HOME, Torna alla pagina Indice
Citta' di Cosenza , Torna alla pagina Indice
Dir.resp. Pippo Gatto
Home . Cronaca . Università . Sport . Politica . Link . Cultura . Spettacoli . Calcio . Forum . Meteo .
Hinterland
 Rende
 Castrolibero
 Castiglione
 Servizi on Line
 Segnala i problemi 
 Famacie di Turno 
 Gare e Appalti 
 Bandi e Concorsi 
 Cinema 
 Scrivi alla Redazione 


 
 Turismo
 I Monumenti
 Mappa dell'Hinterland
 Centro Storico
 Notizie per i visitatori
 Rubriche
 Alimentazione
 Ambiente
 Attualità/Cronaca
 Consumatori
 Cronaca Rosa e Gossip
 Cultura
 Diritti del Cittadino
 Economia e Finanza
 Innovazione e Tecnologia
 Politica e Sociale
 Servizi Speciali e Dossier
 Sindacati
 Spettacoli
 Sport
 Partecipativi
 Chat
 Forum
 Scienza
 Informatica
 Innovazione
 Scienza
 Associazioni
 Salute
 Prevenzione
 Sanità e Salute
 Scuola e Giovani
 Scuola
 Musica
 Università




Previsioni: Epson Meteo

 

Notizie di Cronaca
dal 27/7 al 11/8

 

Le Ferrovie della Calabria pronte a realizzare la metropolitana leggera tra Cosenza e Rende

11/08 La metropolitana leggera Cosenza - Rende - Universita' della Calabria potrebbe diventare presto realta'. Le Ferrovie della Calabria infatti hanno gia' illustrato all'assessore ai lavori pubblici della Regione, Gianfranco Grimaldi la possibilita' di realizzare il collegamento metropolitano come prolungamento dell'attuale linea ferroviaria Catanzaro Lido - Catanzaro - Cosenza. A renderlo noto e' l'amministratore unico delle Ferrovie della Calabria, Franco Covello che ha inviato una lettera aperta indirizzata al sindaco di Cosenza, Eva Catizone, al sindaco di Rende, Sandro Principe, al sindaco di Montalto Uffugo, Ugo Gravina, al presidente della Provincia Mario Oliverio, all'assessore provinciale ai trasporti Giuseppe Gagliardi, al rettore dell'Unical Giovanni La Torre, all'assessore regionale ai lavori pubblici Gianfranco Grimaldi. ''L'assessore regionale Grimaldi - sostiene Covello - ha colto il valore tecnico ed economico della proposta. E' indifferibile procedere alla programmazione ed alla realizzazione di una infrastruttura che dia soluzione stabile e duratura al problema, e che consiste in un collegamento metropolitano leggero, su ferro ed in sede protetta, che segua un tracciato accentrato in modo da intercettare flussi di mobilita' sia per le relazioni estreme che nei tratti intermedi nell'ambito dell'Area Urbana stessa''. '' Tale soluzione - sostiene Covello nella lettera all'assessore Grimaldi - oltre che comportare economie in fase di realizzazione adottando lo scartamento ridotto, consentirebbe di evitare rotture di carico per gli utenti provenienti dal comprensorio del Savuto ed avrebbe costi di gestione piu' contenuti attesa l'integrazione funzionale con la rete ferroviaria F.C., ivi compresi i nuovi modernissimi impianti di manutenzione. Peraltro Ferrovie della Calabria, nell'ambito di un accordo di Programma da stipulare fra i soggetti istituzionali interessati, potrebbero mettere a disposizione risorse provenienti dalla rimodulazione del vigente accordo Stato-Regioni relativo agli investimenti. Nondimeno la Regione Calabria , nel corso della verifica dell'Apq potrebbe reperire nel'immediatezza i fondi necessari per la realizzazione dell'importante opera, che andrebbe a risolvere i problemi della mobilita' all'interno dell'Area urbana allargata Savuto - Presila - Cosenza - Rende - Arcavacata - Montalto Uffugo''. ''Confidando nella sensibilita' politica - conclude Covello - e attendo subito dopo la pausa estiva, uno specifico incontro di lavoro per affrontare compiutamente il problema al fine di adottare le misure necessarie''.

Gasolio venduto sottocosto. Truffa scoperta nel cosentino

11/08 Un ingente quantitativo di gasolio a costo agevolato e destinato ad attivita' agricole veniva utilizzato illegalmente per automobili ed altri mezzi. La truffa e' stata scoperta nel corso di controlli compiuti nel cosentino dal personale del servizio di vigilanza antifrode dell'Ufficio tecnico di Finanza di Catanzaro. Attraverso un sistema di controllo attuato dall'agenzia delle dogane e' stata scoperta la truffa ed individuato in due milioni e 400 mila litri il gasolio agevolato utilizzato da diverse persone in attivita' che non erano agricole. L'operazione ha portato a scoprire una evasione fiscale di oltre 900 mila euro. Il recupero di tale importo e' scaturito dalla diversa imposizione fiscale sul gasolio impiegato in agricoltura (ad oggi pari a circa 8,9 centesimi di euro per litro) rispetto a quella del gasolio impiegato per autotrazione (ad oggi pari a circa 40,3 centesimi di euro per litro).

L’ANAS pubblica sulla Gazzetta Ufficiale il bando di gara per l’affidamento di un area di servizio

11/08 L’Anas S.p.A. ha reso noto – a seguito di alcune pretestuose polemiche – che la pubblicazione del bando di gara per l’affidamento in concessione, con procedura d’urgenza, dell’area di servizio Campagna Est, situata al Km 40,450 dell’Autostrada Salerno-Reggio Calabria, è avvenuta sulla Gazzetta Ufficiale italiana n°184 del 7/08/04 e sul supplemento della Gazzetta delle Comunità Europee n°152-132106 del 6/08/04. La gara si è resa necessaria in seguito alla delocalizzazione di alcune aree di servizio – fra le quali, appunto, quella di Campagna Est (la cui concessione è già scaduta) – dovuta alle inevitabili variazioni planimetriche del tracciato dell’Autostrada Salerno-Reggio Calabria conseguenti ai lavori di ammodernamento. La Direzione Centrale Autostrade e Trafori dell’Anas, considerata, quindi, l’urgenza di definire in tempi rapidi la concessione anche in considerazione del sostegno del diritto al lavoro degli operatori attualmente impiegati nell’area di servizio, ha proceduto alla pubblicazione del bando al fine di garantire la massima trasparenza e concorrenzialità di tutti gli operatori . Le attività previste nel bando, in cui la parte predominante è rappresentata dalla vendita dei carbolubrificanti, prevedono l’indicazione della superficie del fabbricato e i parametri per la presentazione del progetto. Il progetto, redatto dal concorrente, dovrà contenere, contestualmente, all’interno di un solo fabbricato, le attività di piccola manutenzione, di lavaggio, di assistenza meccanica, servizio di officina elettromeccanica, idoneo numero di servizi igienici, docce, bar shop, pronto soccorso. Queste attività, per le loro caratteristiche, risultano inscindibili e dovranno garantire livelli di buon servizio per l'utenza. L’affidamento di tali servizi, nel rispetto delle normative vigenti, verranno disciplinate nella lettera d’invito successiva alla fase di pre-qualifica. Il bando prevede, fra l’altro, la decisione da parte dell’Anas di procedere a realizzare, nella restante ed importante parte dell’area (trentamila metri quadrati), la costruzione di un servizio di ristoro, con annesso market ristorante, cui potranno partecipare gli operatori del settore commerciale che la legge indica come idonei. Complessivamente l’area sarà, in breve tempo, secondo gli impegni assunti, una delle più importanti aree di servizio italiane e sicuramente un fiore all’occhiello per la nuova Salerno-Reggio Calabria. La trasparenza, il rispetto delle leggi, delle normative e dei regolamenti hanno ispirato da sempre l’azione dell’Anas, anche quando interessi diversi convergono per annullare i benefici effetti della concorrenza: prezzi competitivi sul mercato e benefici per l’utenza. Il Presidente Pozzi ha infine dichiarato “mantengo gli impegni assunti, davanti al Prefetto di Salerno il 19 luglio, con tutte le parti interessate. Per l’interesse pubblico era doveroso aprire 11 nuovi Km di autostrada nel salernitano. Si doveva conciliare il diritto al lavoro e l’interesse privato di chi sosteneva di subire un danno con l’apertura immediata al traffico”

Quattro arresti dei Carabinieri in provincia

11/08 Quattro persone sono state arrestate dai carabinieri nel corso di controlli compiuti nel
cosentino. A Paola e' stata arrestata Pacupa Milenkovic, di 19 anni, per tentato furto aggravato. A Cosenza e' stato invece arrestato Valentino Perri, 34 anni, che deve scontare una condanna a 1 anno, 11 mesi e 18 giorni per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A Perri e' stata notificata un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Cosenza. A Castrovillari i carabinieri hanno arrestato Daniela Stefanova Kirilova, di 40 anni, in esecuzione di una ordinanza emessa dal Gip del tribunale di Paola. La donna e' stata sottoposta alla detenzione domiciliare. I carabinieri di Cosenza, infine, hanno notificato a Franco Formosa, di 43 anni, un ordine di custodia cautelare per il reato di detenzione illegale di arma e carticce. Il
provvedimento e' stato notificato nella casa circondariale.

Tassone: “Approvato il programma triennale di Lavori pubblici in Calabria”

10/08 Il vice ministro alle Infrastrutture e Trasporti, On. Mario Tassone comunica che il Provveditorato alle Opere pubbliche della Calabria, come organo periferico del ministero delle Infrastrutture e Trasporti, ha approvato il Programma triennale 2004 - 2006. Pertanto, sulla base di tale programma, i lavori che sono stati previsti riguarderanno, per il 2005, l'edificio finanziario di palazzo Santa Caterina (570.000 euro), la Casa circondariale di Catanzaro (600.000 euro) le caserme della Guardia di finanza di Reggio Calabria (400.000 euro e 200.000 per il 2006), la caserma dei carabinieri di Girifalco (1.500.000 di euro), la nuova stazione dei carabinieri di Luzzi, in provincia di Cosenza (2.000.000 di euro) nonche' la manutenzione degli edifici demaniali provinciali di Vibo Valentia (1.000.000 di euro e 500.000 per il 2006).

A San Lucido incassa mille euro per lavori mai eseguiti e viene arrestato dai Carabinieri

10/08 Un uomo di 46 anni, Sergio Carbone, e' stato tratto in arresto dai carabinieri a San Lucidio con l'accusa di truffa ai danni dello stato. Secondo l'accusa l'uomo oggi, dopo essersi recato in un istituto di credito ha incassato mille euro per lavori mai eseguiti per conto del comune costiero. All'interno dello stesso istituto l’uomo è stato bloccato dai Carabinieri. Carbone, nel 2002, nell’ambito dell’operazione denominata “Tamburo” fu arrestato per presunte infiltrazioni della criminalita' negli appalti per l'ammodernamento della Salerno - Reggio Calabria e poi rimesso in liberta' dal tribunale della libertà. Le indagini dei carabinieri, che sono coordinate dal sostituto procuratore Tullia Monteleone, mirano ad accertare se altre persone siano coinvolte nella truffa.

Arrestati a Corigliano due fratelli per resistenza e minacce a pubblico ufficiale

10/08 I carabinieri di Corigliano hanno arrestato per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale, due fratelli, Giovanni e Domenico Schiavelli, rispettivamente di 36 e 43 anni. I due sono stati visti dai carabinieri mentre litigavano tra loro per motivi di interesse all' interno di un negozio. Quando i militari sono intervenuti, secondo l' accusa, avrebbe opposto resistenza.

Appello di mons. Bregantini contro gli incendi che “distruggono il Creato”

10/08 “Difendiamo il Creato". davanti alla piaga degli incendi, che in questi giorni si sta abbattendo sulla Calabria, il vescovo di Locri-Gerace, Giancarlo Maria Bregantini, lancia un appello. L'alto prelato, noto per le sue iniziative sociali, prende spunto da un recente caso di cronaca verificatosi nella Locride: un incendio, molto verosimilmente di natura dolosa, che ha causato anche la distruzione di un intero gregge. "Rimane sempre attuale e stampata davanti ai nostri occhi - afferma Bregantini in una nota - la domanda che ci poniamo da tempo: Che vogliamo farne della Locride? Un giardino o un deserto? Accanto ai tanti segnali di speranza, purtroppo ci tocca registrare altri che vanno nella direzione opposta". Secondo il vescovo della Diocesi di Locri-Gerace, "l'incendio che nei giorni scorsi, nella nostra amata terra della Locride, ha distrutto un intero gregge certamente un segnale negativo, come lo sono i tanti incendi che continuano a distruggere i verdi boschi che Dio ci ha donato". Bregantini, di fronte alle immagini delle povere bestie carbonizzate, esprime "indignazione, rabbia e sgomento": in quel gesto crudele si vede chiaramente un attacco al mondo agricolo e pastorale che coinvolge tutto il Creato". L'agricoltura e la pastorizia, continua, "fin dai tempi remoti sono state le principali fonti di sostentamento per la nostra gente e noi non possiamo restare insensibili ad attacchi del genere. Il mondo agricolo va protetto con decisione cos come, con altrettanta decisione, va salvaguardata la dignità del lavoro di chi opera in tali settori". L'appello si conclude con l'invito ad elevare "a Dio, Padre Misericordioso, la nostra preghiera per la conversione dei cuori, affinchè tutti noi sappiamo leggere nel Volto Trasfigurato di Cristo, i segni dell'amore, della concordia, della riconciliazione”.

Centotrentadue miliardi di euro il fatturato dell’ecomafia in 10 anni

10/08 Centotrentadue miliardi di euro per 169 clan: questo il ''fatturato'' che l' ecomafia si sarebbe spartito nel decennio 1994-2003 secondo Legambiente, attraverso la devastazione del territorio e la criminalità ambientale, e, in particolare, nel settore dell' edilizia illegale che in dieci anni ha visto nascere qualcosa come 405.000 costruzioni illegali. Un bilancio di questi dieci anni di ecomafia e di lotta all' illegalità ambientale verra' tracciato domani sera attraverso le riflessioni di Pier Luigi Vigna, procuratore nazionale Antimafia, Gian Carlo Caselli, magistrato, Don Luigi Ciotti, presidente di Libera, e Paolo Russo, presidente della Commissione bicamerale di inchiesta sul ciclo dei rifiuti. L' occasione sara' la Festa della Legalita' in programma all' interno di Festambiente, la manifestazione nazionale di Legambiente in corso a Rispescia (Gr). Una manifestazione che si chiudera' con ''I sapori della legalita''', una cena con prodotti coltivati dalle Cooperative agricole sui terreni confiscati alla mafia e alla criminalita' organizzata. Il ''fatturato'' dell' ecomafia (132 miliardi di euro) e' ''una cifra impressionante, paragonabile - denuncia Legambiente - a quella di tanti settori vitali e pero' legali dell' economia italiana. Una montagna di denaro che da' l' idea di quella che puo' essere stata l' aggressione della criminalita' organizzata ai danni dell' ambiente tra il 1994 e il 2003 nel settore dei rifiuti e in quello dell' abusivismo edilizio, nella contaminazione degli appalti o nel racket degli animali o nel traffico delle opere d' arte''. Legambiente cita anche ''altre cifre drammatiche''. Sempre in dieci anni le forze dell' ordine hanno accertato in Italia 246.107 infrazioni in materia ambientale; le persone denunciate o arrestate sono state 154.804; i sequestri effettuati 40.258.In testa alla classifica di questo mercato le quattro regioni a tradizionale presenza mafiosa (Campania, Puglia, Calabria e Sicilia), dove si concentra il 40% di queste infrazioni (esattamente 98.536); e la percentuale sale fino al 43% se si guardano solo gli illeciti relativi al ciclo del cemento. Nello stesso arco di tempo - rileva ancora Legambiente -, sono state realizzate nel nostro paese 405.606 costruzioni illegali, tra nuovi immobili e trasformazioni d' uso di rilevanti dimensioni, dalle stalle alle ville, magari con piscina, e il 57% di questo diluvio di cemento illegale si concentra ancora nel Mezzogiorno. Insomma, ''camorra, 'ndrangheta, mafia, sacra corona unita hanno inserito stabilmente l' ambiente nel loro business''.

Pizzini (Presidente Arssa): "Il camping di Lorica chiuso per seri problemi di sicurezza"

10/08 ''Il camping Lago Arvo di Lorica e' stato chiuso per seri problemi inerenti la sicurezza della struttura ed anche per ragioni igienico-sanitarie e di inagibilita' di alcuni servizi per l' utenza''. A sostenerlo e' stato il presidente dell' Arssa, Antonio Pizzini, in merito alla vicenda del campeggio ed alle polemiche sollevate dal Codacons. ''Riguardo alla presa di posizione del Codacons per la chiusura del Camping e della Societa' Multipla Srl, relativa alla gara per l' affidamento della struttura Arssa - ha sostenuto Pizzini - e' opportuno precisare alcuni aspetti della questione, soprattutto per un' inderogabile, quanto necessaria, esigenza di chiarezza. E' facile attribuire, a senso unico, responsabilita' all' Organo gestore del Camping, cioe' all' Arssa e, di riflesso, alla Regione Calabria, per la vicenda che caratterizza la struttura ricettiva silana di Lorica, dichiarata inagibile per svariati motivi, primo fra tutti per ragioni di sicurezza''. ''Le ragioni che hanno indotto l' Arssa a pubblicare l' avviso di gara, per l' affidamento, a titolo oneroso, della struttura - ha aggiunto Pizzini - e' scaturito dalla piu' volte segnalata mancanza d' adeguate risorse finanziarie per l' effettuazione degli interventi d' adeguamento a norma dell' impianto silano. La Societa' Multipla Srl, riguardo alla quantificazione degli interventi da realizzare sulla struttura, ha rassegnato un' entita' di spesa, ammontante a circa 2 milioni di euro, ritenuta non ammissibile, e della quale non potra' mai farsi carico unicamente l' Arssa, perche' lungamente superiore all' onere del canone di concessione. L' Arssa non ha operato con la strategia del 'prendere o lasciare', ne' di 'sbattere la porta in faccia' a qualcuno, come viene riferito nelle informazioni di questi giorni, ma facendo riferimento a precise clausole contrattuali e normative che impongono, in ogni momento, la rigorosa tutela di un bene di rilevante interesse pubblico''. Il Presidente dell' Arssa, inoltre, ha confermato la decisione collegiale assunta in sede di Cda che e' quella ''di rendere, prima possibile, questa straordinaria struttura per la valorizzazione del turismo montano silano, piu' efficiente, fruibile e accogliente, da parte degli utenti ed appassionati della montagna e della vacanza nel verde''. ''In sede di Conferenza dei Servizi - ha proseguito - anche il Codacons e' chiamato a svolgere il proprio ruolo istituzionale per concorrere alla soluzione delle copiose problematiche che, all' attualita' interessano il Camping Lago Arvo di Lorica''. Pizzini, con l' occasione, ha anche riferito che la chiusura momentanea del Camping ''e' unicamente mirata a determinare una svolta storica nella gestione della struttura in questione, soprattutto in considerazione del posto strategico che occupa la struttura pubblica, adagiata in un luogo di unica suggestione paesaggistica, sulle sponde del Lago Arvo''. Pizzini ha anche ricordato ''di aver assicurato ampia e convinta disponibilita' alle realta' amministrative interessate, alle parti sociali ed agli operatori turistici del posto, circa l' organizzazione di una specifica conferenza di servizi, da inserire in un Piano-Progetto per lo sviluppo della Montagna silana, che vede intorno ad un tavolo di confronto riuniti tutti i soggetti attivi, organismi pubblici e privati, presenti storicamente sul territorio silano. L' obiettivo vero - ha concluso Pizzini - cui tutti dovranno concorrere, Codacons compreso, e' quello di riuscire ad ottenere, dopo la prevista Conferenza di Servizi, un adeguato finanziamento da parte della Regione Calabria, tale da consentire, gia' da settembre, ogni intervento utile per restituire il Camping Arssa al suo ruolo naturale, ma con tutti gli accorgimenti ed adeguamenti che lo rendano sicuro ed ancor piu' interessante per la fruibilita' turistica''.

Delegazione della Regione presente all'inaugurazione dei Giochi Olimpici di Atene

10/08 Una delegazione della Regione, guidata dal presidente Giuseppe Chiaravalloti, partira' domani alla volta di Atene dove giovedi', in occasione dell' inaugurazione delle Olimpiadi, partecipera' alla serata organizzata dall' Ambasciata italiana a bordo della nave scuola della Marina militare, Amerigo Vespucci, nel corso della quale saranno offerti prodotti tipici calabresi. Alla cerimonia, insieme ad autorita' istituzionali e sportive ed ai giornalisti, prendera' parte anche la delegazione della Regione composta, oltre che da Chiaravalloti, da Raffaele Senatore, dai dirigenti generali Perani e Cumino, dal portavoce della Giunta, Fausto Taverniti, e, in rappresentanza dell' assessore alla Cultura, Saverio Zavettieri, dalla prof.ssa Claudia Pulice. La delegazione si rechera' ad Atene nell' ambito dell' iniziativa del ''Vino della Vittoria''. Tutti gli atleti che vinceranno la medaglia d' oro riceveranno, infatti, una cassa del vino Ciro', il rosso originario delle colline che affacciano sulla costa ionica calabrese. L' iniziativa trae spunto da una vecchia leggenda secondo la quale ai tempi in cui la Calabria era parte della Magna Grecia, agli atleti che tornavano vittoriosi dalle olimpiadi veniva offerto il Krimisa, un vino rosso corposo prodotto in una zona chiamata Enotria, terra del vino, che oggi corrisponde al territorio della regione Calabria. ''Se gia' nel 300 a.C. - e' scritto in una nota - un vigneto in Calabria valeva sei volte un campo di grano oggi, la vitivinicoltura regionale mantiene il suo ruolo di protagonista insieme ad un ambiente salubre, alle foreste sempre verdi, alla curata accoglienza turistica e alle tradizioni culturali. Ma il vino non e' il solo protagonista dell'agroalimentare calabrese: la Regione Calabria, sempre molto attenta alla salvaguardia e alla promozione dei propri prodotti, ha gia' riconosciuto e posto sotto tutela oltre 200 prodotti agro-alimentari tipici, nonche' assegnato il marchio doc ad alcuni ristoranti in grado di garantire una corretta degustazione della cucina tradizionale regionale''. La Regione ha avviato anche una campagna promozionale sui quotidiani sportivi nazionali per pubblicizzare l' iniziativa il ''Vino della vittoria'', che sara' consegnato agli atleti vincitori delle varie discipline nell' ambito delle Olimpiadi di Atene. I giornali sui quali e' stata avviata la campagna, secondo quanto ha riferito il portavoce della presidenza della Giunta regionale, sono Gazzetta dello Sport, Tuttosport ed il Corriere dello Sport. L' iniziativa sara' anche presentata alla stampa internazionale nel corso di un incontro promosso dall' Ambasciata italiana ad Atene che si svolgera' a bordo della nave scuola della Marina italiana Amerigo Vespucci.

