NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Il 1 aprile presentazione statue di Gallo e spettacolo di Cauteruccio in Piazza Bilotti

     

     

    Il 1 aprile presentazione statue di Gallo e spettacolo di Cauteruccio in Piazza Bilotti

    29 mar 17 Nell’idea dell’artista Giuseppe Gallo, i suoi 12 Filosofi guerrieri che campeggiano su piazza Bilotti “sono figli di queste nostre montagne aspre, di una terra disgraziata ma naturalmente colta, dove la Cultura si è persa, cancellata da terremoti e alluvioni. Eppure questa è una fortuna, la fortuna di trovarsi di fronte a panorami di siffatta ispirazione”. L’ispirazione delle opere installate nel centro urbano di Cosenza nasce dalla contaminazione tra sibariti e bruzi e, non a caso, in mezzo a loro spuntano anche un lupo e un toro sibarita. “E’ lì, fino a Sibari, che il Crati arriva: queste statue monumentali ricordano proprio il legame forte di un territorio che si sviluppa lungo le vie dell’acqua”. In occasione della presentazione ufficiale delle installazioni sulla piazza, sabato 1 aprile alle 19, l’Amministrazione comunale ha organizzato “La notte elettrica dei filosofi guerrieri”, momento collettivo in cui l’arte si fonderà ‘tra’ e ‘sulla’ gente: dopo la “simbolica” scopertura dei 12 drappi, con il sindaco Mario Occhiuto e l’artista Giuseppe Gallo, il cielo di questo spazio di aggregazione da cui parte il lungo Museo all’aperto Bilotti sarà illuminato dai raggi laser di uno spettacolo imperdibile. “La notte elettrica dei Filosofi guerrieri” si intitola infatti la performance firmata dal maestro Giancarlo Cauteruccio, omaggio alla città e alle opere che prendono vita fra le persone. Contestualmente, la società Quick Parking Bilotti attiverà il parcheggio sottostante.

    L'opera. Filosofi Guerrieri
    L’opera di Giuseppe Gallo Filosofi guerrieri ad ornamento di piazza Bilotti, a Cosenza, rappresenta il punto di partenza del Museo all’Aperto Bilotti nonché parte significativa del riqualificato centro cittadino. La scultura è composta da dodici grandi figure in corten che riassumono l’archetipo della natura umana inteso come dualismo tra istinto e utopia/ragione, concetto che caratterizza da sempre il lavoro dell’artista. In ciascuna silhouette tale dualismo viene risolto mediante il dinamismo esercitato dalla posizione dei piedi in torsione che evoca l’istante che precede l’inizio della danza, contrapposto alla staticità del capo, chinato verso il petto, che richiama la figura del filosofo nell’atto di pensare. In questo modo, le sculture vibrano incessantemente tra la concentrazione massima dell’attesa e la potenzialità che precede l'azione. Giuseppe Gallo inserisce ulteriori simboli di tale dualismo estrapolandoli dalla cultura calabrese, ad esempio il lupo della Sila e il toro sibaritide, rappresentato nell’atto di volgersi all’indietro. Questo toro, che nella cultura della Magna Grecia rappresentava la forza creatrice e la rinascita, per Gallo rappresenta la natura che si inchina all’uomo come esortazione a non abbandonare il proprio lato animale bensì ad abbracciarlo. Il lupo della Sila incarna le energie istintuali che l’artista associa al lato selvaggio e bellicoso dei Bruzi, in contrapposizione al toro retrospiciente quale simbolo della civiltà e raffinatezza dei Sibariti. Altro elemento legato alla natura presente nell’opera di Gallo è l’albero della vita archetipo ricorrente nelle varie religioni e culture. Secondo l’artista, solo osservando la natura l’uomo può riscoprire e liberare la propria energia vitale. Gallo utilizza anche il linguaggio numerico: dodici sono le sculture, divise in gruppi di tre, tre (+ uno) e cinque. Il Dodici indica la ricomposizione della totalità originaria, la conclusione di un ciclo compiuto. Sul cerchio sorretto da cinque filosofi sono incisi i nomi di alcune popolazioni che abitano e abitarono la Calabria per molti secoli a dimostrazione della diversità e la ricchezza culturale della regione: gli Arbëreshë (i cosiddetti Albanesi d’Italia), gli Occitani (provenienti dall’area franco-piemontese), i Valdesi (fedeli del Valdismo), i Grecanici (comunità ellenofona che vive a Bovesìa) e i Bruzi.

     

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- > Guarda l'indice delle notizie su: "Area Urbana di Cosenza"

     

     
Pubblicità

VotoElezioni 2014: -- Regionali - dati definitivi --- Preferenze definitive Cosenza --- i Consiglieri regionali eletti

Elezioni 2013: --- Camera gli eletti in Calabria --- Senato gli eletti in Calabria --- Dati definitivi Senato --- Dati definitivi Camera --- Proiezioni e Affluenze

Elezioni 2012: --- Cassano Ionio (sindaco e seggi), Castrovillari (sidnaco e seggi), Paola (sindaco e seggi) -- Catanzaro (89 su 90) -- Palmi (sindaco e seggi) --- (CS) Eletti sindaci in provincia di Cosenza --- (CZ) provincia Catanzaro --- (KR) Cirò e Roccabernarda--- (RC) provincia di Reggio Calabria --- (VV) provincia di Vibo Valentia

VotoElezioni 2011: Tutti i candidati --- Tutti i sindaci in Calabria --- Elenco scrutatori a Cosenza --- I voti di tutti i candidati Cosenza --- I voti di tutti i candidati Reggio Calabria --- Video Beppe Grillo --- Video Bersani

I dati definitivi dei ballottaggi con seggi ed eletti: Cosenza - Crotone - San Giovanni in Fiore - Provincia Reggio Calabria -

I dati del primo turno di tutti i Comuni della Calabria : Crotone - Reggio Calabria eletti - Catanzaro eletti - Cosenza eletti - Vibo Valentia - Provinciali: -Reggio Calabria --- Tutte le affluenze --- -

Elezioni/ballottaggi: --- Occhiuto strappa la rossa Cosenza "Sarò Sindaco di tutti". Dal c/sinistra accuse di trasversalismo --- Paolini "Rispetto esito elezioni" --- Occhiuto "Sarò Sindaco della riconciliazione" --- Scopelliti ai festeggiamenti di Occhiuto - Chiusi seggi --- Tutte le affluenze in Calabria

 

 


    Facebook
 Ultime

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home .Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore