HOME, Torna alla pagina Indice
Citta' di Cosenza , Torna alla pagina Indice
Dir.resp. Pippo Gatto
Home . Cronaca . Università . Sport . Politica . Link . Cultura . Spettacoli . Calcio . Forum . Meteo .
Hinterland
 Rende
 Castrolibero
 Castiglione
 Servizi on Line
 Segnala i problemi 
 Famacie di Turno 
 Gare e Appalti 
 Bandi e Concorsi 
 Cinema 
 Scrivi alla Redazione 


 
 Turismo
 I Monumenti
 Mappa dell'Hinterland
 Centro Storico
 Notizie per i visitatori
 Rubriche
 Alimentazione
 Ambiente
 Attualità/Cronaca
 Consumatori
 Cronaca Rosa e Gossip
 Cultura
 Diritti del Cittadino
 Economia e Finanza
 Innovazione e Tecnologia
 Politica e Sociale
 Servizi Speciali e Dossier
 Sindacati
 Spettacoli
 Sport
 Partecipativi
 Chat
 Forum
 Scienza
 Informatica
 Innovazione
 Scienza
 Associazioni
 Salute
 Prevenzione
 Sanità e Salute
 Scuola e Giovani
 Scuola
 Musica
 Università




Previsioni: Epson Meteo


Notizie di Cronaca

 

In cinquecento al corteo di solidarietà ai No Global

22/05 Erano circa cinquecento persone, i manifestanti che hanno dato vita al corteo di solidarietà ai 13 indagati nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Cosenza per i quali è stato richiesto il rinvio a giudizio. La manifestazione organizzata dal comitato "Siamo tutti sovversivi" e composta dai movimenti "no global" e dalla sinistra sovversiva, si è svolta in modo pacifico, attreversando tutto il centro della città. Negli striscioni esposti, si rivendica "il diritto alla libertà di pensiero e di dissenso". I 13 indagati, tra i quali il leader delle tute bianche, Luca Casarini, e quello dei disobbedienti, Francesco Caruso, sono accusati di associazione sovversiva, cospirazione politica e attacco agli organi costituzionali dello Stato per i fatti del Global Forum del marzo 2001 a Napoli e del G8 del luglio 2001 a Genova. La manifestazione è stata organizzata in occasione di una settimana di protesta prima dell'udienza preliminare che inzierà lunedì 24 mattina in Tribunale.

Incidente mortale a Rossano. Giovane perde la vita sul motorino.

22/05 Erano in due sul motorino e viaggiavano dentro la frazione Scalo di Rossano quando, per cause ancora da accertare, sono finiti addosso ad un auto. Uno dei due ragazzi è apparso subito grave ed è stato ricoverato immediatamente, assieme all'amico, in Ospedale in gravi condizioni. La morte, però, ha avuto il sopravvento, ed il giovane, che aveva 27 anni è spirato nella tarda serata. Sul luogo del sinistro sono intervenuti i Vigili Urbani di Rossano e gli agenti del locale Commissariato di PS.

Capitale umano: la ricchezza dell'Europa.

22/05 (Savaglio) Si è svolto ieri pomeriggio a Lamezia Terme un convegno della Compagnia delle Opere, associazione di piccole e medie imprese e realtà non profit ispirata alla dottrina sociale della Chiesa. Durante il convegno, a cui non è stato invitato a parlare nessun esponente politico, si sono registrate una dura presa di posizione e un duro giudizio della C.d.O. sul ruolo di parte della classe politica calabrese e sull’intero sistema burocratico ed affaristico che governa alcuni fenomeni in Calabria. All’incontro, presieduto dal presidente della Compagnia delle Opere della Calabria Giovanni Lacaria e moderato dall’imprenditore Antonio Saladino, hanno preso parte monsignor Antonio Luigi Cantafora vescovo della Diocesi di Lamezia e monsignor Domenico Graziani, componente della commissione migrazione della CEI. Il convegno è stato aperto dal presidente nazionale della Compagnia delle opere, Raffaello Vignali che ha introdotto dicendo che “Ciò che può salvare l’Italia da un possibile declino è un'inversione di tendenza rispetto al passato, che ponga l’investimento in capitale umano al centro della vita economica, sociale, politica: qualunque innovazione, tecnologia, organizzazione ne è infatti il frutto diretto. I due terzi dello sviluppo di un'attività economica, ha affermato Vignali nel suo intervento, “dipendono dalle abilità dei lavoratori: il capitale umano, sotto il profilo produttivo, è ancora più importante del capitale fisso, è un motore di sviluppo e il moltiplicatore di produttività e produzione”. Tuttavia, ha sottolineato il presidente nazionale della Cdo, “il capitale umano di una persona non è direttamente riducibile ad un incremento della capacità lavorativa, misurabile in termini di aumento di reddito e ricchezza, è passione per la costruzione di opere, impegno per un equilibrato sviluppo economico e sociale, contributo gratuito all'edificazione del bene comune”. Ogni cambiamento sociale, ha ribadito Vignali, “è possibile se operato da uomini capaci di educare oltre che istruire: se si usano strumenti di conoscenza per servire una bellezza intravista, per seguire una giustizia desiderata, per praticare un carità agognata, per affermare una verità ricercata o incontrata”. Nel corso del convegno, Vignali ha presentato l’ultimo libro di Giorgio Vittadini, professore di statistica metodologica all’università Bicocca di Milano, direttore scientifico del Centro di ricerca interuniversitario sui servizi di pubblica utilità alla persona, che nel 1986 ha fondato e presieduto fino al 2003 la Compagnia delle opere, dal titolo “Capitale umano: la ricchezza dell’Europa”. Il libro di Vittadini cerca di definire il significato e il valore del capitale umano, per poi spiegare come esso sia generato attraverso il sistema cruciale dell'istruzione, quali caratteristiche e quali programmi debba avere. Nel libro, ha detto Vignali, “viene ribadita la necessità di far ripartire l'innovazione tecnologica e il rinnovamento dell'impresa attraverso investimenti nel fattore umano e nelle infrastrutture, così come descrive in che modo le politiche di sviluppo italiane ed europee intendano colmare il gap rispetto agli Stati Uniti”. Vignali ha poi citato, come testimonianza il caso di un ragazzo che lavora in una cooperativa milanese formata solo da disabili, questo ragazzo, a qualcuno che gli chiedeva il significato del suo lavoro (assemblare frigoriferi) ha risposto: “lo faccio perché sono utili al mondo”. Questo secondo Vignali è il vero valore del capitale umano e non quello di tanti cattedratici. Il vescovo di Lamezia Mons. Antonio Luigi Cantafora ha affermato di essere piacevolmente sorpreso di aver sentito parlare di centralità della persona, di capitale umano e di educazione, perché è da tempo che non sentivamo parlare di questi argomenti. Il vescovo di Cassano Mons. Domenico Graziani ha rilevato come tutti i concetti espressi da Vignali siano segni della teologia della Grazia, ed è lì che è presente di concetto di persona e di sussidiarietà. Ha segnalato come in Romania si investa otto volte di quanto di spende in Italia per l’educazione. Mons. Graziani ha inoltre accennato al concetto di “retinità” una visione nuova del concetto di rete in cui le risorse personali, rientrando nell’insieme da dove provengono, possono portare allo sviluppo: è un principio di comunione, economia e comunione; non esiste sviluppo quando un atto è posto in modo violento. “Oggi siamo pieni di persone che agitano pensieri catastrofici e nell’operatività quotidiana sono assenti, mentre per fortuna c’è una realtà come la C.d.O che è segno di una presenza.” Il presidente della società Need, Antonio Saladino, “fondatore” della C.d.O. in Calabria, ha spiegato come partendo dal positivo e dando valore alla singola persona, facendo un lavoro vero e proprio sulla educazione delle persone, sia stato possibile costruire delle realtà significative in Calabria nel campo imprenditoriale, e come si siano stato attivati strumenti per dare lavoro ad oltre 1.500 persone. Ha poi attaccato la politica come teatrino, intesa come una messa in scena che si ripete nei periodi elettorali con gli annunci di iniziative mai realizzate, e di “concorsi-fantasma che non si faranno mai per cui è importante promettere perché il disperato abbocchi. La gente non ne può più! Occorre una classe politica libera che pensi in grande, basta con avventurieri o funamboli. Bisogna saper osservare, ascoltare i bisogni e dare indicazioni per progettare, per utilizzare i fondi comunitari che vengono sistematicamente bloccati da intrecci burocratico-affaristici. Al termine del dibattito, il direttore della Compagnia delle opere della Magna Grecia, Simona Muzzillo, ha presentato l’annuario dei soci 2004, mentre il direttore di Piazza del Lavoro Calabria, Nadia Didonna, ha illustrato l’attività svolta e le finalità di Piazza del lavoro.

Riunione con il volontariato sociale lunedì all’Info Point per Agenda 21 locale

22/05 Secondo incontro dell’Amministrazione comunale con il mondo del volontariato per avviare il processo di Agenda 21 locale. Dopo le associazioni ambientaliste, con le quali gli assessori Cinnante e Gallo si erano visti nel mese di aprile, per lunedì 24 maggio alle 16,30 sono invitate all’Info Point d Piazza Matteotti tutte le associazioni di volontariato sociale.

Per il Comune di Cosenza bisogna puntare sull'integrazione dei trasporti

22/05 (Uscc) “La presentazione dello studio preliminare del piano trasporti e dei piani di bacino della Provincia di Cosenza ha provocato nel breve almeno due effetti positivi". Ha affermato l'Assessore al traffico del comune di Cosenza avv. Cavalcanti . "Da un lato, infatti, sono state poste le basi tecniche di un sistema pianificato di trasporto, del quale tutti avvertiamo l’esigenza per i percorsi che si realizzeranno in vista del prossimo scenario delle gare per la gestione dei servizi e di tanto non si può che essere grati all’Ente Provincia, al suo Presidente ed al dinamico e fattivo Assessore Rosetta Console.- Dimostra, peraltro, come il metodo del buon governo sia prima di tutto quello di gestire i processi in divenire ed evitare il solito trovarsi in ritardoe gestire le emergenze.- Dimostra, anche, la carenza programmatoria di una Regione che, pur con gli sforzi dell’Assessore Stillitani e del Dirigente Avv. Izzo, non riesce a colmare i gravissimi ritardi accumulati e, quando formula progetti, lo fa senza tenere conto delle effettive realtà e senza valorizzare le potenzialità di sviluppo di aree territoriali che – guarda caso – hanno governi di centro sinistra.- E’ quanto sta accadendo confrontando piano provinciale dei trasporti e studio dei servizi minimi, le cui prime letture disegnano un quadro non solo preoccupante per le sorti del trasporto collettivo, quanto sconcertante per l’evidente penalizzazione della Provincia di Cosenza e, più in particolare, per l’area urbana cosentina.- Se si confronta il grido d’allarme della Provincia (non un km. in meno) e le tabelle diffuse dalla Regione sui servizi minimi, si ha la riprova di quanto affermato; per non parlare del Comune di Cosenza, sui cui servizi si vorrebbe operare da parte della Regione Calabria un taglio che sfiora il 60%.- L’altro effetto positivo è stato quello di riavviare un dibattito sul sistema dei trasporti pubblici locali in quel territorio che idealmente trova nel centro storico di Cosenza e nell’Università della Calabria i principali punti di collegamento, per poi dipanarsi in quelli del Savuto, della Presila, delle Serre Cosentine.- Il Comune di Cosenza, nella sua massima espressione del Consiglio Comunale, ha tracciato con un atto d’indirizzo le traiettorie che dovranno caratterizzare le politiche di sviluppo del sistema dei trasporti ed ha considerato come elemento prioritario quello dell’integrazione dei servizi, vale a dire del passaggio dal sistema dell’integrazione tariffaria all’integrazione vettoriale.- Era la strategia voluta dal Sindaco Giacomo Mancini ed è la scelta sulla quale punta fortemente il Comune di Cosenza, convinto com’è che solo attraverso l’integrazione dei servizi sarà possibile offrire ai tanti cittadini con esigenze di mobilità dell’area urbana un mezzo di trasporto autenticamente alternativo all’auto privata.- Per realizzare tutto ciò è necessario in primo luogo un grande sforzo unitario e sinergico tra amministrazioni interessate ed aziende di trasporto (quelle, per intenderci, che attualmente aderiscono al progetto BINBUS) perché solo in tal modo sarà possibile fare massa critica nei confronti della Regione per raggiungere due importanti risultati: quello di considerare l’area urbana cosentina come unico servizio urbano e quello di ottenere il riconoscimento dell’area universitaria come fattore di richiesta di mobilità urbana.- In sostanza: il territorio dell’area urbana dovrà essere gestito con un unico piano d’esercizio, concordato tra le aziende aderenti al BINBUS, e dovrà considerarsi totalmente urbano da parte della Regione Calabria.- Allo stesso modo, la Regione Calabria, che oggi vede nell’UNICAL un elemento di attrazione di mobilità dalle altre Province, dovrà prendere atto in primo luogo che l’UNICAL è università residenziale e che, al di là del dato formale, stimola esigenze di mobilità prevalentemente locali (gli studenti, insomma, in gran parte e per l’intera settimana non si spostano da Vibo o da Crotone a Cosenza, ma all’interno del territorio dell’area urbana).- Il Comune di Cosenza sta facendo la sua parte, sia nel dare gli indirizzi politico-strategici, sia per stimolare le altre aziende verso percorsi comuni e condivisi in tale direzione; o lo sta facendo, anche attraverso un progetto che dovrà dare all’AMACO quei livelli di efficienza e di organizzazione, dalla cui realizzazione – e non solo – dipenderà il futuro dell’azienda.- I prossimi mesi saranno assolutamente decisivi e diranno della capacità di intendere, anche in termini di responsabilità, verso quali scenari dovrà andare il trasporto pubblico locale e l’azienda cosentina; ma dirà anche della volontà di ognuno degli attori di percorrere la strada dell’innovazione e del progresso, ovvero quella dell’arroccamento e della chiusura.- Il Comune di Cosenza ha scelto di essere protagonista del cambiamento e non spettatore, lo ha dimostrato con le proprie scelte e lo dimostrerà con il metodo della concretezza e del fare, che era il metodo, il vero modello che ci ha lasciato Giacomo Mancini e che, pur nella modestia delle nostre capacità, intendiamo perseguire.”

