mareggiate in Calabria 14 gen 09 E' ancora emergenza maltempo su gran parte della penisola. Nel Sud Italia piove incessantemente e l'attenzione sul livello dei fiumi è alta. Se in Umbria, Toscana, Marche, Emilia Romagna e Veneto nevica copiosamente con conseguenti rallentamenti nel traffico ... (continua)

De MagistrisCaso De Magistris, atti a Cassazione. Azione disciplinare per 7 toghe 14 gen 09 Il gup di Salerno Maria Teresa Belmonte ha trasmesso alla Corte di cassazione la richiesta avanzata dall'ex coordinatrice della Dda di Potenza Licia Genovese, di spostare in altra sede il dibattimento contro l'ex pm di Catanzaro Luigi De Magistris, accusato, insieme ad altre 12 persone, di abuso e rivelazione di notizie coperte da segreto. ... (continua)

Il Presidente NapolitanoIl presidente Napolitano oggi e domani in Calabria 14 gen 09 Un appello per un'Italia "unita e più giusta" è stato lanciato da alcune fondazioni in occasione della visita di due giorni in Calabria del Presidente della Repubblica Giorgio Napoletano. L'appello, lanciato dalla Fondazione Universitas Italica, dell'Istituto Teologico Calabrese, dell'Unione Nazionale per la Lotta all'Analfabetismo e della Fonazione Don Mottola, è "rivolto a tutti i cittadini calabresi". "Richiamando con forza il profondo senso spirituale, morale, culturale e civico del popolo calabres ... (continua)

Umberto De RoseLotta al racket, aiuti di Confindustria Calabria a Chi denuncia, Confcommercio parte civile nei processi 14 gen 09 "Gli imprenditori calabresi non lotteranno più da soli contro la criminalità: li aiuteremo a denunciare chi li minaccia e chi vuole distruggere le loro aziende". E' quanto afferma il presidente di Confindustria Calabria, Umberto De Rose, che lancia la proposta di creare una rete solidale a sostegno di chi subisce intimidazioni ... (continua)

generali GdfLa Guardia di Finanza fa il bilancio del 2008: lotta all’evasione e agli illeciti patrimoni delle cosche 14 gen 09 La lotta all'evasione fiscale ed agli illeciti patrimoni delle cosche della 'ndrangheta: sono queste alcune delle principali attivita' svolte in Calabria dai militari della guardia di finanza. L'attività svolta nel 2008 è stata illustrata stamani a Catanzaro dal comandante regionale della Guardia di finanza, generale Gaetano Giancane. Sull'attività di contrasto ... (continua)

LaudonioMorte Federica, sospeso dalle sue funzioni l’ex procuratore di Vibo, Laudonio 14 gen 09 La sezione disciplinare del Csm ha sospeso dalle funzioni e dallo stipendio l'ex capo della procura di Vibo Valentia, Alfredo Laudonio. La sanzione era stata chiesta dal Pg della Cassazione in riferimento al caso di Federica Monteleone, la ragazza di 16 anni morta a Cosenza nel gennaio del 2007, una settimana dopo l'intervento di appendicite ... (continua)

DIASequestrati dalla Dia 30 mln di beni a un imprenditore ex vigile urbano 14 gen 09 Beni per un valore di 30 milioni di euro sono stati sequestrati dalla Dia di Reggio Calabria ad un imprenditore, Giovanni Zema, di 54 anni. L'uomo è sospettato di essere contiguo alle cosche reggine Araniti, radicata nel rione Sambatello, e Audino, operante nel quartiere di San Giovannello e quelle dei Libri e dei Serraino, storicamente considerate ... (continua)

Busta con cartucce di fucile al presidente di una coop del vibonese

14 gen 09 Persone non identificate, a Nardodipace, hanno lasciato, a scopo intimidatorio, una busta con sette proiettili di fucile davanti all'abitazione di Luigi Franzé, di 50 anni, autista e presidente della coop Aurora che si occupa di trasporto di linea passeggeri nella zona. La busta, anonima, è stata trovata da Franzé dopo che questi era uscito da casa per recarsi al lavoro. L'episodio è stato denunciato dallo stesso Franzé ai carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno che hanno avviato le indagini.
Legacoop “si faccia luce”. Solidarietà e vicinanza agli amministratori e ai soci della cooperativa Aurora di Nardodipace viene espressa in una nota da Legacoop Calabria. "Denunciamo la grave intimidazione ai danni degli amministratori della coop di Nardodipace - è scritto in una nota - che garantisce e svolge un ruolo importante nei collegamenti tra una zona impervia e difficile dell'entroterra calabrese con i principali punti di interesse regionali ed extraregionali garantendo alcuni diritti ai cittadini che per decenni hanno sofferto, tra le altre questioni anche l'isolamento territoriale". "Legacoop Calabria - è scritto nella nota - chiede alle forze dell'ordine, a cui la cooperativa ha sporto doverosa denuncia, di fare luce sul delittuoso episodio"

Fatture false, sequestrata dalla GDF fabbrica di birra a Santa Sofia d’Epiro

14 gen 09 Lo stabilimento industriale e le quote societarie dell'azienda 'Il mastro birraio di Calabria' di Santa Sofia D'Epiro sono state sequestrate dai militari della guardia di finanza nell'ambito di una inchiesta su una presunta truffa per avere fondi statali. Il provvedimento di sequestro è stato emesso dal giudice per le indagini preliminari di Cosenza, Lucia Angela Marletta, che ha accolto la richiesta del sostituto procuratore, Giuseppe Visconti. La prosecuzione dell'esercizio dell'impresa è stata assicurata con la nomina di un custode ed amministratore giudiziario. Dalle indagini della Guardia di Finanza è emersa una truffa finalizzata all'indebita percezione di finanziamenti erogati con la legge 466/92. A fronte di spese complessivamente previste per 903.000 euro, il ministero delle attività produttive ha concesso un contributo a fondo perduto di euro 323.000 da corrispondere in tre rate, subordinando l'erogazione delle agevolazioni all'effettuazione di apporti di capitale da parte dei soci. Dalle indagini sono emerse molteplici irregolarità tra cui l'aumento dei costi sostenuti utilizzando false fatture emesse da ditte italiane compiacenti per l'acquisto dell'impianto di produzione della birra in realtà fornito da una società slovacca. Il sequestro ha riguardato anche la residua quota dell'agevolazione, pari a 32.390 euro.

Parte un tavolo tecnico tra Regione e Anas per la viabilità

14 gen 09 Il presidente della Regione, Agazio Loiero, ha incontrato a Roma il presidente dell'Anas, Pietro Ciucci "per approfondire - è scritto in un comunicato dell'Ufficio stampa della Giunta regionale - i termini della collaborazione necessaria a rilanciare gli investimenti per la viabilità". "I due presidenti - è scritto nel comunicato - hanno deciso che l'apposito 'tavolo tecnico' si riunirà domani per approfondire sia gli impegni a breve che quelli rivolti all'integrazione delle sinergie relative alla programmazione comunitaria 2007 - 2013 in modo da costruire il quadro dei progetti futuri". "Nel colloquio - prosegue la nota - il presidente Ciucci ha garantito al presidente Loiero l'impegno dell'Anas a continuare negli investimenti ed ad accelerarne la spesa. Inoltre, entrambi hanno convenuto di risolvere rapidamente le criticità per alcuni progetti di competenza Anas su cui la Regione è coinvolta per il coofinanziamento". "La soluzione del problema - riporta ancora il comunicato - porterà all'avvio dei lavori previsti per la mobilità nell'area di Germaneto-Catanzaro e per la trasversale delle Serre. I due presidenti hanno anche verificato gli interventi in corso di attuazione da parte dell'Anas, sia sull'Autostrada Salerno-Reggio Calabria, sia sulla statale 106. Inoltre, il presidente Ciucci ha illustrato al presidente Loiero tutti i prossimi appalti da bandire a breve termine"

L’assessore Greco in commissione sanità al Senato per i rifiuti tossici di Crotone

14 gen 09 L'assessore all'ambiente della Regione Calabria, Silvio Greco, è stato oggi in "Commissione sanità" del Senato per riferire sulla situazione sanitaria a Crotone relativa all'inquinamento da rifiuti speciali ed industriali. La difficoltà di avere, in tempi rapidi, dati sufficienti e certi sulla pericolosità per la popolazione della diffusione, anche illegale, dei materiali inquinanti sul territorio, ha impegnato la Regione Calabria a costituire la "Task force" di ricerca, denominata `Pitagora, di cui fanno parte importanti centri scientifici ed universitari italiani e calabresi. "Come Regione -ha detto Greco-, secondo le nostre competenze, abbiamo messo a disposizione notevoli risorse economiche oltre a puntare sia alla cosiddetta caratterizzazione delle sostanze inquinanti nella catena biologica, sia all'intervento immediato di monitoraggio dell'Arpacal". Il progetto di ricerca messo in piedi punta all'identificazione dell'inquinamento da rifiuti industriali pericolosi, che ha colpito il crotonese, per poi arrivare a proporre le soluzioni necessarie a cittadini, istituzioni locali e Stato per la messa in sicurezza ed avviare le misure necessarie per il risarcimento del danno. "Del resto -ha proseguito l'assessore- la complessità della situazione va affrontata sotto molteplici aspetti della ricerca per dare risposte articolate ed attinenti. A Crotone le industrie hanno scaricato per sessant'anni a mare senza nessun pretrattamento e ora dobbiamo capire cosa è successo e quali pericoli ci sono per la popolazione". "Sicuramente, se si realizzasse l'intera bonifica delle aree industriali degli ex stabilimenti Pertusola, Agricoltura e Fosfotec, una parte dell'emergenza verrebbe meno -ha concluso Greco- permettendo di circoscrivere le restanti zone di rischio dove concentrare i successivi interventi".

Lunedì 19 scadono i termini per il concorso per 25 agenti di polizia provinciale

14 gen 09 Scadono lunedì 19 gennaio i termini per la presentazione delle domande relative al bando di concorso per la copertura di 25 posti di agenti di Polizia provinciale a Cosenza. A riferirlo è un comunicato dell'Amministrazione provinciale di Cosenza. Il bando e il fac-simile di domanda di partecipazione, pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale di venerdì 19 dicembre 2008 - è scritto nel comunicato - sono disponibili sul sito Internet della Provincia (www.provincia.cs.it), negli uffici del Settore Ordinamento ed organizzazione intersettoriale della Provincia di Cosenza e nei Centri per l'Impiego di Cosenza, Castrovillari, Rossano, Corigliano, Paola.

Arrestato l’uomo irreperibile dell’operazione Rainbow

14 gen 09 I carabinieri della Compagnia di Lamezia Terme hanno arrestato nella tarda serata di ieri Peppino Buffone, di 54 anni. Nei confronti dell'uomo era stata emessa un'ordinanza di custodia agli arresti domiciliari nell'ambito dell'inchiesta Rainbow che ieri ha portato all'arresto, da parte di carabinieri e guardia di finanza, di altre 13 persone accusate di estorsione ed usura. Buffone era l'unico irreperibile dell'operazione.