Un morto in un incidente allo svincolo di Cosenza

10/08 Un giovane, Giuseppe Barbieri, 25 anni, di San Calogero, e' morto in un incidente stradale avvenuto stamane sull'autostrada Salerno - Reggio Calabria, nei pressi dello svincolo di Cosenza Sud. La vittima era alla guida della sua automobile, una Fiat 500, che per cause in corso di accertamento si e' scontrata contro una barriera laterale. Sul luogo dell'incidente sono intervenuti i sanitari del servizio 118 e gli agenti della polizia stradale.

L'artista Mimmo Rotella presente a Soveria con una mostra

10/08 Mimmo Rotella, artista dell'anno 2003, ha presentato presso il Palazzo Comunale ''Cimino'' di Soveria Mannelli, nell'ambito delle manifestazioni di ''Essere a Soveria 2004'', una mostra di suoi decollages dal titolo Amelie e le altre. La mostra e' dedicata ad Amelie Poulaine, il poetico personaggio cinematografico francese, confrontato con i miti intramontabili di Marilyn Monroe e Rita Hayworth, oltre che Ingrid Bergman ed Ursula Andress. Il Presidente del consiglio comunale di Soveria Mannelli, Mario Caligiuri, ha evidenziato che ''la mostra di decollages di Rotella dedicata ad Amelie potrebbe svolgersi a Venezia come a New York: e' un evento culturale di portata internazionale''. Il Comune di Soveria Mannelli e' particolarmente legato all'artista che e' considerato uno dei padri della pop art a livello mondiale, tanto che all'entrata del Palazzo comunale ha realizzato nel settembre del 2001, dopo pochissimi giorni dell'attentato alle Twin Towers ed al Pentagono, un monumentale decollage alle vittime della tragedia, dal titolo ''Rinascita''. L' Amministrazione Comunale ha anche messo in cantiere un nuovo volume della collana editoriale ''La Citta' delle idee'' che avra' per titolo ''Rotella a Soveria".

La Lamborghni Gallardo della Polizia, di servizio sulla A3, finisce in Giappone

10/08 Otto pagine e la copertina. La ''Lamborghini Gallardo'' della Polizia di Stato sbarca nel Sol
Levante conquistando il servizio di apertura di ''Rosso'', una delle maggiori riviste giapponesi di automobilismo specializzata in auto sportive europee e d'epoca. Nell'ultimo numero di luglio- agosto, ''Rosso'' presenta un ampio reportage sulla 'Lamborghini' recentemente 'arruolata'' dalla polizia italiana. Sulla rivista patinata, la fuoriserie con i colori della Polizia viene ripresa sulla Salerno-Reggio Calabria, in piazza di Spagna, al Colosseo e in alcune vie cittadine di Roma, e compaiono le immagini sugli interni con le dotazioni di bordo, il defribillatore e l'occorrente per il pronto soccorso, nonche' la dislocazione nell'abitacolo dei supporti per ospitare le 'armi lunghe'. Oltre alla presentazione dei dati tecnici, ''Rosso'' pubblica la fotografia di Mario Vecchi, amministratore delegato di ''Lamborghini motori marini'', artefice con il capo della Polizia, Gianni De Gennaro, della donazione della fuoriserie alla Polizia. Infine, ''Rosso' dedica un servizio fotografico sul Museo storico delle auto della Polizia, recentemente inaugurato in un padiglione permanente della Fiera di Roma, all'Eur, dove viene ripresa la mitica Ferrari nera gia' in uso alla Squadra Mobile di Roma e protagonista, con il maresciallo Spatafora, di mille inseguimenti.

Consegnati, durante una manifestazione, i premi "Maschera Greca"

10/08 Se ce ne fosse bisogno e per l' effetto placebo di chi ci crede, la maschera apotropaica,
simbolo consolidato del premio nazionale 'La maschera greca' nella tradizione magno-greca serviva a mantenere lontano il male e a guardare con occhi piu' sereni al futuro. ''Al futuro - ha affermato il presidente della Giunta calabrese, Giuseppe Chiaravalloti, consegnando gli ambiti riconoscimenti - in Calabria possiamo gia' guardare con maggiore serenità rispetto ad un passato anche recente, abbandonati come eravamo alla deriva. L' azione convergente a livello locale e nazionale - ha proseguito Chiaravalloti - e una meritata attenzione consentono gia' di migliorare alcuni parametri che prima ci vedevano totalmente soccombenti. L' occupazione cresce meglio che altrove e cio' permette di realizzare un obiettivo prioritario. In molti altri campi i risultati successivi all' azione di governo regionale, danno ancora ragione alle scelte che si stanno operando. Continuiamo a lavorare nella convinzione che per cambiare il mondo non c' e' la bacchetta magica, ma una seria, mirata e onesta operosità". Quest' anno un riconoscimento 'speciale' nell' ambito de 'La maschera greca' e' stato assegnato al giornalista Rai, Osvaldo Bevilacqua, autore e conduttore di Sereno Variabile e di alcuni spazi di informazione su Raiuno Mattina e Atlante. Gli altri premi sono stati assegnati al presidente dell' Inail, Vincenzo Mungari, al regista Mimmo Calopresti, al giudice Vincenzo Mammone, al magistrato Domenico Gentile, al dirigente della Regione Calabria, Rocco Militano, al produttore vitivinicolo Nicodemo Librandi e al giornalista Franco Abruzzo, presidente dell' Ordine dei giornalisti della Lombardia. La manifestazione, organizzata da Stefano Forleo con il patrocinio della Regione Calabria, e' stata condotta da Pippo Franco intorno al quale si e' ritrovata la squadra del Bagaglino con Lorenza Mario, Oreste Lionello, Martufello e il duo comico calabro-nazionale Battaglia e Miseferi. Spazio per alcuni momenti di grande richiamo con i gioielli di Gerardo Sacco e la musica dei Pandemonium, di Azzurra e del trio Nasty Girl.

Il premio "Calabriambiente" di Soveria consegnato al prof. Tonino Perna

10/0 Il Comune di Soveria Mannelli ed il Wwf Calabria hanno assegnato a Tonino Perna, titolare della cattedra di sociologia economica pesso la Facolta' di scienze politiche dell'Universita' di Messina ed attuale presidente del Parco dell'Aspromonte, il Premio Calabriambiente. Si tratta di un riconoscimento che viene dato annualmente a ''persone umili e sconosciute - e' scritto in una nota - come a personaggi noti che si siano particolarmente distinti in azioni di tutela nei confronti del patrimonio ambientale della Calabria'' Il premio e' stato ideato 12 anni fa da Mario Caligiuri, allora Sindaco della cittadina calabrese, ed oggi docente universitario di comunicazione pubblica, e da Francesco Bevilacqua, allora delegato regionale del Wwf, avvocato e naturalista, autore di numerose pubblicazioni sulle bellezze naturali della Calabria. Tonino Perna ha fondato nel 1983 il Centro Regionale d'Intervento per la Cooperazione (Cric), con il quale ha realizzato progetti di sviluppo in Cile, Ecuador, Nicaragua, Salvador, Albania, Macedonia, Palestina, Eritrea. E' stato presidente del Comitato Etico della Banca Popolare Etica di Padova ed ideatore del Parco Letterario Horcynus Orca che si estende sulle due rive dello Stretto di Messina. Alla manifestazione di consegna del premio e' seguito un breve dibattito sul tema: ''Identita' culturale e ambiente naturale delle aree interne della Calabria come occasioni di sviluppo sostenibile'' e, successivamente, una proiezione di diapositive a cura di Francesco Bevilacqua sull'Aspromonte.

Incidente sull’A/3 dopo Altilia. Feriti lievi e code per un ora

09/08 Il traffico sull' autostrada Salerno-Reggio Calabria, nel tratto compreso tra gli svincoli di Altilia e San Mango d' Aquino, in direzione sud, e' stato bloccato per poco meno di un' ora a causa di un incidente che ha coinvolto due camper e due automobili. Nell' incidente ci sono stati alcuni feriti lievi. Sul posto, secondo quanto riferito, sono subito intervenuti i mezzi dell' Anas che, a distanza di poco meno di un' ora dall' incidente, hanno provveduto a riaprire una corsia di marcia ed a rimuovere i mezzi, rendendo totalmente transitabile la carreggiata entro un' altra ora.

Sale a 3 il bilancio delle vittime dell’incidente sulla 107

09/08 Non ce l’ha fatta a superare la prognosi riservata Lucchetta Celestino, la donna di 85 anni ferita gravemente nell’incidente in cui ieri aveva perso la vita il marito di 79 anni Giovanni Piccolo. L’incidente avvenuto all’interno della galleria “Fago del Soldato” sulla 107, e non nei pressi di Celico come erroneamente riportato ieri, era stato causato da uno scontro frontale tra una Duna e una Focus. Sul posto si erano subito portati l’elisoccorso e una ambulanza del 118 e altre due ambulanze dell’AVAS di Spezzano Sila. Sul posto era deceduto immediatamente il marito della Celestino, Giovanni Piccolo. All’Annunziata era poi morto Vincenzo Zicaro di 93 anni, giunto in Ospedale in gravissime condizioni. E in gravissime condizioni erano anche la Celestino, deceduta oggi e il figlio Luigi Piccolo di 42 anni ancora ricoverato in prognosi riservata. I tre viaggiavano sulla Fiat Duna. Invece sulla Ford Focus viaggiavano Vincenzo Zicaro trasportato con l’elisoccorso e deceduto in ospedale, la moglie Franca de Rosa di 62 anni e il figlio, Italo Zicaro, di 42 anni (ex segretario del PLI) ricoverati tuttora in ospedale.

Arrestata donna bulgara a Castrovillari. Favoriva l’ingresso di clandestini in Italia.

09/08 Una donna di nazionalita' bulgara, Daniela Kiriloga, e' stata arrestata dai carabinieri a Castrovillari per aver favorito l'ingresso in Italia di donne straniere che venivano avviate alla prostituzione ed alla manodopera clandestina. Alla donna, che ha ottenuto la detenzione domiciliare, e' stata notificata una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Paola.

Due turisti napoletani a Scalea, In moto senza casco, vengono fermati ed aggrediscono i Carabinieri: arrestati

09/08 Due napoletani sono finiti in carcere con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Si tratta di due fratelli, Pasquale e Massimo Raia - rispettivamente 37 e 30 anni - arrestati per aver aggredito tre carabinieri. I fatti si sono verificati a Scalea, nell'alto Tirreno cosentino, in via Carlo Alberto Dalla Chiesa, nei pressi della caserma dei Carabinieri. I militari dell'Arma avevano fermato i due energumeni, che viaggiavano a bordo di una Honda, a un posto di blocco. I due sono andati in escandescenze quando gli uomini della benemerita hanno contestato loro l’infrazione della circolazione sul motociclo senza casco. Ne e' nata subito una diatriba che dopo l'intervento di alcuni parenti degli arrestati s'e' trasformata, addirittura, in rissa. Sono dovuti intervenire altri militari per sedare la rissa ed arrestare i due rissosi turisti. I tre carabinieri hanno riportato alcune ferite ed escoriazioni, sono stati ricoverati all'ospedale di Praia a Mare dove sono stati giudicati guaribili in venti giorni.

Esodo estivo: ancora code a Villa (un ora di attesa) e primo bilancio positivo

09/08 Continua ad essere intenso, ma sempre scorrevole, il traffico sul tratto calabrese della A/3. Da fonti della polizia stradale si apprende, però, che la coda a Villa permane e l’attesa per gli imbarchi per la Sicilia è di circa un ora. Il traffico è intenso, sempre secondo le stesse fonti, anche sulle strade provinciali e statali della Calabria. Mentre il traffico continua vero il suo deflusso intenso, si fa anche un primo bilancio. Secondo la società autostrade per la mole di traffico, che nei tre giorni del fine settimana, a partire da venerdi', c'e' stato piu' traffico rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso, ma meno incidenti, meno feriti e meno morti. Anche la circolazione, sebbene intensa, e' stata fluida. In particolare da venerdi a domenica sono stati percorsi 3,04% di chilometri in piu' rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, e sono state effettuate 4,79% di operazioni di pagamento in piu'. La variazione piu' elevata e' stata registrata venerdi'. Per quanto riguarda gli incidenti e le conseguenze alle perone - continua la Societa' - il bilancio e' decisamente positivo, nonostante l'incremento di traffico e il maltempo che ha interessato buona parte dell'Italia nel pomeriggio di sabato e domenica. Sono stati 159 quest'anno gli incidenti contro i 219 del 2003 (27% in meno), i feriti sono stati 150 contro i 174 dell'anno scorso (23% in meno), un solo morto, infine, contro 4 dell'altra estate (75%in meno). L'aumento della circolazione, inoltre - precisa Autostrade per l'Italia - non ha comportato l'incremento delle situazioni difficili, anzi il traffico e' stato scorrevole grazie anche alla maggiore osservanza del divieto di circolazione da parte degli autotrasportatori conseguente ad una piu' stretta vigilanza della Polizia stradale. Per quanto riguarda poi le tratte piu' trafficate la Societa' ricorda l'Autostrada del sole tra Milano e Bologna, la A14 in direzione delle localita' balneari della riviera adriatica, le autostrade A7, A10 e A12 verso il capoluogo ligure, Autolaghi verso la Svizzera e la A23 verso l'Austria. I flussi sono stati intensi anche sulle autostrade meridionali e in particolare verso la Calabria, Sicilia e Puglia. Anche la A30 Caserta - Salerno ha registrato varie code di diversi chilometri alla barriera di Salerno - Mercato S. Severino.

Arrestato il latitante Andreoli ad Acquappesa. Altri nove arresti in provincia

09/08 Il latitante Domenico Andreoli, 49 anni, e' stato tratto in arresto dai carabinieri della Compagnia di Paola, ad Acquappesa. Andreoli, latitante da tre mesi, era sfuggito alla cattura in occasione dell'operazione 'Godfather' condotta dai carabinieri contro i presunti affiliati alla cosca Muto. Agli indagati, la Direzione distrettuale di Catanzaro contestava, a vario titolo, associazione a delinquere finalizzata all'estorsione e all'usura e truffa. I carabinieri hanno anche arrestato, per favoreggiamento, Guido Lo Sardo, 35 anni. Sempre in provincia di Cosenza, i carabinieri della Compagnia di Scalea hanno arrestato in flagranza di reato Alfonso Vicinanza, 25 anni, Rosario Terracino, di 21, e Vincenzo Izzo, pure di 21 anni, per detenzione ai fini di spaccio di grammi 20 di hashish, denunciando un'altra persona trovata in possesso di una piantina di marijuana. A Belvedere Marittimo, i carabinieri hanno arresto in flagranza di reato Antonio Tuorres, 24 anni, con l'accusa di spaccio di stupefacenti all'interno di una discoteca. Mentre a Rossano i carabinieri, in esecuzione di una ordinanza di carcerazione emessa dalla Procura della Repubblica, i militari hanno arrestato Alfonso Esposito, 55 anni. L'uomo deve espiare la pena di otto mesi e ventisette giorni di reclusione per spendita e introduzione nello stato di monete falsificate. Personale della locale Stazione ha tratto in arresto Giovanni Benincasa, 26 anni e Marco Bochicchio pure di 26, per furto aggravato di una autovettura.

Dilaga il controllo della mafia in agricoltura. Pochissime le denunce. Vige l’omertà.

08/08 Dilaga la mafia negli affari legati all’agricoltura. L'attenzione e' rivolta principalmente alle sei regioni italiane che rientrano nell'obiettivo 1 dell'Unione Europea:Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna. In queste zone, difatti, gli ingenti incentivi economici stanziati dall'Unione hanno risvegliato gli appetiti dei criminali. Ma nel bilancio globale delle aggressioni ai beni personali e di lavoro,larga parte la fa la paura, il timore e il silenzio. L'omerta' che gli agricoltori del Sud Italia vivono come se fosse una delle regole del gioco. Pochissime le denunce che pervengono alle autorita', nonostante le ingenti entita' dei danni. L'agricoltore si sente solo, lontano dalle istituzioni, isolato in un mondo dove la norma non e' la legge, ma la regola del piu' forte. Il motivo della scarsa fiducia nelle istituzioni lo spiega un dossier dal titolo ''Campagne sicure, la criminalita' in agricoltura nelle Regioni del Sud'' eleborato dalla Confederazione Italiana Agricoltori (Cia) e Fondazione Cesar, con la collaborazione del Servizio dell'Antimafia. A differenza della criminalita' nei centri urbani dove esiste un preciso punto di riferimento, la forza dell'ordine, nelle campagne l'agricoltore e' solo, disarmato, inerme. La paura, l'insicurezza, il timore di ritorsioni fanno il resto, e l'imprenditore agricolo e' spesso costretto a scendere a patti. Il bersaglio - si sottolinea nell'indagine - e' un bene individuale e non puo' nascondersi. In Calabria e Sicilia la 'ndrangheta e la mafia controllano direttamente il commercio agricolo e il mercato fondiario.

Incidente mortale sulla 107 vicino Celico. Due morti e quattro feriti

08/08 Incidente mortale avvenuto oggi pomeriggio sulla 107 nei pressi di Celico. Due persone sono morte ed altre quattro sono rimaste ferite, di cui due in modo grave. Per cause ancora in corso di accertamento una Ford Focus si e' scontrata frontalmente con una Fiat Duna. A causa del violento impatto i conducenti delle due automobili, che non sono stati ancora identificati, sono morti. Gli altri quattro occupanti delle due automobili sono stati soccorsi ed accompagnati nell'ospedale di Cosenza dove, per due di loro, i sanitari si sono riservati la prognosi. Sul luogo dell'incidente stradale sono intervenuti i vigili del fuoco e gli agenti della polizia stradale.

Quattordici arresti davanti alle discoteche, per uso e spaccio di droga.

08/08 Quattordici persone sono state arrestate nel corso di controlli compiuti dai carabinieri della compagnia di Scalea finalizzati al contrasto del fenomeno dello spaccio di stupefacenti nelle discoteche. A Scalea sono stati arrestati tre giovani ventenni perche' sorpresi in possesso di venti grammi di hascisc gia' suddivisi in pezzi. A Belvedere Marittimo e' stato arrestato A.T., 22 anni, di Napoli e' stato sorpreso dai carabinieri all'interno di una discoteca mentre stava cedendo una pasticca di ecstasy ad un ventenne di Cosenza che e' stato segnalato al Prefetto. Nel corso di una perquisizione A.T. e' stato trovato in possesso, inoltre, di un grammo di marijuana e 3 di hascisc. Altre persone sono state arrestate perche' sorprese durante furti e per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Nei pressi di discoteche a Sangineto Lido e Diamante, nel cosentino, i carabinieri hanno individuato 11 ragazzi, tutti di eta' compresa tra 19 ed i 22 anni, in possesso di sostanze stupefacenti per uso personale. I ragazzi sono stati segnalati alle prefetture delle province di residenza. Due giovani infine sono stati denunciati a Scalea e Praia a Mare perche' trovati in possesso di canapa indiana e hascisc.

Traffico molto intenso nel fine settimana. Sempre due ore di coda a Villa

08/08 E' stato molto intenso in direzione sud il traffico sull'autostrada A3 da venerdi' a oggi pomeriggio Rallentamenti, secondo quanto reso noto dall'Anas, si sono verificati anche in corrispondenza dei cantieri inamovibili nelle zone di Lamezia, S.Onofrio, Mileto e Rosarno, nel tratto calabrese dell'A3. ''In ogni caso - e' scritto nella nota - non ci sono stati particolari disagi per gli automobilisti. Cio' grazie anche alla rimozione di tutti i cantieri da Salerno a Lamezia Terme e la percorribilita' di due corsie per ogni senso di marcia per 320 chilometri, alla riduzione del 50% dei cantieri nel tratto Lamezia - Reggio, al potenziamento dei servizi di informazione e di assistenza agli utenti con l'impiego di 350 operatori, attivi 24 ore su 24, di 40 mezzi operativi, di 23 telecamere fisse poste lungo il percorso dell'A3, di 10 punti di informazione e/o assistenza e del call center.(800290092)''. Il presidente dell'Anas, Vincenzo Pozzi, ha contattato telefonicamente il capo del compartimento dell'Ufficio Autostrada Salerno - Reggio Calabria, Roberto Mastrangelo, per comunicargli che ''hanno fatto bene i cittadini italiani e stranieri che in gran numero per raggiungere le localita' di villeggiatura del Mezzogiorno d'Italia hanno scelto l'autostrada Salerno- Reggio Calabria''. La collaborazione con l'Automobil Club d'Italia e con il Dipartimento della Protezione Civile, ha fatto sentire gli automobilisti ''accompagnati ed assistiti - conclude la nota dell'Anas - e l'accordo con la Polizia Stradale, che prevede la loro diretta presenza presso Sala operativa comune allestita dall'Anas di Cosenza, ha prodotto ottimi risultati''. Intanto rimane di oltre due ore l'attesa per l'imbarco a Villa. Nella giornata di oggi, la coda per l'imbarco , che aveva superato i tre chilometri, ha superato anche le tre ore di attesa.

A fuoco l'auto del presidente dell'associazione dei Laghi di Sibari

08/08 Un incendio, le cui cause sono in corso di accertamenti, ha distrutto l'automobile del presidente dell'associazione degli utenti dei Laghi di Sibari, Manlio Stassi. Il mezzo, una Fiat Panda, era parcheggiato nei pressi di un centro commerciale quando e' stata avvolta dalle fiamme che sono state spente da alcuni turisti. L'episodio e' stato denunciato ai carabinieri che hanno avviato le indagini.

Aggrediscono i Carabinieri durante controlli e vengono arrestati

08/08 Due persone sono state arrestate dai carabinieri a Scalea. Si tratta di Pasquale e Massimo Raia, di 37 e 30 anni. Nel corso di controlli i due, che sono stati arrestati per resistenza a pubblico ufficiale, ingiuria e lesioni, hanno aggredito i carabinieri.

Un arresto a Tarsia

08/08 I Carabinieri della Stazione di Terranova da Sibari e della Compagnia di San Marco Argentano, hanno eseguito a Tarsia un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Cosenza a carico di Francesco Amodio, di 39 anni, perché l’uomo doveva scontare una pena di sei mesii, per tentato furto aggravato e rapina. Contestualmente gli è stato anche notificato il decreto di sospensione della pena.

Un morto in un incidente sulla A/3

07/08 Un giovane, Giuseppe Caldara, di 26 anni, di Aragona (Agrigento), e' morto in un incidente stradale accaduto stamattina lungo l' autostrada Salerno-Reggio Calabria, nei pressi dello svincolo di Santa Trada, nel territorio del comune di Villa San Giovanni. Caldara, che era alla guida di un' Alfa Romeo 156, ha perso, per cause in corso d' accertamento, il controllo della vettura, che e' finita contro la barriera di protezione centrale andando ad investire successivamente un' altra automobile. La morte del giovane e' stata istantanea. I rilievi sul luogo dell' incidente sono stati fatti dalla Polizia stradale. Il traffico lungo la carreggiata sud, a causa dell' incidente, e' rimasto interrotto per circa un' ora.