Commozione e cordoglio di Giunta e Sindaco per la scomparsa del giovane operaio della Vallecrati

22/05 (Uscc) Profonda commozione ha destato nel Sindaco Eva Catizone e nella giunta comunale di Palazzo dei Bruzi la tragica scomparsa del giovane dipendente della “Valle Crati Spa” Francesco Bozzo, deceduto nella notte tra giovedì e venerdì a seguito di un incidente stradale. “La notizia del tragico incidente nel quale ha perso la sua giovane vita Francesco Bozzo – ha scritto il Sindaco Catizone in un messaggio indirizzato alla famiglia dello scomparso – ci rattrista enormemente e ci spinge alla riflessione, soprattutto a pensare ai continui sacrifici che è costretto ad affrontare chi lavora di notte per assicurare la pulizia della città. Francesco – ha aggiunto il Sindaco – ha trovato la morte proprio mentre si stava recando al lavoro e mentre si accingeva, come ogni notte, ad assolvere al proprio dovere.La notizia ci ha profondamente addolorati e in questo difficile momento tutta l’Amministrazione comunale si stringe attorno ai familiari ed ai compagni di lavoro di Francesco con i sentimenti della più affettuosa vicinanza.”

Il Sindaco ringrazia l'organizzazione e gli operatori del corteo storico

22/05 “La grande partecipazione con la quale i cosentini hanno accolto il corteo storico organizzato nell’ambito delle manifestazioni del “Viaggio Telecom”, è il segno tangibile dell’alto gradimento fatto registrare dall’evento organizzato a Cosenza a cura del Teatro “Franco Parenti” di Milano e dallo studio Festi, organizzazione leader in Italia nel settore delle spettacolazioni di strada.” Lo ha affermato il Sindaco Eva Catizone dopo il successo ottenuto ieri sera dallo spettacolo “Stupor mundi”, svoltosi nel centro storico e grazie al quale è stato possibile ricostruire, attraverso una parata di grande effetto scenico, l’ingresso imperiale di Federico II di Svevia a Cosenza in occasione della consacrazione della Cattedrale, avvenuta nel 1222. “Ma non è solo allo Studio Festi, alla regista Monica Maimone, al Teatro Franco Parenti ed alla sua direttrice Andrèe Ruth Shammah che va il nostro doveroso ringraziamento per le emozioni provate ieri sera- ha sottolineato ancora il Sindaco Catizone. Reputo altrettanto giusto rivolgere un grazie particolare anche a quanti, con un lavoro spesso dietro le quinte, ma prezioso, hanno reso possibile una manifestazione che resterà a lungo scolpita nell’immaginario collettivo". Nella foto la stauroteca originale del 1200 esposta in pubblico) Questo il programma per domani, domenica 23 maggio:

Al Teatro Rendano
ore 10,00
Gioacchino da Fiore lectio magistralis di Bernard McGinn
ore 11,00
Prometeo, la Nuova Atlantide e la scienza perfetta: tavola rotonda con Marcello Cini, Maurizio Ferraris, Armando Massarenti, Piergiorgio Odifreddi - coordina Roberto Bartolino
ore 15,00
La città del sole, o l'utopia della società perfetta: tavola rotonda con Giorgio Galli, Salvatore Natoli, Marco Revelli, Marco Tarchi – coordina Giacomo Marramao
ore 17,00
lectio magistralis di Zygmunt Bauman “ Utopia postmodern adventure”
ore 18,00
Incontro con Maurizio Scaparro
ore 18,30
Moni Ovadia racconta l'Utopia di Majakovskij e Babel
ore 21,30
Recital di Giorgio Albertazzi Piazzetta Toscano (ai Ruderi)
ore 19,30
Carlo Rivolta in “ L'ultima predica di Gerolamo Savonarola ”

Casa delle Culture
“Trovare fiori dove non esistono” , melologo per nastro e voce di Francesco Galante su testi di Luigi Pestalozza - voce recitante Anna Nogara . Prima esecuzione assoluta

Cinema Italia
ore 15,00
Malcom X
ore 20,00
Amerika
ore 22,00
Intelligenza Artificiale

Biblioteca Nazionale
Ore 15,00
La Passione di Giovanna D'Arco
Ore 17,30
Fitzcarraldo
Ore 20,00
Zabriskie Point

Intervallati da Letture sul tema

Partenza dal Gazebo Villa Comunale
ore 11,00
ore 17,30
Percorsi lungo il tracciato di Marco Romano , sotto la guida degli allievi del master di estetica dell'Università di Reggio Calabria.
Percorso figurativo dentro le Chiese, guidato da Antonietta Catalano, Alessandra Primicerio, Emilia Spina e Monica Turco

Biblioteca Civica, sala Gotica
Dalle ore 10,00 alle ore 20,00
Mostra dei testi originali di Gioacchino da Fiore, Bernardino Telesio, Tommaso Campanella e altri
pensatori casentini; in collaborazione con l'Accademia cosentina e con la Sovrintendenza alle Belle
Arti
Atrio del Teatro Rendano
Mostra di immagini di teologia figurale dal Liber Figurarum di Gioacchino da Fiore, a cura del
centro Studi Gioachimiti
Casa delle Culture
Dalle 17 alle 20
Utopia ed Eresia: installazione multimediale e interattiva.
In collaborazione con l’Università della Calabria – Arcavacata
Piazza Toscano
ore 17,30
Presentazione del libro “ Piera e gli assassini “ di Piera degli Esposti, a cura della Casa Editrice Rizzoli

I cittadini di Cosenza vecchia contestano Sindaco e Giunta durante il corteo storico

21/05 Hanno scelto un momento di massima attenzione, quando cioè i due cortei della sfilata storica del Viaggio Telecom arrivavano in piazza Duomo. I residenti del centro storico hanno esposto una ventina di cartelli con su scritte la proteste contro il Sindaco e la Giunta. "Catizone dimettiti", "Giunta dimettiti", "Se Mancini fosse vivo era qui con noi", "Ma quale città eruopea" erano alcune delle frasi scritte sui cartelli di protesta. Evidente il malcontento che viene dal quartiere che più si sente abbandonato dall'Amministrazione comunale. Una protesta senza precdenti che segue di alcune settimane quella dei commercianti che, poco tempo fa, hanno spento le luci delle vetrine ed hanno acceso i lumini fuori dai propri esercizi. Un momento davvero difficile per la nuova Giunta che appena insediata incassa la prima protesta pubblica in piazza. Il corteo storico ha avuto, comunque, un notevole successo di pubblico.

Tre morti nel giro di 24 ore

21/05 Un venerdì tragico iniziato con un incidente mortale avvenuto questa mattina alle 2.00 allorquando, F.B. di 29 anni, tuta gialla della Vallecrati, si stava recando al lavoro a bordo della sua moto una Suzuki 650. All'incrocio tra via Migliori e viale della Repubblica veniva investito da un auto che proveniva da Mendicino F.B. rimaneva disteso sull'asfalto mentre l'auto terminava la sua corsa addosso al muro. Inutile la corsa dell'ambulanza e degli infermieri del vicino Ospedale che provavano a rianimarlo. Dopo circa 20 minuti di agonia il ragazzo spirava. In un primo momento si era pensato che l'investitore fosse fuggito, perchè alcuni passanti hanno notato il corpo esanime per terra e l'auto con lo sportello aperto senza il conducente. Invece l'autista era corso a chiamare i soccorsi. L'uomo dell'automobile è stato fermato dalla Polizia per accertamenti. A Rende, invece, una tragedia piena di mistero. Un ragazzo di 21 anni, si ì tolto la vita sparndosi un colpo di pistola alla testa. La rivoltella, custodita in casa era del padre. Si ignorano ancora i motivi del gesto. L'ultimo tragico episodio, invece, è avvenuto questa sera, verso le 21.30, in contrada Bosco de Nicola dove P.C. di 45 anni è deceduto mentre giocava una partita di calcetto con gli amici.. Momenti di vero panico per i suoi compagni perchè l'uomo, di buona corporatura, si è accasciato a terra senza dare segnali di vita. Il 118, prontamente chiamato dai suoi amici altro non ha potuto fare che accertare il decesso per arresto cardiocircolatorio.

Arresto di Padre Kevin ad Acri: Vittima di un complotto? I parrocchiani sono con lui.

21/05 Lo difendono tutti a spada tratta, i residenti della piccola frazione di San Giacomo di Acri. Tutti concordi nel difendere il loro parroco, padre Kevin, arrestato ieri dai carabinieri per il reato di violenza sessuale nei confronti di una minore di nove anni. La notizia dell'arresto di padre Kevin, che ha ottenuto la detenzione domiciliare presso la canonica, ha provocato clamore ma tutti i parrocchiani che invece confermano la loro stima nei confronti del sacerdote. Stamane il difensore di padre Kevin, l'avvocato Amedeo Strano, ha incontrato il sacerdote nella canonica con il quale ha deciso la strategia difensiva in vista dell'interrogatorio con il Gip del tribunale di Cosenza che ha emesso l'ordinanza di custodia cautelare. "Ho incontrato stamane padre Kevin - ha detto l'avvocato Strano - e l'ho trovato amareggiato e frustrato per la pesante e infamante accusa. Il sacerdote mi ha detto di essere innocente ed estraneo alle accuse contestategli". "L'accusa è grave - ha aggiunto - e per questo motivo ritengo che sia necessario che si facciano ulteriori verifiche per chiarire la posizione del mio assistito. Ricorreremo immediatamente al Tribunale della libertà perchè venga fatta piena luce su questa incresciosa vicenda". L'ordinanza di custodia cautelare è stata emessa ieri dal gip del Tribunale di Cosenza Giusy Ferrucci che ha accolto la richiesta del sostituto procuratore Claudio Curreli. L'accusa sostiene che il sacerdote, al termine di una lezione di catechismo, si sarebbe parzialmente denudato davanti ad una bambina di nove anni alla quale avrebbe fatto, secondo quanto si è appreso, delle proposte di tipo sessuale. La minore racconto' l'accaduto ai genitori i quali denunciarono il religioso ai carabinieri. Uno dei sacerdoti più vicini a padre Kevin è il parroco della chiesa di San Francesco di Acri e responsabile della locale Caritas, don Nicola Montalto, il quale ritiene che "Padre Kevin sia innocente". "In questo momento - ha aggiunto - siamo tutti sconvolti per quanto è accaduto e non vorrei che le mie parole fossero travisate. Stiamo pregando e speriamo affinché si conosca al più presto la verità. Non possiamo che confidare nel lavoro della magistratura e delle forze dell'ordine". La curia arcivescovile definisce l'arresto di padre Kevin "un fatto increscioso del quale non si hanno ancora notizie precise". Padre Kevin, 42 anni, di origini nigeriane, è giunto due anni fa nella frazione di San Giacomo di Acri e dopo un breve periodo è riuscito, secondo quanto raccontano i residenti nella zona, a conquistare la simpatia di tutti i parrocchiani. Una delle sue prime iniziative e' stata quella di organizzare, per i giovani della frazione, alcuni tornei di calcio. Uno sport che al sacerdote era sempre piaciuto e che in passato lo aveva portato anche ad essere convocato nella nazionale del suo Paese di origine. E tra i parrocchiani, che escludono categoricamente l'ipotesi che il sacerdote possa aver abusato di una ragazzina, ora serpeggia il sospetto che il sacerdote sia vittima di una sorta di complotto per allontanarlo. Quella di San Giacomo, infatti, viene definita una parrocchia difficile tanto che negli ultimi anni sono stati sostituiti tre parroci. "Siamo tutti sconvolti - ha detto Nicola Tenuta, Sindaco di Acri - dalla notizia dell'arresto di padre Kevin che, nella piccola frazione di San Giacomo, e' amato e stimato da tutta la comunità. Non conosciamo i fatti specifici e quindi non e' possibile far nessun commento sulla vicenda. Posso solamente dire che padre Kevin, almeno da quanto mi è stato detto, lavorava intensamente nella sua parrocchia e che a tutta la comunità, cosi' come anche a me, ha sempre dato una buona impressione. Prima di diventare parroco della chiesa di San Giacomo era stato in una frazione del Comune di Bisignano dove anche li aveva lasciato un ottimo ricordo tra tutti i parrocchiani. Ora, francamente, non mi sembra vero che possa aver compiuto un gesto così brutto come quello di cui è accusato".

Vandali in azione a Cetraro. Incendiata la palestra della scuola media

21/05 Ancora mani ignote fanno dispregio della cosa pubblica. Ancora un incendio doloso che rovina un bene della collettività. E' accaduto a Cetraro presso la scuola Medio del ridente centro della riviera tirrenica. A fare l'amara scoperta sono stati gli impiegati della scuola che questa mattina hanno aperto l'istituto. Le fiamme, secondo una prima ricostruzione dei Vigili del Fuoco chiamati dagli impiegati, sono state appiccate durante la notte nella palestra e per fotuna non sono riuscite ad alimentarsi con forza. I danni, però, fanno sapere dalla scuola, sono ingenti ed ammonterebbero a circa centomila euro. Il fumo e la fuliggine provocati dall'incendio hanno interessato la sala dei computer e la palestra. La scuola ora è inagibile e molto probabilmente rimarrà chiusa sino a settembre. Sull'incendio stanno indagando i Carabinieri.

Rapina alla Banca Carime di Paola. In tre si sentono male.

21/05 Due persone armate di pistole e con il volto coperto da passamontagna hanno compiuto una rapina in una filiale della Banca Carime di Paola. I rapinatori, armi alla mano, hanno minacciato gli impiegati dell'istituto di credito e si sono fatti consegnare il denaro custodito nelle casse. Il bottino, secondo una primo calcolo, ammonta a circa seimila euro. I banditi dopo la rapina si sono dileguati facendo perdere le loro tracce. Alla loro uscita di scena però, due impiegate della banca ed un cliente hanno avvertito dei malori e sono stati ricoverati in ospedale dove i sanitari li hanno sottoposti alle cure del caso. I carabinieri hanno avviato le indagini.