La DDA di Reggio chiede nuovamente gli atti sulla cosca di San Luca alla polizia tedesca

14 gen 09 I pm della Dda di Reggio Calabria hanno ripresentato oggi la richiesta di acquisire gli atti raccolti dalla polizia tedesca al fascicolo del processo contro 14 persone accusate di far parte delle cosche di San Luca. La richiesta era stata gia' presentata e respinta dai giudici della Corte d'assise di Locri davanti ai quali si sta celebrando con il processo con rito ordinario. I pm Adriana Fimiani e Federico Perrone Capan, però, stamani hanno ripresentato la richiesta. Alla richiesta si sono opposti i difensori degli imputati, secondo i quali sarebbe una violazione delle regole procedurali relative alla formazione degli atti. Il dibattimento è scaturito dall'operazione Fehida fatta da polizia e carabinieri pochi giorni dopo la strage di Duisburg, in Germania, nel giorno di Ferragosto del 2007, in cui furono uccise sei persone. Tra gli imputati del processo c'é anche Giovanni Strangio, latitante, accusato di essere stato l'esecutore materiale della strage di Duisburg. Il processo non si occupa della strage di Duisburg. Agli imputati viene contestato il reato di associazione mafiosa e, ad alcuni, l'omicidio di Maria Strangio, moglie di Giovanni Luca Nirta, uno dei presunti capi della cosca, uccisa il 25 dicembre del 2006, e quello di Bruno Pizzata, avvenuto il 4 gennaio del 2007.

Rubarono in casa ad anziani, due arresti a Vibo

14 gen 09 I carabinieri di Vibo Valentia hanno arrestato Giuseppe Mirienzo, di 43 anni, e Umberto Greco di 42, ritenuti gli autori, assieme a Carmelo Pastafiglia, di 37 anni, del furto avvenuto lo scorso 25 febbraio nell'abitazione di una coppia di pensionati di Pizzo. Gli arresti sono stati fatti in esecuzione di ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip del tribunale di Vibo Valentia su richiesta della Procura. Dopo essersi introdotti nell'appartamento, i ladri avevano rubato da una cassaforte una pistola calibro 7,65 e oltre 24 mila euro tra contanti e gioelli. I militari intervenuti dopo il furto, grazie ad un telefonino dimenticato inavvertitamente nell'abitazione, erano riusciti a risalire a Pastafiglia. Procedendo nelle indagini ed esaminando tabulati telefonici e testimonianze gli investigatori hanno modo di individuare anche gli altri due componenti della banda. Uno degli arrestati Umberto Greco, vicino di casa della coppia derubata, conosceva l'ubicazione della cassaforte avendola installata lui stesso anni prima.

Morto il prefetto Fasano, era commissario al Comune di Gioia

14 gen 09 E' morto il prefetto in pensione Mario Fasano. Ex vice direttore del Sisde, Fasano, di 65 anni, che era malato, attualmente guidava la commissione straordinaria insediata a Gioia Tauro dopo lo scioglimento del Consiglio comunale per infiltrazioni mafiose deciso ad aprile del 2008. I funerali si sono svolti stamani a Roma nella Chiesa di Santa Giovanna Antida, all'Eur.

Chiuso dal 19 lo svincolo A3 di Altilia-Grimaldi

14 gen 09 Sarà chiusa, per lavori, dalle 9 di lunedì 19 alle 17 di venerdì 23 gennaio, la rampa di ingresso dello svincolo Altilia Grimaldi in direzione Sud dell'autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria. Lo riferisce un comunicato dell'Anas nel quale si precisa che "i veicoli diretti a sud transiteranno su una sola corsia di marcia". "Il tratto interessato dai lavori - è scritto in una nota dell'Azienda - è quello compreso tra i km 285,400 e 286,700, dove è prevista la circolazione su una sola corsia di marcia. Nel periodo di chiusura i veicoli provenienti da Altilia e diretti a Reggio Calabria si immetteranno in autostrada in carreggiata Nord, raggiungendo lo svincolo di Rogliano-Piano Lago e rientreranno in autostrada in direzione Sud. I dispositivi di traffico ed i percorsi alternativi, fa sapere l'Anas, sono stati comunicati agli enti e alle istituzioni interessate.

Un impero immobiliare nelle mani del re del videopoker arrestato a Reggio. Le cosche volevano ucciderlo 13 gen 09 A Reggio Calabria lo chiamano il "re del videopoker". Centinaia di macchinette mangiasoldi, la gran parte delle quali taroccate per ridurre al minimo le vincite, distribuite non soltanto in sale gioco, ma anche in molti bar ... (continua)

Temporali sulla CalabriaPiogge sopra il livello di guardia nel 52% dei comuni calabresi. Rallentano i treni. Famiglia salvata a Cariati 13 gen 08 E' l'area della costa jonica calabrese quella più colpita dalle violente piogge delle ultime ore. Stamani alle 5.00 il sistema di monitoraggio pluviometrico del Centro Funzionale dell'Agenzia regionale per l'ambiente della Calabria (Arpacal) segnalava livelli di pioggia ... (continua)

Consiglio regionaleIl Consiglio regionale approva la stabilizzazione dei precari della sanità 13 gen 09 Il Consiglio regionale, a conclusione dei lavori, ha approvato all'unanimità il provvedimento di legge che stabilizza gli operatori precari della sanità impegnati negli ultimi anni in importanti servizi ospedalieri. Il testo normativo che è stato licenziato dall'aula era stato elaborato da una commissione bipartisan costituita appositamente. ... (continua)

TemporaleUragano sulla Calabria, frane e smottamenti, a rischio esondazione i fiumi. Sindaco Crotone chiede stato calamità naturale. Bertolaso invia team specialisti 13 gen 09 Sulle regioni meridionali e in particolare sulla Calabria e sulla Sicilia è in corso "un uragano, una perturbazione violentissima" che "desta preoccupazioni". Lo ha detto il capo della Protezione Civile Guido Bertolaso annunciando che un team del Dipartimento è già partito per la Calabria "per garantire sorveglianza e attenzione massima". Sulle regioni meridionali ... (continua)

Luigi De MagistrisVia da Salerno il processo a De Magistris che andrebbe Consulta e Cassazione 13 gen 09 Potrebbero essere la Consulta e la Cassazione a dover decidere se il procedimento aperto dalla Procura di Salerno contro l'ex pm di Catanzaro Luigi De Magistris, accusato, insieme ad altre 12 persone, di abuso e rivelazione notizie coperte da segreto dall'ex coordinatrice della Dda di Potenza Licia Genovese, resterà o meno nella città campana. E' questo l'effetto delle richieste presentate dai legali della Genovese. ... (continua)

Agazio LoieroInsediata la stazione unica appaltate per i lavori pubblici in Calabria 13 gen 09 Si è insediato stamani a Catanzaro, alla presenza del presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, il Comitato di sorveglianza della Stazione unica appaltante (Sua). La 'Sua', prima struttura del genere in Italia, avrà il compito di gestire e disciplinare tutte le materie relative agli appalti per opere pubbliche, servizi e forniture di aziende (a partire da quelle ospedaliere e sanitarie) ... (continua)

Lamezia TermeGiro di estorsioni e usura 13 arresti tra Lamezia e Vibo. Affari per 3 mln di euro 13 gen 09 Carabinieri e Guardia di Finanza hanno arrestato nelle provincia di Catanzaro e Vibo Valentia 13 persone, accusate di avere attuato una serie di estorsioni e svolto attività di usura ai danni di alcuni imprenditori di Lamezia Terme. La maggior parte degli arresti è stata fatta a Lamezia Terme ed alcuni sono stati eseguiti a Tropea ... (continua)

Guardia di FinanzaArrestato dalla Finanza a Reggio il “re del videopoker”. Sequestrati 35 mln di beni. Rapporti con la politica 13 gen 09 Avrebbe avuto rapporti anche con ambienti politici ed istituzionali, oltre che con settori della criminalità, Gioacchino Campolo, 70 anni, noto come il “re dei videopoker” arrestato questa mattina dalla Guardia di finanza a Reggio Calabria. A Campolo sono anche stati sequestrati beni immobili per un valore di oltre 35 milioni di euro. Si tratta di oltre 40 tra appartamenti e terreni ... (continua)

 

Uomo muore nell’auto caduta in mare nel porto di Corigliano

13 gen 09 Una persona di 68 anni, di cui non sono state rese note le generalità, è morta annegata finendo in mare col proprio furgone nel porto di Corigliano Calabro. Il cadavere è stato recuperato dalla Guardia costiera, avvertita da alcuni passanti. Le indagini sono state avviate dai carabinieri, secondo i quali la persona che era a bordo del furgone potrebbe essersi suicidata lanciandosi in mare col mezzo.

Il Presidente Napolitano giovedì e venerdì a Cosenza, Lamezia e Reggio Calabria

13 gen 09 Giovedì 15 e venerdì 16 gennaio il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, sarà in visita in Calabria. Saranno due giorni fitti di impegni a Cosenza, Reggio Calabria e Lamezia Terme, dove ci saranno anche le organizzazioni antiusura. Proprio oggi in città ci sono stati tredici arresti per estorsione a seguito di una indagine che si è avvalsa della collaborazione di alcuni imprenditori che hanno rotto il muro dell'omertà. La prima iniziativa con il capo dello Stato sarà giovedì mattina a Rende (Cosenza), dove presenzierà all'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università della Calabria ed alla cerimonia di intitolazione dell'aula magna a Beniamino Andreatta, che fu fondatore e primo rettore dell'ateneo. Nel pomeriggio di giovedì Napolitano giungerà a Lamezia Terme per presenziare alla cerimonia per il quarantennale della fondazione del Comune ed incontrare gli studenti ed i rappresentanti dell'Associazione antiracket cittadina. Venerdì mattina il presidente della Repubblica sarà a Reggio Calabria al convegno internazionale "Mezzogiorno euro-mediterraneo" organizzato dall'Università. All'iniziativa é prevista anche la partecipazione del Commissario per le Politiche regionali dell'Unione europea, Danuta Hubner. L'ultimo impegno in programma per Napolitano sarà venerdì pomeriggio l'inaugurazione del Centro di riabilitazione realizzato dalla Piccola opera Papa Giovanni, fondata da don Italo Calabrò, il sacerdote reggino morto nel 1990.

Anziana e figli invalidi rapinata a Bisignano di 900 euro

13 gen 09 Quattro persone con il volto coperto ed armati di coltello hanno compiuto una rapina all'interno dell'abitazione di una donna di 83 anni. Nell'abitazione, al momento della rapina, c'era la donna ed i suoi due figli, tutti invalidi. I rapinatori hanno minacciato la donna ed i figli e si sono fatti consegnare il denaro custodito in casa ed i cellulari in loro possesso. Il bottino ammonterebbe a circa novecento euro. L'episodio è stato denunciato ai carabinieri che hanno avviato le indagini.

Un arresto per tentato omicidio a Rossano

13 gen 09 Un uomo, Giovanni Battista Schiavello, di 39 anni, è stato arrestato dagli agenti della polizia di stato del commissariato di Corigliano Calabro e della squadra mobile di Cosenza per tentato omicidio nei confronti di Luigi Muraca, avvenuto il 6 gennaio scorso. A Schiavello è stata notificata una ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip, Colucci, che ha accolto la richiesta del sostituto procuratore Paolo Remer. Dalle indagini è emerso che Schiavello ha ferito Muraca per futili motivi. Muraca, infatti, avrebbe chiesto a Schiavello di spostarsi perché doveva prendere la sua automobile per rientrare a casa. Tra i due sarebbe nato un litigio durante il quale Schiavello ha ferito il rivale.