A Lamezia un biglietto trovato sull'aereo annuncia attentato e il volo rimane bloccato per tre ore a terra

07/08 La psicosi del terrorismo si diffonde anche in Calabria, regione considerata estranea alle attenzioni ed alle minacce delle organizzazioni eversive. E cosi' quello che e' stato soltanto uno scherzo di cattivo gusto si e' trasformato in un episodio credibile, provocando un ritardo di quasi tre ore nella partenza del volo AZ 1174 Lamezia Terme-Milato Linate. La vicenda riguarda il ritrovamento da parte di un passeggero nella tasca di un sedile dell' aereo Alitalia, con 160 persone a bordo, di un messaggio scritto a mano dal contenuto poco credibile, ma che, nella situazione che si sta vivendo a livello internazionale, ha suscitato ugualmente allarme e preoccupazione. Nel messaggio, tracciato sul foglio su cui sono riportate le indicazioni dei comportamenti da adottare in caso di emergenza, era riportata una frase sibillina, a meta' strada tra la minaccia seria ed una sciocca presa in giro. ''Ciao, sono un terrorista, Oggi muori. By-by, il tuo assassino''. Il passeggero, quando gia' l' aereo aveva cominciato il rullaggio, ha fatto vedere il foglio ad uno steward, che a sua volta lo ha consegnato al comandante. Quest' ultimo, dopo avere valutato la situazione, ha contattato immediatamente la Polaria ed e' scattata cosi' l' emergenza. Partenza bloccata, dunque; raggiungimento della zona di sicurezza; spegnimento dei motori ed attivazione immediata dei controlli del caso, tra gli inevitabili mugugni degli altri passeggeri. I controlli, particolarmente meticolosi ed accurati, dopo che i passeggeri sono stati fatti scendere dall' aereo, non hanno portato alla scoperta di alcun ordigno ne' nelle varie parti del velivolo, ne' all' interno dei bagagli. Si e' trattato dunque dello scherzo di un buontempone che magari, in altri momenti, non sarebbe stato preso minimamente in considerazione ma che oggi, con i tempi che corrono, ha acquistato un' imprevista attendibilita'. L' aereo e' stato immediatamente raggiunto dai mezzi e dal personale della Croce rossa e dei vigili del fuoco, pronti ad intervenire in caso di necessita'. Completati i controlli, i passeggeri sono stati fatti risalire sull' aereo ed e' ripresa cosi' la procedura tecnica per la partenza, che e' avvenuta pero' soltanto alle 15.40, e cioe' con un ritardo di due ore e 35 minuti rispetto all' orario previsto di decollo. Con buona pace dell' autore di uno scherzo certo meno pericoloso di un terrorista, ma sicuramente altrettanto irresponsabile.

Chiaravalloti: “Qualche aggiustatina dopo l’estate”

06/08 ''Qualche 'aggiustatina' all'interno della Giunta regionale subito dopo la pausa estiva e' probabile''. E' quanto ha detto il presidente della giunta regionale, Giuseppe Chiaravalloti, questa sera a Lamezia Terme al termine del vertice dei segretari regionali della Cdl che lo hanno indicato quale candidato per le prossime elezioni regionali. ''Ad esempio - ha aggiunto - uno dei componenti di Giunta e' stato eletto al parlamento europeo e, quindi, ho motivo di ritenere che optera' per il parlamento europeo, per cui dovremo procedere forzatamente alla sua sostituzione''. ''Per il resto - ha concluso Chiaravalloti - aggiustamenti potrebbero esserci solo se i partiti lo richiedessero in base agli equilibri interni''.

Identificato il vandalo che imbrattò il dipinto del 1500 a San Demetrio Corone. E' un ragazzino di 16 anni

06/08 E' stato identificato dai carabinieri di San Demetrio Corone l' autore del danneggiamento all' affresco raffigurante S. Nilo, situato in un eremo vicino alla Basilica di S. Adriano, avvenuto nel luglio scorso. Si tratta di un minorenne, un ragazzo di 16 anni di origine albanese, il quale ha confessato di aver imbrattato di vernice nera la parte centrale dell' affresco e danneggiato le mura perimetrali ed esterne della Cappella. ''Non mi sono reso conto dell' importanza religiosa e storica dell' affresco'', ha detto ai militari il giovane che e' stato denunciato in stato di liberta' alla Procura della Repubblica dei minori di Catanzaro. L' affresco preso di mira raffigura il monaco rossanese in preghiera e risalirebbe ad un periodo tra il 1500 e il 1600 e avrebbe un riscontro con l' affresco del Domenichino nella Cappella Farnesina nel Monastero di Grottaferrata.

Giunta Oliverio in vacanza. Appuntamento a settembre con un seminario con sindaci, consiglieri e amministratori

06/08 Il Presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, nel corso dei lavori della giunta, ha comunicato la necessita' di svolgere un seminario sul programma, da svolgersi alla fine del mese di agosto, al fine di affinarlo e di studiare i modi ed i tempi per metterlo in atto. Una iniziativa che riveste rilievo assoluto per il suo carattere aperto, visto l'invito a partecipare che Oliverio estendera', oltre che alla sua Giunta, anche ai consiglieri provinciali, ai Sindaci, agli amministratori locali, ai rappresentanti delle forze sociali, all'Universita' della Calabria, alla Camera di Commercio, agli altri livelli istituzionali. Nel corso della due giorni politica - ha spiegato il Presidente della Provincia - due capitoli importanti di discussione ed analisi saranno riservati al trasferimento delle funzioni dalla Regione alla Provincia ed al sistema delle autonomie locali l'uno, ed al processo di decentramento di funzioni verso i territori, l'altro, a comprendere, quindi l'avvio, del progetto di distrettualizzazione della Provincia. L'appuntamento degli inizi di settembre, inoltre, secondo le intenzioni dell'onorevole Oliverio, costituira' la prima occasione per la definizione di una concreta piattaforma di lavoro per affrontare problematiche relative alla rete dei servizi, dei trasporti, dei servizi sociali ed altro ancora, fronteggiando questioni che rivestono carattere di vera emergenza come quelle dei rifiuti, delle risorse idriche nel loro ciclo integrato -dall'approvvigionamento, all'ammodernamento delle reti, alla depurazione- del disinquinamento dei fiumi. Cio', quale azione conseguente alla campagna ''Mare da Bere'', lanciata nei primi giorni dell'estate e ricomprendente, appunto, iniziative costanti in tutto l'arco dell'anno contro l'idea, pericolosa ed inutile, dell'azione in emergenza. Ed ancora - si legge in un comunicato - il territorio sara' oggetto di studio dell'incontro-seminario, voluto dal Presidente, con la ripresa del confronto sul Piano di Coordinamento Territoriale e la predisposizione della strumentazione necessaria per la realizzazione del trasferimento di funzioni previste dalla legge urbanistica regionale. Non manchera', quindi, il dibattito comune sulla individuazione delle linee sulle quali definire le proposte, i programmi, ed i progetti, che consentiranno l'utilizzo delle risorse dell'Unione Europea, esaminando anche le vie della concertazione con i Comuni ed i soggetti privati interessati all'utilizzazione delle risorse comunitarie su progetti mirati. Nel seminario si parlera', inoltre, delle iniziative relative alla internazionalizzazione ed al sostegno alla piccole e medie imprese sui mercati. Un lavoro complesso, quindi e di grande rilevanza politica - si legge ancora nel comunicato - quello che sara' avviato a Settembre, un avvio concreto ed efficace per la definizione della piattaforma programmatica in vista delle elezioni regionali della prossima primavera. Un impegno preciso di Oliverio che, presentando l'iniziativa, ha, ancora una volta, sottolineato come dalla Provincia di Cosenza sia necessario dare un contributo per costruire le condizioni di una svolta di carattere strutturale nella vita della Regione.

Deteneva una pistola illegalmente, arrestato

06/08 Un uomo di 43 anni, F.F., e' stato arrestato stamane dai carabinieri a Rende perche' sorpreso in possesso di una pistola calibro 7,65 illegalmente detenuta. I carabinieri sono intervenuti a causa di un litigio tra l'uomo e la sorella e, durante una perquisizione, hanno sequestrato una pistola calibro 7,65 e dei proiettili detenuti illegalmente.

Traffico intenso, con rallentamenti, sulla A/3. Due ore di attesa a Villa

06/08 Oltre due ore di attesa, secondo quanto si e' appreso dalla polizia stradale, sono stimate agli imbarchi di Villa San Giovanni dove e' scattata la ''terza fase di emergenza''. A Villa San Giovanni, inoltre, e' stato anche chiuso lo svincolo nord della A3 per agevolare il traffico in uscita da sud. Su tutto il tratto calabrese della Salerno-Reggio Calabria e' segnalato traffico intenso. Rallentamenti si sono verificati, secondo quanto riferito, tra gli svincoli di Pizzo e Vibo Valentia e Sant'Onofrio e Rosario in direzione sud. Traffico intenso anche su tutte le principali strade statali della Calabria utilizzate dagli automobilisti per raggiungere le principali localita' turistiche.

Ass. Dima “Importanti gli emendamenti approvati n favore dei lavoratori ARSSA e Consorzio Sibari-Crati”

06/08 Dichiarazione dell’assessore regionale all’agricoltura Giovanni Dima circa l'approvazione in consiglio regionale di due emendamenti in favore del consorzio di bonifica 'Sibari - Crati e degli
operai dei centri sperimentali dimostrativi e dei vivai dell'Arssa: “I due provvedimenti approvati
dall'aula sono particolarmente importanti perche' vanno nella direzione di garantire risposte certe in materia di stabilizzazione ed occupazione nel settore agricolo''. Un emendamento prevede il reperimento di 460.000 euro per una graduale stabilizzazione della manodopera agricola dei Centri Dimostrativi Sperimentali e dei Vivai dell'Arssa attraverso un aumento delle giornate lavorative, mentre l'altro provvedimento prevede l'utilizzo di 2.650.000 euro per il Consorzio di bonifica ''Sibari - Crati'' al fine di normalizzare l'attivita' dello stesso ente consortile. ''Con l'approvazione dei due emendamenti - ha aggiunto Dima - abbiamo mantenuto fede ad alcuni impegni precisi, nel rispetto pieno delle nostre responsabilita' istituzionali, con le organizzazioni sindacali per quanto riguarda sia la questione della stabilizzazione degli operai Arssa sia per il pagamento delle spettanze per i lavoratori del Consorzio Sibari - Crati. La decisione assunta dal Consiglio regionale e' sicuramente importante perche' garantisce tranquillita' agli operai e soprattutto rappresenta un primo passo verso la soluzione di determinate problematiche strettamente collegate al funzionamento di alcuni enti come per esempio il Consorzio di bonifica''. ''L'impegno complessivo - ha concluso - sulle vicende evidenziate dimostra come vi sia stata la volonta' di avviare, piu' che con le parole, una precisa azione politico istituzionale diretta a garantire la soluzione di alcune emergenze e di avviare conseguentemente una nuova fase di valorizzazione del settore agricolo attraverso la realizzazione di un progetto piu' generale di sviluppo di questi enti''.

L’Arssa presente alla rassegna di promozione calabrese “Paola Mostra 2004”

06/08 L'Agenzia per lo Sviluppo e per i Servizi in Agricoltura (ARSSA), parteciperà all'importante Rassegna denominata “PaolaMostra – 6^Edizione 2004" che sarà inaugurata domenica prossima 8 Agosto, alle ore 20.30, presso il Centro Sportivo “ il Gabbiano” di Paola (CS) con il coordinamento e la direzione di Renato Mannarino, uno degli artefici della nascita dell’importante rassegna della Città del Santo. L’atteso evento ricco di contenuti socio-culturali e promozionali, chiuderà i battenti lunedì 9 agosto 04."PaolaMostra 2004" - Associazione Culturale, si tiene con il patrocinio della Regione Calabria, dell’Amministrazione Provinciale, Comune di Paola, Comunità Montana Medio Tirreno e Pollino e l’ARSSA, costituisce un esclusivo appuntamento - come riferisce lo stesso Mannarino – per promuovere la calabresità in tutte le sue espressioni. Sono previste presenze importanti, sia a livello istituzionale locale, regionale e nazionale, sia d'operatori ed osservatori economici provenienti da altre regioni d'Italia. Come per le edizioni precedenti è stata annunciata la partecipazione del Governatore della Calabria, On. Giuseppe Chiaravalloti, e di altri esponenti del Governo regionale. Il Presidente Chiaravalloti è convinto sostenitore di questi momenti promozionali, unitamente all’Assessore Giovanni Dima ed al Presidente dell’ARSSA, Antonio Pizzini.
Altra prestigiosa testimonianza è giunta all’Associazione PaolaMostra dalla Presidenza della Repubblica, nella quale il Segretario Generale, Gaetano Gifuni scrive: “ Il Presidente della Repubblica esprime apprezzamento all’Associazione per il suo impegno nella valorizzazione del territorio, delle sue antiche tradizioni e della qualità dei prodotti. Alla Città di Paola – prosegue la nota del Quirinale agli organizzatori ed a tutti i presenti il Capo dello Stato invia un augurio cordiale, cui unisco il mio personale” .
Non sono stati esclusi dall'evento, a giusta ragione, i gruppi musicali e folclorici nello spazio “Calabria in Musica” che allieteranno i due giorni di Rassegna. L’Agenzia per i Servizi in Agricoltura, partecipa per la quarta volta all'importante Rassegna ( che è stata varata nell'anno 1998), che si colloca, per dimensione e spessore, tra gli eventi più attesi del Tirreno cosentino e costituisce una delle più apprezzate manifestazioni di settore della Calabria.
L' ARSSA, per questo, figura tra gli Organismi che hanno assicurato all'iniziativa anche un apporto organizzativo oltre che morale. L'ARSSA sarà presente con uno spazio espositivo promo-istituzionale, dove saranno rappresentate le attività di ricerca applicata, sperimentazione e divulgazione, condotte dall’Agenzia ed uno spazio promozionale mediante esposizione delle migliori produzioni agro-alimentari di Calabria. Personale specializzato dell'Agenzia coadiuverà l'intero momento Organizzativo della Rassegna. Il concorso dell’ARSSA sarà ancora decisivo per completare al meglio le serate, con la degustazione di piatti tipici regionali di pregio, preparati dal Centro "Florens" dell'Agenzia per i Servizi in Agricoltura di S. Giovanni in Fiore (CS).
Si conferma così la validità nell'impostazione del ruolo, attivo, di "PaolaMostra", da parte dell'Organismo strumentale agricolo della Regione Calabria, che opera d'intesa con l'Assessorato regionale all'Agricoltura. L'ARSSA, in sostanza, ha voluto assegnare anche per l’edizione 2004 di “PaolaMostra” un meritato patrocinio ad una Rassegna che è in costante crescita qualitativa e che rappresenta un'esperienza valida per incentivare i settori dell' Arte, dell' Artigianato e dei prodotti agro-alimentari tipici della Calabria.
" In questi pochi ma intensi anni d'attività "PaolaMostra" ha saputo conquistarsi, con notevoli difficoltà ma anche con grand'impegno, uno spazio vitale ed insostituibile nel panorama delle rassegne espositive di valore della nostra Regione. Siamo fermamente convinti - dichiara il Presidente ARSSA, Antonio Pizzini – che momenti fieristici come quello di PaolaMostra possono determinare fatti salienti per la crescita effettiva di tante realtà imprenditoriali (piccole e medie imprese) che hanno assoluta necessità di visibilità e solidarietà istituzionale. Diventa, pertanto, fondamentale l'apporto - sostiene Pizzini - di realtà come l'ARSSA che, nel Settore specifico della promozione e valorizzazione dei prodotti tipici regionali, ritiene di possedere la necessaria esperienza e la giusta dotazione di personale specializzato per incidere positivamente in tali attività, ritenute cruciali per lo sviluppo socio- produttivo del territorio. Lo stesso Assessore regionale all’Agricoltura, On.le Giovanni Dima– conclude Pizzini – ha espresso compiacimento per l’ottimo lavoro organizzativo e di sostegno che l’Agenzia per i servizi in Agricoltura ha sempre assicurato per la manifestazione”PaolaMostra” , grazie all’adesione dello stesso Dicastero agricolo calabrese”.

Colpo grosso dei Carabinieri. Arrestato a Reggio il boss Tegano, latitante da dieci anni

06/08 I Carabinieri hanno arrestato questa notte a Reggio Calabria Pasquale Tegano, di 49 anni, ricercato dal 1994 e considerato uno dei 30 latitanti piu' pericolosi. Tegano e' indicato come il capo dell' omonima cosca della 'ndrangheta alleata dei De Stefano. Pasquale Tegano e' accusato di vari reati che vanno dall' omicidio, all' associazione mafiosa e all' estorsione. Il presunto boss della 'ndrangheta e' stato bloccato dai carabinieri che hanno individuato il suo nascondiglio nella periferia nord di Reggio Calabria. Arrestati anche tre presunti favoreggiatori I tre, arrestati per favoreggiamento, sono i componenti del nucleo familiare che aveva dato ospitalita' al latitante in un appartamento del quartiere di San Giovannello nuovo. Si tratta di Giorgio Lo Giudice, di 62 anni; della moglie dell' uomo (della quale al momento non sono state rese le generalita') e del figlio, Giuseppe, di 40. Secondo quanto hanno riferito i carabinieri i tre sono incensurati e non avrebbero collegamenti diretti con la criminalita' organizzata. Le indagini dei carabinieri, sotto le direttive della Procura distrettuale di Reggio Calabria, mirano adesso ad accertare i motivi per i quali Giorgio Lo Giudice, insieme ai familiari, avrebbe dato ospitalita' al latitante. L’arresto di Tegano rappresenta uno dei colpi piu' importanti inferti negli ultimi anni dalle forze dell' ordine alla criminalita' organizzata reggina. Secondo quanto hanno riferito i carabinieri, Tegano non era armato. Nell' appartamento in cui si nascondeva il boss, inoltre, i militari non hanno trovato armi. L' operazione che ha portato all' arresto di Pasquale Tegano e dei tre presunti favoreggiatori e' stata coordinata dai sostituti procuratori antimafia di Reggio Calabria Nicola Gratteri e Santi Cutroneo. I carabinieri del Ros, dopo avere localizzato l' appartamento in cui si nascondeva il latitante, hanno preparato minuziosamente l' operazione per giungere al suo arresto. I militari si sono appostati nei pressi della casa ed hanno pedinato per alcuni giorni il boss ed i suoi presunti favoreggiatori, utilizzando anche le tecnologie piu' moderne per acquisire elementi utili alle indagini. Il quartiere in cui si nascondeva il boss latitante e' controllato dalla cosca Audino, da sempre alleata dai Tegano-De Stefano. Il presunto capo della cosca, Salvatore Mario Audino, di 40 anni, e' stato ucciso in un agguato il 19 dicembre dello scorso anno. Un omicidio in cui non e' escluso che Pasquale Tegano possa avere svolto un ruolo, cosi' come in altri fatti di sangue accaduti negli ultimi tempi nella stessa zona. Tegano era considerato uno dei garanti della 'pax mafiosa' che regna da molti anni in citta'. Sarebbe stato lui uno dei firmatari dell' accordo che alla fine degli anni '80 porto' alla conclusione della 'guerra di mafia' esplosa nel 1985 dopo l' uccisione del boss Paolo De Stefano, assassinato ad Archi di Reggio Calabria insieme con un suo guardaspalle. La guerra di mafia provoco' centinaia di morti. L' accordo che porto' alla 'pax mafiosa' fu stipulato dalle cosche Tegano, De Stefano, Libri e Latella da una parte e Imerti, Serraino, Condello e Rosmini dall' altra. Il ruolo di Pasquale Tegano all' interno dell' organizzazione criminale sarebbe stato superiore a quello degli stessi discendenti diretti di Paolo De Stefano, considerato il 'boss dei boss' della 'ndrangheta reggina. Il nome di Tegano compare in tutte le inchieste condotte negli ultimi 20 anni dalla procura distrettuale di Reggio Calabria sulla criminalita' organizzata in citta' e in buona parte dei processi in cui sono sfociate poi le indagini.

Il presidente degli Ingegneri, Imbrogno, plaude alla nomina di De Rango all'Assindustria

05/08 Faccio i complimenti a Raffaele De rango per la designazione alla guida dell’Associazione degli industriali della Provincia di Cosenza". Lo ha dichiarato il Presidente del'Ordine degli Ingegneri dela provincia di Cosenza, Ing. Menotti Imbrogno. "Sono inoltre certo – ha detto ancora Imbrogno – del fatto che Raffaele De Rango per la lunga esperienze maturata sia nel'imprenditoria che nel settore edile saprà svolgere al meglio questo presigioso incarico".

Denuncia di "Why not": Circa 450 giovani a rischio per inadempienze della Regione"

05/08 La societa' ''Why not'', societa' associata alla Compagnia delle opere che da' lavoro a circa 450 giovani impiegati nel controllo dei fiumi, attivita' di ''outsourcing'', information technology, protezione civile e progetti sul turismo, rivolge una serie di critiche alla Regione accusando l' ente di non adempiere agli obblighi derivanti dal contratto d' appalto. ''A seguito di una svista da parte della Regione, che ha dimenticato di inserire nel bilancio i fondi da destinare al consorzio che ha vinto una regolare gara di appalto - e' detto in un comunicato - la Giunta non paga la societa' da sette mesi''. Il presidente della ''Why not'', Antonio La Chimia, si dice ''preoccupato per le sorti dei giovani calabresi che nella societa' da lui presieduta hanno trovato occupazione, in una regione che detiene il primato del piu' alto tasso di disoccupazione. Soldi che la Regione non ha versato e che servono per pagare gli stipendi ai giovani: cosi' la societa' si e' accollata l'onere di pagare i dipendenti fino al mese di giungo (riuscendo a retribuire perfino la quattordicesima) anticipando i soldi, pur di non lasciare senza stipendi oltre 450 giovani sparsi su tutta la Calabria. E lo ha fatto utilizzando economie di bilancio e fidi bancari ed accollandosi ulteriori aggravi costituiti dai interessi passivi. Ma ora che i fondi e i fidi bancari sono esauriti, non c'e' piu' la possibilita' di garantire lo stipendio a fine mese''. ''Nonostante la Regione non ci paghi da gennaio - ha detto ancora La Chimia - abbiamo fatto di tutto per assicurare ai nostri dipendenti lo stipendio e non creare disagi a centinaia di giovani che dopo tanta attesa e tante difficolta' sono riusciti a trovare sistemazione in questa regione. E lo abbiamo fatto nella speranza che la Regione recuperasse i soldi e provvedesse a saldare i debiti. Avendo anticipato il pagamento degli stipendi sino al mese di giungo, e avendo esaurito i fondi finanziari e la disponibilita' dei fidi bancari il pagamento degli stipendi del mese di luglio e agosto sara' effettuato nel mese di settembre''.