Presentato il 18° giro ciclistico della Provincia

21/'5 Alla presenza del Presidente della provincia Antonio Acri è stato presentato il 18° giro ciclistico della Provincia di Cosenza. La manifestazione, organizzata da gruppo sportivo "Felice Gimondi" durerà quattro giorni. Avrà inizio il 26 maggio e terminerà il 29 maggio. Alla manifestazione, che tocca numerosi centri della provincia, hanno partecipato Tonino Spagnuolo presidente gruppo sportivo Gimondi, Franz Caruso assessore provinciale allo Sport, Gian Carlo Ceruti presidente della Federazione ciclistica italiana, Franco Ballerini commissario tecnico Fci. Sono intervenuti anche alcuni Sindaci dei Comuni interessati al Giro: Cosenza, Rende, Acquappesa, Scigliano, Piane Crati, Mongrassano, Pedace, Donnici.

Parte il Viaggio Telecom. Conferenza di presentazione al Rendano

21/05 (Uscc) Prima ancora di cominciare, piace, e molto, il programma culturale del Viaggio Telecom a Cosenza. E’ stato il guru dei sondaggi Renato Mannheimer a dirlo questa mattina in un affollato Teatro Rendano, durante la conferenza di presentazione dell’evento della stagione. “Un sondaggio telefonico realizzato qualche giorno fa –ha informato Mannheimer, che ha simpaticamente rivelato di essere nato in una via bellissima di Milano intitolata a Telesio- ha fatto emergere la voglia di cultura dei cosentini, che hanno inoltre ritenuto il programma proposto da Telecom consono ai loro gusti ed, anzi, chiedono già che sia ripetuto in un futuro non lontano”. La voglia di cultura, a quanto ha detto poi Andrea Kerbaker, ideatore di Progetto Italia, Telecom l’ha riscontrata un po’ in tutta Italia, già con le iniziative varate lo scorso anno. Un conforto ed uno stimolo per una grande azienda “che vuole dare il segnale del proprio ruolo e del proprio contributo alla crescita del Paese attraverso un’iniziativa che favorisce la riflessione.” In sala moltissimi cosentini ed anche molti milanesi, tra cui Lina Sotis, ormai adottata da Cosenza quale madrina speciale per aver dato inizio ad un movimento di lusinghiera attenzione nazionale verso il capoluogo bruzio. Il sindaco Eva Catizone, nel dare il benvenuto ad ospiti e cittadini, non ha mancato di ringraziare la Sotis, così come Marco Tronchetti Provera “che ha dimostrato di essere convinto che il vero sviluppo non può che coniugarsi con la cultura”. “Siamo orgogliosi –ha aggiunto il sindaco- che si parta da Cosenza e che alla nostra città sia stato riconosciuto di avere nel proprio DNA l’intelletto ed il pensiero.” Ancora saluti da Giovanni Latorre, rettore dell’Unievrsità della Calabria, che ha sottolineato l’ereticità di Cosenza anche in alcuni atteggiamenti della nostra epoca, e da Andréee Ruth Shammah, direttore del teatro Franco Parenti di Milano, che cura le iniziative, la quale ha sottolineato la qualità di ogni manifestazione del fitto programma. La Shammah ha auspicato che l’interesse che già si riscontra in città per l’evento Telecom possa essere durevole nel tempo e che “possa lasciare la voglia di fare alte cose”. La conferenza di prologo si è conclusa con un breve saluto del prof. Emanuele Severino, filosofo di fama internazionale, che nel primo pomeriggio ha inaugurato il Festival spiegando le categorie di Utopia ed Eresia cui si ispirano le tre giornate. Questo Il programma del Viaggio Telecom di Sabato 22 maggio:

Al Teatro Rendano
ore 10,00 -La spiritualità dell'eretico: tavola rotonda con Paolo Ricca e Vladimir Zelinskij – coordina don Ermis Segatti
ore 11,00 -Lectio magistralis di Marc Augé : il non luogo
ore 12,00 -Dalla characteristica al web, o il sogno della comunicazione perfetta: tavola rotonda con Roberto Esposito, Carlo Formenti , Armand Mattelart – coordina Ugo Volli
ore 15,00 -L'utopia della felicità pubblica. Comunità: tavola rotonda con Pierangelo Dacrema , Predrag Matvejevic, Caterina Resta – coordina Giancarlo Bosetti
ore 16,30 -Lectio magistralis di Tzvetan Todorov: Puissances de l'amour
ore 17,30 -Galileo Galilei ricostruzione del processo per eresia con recita dell'abiura: Piergiorgio Odifreddi con Giulio Giorello e Padre George Coyne
Ore 18,30
Utopia della Città perfetta. Incontro con Marco Romano
Ore 22,00
“Viaggio in Italia”, concerto di Alice

Piazzetta Toscano
Ore 17,00 -“Tracce di utopia e di eresia nella letteratura contemporanea” letture e dibattito con Marosia Castaldi, Helena Janeczek, Antonio Moresco, Tommaso Pincio, Tiziano Scarpa e Dario Voltolini – coordina Carla Benedetti
Ore 19,00 - Philippe Daverio racconta la Stauroteca di Federico II

Cinema Italia
Ore 15,00
2001 Odissea nello spazio
Ore 20,00
Ultimo tango a Parigi
Ore 22,00
Lo sguardo di Ulisse
Biblioteca Nazionale
Ore 15,00
La grande Illusione

Ore 17,30
Underground
Ore 20,30
Incontri ravvicinati del terzo tipo
Intervallati da Letture su Utopia ed Eresia

Casa delle Culture
ore 11,30
Presentazione del libro di Vito Teti “Il senso dei luoghi”, con Predrag Matvejevic, Nicola Merola, Raffaele Perrelli e Paride Leporace, Donzelli Editore
ore 18,30
Presentazione del libro “ Il serpente di Melqart ” di Folco Quilici, Casa Editrice Mondadori

Nessun problema per i dializzati dopo l'atto vandalico di piazza Amendola

21/05 "Il vile atto vandalico che ha costretto il centro dialisi dell'azienda sanitaria alla temporanea chiusura non ha causato interruzioni di terapia ai pazienti dializzati. Per alcuni giorni i pazienti cosentini sono stati dirottati nella struttura convenzionata " Euro2000 SRL" sita a Montalto Uffugo . L'Euro2000SRL , aperta sin dal 1991, è una struttura che ospita 21 posti rene . Si tratta di un centro di elevatissimo spessore clinico , che consente l'erogazione di un servizio fondamentale. Abbiamo sopperito con molta professionalità a questa emergenza- ha detto la sig.ra Teresa Palumbo, amministratrice di Euro2000 SRL--con i nostri medici, (un nefrologo e cinque medici di sala) ed i nostri operatori. Il dott. Buoncristiano ha voluto "ringraziare Euro2000 e l'Ospedale di Cosenza, per l'altissima professionalità con la quale hanno fatto fronte ad una situazione non prevedibile"

Il Tar della Calabria ha respinto il ricorso della Vallecrati

20/05 Il Tar della Calabria, con sentenza del 10 maggio scorso, ha rigettato il ricorso del Consorzio Valle Crati con il quale era stata avanzata nei confronti del Comune di Cosenza una richiesta di pagamento di 3 milioni e 788.358 euro relativamente al servizio di trattamento dei rifiuti solidi e liquidi urbani. Le ragioni del Comune sono state prospettate dall’avvocato Salvatore Callea. Soddisfazione è stata espressa dal Sindaco Eva Catizone che ha indirizzato all’avvocato Callea un messaggio di plauso per aver difeso egregiamente l’Amministrazione comunale. Il Tar della Calabria ha rigettato il ricorso del Consorzio Valle Crati per l’assoluta inesistenza di qualsivoglia obbligazione validamente assunta dal Comune di Cosenza.

Prete nigeriano arrestato per abuso di minore ad Acri

20/'05 E' stato arrestato dai carabinieri di Rende , un sacerdote nigeriano di 42 anni, parroco della Chiesa di San Giacomo ad Acri. Per lui l'accusa è di violenza sessuale ai danni di un minore. L'arresto è avvenuto su esecuzione di un ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Cosenza su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica, Claudio Curreli. Sulla vicenda viene mantenuto il più stretto riserbo da parte delle autorità. Le uniche notizie che si sono avute sono che le indagini, che hanno portato all'arresto del prete, si sono avviate dopo che i genitori del ragazzo, che ha subito la violenza, hanno presentato denuncia agli organi preposti. Al sacerdote sono stati dati gli arresti domiciliari.

Un giovane centauro muore in un incidente a San Lucido

20/05 Un giovane di 21 anni, Simone De Bartolo, è morto questo pomeriggio a San Lucido in seguito ad un incidente stradale avvenuto a bordo della sua moto, una Ducati "monster 600". Per cause ancora in corso di accertamento, verso le 14, il giovane centauro a bordo del potente mezzo a due ruote, dopo aver perso il controllo del mezzo è andato a schiantarsi contro una panchina di cemento. De Bartolo, nonostante avesse il casco, è morto sul colpo.

Inaugurata la fiera Protekos. Critiche dei Sindacati

20/05 Si è inaugurata questo pomeriggio, alla presenza del Minsitro Gasparri, dell'Assessore regionale Giuseppe Gentile e del Presidente di Assindustria Cosenza Umberto De Rose (nella foto) , la prima Fiera internazionale Protekos Expo. La fiera, a cui sono presenti oltre 100 aziende, gran parte delle quali sorte grazie all'attivazione dei patti territoriali, è nata per promuovere il Made in Calabria. Domani, 21 maggio, il ministro Alemanno visiterà la rassegna, e con una conferenza stampa organizzata ad hoc, parlerà delle opportunità dell'agricoltura. Sabato 22, invece si parlerà dei patti territoriali alla presenza del sottosegretario Pino Galati. All'iniziativa si sono espressi negativamente i sindacati che hanno accusato gli organizzatori di aver chiuso l'iniziativa in un happening degli industriali e del centro destra. Questo il loro comunicato : "Il Protekos? E’ diventato proprietà esclusiva degli industriali e, da come si vede dagli inviti, del centro-destra. La tesi è delle segreterie provinciali dei sindacati confederali Cgil, Cisl e Uil, che hanno diffuso una polemica nota di protesta dopo aver ricevuto un “semplice e distaccato invito” a partecipare alle manifestazioni in programma alle cupole geodetiche. “Esprimiamo sconcerto e meraviglia – affermano i segretari generali di Cgil, Massimo Covello e Tonino Granata, Cisl, Giuseppe Belcastro e Uil, Benedetto Di Iacovo – per l’iniziativa promossa dal Protekos SpA, che ha escluso la partecipazione dei rappresentanti sindacali dalla tavola rotonda sull’esportazione e dal convegno sull’agricoltura calabrese e sulle sfide dell’internazionalizzazione, in questi giorni alle cupole geodetiche, sede della fiera. In proposito, ricordiamo ai promotori delle due manifestazioni, che coloro che partecipano all’iniziative, sono per buona parte, i signori reggitori dei governi regionale e nazionale e non sono i padroni del Protekos e non i soli protagonisti dei patti territoriali. La cosa è comunque manifesta, nel senso che i responsabili della crisi che attanaglia la Calabria sono proprio loro, visto che, dopo la firma dei patti, non si sono visti risultati che non siano l’occupazione delle poltrone. I patti, è il caso di ricordarlo ai reggitori della cosa pubblica, sono stati sottoscritti negli anni ’90 allo scopo di concertare insieme, cioè tutti i sottoscrittori (e i sindacati sono tra i sottoscrittori dei patti), le iniziative atte a favorire lo sviluppo del territorio. In esso dovevano sorgere e rafforzarsi nuove iniziative, imprese, infrastrutture atte a qualificare il territorio e a incentivare l’occupazione. Finora non abbiamo visto che il nulla totale! E siccome si avvicinano le consultazioni elettorali per il rinnovo degli enti locali e per l’elezione dei rappresentanti nel parlamento europeo, ecco che puntuale – prosegue la nota di protesta – si eleva l’iniziativa parolaia e ingannatrice dei politicanti di turno: E così assistiamo alla passerella di piccoli e più eminenti politici con lo scopo di coprire con le vuote parole il vuoto reale cui i calabresi stanno assistendo da quando si è insediata l’inconcludente giunta Chiaravalloti, capace soltanto di varare uno statuto già bocciato, di prevedere l’aumento del numero dei consiglieri regionali, il concorsone, l’incremento delle prebende, aumentando nello stesso tempo la sovrattassa Irpef sui redditi della povera gente, i tiket sanitari, il bollo auto, tanto che i calabresi risultano oggi i più tassati in tutto il territorio nazionale! Tornando all’iniziativa esclusiva, in vista della quale i responsabili del Protekos hanno inviato ai sindacati confederali un semplice e distaccato invito, pensiamo che l’opinione pubblica cosentina debba essere correttamente informata affinché possa essere nella condizione ideale di poter giudicare. Passi per la mancata partecipazione alla tavola rotonda; passi per la mancata partecipazione al convegno: non sarebbe stato il caso, anzicchè pontificare vanamente sull’esportazione e sull’internazionalizzazione, fare il punto sui patti territoriali, magari recitare il “mea culpa” per la loro mancata attuazione e gettare le basi di un loro rilancio? No, si è preferito, come al solito, gettare fumo negli occhi! Ma i calabresi, stiano certi i nostri ineffabili reggitori, non si faranno più ingannare da coloro che finora hanno pensato soltanto a soddisfare le brame clientelari e a prendere in giro – conclude la nota dei dirigenti di Cgil, Cisl e Uil - quanti hanno in loro, inutilmente speranzosi, posto la fiducia che non meritano”.

Due cosentini arrestati per aver rapinato una anziana donna a Reggio.

20/05 Sono di Cosenza le due persone arrestate dai Carabinieri del Comando di Reggio Calabria e accusate di essere responsabili di una rapina avvenuta, nello scorso mese di marzo ai danni di una anziana donna ultraottantenne, in quel di San Girogio Morgeto. Si tratta di Ottavio fata di 41 anni e di Alfio Musacchio di 31 anni. I due, attualmente rinchiusi nel carcere di Castrovilalri, si sono visti notificare i provvedimenti direttamente in cella. In occasione della rapina, i due, sequestrarono per un intera notte nella sua casa l'anziana donna che fu derubata di mobili antichi e denaro per un totale di 30 mila euro.