Calabria Film Commission “La nostra regione escluda dalle fiction 2009”

13 gen 09 "Petruccioli ha convocato l'agonizzante consiglio di amministrazione Rai per esaminare il piano delle fiction per l'anno 2009, che comporterà una spesa di 300 milioni e che, come sembra, esclude la Calabria dalle location prescelte". Lo afferma il presidente di Calabria Film Commission, Francesco Zinnato, in una lettera inviata ai parlamentari calabresi per chiedere "un intervento a difesa degli interessi economici ed occupazionali calabresi". "Come dimostrato dalla fiction Artemisia Sanchez - sostiene Zinnato - le produzioni realizzate in Calabria hanno garantito alla Rai alti indici di ascolto ed eccellenti condizioni paesaggistiche, climatiche ed ambientali nonché la possibilità di realizzare considerevoli economie e lavorazioni in periodi invernali impossibili, per le tematiche trattate, in altre regioni del centro-nord". "Con la dichiarazione - conclude il presidente di Calabria Film Commission - di non voler realizzare più fiction nella nostra regione, il direttore di Raifiction, Fabrizio Del noce è venuto arrogantemente allo scoperto, confermando quanto andava dicendo da tempo agli operatori cinematografici e , persino, bloccando due produzioni già deliberate dal consiglio di amministrazione della Rai, comprese nel piano 2008".

Due cosentini di Cassano denunciati a Genova

13 gen 09 Due calabresi di Cassano allo Ionio (Cosenza) sono stati denunciati dai carabinieri di Genova Nervi per tentato esercizio dell'attività finanziaria abusiva in concorso. Secondo le denunce di cinque commercianti avrebbero offerto loro "protezione" e appoggio economico esibendo tra l'altro mazzette di banconote e offrendo denaro in prestito a tassi inferiori a quelli di mercato. L'episodio si è verificato intorno al 20 ottobre e le offerte dei due calabresi sarebbero state condotte con modalità e toni definiti "inquietanti e intimidatori". Sono state in tutto cinque le testimonianze degli esercenti di varie categorie acquisite dai militari nella zona tra Nervi e Quinto. I commercianti riuniti nel Civ e appoggiati dalla Confesercenti avevano inoltre indetto un'assemblea pubblica alla quale aveva partecipato anche il Presidente del Municipio Levante Francesco Carleo, per sottolineare la necessità di fornire la massima collaborazione con le forze dell'ordine ed impedire qualsiasi tentativo di infiltrazione criminale. Nel corso delle indagini si è scoperto che i due, entrambi incensurati, identificati sulla base di un riconoscimento fotografico, erano stati alloggiati presso una struttura religiosa del levante cittadino e che il loro soggiorno a Genova era avvenuto in concomitanza col ricovero ospedaliero di un loro congiunto. Alle indagini hanno collaborato anche i carabinieri della tenenza di Cassano allo Ionio.

La vicenda dei fan della mafia su facebook finisce in Senato

13 gen 09 Facebook sbarca nell'Aula del Senato. Dopo diverse segnalazioni di gruppi del social network inneggianti la mafia, le Br o ancora i fidanzatini di Novi Ligure, Erika e Omar e Donato Bilancia, il capogruppo Udc a Palazzo Madama, Giampiero D'Alia solleva il caso durante la seduta. D'Alia chiede che il governo riferisca sul fenomeno che sta sbancando on line e che i parlamentari che hanno un proprio account si cancellino se i siti incriminati non spariranno dalla rete. "Condivido il suo allarme - osserva il presidente Renato Schifani - e anche la sua proposta provocatoria". Anche il Pdl con la senatrice Simona Vicari si dice d'accordo. Villari suggerisce tra l'altro di aderire allo sciopero di domani organizzato dal gruppo 'Fuori la mafia da Facebook' che suggerisce di non cliccare sul network per tutta la giornata di domani contro la presenza di gruppi che inneggiano alla criminalità organizzata.

ArenaIstituzioni sotto tiro: Distrutta da una bomba l’auto del Sindaco di Arena 12 gen 09 Persone non identificate hanno collocato e fatto esplodere la notte scorsa un ordigno ad alto potenziale sotto l'auto del sindaco di Arena, Giosuele Schinella, di 53 anni, esponente del Partito democratico. La deflagrazione ha distrutto la vettura provocando danni anche alla palazzina, nei pressi della quale l'auto era parcheggiata, dove Schinella abita con la propria famiglia ... (continua)

LimbadiData alle fiamme auto assessore di Limbadi 12 gen 08 L'automobile dell'assessore ai Lavori pubblici del Comune di Limbadi, Francesco Laureana, e' stata incendiata da ignoti. La vettura, una Opel Astra, era parcheggiata nella piazzola del piccolo centro storico di Motta Filocastro, dove risiede l'amministratore. Danneggiata anche un'auto parcheggiata vicino. Nei confronti dell'assessore ... (continua)

Reggio CalabriaSindacalista ucciso a Reggio: individuati ed arrestati tre moldavi. Altri due sono espatriati 12 gen 09 La squadra mobile di Reggio Calabria ha arrestato all'alba cinque persone accusate dell'omicidio di Pietro Logoteta, 69 anni, dirigente del sindacato Confsal agricoltura, ucciso a Reggio il 9 luglio dello scorso anno. Logoteta fu assassinato mentre si trovava nel suo ufficio, a pochi metri dalla sede del Consiglio regionale ... (continua)

OliverioSondaggi tra gli amministratori, Scopelliti in vetta, Oliverio primo del centrosinistra, aumenta Perugini, cala Loiero 12 gen 09 Non si ferma l'avanzata del sindaco di Reggio Calabria, Giuseppe Scopelliti, del centrodestra, che, nella classifica per il gradimento "Governance Poll" stilata dall'Ipr marketing e pubblicata da quotidiano Il Sole 24 ore. Scopelliti guadagna il primo posto assieme al collega di coalizione Flavio Tosi (Verona) e a Sergio Chiamparino ... (continua)

 

Crollo controsoffitto a San Giovanni, chiesto rinvio a giudizio per due

12 gen 09 La Procura della Repubblica di Cosenza ha chiesto il rinvio a giudizio, per omissione di atti d'ufficio, di due funzionari dell'Ufficio tecnico del Comune di San Giovanni in Fiore. La richiesta è stata avanzata al termine delle indagini relative al crollo, avvenuto nel 2006, di una parte della controsoffittatura nell'area davanti all'ingresso delle aule della scuola elementare di Olivaro a San Giovanni in Fiore. La caduta della controsoffittatura avvenne nel corso delle operazioni relative alle elezioni referendarie del 25 e 26 giugno del 2006 mentre all'interno dello stabile erano presenti alcuni militari della tenenza delle Fiamme Gialle che svolgevano servizio di vigilanza. La scuola, in quell'occasione, venne posta sotto sequestro. Le indagini, secondo quanto riferisce la Guardia di finanza, avevano accertato che in quella scuola erano già stati effettuati, da parte dell'amministrazione comunale di San Giovanni in Fiore, lavori di ristrutturazione per le infiltrazioni d'acqua che, però, continuavano ancora a preoccupare, soprattutto, durante la stagione invernale. Ad un anno dal sequestro la scuola era stata riaperta. Il rinvio a giudizio è stato chiesto per i due funzionari che dovevano effettuare nel corso degli anni i lavori di manutenzione.

Assolto medico accusato di omicidio

12 gen 09 Il giudice monocratico del Tribunale di Catanzaro ha assolto, perché il fatto non sussiste, il dott. Mario Nicotera, dall'accusa di omicidio colposo, nella sua qualità di direttore del Centro di salute mentale di Soverato. Secondo l'accusa, Nicotera era responsabile della morte di un paziente, Saverio Russo, in quanto, per una consulenza disposta dalla Procura, il decesso sarebbe stato causato da una "sindrome da assideramento" dovuta, sempre secondo l'accusa, alla mancanza di riscaldamento nella struttura e, dunque, allo stato di degrado dei locali del reparto. Russo, ricoverato in regime di residenza sanitaria assistita nell'ex ospedale di Girifalco, era morto il 5 dicembre 2001 dopo una quindicina di giorni di ricovero nell'ospedale Pugliese di Catanzaro. Il difensore di Nicotera, Giuseppe Fonte, nel corso del dibattimento, ha presentato una propria consulenza tecnica, redatta dal dott. Massimo Rizzo, dalla quale è emerso che la morte di Russo non era conseguenza di una sindrome da assideramento bensì la conseguenza di quadro patologico grave che nulla aveva a che fare con l'assideramento. Il giudice, visto il contrasto tra le due consulenze di parte, ha disposto una propria perizia che ha confermato la tesi difensiva. "Termina con la sentenza emessa dal Tribunale di Catanzaro - ha sostenuto l'avv. Fonte alla conclusione del processo - una vicenda che ha visto il dott. Nicotera ingiustamente accusato di un fatto grave rispetto al quale non avrebbe dovuto essere mossa, allo stesso, alcuna contestazione se le indagini fossero state compiute con la dovuta attenzione. Il dott. Nicotera è stato, per questa vicenda, ingiustamente additato, dagli organi di stampa, quale responsabile della morte del Russo ed oggi, finalmente, con la sentenza di assoluzione è doveroso restituirgli la dignità ed il rispetto che la sua professionalità merita"

Protocollo per spostare area ferrovie a Vibo

12 gen 09 Prosegue l'impegno del presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, nella veste di commissario delegato all'emergenza post alluvione di Vibo Valentia. E' stato siglato infatti un protocollo d'intesa tra Regione Calabria, Comune di Vibo Valentia e Ferrovie della Calabria che ha per oggetto la delocalizzazione dell'area industriale delle Ferrovie della Calabria di via Protettì, a Vibo, fortemente danneggiata a seguito degli eventi alluvionali dello scorso 3 luglio 2006. Con un primo intervento pari a 700 mila euro, il commissario delegato all'emergenza, il presidente Agazio Loiero, aveva già disposto la messa in sicurezza dell'intera area. Oggi, con questo importante accordo si restituisce un'area preziosa alla cittadinanza, considerata la posizione centrale dell'ex deposito delle Ferrovie. Visto che l'immobile oggetto dello sgombero appartiene al demanio regionale e in uso alle Ferrovie della Calabria e l'ipotesi di un riutilizzo risulta incompatibile con la vocazione di forte centralità di quell'area, è stato deciso che i nuovi impianti industriali di FdC sorgano in località aeroporto, all'interno dei mercati generali (Foro Boario). Attraverso questo protocollo d'intesa si stabilisce che la società Ferrovie della Calabria si impegna a produrre formalmente alla Regione il progetto preliminare per la delocalizzazione dei propri impianti nel nuovo sito. Tale atto è propedeutico al fine di pervenire alla sottoscrizione di un apposito accordo di programma. Il Comune di Vibo Valentia si impegna a cedere alla Regione Calabria il suolo in questione e, sempre la Regione, si impegna contestualmente a sdemanializzare e a cedere al Comune di Vibo, l'attuale sito di via Protettì, assegnando l'immobile oggetto di permuta nei mercati generali di "Foro Boario" alle Ferrovie della Calabria, mediante apposito atto. Il protocollo prevede anche che le Ferrovie della Calabria ultimino, entro 60 giorni dalla firma dell'atto, gli interventi di messa in sicurezza, di demolizione dei capannoni pericolanti e il ripristino della superficie del piazzale originario per una sua utilizzazione a parcheggio, mentre la Regione Calabria dovrà individuare i fondi necessari alla realizzazione delle opere, eventualmente attraverso l'intervento del commissario delegato con fondi propri o derivanti da accordi di programma quadro con i ministeri competenti e/o con la partecipazione delle Ferrovie della Calabria al bando delle grandi imprese in corso di predisposizione da parte della Camera di Commercio. Infine, il Comune di Vibo si impegna ad approvare il progetto di delocalizzazione e riqualificazione complessiva dell'area denominata "Foro Boario" comprendente l'edificazione d nuove strutture per circa 4 mila metri quadri e la ristrutturazione di quelle esistenti. L'accordo di programma, che sarà predisposto entro 30 giorni dalla presentazione del progetto delle Ferrovie della Calabria, avrà valore di variante semplificata allo strumento urbanistico.

Ancora chiuso lo svincolo A3 di Villa

12 gen 09 L'Anas ha reso noto che, per lavori di ripristino del manto stradale, resta ancora chiuso lo svincolo, in uscita, di Villa San Giovanni dell'A3, in direzione nord, a causa di un incidente la notte dell'8 gennaio. Un mezzo pesante, per cause in corso di accertamento, riferisce ancora l'Anas, si è ribaltato, perdendo un grosso quantitativo di gasolio che ha reso particolarmente irregolare il tratto autostradale. Le avverse condizioni meteo delle ultime ore stanno impedendo il lavoro di ripristino del manto stradale. I veicoli diretti a nord possono uscire allo svincolo di Campo Calabro, che precede di circa un chilometro quello di Villa San Giovanni.

Legambiente “Il commissariamento ambientale dilapida enormi risorse pubbliche”

12 gen 09 "Con l'Ufficio del Commissario sono state dilapidate ingenti risorse pubbliche. Si continuano, infatti, ad abbancare rifiuti nelle discariche e proseguono gli interessi delle ecomafie nella gestione del ciclo dei rifiuti e dei trasporti su gomma degli stessi da un capo all'altro della regione". Così, in una nota, il direttore di Legambiente Calabria, Francesco Falcone, commenta il prolungamento dello stato d'emergenza nel settore dei rifiuti urbani nel territorio calabrese. "Il perpetuarsi - continua Falcone - dell'emergenza, che si trasforma in ordinarietà, continua a deresponsabilizzare e a non far affrontare seriamente la questione rifiuti, che va dal coinvolgimento delle popolazioni e delle istituzioni nella logica delle premialità ai comuni virtuosi e alla disincentivazione al ricorso in discarica". "Ancora oggi - conclude il direttore di Legambiente - dopo 11 anni, si registrano carenze di strutture per la raccolta differenziata. Non vengono utilizzate le piattaforme di valorizzazione, non è stata avviata la raccolta della frazione umida, sono scarsi gli impianti di compostaggio, i sistemi di raccolta sono basati su contenitori stradali ed è poco praticata la raccolta porta a porta"

Insediato nuovo Procuratore Catanzaro

12 gen 09 Si è insediato oggi il nuovo procuratore aggiunto di Catanzaro Giuseppe Borrelli. Borrelli, entrato in magistratura nel 1986, proviene dall'ispettorato generale del ministero della Giustizia dove ha svolto gli ultimi due anni di attività. In precedenza il magistrato ha prestato servizio in Campania, prima alla Pretura di Aversa, poi alla Procura circondariale di Napoli e alla Procura della Repubblica del capoluogo campano. Alla Procura di Napoli, Borrelli ha lavorato alla Dda, occupandosi di di alcune tra le principali organizzazioni criminali tra le quali quelle facenti capo a Carmine Alfieri e a Pasquale Galasso (poi divenuti collaboratori di giustizia), a Ferdinando Cesarano, a Mario Fabbrocino e alla famiglia Nuvoletta. Nel corso della sua attività ha coordinato le indagini finalizzate alla cattura di latitanti quali Angelo Nuvoletta, Ferdinando Cesarano e Mario Fabbrocino. Il magistrato, esperto in materia di indagini patrimoniali, si è anche occupato delle infiltrazioni della camorra nei lavori di rifacimento del tratto campano dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria. Borrelli ha anche collaborato con la Repubblica di Macedonia nell'organizzazione dell'unità di contrasto al crimine organizzato e alla corruzione nell'ambito di un progetto europeo, e con l'Albania nell'ambito di un progetto di formazione dei magistrati locali organizzato dalla Unicri, l'agenzia delle Nazioni Unite di contrasto al crimine organizzato. Borrelli collaborerà, anche se in via non esclusiva, con il procuratore della Repubblica Antonio Vincenzo Lombardo, nell'attività della Direzione distrettuale antimafia.

ParrelloArrestato a Roma il latitante Parrello, narcotrafficante ricercato da 10 anni 11 gen 08 I carabinieri del Ros hanno arrestato, a Roma, Candeloro Parrello, latitante da 10 anni. Il suo nome figurava nell'elenco dei 100 latitanti piu' pericolosi ed era stato proposto per l'inserimento nell'elenco dei 30. L'uomo, ricercato per associazione mafiosa e traffico internazionale di stupefacenti, e' considerato dagli investigatori ... (continua)

Carabinieri in azioneRapisce ragazzina in Romania e la costringe a mendicare a Cosenza, romena in manette 11 gen 09 Costringeva una ragazzina di 14 anni sequestrata in Romania, con una malformazione congenita ad un piede, a mendicare per le strade di Cosenza: romena in manette. La donna e' stata vista dai carabineiri mentre, per strada, picchiava una ragazzina. Portata in caserma insieme alla donna, la ragazzina ha raccontato che ... (continua)

 

Orlandino GrecoMinacce di morte al Sindaco di Castrolibero 10 gen 09 "Esprimo piena e totale solidarietà al sindaco di Castrolibero, Orlandino Greco, oggetto di alcune minacce di morte". Lo afferma Elio Belcastro, componente la commissione parlamentare antimafia e coordinatore regionale dell'Mpa della Calabria in relazione alle minacce di morte contro il sindaco di Castrolibero, apparse sui muri ... (continua)

CSMGuerra Procure: Il CSM respinge la richiesta di ricusazione di Apicella. Decisioni rinviate al 17 gennaio 10 gen 09 Il Csm ha respinto la richiesta di ricusazione della sezione disciplinare presentata dal procuratore di Salerno, Luigi Apicella. Lo ha stabilito il collegio supplente, presieduto dal laico di An Gianfranco Anedda. Sarà ora il collegio ordinario della sezione disciplinare, guidato dal vice presidente Nicola Mancino e che è già riunito, a decidere sul trasferimento ... (continua)

i resti dell'aggressioneTrovata arma e bottiglia utilizzate per aggredire il giovane arso vivo a Curinga 10 gen 09 I carabinieri della Compagnia di Girifalco hanno trovato, nelle campagne di Curinga, il martello utilizzato per aggredire Cristian Galati e la bottiglia contenente la benzina utilizzata per dargli fuoco la notte di capodanno. Il giovane, 24 anni, di Filadelfia (VV), è sempre ricoverato in coma farmacologico nel Policlinico di Bari ... (continua)

Crotone, Piazza PitagoraRaid criminale a Crotone contro 12 negozi 10 gen 09 Raid criminale, la notte scorsa, a Crotone, contro 12 negozi situati in due strade centrali della città: via Roma e via Mario Nicoletta. Davanti ad ogni esercizio sono stati lasciati una bottiglia contenente liquido infiammabile, un accendino e un proiettile di pistola. In particolare, lungo via Roma sono ... (continua)

 

Il Ministro AlfanoGuerra tra Procure, il PG Apicella ricusa la sezione disciplinare del CSM. Il Ministro bacchetta le due procure "Scarso equilibrio" 09 gen 09 Il procuratore di Salerno Luigi Apicella ha presentato istanza di ricusazione nei confronti della sezione disciplinare del Csm che domani dovrà decidere se trasferirlo d'ufficio in via d'urgenza, come ha chiesto il procuratore generale della Cassazione Vitaliano Esposito. A quanto si è appreso Apicella ritiene di non poter essere giudicato ... (continua)

Lamezia centroBrecce nel muro dell’omertà: A Lamezia imprenditore conferma accuse contro racket. A Catanzaro imprenditore fa arrestare estorsore 09 gen 09 Ha confermato le accuse già fatte in istruttoria Rocco Mangiardi, l'imprenditore di Lamezia Terme che ha denunciato i suoi presunti estorsori, tutti presunti affiliati alla cosca Giampà. Mangiardi ha ribadito le sue dichiarazioni nel corso dell'udienza del processo ... (continua)

TribunaleOnorata sanità, intrecci politica cosche, udienza rinviata al 15 febbraio 09 gen 09 E' stata rinviata al 15 febbraio l'udienza preliminare del processo "Onorata sanità", a carico di 51 persone accusate, a vario titolo, di avere stipulato accordi con la ndrangheta ionica del reggino per la gestione della sanità. Il rinvio è stato deciso dopo che ... (continua)

bancaProcesso a banche per usura: rinviato, sit in di protesta 09 gen 09 E' stato rinviato al 4 febbraio, a causa di un difetto di notifica, il processo d'appello a Reggio Calabria ad alcuni banchieri accusati di usura sulla base della denuncia presentata dall'imprenditore Antonino De Masi. Nel processo sono imputati l'ex presidente di Capitalia, Cesare Geronzi, oggi presidente di Mediobanca; il presidente della Bnl, Luigi Abete; l'ex presidente di Banca Antonveneta, Dino ... (continua)

Consiglio regionaleIn attesa di soluzioni per i precari della sanità, rinviato al 13 gennaio il Consiglio regionale 09 gen 09 Il presidente Giuseppe Bova ha convocato il Consiglio regionale, che doveva tenersi oggi, per martedì 13 gennaio con inizio dei lavori alle 11. L'ordine del giorno è identico a quello previsto per la seduta odierna, rinviata su richiesta del presidente della Giunta regionale Agazio Loiero e dei componenti la sottocommissione "Sanità" ... (continua)

Luigi De MagistrisGuerra tra procure, il ministro Alfano trasferisce 7 magistrati tra Catanzaro e Salerno 09 gen 09 Trasferimento di sede e di funzione per sei magistrati di Salerno e Catanzaro al centro dello scontro senza precedenti tra procure, e come ulteriore misura peggiorativa nei confronti del procuratore di Salerno, Luigi Apicella, di cui il pg della Cassazione ha già chiesto il trasferimento cautelare ... (continua)

Operazione di PoliziaOperazione antiracket a Lamezia, in manette 4 della cosca Torcasio La polizia ha arrestato stamani quattro persone ritenute elementi di spicco della famiglia Torcasio di Lamezia Terme. Gli arrestati sono accusati, a vario titolo, di tentata estorsione ai danni di un imprenditore della zona. L'operazione, denominata "Nuntius", è stata condotta da personale del Commissariato di Lamezia ... (continua)

Corte dei ContiLa Corte dei Conti boccia ancora la Regione “Inefficienza e instabilità politica non creano sviluppo nonostante la mole di risorse 08 gen 09 "Il problema del ritardo di sviluppo della Calabria non è dovuto tanto alla mancanza assoluta di precondizioni e di dotazioni per lo sviluppo, quanto all'incapacità delle istituzioni pubbliche e private di tradurre le risorse materiali e immateriali regionali in occasioni di sviluppo duraturo e sostenibile" ... (continua)

Questura di CosenzaBeni per seicentomila euro sequestrati a cosca Forastefano a Cassano 08 gen 09 Beni mobili ed immobili per un valore di centinaia di migliaia di euro sono stati sequestrati dalla Polizia di Stato ad un presunto esponente della cosca Forastefano della 'ndrangheta. Il sequestro è stato eseguito dall'Ufficio misure di prevenzione della Questura di Cosenza, in collaborazione con il Commissariato di Castrovillari. I beni sequestrati consistono ... (continua)

IL PG Mario SpagnuoloSi rompe muro omertà nel vibonese. Coniugi denunciano estorsori che vengono arrestati 08 gen 09 Per alcuni anni hanno subito atti estorsivi fino a quando hanno deciso di denunciare i responsabili, facendoli arrestare. E' la vicenda che vede protagonista una coppia di coniugi di Filandari, proprietari di un terreno sul quale avrebbero voluto realizzare un agriturismo, non riuscendo nel loro intento perché del fondo, secondo l'accusa, si sono impossessati, con atti di violenza ... (continua)

Rifiuti tossici Crotone: Parte progetto di bonifica ex Pertusola

08 gen 09 "Dopo anni di attesa si passa ai primi fatti concreti sulla bonifica dei rifiuti pericolosi prodotti negli stabilimenti dell'area Pertusola di Crotone". E' quanto si afferma in un comunicato dell'Ufficio stampa della Regione. "La 'Conferenza dei servizi decisoria', composta da Regione e Ministeri dell'Ambiente, della Salute e dello Sviluppo economico - prosegue la nota - si è riunita oggi a Roma ed ha approvato una parte del progetto presentato dalla società Syndial spa, riguardante il disinquinamento del 'sito di interesse nazionale di Crotone-Cassano e Cerchiara''. "Il presidente della Regione, Agazio Loiero, prima dell'incontro - riporta la nota - ha dato all'assessore all'ambiente Silvio Greco le direttive da mantenere ferme nella trattativa: la bonifica deve essere totale e definitiva e va iniziata immediatamente. L'accordo raggiunto al Ministero dell'Ambiente, pertanto, ha riguardato le due discariche a mare davanti agli stabilimenti crotonesi e quelle di Cassano e Cerchiara in cui la bonifica, a carico della società Syndial, affronta e risolve completamente il problema, mentre, di comune accordo con il Governo, è stata chiesta un'integrazione sulla parte centrale e più rilevante dell'intervento nell'area ex Pertusola". "Inoltre, è stata approvata - continua il comunicato - la realizzazione della nuova discarica in località Giamiglione, a 7 chilometri da Crotone, per accogliere i rifiuti industriali (un sito che era già stato soggetto alla procedura di valutazione di impatto ambientale relativo ad una discarica di II categoria tipo B). Infine, è stato deciso l'immediato avvio di questi lavori e di riconvocare la 'Conferenza dei servizi decisoria' una volta avute risposte adeguate dalla Syndial spa sulla richiesta di un'azione di bonifica più incisiva dei suoli delle tre ex fabbriche: Pertusola, Agricoltura e Fosfotec". "Abbiamo stabilito - afferma l'assessore Greco - due principi positivi: quello che senza una reale bonifica l'area non può essere riutilizzata e quello di far partire subito una parte del lavoro. Oggi l'avvio della bonifica nelle due discariche a mare, davanti agli stabilimenti delle ex Pertusola e Fosfotec, rappresenta un risultato di grande importanza per Crotone. Adesso si passa dalle parole ai fatti e si interviene in due siti che sono un continuo fattore di inquinamento dell'ecosistema marino costiero. Mi auguro che entro gennaio si possa riprendere in modo costruttivo il confronto con la società Syndial, la quale si deve impegnare a proporre un piano di bonifica complessivo e definitivo dell'intera area. Devo ringraziare il Ministro ed i suoi uffici per la sensibilità dimostrata ad affrontare questo storico 'vulnus' del sistema ambientale calabrese". Anche il presidente Loiero, che si è tenuto sempre in contatto con l'assessore Greco, in quanto impegnato a Roma in un'altra riunione, ha espresso soddisfazione per questo primo risultato. "Invito il ministro dell'ambiente Stefania Prestigiacomo a venire a Crotone - ha detto Loiero - appena partiranno i primi lavori, per rafforzare l'intesa che già avevamo raggiunto quando ci siamo incontrati il mese scorso a Roma, in quanto le istituzioni devono rimanere unite per risolvere problemi così rilevanti, simbolo delle ferite inferte al Mezzogiorno da un'industrializzazione piratesca".

Aumentate di quasi l’80% le ore di cassa integrazione in Calabria

08 dic 09 Le ore di cassa integrazione ordinaria per gli operai in Calabria a dicembre sono aumentate del 77,8%, rispetto allo stesso mese del 2007. E' quanto emerge dai dati comunicati dall'Inps, pubblicati oggi sul Sole 24Ore. Le ore totali di cassa integrazione per gli operai nel 2007 sono state 441.888. Sono invece diminuite del 45,1% le ore di cassa integrazione ordinaria per gli impiegati.

Il suino nero di Calabria venerdì in TV a Linea Verde

08 gen 09 Il suino nero di Calabria sarà al centro di una puntata girata a San Demetrio Corone della trasmissione televisiva Linea Verde che andrà in onda domenica 18 gennaio su Raiuno. La trasmissione proporrà una carrellata di interviste a titolari di aziende del territorio e in particolare sentirà Angelo Romano, medico e biologo, socio della società cooperativa allevatori di suino nero, che ha investito recentemente nella salvaguardia e nel rilancio della specie oggetto di notevole interesse per le sue peculiarità e per la qualità delle carni particolarmente adatte alla trasformazione. Il suino nero calabrese è stato riconosciuto come razza autoctona con decreto ministeriale del 6 marzo 2001 e con lo stesso decreto è stato istituito il registro Anagrafico Nazionale. E' tra le razze che possono essere utilizzate per la produzione dei salumi dop come soppressata, salsiccia, capocollo, prosciutti e pancetta di Calabria. Alla registrazione della puntata hanno partecipato il sindaco di San Demetrio Corone, Antonio Sposato, esperti e imprenditori.

Federica MonteleoneMorte Federica Monteleone, indagini coperte dal segreto istruttorio. La madre “raggelati” 07 gen 09 "La cosa ci ha lasciati davvero raggelati. Molte delle cose che sono state scritte erano gia' note, e' vero. Ma siamo davvero sorpresi di quanto si legge riguardo il nuovo filone d'indagine che sarebbe stato aperto nei confronti dei sanitari di Cosenza. Pensavamo di aver trovato lì il massimo della professionalita' ... (continua)

Omicidio a ReggioInsegnante in pensione ucciso a Reggio. Forse vendetta per usura 07 gen 09 Un insegnante in pensione, Cipriano Scarfò, di 85 anni, è stato ucciso stamattina a Gioiosa Jonica con alcuni colpi di pistola. Scarfò, nel momento dell'omicidio, stava entrando in un bed e breakfast gestito dal figlio . A sparargli è stata una persona armata di pistola ... (continua)

Caterina MeranteInchiesta Why Not, la Merante chiede di essere interrogata. Scontro tra Procure si va verso chiusura, depositati atti 07 gen 09 La superteste dell'inchiesta Why not, Caterina Merante, ha chiesto ai magistrati della Procura generale di Catanzaro di essere interrogata. Merante, che ha ricevuto l'avviso di conclusione indagine insieme ad altre 105 persone, è indagata nell'ambito dell'inchiesta per la violazione della legge in materia di occupazione e mercato... (continua)

Palazzo NiedduProcesso Fortugno, parola alla difesa: “Nessun riscontro da pentiti” 07 gen 09 Assoluzione per tutti i reati contestati al suo assistito: è la richiesta fatta dall'avvocato Eugenio Minniti, difensore di Domenico Audino, accusato, nel processo in corso a Locri, in Corte d'assise, dell'omicidio di Francesco Fortugno. Minniti, a conclusione della sua arringa, l'ultima del dibattimento, ha chiesto che Audino venga assolto ... (continua)

Operazione antidroga nel Savuto, otto arresti

07 gen 09 I carabinieri hanno arrestato a Rogliano otto persone con l'accusa di avere gestito un vasto traffico di droga in tutta l'area del Savuto. Due degli arrestati, Luca Mazzei, di 29 anni, e Vincenzo Bernaudo, di 22, sono stati condotti in carcere. Gli arresti domiciliari sono stati disposti, invece, per Francesco Guarascio (25); Francesco Stumpo (27); Cesare Altomare (31); Giuseppe Amendola (26); Domenico Falbo (22) ed Andrea Arcuri (31). La misura dell'obbligo di dimora è stata applicata nei confronti di Francesco Bianco (28) e Fabio Peluso (22). Le misure cautelare sono state emesse dal gip di Catanzaro Antonio Rizzuti, su richiesta del pm di Cosenza, Francesco Minisci, applicato per questa specifica inchiesta alla Dda. Il traffico stroncato dai carabinieri della Compagnia di Rogliano andava avanti da alcuni anni. Le dosi di droga, tra cui anche eroina e cocaina, venivano consegnate soprattutto nella Villa comunale (per questo motivo l'operazione è stata denominata "Villa Pulita") e tra gli acquirenti c'erano anche adolescenti. L'organizzazione capeggiata da Mazzei e Bernaudo aveva acquisito da tempo il controllo del traffico di droga in tutta l'area del Savuto subentrando ad altre persone nei confronti delle quali, per costringerle a farsi da parte o, in alternativa, a sottostare al gruppo dominante, sarebbero stati attuati anche violenti pestaggi.

Bomba carta contro pescheria a Pizzo, vendetta trasversale

07 gen 09 Una bomba carta è stata fatta esplodere la notte scorsa davanti alla pescheria di proprietà di Francesco Ceravolo, di 64 anni, fratello di Vincenzo, il testimone di giustizia che ha denunciato alcuni componenti del clan Mancuso di Limbadi accusandoli di avere tentato un'estorsione. Il fatto è successo a Pizzo, nota località turistica sul Tirreno vibonese. L'ordigno ha danneggiato la serranda ed un bancone frigorifero posto dietro alla serranda oltre che un bar che si trova nelle vicinanze. Secondo le prime indagini dei carabinieri, il gesto non sarebbe da ricollegare alla parentela della vittima con il testimone di giustizia, pure imprenditore nel settore della vendita di prodotti ittici. Francesco Ceravolo, inoltre, sentito dagli investigatori, ha negato di avere ricevuto richieste estorsive.

In Calabria i tassi d’interesse più alti

07 gen 09 I tassi d'interesse su finanziamenti a breve termine applicati in Calabria sono i più alti rispetto al resto delle regioni italiane. E' quanto emerge dall'ultimo studio Unioncamere-Istituto Tagliacarne, riferito a dicembre 2007, pubblicato stamani dall'inserto Sud del Sole 24 Ore. Nella classifica, i cui dati sono riferiti a dicembre 2007, per trovare la prima provincia meridionale (quella di Palermo) occorre arrivare al 56/mo posto, Particolarmente difficile è la situazione in Calabria dove il tasso medio dei prestiti a breve termine è del 9,32%. Le cinque province calabresi occupano i gli ultimi posti della classifica. Tra Bolzano (la migliore in Italia) e Cosenza (la più cara), la differenza nei tassi è di oltre tre punti percentuali.

Ancora freddo polare in Sila (-5)

07 gen 09 Restano rigide le temperature in Calabria, soprattutto sui rilievi. La notte scorsa sulla Sila cosentina è stata registrata una temperatura di -5, salita di un grado stamani. Le strade sono comunque tutte percorribili, grazie anche al lavoro dei mezzi spargisale. A monte il manto nevoso resta stazionario sugli 80 centimetri. Temperature rigide, di pochi gradi sopra lo zero, sono segnalate anche in altre città della regione.

