HOME, Torna alla pagina Indice
Citta' di Cosenza , Torna alla pagina Indice
Dir.resp. Pippo Gatto
Home . Cronaca . Università . Sport . Politica . Link . Cultura . Spettacoli . Calcio . Forum . Meteo .
Hinterland
 Rende
 Castrolibero
 Castiglione
 Servizi on Line
 Segnala i problemi 
 Famacie di Turno 
 Gare e Appalti 
 Bandi e Concorsi 
 Cinema 
 Scrivi alla Redazione 


 
 Turismo
 I Monumenti
 Mappa dell'Hinterland
 Centro Storico
 Notizie per i visitatori
 Rubriche
 Alimentazione
 Ambiente
 Attualità/Cronaca
 Consumatori
 Cronaca Rosa e Gossip
 Cultura
 Diritti del Cittadino
 Economia e Finanza
 Innovazione e Tecnologia
 Politica e Sociale
 Servizi Speciali e Dossier
 Sindacati
 Spettacoli
 Sport
 Partecipativi
 Chat
 Forum
 Scienza
 Informatica
 Innovazione
 Scienza
 Associazioni
 Salute
 Prevenzione
 Sanità e Salute
 Scuola e Giovani
 Scuola
 Musica
 Università




Previsioni: Epson Meteo

    Condividi su Facebook

Notizie di cronaca

 

Summit delle Regioni sulle navi dei veleni: “Il Governo bonifichi tutti i relitti nel Mediterraneo”. Ass. Greco “basta con i silenzi”

23 set 09 Trovare tutte le ‘navi dei veleni’ e bonificarle dai rifiuti nocivi, affondati nel Mediterraneo, è di primario interesse nazionale e per questo deve occuparsene subito la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Questa richiesta è partita dalla “Commissione ambiente e protezione civile” degli assessori regionali, coordinata da Silvio Greco, che si è riunita oggi presso la Delegazione di Roma della Regione Calabria. Nell’incontro tutti i rappresentanti regionali, all’unanimità, hanno concordato che dopo la scoperta della nave affondata dalla ‘ndrangheta davanti alle coste di Cetraro (Cs) si è aperta una questione nazionale: quella sia di fare piena luce sul traffico criminale di rifiuti tossici, nocivi e radioattivi smaltiti in tutto il Mediterraneo, sia di intervenire per bonificare i relitti. Per questo gli assessori hanno chiesto al presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, di inserire la questione nell’agenda del confronto con il Governo e di attivarsi per fissare un rapido incontro con il Ministro dell’Ambiente. Il problema, dunque, hanno scritto nel documento approvato dalla “Commissione ambiente e protezione civile” delle Regioni, non è dei territori rivieraschi, ma dell’Italia intera. “E’ chiaro –ha dichiarato l’assessore all’ambiente della Calabria, Silvio Greco- che i traffici illeciti di rifiuti hanno una filiera lunghissima di responsabilità, che attraversa territori e confini. La cosa di cui ho paura è il silenzio che abbiamo riscontrato su questa vicenda. Il ritrovamento della nave a Cetraro dimostra che il pentito di ‘ndrangheta Francesco Fonti aveva detto la verità ed indicato la localizzazione esatta del relitto, già molti anni fa, ma lo Stato non si era mosso. Il mafioso si è autoaccusato dell’affondamento di altre due navi dei veleni –ha continuato Greco- ed allora perché non si stanno già cercando anche quelle? La domanda, non è retorica, se la sono posta oggi tutti gli assessori, perché queste bombe ecologiche si possono trovare ovunque”. Anche l’intervento della nave Asprea dell’Ispra, per effettuare rilevamenti sui campioni marini e degli inquinanti contenuti nei bidoni della stiva di quella che ormai sembra essere la nave fantasma Cunski, agli assessori regionali non sembra risolutore. “Dobbiamo forzare il Governo ad una decisione, che coinvolga anche l’Unione Europea –ha concluso Greco-, perché è l’intero Mediterraneo, dall’Adriatico al Tirreno dal Canale di Sicilia all’Egeo, ad essere coinvolto nell’inabissamento delle navi dei veleni, che potrebbero essere una trentina”. Per Vincenzo Santochirico, assessore della Regione Basilicata, il Governo deve intervenire immediatamente perché la situazione del Tirreno non deve rimanere irrisolta, in quanto si rischia di creare un dannosissimo effetto di sfiducia, anche psicologica, che potrebbe portare al blocco di importanti attività economiche come la pesca ed il turismo. “Adesso –ha concluso Greco- non ci sono rischi diretti sui cittadini, perché la nave di Cetraro è lontana dalla costa ed ad una certa profondità, ma soprattutto dalle immagini del robot sottomarino sembra che i bidoni siano ancora intatti. Ma è una corsa contro il tempo e bisogna far presto la bonifica”.

 

Cerca con nell'intero giornale:

-- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca e Attualità "

 

Home . Cronaca . Università . Sport . Politica . Link . Cultura . Spettacoli . Calcio . Forum . Meteo .

Copyright © dal 2004 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Reg. Trib. CS n.713 del 28/01/2004
Tutti i dati e le immagini presenti sul sito sono tutelati dalla legge sul copyright
Il loro uso e' consentito soltanto previa autorizzazione scritta dell'editore

Per una migliore visualizzazione del portale si consiglia uan risoluzione di 800x600 punti