Rapina alle poste di Cetraro.

20/05 Due uomini con il volto coperto da passamontagna sono entrati, armati di pistole, nell'ufficio postale di Cetraro. Preso in ostaggio un clienti, i due malviventi si sono fatti consegnare il denaro che era custodito nelle casse fino a quel momento. Pare che la somma ammonti a cinquemila euro. Dopo il colpo, i due uomini si sono dileguati facendo perdere le loro tracce. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della locale stazione che hanno avviato le indagini.

Il CISP ha approvato il bilancio

20/05 Approvato il bilancio consuntivo relativo al 2003 dall'assembela generale del Consorzio intercomunale servizi pubblici (Cisp) di Cosenza, nel corso della sua ultima assemblea, presieduta dal consigliere anziano Mario Minutolo. Nel corso della dell'assemblea sono intervenuti, tra gli altri, il presidente del Cisp, Giuseppe Carratta, ed il direttore Mari, che ha illustrato i vari capitolo di spesa relativi all'esercizio finanziario dello scorso anno.

Un arresto a Trebisacce

20/05 Nel corso di controlli effettuati nel territorio, i Carabinieri della Compagnia di Trebisacce hanno arrestato un giovane di 19 anni, G.P., ai domiciliari per il furto di un auto, perchè trovato fuori dall'abitazione, Il giovane è stato nuovamente arrestato e condotto in carcere per evasione dagli arresti domiciliari.

In Calabria servono uomini liberi.

20/05 Durante la recente visita a Cosenza del Ministro delle Politiche Agricole, Gianni Alemanno, si è svolto un incontro presso il salone di rappresentanza del Comune di Cosenza, organizzato dall’associazione “Mediterraneo” in cui Alemanno ed il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Chiaravalotti, hanno incontrato vari esponenti del volontariato, dell’associazionismo e dell’impresa sociale. L’incontro è stato coordinato dal dott. Franco Morelli, commissario straordinario dell’UNIRE e capo di gabinetto del Presidente della Regione. Hanno poi portato il loro saluto gli assessori regionali Pirilli e Giovanni Dima. Dima ha rimarcato l’importante ruolo dell’agricoltura in Calabria nei processi di sviluppo. Per quanto riguarda il mondo associativo è intervenuto Sabatino Savaglio della Compagnia delle Opere. Savaglio ha molto insistito sul concetto di libertà, ribadendo che in Calabria vi è l’urgenza che emergano uomini liberi. Non tanto da ricercare nella classe politica, ma essere uomini liberi innanzitutto se stessi. La libertà di un uomo si vede solo in ciò che è capace di fare gratuitamente, capace di fare solo perché mosso dalla sua passione, dai suoi ideali. Ha ribadito l’importanza delle opere realizzate liberamente dal popolo, innanzitutto quelle realizzate per gratuità dai cattolici, come la rete delle casse rurali creata in Calabria da Carlo de Cardona. Ha pesantemente criticato la politica degli annunci (mega-investimenti mai realizzati, concorsi fantasma) e ribadito che occorre invece favorire quelle realtà che si impegnano o che vogliono impegnarsi per la ricerca di un vero bene comune: “la gente è stanca degli annunci, e di fronte a disoccupazione e povertà dilaganti non sopporta la mancata o la cattiva spesa dei fondi europei”. Savaglio ha inoltre indicato delle possibili linee di sviluppo dell’economia calabrese, in particolare nel settore dell’agricoltura, facendo diventare ad esempio i prodotti tipici un fatto economico e non più un fatto folkloristico; legando inoltre agricoltura, agriturismo e turismo. Ha poi sottolineato come spesso in Calabria anche le buone iniziative dei politici sono frenati da vecchi apparati burocratici o da logiche burocratiche – affaristiche. Il Presidente Chiaravalloti si è soffermato sull’importanza del sistema agricolo calabrese. Ha indicato come si stiano affermando delle nicchie di eccellenza nel settore produttivo e commerciale del sistema agricolo. Rispetto all’importanza del ruolo dei soggetti sociali diversi da quelli pubblici, ha sottolineato che il pubblico e la politica sono disponibili a fare più di un passo indietro quando ci sono le condizioni per cui i privati possano intervenire. Il ministro Alemanno ha segnalato l’importanza di alcuni centri di produzione calabresi, come la centrale del latte inaugurala nella stessa giornata. Ha accennato all’importanza strategica del porto di Corigliano nei processi di esportazione. Alemanno, riprendendo poi l’intervento del rappresentante del mondo associativo, ha rimarcato l’importanza del concetto della sussidiarietà orizzontale, ciò della possibilità che lo Stato ed il sistema pubblico lascino degli spazi di intervento al mondo dell’impresa ed al mondo non-profit. Ha ribadito l’urgenza per la società italiana di ripartire da alcuni concetti ben espressi dalla Dottrina Sociale della Chiesa, ed ha affermato come tante funzioni possano essere svolte con maggior efficacia e con costi minori da parte dei soggetti privati.

Gentile chiede il trasferimento del Nucleo prevenzione crimini della Calabria da Siderno a Cosenza

20/05 In una lettera aperta inviata al capo della Polizia, prefetto Gianni De Gennaro, il senatore Antonio Gentile, membro della Commissione Antimafia del Parlamento, sollecita il tarsferimento del Nucleo di prevenzione del crimine della Calabria da Siderno a Cosenza. "La struttura è ora logicamente posta a Siderno e Rosarno, scrive Gentile, con compiti di prevenzione e controllo del territorio. Tale attività viene però effettuata sempre più spesso nella provincia di Cosenza e, precisamente, nella sibaritide e sulla costa tirrenica nonchè nelle province di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia. Sostenere la sede di Siderno è superfluo in quanto ormai troppo impegnata nell'assolvere compiti istituzionali in tutto il resto della Calabria. Sarebbe certamente opportruno un suo spostamento nella provincia di Csoenza, magari nelle prossimità dell'Università della Calabria dove, logisticamente, sarebbe più vicina ai posti serviti dal nucleo, l'alto Tirreno cosentino, la sibaritide, il catanzarese, il crotonese e il vibonese. A giudizio di Gentile "lo spostamento darebbe risultati certamente importanti sia per la copertura del territorio da parte delle forze di Polizia, sia per il risparmio economico che viene generato dalle missioni del personale e non ultimo per le aspettative che lo stesso personale, che presta servizio al nucleo di Siderno, ha ai fini del trasferimento di sede, tenuto conto che per il 70% è della provincia di Cosenza".

Presidente Fedele: "L'Anas ha assicurato il massimo impegno per l'accellerazioni dei lavori sulla A3"

20/05 (Uscr) “Mi è stato assicurato il massimo impegno nell’accelerazione della tempistica dei lavori in atto per l’ammodernamento del tratto calabrese della Salerno-Reggio Calabria, anche al fine di limitare il più possibile i disagi per l’utenza in vista dell’imminente stagione turistica”. Il presidente del Consiglio regionale, Luigi Fedele, dà notizia dei primi esiti dell’incontro avuto la settimana scorsa a Roma con il presidente dell’Anas, Vincenzo Pozzi, sui malanni dell’A3, il grande “serpente d’asfalto” che attraversa la Calabria. Fedele è stato informato dall’ingegner Mastrangelo dell’Anas “il quale - riferisce il presidente del Consiglio - mi ha assicurato che presto verranno chiusi i cantieri che arrecano maggiore intralcio alla circolazione imprimendo ai lavori una netta velocizzazione”. Come si ricorderà il presidente del Consiglio regionale aveva in particolare richiamato l’attenzione dell’ingegner Pozzi sulla situazione determinata nel tratto reggino dell’A3, nei pressi di Scilla, dove si transita solo su una carreggiata con doppio senso di circolazione per lavori in corso in gallerie. “Su questo punto - spiega Fedele - i vertici Anas mi hanno garantito che alle opere in corso è stata impressa una notevole accelerazione istituendo nei cantieri turni straordinari di lavori che coprono quotidianamente ventiquattrore su ventiquattro”. “Mi è stato spiegato - aggiunge Fedele - che sono in atto interventi estremamente delicati sulle volte di alcune gallerie che richiederebbero tempi molto lunghi anche per poter garantire i necessari requisiti di sicurezza. Con l’accelerazione dei lavori e l’istituzione di turni straordinari nei cantieri verrà così anticipata alla prima settimana di giugno la riapertura del tratto autostradale che inizialmente era stata preventivata per la fine del mese prossimo”. Il commento del presidente Fedele è, naturalmente, positivo: “Augurandomi che gli impegni dichiarati dai vertici Anas saranno rispettati alla lettera - afferma Fedele - auspico che presto si possano concludere le penose odissee vissute quotidianamente da automobilisti e autotrasportatori che attraversano questa zona d’Italia, disagi e inconvenienti che si ripercuotono particolarmente sui collegamenti di queste settimane, a causa della perdurante chiusura dell’aeroporto di Reggio che in questo periodo sta accentuando la condizione di isolamento dell’estremo lembo della nostra penisola”.

Sabato manifestazione di protesta dei No Global. In corteo come "Eretici e utopici"

20/05 A firma del comitato "Siamo tutti sovversivi" riceviamo e pubblichiamo il comunicato sulle motivazioni del corteo che si svològerà sabato a Cosenza contro la richiesta di rinvio a giudizio dei 13 noglobal. "Lunedì 24 maggio il Tribunale di Cosenza si pronuncerà sulla richiesta di rinvio a giudizio per i 13 indagati dell'operazione "no global" del novembre 2002. Sono accusati per episodi diversi ma in realtà quello che si vuole imbastire è un processo alle idee e ai diritti: diritto alla libertà di pensiero, diritto al dissenso, alla lotta per un'altra vita. E' qualcosa che riguarda tutti noi e non solo le persone per cui si chiede il rinvio a giudizio. Se Anna, Claudio, Michele, Luca, e tutti gli altri di qualcosa sono colpevoli, ciò riguarda il loro quotidiano impegno a favore di migranti, precari, senza lavoro. Nei piani di certi magistrati si vogliono processare dieci anni e passa spesi per una migliore vita nella nostra città e nel sud intero, alla luce del sole, senza nascondere nulla, vivi, allegri e combattivi. Il processo che potrebbe aprirsi a Cosenza è a più ampia scala un attacco alla libertà di tutti, il riflesso di ingiustizie più grandi che in Italia e nel mondo avvengono o potrebbero avvenire. Ci riferiamo alla sistematica demolizione dei diritti internazionali (come nel caso della guerra in Irak), ci riferiamo ai continui attacchi ai diritti di mobilità per corpi ed uomini (come nel caso della legge Bossi - Fini che ha come obiettivo ultimo quello di rendere inviolabile la fortezza Europa), ci riferiamo al tentativo di annientare le forme di comunicazione indipendente con le leggi liberticide sul copyright, sui diritti d'autore, sulle blindature dei diritti d'accesso alle nuove tecnologie digitali da parte di multinazionali dai famelici ed esclusivi interessi tutti declinati sul profitto e la competitività. Siamo felici ed orgogliosi che in questi giorni la nostra città ospiti un importante evento culturale che permetterà a chiunque ne abbia il desiderio, di confrontarsi con idee e pensieri di intellettuali di prima grandezza. Il tema "Utopia ed Eresia" non a caso crediamo trovi il suo luogo naturale di discussione e di confronto a Cosenza, una città che ha contribuito storicamente alla crescita e alla diffusione del pensiero critico, una città che da sempre è stata gelosa delle sue libertà e virtù civiche difese anche a costo della vita, orgogliosa della sua capacità di autogovernarsi, mai infeudata, nella quale insorgenze e movimenti sociali si sono ampiamente manifestati. Siamo fieri di questa città e di questo Sud ed è per questo che denunciamo il tentativo messo in atto da una parte della magistratura di scegliere la nostra città come presunto anello debole, periferia dell'impero, per provare a sperimentare forme di restrizione della libertà di tutti. Cosenza, piuttosto che periferia dell'impero, ambisce ad essere centro di nuove e diverse relazioni fra le persone, luogo del Mediterraneo la cui cultura secolare ha immaginato mondi e combattuto ingiustizie. Invitiamo tutti i cittadini a non lasciare sole persone colpevoli soltanto di aver pensato e di aver agito alla luce del sole per il bene comune attraverso forme e azioni politiche collettive, che tutti insieme abbiamo inventato qui, in casa nostra, senza importarle da altri luoghi, con creatività, passione e disinteresse. Di questo sono imputati e per questo vogliamo tornare in piazza. Sabato un corteo per i diritti, la democrazia e la libertà attraverserà la nostra città. Sarà importante esserci tutti. SABATO 22 MAGGIO CORTEO PER LA DEMOCRAZIA, I DIRITTI E LE LIBERTA' concentramento ore 9:00 - p.zza Zumbini"

Rischio radiologico, presentazione del protocollo scientifico domani all'Asl di Cosenza

20/05 Il rischio di una sovraesposizione ai raggi x deve essere calcolato da chi eroga prestazioni: per questo l'azienda sanitaria di Cosenza ha approntato un protocollo scientifico che sarà presentato domani alla stampa.S i tratta di linee guida essenziali per un uso corretto degli strumenti radiognostici. La conferenza stampa si terra' alle ore 11 nella sede dell'Asl in via Alimena. parteciperanno, il direttore sanitario, Romano Musacchio, il dott. Nicola Buoncristiano, esperto di fisica ambientale, il dott. Antonio Belcastro, direttore generale dell'azienda ospedaliera, il dott. Franco D'Agostino, capo dipartimento radiologico Azienda Ospedaliera

Intrattenimento estivo ala Città dei ragazzi

20/05 (Uscc) Con l’approssimarsi della conclusione dell’anno scolastico l’Amministrazione Comunale, da sempre sensibile alle esigenze culturali e sociali dei suoi cittadini e in particolare ai problemi delle famiglie, si propone di organizzare un servizio di intrattenimento estivo capace di offrire ai genitori che lavorano una soluzione alla domanda di contenuti per il tempo libero dei propri figli. Il Servizio di Intrattenimento, organizzato in una struttura particolarmente adeguata e attrezzata come la Città dei Ragazzi, sarà rivolto a bambini dai 3 ai 10 anni a partire dal 14 Giugno 2004 e sarà attivo dal Lunedì al Venerdì dalle ore 8,00 alle ore 14,00. Il Servizio funzionerà fino alla riapertura del anno scolastico 2004/2005 con chiusura durante il mese di agosto. I bambini verranno impegnati con attività di animazione, ludico-ricrative, e nella realizzazione di progetti che hanno come obiettivo quello di accrescere e sviluppare. Sempre attraverso il gioco, le capacità cognitive e creative. I modelli d’iscrizione, disponibili presso la segreteria della Città dei Ragazzi, riporteranno le tariffe di contribuzione al servizio deducibili dall’attestazione ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) che ogni cittadino interessato dovrà esibire. Tali tariffe sono state modulate ai sensi della Delibera di G. M. n° 56 del 06/03/2004. Gli interessati dovranno dare l’adesione entro e non oltre il 5 Giugno 2004.