Ospedale di ViboMorte di Federica Monteleone, inchiesta bis per una cartella clinica falsificata 06 gen 09 Sulla morte di Federica Monteleone, la ragazza di 16 anni morta nel gennaio del 2007 dopo un'operazione di appendicite nell'ospedale di Vibo Valentia, c'é un'inchiesta bis condotta dalla Procura vibonese. La nuova indagine riguarda un troncone bis in merito ad ulteriori responsabilità per la morte di Federica per quanto è avvenuto nella sala operatoria e ... (continua)

Incendiata auto a Filadelfia. Gesto collegato alla vicenda del giovane arso vivo

06 gen 09 Ignoti hanno danneggiato, la notte scorsa, a Filadelfia, la vettura del fratello dell'avvocato Antonio Zoccali, difensore di Emanuele Caruso, uno dei tre arrestati per il tentato omicidio di Cristian Galati, il giovane al quale è stato dato fuoco dopo essere stato picchiato. La vettura era parcheggiata sotto casa del legale ed è stata gravemente danneggiata a colpi di mazza. L'avv. Zoccali, che ha presentato denuncia ai carabinieri di Filadelfia, ha messo in relazione il danneggiamento con la causa che sta seguendo. "In 20 anni di attività - ha detto - non mi era mai capitato un episodio simile". Il legale, per cercare una motivazione al gesto, ha parlato di un possibile equivoco da parte di qualcuno assistendo ad un servizio televisivo "in cui si parlava di un tentativo di 'depistaggio' del collegio difensivo" rispetto al movente dell'aggressione a Galati. In realtà, ha spiegato Zoccali, il suo assistito ha ammesso le proprie responsabilità attribuendole a minacce subite. L'avvocato ha anche riferito di non avere sospetti su chi possa essere stato l'autore del dann

La Protezione Civile per gli immigrati di Rosarno

06 gen 09 Un intervento umanitario tramite la protezione civile è stato disposto dal presidente della Regione Calabria Agazio Loiero a favore delle centinaia di immigrati che vivono e lavorano in condizioni disperate nelle campagne di Rosarno. E per avviare la complessa e straordinaria macchina di assistenza – si legge in una nota della Regione – domani alle 11, nel Municipio di Rosarno, si svolgerà un incontro al quale saranno presenti Eugenio Ripepe, delegato di Loiero in materia di protezione civile, i rappresentanti della Prefettura di Reggio Calabria e dei comuni di Rosarno, San Ferdinando e Rizziconi, comuni coinvolti nel grave problema sociale.
“Non si tratta di mettere in piedi un muovo centro di accoglienza che non ci compete – ha spiegato Loiero – quanto di cercare di umanizzare una realtà intollerabile sulla quale negli anni in tanti hanno chiuso gli occhi. Una società di accoglienza come quella calabrese non può accettare che nella regione esista un inferno come quello di Rosarno in cui cercando di sopravvivere giovani comunque arrivati nel nostro Paese in cerca di lavoro”.
Dopo il ferimento a colpi di pistola dei due giovani ivoriani che si erano ribellati al racket delle braccia, la “rivolta” dei giovani extracomunitari e le forti denunce della società civile che è andata in soccorso di tanti giovani spesso sfruttati da organizzazioni criminali, Loiero ha messo in piedi una task force tra i suoi collaboratori diretti per verificare tutte le possibilità di intervento possibili, oltre quello assistenziale già attuato con un accordo con “Medici senza frontiere”. La situazione è stata valutata in termini così drammatici, viste le inumane condizioni abitative in una ex cartiera, per cui Loiero ha deciso un intervento di protezione civile, che per tempi di attuazione e modalità di intervento può dare le risposte più idonee per l’emergenza. Nell’incontro di domani, inoltre, si parlerà di futuro, affinché ognuno per le proprie competenze assuma iniziative per evitare che il problema si riproponga nuovamente nel prossimo inverno

Non gli pagano la pensione e lui incendia l’ufficio postale

06 gen 09 Non gli danno i soldi della pensione d'invalidità e lui per vendetta incendia la porta d'ingresso dell'ufficio postale. E' quanto è accaduto a Cannitello, frazione di Villa San Giovanni. Il responsabile dell'incendio, Giuseppe Roberto Nostro, di 41 anni, è stato arrestato dai carabinieri. Nei pressi dell'ufficio postale è stata trovata una tanica con tracce di liquido infiammabile. Secondo quanto è emerso dalle indagini, gli impiegati non avevano potuto consegnare a Nostro i soldi della pensione perché troppo presto, invitandolo a riprensentarsi dopo alcuni giorni. Nostro, già individuato attraverso le dichiarazioni fornite da alcuni testimoni, è stato rintracciato dai militari della Compagnia di Villa San Giovanni sul lungomare cittadino e tratto in arresto con l'accusa di danneggiamento aggravato.

E’ di origine calabrese il nuovo capo della CIA. Parla il dialetto di Siderno

06 gen 09 Leon Panetta, nominato ieri dal presidente eletto degli Stati Uniti Barak Obama alla guida della Cia, parla perfettamente il dialetto di Siderno, quasi 20 mila abitanti, uno dei paesi più importanti della Locride del quale è originario suo padre. A rivelarlo è suo cugino Domenico, ex sindaco del paese della costa Ionica reggina. "Sono stato suo ospite - spiega Domenico Panetta - quando era nello staff di Bill Clinton e sono andato a trovarlo alla Casa Bianca; ci capivamo benissimo sia in dialetto che in italiano. Un po' meno in inglese ma perché sono io che non lo parlo bene". "Culturalmente - prosegue Panetta - Leon è legato alla nostra terra. Mi disse che gli mancava molto e che desiderava tornare a visitare i luoghi da cui proviene, ma le difficoltà sono talmente tante considerati i suoi impegni. Forse con questo nuovo incarico gli capiterà di venire in Europa ed in Italia e mi auguro che venga a trovarci in Calabria, sarebbe bello".

Temperature sempre più rigide in Sila, toccati nella notte i -10

06 gen 09 Temperature sempre più giù nelle ultime ore sui principali rilievi della Calabria. La notte scorsa sulla Sila cosentina la colonnina di mercurio ha raggiunto i -10 gradi rispetto ai -5 di ieri. A Lorica e Camigliatello Silano le temperature si mantengono rigide anche se da stamani splende il sole. Numerosi i turisti e gli amanti della neve che, per il ponte dell'Epifania, affollano gli impianti di risalita soprattutto a Lorica, nella Valle dell'Inferno, dove a monte il manto nevoso ha raggiunto gli 80 centimetri. Dal pomeriggio di ieri sono in azione i mezzi spargisale del Servizio viabilità invernale che stanno garantendo la percorribilità di tutte le arterie. Temperature rigide e prossime allo zero vengono segnalate anche in diverse città della regione.

Una class action contro al presenza mafiosa su Facebook

06 gen 09 Una class action internazionale degli utenti di Facebook contro tutte le mafie. A lanciarla, è scritto in un comunicato, è Aldo Pecora, leader del movimento antimafia "Ammazzateci Tutti" nato a Locri dopo l'omicidio del vice presidente del Consiglio regionale della Calabria Francesco Fortugno. L'idea, formalizzata da Pecora in una lettera aperta già trasmessa a Mark Zuckerberg, ideatore del social network "Facebook", fa seguito alla polemica sollevata sulla presenza di gruppi a sostegno di Totò Riina e altri boss mafiosi all'interno del social network. "Sappiamo - è scritto nell'appello, in inglese ed in italiano - che Facebook è stato (ed è) molto utile al nostro lavoro grazie alla sua diffusione e, soprattutto, per la sua facilità d'uso per le giovani generazioni e questo lo sanno anche i nostri nemici". Tra le richieste avanzate al fondatore ed ai gestori di Facebook, quella di formalizzare nel Regolamento del social network il divieto di propaganda mafiosa.

Cuiringa, il luogo dell'agguatoConvalidati gli arresti dei presunti aggressori del giovane bruciato a Curinga 05 gen 09 Restano in carcere i tre giovani accusati di avere dato fuoco, dopo averlo selvaggiamente picchiato, a Cristian Galati, il giovane di 24 anni di Filadelfia (Vibo Valentia) trovato ustionato la mattina del primo dell'anno a Curinga, nel lametino e adesso ricoverato in stato di coma nel policlinico di Bari. Il gip del Tribunale di Lamezia ... (continua)

Freddo sottozero in Sila. Si scia a Lorica e Camigliatello

05 dic 08 E' scesa a -5 gradi la colonnina di mercurio la notte scorsa nella Sila Cosentina. Attualmente, dopo una breve nevicata stamani, la temperatura è risalita attestandosi intorno allo zero. Al momento, comunque, non si segnalano difficoltà per la circolazione stradale. Il freddo interessa un po' tutta la regione, con temperature che nelle città capoluogo di provincia si attestano di pochi gradi sopra lo zero.
Impianti di risalita aperti e affollati in queste ore nelle principali località turistiche della Sila cosentina dove, nei giorni scorsi, le precipitazioni hanno consentito un buon innevamento. A Lorica, nella valle dell'Inferno, ci sono dieci centimetri di neve a valle e sessanta a monte. Anche a Camigliatello gli impianti di risalita sono aperti e si scia regolarmente: a monte degli impianti si supera abbondantemente il mezzo metro. Tanti i turisti e gli amanti degli sport invernali presenti nelle strutture della zona per gli ultimi scampoli di vacanza. L'innevamento delle piste è garantito dalle rigide temperature di queste ore.

Chiesta la sospensione del procuratore Laudonio

05 gen 09 La Procura Generale presso la Corte di Cassazione ha chiesto alla sezione disciplinare del Csm la sospensione da funzioni e stipendio di Alfredo Laudonio, sostituto procuratore presso il tribunale di Vibo Valentia. La richiesta verrà esaminata dalla camera di consiglio straordinaria della sezione disciplinare del Csm, già fissata per il 10 gennaio. Nel corso della stessa camera di consiglio, informa una nota del Csm, verrà esaminata anche la richiesta di trasferimento di Luigi Apicella, Procuratore della Repubblica presso il tribunale di Salerno.

Progetto di FS ed Enel per i senzatetto nelle stazioni

05 gen 09 Ferrovie dello Stato ed Enel Cuore Onlus hanno siglato un accordo per l'avvio del progetto "Un cuore in stazione", nato con lo scopo di aiutare le persone senza fissa dimora che vivono nei pressi delle stazioni ferroviarie. "Il recupero di situazioni disagiate è espressione di una responsabilità sociale a cui tutte le grandi aziende, comprese le Fs, sono chiamate - ha sottolineato l'amministrato delegato Mauro Moretti. Con un 'Un Cuore in Stazione' il Gruppo Ferrovie dello Stato conferma l'impegno nel far fronte al tema del disagio che gravita intorno alle stazioni". "Un Cuore in Stazione" prevede l'apertura di centri di accoglienza nei pressi delle stazioni per accogliere le persone in difficoltà. Il progetto interesserà, in tre anni, 15 città e 18 stazioni italiane. Le Ferrovie dello Stato metteranno a disposizione immobili di proprietà, mentre Enel Cuore Onlus finanzierà gli interventi di ristrutturazione con 3 milioni di euro. L'avvio del progetto riguarderà Roma Termini, Napoli Centrale, Genova, Pescara, Catania. " Un Cuore in Stazione nasce dall'impegno di Enel nella solidarietà a favore dei più deboli attraverso iniziative concrete e tangibili" ha concluso il presidente di Enel Cuore Onlus Fulvio Conti.