La Protezione Civile regionale consegna i mezzi alle associazioni d volontariato

05/08 La Protezione civile regionale ha consegnato oggi a 41 associazioni di volontariato mezzi e strumentazione varia per lo svolgimento del servizio. Si tratta di automezzi, ambulanze, gommoni, mezzi polivalenti e cucine da campo destinati ai servizi di protezione civile. I mezzi sono relativi ai progetti presentati dalle 41 associazioni nell' ambito delle misure specifiche previste dal Por Calabria ed hanno richiesto una spesa complessiva di circa quattro milioni di euro. Le associazioni, contestualmente, hanno siglato con la Regione una convenzione che le rende, di fatto, il braccio operativo sul territorio della protezione civile. ''Stiamo andando avanti - ha sostenuto l' assessore al ramo, Dionisio Gallo - con il programma che ci siamo prefissati. Al momento del mio insediamento, avvenuto giusto tre anni fa, il 6 agosto 2001, la protezione civile era una sorta di scatolone vuoto. Non e' stato facile costruire un progetto e realizzare un programma di crescita, oltretutto in breve tempo. In questi tre anni abbiamo realizzato tutto il programma. La sala operativa regionale e' stata fatta, le associazioni di volontariato sono state dotate di mezzi, sono stati avviati i corsi di formazione professionale. In un paio di mesi saranno realizzate le sale operative provinciali. Sono soddisfatto di quanto abbiamo fatto. La protezione civile calabrese era la cenerentola e adesso e' il fiore all' occhiello del sistema nazionale. Se vi dovessere essere necessita', siamo pronti ad intervenire''. La nuova sfida, ha aggiunto l' assessore Gallo, e' nella prevenzione e previsione dei rischi. Al riguardo l' assessorato sta predisponendo un apposito piano. ''Alcune calamita' - ha sostenuto Gallo - possono essere previste e prevenute, quali quelle dovute al dissesto idrogeologico. Per questo stiamo realizzando un piano per prevedere gli scenari possibili, sapere quale situazione potremmo trovare in una certa zona, quanti sono gli abitanti e dove sono localizzate i servizi di pronto soccorso''. ''Complessivamente - ha proseguito Gallo - sono soddisfatto dei traguardo raggiunto con il concetto della condivisione. La protezione civile non e' comandare, ma condividere le scelte fatte con i volontari, le Prefetture e le forze dell' ordine. Tra l' altro l' iniziativa odierna - ha concluso Gallo - cade in un momento particolare. In passato, in presenza di calamita', interveniva l' esercito. Adesso con la ferma volontaria, avremo un esercito piu' professionale, ma numericamente ridotto. La protezione civile sara' comunque in grado di intervenire''.

Verso il risanamento il Consorzio Sibari Crati

05/08 Procede l'azione di risanamento delConsorzio di Bonifica Sibari-Crati. Nei giorni scorsi - informa un comunicato - la Giunta Regionale ha approvato il piano specifico, che chiude una vertenza delicata e difficile , iniziata dieci anni orsono. L'esecutivo regionale, grazie all'impegno diretto del presidente Chiaravalloti , degli assessori Gentile e Dima e di Franco Morelli , ha dato il via libera all'azione sinergica, concertata con il Ministero delle Politiche Agricole, che garantira' il flusso finanziario necessario per la definizione ultimativa del contenzioso in corso. Il piano e' stato condiviso dalle imprese interessate, dal personale e dalle associazioni degli agricoltori e comportera' il consolidamento della politica di stabilizzazione dell'ente, tesa anche a garantire i diritti dei lavoratori. L'assessore regionale all'agricoltura, Giovanni Dima, si e' subito attivato, dopo aver ricevuto la delega sui consorzi di bonifica, per reperire i fondi in grado di garantire il pagamento delle 10 mensilita' pregresse ai dipendenti e per chiedere al ministro Alemanno di accelerare i tempi per l'accreditamento dei fondi statali alla Regione Calabria. Apprezzamento alle istituzioni e' stato rivolto dal commissario del Consorzio, Antonio Giummo, e dal sub-commissario, Giovanbattista Pisani, protagonisti della fase di rilancio, che hanno anche auspicato il ritorno alla gestione ordinaria dell'ente.

Arrestata una donna a Castrovillari

05/08 I carabinieri di Castrovillari in seguito ad una ordinanza emessa dal tribunale di sorveglianza di Catanzaro, hanno tratto in arresto Maria Pia Roma, 38 anni, gia' nota alle forze di polizia. La donna, che ha ottenuto il beneficio degli arresti domiciliari, deve
scontare una condanna ad un anno, un mese e dieci giorni per violazione degli obblighi imposti dall'autorita' giudiziaria.

Accordo tra Arssa e Sindacati per la stabilizzazione degli stagionali

05/08 Un incontro importante per una decisione altrettanto positiva per i lavoratori stagionali agricoli che svolgono attività in alcune strutture dell’Agenzia,s’è tenuto, come previsto, questa mattina presso la sede regionale ARSSA di Cosenza dove si sono riuniti, su richiesta delle OO.SS. di categoria Flai –CGIL, Fai –CISL e Uila – UIL, i responsabili ARSSA e le rappresentanze sindacali, per discutere sulla stabilizzazione dei lavoratori stagionali agricoli impegnati nei Centri Sperimentali Dimostrativi, Vivai e Aziende Boschi e Pascoli della Sila e quella di “Pedocchiella” - Crotone. Per l’Agenzia sono stati presenti: il Presidente, Antonio Pizzini, i componenti del C.d.A, il direttore Generale, Ignazio Marrone ed i dirigenti di Settore: Giovanni Marzullo, Antonio Murrone, Settimio Carbone e Tommaso Calomino .
Per il Sindacato, come sopra rappresentato, hanno preso parte all’incontro: Rosario Mancuso, Pietro Boccuti e Giuseppe Durante ( Flai- CGIL); Mario Ammerata (Fai–CISL); Antonio De Gregorio e Renato Sturino ( Uila – UIL).
Il Presidente dell’ARSSA, Antonio Pizzini, nel corso del costruttivo incontro ha illustrato ai presenti che sono state reperite le necessarie risorse finanziare, scaturite attraverso la manovra di assestamento del Bilancio ARSSA, operata dall’Organo regionale competente. Tali risorse, di fatto – ha informato Pizzini – consentono, allo stato, di programmare un ulteriore incremento di giornate lavorative agli operai agricoli interessati. Il Presidente Pizzini, tuttavia, ha posto l’accento con l’occasione che per proseguire nel processo di stabilizzazione definitiva delle maestranze è opportuno che siano assicurate per intero le risorse finanziarie già preventivate per l’anno 2004, pari a Euro 562.000,00. Disponibilità – ha rilevato Pizzini – che dovrà essere erogata per l’intero importo, come già assicurato dall’ Assessore regionale all’Agricoltura, On.le Giovanni Dima, che ha ancora una volta espresso al responsabile dell’Agenzia la piena disponibilità istituzionale per sostenere, più complessivamente, un processo occupazionale stabile nel Settore agricolo e per incrementare e consolidare l’occupazione nelle strutture ARSSA. L’accordo siglato questa mattina tra ARSSA e Sindacato poggia sulle risorse finanziarie già disponibili, prevede che i lavoratori agricoli, che sono posti nella fascia delle 101 giornate, passeranno a 156 giornate; le altre unità poste nelle fasce delle 151 e 156 giornate, invece, passeranno a 170 giornate. Tale obiettivo, è stato affermato, dovrà essere raggiunto entro il corrente anno 2004. I rappresentanti del Sindacato, da parte loro, hanno dichiarato soddisfazione per il risultato acquisito dall’ Amministrazione Pizzini che ha operato in stretta collaborazione con l’Assessore Dima. Risultato – hanno messo in luce i sindacalisti - che, purtroppo, s’inserisce in un quadro di criticità complessiva dell’ARSSA, dal punto di vista finanziario. Difficoltà, queste, che non consentono di programmare a lungo temine le impegnative attività in carico all’Agenzia, che s’auspica – ha concluso la delegazione sindacale – possano essere al più presto superate con un’adeguata e strutturale dotazione finanziaria da assentire al più importante Organismo strumentale della Regione Calabria, quale l’ARSSA rappresenta.

Bosco di querce andato in fumo nella zona di Saracena

0508 Un vasto incendio ha distrutto cinque ettari di una zona coperta da un bosco di querce, da macchia mediterranea e da arbusti in localita' S. Nicola, nel comune di Saracena, ai piedi del Parco nazionale del Pollino e soltanto dopo ore di lavoro e' stato circoscritto. Un altro incendio di pari dimensioni e' invece attivo in un comune limitrofo, Firmo, dove stanno operando un canadair della protezione civile ed un elicottero Nh-500 del Corpo forestale dello stato oltre a autobotti e squadre a terra del Cfs, dell' Afor e delle squadre Aib della Regione. Secondo i primi accertamenti della Forestale si tratta di un incendio doloso. Tra l' altro un incendio era divampato nella zona di Saracena nella serata di martedi' ed era stato spento solo in nottata. Stamani le fiamme sono tornate ad ardere. Quelli di Saracena e Firmo sono gli incendi piu' vasti, ma focolai sono attivi un po' in tutta la provincia cosentina. Le fiamme si sono sviluppate a Grisolia e Tortora, sul tirreno cosentino, a Serra Pedace, sulla Sila, e a Malvito, Mottafollone, Lzzi, Morano e Aiello Calabro, nell' entroterra.

Parte l’università estiva di Soveria Mannelli.

05/08 Al via la quinta edizione dell'Universita' d'estate di Soveria, che quest'anno sara' dedicata al tema di lettura e classe dirigente. Ne parleranno, nella suggestiva cornice di villa Pellico dalle ore 17 in poi, il giornalista e scrittore Marcello Veneziani (venerdi' 6 agosto), il segretario dei radicali italiani Daniele Capezzone (sabato 21 agosto) e uno dei massimi studiosi di comunicazione italiani, Mario Morcellini, docente all'Universita' 'La Sapienza' di Roma (giovedi' 26 agosto). Coordineranno, Mario Caligiuri, Florindo Rubettino e Mimmo Barile. Le iscrizioni sono gratuite e possono accedervi al massimo 150 allievi. Il direttore dell'Universita' d'estate, Mario Caligiuri, ha dichiarato che l'Italia e' stata sempre caratterizzata da una classe dirigente debole. ''In questi anni di globalizzazione e di federalismo - ha spiegato- questi limiti diventano sempre piu' evidenti. Le giovani generazioni avranno quindi un compito gravoso per poter recuperare quello sguardo lungo che e' indispensabile per le politiche di sviluppo di ogni Paese. In tale ambito, la lettura e' lo strumento decisivo che sviluppa il senso critico, rappresentando un antidoto alla superficialita' ed al rischio manipolatorio sempre incombente della comunicazione, della televisione e della pubblicità''.

“Guido Dorso, la «Questione Meridionale» e il Partito d’azione nella rivista «Rnotes»”, presentazione domani a Camigliatello

05/08 Domani, venerdì 6 agosto, alle ore 17,00, a Camigliatello Silano, verrà distribuita, in anteprima, la «Relazione sulla Questione Meridionale» che è in corso di pubblicazione sul prossimo numero di «Rnotes», la rivista della Rubbettino editore diretta da Fulvio Mazza. L’occasione è fornita dall’apposita conferenza su «Storia e meridione. Il Partito d'azione, Guido Dorso, il meridionalismo democratico» che si terrà presso il “Parco letterario Old Calabria” sito, appunto, a Camigliatello Silano. Sono previsti interventi di: Fausto Cozzetto, docente di Storia, Università della Calabria; Pietro Fantozzi, direttore del Dipartimento di Sociologia e Scienze politica, Università della Calabria; Fulvio Mazza, giornalista e saggista storico. Coordina Paride Leporace, caporedattore de «il Quotidiano della Calabria». L’appuntamento fa parte del ciclo «Gli incontri d'estate al “Parco Old Calabria”» che da diversi anni Mirella Stampa Barracco organizza presso il prestigioso parco letterario meridionale. La memorabile «Relazione sulla Questione meridionale» fu letta da Dorso esattamente sessant'anni fa, in queste stesse ore, a Cosenza. E lo faceva durante un'altrettanta memorabile occasione: il primo Congresso del Partito d'azione. Sull’argomento, la Rubbettino editore ha pubblicato un testo la cui scheda si allega qui di seguito.:
“Fulvio Mazza - Il Partito d’azione nel Mezzogiorno (1942-1947) con altri saggi e testimonianze”
Il libro ripercorre il processo di formazione del Partito d’azione nelle principali città meridionali, rievocandone puntigliosamente, con dovizia di particolari e accuratezza storica, uomini, situazioni, circostanze.
L’autore si sofferma sul dibattito interno al partito in ordine a temi cruciali, quali il ruolo della monarchia e la partecipazione al governo Badoglio.
Ampio spazio viene riservato al Congresso di Cosenza (1944) ove la netta spaccatura emersa fra Ugo La Malfa ed Emilio Lussu rappresentò la base per la successiva scissione del partito.
Nell’appendice al volume, infine, sono proposte interviste di grosso spessore ed interesse a protagonisti della nostra storia del calibro di Norberto Bobbio, Umberto Terracini, Leo Valiani.
pp. 256 - ISBN: 88-7284-063-5 - Euro 13,43

Chiaravalloti indica i capisaldi per una Nuova Calabria

05/08 ''Lo sguardo rivolto al futuro in modo razionale, l' abbandono di vecchi complessi e pratiche zavorranti: no al clientelismo, all' assistenzialismo, all' arrangiarsi e si' alle sinergie di tutte le risorse e le forze, alla fierezza e all' orgoglio di chi crede di poter concorrere da solo a determinare il proprio destino''. Sono questi i capisaldi per una nuova Calabria indicati, parlando con i giornalisti, dal presidente della Giunta regionale, Giuseppe Chiaravalloti. ''Si' alla fierezza di chi rivendica il proprio futuro - ha aggiunto Chiaravalloti - no all' elemosina di quello che e' un diritto ottenere, si' alla visione lucida e razionale dei problemi e non alle supertiszioni consolidate. Si' agli uomini che credono ed operano, no agli antichi zombi e parasssiti che credono, sulla pelle dei calabresi, di poter continuare a guadagnare ed edificare le loro malguadagnate fortune''

Lunedì 9 scadono i bandi di gara per i lavori nel Parco Nazionale del Pollino

05/08 Scadranno il prossimo 9 agosto, lunedi', i bandi di gara di pubblico incanto, indetti dall'Ente Parco Nazionale del Pollino per l'appalto dei lavori di realizzazione della sentieristica nell'area dei fiumi Lao e Iannello, nel comune di Laino Borgo, per l'appalto dei lavori di recupero di fontane e punti d'acqua nei comuni di Morano Calabro, Laino Borgo e Frascineto e per l'appalto dei lavori di realizzazione di un ponte a funi sul fiume Lao, nel comune di Laino Borgo scadranno il prossimo 9 agosto. Scade, invece, il 10 agosto, martedi', il termine per partecipare al bando di gara per l'appalto dei lavori di completamento del Centro visita - cine teatro, nel comune di Mormanno. Altri due bandi, infine, hanno come termine di scadenza lunedi' 23 agosto e cioe' l'appalto dei lavori di completamento del Centro visita nel comune di Civita ed, il 24 agosto, i lavori di completamento del museo delle Icone nel comune di San Basile. I lavori in questione ammontano all'importo, a base d'asta, di circa 431 mila euro. I termini di esecuzione dei lavori variano da 60 a 150 giorni, decorrenti dalla data di consegna degli stessi. Tutti e sei i lavori in questione sono stati finanziati dalla Regione Calabria, nell'ambito del Progetto integrato strategico Rete ecologica regionale.

La Protezione Civile avverte: “Temporali in arrivo al centro-sud”

05/08 Il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di condizioni meteorologiche avverse in relazione a condizioni di marcata instabilita' che insisteranno a partire dalle prossime ore sulle regioni centro meridionali del Paese. Dal pomeriggio di oggi e per le successive 18-24 ore si prevedono temporali diffusi, localmente anche intensi su Toscana, Umbria e Lazio. Le precipitazioni si estenderanno con il passare delle ore anche a Marche, Abruzzo, Campania, Molise, Puglia, Basilicata e Calabria. Le precipitazioni a carattere temporalesco saranno accompagnate da forti raffiche di vento e frequente attivita' elettrica. Il Dipartimento della Protezione Civile - spiega una nota - seguira', in contatto con le strutture regionali e gli Uffici territoriali di Governo, l'evolversi della situazione. Vedi le previsoni

Secondo lo Svimez in Calabria la più alta quota di lavoratori irregolari

05/08 Il tasso di lavoratori irregolari nel Sud ha ripreso a crescere nel 2003, attestandosi al 22,8% e segnando un risultato in controtendenza rispetto ai dati del Centro-Nord e a quello nazionale. Questi hanno registrato una diminuzione tra il 2002 e lo scorso anno, attestandosi rispettivamente al 10,4% e al 13,5%. E' quanto riferisce l'ultimo numero di "Informazioni Svimez". Si tratta, dice l'Associazione, di "una conferma del dualismo del mercato del lavoro italiano". La contrazione degli irregolari ne ha abbassato la quota dal 14,2% al 13,5% tra il 2002 e il 2003 seguendo una dinamica gia' avviata negli anni precedenti. Nel Sud invece, dopo una fase stazionaria al 23% nel 2001 e 2002, l'anno scorso c'e' stato un deciso arretramento: il dato 2003 riporta il Mezzogiorno ad un livello superiore a quello del 2000, quando il tasso fu del 22%. Nell'ultimo triennio, il numero dei lavoratori irregolari e' cresciuto nel Meridione di 100 mila unita'. E' piu' colpito dal fenomeno il settore agricolo (41%), seguito dalle costruzioni (25,2%), dai servizi (21,5%) ed industria in senso stretto (17%). La maggiore quota di irregolari si rileva in Calabria, con un tasso del 30,2%; al secondo posto la Sicilia con il 25,5%; terza la Campania con il 23,8%. La percentuale minore (13) si registra in Abruzzo.

Cinque arresti in provincia

05/08 Cinque arresti sono stati effettuati dai carabinieri in provincia di Cosenza. A Corigliano Calabro arresti domiciliari per Battista De Cicco, di 79 anni, accusato di violazione di sigilli. A Castrovillari e' stata eseguita un' ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di sorveglianza di Catanzaro, nei confronti di Maria Pia Roma, di 38 anni, con precedenti penali. La donna deve scontare una condanna ad un anno ed un mese di reclusione per violazione degli obblighi impostile dal Tribunale di Sorveglianza di Catanzaro. Un altro arresto e' stato eseguito a Castrovillari nei confronti di Anna Giovanna Marotta, di 51 anni, accusata di furto aggravato. L' arresto e' stato fatto in esecuzione di due ordinanze di detenzione domiciliare emesse dal Tribunale di Sorveglianza di Catanzaro. Ad Altomonte e' stato arrestato Massimiliano Verta, di 31 anni, accusato di furto aggravato in appartamento, ricettazione e riciclaggio di denaro prelevato con carte di credito di provenienza furtiva. L arresto e' stato fatto in esecuzione di un' ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Castrovillari. Con la medesima ordinanza sono state sottoposte alla misura cautelare dell' obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria altre tre persone. Infine a Rossano e' stato arrestato Luigi De Martino, di 31 anni, con precedenti penali, accusato di violenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Sfrattati un centinaio di campeggiatori dal Lago Arvo

04/08 Un centinaio di turisti saranno costretti ad abbandonare il campeggio 'Lago Arvo' a Lorica perche' l'Arssa deve effettuare lavori di ristrutturazione. A sostenerlo e' una nota del Condacons della Calabria nella quale e' annunciata una richiesta di incontro con il presidente della Giunta regionale, Giuseppe Chiaravalloti. Sulla vicenda il Codacons preannuncia anche un esposto alla Procura della Repubblica di Cosenza. ''Una ingiunzione - e' scritto nella nota del Codacons - che pesa come un macigno per un centinaio di campeggiatori che, provenenti da tutta Italia, ogni anno trascorrono le vacanze estive a Lago Arvo, affezionati al luogo e ai ricordi che ogni
anno il paesaggio calabrese lascia loro. Al punto tale che alcuni di essi, guidati dal Presidente del Codacons Calabria avv. Francesco di Lieto, si sono incatenati agli alberi pur di non essere costretti a lasciare il campeggio. E' nata cosi' una vera e propria occupazione del campeggio di Lorica da parte dei vacanzieri, sfociata nell'intervento dei Carabinieri che hanno identificato i protestanti senza pero' privarli, come richiesto da altri soggetti, dei servizi primari forniti dal campeggio''. I campeggiatori sostengono che ''l'ingiunzione ricevuta dal personale dell'Arssa - prosegue la nota del Codacons - e' giunta senza alcun preavviso; i lavori di ristrutturazione, sostengono, potevano essere effettuati da settembre a giugno''. ''E' un comportamento assurdo - sostiene il presidente del Codacons Calabria Francesco Di Lieto - da una parte si cerca di far decollare il turismo nella regione, dall'altra si cacciano in malomodo i turisti''.

Corbelli invoca aiuti per il Bangladesh

04/08 Un appello al governo, ai sindaci ed ai presidenti di Province e Regioni, e' rivolto dal leader del movimento Diritti civili, Franco Corbelli, affinche' vengano inviati aiuti umanitari in Bangladesh. Corbelli ha rivolto un appello anche alle testate giornalistiche chiedendo loro di avviare delle sottoscrizioni per la raccolta di fondi. ''Ogni Comune, Provincia e Regione - sostiene Corbelli - potrebbe deliberare anche una somma minima (da 5 mila euro in su per comuni e provincia; 20 mila euro in su per le regioni) per poter realizzare il grande miracolo di raccogliere almeno un milione e 500 mila euro e far partire cosi' non meno di 30 aerei carichi di cibo e medicine per il Bangladesh. Per organizzare, riempire e far partire un aereo cargo carico di aiuti e medicine bastano 50 mila euro''. ''La tragedia che ha colpito il Bangladesh - ha aggiunto - il dramma che vivono milioni di persone che rischiano di morire per la fame e per le malattie non puo' lasciarci indifferenti. Ognuno di noi puo' e deve fare qualcosa per aiutare questa popolazione e in particolare milioni di bambini. Spero di ripetere il piccolo miracolo dello scorso anno (reso possibile anche grazie all'aiuto del presidente della Regione Calabria) e di far partire un aereo cargo carico di aiuti alimentari e medicine per il Bangladesh''. ''Una piccola goccia - ha concluso Corbelli - ma che mi auguro diventi un mare di solidarieta' grazie anche all'aiuto di tutti quelli a cui ho rivolto il mio appello e ai paesi ricchi del mondo''.