Donatella Laudadio saluta la Giunta Catizone

20/05 (Uscc) Un arrivederci sincero – e non certo un addio- ad un assessore donna che tanto ha saputo dare al proprio territorio durante il suo mandato, è stato rivolto oggi dal Sindaco Eva Catizone e dalla Giunta a Donatella Laudadio, assessore provinciale uscente che ha voluto incontrare gli amministratori comunali per congedarsi istituzionalmente da tutti loro. Il cordiale incontro si è svolto a Palazzo dei Bruzi, presenti anche il vicesindaco Maria Francesca Corigliano, gli assessori Giovanna Tartoni, Felicita Cinnante, Vittorio Cavalcanti, Roberto D’Alessandro, la city manager Antonella Molezzi. Il sindaco ha sottolineato come al di là delle affinità politico-anmministrative, con la Laudadio si sia subito stabilito un rapporto anche umano pieno di significato. “Donatella Laudadio è una delle migliori risorse del nostro territorio, alla cui crescita culturale ha dato un rilevante contributo. Per questo oggi le dico arrivederci, augurandomi di avere presto occasione di lavorare ancora insieme.” Complimenti e auspici che tanta competenza, dimostrata sul campo, possa essere ancora messa al servizio dei cittadini, sono venuti da tutti i presenti che hanno evidenziato l’ottimo lavoro svolto sia nel campo culturale che in quello della valorizzazione dell’elemento femminile nella società. Il vicesindaco Corigliano ha plaudito al gesto di sensibilità dimostrato con il saluto odierno ed ha voluto ricordare le doti non solo culturali, ma anche di comunicativa e di disponibilità dimostrate da Donatella Laudadio nel corso del suo mandato. L’assessore provinciale ha ringraziato ed ha detto di aver voluto l’incontro per un doveroso atto di congedo e per congratularsi. “Desidero innanzitutto fare di persona gli auguri alla Giunta, dove si realizza una presenza femminile ai vertici significativa non solo nel Mezzogiorno ma in Italia. Non penso che donna sia sempre e comunque meglio, ma credo che le pari opportunità debbano essere realizzate perché le diversità arricchiscono. Voglio poi esprimere il mio compiacimento per aver avuto la possibilità di rapportarmi proficuamente, come assessore e personalmente, con questa Amministrazione comunale sulle tematiche culturali e femminili.” Donatella Laudadio ha infine augurato alla Giunta comunale buon lavoro. “Avete ancora un lungo cammino davanti e potrete dimostrare cosa si può fare quando ci si trova insieme per fare politica sulla base di una spinta valoriale, ideale e democratica”.

Rigettati i ricorsi per le liste non accettate in 16 comuni. Dieci rischiano il commissariamento

19/05 Le commissioni elettorali circondariali della provincia di Cosenza hanno rigettato i ricorsi presentati dai candidati a sindaco delle liste escluse, per errori di forma, dalle prossime elezioni amministrative. I provvedimenti messi dalle commissione elettorali circondariali riguardano sedici comuni del cosentino: Bianchi (tre liste escluse su tre), Parenti (due su due), Piane Crati (due su due), San Pietro in Guarano (due su due), Serra Pedace (due su due), Lattarico (quattro su quattro), Torano Castello (tre su tre), Santo Stefano di Rogliano (due su due), Paterno Calabro (due su due), Fiumefreddo Bruzio (tre su tre), Aprigliano (due su tre), Acquappesa (due su tre), Figline Vegliaturo (uno su due), Marzi (tre su quattro), Luzzi (due su quattro), Amantea (uno su tre). Sabato scorso le Commissioni elettorali circondariali hanno ricusato 36 delle 44 liste presentate nei sedici comuni. Unica eccezione e' stata per il comune di Scigliano dove le due liste in un primo momento congelate sono state invece riammesse alla competizione. Dopo la decisione dei presidenti delle Cec i candidati sindaci delle liste escluse potrebbe far ricorso al Tar per chiedere l'annullamento delle decisioni delle commissione elettorali circondariali. Nel cosentino ora dieci comuni rischiano il commissariamento prefettizio ed al voto si potrebbe tornare solo tra un anno. Si tratta di Bianchi, Parenti, Piane Crati, San Pietro in Guarano, Serra Pedace, Santo Stefano di Rogliano, Paterno Calabro, Fiumefreddo Bruzio, Lattarico e Torano Castello. In altri quattro paesi, Aprigliano, Acquappesa, Figline Vegliaturo e Marzi alle elezioni concorrerà solo una lista. Lo scrutinio sarà valido se alle urne si recherà almeno il 50% degli aventi diritto al voto.

La Riviera dei Cedri alla Fiera del Turismo "Verde e Blu"

19/05 La Riviera dei Cedri è stata presente con un proprio stand alla Fiera internazionale del Turismo Verde e Blu che si e' svolta la scorsa settimana a Montesilvano, in provincia di Pescara. "La presenza dell'offerta turistica della Riviera dei cedri alla manifestazione pescarese - annuncia un comunicato - è stata voluta dal presidente della società, Domenico Donadio. L'Alto Tirreno cosentino è stata l'unica destinazione turistica calabrese presente in rappresentanza delle 20 strutture ricettive e dei fornitori di servizi turistici affiliati al club di prodotto Riviera dei Cedri, sodalizio con finalita' promo-commerciali di cui la societa' del Patto territoriale - A.Ti.Co. - e' promotrice e capofila."

Ass. D'Alessandro: "Incendio centro dialisi, atto vile che va punito"

19/05 L’Assessore alle Politiche per la salute dei cittadini, Roberto D’Alessandro, ha rilasciato la seguente dichiarazione in seguito all’incendio doloso che ha danneggiato il centro Dialisi di Cosenza. “E’ un atto vile, efferato, malvagio, ancor più raccapricciante perché colpisce chi soffre e chi è inerme. Questo atto, tragico nella sua ispirazione ed esecuzione, sconforta ed indigna tutta la cittadinanza cosentina che per tradizione, storia e cultura si è sempre mossa nel solco della più alta civiltà. L’Amministrazione comunale si fa portavoce di questo disagio e confida nell’opera delle forze dell’ordine e della magistratura”.

Il Club Alpino realizza una cartina area del Pollino

19/'5 E' completamente stata redatta in casa della locale sezione del Club Alpino Italiano la cartina del versante calabrese del Parco Nazionale del Pollino. L'iniziativa e' stata presentata stamani nel corso di una conferenza stampa svoltasi nel comune di Castrovillari, alla presenza del presidente del Cai, Eugenio Iannelli, del socio e grafico, Danilo Caldora, dell'assessore allo sport, turismo e tempo libero, Anna De Gaio, promotrice della presentazione e fautrice di questo appuntamento, del sindaco, Franco Blaiotta, e del presidente della Comunita' Montana, Antonio Morelli. "La Carta - ha detto tra l'altro Iannelli - promuove dei sentieri escursionistici molto affascinanti e fruibili da tutti". La pubblicazione promuove anche i paesi della Comunità Montana che sono oltre a Castrovillari sono anche Frascineto, Morano e Civita.

Maria Rita Acciardi: “Per la prima volta due donne al vertice di un Comune capoluogo”

19/05 (Uscc) Commenti positivi ala nomina di Maria Francesca Corigliano quale Vice sindaco da parte della Presidente della Commissione regionale Pari Opportunità Maria Rita Acciardi. “E’ la prima volta –dice la Acciardi- che in Calabria, ma sicuramente anche nel Meridione e in Italia, le massime cariche del governo di una città capoluogo di provincia sono ricoperte da donne. La delega a Vice Sindaco, al di là di un presumibile legittimo riconoscimento del Sindaco all’impegno amministrativo profuso dall’assessore Corigliano, testimonia il dato di una nuova modalità di fare sinergia delle donne anche in politica ed in amministrazione, sfatando quei diffusi pregiudizi e stereotipi che vogliono le donne in politica avversarie delle altre donne e costituisce un segnale forte di apertura, modernità ed innovazione per il sistema di governo delle autonomie locali della nostra regione”.

Banca Carime: superata la fase di "migrazione informatica"

19/05 Affrontata e superata brillantemente la mega operazione di migrazione informatica di Banca Carime e nel Gruppo Bpu c'è aria di grande soddisfazione. L'operazione ha richiesto uno sforzo "straordinario ed ha impegnato nelle prove generali dei giorni scorsi, compresi quelli festivi, un numero notevole di risorse". Tutto si e' concluso bene "senza grossi intoppi e secondo le più rosee previsioni: segno che la complessa fase preparatoria è stata condotta con puntualita' ed efficienza. Un risultato il cui merito va ascritto anche a tutto il personale di Carisiel, che ha collaborato con abnegazione e grande professionalità a tutte le varie fasi del processo". Ottocentoventi dipendenti della Banca Popolare di Bergamo e della Banca Popolare di Ancona hanno affiancato (e lo faranno anche nelle prossime settimane) il personale di Carime nell'uso delle nuove procedure informatiche. Un'azione che, nel rispetto delle diversità, ha consentito di integrare risorse e culture in un disegno strategico ed organizzativo finalizzato a competere meglio per vincere le sfide del mercato. Notevoli gli investimenti tecnologici e formativi stimati complessivamente in circa 50 milioni di euro. Il progetto di miglioramento del sistema informatico con procedure all'avanguardia e di cambiamento organizzativo della struttura, ora più orientata al mercato, è stato dunque felicemente avviato. "Si tratta ora - secondo il Direttore generale di Banca Carime, Riccardo Sora, che ha seguito e dato impulso al processo di cambiamento - di tradurre lo sforzo prodotto in vantaggi per la clientela, attraverso un'offerta ampia e qualificata di prodotti e servizi a prezzi competitivi e con tempi rapidi di risposta".

Sit-in degli anziani davanti la sede della Rai

19/05 Grande partecipazione dei pensionati al SIT-IN organizzato dalle Federazioni Regionali e Provinciali di CGIL-CISL-UIL davanti alla sede regionale della RAI di Cosenza sita in Città 2000. Alla presenza dei tre Segretari Regionali del sindacato dei pensionati e dei segretari territoriali si è svolto oggi, davanti alla sede RAI di Cosenza, l’atteso SIT-IN dei pensionati calabresi per sollecitare una maggiore attenzione degli organi di stampa sul problema degli anziani, sulle difficoltà economiche di quanti non riescono ad arrivare a fine mese con la propria pensione, sull’aumento del costo della vita, sul problema degli incapienti e dei non autosufficienti. L’iniziativa, ricorda Franco Montalto Segretario regionale della FNP-CISL, dopo la grande manifestazione dei pensionati del 3 aprile scorso a Roma con oltre 800.000 pensionati in Piazza si inquadra in un percorso articolato di mobilitazione che Spi-CGIL, Fnp-CISL e Uilp-UIL stanno programmando, attraverso SIT-IN, volantinaggio, incontri nelle piazze, gazebo, tavoli, presidi, per richiamare l’attenzione del Ministro del Welfare per l’apertura di un tavolo di trattativa sulla rivalutazione delle pensioni, sul tema del carovita e sul problema della non autosufficienza. Queste iniziative, ribadisce il Segretario Generale regionale della FNP-CISL, che stiamo programmando sul territorio vogliono portare a conoscenza di tutti, tramite gli organi di informazione e tra questi in primo luogo il servizio pubblico televisivo della RAI, il definitivo abbandono della politica del dialogo nel nostro paese che lascia interi settori, tra questi gli anziani, completamente esposti ai rischi denunciati e ad un impoverimento complessivo. Per queste ragioni, conclude Montalto, non bisogna abbandonare la lotta per non lasciare che anni di battaglie e di diritti conquistati dai nostri predecessori vengano demoliti da questo Governo politica irresponsabile e antisociale e per non lasciare che la speranza di noi tutti venga uccisa dall’indifferenza della politica.