Un arresto ed una denuncia per spaccio di droga a Catanzaro

05 gen 09 Uno studente, L.C., di 26 anni, é stato arrestato ed il fratello di 21 anni, è stato denunciato dagli agenti della polizia di Stato a Catanzaro per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso di controlli i poliziotti hanno fermato l'automobile a bordo della quale viaggiava il ragazzo di 21 anni e nel corso di perquisizione hanno trovato un contenitore con all'interno 1,6 grammi di cocaina ed un bilancino di precisione. I poliziotti hanno trovato anche un foglio di carta sul quale erano state dettagliatamente annotate delle iniziali di nomi con in corrispondenza varie cifre. Il ragazzo, che nella tasca interna del giubbino possedeva la somma di 380 euro in biglietti di piccolo e medio taglio, ha dichiarato agli operanti che le borse erano di proprietà del fratello e che pertanto non sapeva nulla del loro contenuto. Gli agenti si sono recati a casa dei due dove è giunto il ventiseienne il quale ha confermato le dichiarazioni del fratello ed è stato arrestato.

CarabinieriDuplice omicidio di Roggiano, agguato in piena regola. Una sola era la vittima predestinata. Trovata bruciata l’auto dei killer. Tanti testimoni nessuno parla 04 gen 09 L'obiettivo, presumibilmente, era soltanto uno, ma sono state due le persone uccise nell'agguato compiuto nella tarda serata di ieri a Roggiano Gravina, nella piazza principale del paese, a poche decine di metri dal Duomo. Le persone assassinate sono Vincenzo Chimenti, di 52 anni, pregiudicato ed ex sorvegliato speciale, e Salvatore Abate, di 51, incensurato. Pochi i dubbi, secondo i carabinieri ... (continua)

113Calabrese morto accoltellato a Genova 04 gen 09 E' stato arrestato con l'accusa di omicidio volontario Antonio Cacciatore, di 62 anni, piantonato all'ospedale San Martino di Genova dove ieri sera era stato trasferito con alcune ferite dopo aver accoltellato a morte, in strada, Tommaso Siciliano, di 73. Gli investigatori della squadra mobile hanno lavorato fino a notte fonda ... (continua)

Intervenuti i CCCalabria come il Far West. Agguato a Roggiano: due morti 04 dic 09 Inizio anno tragico per la Calabria. Questa sera l’ennesimo agguato sporca di sangue la nostra terra. Infatti due persone sono state uccise questa sera in un agguato avvenuto a Roggiano Gravina, piccolo centro a meno di 40 km da Cosenza. Secondo una prima ricostruzione i due, Enzo Chimenti, 53 anni, e Salvatore Abate, 51 anni, sono stati uccisi ... (continua)

Scopre un proiettile nel polpaccio dopo tre giorni

04 gen 09 Ha festeggiato il Capodanno a Lamezia (Catanzaro) da alcuni parenti e a mezzanotte è sceso in strada a fare baldoria tra botti e petardi. L' uomo - 41 anni, di Catanzaro, residente in provincia di Bologna - ha pensato di essere stato colpito da un petardo, quando si è accorto di un dolore al polpaccio e di un po' di sangue che ne usciva. Ma non ha dato importanza alla cosa fino a ieri quando, tornato a Bologna, dato che il dolore continuava, si è rivolto al Pronto Soccorso dell' ospedale Sant' Orsola. Qui i medici, dopo una radiografia, hanno scoperto che all' interno del polpaccio c'era l' ogiva di un proiettile, probabilmente sparato da qualcuno nei festeggiamenti di Capodanno. L' uomo - che è incensurato - è stato dimesso e sarà operato per l' estrazione del proiettile nei prossimi giorni. Sulla vicenda sono in corso accertamenti da parte della Squadra Mobile della Questura di Bologna.

Muore per problemi cardiaci e la famiglia denuncia i medici

04 gen 08 Una patologia cardiaca non diagnosticata e curata con semplici antinfiammatori. Sarebbe morto per questo, secondo quanto sostiene la moglie, che ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Palmi, un vigile urbano di Candidoni, Francesco Loverso, di 43 anni. Nella denuncia, di cui scrive il quotidiano Calabria Ora, Adriana Muratore chiede "di procedere, ove ne ravvisi profili di penale responsabilità, per imperizia professionale, a carico degli operatori sanitari che hanno avuto in cura mio marito nell'ipotesi in cui risulti che un comportamento doverosamente più diligente sarebbe servito a salvargli la vita". La donna, nell'esposto, sostiene che da circa due anni il marito "soffriva di continui dolori che si localizzavano lungo l'intero tronco toracico, spesso accompagnati da un diffuso senso di bruciore. Sintomi per i quali i vari medici gli avevano prescritto cure a base di antinfiammatori". Loverso, poco prima di morire, è stato visitato dalla guardia medica che gli ha diagnosticato un edema polmonare acuto. Poco dopo il decesso dell'uomo. "Lo stesso medico di guardia - scrive la vedova di Loverso nell'esposto - ha rilevato che probabilmente la causa della morte è da addebitarsi ad un cedimento strutturale cardiaco che da tempo si era annunciato con la sintomatologia accusata da mio marito e mai diagnosticata dai sanitari che lo avevano avuto in cura"

Morto l’ex deputato Franco Politano

04 gen 09 E' morto l'ex deputato del Pci Franco Politano. Originario di Conflenti (Catanzaro), Politano aveva 69 anni ed era sempre vissuto a Catanzaro. Da circa due anni Politano, per problemi di salute, aveva raggiunto i figli, entrambi avvocati, a Firenze, dove è morto. Prima di diventare parlamentare, Politano era stato consigliere provinciale a Catanzaro. Eletto deputato negli anni '80, si era dimesso successivamente, accogliendo la richiesta rivoltagli dall'allora segretario del Pci, Enrico Berlinguer, di fare il segretario regionale in Calabria. Successivamente, tra il 1987 ed il 1990, era stato vicepresidente della Regione Calabria. Nei giorni scorsi Politano aveva avuto un infarto ed era stato ricoverato nell'ospedale di Firenze, dove è morto. I funerali si svolgeranno dopodomani, martedì, a Catanzaro.

Saladino entra nel Tribunale di CatanzaroInchiesta Why Not, interrogato per sei ore Saladino che contrattacca “Verificate il patrimonio della Merante 03 dic 08 E’ terminato dopo sei ore l'interrogatorio dell'imprenditore Antonio Saladino, il principale indagato nell'inchiesta Why Not, che si e' difeso dalle accuse contestategli, e passando al contrattacco invitando i magistrati della Procura Generale di Catanzaro a verificare il suo patrimonio ... (continua)

Il Sindaco Domenico Romeo Intimidazione al sindaco di Taurianova: gli uccidono il cavallo nella stalla 03 gen 09 Un cavallo di proprietà del sindaco di Taurianova, Domenico Romeo, è stato ucciso con due colpi di fucile da persone non identificate. L'episodio, sul quale indagano i carabinieri, rappresenta, secondo gli investigatori, una nuova intimidazione ai danni di Romeo, dell'Udc, già destinatario in passato di minacce. Il cavallo, di razza pregiata ... (continua)

Il luogo delle atrocitàGiovane bruciato vivo a Curinga operato alla testa: è in coma Arrestati i 3 presunti autori, 2 confessano 02 gen 09 E' stato operato alla testa Cristian Galati, il ventiquattrenne picchiato brutalmente e poi bruciato in Calabria. Il giovane è ricoverato da ieri sera in terapia intensiva nel policlinico di Bari. A Galati i medici hanno asportato dal cervello una massa di sangue formatasi a causa di un'emorragia cerebrale ... (continua)

CatanzaroRitrovate divise di poliziotto rubate, forse per un attentato 02 gen 08 La Polizia ha avviato accertamenti sul ritrovamento a Catanzaro di alcune divise da poliziotto e di una paletta in dotazione alle forze dell'ordine lungo la strada di collegamento col quartiere Lido. L'ipotesi, che non ha trovato comunque riscontro al momento, é che le divise e la paletta ... (continua)

AmanteaBeni per un mln di euro sequestrati alle cosche di Amantea dalla Finanza 02 gen 09 Beni per un milione di euro sono stati sequestrati dai finanzieri del Nucleo di polizia tributaria di Catanzaro ad alcuni presunti affiliati alla cosca Gentile-Besaldo, attiva nella zona di Amantea e del medio Tirreno cosentino. I beni sequestrati, tutti ubicati ad Amantea, sono un ristorante, cinque negozi ed un terreno ... (continua)

CrotoneCliente scopre bomba inesplosa in armadio centro commerciale di Crotone 02 gen 09 Un ordigno inesploso, confezionato con una bottiglia di liquido infiammabile collegata ad esplosivo e ad un timer elettronico, e' stato trovato a Crotone in un centro commerciale Euronics della catena ''Centergross''. La scoperta e' stata fatta stamattina da un cliente che, dopo aver notato l'ordigno in un armadio in vendita ... (continua)

Dieci avvisi di garanzia per la donna morta dopo una frattura

02 gen 09 La Procura della Repubblica di Catanzaro ha emesso dieci avvisi di garanzia per la morte, avvenuta domenica scorsa, di Concetta Rauti, di 62 anni, di Borgia, ricoverata nell'ospedale del capoluogo dopo una caduta. L'indagine ha preso il via dalla denuncia presentata dal marito della donna. Concetta Rauti, nei primi giorni di novembre, era caduta accusando un forte dolore ad una gamba. La donna era intervenuta per mettere pace in una lite per futili motivi tra il marito e un vicino di casa. Trasportata nel pronto soccorso del Pugliese, era poi stata rimandata a casa con una diagnosi di "riferita contusione all'anca destra". Malgrado i forti dolori avvertiti dalla donna che avevano reso necessario il trasporto a casa a bordo di un'ambulanza privata. In seguito la donna aveva continuato ad accusare forti dolori ed era stata riportata nel nosocomio dove, dopo una serie di accertamenti, le era stata riscontrata una frattura al femore. Operata successivamente, con decorso pressoché normale, dinanzi ai dolori sempre lancinanti era stata trasferita nel reparto di Rianimazione. Domenica scorsa il decesso.

Prorogata la scadenza dell’avviso pubblico di formazione professionale della Regione

02 gen 09 E' stato prorogato al 19 gennaio il termine di presentazione delle istanze relative all'avviso pubblico 'Invito a presentare progetti di sviluppo per gli organismi di Formazione professionale accreditati', approvato con decreto dipartimentale n.21115 del 9 dicembre 2008 e pubblicato sul Bur Calabria il 19 dicembre 2208. A renderlo noto è il Dipartimento "Lavoro, formazione professionale e politiche sociali" della Regione. Il Dipartimento ha anche reso noto che "il relativo decreto di proroga (n. 2 del 2 gennaio 2009), in fase di pubblicazione, prevede le stesse modalità di presentazione delle istanze che potranno essere prodotte entro le ore 12 del 19 gennaio 2009".

Bisca clandestina a Tropea, 20 denunciati

02 gen 09 Un circolo ricreativo trasformato in una bisca clandestina: è quanto hanno scoperto i carabinieri della Compagnia di Tropea, che hanno denunciato venti persone per esercizio abusivo di gioco d'azzardo. Tra i denunciati c'é anche L.M., di 39 anni, che risulta essere il presidente del circolo ricreativo. I militari hanno fatto irruzione nel locale per accedere al quale era necessario suonare ad un citofono per farsi aprire un cancello. All'interno sono state trovate diverse persone di età compresa tra i 25 e i 70 anni provenienti da alcuni centri del tirreno vibonese. I carabinieri si sono presentati direttamente alla porta del circolo e hanno effettuato perquisizioni e controlli. All'interno del locale sono state trovate carte da poker e tutto ciò che serve al gioco d'azzardo. Scoperti anche dei piccoli vani nascosti sotto le mattonelle che venivano utilizzati per occultare soldi e strumenti per il gioco d'azzardo in caso di controlli.