Caruso: “Obbligo della firma è come un confino politico”

04/08 ''E' un confino politico, non a Ventotene, ma a Benevento, eppure la sostanza non cambia''. Cosi' il portavoce del movimento dei 'disobbedienti' campani, Francesco Caruso, che da nove mesi e' obbligato a firmare il registro presso i carabinieri di Benevento. ''Questo assurdo provvedimento - dice Caruso - serve solo ad ostacolare e impedire la mia attivita' politica, la partecipazione a qualsiasi iniziativa politica, sociale e culturale, ma mi impedisce anche di incontrare i miei genitori,trovare un lavoro, partecipare alle presentazioni del mio libro''. Per Caruso si tratta di un provvedimento ''inventato negli anni bui del fascismo, quando gli oppositori politici erano costretti a presentarsi ogni giorno in questura ed era loro impedita qualsiasi attivita' politica. Purtroppo, questo non accadde solo nel ventennio fascista, ma e' esattamente quello che oggi, in Italia, nel 2004, sono costretto a subire perche', secondo un pm di una procura di provincia, sono considerato un 'cospiratore politico' ''. ''Ma se lottare e mobilitarsi per la democrazia e la giustizia sociale, per i diritti sociali, contro la barbarie della guerra e del neoliberismo, significa essere un cospiratore sovversivo, allora io sono un cospiratore sovversivo e come me ce ne sono centinaia di migliaia in Italia e nel mondo. E non basteranno tutte le carceri e le prigioni per rinchiudere la nostra voglia di lottare per un altro mondo possibile'', conclude Caruso.

Confermato l'obbligo di firma per il "no global" Caruso

04/08 Per la Cassazione, benche' sia stato ridimensionato il quadro di accuse a carico di Francesco Caruso - il leader dei 'Disobbedienti' napoletani, implicato nei disordini del Global Forum di Napoli e del G8 di Genova - rimane, tuttavia, in piedi ''la sussistenza di gravi indizi per il reato di associazione eversiva'' che giustifica nei suoi confronti l'obbligo di firma quotidiana presso i carabinieri emesso dal Tribunale di Catanzaro. Lo sottolinea la Cassazione nella sentenza 33301, depositata oggi, della Quinta sezione penale relativa all'udienza svoltasi lo scorso dieci giugno. Caruso si era appellato al Palazzaccio per ottenere l'annullamento di questa misura restrittiva della liberta' personale. Inoltre lo studente sosteneva che la magistratura calabrese non era competente ad occuparsi dei reati contestatigli in quanto avvenuti a Napoli e Genova. Ma Piazza Cavour gli ha risposto che l'accusa a lui contestata, di associazione sovversiva, risulta ''perfezionatasi in Cosenza, luogo ove venne ad esistenza e ove ebbe la sua sede operativa'' la 'Rete meridionale ribelle'. Con riferimento alla solidita' dell'imputazione a suo carico, gli 'ermellini' aggiungono che ''la condotta realizzante il reato di cui all'art. 305 cp risulta in realta' essere stata accertata ovviamente non in termini di certezza, ma di qualificata probabilita' sufficiente nell'ambito di un procedimento incidentale relativo a misure personali''.

Banda del taglierino di nuovo all'opera. Rapinati 11 mila euro al Credito Italiano

04/08 Ancora all'opera la banda del taglierino a Cosenza. Due persone con volto coperto ed armati di taglierino hanno compiuto stamane una rapina nella filiale del Credito Italiano in piazza 11 settembre a Cosenza. Dopo aver minacciato gli impiegati i rapinatori si sono fatti consegnare il denaro custodito nelle casse. Il bottino della rapina ammonterebbe a circa 11.000 euro. L'episodio e' stato denunciato ai carabinieri che hanno avviato le indagini.

Bosco in fiamme ad Acri. Interviene anche l'elicottero antincendio

04/08 Un incendio di vaste proporzioni divampa da alcune ore in un bosco nelle campagne di Acri. Per spegnere le fiamme, oltre a squadre dei vigili del fuoco e del corpo forestale dello stato, e' intervenuto un elicottero che sta effettuando lanci di acqua e liquido ritardante.

Pizzini: "Verso la stabilizzazione dei lavoratori stagionali dell'ARSSA"

04/08 L’ Assessore Regionale all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Calabria, On.le Giovanni Dima, ha informato il Presidente dell’ARSSA, Antonio Pizzini, che nell’ambito dell’assestamento di Bilancio 2004 dell’Istituto Regionale, che ha anche approvato il documento contabile relativo all’ARSSA, sono stati accolti alcuni emendamenti proposti dallo stesso Dima che avranno una giusta ricaduta su problematiche inerenti all’ occupazione nel settore agricolo.
Riguardo alla questione ARSSA, nella fattispecie la più volte discussa stabilizzazione dei lavoratori stagionali, cui si sono tenuti di recente alcuni incontri operativi ( l’ultimo, in ordine di tempo, lo scorso 28 luglio) con l’ Assessore Dima, al quale il Presidente Pizzini, presenti i membri del CdA ed i dirigenti responsabili di Settore, aveva ancora una volta rappresentato all’interlocutore istituzionale la necessità di prevedere un adeguato stanziamento per risolvere l’annosa vertenza delle maestranze stagionali. L’ Assessore Dima, nel merito, ha mantenuto fede agli impegni assunti. Infatti, l’emendamento approvato, che ha previsto il reperimento delle necessarie risorse finanziarie, è finalizzato ad operare la svolta nella stabilizzazione dell’attività, con l’incremento delle giornate lavorative, dei circa 150 operai stagionali, impegnati nei Centri Sperimentali Dimostrativi, nei Vivai e Azienda Boschi e Pascoli, per la conduzione delle attività proprie dell’ARSSA in materia di Ricerca applicata e Sperimentazione.
L’informativa dell’On.le Giovanni Dima, sull’aspetto specifico, che sblocca di fatto una lunga vertenza all’interno dell’ARSSA, ha fornito al Presidente dell’Agenzia, Antonio Pizzini, l’opportunità di esprimere un sentito apprezzamento per la decisione assunta dall’ Organo competente regionale, che consente anche una fase importante di rilancio gestionale delle attività primarie dell’Organismo agricolo calabrese che, certamente, produrrà benefici sia per l’aspetto produttivo, sia per le conseguenti ricadute sul comparto sociale. Ricadute – afferma Pizzini - che consentono a più di 150 famiglie di Calabria di guardare al futuro con maggiore serenità. Su richiesta del Sindacato di categoria, il Presidente Pizzini, in merito alla stabilizzazione dei lavoratori in esame, ha indetto un incontro collegiale, che si terrà in data odierna, alle ore 11.00, presso la sede regionale dell’Agenzia di Cosenza, nell’ambito del quale sarà ufficializzato l’accordo tra ARSSA ed OO.SS. di categoria ( Flai – CGIL, Fai – CISL e Uila – UIL) e fissare i criteri da attuare per l’utilizzo delle risorse finanziarie disponibili.

Le cifre dell'assestamento approvato questa mattina

04/08 L' assestamento del bilancio di previsione per l' esercizio finanziario 2004 della Regione, prevede in variazione di entrata, circa tre milioni e trecento mila euro, quale provento di fondi assegnati dallo Stato e dalla Unione europea per piani di iniziativa comunitaria destinati alle regioni. Sono confermati, inoltre, in entrata, i 38 milioni di euro circa per la realizzazione del Por Calabria per l' anno in corso, e 13 milioni e 800 mila euro per royalties derivanti dalla produzione di idrocarburi estratti dal mare adiacente al comune di Crotone. La variazione dello stato di previsione di spesa, invece, e' cosi' ripartita: 39 milioni e 168 mila euro per l' attuazione dell' accordo di programma quadro ''beni ed attivita' culturali per il territorio della Regione Calabria'', sottoscritto il 22 dicembre 2003 in esecuzione di una delibera del Cipe, la n.84 del 4 agosto 2000; un milione e settantunomila euro, destinati all' attuazione dell' accordo di programma quadro ''promozione e diffusione dell' arte contemporanea e valorizzazione di contesti architettonici e urbanistici nelle regioni del Sud Italia'', sottoscritto il 19 maggio 2004, in esecuzione della deliberazione Cipe 17 del 9 maggio 2003; un milione di euro, per l' attuazione dell' accordo di programma quadro ''legalita' e sicurezza per lo sviluppo della Regione Calabria-Antonino Scopelliti'', sottoscritto il 26 settembre 2003, in esecuzione della deliberazione Cipe 84 del 4 agosto 2000; 38 milioni e 535 mila euro, per l' attuazione dell' accordo di programma quadro ''sviluppo locale'', sottoscritto il 22 dicembre 2003, in esecuzione della deliberazione Cipe 138 del 21 dicembre 2000. Sono, inoltre, previsti interventi di spesa per l' avvio e la messa a regime della autorita' di ambito territoriale (Ato), nonche' di razionalizzazione, efficientamento e completamento delle reti idriche di distribuzione, di recupero, ammodernamento e ampliamento delle reti fognarie e di recupero, ammodernamento e completamento del sistema dei depuratori. Infine, sono previsti interventi per il recupero ed il miglioramento dei sistemi naturali ''diretti al ripristino ed alla ottimizzazione delle funzioni idrauliche e idrogeologiche del territorio''.

Approvato questa mattina, dopo dodici ore, l'assestamento di bilancio della Regione

04/08 Il Consiglio regionale ha approvato stamani a maggioranza, dopo circa dodici ore di discussione, l’Assestamento del Bilancio 2004. L’Assemblea legislativa, inoltre, ha approvato con 24 voti a favore e dodici astenuti del centrosinistra, il Piano triennale per l’edilizia scolastica. Con i soli voti della maggioranza di centrodestra, invece, l’Aula ha deciso l’approvazione dei Bilanci di previsione 2004 dell’Afor, dell’Arssa e delle Ardis di Catanzaro e Reggio Calabria. Inoltre, il Consiglio regionale ha approvato il regolamento ed il marchio tipo per il sistema del Bed&breakfast calabrese. Non è stato approvata la legge per il progetto di legge per l’istituzione del distretto agroalimentare di qualità di Sibari perchè su proposta del consigliere Roberto Occhiuto, data l’importanza che riveste, è stato temporaneamente rinviato per la trattazione ad altra seduta consiliare. La manovra di assestamento di Bilancio, era stata accompagnata dalla presentazione di numerosi emendamenti formulati da consiglieri di varie forze politiche, nella maggior parte dei casi, respinti dall’Aula. Quelli approvati, invece, afferiscono i pagamenti dei sussidi per gli ex corsisti Enel, di cui alla legge 4/2001; un contributo di 55 mila euro per la diocesi di Same(Tanzania); la devoluzione, limitata all’esercizio finanziario 2004, del 40% delle royalties per il territorio di Crotone; l’istituzione di una fondazione per l’emersione del lavoro nero; nuove norme per l’individuazione dei requisiti per la nomina a direttore di laboratorio di diagnostica medica; contributi ai comuni per la realizzazione di strutture, fisse e mobili, sulle spiagge per favorire l’accesso alle persone con problemi motori; risorse per l’individuazione dei prodotti a base di latte ritenuti storici, tradizionalmente fabbricati; il diritto di libera circolazione sui mezzi di linea regionale per tutti i sordomuti, e un finanziamento per il funzionamento dei Consorzi di Bonifica.

Ass. Basile: La Calabria ottiene 16 progetti da Agenda 21.

04/08 E' la Calabria, con 16 progetti finanziati, la Regione che ha conseguito la migliore performance per quanto riguarda il Bando 2002 per il cofinanziamento di Agenda 21 Locale del Ministero dell' Ambiente. Lo ha reso noto l' assessore regionale all' Ambiente, Domenico Antonio Basile, che ha espresso soddisfazione per ''lo straordinario risultato ottenuto, grazie anche all' opera di interazione che la struttura dell' Assessorato ha attivato con il Ministero dell' Ambiente che ha cosi' potuto valutare positivamente la qualita' dei progetti presentati''. ''E' la conferma - ha sostenuto Basile - che quando si lavora con competenza e professionalita' i risultati si raggiungono con riconoscimenti significativi. La Calabria, con i suoi 16 progetti finanziati, per una cifra pari a 2.154.952,70 euro, ha superato Regioni che tradizionalmente vengono considerate di maggiore efficienza''. Dopo la Calabria, infatti, in una specie di classifica stilata dal Ministero, si trovano Lombardia con 15 progetti finanziati, Lazio con 11, Emilia Romagna, Toscana e Sicilia con 7 e via via tutte le altre Regioni. Agenda 21, e' scritto in una nota dell' assessorato, ''riconosce un ruolo decisivo alle comunita' locali nell' attuare le politiche di sviluppo sostenibile, per una concreta integrazione del concetto di sostenibilita' nell' opinione pubblica; per questo il successo ottenuto dalla Calabria rappresenta un dato significativo da evidenziare con soddisfazione''. ''Da parte mia - ha concluso l' assessore Basile - un ringraziamento sentito va a quanti all' interno del Ministero dell' Ambiente e dell' assessorato regionale, nella specie l' avv. Francesco Manduca, hanno lavorato nella fase di selezione del Bando di Agenda 21 per aver offerto alla Calabria un' ulteriore occasione di sviluppo e di crescita in un settore strategico come lo sviluppo sostenibile. E l'impegno, che e' quotidiano e costante, a vigilare affinche' i progetti finanziamenti siano realizzati nei modi e nei tempi stabiliti per continuare ad offrire della nostra Regione questa nuova immagine di efficienza e di qualita' del lavoro portato avanti''.

Due arresti in provincia

04/08 Due persone sono state arrestate dai carabinieri in provincia di Cosenza. A Tarsia e' stato arrestato Demetrio Azzinnari, di 51 anni, che deve scontare una condanna a sei mesi di reclusione per inosservanza degli obblighi impostigli dall'autorita' giudiziaria. A Tortora e' stato arrestato un cittadino polacco, Sebastian Zubin, di 28 anni, per il reato di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

Il Prefetto invita gli enti ad adeguare gli stadi alle normative

03/08 I problemi connessi alle condizioni di sicurezza degli impianti sportivi sono stati al centro di una riunione del Comitato provinciale per l' ordine e la sicurezza pubblica di Cosenza convocato dal prefetto Diego D' Amico. All' incontro, oltre ai rappresentanti delle forze dell' ordine, hanno partecipato anche il vicepresidente della Provincia, i sindaci di Cosenza e dei comuni maggiormente interessati ed i rappresentanti delle leghe calcio e del Coni. Il Prefetto, secondo quanto riferito in una nota, dopo avere sottolineato l' importanza del rispetto delle condizioni di sicurezza, ha sensibilizzato i rappresentanti degli Enti locali a dotare le strutture delle condizioni di agibilita' previste dalla legge. D' Amico ha anche richiamato la particolare attenzione degli stessi amministratori sulla ''personale responsabilita', anche di natura penale, conseguente all' emissione di provvedimenti sindacali autorizzatori che consentano l' utilizzo delle strutture sportive in assenza della certificazione di agibilità". Il Prefetto, infine, ha invitato i rappresentanti delle Leghe a verificare la disponibilita' di impianti in possesso del requisito dell'agibilita' ai fini dell' iscrizione delle società' sportive al prossimo campionato calcistico.

A Rocca Imperiale, picchia la moglie e viene arrestato

03/08 I carabinieri hanno arrestato a Rocca Imperiale, con l' accusa di maltrattamenti in famiglia e minacce e resistenza a pubblico ufficiale, Giuseppe Travascia, di 50 anni. Secondo l' accusa Travascia, mentre era in casa con la moglie, avrebbe picchiato la donna, che ha poi avvertito del comportamento dell' uomo i carabinieri. Travascia, quando i militari sono giunti sul posto, avrebbe opposto resistenza, rivolgendo anche minacce ai carabinieri. L' arrestato e' stato portato nel carcere di Castrovillari.

Il Consiglio regionale approva il DPEF a maggioranza

03/08 Il Consiglio regionale ha approvato, con 23 voti della maggioranza, il Documento di programmazione economico-finanziaria per gli anni 2004-2006. Al momento della chiamata del presidente Luigi Fedele, la minoranza di centrosinistra ha annunciato la decisione di non partecipare alla votazione. Nel dibattito sul Dpef, oltre al relatore Francesco Talarico, presidente della seconda Commissione, sono intervenuti soltanto i consiglieri dell' opposizione di centrosinistra. Incarnato (Sdi), Napoli (Ds), Tommasi (Verdi), Guagliardi (Rifondazione comunista), Pacenza (Ds), Amendola (Ds), Michelangelo Tripodi (Pdci), Borrello (Ap-Udeur) e Bova (Ds), hanno espresso, con varie argomentazioni, dure critiche su ''un Dpef improntato alla soddisfazione di interessi clientelari, nella ricerca disperata di conservare un rapporto di interesse con i ceti sociali piu' potenti della Calabria''. Il vicepresidente del Consiglio, Giuseppe Bova (Ds), aveva chiesto il ritiro formale del Dpef e la sua ripresentazione entro il prossimo 15 settembre con le eventuali modifiche della Giunta regionale, ''rispettando cosi' l' indicazione temporale triennale 2005/2007, per come previsto dalla legislazione regionale, per rimodulare eventualmente le indicazioni dei complementi di programmazione''. La proposta e' stata pero' respinta a maggioranza. Il Consiglio regionale, inoltre, ha approvato con i voti della sola maggioranza l' assestamento di bilancio 2004 dell' Assemblea legislativa, relatore il vicepresidente Domenico Rizza (An). I lavori consiliari stanno proseguendo con la discussione generale sull' assestamento del Bilancio 2004 della Regione, la cui approvazione, considerato l'elevato numero degli emendamenti depositati dalla minoranza di centrosinistra e' prevista a tarda notte.
''Il Documento di programmazione economico-finanziaria costituisce una innovazione metodologica e sostanziale di rilevanza indiscutibile nella storia del Consiglio regionale'' ha affermato il presidente della seconda Commissione consiliare, Francesco Talarico (Udc), introducendo il dibattito sullo strumento di programmazione finanziaria della Regione davanti al Consiglio che ha aperto i lavori nel pomeriggio. Il Dpef, secondo quanto riferito da Talarico, ''si compone di tre parti tra loro collegate nell' ambito di una visione organica e strategica della politica di sviluppo che si intende perseguire a vantaggio del territorio calabrese''. ''La prima parte del Dpef - ha affermato - approfondisce ed affronta le tendenze dell' economia regionale nella convinzione che nessuna programmazione puo' prescindere dall' attenta e veritiera analisi dello stato di fatto; la seconda, esamina il contesto del Bilancio che si conclude oggi con l' approvazione dell' assestamento, la terza, infine, si interessa delle politiche regionali di sviluppo analizzando i diversi settori, le loro esigenze, i metodi e gli interventi efficaci per favorire un rapido innalzamento della loro competitivita' sui mercati''. Citando le cifre, Talarico ha detto che ''la manovra finanziaria si basa in gran parte sulle economie derivanti dal riaccertamento dei residui passivi per una somma complessiva di 98,4 milioni di euro circa, di cui, 74,5 milioni provenienti da economie su fondi liberi a disposizione della Giunta regionale'', destinati alla manovra in discussione. Le necessita' cui fare fronte con tale cifra, ha detto Talarico, sono rappresentate dalle ''emergenze occupazionali della Regione'', come gli Lsu, Lpu, interinali e operai del cosidetto ''fondo di sollievo''; dalla copertura, per carenza di risorse, del fondo regionale dei trasporti, del fondo di dotazione dell' Arssa, forestali, partecipazioni della Regione in aumenti di capitale, pronti interventi, spese di carattere obbligatorio per il personale o di funzionamento o di obbligazioni maturate nei confronti di terzi. Sul fronte della spesa, tra l'altro, e' previsto un finanziamento di 500 mila euro per il completamento degli impianti di risalita di Camigliatello; un contributo di un milione di euro nel biennio 2004/5 per l'Universita' Magna Grecia di Catanzaro; 500 mila euro per il finanziamento di borse di studio da assegnare a giovani laureati calabresi; la copertura dei contributi dovuti agli enti locali che hanno contratto mutui con la Cassa depositi e prestiti per interventi in materia scolastica (300 mila euro); cinque milioni di euro per atti di pignoramento giudiziali per l'anno 2003; l' incremento del fondo di dotazione dell' Arssa (un milione di euro); l' incremento di 2,5 milioni di euro per spese di funzionamento (fitto locali, riscaldamento, spese postali), l' incremento degli stanziamenti di diverse leggi regionali nel settore dell' incentivazione del asporto aereo, della promozione turistica, della divulgazione agricola, della promozione dei prodotti agroalimentari e dei piani qualita' di latte e carne, ritenute strategiche dalla Giunta regionale.

A breve 564 milioni di euro di appalti per la ss 106

03/08 A breve saranno appaltati lavori per 564 milioni di Euro per ammodernare la strada statale 106 ionica: ad annunciarlo e' stato il vice ministro alle Infrastrutture e trasporti, Mario Tassone. Si tratta, e' scritto in un comunicato, di tre provvedimenti. Del macrolotto di circa 17 Km, da Sant' Ilario a Gioiosa Marina, compreso lo svincolo con la trasversale Ionio-Tirreno dell' importo di 450 milioni di Euro, e' stato pubblicato l' appalto per l'affidamento al ''Contraente Generale''. Ad oggi, e' scritto nella nota, sta procedendo a grandi passi la procedura d' appalto. Dopo la rescissione del precedente appalto (Asfalti-Sintex) riguardante la successiva tratta di 3,5 Km che va dalla trasversale Ionio-Tirreno a Roccella, il 27 luglio scorso, al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, e' stato sottoposto all' esame il progetto rielaborato ed adeguato alle nuove norme. La spesa complessiva prevista e' di 100 milioni di Euro. La Conferenza dei Servizi ha espresso parere favorevole. ''Era questo - e' scritto nel comunciato - l' ultimo passaggio approvativo essenziale e vincolante per ripartire con i lavori. Il riappalto delle opere potra' concludersi entro l' anno''. Il terzo provvedimento riguarda il completamento del secondo lotto della variante di Roccella, per un importo di 14 milioni di euro. La Commissione d' esame presso il Compartimento di Catanzaro sta vagliando le offerte anomale. Anche questo appalto ''sicuramente vedra' la luce entro il prossimo ottobre''. ''Avevamo preso un impegno nel 2003 a Gioiosa Marina - ha affermato Tassone - riferendo che entro il 2004 sarebbero stati appaltati i progetti statale 106. Confermiamo oggi quell' impegno, in quanto l' Anas sta mantenendo il cronoprogramma imposto dal Ministero. Siamo molto fiduciosi che anche gli ulteriori passaggi che porteranno all' appalto dei lavori saranno espletati con la massima celerita', si' da garantire una cantierizzazione in tempi strettissimi''.

Incidente sulla ss 18 ad Acquappesa: un morto.

03/08 Un commerciante, Mario Casella, di 43 anni, di Belvedere Marittimo, e' morto in un incidente stradale accaduto oggi pomeriggio ad Acquappesa, lungo la strada statale 18. Casella era alla guida di una Bmw che, per cause in corso d'accertamento, si e' scontrata con un autocarro il cui conducente, D.R., di 24 anni, e' rimasto illeso. Sui due mezzi coinvolti nell' incidente fermi lungo la carreggiata e' finito successivamente un altro autocarro. Mario Casella e' morto sul colpo. I rilievi sul luogo dell' incidente sono stati fatti dagli agenti del distaccamento di Scalea della polizia stradale.