A Celico la Grande Festa Nazionale dei Sapori e del Gusto il 22 e 23 maggio

19/05 Fervono i preparativi per la celebrazione della “ Grande Festa Nazionale dei Sapori e del Gusto a Celico”. Nella comunità Presilana che, recentemente ha ottenuto l’ambito riconoscimento di “Città dei Sapori” per un prodotto d’eccellenza, qual è il “Caciocavallo Silano”, si svolgerà, infatti, la Mostra dell’Associazione Nazionale “Città dei Sapori”, con l’esposizione dei prodotti tipici di qualità dei comuni Soci dell’ Associazione, provenienti da tutt’Italia. L’ atteso evento promozionale e culturale, si svolgerà in due giorni ( 22 e 23 Maggio p.v.), secondo un calendario ricco di appuntamenti degustativi, aspetti ricreativi e momenti legati alla convegnistica. L’iniziativa è dell’Amministrazione Comunale di Celico che, grazie all’impegno costante e coerente del Sindaco, Oreste Via; dell’Assessore alla Cultura, Salvatore Falcone e dell’intera Giunta municipale, è riuscita a fissare, in Calabria ed a Celico, l’importante manifestazione promozionale. L’Ente locale casalino, per la particolare circostanza, s’è avvalso della preziosa collaborazione dell’Associazione nazionale “Città dei Sapori” , la cui sede è a Norcia ( Umbria ) e della Pro Loco “ Celico-Sila”. Nella mattinata di Sabato 22 Maggio, con inizio alle ore 9,30, sarà inaugurata la Scuola di Formazione Universitas Casalium, presso lo storico Convento di S.Antonio. Il primo appuntamento con la gastronomia calabrese e di montagna, sarà alle ore 13,00, nell’ambito di una colazione di lavoro, offerta dall’organizzazione Uni.ca, riservata ai convegnisti ed agli ospiti provenienti da varie regioni. Alle ore 15,00, presso il Convento di S.Antonio, si terrà la riunione del Consiglio direttivo “Città dei Sapori”. L’ incontro è riservato ai Comuni fondatori dell’Associazione ed al Comitato scientifico. Alle ore 17,00, presso il Pattinodromo comunale, seguirà la cerimonia d’apertura della I^ Mostra dell’Associazione Nazionale “Città dei Sapori” con l’esposizione dei prodotti tipici dei Comuni Soci: - Avola (SR) con la “ Mandorla pizzuta”; Cascia (PG) con lo Zafferano; Modica( RG) con il Cioccolato “ tumazzo modicano”; Montefalco (PG) con il Vino “Sagrantino rosso”; Trevi (PG) con l’Olio; Sogliano al Rubicone (FO) con il Formaggio di Fossa; Zibello (PR) con il Culatello; Tropea (VV) con la Cipolla rossa; Diamante (CS) con il Peperoncino; Mormanno (CS) con il Fagiolo bianco ” poverello”; Santa Maria del Cedro(CS) con il Cedro; Corigliano Calabro (CS) con l’agrume Clementine; Belmonte Calabro (CS) con il Pomodoro e Celico (CS) con il Caciocavallo silano.La giornata sarà concluca con un intrattenimento musicale, a cura del gruppo folkloristico “Lagarò” e piano bar con Antonio e Denise Scalise.

Belcastaro "Stiamo costruendo una grande azienda ospedaliera"

19/05 Stiamo costruendo una grande azienda ospedaliera, a Cosenza, guardando nell'insieme a tutti e tre i nosocomi ( Annunziata, Mariano Santo e Santa Barbara ( Rogliano) di nostra pertinenza. E' quanto affermato stamani dal direttore generale dell'azienda ospedaliera di Cosenza, Antonio Belcastro, intervenuto ad una manifestazione nel reparto di Pediatria dell'Ospedale Civile dell'Annunziata nell'ambito del progetto La scuola in Ospedale. la manifestazione di oggi ha visto il vice-Sindaco di Cosenza, Maria Francesca Corigliano, consegnare dei libri ai bambini che frequentano la scuola a distanza nell'ospedale , a causa di ricoveri che non consentono la frequentazione ordinaria. Vogliamo lavorare di concerto con le istituzioni - ha detto Belcastro- e con le organizzazioni sindacali per questa fase vitale di rilancio, che prevederà il potenziamento di Rogliano ( dove ha già sede il Polo di ricerca del CNR), l'attivazione di nuove specializzazioni oncologiche nel plesso del Mariano Santo, l'apertura del DEA ( Dipartimento di emergenza) all'Annunziata, l'ianugurazione di Malattie Infettive. Siamo pronti per avere la cardiologia interventistica- ha agigunto Belcastro- e per guardare al futuro con molta serenità, nella consapevolezza di amministrare un bene che appartiene a tutti e che è preziosissimo.Il direttore generale ha detto anche che " l'azienda punta a riconquistare sempre di piu' la fiducia degli utenti, recuperando le fette di emigrazione sanitaria" ed ha sottolineato come " siano stati già abbattuti i tempi di attesa per molte prestazioni erogate: per una risonanza magnetica nucleare ci vuole circa un mese e per l'ecocolordoppler 15 giorni: una media incredibile, di gran lunga inferiore a quella nazionale "

Due arresti dei Carabinieri a Civita e Verbicaro

19/05 Nel corso di due azioni separate, i Carabinieri hanno arresttao due persone. La prima, condotta dai militari della Stazione di Cassano Ionio, ha portato agli arresti, a Civita, Pina Maria Roma di 38 anni in esecuzione dell'ordinanza di sospensione della misura alternativa di affidaemnto in prova. La seconda, condotta dai militari della Stazione di Verbicaro, ha portato agli arresti, nella cittadina tirrenica, a Pasquale Silvestri di 38 anni per furto aggravato e porto abusivo di armi.

Ancora senz'acqua. S'è rotta una conduttura del Merone

19/05 L’Ufficio acquedotti del Comune informa che a causa della rottura della condotta dell’acquedotto del Merone, è stata sospesa l’erogazione idrica per consentire le necessarie riparazioni.L’erogazione riprenderà appena i lavori saranno ultimati.Le zone interessate son: Donnici-Fiego-Timpone degli Ulivi-Guarassano-Macchia della Tavola-Centro storico. Riduzioni anche nel centro città e in via Sambiase.

Un libro in un panino per la campagna Telecom: la cultura è per tutti

19/05 Un panino farcito con un…libro: è l’immagine simbolo della campagna con cui Viaggio Telecom si presenta all’attenzione dei cittadini per promuovere la prima tappa cosentina del suo fantastico peregrinare tra le bellezze artistiche e culturali della nazione. Mentre fervono i preparativi per la parata storica di venerdì 21 nel centro storico e per tutte le altre qualificatissime manifestazioni previste in città dal 21 al 23 maggio, ragazzi vestiti da panini percorrono la città per distribuire programmi e informazioni. Si comincia giovedì sera con lo spettacolo di Max Mazzotta U-topos, alle 20,30 al Teatro Rendano. Venerdì alle 12,30, sempre al teatro Rendano, ci sarà una presentazione alla stampa e ai cittadini del complesso dell’iniziativa. Saranno presenti il sindaco Eva Catizone, Andrea Kerbaker di Telecom Italia, il rettore Gianni Latorre, il politologo Renato Mannheimer, il filosofo Emanuele Severino e Andrée Ruth Shammah, direttore del teatro Franco Parenti di Milano.

Maria Francesca Corigliano incoronata vicesindaco

18/05 Se ne è parlato un intero pomeriggio nell'agora cittadina delle strade e delle piazze della politica sulla possibile soluzione che il Sindaco Catizone avrebbe adottato per parare il colpo del diniego, e della conseguente rottura con il PSE, al suo progetto che transita di fatto una giunta tecnica su di uno squisito terreno politico. Se n'è parlato tanto, e su tutte le bocche, ancor prima di essere annunciata, all'unisono echeggiava il nome di Maria Corigliano. Troppe similitudini e assonanze , non casuali, con il vicesindaco mancato, quel Mari con cui divide l'ex partito e la parentela. Area DS, eletta nelle liste del PSE, sponsorizzata da Ermanna Carci Greco e molto vicina alle ultime posizioni del Sindaco, la Corigliano, donna tra le donne al potere, ricopre da oggi il gradino più alto che un assessore potesse aspirare. La poltrona di vicesindaco. Senza la delega al bilancio, trattenuta dal Sindaco, la Corigliano è apparsa subito la soluzione ideale per offrire una immagine prettamente femminile , e ambiguamente "tappa-Mari" di una Giunta che vuole a tutti i corsi differenziarsi "con legami" con il passato. Contenta il Sindaco che ha subito paragonato, in un accostamento internazionale, Cosenza all'ultima rivoluzione spagnola del socialista Zapatero che ha portato molte donne a gestire il potere. Meno contenti, a sentire i "rumors" cittadini, i compagni del correntone Aprile dei DS, che si sono, ancora una volta, spaccati sulla poltrona di Ambrogio, giudicata da molti frettolosa e molto ambigua e i compagni dello SDI che non contenti della scelta Cavalcanti, continuano a sostenere la sua non appartenenza allo SDI e strocono il muso alla soluzione della gestione Vallecrati come non appagante alle loro aspettative. Che dire degli Eurpoei per Cosenza. Quasi una guerra in famiglia. Il cugino pare che reclamerebbe il suo posto in giunta per aver ricevuto maggiori consensi del Pdci, in giunta con la Tartone, che ha nettamente superato alle ultime elezioni amministrative. Insomma cominciano quelle schermaglie politiche che sono state il vero cruccio della prima repubblica, quella che ingessava ogni decisone delegandola ai partiti e portando al collasso gestionale le amministrazioni locali che aspettavano secoli prima di compiere un passo. Non a caso nacque la nuova formula del Sindaco con pieni poteri per poter agire liberamente dalle condizioni dei partiti. Questa lezione Mancini il grande la capì subito e la sfruttò pienamente portando Cosenza all'onore delle cronache e rimettendola a nuovo, rivoltandola come un calzino. Il Modello Cosenza da tutti osannato e portato ad esempio nella politica nazionale. Oggi torna di moda la scelta politica spartitoria, un brutto segnale che il PSE non ha gradito, mettendo subito le mani avanti e criticando l'ultima operazione come passo indietro rispetto alle ultime conquiste. Nel frattempo la serata inaugurale della seconda Giunta Catizone ha visto presenti tutti gli assessori, nuove e vecchie facce. Tutti sorridenti hanno brindato, insieme al Sindaco, alla nuova avventura, che il centro destra ha subito etichettata "ADAMitica". Appena incoronata la Corigliano vicesindaco, il primo cittadino l'ha salutata con delle belle parole "Maria Francesca ha lavorato molto bene sia nella giunta Mancini che in quella attuale, ricoprendo il suo ruolo con grande impegno ed ottimi risultati.”, Molto lieta dell’onore si è dichiarata l’interessata che ha ringraziato ed ha detto di sperare di poter continuare la sua opera al servizio della città nel migliore dei modi. Poi tutti al lavoro per stendere il primo calendario di attività. Primo impegno la tre giorni di cultura Telecom che partirà al Rendano con lo spettacolo di Max Mazzotta.

A Mirto Crosia un seminario dell'Arssa sulle produzioni d'eccellenza. Per Dima "serve capitalizzare le nostre opportunità"

18/05 Presso il Centro Sperimentale Dimostrativo ARSSA di Mirto Crosia (CS) s’è tenuto un importante seminario scientifico, dedicato ad un attualissimo argomento:”La Cooperazione Mediterranea per la Valorizzazione delle produzioni d’eccellenza e una alimentazione di qualità”. Presenti, nella sala conferenze della struttura Arssa, operatori del settore agricolo, agrumicolturi, tecnici, esponenti delle organizzazioni professionali ed ordinistiche. L’ evento, d’alti contenuti tecnico-divulgativi, è stato promosso dall’ ARSSA - gli aspetti organizzativi sono stati curati dal Settore Servizi Tecnici di Supporto dell’Agenzia, diretto da Francesco Longo, che ha coordinato i lavori del Seminario- d’intesa con la Regione Calabria – Dipartimento Obiettivi Strategici, titolare del Progetto PIC INTERREG III B ( Programma di Iniziativa Comunitaria) – Medocc “Euromedsys”, proiettato ad incidere nell’ambito della filiera:“Valorizzazione dei prodotti tipici d’eccellenza dell’area del Mediterraneo”. l lavori del seminario sono stati introdotti dal Presidente dell’ARSSA, Antonio Pizzini. “ Il Programma di Iniziative Comunitarie “ Euromedsys” – ha detto Pizzini, entusiasta dell’iniziativa, svoltasi in sinergismo operativo con la Regione Calabria - si propone di contribuire alla crescita economica ed allo sviluppo della competitività dei sistemi economici locali del Mediterraneo, attraverso la valorizzazione della qualità e dell’eccellenza. A tal fine – pone l’accento Pizzini – “ Euromedsys ” mira, fra l’altro, ad individuare un percorso di valorizzazione dei prodotti agroalimentari di nicchia e di eccellenza, in una prospettiva d’ identità comune della produzione, attraverso la creazione di una lista di parametri di eccellenza e di un paniere di prodotti tipici mediterrenei. Altro aspetto del programma – ha proseguito Pizzini – è quello di selezionare parametri utili a definire e standardizzare il concetto d’eccellenza, in modo da rendere certificabile le nostre produzioni agroalimentari. Il Presidente dell’ARSSA, con l’occasione, ha illustrato, in sintesi, il ruolo fondamentale dei CSD dell’Agenzia e quello di Mirto per la circostanza per far affermare l’agricoltura pulita, basata sulla qualità totale certificata dei processi produttivi. I Paesi del Bacino del mediterraneo dispongono, infatti, di produzioni tipiche e tradizionali caratterizzate da un’elevata qualità che trova il momento di sintesi nella cosiddetta “dieta mediterranea”, sempre più apprezzata nel mondo”. Per l’aspetto fondamentale della promozione e valorizzazione delle produzioni d’eccellenza calabresi sono particolarmente impegnati l’Assessorato Regionale all’Agricoltura e l’ARSSA, rispettivamente quale Organismo istituzionale di riferimento e Struttura tecnico-operativa della Regione Calabria. Per l’aspetto specifico della valorizzazione delle produzioni tipiche, l’Agenzia per i Servizi è Soggetto attuatore del Progetto. E’ seguita la relazione di Rocco Mercurio, responsabile Interreg per la Regione Calabria, vertente su: “ L’esperienza della Regione Calabria nel PIC “. Mercurio ha riferito che il progetto interessa la filiera Agroalimentare, dell’Habitat e dei Servizi alle P.M.I. con la partecipazione di alcune regioni italiane ( Toscana, Emilia Romagna, Sardegna, Campania, Calabria) e Paesi esteri ( Spagna, Francia, Marocco, Algeria e Tunisia). Subito dopo ha svolto una relazione il dirigente Arssa Francesco Longo sul tema: “Eccellenza e qualità delle produzioni tipiche, il paniere euromediterraneo”. Nell’ambito delle azioni di valorizzazione dei prodotti tipici regionali: l’esperienza di Euromedsys, è intervenuto Geris Musetti, amministratore delegato di Sviluppo Italia- Toscana, parlando su: “ Il market place digitale di Euromedsys per la valorizzazione delle produzioni agroalimentari”. Altro intervento è stato assicurato da Francesco Rizzo, Presidente del Gal “ Galajs” – Alto Jonio”, ponendo particolare attenzione ai Servizi di rete alle imprese nell’ambito dell’azione Leader Plus. Sui “ gioielli” del mosaico produttivo d’eccellenza della nostra regione, sono intervenuti i tecnici e gli esperti Arssa: Antonio Di Leo ( Le Clementine di Sibari), Girolamo Grisafi ( il formaggio Crotonese); Bruno Maiolo ( il Cedro), Benito Scazziota ( l’olio della cultivar Dolce di Rossano), Domenico Turiano ( il Bergamotto). In rappresentanza dell’Ordine Professionale dei Dottori Agronomi e Forestali di Cosenza è intervenuto Riccardo Anselmi. L ‘intensa e partecipata giornata dei lavori è stata conclusa con l’atteso intervento dell’On.le Giovanni Dima, Assessore regionale all’Agricoltura, Caccia e Pesca. Dima, nell’esprimere un sentito apprezzamento all’Arssa, per la riuscita dell’incontro e per il livello dei contenuti, ha subito posto l’accento sulla rilevante vocazionalità dell’area della Sibaritide per l’agricoltura di qualità, illustrando esperienze di produzione e valorizzazione di prodotti storici, quali: olio, agrumi e liquirizia. L’assessore Dima, con l’occasione, ha riferito dell’importante realizzazione della struttura per la frigoconservazione degli agrumi presso il Centro Sperimentale e Dimostrativo ARSSA di Mirto Crosia, che si pone al servizio delle realtà imprenditoriali del posto e come obiettivo quello di favorire l’allungamento della stagionalità delle nostre produzioni agroalimenteri. Facendo opportuni riferimenti alla politica agricola UE, Dima ha sostenuto che la Calabria non può essere estranea ad un processo di sviluppo rurale di qualità nell’ambito del Bacino del Mediterraneo e che è ormai giunto il momento di parlare della consapevole capitalizzazione delle nostre opportunità, in primis il territorio da considerare quale valore aggiunto. Dima, infine, ha affermato che occorre prendere contezza dei risultati ottenuti, in un’area agricola d’eccellenza della Provincia di Cosenza, sulla produzione e valorizzazione dei prodotti tipici locali e loro ruolo strategico per mettere in rete le potenzialità complessive del territorio: agricoltura - storia – cultura - turismo-agriturismo, ambiente, etc., con particolare riferimento alle interazioni esistenti tra qualità e tipicità per la definizione dei “parametri d’eccellenza” e alle iniziative, anche di recupero delle tradizioni millenarie della zona, relative alla lavorazione e commercializzazione di produzioni uniche al mondo.