Partono i lavori di risanamento dell’ex Pertusola

02 gen 09 Partono i lavori di risanamento dell'area dell'ex Pertusola sud di Crotone, il cui stabilimento é stato sequestrato il 29 dicembre scorso dalla magistratura nell'ambito dell'inchiesta sull'utilizzo in lavori edili di scorie tossiche derivanti dalla lavorazione dello stabilimento. I lavori prenderanno in via, secondo quanto riferisce l' assessorato all'Ambiente della Regione Calabria, con la Conferenza decisoria sulla bonifica del sito al Ministero dell' Ambiente il 10 gennaio. "Ringrazio il ministro Prestigiacomo e i suoi collaboratori - ha affermato l'assessore regionale all'Ambiente, Silvio Greco - per la sensibilità istituzionale dimostrata nell'attivazione rapida della riunione". "Ritengo strategico per lo sviluppo dell'area crotonese - ha detto ancora Greco - una bonifica radicale anche al fine del riutilizzo produttivo della zona interessata. Mi auguro che la chiusura di questa ferita del territorio calabrese possa essere l'inizio di una nuova coscienza del vivere l'ambiente come occasione di sviluppo"

Impiegati dell’ospedale di Mesoraca denunciati per assenteismo

02 gen 09 Sessantotto dipendenti dell'Azienda sanitaria provinciale di Crotone, impiegati nell'ospedale di Mesoraca, sono stati denunciati dai carabinieri in stato di liberta' per assenteismo. Le persone denunciate sono accusate di truffa aggravata ai danni dello Stato. Dalle indagini e' emerso che i dipendenti denunciati si sarebbero messi d'accordo tra loro per timbrare il cartellino anche dei colleghi che non erano presenti sul posto di lavoro.

A Vaccarizzo la differenziata supera il 51%

02 gen 09 "In una regione in cui ancora i rifiuti creano diverse situazioni di allarme sociale, c'é un esempio virtuoso con il quale questa problematica è stata prima affrontata e poi gestita. Il Comune di Vaccarizzo Albanese, infatti, fa registrare una percentuale di raccolta differenziata che supera il 51%, appena sei mesi dopo la partenza del nuovo servizio sul territorio comunale". E' quanto riferisce una nota del Comune. "Un dato - si aggiunge - davvero importante e superiore alle attese, emerso in sede di verifica sul servizio erogato 'porta a porta'. Merito, naturalmente, anche dei cittadini di Vaccarizzo Albanese che hanno permesso di attuare il regolare funzionamento di raccolta differenziata, consentendo al Comune di raggiungere ed eguagliare altre esperienze positive in Italia". "Vaccarizzo Albanese - afferma sottolinea il sindaco, Aldo Marino - si distingue ancora una volta per la serietà con cui vengono affrontati e portati a soluzione i problemi. In soli sei mesi abbiamo condiviso con i residenti un nuovo servizio di raccolta differenziata, così come oggi intendiamo con gli stessi Concittadini cogliere questo importante risultato". "Nel palmares di Vaccarizzo - sostiene da parte sua l'assessore alla Promozione, Fausto Taverniti - c'é anche la straordinaria percentuale, vicina al cento per cento, nella soluzione dei diversi obiettivi che l'Amministrazione comunale si era prefissa nel 2004 al momento dell'insediamento".

Otto quintali di botti sequestrati a Praia

02 gen 09 I carabinieri hanno sequestrato a Praia a Mare otto quintali di botti che erano detenuti illegalmente. I botti, la gran parte dei quali di fabbricazione cinese, sono stati trovati in un deposito di proprietà di quattro persone, una coppia di coniugi ed i loro due figli, titolari di alcuni bazar, che sono state denunciate in stato di libertà. Il sequestro dei botti è stato fatto dai carabinieri della Compagnia di Scalea (Cosenza) nell'ambito di un servizio preventivo di controllo predisposto per le festività di fine d'anno.

Il luogo dove è stato dato alle fiammeGiovane di Curinga legato e dato alle fiamme: è in fin di vita. E’ il fratello di Valentino Galati vittima di lupara bianca 01 gen 09 Rapito, legato, picchiato e bruciato. Vittima della brutale aggressione un giovane di 24 anni, Cristian Galati, che adesso lotta tra la vita e la morte in un letto di un centro specializzato di Bari con ustioni di terzo grado su tutto il corpo ed un trauma cranico dovuto alle botte ricevute. Le sue condizioni sono gravissime ... (continua)

Fuochi d'artificioBotti di capodanno, un bimbo rimane ustionato a Reggio, uomo perde mano a Lamezia, giovane rischia un occhio a Vibo 01 gen 08 Resta in prognosi riservata il bimbo rimasto ustionato questa notte a Reggio. Le sue condizioni di salute, secondo quanto riferito dai medici dell'ospedale Cannizzaro, sono comunque stazionarie, ma il piccolo non sarebbe in pericolo di vita ... (continua)

Il Presidente NapolitanoMessaggio del Capo dello Stato alla Nazione 01 gen 08 Messaggio di fine anno del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al suo terzo anno sul colle del Quirinale alla guida della Presidenza della Repubblica Italiana. "A voi tutti italiani - ha detto il Presidente in diretta radio e tv- di ogni generazione e di ogni condizione sociale ... (continua) (video)

 

Stabilimento balneare in fiamme a Cropani Marina

01 gen 08 Una struttura balneare e' rimasta completamente distrutta da un incendio che si e' sviluppato ieri pomeriggio, intorno alle 18,30, sul lungomare di Cropani Marina, nel Catanzarese. Il lido "Miami", uno dei piu' noti del comprensorio del Medio Jonio calabrese, e' stato avvolto dalle fiamme in pochi minuti ed e' rimasto interamente distrutto. Difficile, per il momento, chiarire le cause del rogo, dal momento che l'alta temperatura raggiunta dal fuoco non ha permesso di ricostruire la possibile dinamica. L'allarme e' stato lanciato da alcuni passanti che hanno sentito un'esplosione e hanno visto le fiamme subito molto alte. Sul posto sono arrivate tre squadre dei vigili del fuoco e i carabinieri della Compagnia di Sellia Marina e della stazione di Cropani per i rilievi del caso.

A Mileto presepe in piazza dato alle fiamme

01 gen 09 Ignoti, questa notte, hanno dato alle fiamme un presepe allestito a Mileto, un comune poco distante da Vibo Valentia, sede della diocesi. Le fiamme hanno distrutto la capanna con i pastori, compresa la statuetta di Gesu' Bambino. Si tratta del presepe allestito in piazza Badia dalla parrocchia San Benedetto e Santa Maria Assunta. Sul luogo il parroco don Salvatore Cugliari ed il maresciallo della locale stazione dei carabinieri, Rosario Di Lorenzo, oltre a numerosi cittadini, indignati per il fatto.

NuovaCosenza.com augura ai suoi lettori

uno strepitoso 2009

Per le altre notizie consulta gli archvi

Archivio 2008

Per le notizie di Gennaio premi qui | Febbraio premi qui | Marzo premi qui | Aprile premi qui | Maggio premi qui | Giugno premi qui | Luglio premi qui | Agosto premi qui | Settembre premi qui | Ottobre premi qui | Novembre premi qui | Dicembre premi qui |

Archivio 2007

Per le notizie di Gennaio premi qui | Febbraio premi qui | Marzo premi qui | Aprile premi qui | Maggio premi qui | Giugno premi qui | Luglio premi qui | Agosto premi qui | Settembre premi qui | Ottobre premi qui | Novembre premi qui | Dicembre premi qui |

2006

Per le notizie di Dicembre premi qui | Novembre premi qui | Ottobre premi qui | Settembre premi qui | Agosto premi qui | Luglio premi qui | Giugno premi qui | Maggio premi qui | Aprile premi qui | Marzo premi qui | Febbraio premi qui | da 13 al 31 Gennaio premi qui

2005

Per le notizie dal 22 dicembre al 12 gennaio premi qui | dal 25 novembre al 21 dicembre premi qui | dal 7 al 24 novembre premi qui | dal 15 ottobre al 6 novembre premi qui | dal 23 settembre al 14 ottobre premi qui | dal 23 agosto al 22 settembre premi qui | dal 1 al 24 agosto premi qui | dal 11 al 31 luglio premi qui | dal 24 giugno al 10 luglio premi qui | dal 18 maggio al 5 giugno premi qui | dal 18 maggio al 5 giugno premi qui | dal 28 aprile al 17 maggio premi qui | dal 15 al 27 aprile premi qui | dal 1 al 15 aprile premi qui | dal 16 al 31 marzo premi qui | dal 22 febbraio al 15 marzo premi qui | dal 9 al 21 febbraio premi qui | dal 27/1 al 8 febbraio premi qui | dal 18 al 26 gennaio premi qui | dal 30/12 al 17 gennaio premi qui

2004

Notizie dal 18 al 29 dicembre premi qui | dal 30 movembre al 17 dicembre premi qui | dal 18 al 29 novembre premi qui | dal 10 al 17 novembre premi qui | dal 28 ottobre al 9 novembre premi qui | dal 19 al 27 ottobre premi qui | dal 10 al 18 ottobre premi qui | dal 2 al 9 ottobre premi qui | dal 29/9 al 1 ottobre premi qui | dal 14 al 28 settembre premi qui | dal 19 al 26 settembre premi qui | dal 5 al 13 settembre premi qui, dal 31 agosto al 4 settembre premi qui, dal 23 al 30 agosto premi qui, dal 12 al 22 agosto premi qui, dal 27 luglio al 11 agosto premi qui, dal 19 al 26 luglio premi qui, dal 10 al 18 luglio premi qui, dal 6 al 9 luglio premi qui, dal 2 al 5 luglio premi qui, dal 29 giugno al 1 luglio premi qui, dal 24 al 28 giugno premi qui, dal 20 al 23 giugno premi qui, dal 11 al 19 giugno premi qui, dal 6 al 10 giugno premi qui, dal 1 al 5 giugno premi qui, dal 28 al 31 maggio premi qui, dal 23 al 27 maggio premi qui, dal 18 al 22 maggio premi qui, dal 13 al 17 maggio premi qui, dal 8 al 13 maggio premi qui, dal 3 al 7 maggio premi qui, dal 28 aprile al 2 maggio premi qui, dal 24 al 28 aprile premi qui, dal 18 al 23 aprile premi qui, dal 10 al 17 aprile premi qui, dal 5 al 9 aprile premi qui, dal 31 marzo al 4 aprile premi qui, dal 24 al 30 marzo premi qui, dal 19 al 23 marzo premi qui, dal 12 al 18 marzo premi qui, dal 8 al 11 marzo premi qui, dal 1 al 7 marzo premi qui Per le notizie di febbraio premi qui

Home . Cronaca . Università . Sport . Politica . Link . Cultura . Spettacoli . Calcio . Forum . Meteo .

Copyright © dal 2004 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Reg. Trib. CS n.713 del 28/01/2004
Tutti i dati e le immagini presenti sul sito sono tutelati dalla legge sul copyright
Il loro uso e' consentito soltanto previa autorizzazione scritta dell'editore

Per una migliore visualizzazione del portale si consiglia uan risoluzione di 800x600 punti