Controlli fuori le discoteche, predisposti dal Prefetto, per prevenire gli incidenti

03/08 Servizi di controllo nei pressi delle discoteche, sia sul litorale ionico che su quello tirrenico, con l' ausilio dei vigili urbani, sono stati decisi dal Prefetto di Cosenza, Diego D' Amico, al termine di una riunione del Comitato provinciale per l' ordine e la sicurezza pubblica. La decisione, secondo quanto riferito in un comunicato, e' stata presa nell' ambito dei servizi di polizia stradale disposti in occasione dell' incremento della circolazione nelle ore notturne verso le localita' turistiche ed al fine di ''arginare il piu' possibile atteggiamenti non sempre equilibrati e l' uso sconsiderato di sostanze alcoliche e superalcoliche o di sostanze stupefacenti, cause primarie del fenomeno infortunistico stradale''. Inoltre, alla presenza del rappresentante del sindacato degli imprenditori dei locali da ballo, e' stato deciso di promuovere ''interventi di competenza comunale volti a disporre specifiche prescrizioni accessorie alle licenze di esercizio delle discoteche e di somministrazione di bevande alcoliche''.

A Saracena scoperto scheletro di bimbo di 5.500 anni fa

03/08 Uno scheletro appartenente ad un bambino o bambina di circa 7/8 anni e una capanna absidata, risalenti entrambi al neolitico finale e recente (circa 3500 a.C.) sono le principali scoperte della campagna di scavi archeologici svoltasi nella Grotta di San Michele, nel Comune di Saracena, nel Cosentino, promossa dall'associazione Sextio e condotta dall'equipe di Vincenzo Tine', della sovrintendenza speciale del museo nazionale preistorico ed etnografico "Luigi Pigorini" di Roma. I risultati della campagna sono stati presentati in una conferenza stampa. "I reperti neolitici - ha spiegato Tine' - sono stati rinvenuti alla profondita' di circa 3 metri insieme a un focolare ed una caratteristica struttura di combustione infossata, colma di ceneri e pietre calcinate. Lo scheletro del bambino o bambina risalente a circa 5500 anni fa era deposto in posizione fetale in una piccola fossa, collocata proprio al centro dell'area domestica. Tra le rare sepolture neolitiche - ha aggiunto l'archeologo - note in Italia e le rarissime di bambini, questa di Saracena si presenta particolarmente ben conservata e, sottoposta alle analisi presso i laboratori di antropologia fisica del nostro museo, potra' presto restituire informazioni preziose e dirette sullo stato di salute di questi antichi abitanti della Calabria". "Straordinaria e unica nell'attuale stato della ricerca preistorica in Italia - ha ancora detto Tine' - la scoperta di una struttura a carattere abitativo, fondata su pali e con planimetria rettangolare absidata, che e' stata messa in luce e trovata pressappoco alla stessa profondita' nella stessa area di scavo. Naturalmente dal prosieguo delle ricerche con l'esplorazione degli strati neolitici piu' antichi della caverna, data anche la relativa ampiezza della zona scavata, ci si attendono ulteriori importanti acquisizioni sulla piu' antica storia della regione".

Rimorchio si ribalta sull’A/3. Chiuso per due ore lo svincolo di Tarsia

03/08 Il rimorchio di un camion si e' ribaltato stamane sulla corsia nord dell'autostrada A3, nei pressi dello svincolo di Tarsia, nel Cosentino. A causa dell'incidente stradale, lo svincolo e' stato chiuso al traffico. Traffico intenso ma scorrevole, intanto, viene segnalato dalla polizia stradale su tutto il tratto calabrese della Salerno - Reggio Calabria e sulle strade statali. Nessun problema viene segnalato agli imbarchi per i traghetti di Villa San Giovanni.

Colpi di pistola contro la caserma dei Carabinieri di Isola Capo Rizzato

03/08 Ancora azioni intimidatorie contro istituzioni ed enti in Calabria. Questa volta è stata presa di mira la caserma dei Carabinieri di Isola Capo Rizzato, già oggetto di attentati in passato. Alcuni colpi di pistola sono stati sparati nella notte da sconosciuti. Uno dei proiettili ha perforato la serranda di un bagno di servizio degli alloggi dei militari, posti sul retro della caserma. Per fortuna che, al momento dell'episodio, non c'era nessuno. I carabinieri presenti hanno sentito il rumore di almeno tre spari, ma fino a questo momento e' stata rinvenuta una sola ogiva. Dopo l'episodio, nella caserma dei carabinieri sono giunti il procuratore della Repubblica di Crotone, Franco Tricoli, il comandante provinciale dei carabinieri, tenente colonnello Ettore Mastrojeni, gli investigatori del reparto operativo e i militari della compagnia di Crotone. Nel corso della notte sono state eseguite numerose perquisizioni e controlli nei confronti di persone con precedenti penali. Con l'episodio avvenuto questa notte sono quattro gli attentati compiuti da sconosciuti contro la caserma dei carabinieri di Isola Capo Rizzuto. Il 10 ottobre dello scorso anno furono sparati alcuni colpi di pistola sulla facciata anteriore dell'edificio. Nel giugno del 1998, furono sparati colpi di pistola calibro 38 contro l'edificio della caserma. I colpi raggiunsero le pareti dell'edificio e danneggiarono la carrozzeria di un'autovettura di servizio. Nell'agosto del 1994 fu fatta esplodere una bomba carta nell'autorimessa della caserma, proprio nel momento in cui l'equipaggio di una pattuglia stava facendo rientro da un servizio. L'esplosione provoco' il danneggiamento del parabrezza dell'auto di servizio.

Arresto per possesso di canapa indiana ad Amantea

02/08 Un operaio, P.R., di 33 anni, e' stato arrestato dai carabinieri ad Amantea perche' sorpreso mentre era in possesso di alcune piante di canapa indiana. Le piante, per un peso complessivo di circa 4 chilogrammi, erano state tagliate, secondo quanto si e' appreso, in una piantagione che era stata gia' individuata dagli investigatori.

Un arresto per eroina a Scalea

02/08 Una giovane, Rosa Rizzo, di 28 anni, e' stata arrestata dai carabinieri a Scalea con l' accusa di detenzione illegale a fine di spaccio di sostanze stupefacenti. La donna e' stata trovata in possesso di sette grammi e mezzo di eroina divisi in 14 dosi. I carabinieri della Compagnia di Scalea hanno anche denunciato in stato di liberta' altre due persone, M.T., di 19 anni, di Maratea (Potenza), e P.M., di 18, di Napoli, trovati in possesso, rispettivamente, di una dose di eroina e di otto grammi di hascisc.

A/3: Bilancio positivo sull’esodo da parte dell’ANAS

02/08 Bilancio sostanzialmente positivo per le prime due giornate dell'esodo di fine luglio. Sia nella giornata di sabato che in quella di domenica scorsa, il traffico sull'intera autostrada A3, Salerno – Reggio Calabria, si e' mantenuto intenso ma regolare. I dispositivi, messi in campo dall'Anas, hanno funzionato. Grazie all'eliminazione dei cantieri per 320 chilometri ( da Salerno a Lamezia Terme), alla presenza delle squadre di sorveglianza e di pronto intervento Anas - che hanno operato in stretta collaborazione con Polstrada, Volontari della Protezione Civile, Croce Rossa -, alla costante e capillare informazione assicurata all'utenza, l'autostrada ha retto ai notevoli flussi di traffico, che si sono avuti in questo week-end, nonostante la pioggia che, nella giornata di sabato, ha interessato soprattutto l'area calabrese dell'A3. Sabato, intorno alle ore 12, e' stato raggiunto il ''picco'' di veicoli (3000/ora) all'ingresso sull'A3, all'altezza di Salerno- Fratte, in direzione Sud. In mattinata vi sono stati alcuni rallentamenti nel tratto lucano dell'autostrada, all'altezza del km.131, in corrispondenza dello ''storico'' restringimento del viadotto Sirino e nel tratto calabrese, tra gli svincoli di Lamezia Terme e Pizzo Calabro, causati da alcuni tamponamenti dovuti, molto probabilmente, alla pioggia battente che ha interessato il tratto. Nel pomeriggio di sabato, verso le ore 15,30, un incidente accaduto nel tratto Salerno-Pontecagnano, ha determinato un incolonnamento di qualche chilometro. Sul posto sono tempestivamente intervenute le squadre di pronto intervento e di sorveglianza dell'Anas, che hanno ripristinato in poco tempo le condizioni di normale viabilita'. Anas Spa ricorda che i viaggiatori possono informarsi sulle condizioni di viabilita' e del traffico attraverso i notiziari radiofonici (Isoradio 103,3;Onda Verde Rai e stazioni radio locali). E' possibile avere informazioni in tempo reale chiamando il numero verde Anas 800-290092 o collegandosi ai siti Anas www.stradeanas.it e www.infoanas.it ( sul quale e' possibile anche monitorare in diretta ,attraverso le telecamere, le condizioni della circolazione). E' inoltre attivo il numero della Sala Operativa Anas di Cosenza:0984 308367/8.

Vino calabrese ai vincitori delle Olimpiadi di Atene

02/08 Il 'Vino della Vittoria', prodotto a Ciro', nel crotonese, sara' consegnato ai vincitori delle varie discipline dei giochi olimpici. L'iniziativa e' stata promossa nell'ambito della campagna della Regione Calabria per la promozione dei prodotti agro-alimentari locali. Il presidente della Regione, Giuseppe Chiaravalloti, presentera' l'iniziativa nel corso di una conferenza stampa che si terra' il 5 agosto presso la sede della giunta. All'incontro partecipera' anche l'assessore all'agricoltura, Giovanni Dima, alle attivita' produttive, Pino Gentile, alla forestazione, Dioniso Gallo, e alla Cultura, Saverio Zavettieri. Il 12 agosto, inoltre, l'iniziativa sara' illustrata nel corso dell' incontro promosso dall' Ambasciata italiana ad Atene - in coincidenza dell' inaugurazione delle Olimpiadi - a bordo della nave scuola della Marina Militare Italiana ''Amerigo Vespucci'' che sara' ormeggiata nel Porto del Pireo.

Appello di solidarietà di Franco Corbelli per un senegalese malato

02/08 Franco Corbelli, leader del movimento Diritti civili e consigliere provinciale di Cosenza, e' intervenuto in favore dell' immigrato senegalese, Thiam Abdoun Mbacke', 50 anni, padre di 7 figli, in dialisi da 15 anni, che ha chiesto aiuto per potere tornare nel suo Paese d' origine. L' immigrato, che e' un ex ambulante, oggi riesce a sopravvivere, secondo quanto riferisce Corbelli, grazie all' aiuto dei suoi connazionali. Corbelli ha chiesto e ottenuto l' aiuto del presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio. ed ha preannunciato che interessera' subito della vicenda l' assessore provinciale alle Politiche sociali, Ferdinando Aiello, per l' erogazione di un contributo a favore dell' immigrato senegalese, che vive a Davoli ed e' in dialisi nell' ospedale di Soverato. Corbelli chiede che anche le altre Amministrazioni provinciali calabresi e la Regione deliberino un contributo a favore dell' immigrato senegalese. ''Un Paese civile - sostiene il leader del movimento Diritti civili - ha il dovere di aiutare chi ha bisogno e chi soffre situazioni di vero disagio sociale. La triste e drammatica vicenda di questo cittadino senegalese merita la massima attenzione e sensibilita' da parte di tutte le massime istituzioni calabresi''.

Due arresti dei Carabinieri in provincia

02/08 I Carabinieri hanno arrestato a Cassano allo Ionio Franco Marotta, di 39 anni, con l' accusa di lesioni personali. L' arresto e' stato fatto in esecuzione dell' ordinanza applicativa della misura di sicurezza provvisoria emessa dalla Procura della Repubblica di Castrovillari. A Castrolibero sempre i carabinieri hanno arrestato Venanzio Pasubio, di 52 anni, in esecuzione di un ordine di carcerazione emessa dal giudice di sorveglianza di Cosenza per inosservanza delle prescrizioni imposte dalla misura alternativa dell' affidamento in prova ai servizi sociali.

Esodo estivo: rientro tranquillo sulla A/3

01/08 Rientro tranquillo per gli automobilisti che in queste ore stanno risalendo l'autostrada alerno-Reggio Calabria, in direzione Nord. Secondo quanto riferito dall'Anas la circolazione lungo l'intera autostrada, anche se in forte aumento dal primo pomeriggio in direzione nord, e' scorrevole ''grazie anche alla eliminazione dei cantieri che ha consentito la fruibilita' di due corsie per ogni senso di marcia per 320 chilometri da Salerno a Lamezia Terme''. Negli ultimi due weekend di luglio, rileva l'Anas, ''nonostante i notevoli flussi di traffico, sull'A/3 non si sono registrati momenti di particolare criticita' per la circolazione'', che viene costantemente monitorata dalla Centrale Operativa di Cosenza attraverso 23 telecamere dislocate nei punti critici dell'autostrada e mediante l'impiego di 60 squadre di sorveglianza e pronto intervento.

Continuano le intimidazioni agli Enti calabresi: bomba rudimentale daventi il Comune di Brancaleone

01/08 Un ordigno rudimentale ha distrutto, la notte scorsa, il portone in vetro del Comune di Brancaleone, nel reggino. L'ordigno, realizzato con polvere pirica, e' stato posto davanti al portone principale del Municipio e quindi e' stato fatto esplodere. Le indagini sull'atto intimidatorio sono condotte dai carabinieri della Compagnia di Bianco e da quelli del reparto operativo di Reggio Calabria.

A Enzo Monaco, presidente dell’Accademia del Peperoncino, il Premio Sila 2004

31/07 E' stato assegnato a Enzo Monaco, presidente dell' Accademia italiana del peperoncino, il Premio Sila 2004. L' onorificenza - e' detto in un comunicato dell' Accademia - gli e' stata attribuita per il suo lavoro di ''promozione della Calabria e delle sue risorse agroalimentari e turistiche'' La cerimonia di consegna del Sila 2004, promosso dall' associazione culturale ''L' angolo 12'', avra' luogo nell' ambito di una manifestazione che si svolgera' il 22 agosto nella cornice del lago Ampollino del villaggio Palumbosila. Il premio sara' consegnato nel corso di una serata di gala presentata da Domenico Milani ed Elisabetta Gregoraci, grande madrina dell' evento. Fra gli ospiti il ballerino Francesco Savelli e Azzurra. Assieme a Monaco saranno premiati anche il cantante Mino Reitano, Franco Bevilacqua, presidente onorario del Wwf, Antonio Garcea, presidente Parco nazionale della Sila, Pasquale Capellupo, presidente della Comunita' montana presila Catanzarese, le squadre di calcio del Catanzaro, del Crotone e del Rende, l' Ente autonomo Fiere e l' associazione Moda movie di Cosenza, la societa' cinematografica Tecnofilm di Roma che proprio in questi giorni ha completato le riprese di un film nel territorio silano. La manifestazione sara' anticipata, il 21, da due convegni, uno sulla ''Tutela e salvaguardia della montagna silana'' e un altro su ''La Sila e il suo turismo''. Il premio, istituito dagli operatori turistici e culturali del crotonese e che si conferma uno degli appuntamenti classici dell' estate silana, e' giunto quest' anno alla quattordicesima edizione. In passato e' stato assegnato, fra gli altri, a Gianni Versace, Roberto Murolo, Enzo Mirigliani, Amedeo Goria, Piero Angela, Gerardo Sacco, Adriana Volpe e alla Reggina calcio confermata in serie A.

Tre arresti per furto a Luzzi

31/07 A Luzzi I militari della locale Stazione dei carabinieri unitamente a quelli della Stazione di Bisignano hanno tratto in arresto Paolo Leone, di 47 anni, con precedenti penali; Francesco Garritano, di 38 anni, pregiudicato e Mario Rocco, di 31 anni, con precedenti penali per furto aggravato in concorso di materiale inerti. Nel medesimo contesto sono stati denunciati a piede libero due persone per favoreggiamento reale e concorso in furto aggravato.

Un arresto per droga a Santa Maria del Cedro

31/07 A S..Maria del Cedro I Carabinieri della locale stazione, unitamente a quello della stazione di Verbicaro hanno arrestato Angelo Bottone, di 33 anni, pregiudicato, per detenzione ai fini di spaccio di grammi 5,5 di eroina e grammi 1,2 di cocaina.

La commissione Sviluppo della Regione approva il Dpef 2004

30/07 Disco verde al Dpef 2004 (Documento di programmazione economica e finanziaria), che è stato approvato a maggioranza nel pomeriggio dalla seconda Commissione consiliare “Sviluppo Economico”, presieduta da Francesco Talarico. A seguito della richiesta del diessino, Giuseppe Bova, si è proceduto a votazione per appello nominale. Hanno votato a favore: Chiarella (An), Tesoriere e Vilasi (Fi); Pisano (Pri); Nucera, Occhiuto e Talarico (Udc). Hanno dichiarato di non partecipare al voto, trattandosi “di un documento temporalmente superato”, i consiglieri: Amendola e Bova (Ds), Guagliardi (Rfc), Mistorni (Ppi) e Michelangelo Tripodi (Pdci). Subito dopo l’approvazione, il Presidente Talarico ha dichiarato:
“Esprimo viva soddisfazione, ringraziando quanti hanno contribuito, per il fatto che, per la prima volta nella storia, la Regione Calabria ha il suo fondamentale strumento di programmazione. Inauguriamo un nuovo modo di formulare i Bilanci, non come mero dato numerico, ma sulla base di un analisi della situazione economica e di pianificazione programmatica. Si sancisce un principio che auspico possa essere un percorso chiaro su come, per i prossimi anni, la Regione debba formulare i propri bilanci, cercando di finalizzare la manovra economica finanziaria al miglioramento della situazione economica calabrese. Tutto questo anche per riuscire a verificare gli spostamenti che, di anno in anno, avvengono sugli indicatori economici e per accertare il reale effetto della manovra di Bilancio e della spesa dei Fondi comunitari sugli indicatori economici. Quindi, in conclusione, capire se tanti mali cronici della nostra Regione, come la disoccupazione e la stagnazione del prodotto interno lordo, possono avere uno sbocco”.

In Consiglio provinciale fatte le surroghe previste e composte le commissioni

30/07 Il Consiglio Provinciale, nella seduta di ieri sera, ha provveduto alla surroga dei Consiglieri Provinciali Arturo Riccetti, Rosina Console e Giuseppe Gagliardi, nominati assessori, mediante la convalida di Giuseppe Gallo, Giuseppe Aieta e Flaviano Federico a Consiglieri Provinciali. Giuseppe Gallo fa parte del Gruppo Consiliare dei DS, mentre Giuseppe Aieta e Federico Flaviano fanno parte del Gruppo Consiliare dello SDI.
L’interrogazione presentata dai Consiglieri Pasqualina Straface, Antonio Pucci e Francesco Bruno, di An., sulle problematiche della località denominata “Laghi di Sibari”, è stata illustratata da Anonio Pucci. Considerato che la zona –ha detto Pucci- appresenta un patrimonio comune e che negli ultimi tempi non è più possibile la circolazione marittima, chiede di sapere se si sia a conoscenza di questa situazione, pericolosa dal punto di vista ambientale e nociva sotto l’aspetto economico e che è diventato un caso di carattere internazionale, perché sono state interrogate anche le ambasciate tedesca e inglese, rappresentando l’unico porto turistico della zona. Nel rispondere in merito alla situazione che ha determinato la chiusura del canale Stompi, l’Assessore Console ha detto: ”C’è stata l’inosservanza delle norme sulla sicurezza della navigazione e la paralisi complessiva dell’intera struttura portuale. L’azione amministrativa della Provincia ha avuto inizio prima del sequestro del canale, il 31 maggio 2004, pur se non competenti in materia. Con quest’intervento si anticipava quello risolutivo e però, sin dall’atto del suo insediamento, il Presidente Oliverio, tempestivamente, ha inviato un telegramma , preceduto da un fax, per accelerare l’avvio urgente -ha detto Rosa Console- di una risoluzione duratura. Il Presidente Oliverio, nella sua prima uscita pubblica come Presidente neo eletto, ha incontrato i responsabili, per sostenere l’immediata esecuzione dei lavori, che dovranno essere attuati soltanto dopo aver acquisito tutte le necessarie autorizzazioni. Nel contempo, ai fini del dissequestro del canale, oltre alle garanzie per le opere strutturali e permanenti, bisogna definire il soggetto gestore che ad oggi non risulta chiaro”.
Il cons. Straface ha dichiarato di ritenersi solo in parte soddisfatta, “perché non si tratta solo di un impegno formale da parte della Provincia. C’è una realtà completamente paralizzata dal punto di vista economico, turistico e produttivo. La Provincia ha un ruolo specifico nel controllo e nella valorizzazione del territorio e ha il compito, in questa fase, di colloquiare e di collaborare con gli altri enti”.
I lavori dell’Assemblea sono continuati con la discussione dell’Ordine del Giorno presentato dal Consigliere Provinciale Francesco Corbelli che ha illustrato l’Ordine del Giorno, a sua firma, sul Cosenza Calcio 1914 nel quale chiede che si intervenga per scongiurare, dopo circa un secolo di gloriosa storia, che la squadra venga completamente cancellata.” E’ una storia di grande ingiustizia, che penalizza la città, la società civile e sportiva. E’ stata l’unica squadra a subire una grave penalizzazione per la decisione della FIGC che ha negato il diritto sacrosanto della squadra di essere iscritta in Serie C”.
Nell’odg. si propone al Consiglio Provinciale l’approvazione del documento a sostegno del Cosenza Calcio, che vada all’attenzione del Presidente della Repubblica per chiedere un atto di giustizia nei confronti della squadra e della città.
Mario Melfi, capogruppo di Democrazia è Libertà condivide quanto detto, soprattutto perché “il calcio è un problema sociale che investe tutti e ha bisogno di pulizia, di trasparenza, di calarsi alla società in maniera limpida. La decisione che è stata presa nei confronti del Cosenza non rende giustizia al Calcio, alla città, allo sport”
.Per Piercarlo Chiappetta è necessario fare autocritica: “ancora una volta siamo stati capaci di far registrare una pagina nera nella politica cosentina. Siamo, cioè, stati incapaci di difendere le nostre posizioni e le nostre ragioni: e si riferisce a tutti i partiti, sia di centrodestra che di centrosinistra. Mentre Vincenzo Adamo, capogruppo del Pse, ha espresso solidarietà e vicinanza al Cosenza calcio, come cittadino e tifoso della città di Cosenza, che vive con passione questo momento.
Per Michele Ambroggio, Ds, al Cosenza calcio deve essere restituito ciò che merita.
Per Mario Giordano di Fi, si tratta di uno scippo grave fatto alla città di Cosenza. Per Biagio Diana, capogruppo di Rc, che insieme a Corbelli ha sottoscritto e condiviso quanto sottoposto all’attenzione dell’assemblea ed è solidale alla popolazione della Provincia di Cosenza e vicino al Cosenza calcio. Per Leonardo Trento è giusto che si facciano azioni di protesta forti. Lo SDI darà il proprio contributo a tutte le iniziative che si vorranno prendere.
Mimmo Barile ha dichiarato: “è stata offesa la storia, la tradizione, gettando fango sulla società sportiva che ha rappresentato promozione culturale e sociale. Per il Vice Presidente Salvatore Perugini quando la giustizia ordinaria entra nella vita dello sport, qualcosa va rivista sul piano generale e si augura che questa protesta continui sempre con il garbo e la pacatezza che fin qui l’hanno contraddistinta. Al momento del voto, si è registrata l’unanimità dei consensi.
Il Consiglio Provinciale è, quindi, passato ad occuparsi della costituzione delle commissioni consiliari permanenti.Le nuove Commissioni risultano, quindi, così costituite:
Prima Commissione “Politica Istituzionale, Bilancio e Programmazione Economica”: Principe Francesco, SDI, Adamo Vincenzo, PSE, Diana Biagio, RC, Aieta Giuseppe, SDI, Tonnara Francesco, Margherita, Magorno Ernesto, DS, Salvo Luigi, CI, Barile Domenico, gruppo misto, Ponzio Gianfranco, FI, Chiappetta Piercarlo, UDC, Pucci Antonio, AN, Gallo Giuseppe, DS.
Seconda Commissione “Viabilità, Edilizia Scolastica, Lavori Pubblici”: Caligiuri Mario, UDEUR., Reda Marino, RC, Trento Leonardo, SDI, Giordano Mario, FI, Melfi Mario, Democrazia è Libertà, Badolato Maria Clelia, Margherita, Ambroggio Michele, DS, Ruffolo Antonio, PSE, Zanfini Natale, UDC, Straface Pasqualina, AN, Filice Elio, FI, Russo Mario, FI.
Terza Commissione “Politiche Sociali, Attività Culturali, Sport, Turismo, Agriturismo, Beni Culturali”: Bria Mario, Verdi, Genova Giovanbattista, DS, Forte Angelo, Italia dei Valori, Belmonte Tonino, Margherita, Garofalo Luigi, UDEUR, Federico Flaviano, SDI, Lecce Pietro, DS, Praticò Antonio, Margherita, Raffo Gilberto, Nuovo PSI, Bruno Francesco, AN, Corbelli Francesco, Diritti Civili, Fiorillo Filippo, UDC,
Quarta Commissione “Mercato del Lavoro, Formazione e Problemi Giovanili”: Gallo Giuseppe, DS, Melfi Mario, Democrazia è Libertà, Adamo Vincenzo, PSE, Caligiuri Mario, UDEUR, Diana Biagio, RC, Aieta Giusepe, SDI, Belmonte Tonino, Margherita, Tonnara Francesco, Margherita, Corbelli Francesco; Diritti Civili, Ciappetta Piercarlo, UDC, Pucci Antonio, AN, Ponzio Gianfranco, FI.
Quinta Commissione: “Ambiente e Territorio”: Bria Mario, Verdi, Salvo Luigi, CI, Lecce Pietro, DS, Reda Marino, RC, Federico Flaviano, SDI, Giordano Mario, FI, Ambroggio Michele, DS, Praticò Antonio, Margherita, Filice Elio, FI, Forte Angelo, Italia dei Valori, Strface Pasqualina, AN, Zanfoni Natale UDC.
Sesta Commissione “Trasporti e Attività Produttive”: Ruffolo Antonio, PSE, Trento Leonardo, SDI, Badolato Clelia, Margherita, Magorno Ernesto, DS, Garofalo Luigi, UDEUR, Principe Francesco, SDI, Russo Mario, FI, Bruno Francesco, AN, Raffo Gilberto, Nuovo PSI, Fiorillo Filippo, UDC, Barile Domenico, Misto, Genova Gianbattista, DS.