Incidente frontale sulla A3 in galleria Serra Spigola

18/05 E' avvenuto questa sera nei pressi dello svincolo Cosenza centro, all'interno della galleria Serra Spigola, percorsa a doppio senso per gli attuali lavori di rimodernizzazione della A3, un incidente frontale che per miracolo non ha avuto conseguenze tragiche. Un furgone ed una Mitsubishi si sono scontrate frontalmente e la peggio l'ha avuta Luigi Guarascio di 67 anni, prelevato dal 118 di Cosenza che ha catalogato con codice rosso l'intervento. L'uomo è attualmente ricoverato presso il nosocomio dell'Annunziata con fratture multiple alle braccia ed alle gambe. Sul luogo dell'incidente è intervenuta la Polizia Stradale ed i Vigili del Fuoco. Ancora ignote le cause del sinistro su cui la polizia sta indagando.

Taglia alberi sul Pollino: arrestato

18/05 Nel corso di un controllo sul territorio i carabinieri della Compagnia di Scalea hanno arrestato C.A., di 33 anni, di Verbicaro. L'uomo è stato bloccato mentre era alla guida di un camion sul quale erano trasportati tronchi di alberi di faggio tagliati nell'area del Parco nazionale del Pollino. Il legname, per un peso di poco superiore ai sei quintali, e' stato sequestrato. A bordo del camion i carabinieri hanno trovato anche un fucile da caccia calibro dodici, tre cartucce per la stessa arma ed un coltello di genere vietato. C.A., su disposizione del sostituto procuratore della Repubblica di Paola Alessandra Cuppone, e' stato posto agli arresti domiciliari.

Laratta scrive a Chiaravalloti: "Si rinnovi il Consiglio della Camera di Commercio di Cosenza"

18/05 In una lettera indirizzata al Governatore della Calabria, Giuseppe Chiaravalloti, l' assessore
provinciale al Mercato del Lavoro, Franco Laratta, ha chiesto il rinnovo del Consiglio della Camera di Commercio di Csoenza. Dice la nota diramata da Laratta: ''Poiche' il 30 giugno prossimo - sostiene Laratta - scade anche il semestre di proroga, è necessario dare all'ente camerale il suo normale assetto istituzionale, ai fini della regolare continuazione delle attivita' dello stesso e per far sì che tale rinvio non venga interpretato come una manovra pre-elettorale". Lo stesso avevano fatto, ieri pomeriggio i segretari provinciali di Cgil, Cisl e Uil che hanno sollecitato la nomina del presidente dell'Ente camerale.

Liste elettorali escluse: domani gli esiti delle istanze di riesame

18/05 I presidenti delle commissioni elettorali circondariali della provincia di Cosenza valuteranno nelle prossime ore le istanze di riesame inoltrate dai candidati di una decina di liste elettorali, per il rinnovo di consigli comunali, inizialmente esclude per alcuni errori. Le decisioni sulle istanze di riesame si conoscerà domani pomeriggio quando i presidente delle commissioni invieranno al prefetto di Cosenza gli esiti delle verifiche compiute. Il Prefetto di Cosenza, Diego D'Amico, ieri mattina ha incontrato i dieci presidenti delle commissioni elettorali circondariali con i quali ha valutato la situazione venutasi a creare dopo l'esclusione delle liste elettorali.

Incendio struttura As, per Presidente trapiantati sud Italia: "Un atto immorale"

18/05 ''Ignobile e immorale l' atto vandalico perpetrato questa notte ai danni del Centro dialisi di piazza Amendola a Cosenza''. E' quanto sostiene in una nota il presidente dell'Associazione Sud Italia Trapianti, Rosanna Macchia Piemonte, circa l'atto vandalico compiuto da sconosciuti in una struttura dell'As di Cosenza. ''E' stata colpita - prosegue la nota - una struttura che e' utile al cittadino malato ma che e' anche un punto di riferimento essenziale per chi, quotidianamente, opera a tutela del benessere e della salute pubblica. Purtroppo e' andato bruciato uno strumento molto importante per le cure che offre: il rene artificiale. Un' apparecchiatura vitale quanto fondamentale. Ancor piu' deprecabile il gesto per aver mandato in cenere l'archivio dei pazienti che si sottopongono alla terapia dialitica. Tra quei nomi anche quelli delle tante sfortunate persone che sono in attesa di un trapianto, di un organo che ridoni loro la possibilità di una nuova vita'' ''Non abbiamo - e' aggiunto nella nota - una chiave di lettura per questo ignobile gesto, ma sentiamo solo profonda vergogna per una città come la nostra, per una cittadinanza come quella cosentina. L' Associazione Sud Italia Trapiantati resta sgomenta di fronte a tanto, sia come persone impegnate sia, purtroppo, come utenti di centri di dialisi come quello bruciato''. ''Non lasciamo - conclude la nota - che tutto ciò passi inosservato, che ancora una volta il soggetto più debole subisca la prepotenza dell'ignoranza e dell'immoralità di pochi uomini. Intervenga la magistratura, le istituzioni ma, soprattutto, siano i cittadini a scendere in campo. Abbiamo bisogno soprattutto di loro, della loro solidarietà e del loro impegno, affinché nulla di cosi' indefinibile abbia più a ripetersi''.

In fiamme alcuni locali della struttura sanitaria di piazza Amendola

18/05 E' di origine certamente dolosa l'incendio che questa notte ha danneggiato, mettendola fuori uso, la struttura sanitaria di piazza Amendola a Cosenza. La costruzione, che ospita un centro dialisi e un centro di igiene mentale, è praticamente inagibile da questa notte quando, alcuni vandali, hanno dato fuoco, dalla porta di legno all'interno delle scale, al vano che conteneva un importante archivio medico dei pazienti di dialisi ricoverati in ambulatorio, e che sono in attesa di trapianto. A fuoco sono andati anche il quadro elettrico generale (nella foto) , un fotocopiatore, un impianto di aria condizionata e molte altre suppellettili conservate in quel punto della struttura. Il fumo ed il calore, poi, sviluppatosi dalle fiamme dell'incendio hanno invaso i locali contigui, che ospitano i letti e le macchine per la dialisi dell'ambulatorio, mettendo tutte le attrezzature, e i locali, fuori uso e "cuocendo" alcuni vetri ora pericolanti. L'allarme era stato dato dagli abitanti del quartiere che hanno notato il fumo uscire dal soffitto della struttura. I pompieri, subito intervenuti, hanno dovuto faticare un paio d'ore prima di avere ragione delle fiamme. La struttura è ora isolata elettricamente e dei tecnici stanno lavorando per porre rimedio alla situazione. In mattinata l'ulteriore sopralluogo dei Vigili del Fuoco, ha definito la non agibilità della struttura con conseguenze sui malati serviti da questo ambulatorio. Difatti i malati dializzati in questo centro sono stati trasferiti al reparto di dialisi dell'Annunizta, tornando a gravare sui turni, già di per sè oberati di malati, del nosocomio cittadino. Il direttore generale dell'ASL, Buoncristiano, ha poi rilasciato una dichiarazione in cui condanna "il grave episodio compiuto stanotte da vandali". Questo episodio - ha detto Buoncristiano non fa parte della storia di Cosenza e della sua grande civiltà: tentare di distruggere un reparto che serve a dare vita, come la dialisi, è un fatto gravissimo. Spetta ora agli investigatori stabilire l'origine di questi fatti così esecrabili. Per noi è doveroso stigmatizzare questo comportamento squallido. Fortunatamente i macchinari, che costano diverse centinaia di milioni delle vecchie lire, non sono stati danneggiati. E' opportuno ricordare - ha concluso Buoncristiano - che queste macchine servono come rene artificiale per decine dei nostri concittadini e corregionali che hanno solo avuto un pò più sfortuna di noi".


L'ambulatorio di fronte l'incendio

i locali del CIM invasi da acqua e detriti


Troppe auto intorno a Palazzo dei Bruzi: arrivano le sbarre.

18/05 Sono iniziati nel primo pomeriggio i lavori di messa in opera di sbarre blocca traffico agli ingressi del piazzale di Palazzo dei Bruzi (nella foto). Troppo esagerato il via vai di macchine durante il giorno, troppe le auto che parcheggiano continuamente sotto il comune. Il problema dei parcheggi e del muoversi in città con l'auto diventa un problema sempre più grande, giorno dopo giorno. E il comune comincia a mettere un primo rimedio per salvaguardare la pavimentazione, ormai deterioratasi, e la fruizione dei pedoni della piazza. Ma quando si metterà su una politica seria, come quella iniziata dalla Giunta precedente, che aveva investito molto in parcheggi pubblici? Molte le auto, in media ne esistono tre a famiglia, che circolano in città e pochi, anzi pochissimi e mal gestiti i trasporti pubblici. Le sbarre serviranno a rendere vivibile lo spazio intorno al comune o apriranno un nuovo problema?

In aumento l'utile netto della Banca di Credito Cooperativo Mediocrati

18/05 Bilancio in crescita per la Banca di Credito Cooperativo (BCC) Mediocrati che avuto un utile netto die due milioni e 473 mila euro, il 19,58% in più rispetto allo scorso anno. I dati sono stati resi noti dall'Assemblea dei Soci che ha approvato il bilancio economico 2003 all'unanimità. La raccolta diretta dalla clientela è aumentata dell' 11.97% ed ha superato i 200 milioni di euro. I crediti verso i clienti sono aumentati del 22.13% superando i 150 milioni di euro. Ora il patrimonio di BCC Mediocrati supera i 25 milioni di euro.

Rinviato il Consiglio Provinciale previsto per i 19 maggio

18/05 Permangono non al massimo le condizioni di salute del Presidente Acri e perciò la seduta del Consiglio Provinciale, fissata per le ore 17:00 di mercoledì19 maggio 2004, presso la Sala Consiliare del Comune di Cosenza, è rinviata a data da definirsi nella Conferenza dei Presidenti dei gruppi consiliari

Giovedì 20 sorteggio pubblico degli scrutatori per le elezioni del 12 e 13 giugno

18/05 Si svolgerà giovedi 20 maggio alle ore 12,00 presso i locali dell'ufficio elettorale, siti in via Bengasi, ex-palestra Scuola elementare di via Milelli, il sorteggio degli scrutatori dei seggi elettorali per le consultazioni del 12- 13 giugno. Il servizio elettorale informa che, come ormai accade da diversi anni, il sorteggio avverrà con procedura informatizzata. Chiunque lo desideri potrà assistere alle operazioni.

Esercizi commerciali non alimentari obbligatoriamente chiusi il lunedì mattina

18/05 In una nota emessa da Palazzo dei Bruzi, l'amministrazione comunale ricorda ai commercianti che "gli esercizi commerciali del settore non alimentare devono rigorosamente effettuare la mezza giornata di riposo infrasettimanale nella mattina di lunedì."

Scolari regalano il loro premio in libri al reparto di Pediatria Oncologica

Lo scorso anno vinsero il primo premio letterario “Leggilo anche tu” con una originale rivisitazione di un’opera di Calvino, riambientata nel centro storico di Cosenza. Domani devolveranno la dotazione di libri ricevuti in premio ai loro coetanei ricoverati in ospedale, dove da tempo l’Amministrazione comunale ha avviato l’iniziativa “La scuola in Ospedale”. Gli scolari della V G ed F della scuola elementare di via Roma, dell’anno scolastico 2002-2003, oggi passati alla prima media inferiore, accompagnati dall’insegnante Maria Cristina Campolongo si recheranno domani alle 15,30 al Reparto Pediatrico oncologico dell’Ospedale dell’Annunziata per donare i libri. Ci saranno anche il direttore sanitario e l’assessore alla diffusione del libro del Comune di Cosenza. Da rilevare che gli scolari di via Roma vinsero il premio misurandosi con altri 15.000 scolari di tutta Italia.