Per Arpacal il Tirreno non è inquinato.

30/07 ''I risultati analitici, sulla base dei prelievi effettuati, non hanno riscontrato valori eccedenti i limiti, sia per i parametri relativi a coliformi totali, fecali, streptococchi fecali, tensioattivi e oli minerali, sia per i parametri relativi a clostridi e tensioattivi nei sedimenti''. E' questo, secondo quanto riferito in un comunicato, il passaggio ''cruciale'' della relazione tecnica predisposta dall' Arpacal relativamente al monitoraggio delle acque marino-costiere del Tirreno Cosentino lungo il tratto Falerna-Belvedere Marittimo dopo il campionamento effettuato lo scorso 20 luglio. L' attivita' era stata promossa su richiesta della task force istituita dal presidente della Giunta regionale, Giuseppe Chiaravalloti, e coordinata dall' assessore regionale all' Ambiente, Domenico Antonio Basile. Hanno partecipato alla campagna di prelievo i rappresentanti dell' Ufficio del Commissario straordinario per l' emergenza ambientale della Regione Calabria, dell' Ato di Cosenza e dell' Arpacal. La fase di campionamento ha preso il via dal porto di Campora S. Giovanni in direzione nord verso Belvedere Marittimo e si e' sviluppato in 9 prelievi tra acque superficiali e raccolta di sedimenti marini. Le aree individuate per il campionamento sono state: Amantea, zona antistante il Castello di Paola e la stazione ferroviaria di Paola, sbocco del torrente S. Francesco, Lido Calabria, La Castellana nel Comune di Sangineto, Colonia S. Benedetto nel Comune di Cetraro, barriera sopraflutto porto di S. Lucido. ''L' ipotesi di inquinamento che si e' andata a ricercare - e' scritto - nella relazione dell' Arpacal - e' costituita dalla possibile presenza di sostanze tensioattive presenti sia nell' acqua che nei sedimenti marini posti tra la profondita' di 15 e 30 metri, che, rimescolati per opera del moto ondoso o per cause dovute all' uomo, formano in superficie, aggregandosi, delle chiazze lucide al riflesso del sole e schiumose''. ''A questo punto - ha sostenuto l' assessore Basile - dinanzi a dati scientificamente provati, mi auguro che sia finito il tempo della polemica e delle denunce fine e se stesse. Confortato da questi dati rassicuranti, possiamo tranquillizzare tutti i calabresi ed i tanti turisti: il nostro mare non e' inquinato. Ringrazio l' Arpacal per il lavoro portato avanti ed assicuro che, comunque, e' ferma intenzione della Regione di non abbassare la guardia, di rimanere vigili ed attenti perche' e' nostro desiderio rendere sicure e tranquille le vacanze di quanti hanno scelto la Calabria. Il mio personale impegno sara' profuso sempre e comunque acche' tutto sia tenuto sotto controllo e nulla possa mai mettere in dubbio la premura con la quale tutte le strutture regionali operano per garantire un assoluto livello di tranquillita' e di sicurezza''.

La Regione stanzia un milione di euro per il dissesto idrogeologico di San Fili

30/07 La Giunta regionale ha deliberato un finanziamento di circa un milione di euro per il completamento del dissesto idrogeologico di San Fili. Lo ha reso noto il sindaco, Luigi Bruno, che ha appreso la notizia dall'assessore regionale ai Lavori pubblici, Giovanni Grimaldi. Bruno ha espresso ''grande soddisfazione'' per il finanziamento che servira' alla sistemazione delle localita' Uncino e Bucita.

Unità mobili di assistenza lungo la A/3 per l’esodo di agosto

30/07 Durante l' intero periodo estivo, nei tratti autostradali di Cosenza, Lamezia Terme, S.Onofrio e Mileto, saranno dislocate delle unita' abitative mobili allo scopo di garantire assistenza ai viaggiatori, in caso di necessita'. Lo rende noto l' assessorato regionale alla Protezione civile in una nota nella quale si afferma che l' iniziativa rientra nell' operazione ''Estate sicura''. L' operazione, e' scritto nel comunicato, e' stata resa possibile dalla sinergia tra le forze di Polizia Stradale, Anas, Aiscat, Cis Viaggiare Informati e Protezione Civile ed interessera' anche alcuni tratti della Salerno-Reggio Calabria interrotti da lavori di ammodernamento. I particolari dell' iniziativa saranno illustrati dall' assessore regionale alla Protezione civile, Dionisio Gallo, nel corso di un incontro con i giornalisti in programma lunedi' prossimo alle 11 nell' area antistante il posto di Polizia Stradale, allo svincolo dell' A/3 per Lamezia Terme.

Un programma di 30 milioni di euro per la sicurezza in Calabria

30/07 Maggiori controlli sull'autostrada Salerno - Reggio Calabria, video sorveglianza in aree particolarmente sensibili come distretti industriali, zone commerciali e centri storici: sono queste alcune delle iniziative previste nel programma per la sicurezza della Calabria che prevede investimenti per 30 milioni di euro e che sara' sottoposto all'attenzione del Ministro dell'Interno. L'iniziativa e' stata illustrata stamane a Catanzaro dal vice capo della polizia e direttore della Criminalpol nel corso di un incontro con i Prefetti, i questori, i comandanti provinciali dei Carabinieri e della Guardia di finanza delle cinque province calabresi; i procuratori generali di Reggio Calabria e Catanzaro; il procuratore nazionale antimafia aggiunto, Emilio Ledonne, il direttore della Dia e dello Sco. ''La proposta che sara' presentata al Ministro - ha detto De Sena - prevede un pacchetto di carattere finanziario ricavabile dal Pon sicurezza per un ammontare di 30 milioni di euro. I fondi saranno utilizzati per l' autostrada Salerno-Reggio Calabria, per la video sorveglianza in aree particolarmente sensibili, di distretti industriali, nelle zone commerciali e centri storici. Pensiamo sia opportuno rimodulare, alla luce delle risultanze emerse nel corso della visita in Calabria, il Pon sicurezza, privilegiando l'uso di tecnologie raffinate che aiutino piu' efficacemente nell'opera di controllo del territorio''. Con l'incontro di stamane si e' conclusa la visita, iniziata il 13 luglio scorso, che De Sena ha svolto nelle cinque province della Calabria. ''Abbiamo concluso questa visita in Calabria - ha aggiunto - ed abbiamo analizzato un documento propositivo di interventi immediati nell'ambito del controllo tecnologico del territorio. Abbiamo analizzato anche un programma di interventi mirati, a cura dei Prefetti, per quanto riguarda la cultura della legalita'''. Dagli incontri che il vice capo della polizia ha avuto nelle settimane scorse in Calabria con esponenti delle forze di polizia e magistrati e' emerso che tutte e cinque le province calabresi presentano delle analogie criminali che, secondo De Sena, dovranno essere interpretate in maniera piu' approfondita. ''L' emergenza criminalita' in Calabria - ha aggiunto De Sena - indubbiamente esiste, perche' gli episodi sono continui e allarmanti. La presenza del livello centrale, insieme ai prefetti e alle forze di polizia sul territorio punta proprio a cercare di trovare un' implementazione del sistema che consenta di abbattere questa effervescenza''. Dopo la visita del vice capo della polizia in Calabria appare ottimista il procuratore nazionale aggiunto antimafia, Emilio Ledonne, secondo il quale ''ora si fara' qualcosa in piu' di quanto e' stato gia' fatto. Sono soddisfatto di questa conferenza che ha analizzato tutte le problematiche calabresi che sono anche molto complesse. Il Prefetto De Sena ha preso l'impegno di riferire al ministro sulle iniziative piu' importanti da fare e sulle cose che possono servire agli investigatori''.

De Sena nel cosentino situazione allarmante

30/07 La situazione della criminalita' nel cosentino, secondo il vicecapo della polizia e direttore della Criminalpol, Luigi De Sena, e' diventata ''allarmante''. Della situazione del cosentino il vice capo della polizia ha parlato al termine dell'incontro regionale sulla sicurezza svoltosi stamane a Catanzaro. Gli ultimi due omicidi compiuti nel cosentino sono quelli di Francesco Marincola, avvenuto nei giorni scorsi a Cosenza, e l'agguato compiuto a Paola nel quale fu ucciso per errore un operaio forestale. ''Gli ultimi due delitti - ha concluso De Sena - sono sicuramente collegati tra loro. Ora c'e' bisogno di una azione molto piu' intensa delle forze di polizia che comunque sta per arrivare''.

Falsificava monete. Un arresto a Fuscaldo

30/07 I Carabinieri di Fuscaldo hanno arrestato Tommaso Patitucci, di 40 anni, pregiudicato, in esecuzione di un provvedimento di pene concorrenti, per falsificazione di monete, introduzione nello Stato e redenzione di nr.285 bombolette spray di gas paralizzante.

A Cassano nasce un comitato per l’eliminazione delle barriere architettoniche

30/07 Si chiama ''Cassano senza barriere'' ed e' un progetto che punta all' eliminazione delle barriere architettoniche presenti negli edifici pubblici della citta' di Cassano allo Ionio. L' iniziativa, che ha preso il via dal liceo classico ''Lombardi Satriani'', e' stata avviata grazie all' idea lanciata dall' associazione sociale e culturale di volontariato Il Sorriso attraverso la costituzione del comitato Adozione barriera architettonica, con il fine di abolire tutte le barriere. L' organismo e' composto da esponenti del mondo dell'associazionismo, della scuola, imprenditori, tecnici e dal responsabile dell' ufficio tecnico del comune di Cassano. ''Il comitato - ha spiegato Lelia Risole', componente dell' organismo - e' nato con l' intento di sensibilizzare le istituzioni preposte ad abbattere, sfruttando la legislazione vigente, tutte le barriere presenti negli edifici pubblici cittadini e per rendere possibile l' accesso anche alle persone con disabilita' fisica. La scelta di far partire la nostra campagna di sensibilizzazione dal 'Lombardi Satriani' e' simbolica. La scuola e' il luogo deputato alla formazione degli uomini di domani, percio' - ha concluso Risole' - riteniamo che il diritto all' istruzione, alla formazione e all' educazione deve essere garantito a tutti, nessuno escluso''.

Lunardi: “Nessuna tassa. La Salerno-Reggio una superstrada a pagamento”

30/07 ''Occorre fare chiarezza. Ho letto su tutti i giornali che Lunardi vuole pedaggiare le strade statali. Nulla di piu' insensato''. Cosi' il ministro delle Infrastrutture e Trasporti interviene con ''La Repubblica'' sulla questione dei pedaggi sulle autostrade dell'Anas. ''Non siamo di fronte a nessun automatismo tra rete esistente e pedaggio. -spiega il ministro- Non intendo in alcun modo attivare forme di pagamento come se si volesse imporre una tassa. Andremmo contro ogni logica nazionale ed europea''. ''Esistono -continua il ministro Lunardi- delle superstrade pubbliche che possono essere trasformate in autostrade in tempi da vedere, ma comunque non brevissimi. Il completamento della Salerno Reggio sara' ultimato soltanto nel 2008-2009. E oggi sulla superstrada Salerno-Reggio Calabria non si paga pedaggio''. ''La sua ricostruzione -aggiunge Lunardi- ha costi elevatissimi per lo Stato e per i cittadini che pagano le tasse. E' giusto che venga messa a pedaggio come tutte le autostrade''.

Traffico intenso sulla A/3. Due ore di attesa per imbarco a Villa

29/07 Traffico intenso su tutto il tratto calabrese dell'autostrada Salerno-Reggio Calabria. A Villa San Giovanni, inoltre, i tempi di attesa per gli imbarchi vengono stimati dalla polizia stradale in due ore circa. La stradale segnala traffico intenso, ma scorrevole anche sulle strade statali della Calabria ed in particolare nei pressi delle principali localita' turistiche.

Liboni segnalato nei pressi di Rossano

29/07 La presenza di Luciano Liboni, il killer accusato dell' omicidio dell' appuntato Francesco Giorgioni e della sparatoria con la polizia a Roma, e' stato segnalato oggi nei pressi di Rossano, sullo Ionio cosentino. E' stata una telefonata ai carabinieri, secondo quanto si e' appreso, a segnalare la presenza del ricercato. Immediatamente e' scattata una vasta battuta dei militari, condotta anche con l' ausilio di unita' cinofile. Al momento, pero', le ricerche non hanno dato esito.

Viceministro Santelli “Serio allarme per gli ultimi delitti a Cosenza e provincia”

29/07 Gli ultimi cruenti fatti di sangue accaduti nella citta' di Cosenza e in provincia, come quello accaduto a Paola che ha visto l'assassinio di un innocente cittadino mentre si trovava al lavoro, costituiscono un serio allarme''. E' quanto sostiene in una nota il sottosegretario alla giustizia Jole Santelli circa l'omicidio avvenuto ieri a Cosenza. ''E' doveroso riconoscere al ministro Pisanu - ha aggiunto - di aver dimostrato per la Calabria un'attenzione che, purtroppo, spesso negli anni non si e' manifestata. Siamo consapevoli dello sforzo operato dalle forze dell'ordine ed in questo senso, il capo della Criminalpol, prefetto Luigi De Sena, e' impegnato nello sforzo di redigere un progetto speciale ''per la Calabria''. ''Ritengo necessario non sottovalutare - ha concluso Santelli - nell'ambito di tale progetto, il potenziale criminale delle cosche del cosentino, spesso considerate con minore allarme rispetto ad altre organizzazioni del territorio criminale calabrese''.

Belevedere aderisce ad Amnesty International

29/07 Belvedere Marittimo aderisce ad Amnesty International. La giunta comunale, infatti, ha deciso, su proposta dell'assessore alla pubblica istruzione, Oreste Ferraro, di aderire all'associazione internazionale, perche' spiega l'assessore ''in una fase cosi' inquieta della situazione internazionale caratterizzata tra l'altro da un lato da una globalizzazione che invece di estendere i diritti civili dell'occidente europeo a tutto il pianeta, favorisce quei regimi tirannici che svolgono un ruolo di gendarme dell'ordine planetario''. ''Ritengo - ha aggiunto Ferraro - che anche da Belvedere Marittimo possa e debba partire un messaggio di pace, di giustizia sociale e civile e di solidarieta' verso tutti coloro che nel mondo vedono conculcati i diritti fondamentali della persona consacrati nelle carte internazionali''.

Incredibile: I separatisti della Lega chiedono di togliere i caselli alle strade del nord e emtetrli a quelle del sud

29/07 “La Lega non vuole vedere caselli sulle strade del nord mentre aspetta da vent'anni che siano pedaggiate, per una questione di giustizia sociale, la Salerno-Reggio Calabria e quello scandalo delle autostrade siciliane". Lo hanno dichiarato Andrea Gibelli responsabile dei trasporti della Lega Nord, Ugo Parolo e Sergio Rossi. "Se la questione posta dal ministro Lunardi - proseguono i deputati della Lega - si dovesse tradurre nell'ipotesi di una casellizzazione di alcune strade del Nord, ipotesi che porterebbe ad un ulteriore rallentamento del traffico paralizzando l'economia e all'introduzione di un altro balzello, senza alcuna soluzione per la questione prioritaria della realizzazione di nuove arterie, allora non possiamo far altro che esprimere tutta la nostra contrarieta'". "Anche le precisazioni fatte dal ministro Lunardi non chiariscono - concludono i parlamentari - la questione che e' a monte: cioe' a chi e dove queste risorse sarebbero destinate. Secondo il programma della legge obiettivo sulle grandi opere, ribadiamo che le risorse raccolte devono essere finalizzate alla realizzazione delle opere ad alta redditivita'. Questo principio oggettivo indica nelle infrastrutture del Nord la priorita' politica obbligatoria".

Arresti domiciliari ad un giovane trovato con eroina e hascisc

29/07 Un giovane, E.C., di 28 anni, e' stato posto agli arresti domiciliari dai carabinieri della Compagnia di Scalea per detenzione a fine di spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane, originario di Belvedere Marittimo, ma domiciliato a Modena, e' stato trovato in possesso di due grammi di eroina divisa in dosi e mezzo grammo di hascisc.

Approvato dalla Giunta regionale il piano per la legalità 2004

29/07 La Giunta regionale ha approvato la proposta del Piano di programmazione 2004 elaborata dal Comitato regionale per la legalita' istituito con la legge regionale 2/86. La decisione - e' scritto in un comunicato - e' stata adottata dall' esecutivo su richiesta dell' assessore regionale alla Pubblica istruzione, Saverio Zavettieri. ''Il programma - e' detto ancora nella nota - tiene conto delle riforme normative avvenute nelle istituzioni scolastiche ed universitarie, nonche' del piano del diritto allo studio regionale. Gli obiettivi evidenziati riguardano, in particolare, l' istituzione di borse di studio per corsisti impegnati nel master di secondo livello su 'diritti umani e legalita'' programmato e gia' finanziato all' Universita' della Calabria,; il sostegno all' alfabetizzazione in lingua italiana a migranti extracomunitari permanenti, anche in modo transitorio, nel territorio regionale e l' organizzazione di stage lavorativi, in alternativa alla custodia carceraria, per la formazione professionale, di giovani detenuti fino a 25 anni d' eta'''. Nel comunicato si precisa, inoltre, che ''avendo il Comitato completato l' iter per l' assegnazione di contributi alle vittime della mafia, e' prevista anche l' erogazione di contributi alle vittime del servizio e del dovere''. Tra le spese programmatiche, oltre a quelle previste per seminari, convegni, patrocini e altro, - riporta infine la nota - rientrano la realizzazione di un notiziario periodico sulle attivita' di educazione alla legalita' e la pubblicazione, a conclusione della legislatura regionale, del rapporto finale delle attivita' del Comitato regionale per la legalita'.

Incidente frontale a Scalea. Auto esplode e un turista napoletano muore carbonizzato. Altri sette feriti a Praia a Mare.

29/07 Una persona e' morta carbonizzata la notte scorsa in un incidente stradale avvenuto a Scalea, sul Tirreno Cosentino, nel quale un altro uomo e' rimasto gravemente ferito. La vittima dell' incidente e' Francesco Viscido, di 22 anni, di Casalnuovo di Napoli, studente. Il giovane era in vacanza a Tortora. E' un villeggiante anche l' altra persona rimasta ferita. Si tratta di Gianni Lepore, di 29 anni, di Alessandria, che si stava recando in vacanza nella zona di Amantea. Il giovane e' ricoverato nell' ospedale di Praia a Mare in prognosi riservata, ma non sarebbe in pericolo di vita. Ha riportato diverse fratture e contusioni. Le vetture su cui i due giovani viaggiavano, un' Alfa 147 ed una Fiat Punto, si sono scontrate frontalmente sulla statale 280, in un tratto in rettilineo. Quando i carabinieri di una pattuglia della compagnia di Scalea stavano giungendo sul posto hanno visto prima una colonna di fumo e poi un' esplosione. Quindi hanno trovato le due auto incastrate. La ''147'' completamente bruciata e la Punto incastrata nell' altra e gia' in fiamme nella parte anteriore. Per salvare Lepore, rimasto bloccato all' interno della Punto, i carabinieri hanno legato la vettura alla loro auto di servizio con un cavo. Il primo tentativo e' fallito, ma al secondo l' auto e' stata staccata dalla ''147''. I militari hanno quindi spento le fiamme sulla Punto con degli estintori. Lepore e' stato poi estratto dalle lamiere dai vigili del fuoco di Lauria dopo oltre 30 minuti di lavoro. Pochi minuti prima, i carabinieri della stessa pattuglia erano intervenuti per un altro incidente stradale a Praia a Mare. In questo caso i feriti sono sette. Si tratta di ragazzi tra i 18 ed i 20 anni, tutti della zona di Lauria. I sette si erano recati in un locale della costa Tirrenica cosentina e viaggiavano su un' unica auto, una Ford Escort, che si e' scontrata con un' altra vettura per non avere rispettato uno stop. I giovani hanno riportato solo leggere contusioni.

Covello in commissione regionale "sviluppo economico"

28/07 La seconda Commissione consiliare, “Sviluppo economico”, presieduta da Francesco Talarico, ha concluso questo pomeriggio l’odierno programma delle audizioni, con l’intervento del sen. Franco Covello, amministratore unico delle Ferrovie della Calabria. Nel suo intervento, il sen. Covello ha reso nota l’attività di servizio delle Ferrovie della Calabria, “che con i suoi 430 pulmann, treni a vapore, e 12 milioni di chilometri di percorrenza annua in media, copre gran parte dei servizi di trasporto pubblico nella regione”. Covello ha inoltre sottolineato “l’insufficiente numero dei 38 nuovi pulmann assegnato dalla Regione all’azienda, a fronte di esigenze di ammodernamento dei mezzi ben più consistenti”. L’amministratore unico delle Ferrovie della Calabria, inoltre, ha posto all’attenzione della Commissione la necessità del potenziamento dei collegamenti a servizio dell’aeroporto S. Anna di Crotone e l’eventuale realizzazione di una metropolitana leggera che disimpegni il trasporto pubblico lungo l’asse Lametia Terme- Germaneto-Catanzaro. La seconda Commissione si riunirà venerdì prossimo, 30 luglio alle ore 15,00, per esaminare gli oltre 100 emendamenti depositati da vari consiglieri in preparazione della prossima riunione del Consiglio regionale che dovrà affrontare la manovra dell’assestamento di Bilancio 2004.

Ha patteggiato la pena il giovane che tentò di investire gli agenti a Paola

28/07 Ha patteggiato un pena a un anno e due mesi Fabio Poddighe, di 26 anni, di Fuscaldo, che lo scorso lunedi' sera per tentare di sfuggire ai poliziotti che gli stavano perquisendo l' abitazione ne ha ferito dopo aver tentato di investirne un altro con la propria automobile. La sentenza e' stata emessa dal tribunale di Paola che ha giudicato il giovane con rito direttissimo. Poddighe, al quale e' stata sospesa la pena, ha ottenuto la revoca degli arresti domiciliari ed e' stato scarcerato. Al giovane, che aveva reagito in seguito ad una perquisizione nella propria abitazione, dove erano stati trovati un bilancino di precisione e sette schede telefoniche la cui provenienza e' al vaglio degli inquirenti, sono stati contestati i reati di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e danneggiamenti. Non e' stata ritenuta sussistente, invece, l' ipotesi di tentato omicidio dell' agente che aveva tentato di ostacolare la fuga in macchina.

Continuano le audizioni della commissione regionale “Sviluppo economico”

28/07 La seconda Commissione consiliare, “Sviluppo economico”, presieduta da Francesco Talarico, ha proseguito oggi il programma delle audizioni con le forze sociali, economiche, civili e religiose, e con i rappresentanti delle Agenzie di Stampa in vista della discussione sulla manovra di assestamento di Bilancio e sul Documento di programmazione economico-finanziaria della Regione. I rappresentanti delle Agenzie di Stampa (Ansa, Agi, Asca e Adn-Kronos), hanno risposto alle domande dei componenti la seconda Commissione sui contenuti della convenzione con la Giunta regionale e sui motivi della sospensione della fornitura dei servizi di informazione, determinata dalla mancanza di fondi. Il dott. Luigi Bulotta, dirigente della Regione e responsabile del servizio informazione, ha comunicato che la Giunta regionale ha già approvato una variazione di bilancio per un importo di 500 mila euro per garantire la copertura dei servizi almeno fino alla conclusione di quest’anno. Successivamente, la Commissione ha ascoltato gli orientamenti dei rappresentanti della Confindustria calabrese, Marrazzo, e del Cna, Leone, in ordine agli obiettivi di crescita e di sviluppo economico stimolati dal Dpef, di cui le imprese devono tenere conto. Infine, è stato ascoltato mons. Giuseppe Caruso, della Curia arcivescovile di Reggio Calabria, il quale ha reso noto alla Commissione della mancata erogazione di un contributo finanziario del 2002 per lavori di ristrutturazione che hanno interessato il Seminario arcivescovile Pio XI di Regio Calabria. La seconda Commissione ha aggiornato i propri lavori alle ore 16,00 odierne, con la programmata audizione dell’on. Franco Covello, presidente delle Ferrovie della Calabria .

Convocato per il 3 agosto il Consiglio regionale. Tra i punti crisi Intersiel e situazione ai Laghi di Sibari

28/07 Tornerà a riunirsi, martedi prossimo, 3 agosto, alle ore 11.00, il Consiglio regionale, convocato dal Presidente Luigi Fedele.Particolarmente nutrito, l’ordine del giorno è articolato in dodici punti:
1) Proposta di provvedimento amministrativo n. 300/7^ di iniziativa dell’Ufficio di Presidenza, recante: “Assestamento bilancio Consiglio regionale anno 2004” (Relatore: Rizza);
2) Proposta di provvedimento amministrativo n. 276/7^ di iniziativa della Giunta regionale, recante: “L.R. 26 febbraio 2003, n. 2, art. 5 – Approvazione schema di Regolamento regionale” (Relatore: Talarico);
3) Proposta di provvedimento amministrativo n. 277/7^ di iniziativa della Giunta regionale, recante: “L.R. 26 febbraio 2003, n. 2, art. 5, comma 3 – Adozione marchio tipo identificativo del sistema calabrese di B&B” (Relatore: Talarico);
4) Progetto di legge n. 427/7^ di iniziativa popolare, recante: “Istituzione dei distretti rurali e agroalimentari di qualità – Istituzione del distretto agroalimentare di qualità di Sibari”;
5) Progetto di legge n. 130/7^ di iniziativa del Consigliere Dima, recante: “Azioni a sostegno di uno sviluppo dell’economia ittica della Calabria compatibile con l’obiettivo di valorizzazione della fascia costiera marina. Abrogazione legge regionale 25 maggio 1987, n. 16”;
6) Progetto di legge n. 413/7^ di iniziativa della Giunta regionale, recante: “Norme per la salvaguardia del cedro di Calabria e per l’istituzione del Consorzio per la tutela del cedro”;
7) Progetto di legge n. 435/7^ di iniziativa della Giunta regionale, recante: “Legge forestale della Regione Calabria” (ex art. 67 Regolamento);
8) Progetto di legge n. 364/7^ di iniziativa del Consigliere Occhiuto, recante: “Incentivi alla residenzialità dei giovani laureati. Per lo sviluppo in Calabria dell’economia della conoscenza” (Relatori: Occhiuto e Chiarella);
9) Ordine del giorno del Consigliere Tommasi: “Sulla situazione di criticità in cui si trova il porto turistico Laghi di Sibari”;
10) Ordine del giorno del Consigliere Chiarella: “In ordine ai lavori di ammodernamento del tratto calabrese dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria”;
11) Ordine del giorno del Consigliere Leone ed altri: “Sulla riassegnazione, giusto parere del Consiglio di Stato 547/99, delle Aree di servizio per la distribuzione di carburanti poste sull’autostrada Salerno-Reggio Calabria”;
12) Ordine del giorno del Consigliere Chiarella: “Sulla crisi imprenditoriale che ha coinvolto numerose aziende calabresi tra cui la Intersiel S.p.A.”.

Fissata la data della Giunta regionale per le elezioni

28/07 La Giunta per le elezioni, presieduta da Giuseppe Napoli, si riunirà martedì 3 agosto, alle ore 10.00, presso l’Aula delle Commissioni del Consiglio regionale. Lo rende noto lo stesso presidente Napoli comunicando che all’ordine del giorno dei lavori compare “l’esame delle condizioni di incompatibilità dei consiglieri regionali Talarico Francesco e Galati Francesco nominati assessori della Provincia di Catanzaro”.

Lettera del Presidente Fedele al presidente regionale del Coni per le sue dimissioni a Reggio

28/07 Il presidente del Consiglio regionale, Luigi Fedele, ha scritto una lettera - che riportiamo nella sua stesura integrale - al presidente regionale del Coni, Mimmo Praticò, dopo le sue dimissioni da assessore allo sport del Comune di Reggio.
“Sento il dovere, nella mia qualità di presidente del Consiglio regionale, di esprimere un sincero ringraziamento all’amico Mimmo Praticò, che ha deciso di lasciare la Giunta comunale e Palazzo San Giorgio, uscendo dall’esecutivo a testa alta e con la signorilità che gli appartiene da sempre.
In un Paese in cui le dimissioni sono un istituto sempre più raro, Mimmo Praticò, assessore tecnico della Giunta Scopelliti, ha dimostrato di essere un uomo in controtendenza, volendo ribadire quei valori di pieno rispetto alle istituzioni, senza rinunciare al suo ruolo di uomo di sport e di vita.
E’ stato molto bello che abbia chiuso l’esperienza di assessore, ma non il rapporto con l’amministrazione comunale, dichiarando apertamente la sua disponibilità a collaborare- per quanto di sua competenza - con la stessa amministrazione, come del resto fa da sempre con le altre istituzioni, compreso il Consiglio regionale.
Al di là, quindi, del vincolo proprio di un rapporto politico, Praticò, anche nella sua qualità di massimo responsabile dello sport calabrese, farà sentire la sua presenza fattiva per il suo ruolo di Presidente del Coni.
Per questo, auspico all’amico Mimmo Praticò sempre maggiori successi nel campo della sua attività di dirigente sportivo, con la consapevolezza che dai suoi successi ne trarrà vantaggio tutta la Calabria”.

Brevi di cronaca

28/07 I Carabinieri di Cosenza hanno arrestato Cesare D'Elia di 20 anni, per non averlo trovato nella dimora in cui era sottoposto a detenzione domiciliare. A Castrolibero i militari della locale stazione hanno tratto in arresto, Giovanni Giannone, di 35 anni, in ottemperanza ad un ordine di carcerazione emesso dal Magistrato di Sorveglianza presso il Tribunale di Cosenza, dovendo espiare una condanna di otto mesi di reclusione, per resistenza a Pubblico Ufficiale .A Corigliano il Personale della locale Stazione dei Carabinieri ha tratto in arresto Francesco Maiolino, di 46 anni, pregiudicato, in ottemperanza ad un ordine di esecuzione di pena detentiva emesso dalla Procura della Repubblica di Rossano, dovendo scontare due anni e nove mesi nove di reclusione per bancarotta fraudolenta aggravata ed evasione.

Il Comune di Castrovillari stabilizza i lavoratori LPU-LSU

27/07 I trenta lavoratori Lsu ed Lpu in forza al Comune di Castrovillari, ed utilizzati nei servizi sociali, potrebbero trovare stabilizzazione all'interno di una municipalizzata con presenza di soggetti privati. E' quanto emerso nel corso di un incontro tra l'amministrazione comunale ed il sindacato. Dalla riunione e' emerso la possibilita' e volonta' dell'Ente di attivare i necessari percorsi tecnici - amministrativi al fine di definire questa problematica, mantenendo fede al protocollo d'intesa sottoscritto il 30 dicembre scorso con il quale si e' iniziata la fase di stabilizzazione. A tal fine e' stato dato mandato al direttore generale del comune di predisporre tutti gli atti da esaminare collegialmente entro il prossimo 15 settembre, con la preparazione di un protocollo di convenzione per chiarire la tipologia degli interventi nel sociale e le caratteristiche dei soci privati che saranno scelti con una manifestazione di interesse pubblico.

A Paola tenta di investire un agente e poi ne aggredisce altri sei: arrestato

27/07 Prima avrebbe tentato di investire un poliziotto con la propria auto e poi ha aggredito altri sei agenti colpendoli con pugni e calci: protagonista della vicenda un giovane di 26 anni di Fuscaldo, Fabio Poddighe, che e' stato arrestato con le accuse di tentato omicidio, resistenza e violenza a pubblico ufficiale e danneggiamento. La sorella e la fidanzata del giovane, rispettivamente di 20 e 18 anni, sono state denunciate in stato di liberta' per lesioni. Gli agenti del nucleo anticrimine si erano recati nell'abitazione di Poddighe per una perquisizione, trovandovi solo il padre del giovane. Quando i poliziotti stavano ultimando il loro lavoro e' arrivato il giovane a bordo della sua auto. Entrato in casa, alla vista degli agenti, secondo quanto e' stato riferito, ha dato segni di nervosismo ed alla richiesta dei documenti si e' gettato dal balcone al primo piano dell'abitazione salendo nuovamente in auto e allontanandosi. Un agente ha tentato di intimargli l'alt ma sarebbe stato costretto a gettarsi a terra per evitare di essere investito. Quando la sua auto e' stata bloccata da un'altra pattuglia della polizia, Poddighe e' fuggito a piedi. Quindi ha colpito gli agenti che di volta in volta lo raggiungevano. Anche le due ragazze, secondo quanto e' stato riferito, lo avrebbero aiutato. Prima di essere ammanettato, l'uomo ha anche danneggiato una macchina della polizia.

Nuovi appalti dell’ANAS per 1.373 miliardi di euro sulla A/3

27/07 Al via appalti sull’autostrada A3 per 1,373 miliardi di euro. Il consiglio di amministrazione dell’Anas Spa, in una seduta fiume, ha approvato 4 progetti relativi alla Salerno-Reggio Calabria: il macrolotto Padula-Lauria Nord (30 km), destinato a risolvere l’annoso problema del nodo di Lagonegro, il lotto di completamento Spezzano Terme-Tarsia (3,6 km), e i due lotti rescissi tra Salerno e S. Mango (5,5 km) e tra Lamezia Terme e il Ponte sul Torrente Randace (11 km). Il cda della Società delle Strade ha anche approvato il bando di gara del macrolotto Altilia-Falerna (18,5 km per un importo di 445 milioni di euro), che sarà pubblicato su una delle prossime Gazzette Ufficiali. Tra le novità previste nel bando, figura l’attribuzione di un punteggio maggiore alle società che presenteranno programmi di lavoro che prevedono due o più turni di lavoro (compresi i turni notturni).
Il macrolotto Padula-Lauria Nord
Via libera del Cda dell’Anas al progetto definitivo del macrolotto della A3 che va dal km 108 (viadotto sul Calore) subito dopo lo svincolo di Padula, al km 139 svincolo di Lauria Nord incluso (Tronco 1° Tratto 7° Lotti 1–2–3–4–5), da realizzarsi nei comuni di Casalbuono, Montesano sulla Marcellana, Lagonegro, Nemoli, Rivello e Lauria (provincie di Salerno e Potenza). Nei prossimi giorni l’Anas avvierà l’iter per l’acquisizione dei finanziamenti da parte del CIPE e a seguito del perfezionamento degli stessi si procederà ad appaltare i lavori mediante ricorso ad affidamento a Contraente Generale.
Lo sviluppo complessivo dell'intervento è di circa 30 Km. Tra le opere d'arte principali si evidenziano per il lotto 1° il viadotto Torretta e la galleria Casalbuono, per il lotto 2° il viadotto Noce e la galleria Tempa Ospedale, per il lotto 3° la galleria Renazza, per i lotti 4° e 5° il viadotto Pecorone, il viadotto Serra e le gallerie Taggine e Sirino.
L'importo complessivo dell'opera ammonta a € 1.038.986.876,15. Il tempo per l'esecuzione delle opere è stimato in giorni 1500, comprensivo di 150 giorni per la redazione della progettazione esecutiva.
Tratto Spezzano Terme-Tarsia
Disco verde al progetto definitivo per l’appalto integrato del tratto Spezzano Terme-Tarsia della Salerno-Reggio Calabria (Tronco 2° - Tratto 4° - Lotto 3° - 1° e 2° Stralcio).
Il tracciato è lungo m. 3.626,46 per la carreggiata nord diretta a Salerno e m. 3.642,62 per quella diretta a Reggio Calabria, e rappresenta una parte del tratto autostradale compreso tra lo svincolo di Spezzano Terme a nord e di Tarsia a sud ed interessa i Comuni di Tarsia e San Marco Argentano ricadenti nella provincia di Cosenza.
Tra le opere d'arte principali, sono previste: una galleria naturale (Serra dell’Ospedale) ed una artificiale (in sola carreggiata nord) e il viadotto Macchia La Tavola.
L’Anas provvederà a mezzo licitazione privata a termini abbreviati, mediante l'offerta economicamente più vantaggiosa, con procedura d'urgenza, al relativo appalto integrato per la progettazione esecutiva, la redazione del piano di sicurezza e coordinamento e l’esecuzione dei lavori.
L'importo complessivo del progetto ammonta a €150.122.702,84. Il finanziamento dell’opera è previsto mediante i fondi straordinari CIPE. Il tempo contrattuale complessivo è pari a 1050 giorni, comprensivi di 90 giorni per la redazione della progettazione esecutiva e del piano di sicurezza e coordinamento.
L’Anas riappalta i lotti rescissi
Il Cda dell’Anas ha anche approvato i progetti esecutivi di due lotti della Salerno-Reggio Calabria che erano stati rescissi.
Salerno-S. Mango (Tronco 1° - Tratto 1° - Lotto 1° - Stralcio 2° - 2°.1). Il tracciato inizia in corrispondenza dell’innesto per Avellino e termina in corrispondenza dello svincolo di S. Mango Piemonte, e attraversa i comuni di Salerno e S. Mango Piemonte. Lo sviluppo dell’intervento è di circa 5,5 Km. Il progetto esecutivo si è reso necessario per poter riappaltare i lavori non completati a causa della rescissione del contratto. L’Anas procederà all'appalto delle opere mediante licitazione privata a termini abbreviati con procedura di urgenza da esperirsi a cura della Direzione Generale. L'importo complessivo del progetto risulta pari ad € 126.352.082,92. Il tempo per l’ultimazione dei lavori è previsto in 900 giorni. Al finanziamento dell'opera si provvederà mediante impegno di spesa a gravare sui fondi del Piano Triennale ANAS 2002-2004. Dal progetto è stato stralciato lo svincolo di S. Mango, oggetto di apposita progettazione per la quale è stata chiesta l’indizione di una Conferenza di Servizi; acquisiti i pareri necessari, si procederà all’appalto dell’opera.
Lamezia Terme-Ponte sul torrente Randace (Tronco 3° - Tratto 1° - Lotto 3° - Stralcio 2°). Il tracciato si sviluppa tra lo svincolo di Lamezia Terme ed il ponte sul Torrente Randace con una lunghezza complessiva di circa 11 km. Il progetto esecutivo si è reso necessario per poter riappaltare i lavori non completati a causa della rescissione del contratto. L’Anas procedera all'appalto delle opere mediante licitazione privata da esperirsi a cura della Direzione Generale. L'importo complessivo del progetto risulta pari ad € 58.282.741,10. Il tempo per l’ultimazione dei lavori è previsto in 730 giorni. Al finanziamento dell'opera si provvederà mediante residui di fondi CIPE (delibere 70/98, 4/99, 84/00).

Incendiata un baracca con del materiale edile a Cosenza

27/07 Una baracca contenente materiale edile di proprieta' di un' impresa impegnata in lavori di ristrutturazione di alloggi popolari e' stata incendiata la notte scorsa a Cosenza. Il fatto e' accaduto in via Mattia Preti. L' impresa e'
impegnata nella zona in alcuni lavori.

Notizie di cronaca dalla provincia

27/07 Tre persone sono state arrestate dai carabinieri del Comando provinciale di Cosenza in due distinte operazioni. A Castrolibero i militari, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura di Cosenza, hanno arrestato Lorenzo Longo, di 62 anni, perche' condannato alla pena di due anni di reclusione per fallimento. A Praia a Mare, invece, i carabinieri di Scalea hanno bloccato Gennaro Cirillo, di 36 anni, e Lorenza Visco, di 33 anni, entrambi di Napoli, per rapina e danneggiamento.

Abbattuto un eucalipto di 260 anni a Rossano

27/07 Un albero d'eucalipto della circonferenza di circa quattro metri, con 260 anni di vita, e' stato abbattuto stamane a Rossano. L'albero era sulla strada principale che porta al lido rossanese e, secondo gli amministratori del comune consentino, intralciava l'accesso ad una zona recentemente lottizzata. Contro la rimozione dell'albero da alcuni giorni erano in corso le proteste del Wwf e del Sindacato dei Cobas. Stamane il Segretario provinciale dei Cobas, Pietro Altavilla, si e' legato con una grossa corda all'albero da abbattere. La protesta si e' poi conclusa all'arrivo della polizia municipale. Il Presidente del Wwf Calabria, Fabio Menin, ritiene che, dopo la rimozione dell'albero, i componenti della giunta di Rossano si debbano dimettere. ''Purtroppo non c'e' stata nessuna possibilita' - ha detto il sindaco di Rossano, Orazio Longo - di salvare l'albero. Prima di procedere alla rimozione pero' abbiamo provveduto ad ottenere il parere del Corpo Forestale dello Stato nel quale si evince che l'albero non rientrava tra le specie protette. C'e' da considerare infine che quell'albero era malato ed era seriamente a rischio che potesse cascare da un momento all'altro''.


Per le notizie dal 19 al 26 luglio premi qui, dal 10 al 18 luglio premi qui, dal 6 al 9 luglio premi qui, dal 2 al 5 luglio premi qui, dal 29 giugno al 1 luglio premi qui, dal 24 al 28 giugno premi qui, dal 20 al 23 giugno premi qui, dal 11 al 19 giugno premi qui, dal 6 al 10 giugno premi qui, dal 1 al 5 giugno premi qui, dal 28 al 31 maggio premi qui, dal 23 al 27 maggio premi qui, dal 18 al 22 maggio premi qui, dal 13 al 17 maggio premi qui, dal 8 al 13 maggio premi qui, dal 3 al 7 maggio premi qui, dal 28 aprile al 2 maggio premi qui, dal 24 al 28 aprile premi qui, dal 18 al 23 aprile premi qui, dal 10 al 17 aprile premi qui, dal 5 al 9 aprile premi qui, dal 31 marzo al 4 aprile premi qui, dal 24 al 30 marzo premi qui, dal 19 al 23 marzo premi qui, dal 12 al 18 marzo premi qui, dal 8 al 11 marzo premi qui, dal 1 al 7 marzo premi qui

Per le notizie di febbraio premi qui

Home . Cronaca . Università . Sport . Politica . Link . Cultura . Spettacoli . Calcio . Forum . Meteo .

Copyright © 2005-2011 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Reg. Trib. CS n.713 del 28/01/2004
Tutti i dati e le immagini presenti sul sito sono tutelati dalla legge sul copyright
Il loro uso e' consentito soltanto previa autorizzazione scritta dell'editore

ShinyStat

Per una migliore visualizzazione del portale si consiglia uan risoluzione di 800x600 punti