Tre giornate culturali Telecom, praticamente chiuso il centro storico

18/05 Per dar adito alla macchina organizzativa della tre giorni culturale voluta dalla Telecom di poter installare attrezzature e fare le prove necessarie, il Comune ha diramato le seguenti ordinanze: “Dal 19 al 22 maggio su corso Telesio e nelle piazze interessate alla rappresentazione vengono adottati i seguenti provvedimenti: dalle ore 8 di mercoledì 19 maggio alle ore 8 di sabato 22 maggio viene interdetta la sosta e la circolazione (compresi i residenti muniti di autorizzazione), da piazza Valdesi a piazza Prefettura- piazza San Giovanni Gerosolomitano- piazza Duomo- piazza Antoniozzi- via A.Serra – Salita Liceo, con esclusione mezzi AMACO, mezzi pubblici e di soccorso; dalle ore 8 di giovedì 20 maggio alle ore 8 di sabato 21 maggio, da Archi di Ciaccio a piazza dei Follari; viene istituito altresì il divieto di sosta con rimozione in piazza Toscano dalle ore 8 del 22 maggio alle ore 8 del 24 maggio.”

Primo seminario nazionale sulla crescita della cultura del lavoro regolare il 19 alle 9.30 al Ridotto del Rendano

18/05 (Uscc) Prenderà il via da Cosenza il progetto nazionale per contrastare il lavoro irregolare organizzato del Ministero dell’Interno, nell’ambito delle iniziative promosse dal Programma Operativo Nazionale “Sicurezza e sviluppo del Mezzogiorno d’Italia”. Domani, mercoledì 19 maggio alle ore 9.30, nel Ridotto del Teatro Rendano si svolgerà il seminario “Una rete socio-istituzionale per contrastare l’illegalità favorendo la crescita della cultura del lavoro regolare”. Reprimere i comportamenti illegali ed alimentare una denuncia culturale collettiva contro chi ricorre al lavoro irregolare, in tutte le sue forme, è essenziale ad ogni politica di sviluppo della legalità. Il rispetto delle regole, del resto, costituisce una garanzia per le imprese, che vengono danneggiate dalla concorrenza sleale di chi opera irregolarmente; per i lavoratori, che pagano il prezzo subendo una drastica riduzione dei loro diritti; per la società, costretta ad una crescita irregolare, incapace di dare sicurezza e fortemente penalizzante sul piano degli obblighi contributivi e degli introiti fiscali. In una situazione di emergenza, per l’economia di tutto il Paese, la Calabria è al primo posto della ipotetica classifica per presenza di lavoratori irregolari, con una quota del 29,2% sul totale delle unità di lavoro pari al doppio delle regioni del Centro e quasi al triplo delle regioni settentrionali. Una dato ancor più allarmante se si tiene conto anche della oscura presenza della criminalità organizzata nell’ambito del mercato del lavoro. Il primo passo sulla strada delle azioni di contrasto partecipate è, quindi, quella di radicare fra gli attori locali la convinzione che il lavoro irregolare penalizza tutti i soggetti. Per questo motivo al seminario di lancio del progetto nazionale, che sarà aperto dal Sindaco di Cosenza Eva Catizone e dal Prefetto Diego D’Amico, parteciperanno il Prefetto Luciano Rosini, direttore centrale per gli istituti di istruzione; Elio Montanari, consulente del Ministero dell’Interno; Piero Fantozzi, docente di sociologia dei fenomeni politici dell’Università della Calabria. Interverranno: Ferdinando Pignataro Segretario regionale Cgil; Luigi Sbarra segretario regionale Cisl; Benedetto Di Iacovo segretario provinciale Uil; Igor Panni direttore Assindustria Calabria. Dopo il seminario, che oltre alla presentazione pubblica della iniziativa ha anche lo scopo di coinvolgere tutti i soggetti locali interessati, i lavori proseguiranno per altri due giorni. Giovedì 20 e venerdì 21, infatti, sono previste attività di gruppo, alle quali parteciperà un rappresentante per ogni soggetto coinvolto nell’iniziativa. Dopo Cosenza, il calendario delle iniziative prevede incontri nelle città di Caserta, Enna, Lecce, Potenza e Cagliari.

Varata la prima Biblioteca di Circoscrizione a Donnici

18/05 (Uscc) Nell’ambito del progetto denominato “Biblioteca in circoscrizione” è stata inaugurata ieri, nella sede della prima circoscrizione, alla presenza del Sindaco Eva Catizone e del presidente dell’Ente decentrato Dario Summaria, la Biblioteca di Donnici. Comincia così a concretizzarsi l’iniziativa avviata dal Comune che intende creare delle vere e proprie biblioteche di quartiere dove trovare testi di narrativa e saggistica, volumi per bambini, giovani e adulti. La prima Circoscrizione ha aderito prontamente, manifestando attenzione e sensibilità e mettendo a disposizione, oltre ai libri, gli scaffali ed un locale idoneo. “Un importante punto di partenza – ha sottolineato il presidente Summaria - per favorire l’avvicinamento dei cittadini, in particolare dei giovani, alla lettura”. Alla manifestazione è intervenuta anche l’assessore Maria Francesca Corigliano che, rivolgendosi ai giovani presenti, ha commentato: “Leggere un libro significa arricchire se stessi e gli altri ampliando le proprie vedute e il proprio vocabolario. Nella società della comunicazione, il possedere tante parole, quindi il sapersi esprimere, rende potenti”. Una riflessione è stata espressa anche dal nuovo assessore al Personale Maria Lucente: “Al fianco delle nuove tecnologie che rappresentano il nostro presente e il nostro futuro – ha detto - i libri mantengono il loro fascino e la loro rilevanza”. La cerimonia di inaugurazione è stata conclusa dall’intervento di Eva Catizone che ha evidenziato il valore di tale iniziativa. Il sindaco ha definito meritorio l’impegno che una Circoscrizione, quale quella di Donnici, che pur nella consapevolezza delle sue diverse problematiche, ha privilegiato la realizzazione di una biblioteca come punto di aggregazione e quindi di crescita, trasmettendo così un forte messaggio di senso civile a tutto il comprensorio cittadino. “Un invito alla lettura quindi – ha sottolineato il sindaco - ma soprattutto alla crescita culturale oltre che civile per i grandi e i più piccoli, un impegno doveroso per una città dove il libro è seriamente considerato come strumento di sapere tanto da avere ottenuto un’ assessore dedicato alla sua stessa diffusione”.

MusicaInsieme il 20 e il 21 alla Città dei Ragazzi

18/05 (Uscc) Nuove stagioni si avviano alla Città dei Ragazzi di Cosenza. Giovedì 20 e Venerdì 21 è in programma la Rassegna Regionale di Esecuzione Musicale dal titolo MusicaInsieme che il Comune di Cosenza e l’Assessorato alle Politiche Scolastiche e del Tempo Libero hanno indetto ed organizzato con l’intento di coinvolgere le scuole regionali ad indirizzo musicale e creare un evento musicale che favorisca l’incontro di queste realtà diverse per diffondere e valorizzare il lavoro svolto. Diciotto sono le scuole provenienti dalla regione e, soprattutto, dalla provincia che hanno aderito al progetto. La manifestazione vuole rappresentare un momento di aggregazione e un esempio di come la musica, e l’arte in genere, possa diventare un mezzo creativo in cui lo scambio, il trovarsi insieme in uno spazio adeguato, costituisce una risorsa e una ricchezza a disposizione della collettività. Si comincia il 20 maggio, primo giorno, alle ore 18.00 con la Performance Pubblica in cui sono previste varie postazioni di gruppi di ragazzi musicisti dislocati negli spazi al chiuso e all’aperto della Città dei Ragazzi. L’inizio delle esibizioni sarà scaglionato e introdotto da brevi interventi teatrali in forma itinerante. Nel secondo giorno, 21 Maggio, alle ore 16.00 si procede con un Incontro-dibattito “Musica a scuola, oggi e domani” in cui si punta l’attenzione sul significato dell’introduzione e del potenziamento dello studio musicale nelle scuole dell’obbligo, e si intende avviare un dibattito, quindi, sullo stato attuale e sul futuro che ci attende in seguito all’applicazione della riforma Moratti. Sono previsti gli interventi di M. F. Corigliano Assessore alle Politiche scolastiche e del tempo libero, M. R. Mossuto Dirigente Settore Cultura, G. Reda Direttore del Conservatorio, A. Spadolini Referente Nazionale dell’Orientamento Musicale, A. Cananzi Pedagogista, G. D’Aprile UIL Scuola, L. Parisi CISL Scuola, N. De Gaudio CGIL Scuola, N. Penta CSA di Cosenza, L. Piccolillo Preside SMIM di Cetraro, F. Lanzone Laboratorio Musicale S.M. Misasi, coordina S. Simari. La rassegna si conclude, poi, alle ore 18.00 con Facciamo Orchestra. Tutti i ragazzi insieme si esibiranno sotto la guida di un direttore d’orchestra ed eseguiranno il brano orchestrale di Edward Elgar “Pomp & Circumstance Marches Op. 39. Questa ultima esibizione unisce, simbolicamente, i ragazzi che vivono una esperienza fortemente ispirata dai principi espressi nel progetto e che sinora governano la Città dei Ragazzi.

Il Sindaco di Cosenza ha incontrato il commissario Aterp

18/05 (Uscc) All’indomani della nomina dell’Ing.Gianfranco Volpe il Sindaco Eva Catizone aveva auspicato di incontrare il nuovo commissario straordinario dell’Aterp per poter riprendere un dialogo proficuo e costruttivo sulle tante questioni ancora aperte ed irrisolte che riguardano il Comune e l’Ente. Ieri l’incontro si è concretizzato a Palazzo dei Bruzi, alla presenza del neoassessore ai lavori pubblici ed all’urbanistica Franco Ambrogio. L’ing.Volpe era accompagnato dal dirigente dell’Aterp, ing.Rino Troisi. A rappresentare il Comune, insieme al Sindaco ed all’assessore Ambrogio, anche il direttore generale Antonella Molezzi, il capo dell’Ufficio Tecnico, Ing.Luigi Zinno e l’Arch.Sandro Adriano, dirigente dell’Ufficio del Piano. Nel corso dell’incontro, sono stati passati in rassegna gli interventi più urgenti che, se attuati secondo un programma articolato ed incisivo, potranno rappresentare non solo una risposta alle esigenze abitative della città, soprattutto con riferimento al patrimonio immobiliare che insiste sul centro storico, ma creare anche le premesse per lo sviluppo di attività produttive, l’insediamento di servizi ed anche per l’incremento e l’accoglienza dei flussi turistici, con particolare riguardo alla parte antica della città. Si è parlato soprattutto di quei fabbricati acquisiti dall’Aterp nel centro storico e la cui ristrutturazione attende da molti anni di essere avviata. Il Sindaco ha chiesto al commissario straordinario dell’Aterp di velocizzare le procedure di intervento volte al recupero di questi fabbricati che potrebbe dare un nuovo ed importante contributo a quella rinascita del centro storico avviata dal Comune negli anni passati. Il Sindaco ha sottolineato l’esigenza di prestare attenzione alle destinazioni d’uso dei fabbricati e di studiare, insieme all’Aterp, quelle più appropriate, attivando anche le opportunità offerte dalla legge a beneficio di particolari tipologie di destinatari. In particolare gli interventi di ristrutturazione che l’Aterp dovrebbe portare a compimento riguardano Palazzo Cosentini (Piazza Piccola), i due Palazzi Bombini, quello di Lungo Crati e della Giostra Vecchia, ed il fabbricato di via Gaetano Argento dove dovrebbe trovare ospitalità la Casa di accoglienza per donne in stato di temporaneo disagio del Centro “Roberta Lanzino”. Tra gli altri temi trattati, il contratto di quartiere di S.Lucia, in via di completamento e dove l’Aterp dovrebbe insediare alcune sue attività, ma anche il nuovo contratto di quartiere di San Vito Alto, rispetto al quale si è concordato un nuovo incontro, a breve scadenza, per decidere i termini della collaborazione tra Aterp e Comune finalizzata alla partecipazione al bando che interesserà quell’area. Si è poi discusso dei circa 1000 alloggi trasferiti negli anni scorsi dall’Aterp all’Amministrazione ed attualmente nella disponibilità del patrimonio comunale, allo scopo di monitorare attentamente tanto l’andamento dei canoni, quanto gli interventi manutentivi e quelli volti all’abbattimento delle barriere architettoniche. L’ing.Volpe ha inoltre informato il Sindaco Catizone del censimento avviato dall’azienda e concernente i reliquati, ancora di proprietà Aterp, da trasferire al Comune. In Contrada Molara, dove l’Aterp ha già pronto il progetto di riqualificazione dell’area nella quale sorgevano le tristemente note palafitte, saranno effettuati interventi di bonifica non appena sarà completato il trasferimento di quei pochi nuclei familiari che ancora vi risiedono. Sia il Sindaco che l’ingegnere Volpe hanno concordato, infine, sulla necessità di imprimere un’accelerazione alla soluzione dei problemi più urgenti e di mantenere un contatto costante, anche tra i rispettivi tavoli tecnici, per pervenire in tempi brevi alla definizione delle questioni sospese.


Per le notizie dal 13 al 17 maggio premi qui, dal 8 al 13 maggio premi qui, dal 3 al 7 maggio premi qui, dal 28 aprile al 2 maggio premi qui, dal 24 al 28 aprile premi qui, dal 18 al 23 aprile premi qui, dal 10 al 17 aprile premi qui, dal 5 al 9 aprile premi qui, dal 31 marzo al 4 aprile premi qui, dal 24 al 30 marzo premi qui, dal 19 al 23 marzo premi qui, dal 12 al 18 marzo premi qui, dal 8 al 11 marzo premi qui, dal 1 al 7 marzo premi qui

Per le notizie di febbraio premi qui

Home . Cronaca . Università . Sport . Politica . Link . Cultura . Spettacoli . Calcio . Forum . Meteo .

Copyright © 2005-2011 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Reg. Trib. CS n.713 del 28/01/2004
Tutti i dati e le immagini presenti sul sito sono tutelati dalla legge sul copyright
Il loro uso e' consentito soltanto previa autorizzazione scritta dell'editore

ShinyStat

Per una migliore visualizzazione del portale si consiglia uan risoluzione di 800x600 punti