NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Il Telesio di Cosenza è il Liceo Classico con il più alto numero d'iscritti in Italia

     

     

    Il Telesio di Cosenza è il Liceo Classico con il più alto numero d'iscritti in Italia

    25 feb 17 Il Liceo Classico con il più alto numero di iscritti percentuali per l'anno scolastico 2017/18 in Italia è a Cosenza. Si tratta dello storico Liceo Telesio che nei suoi oltre 150 anni di storia ha formato una classe dirigente che ha dato lustro alla Calabria nel mondo. Sui banchi del Telesio si sono formate generazioni di politici, intellettuali e di professionisti che hanno segnato la storia del nostro Paese. Tra loro Fausto Gullo, ex Ministro dell'Agricoltura e Ministro di Grazia e Giustizia, Riccardo Misasi ex Ministro della Pubblica Istruzione, Giacomo Mancini già Ministro della Sanità e dei Lavori Pubblici. Il dato è stato illustrato in una affollata conferenza stampa, presentata dalla giornalista Barbara Marchio, dal Dirigente Scolastico del Liceo, ing. Antonio Iaconianni ed è stato commentato dal dott. Eugenio Facciolla, Procuratore Capo della Repubblica di Castrovillari e dal prorettore dell'Università della Calabria, prof. Luigino Filice. Iaconianni si è soffermato sui numeri partendo dal dato nazionale che vede il Liceo Classico al 6,6% con un incremento dello 0,5% rispetto all'anno precedente. Si è quindi analizzato il dato che vede il Telesio al 23% di iscritti su base cittadina ed addirittura all'11% su base provinciale, con una crescita esponenziale della scuola in questi ultimi quattro anni. Il Dirigente ha, poi, evidenziato come sia estremamente positivo anche il dato dei due indirizzi presenti, oltre all'indirizzo di ordinamento: il Liceo Cambridge che vede una crescita esponenziale da 27 a 46 studenti ed il Liceo Classico Europeo che passa dai 52 studenti del 2013/2014 ai 181 di oggi. Numeri che letti insieme fanno del Liceo classico 'Telesio' una scuola in controtendenza rispetto al territorio nazionale.

    Il procuratore della Repubblica di Castrovillari Eugenio Facciolla

    «E' un dato che fa enormemente piacere -ha commentato il Procuratore Eugenio Facciolla- soprattutto perchè riscontrato in Calabria. Il dato non è solo di Cosenza ma anche nella mia zona operativa (Castrovillari-Pollino-Sibaritide) che si registra questo trend positivo. Il dato è significativo perchè sappiamo bene che l'illegalità si nutre di non cultura e ignoranza. Negli ultimi decenni abbiamo avuto un ritardo in questo ed oggi scontiamo la mancanza di presa d'atto di questo segnale importante su quelle che sono oggi le classi dominanti dirigenziali eonomieche e politiche in generale nel paese e nel caso specifico in Calabria. L'illegalità rimane il primo problema d aaffrontare nella nostra regione. Si parla tanto di industrializzazione ed investimenti, di fondi di contribuzione e comunitari però si trascura ancora il dato che abbiamo sacche di ignoranza e di scarsa scolarizzazione che non è soltanto negli alunni delle scuole dell'obbligo ma soprattutto nelle scuole superiori. Mi dispiace constatare molte volte anche nei Licei. Negli ultimi anni la tendenza è staat quelal di promuovere ed aiutare a tuttii costi e formare magari diplomati, dare maturità classica e scientifica che non era dovuta per una formazione ed il tipo di studio che si faceva in quelle scuole.»

    il Dirigente Iaconianni relaziona sui dati

    «Questi numeri -ha spiegato Iaconianni- sono certamente per noi tutti motivo di orgoglio: vengono ripagati i nostri quotidiani sacrifici a servizio delle famiglie e degli studenti che ci hanno dato il privilegio della loro preferenza. Sentiamo forte questa responsabilità e "la squadra del Telesio", come mi piace chiamarla, fatta di docenti, di personale ATA, di un ottimo ufficio di segreteria, è la forza di questo nostro successo. E' la scuola - ha continuato il Dirigente - che, nel rispetto delle regole che restano alla base della nostra convivenza civile e del successo di ogni nostra iniziativa, cerca di coniugare quotidianamente tradizione ed innovazione. Sono la modernità e la serietà del nostro Classico il segreto di questo nostro successo. Ho voluto accanto a me a commentare questo importante dato un magistrato, il dott. Facciolla, ed un docente universitario, il prof. Filice, sicuramente scelte non casuali. Il magistrato perché penso sia importante sottolineare che questo straordinario dato venga dalla Calabria, la regione per tanti versi ultima in Europa, terra di forte incidenza criminale, terra di disoccupazione, di forti contraddizioni. I nostri numeri sono in questo contesto segno di speranza! I cittadini calabresi, le famiglie di Calabria, scelgono di investire sulla formazione e sulla cultura anche come occasione di riscatto e di crescita per questa terra e per i figli di questa terra. Si è forse capito che il vero cambiamento è possibile solo se si investirà concretamente su una seria e profonda formazione delle giovani generazioni! I nostri numeri li voglio leggere in questa direzione e mi sembrano proprio un buon segnale! E poi un docente universitario - ha continuato il Dirigente - nell'autorevole figura del prorettore dell'Università della Calabria, perché in questi ultimi anni è nato dall'Accademia un dibattito nazionale, per molti aspetti privo di contenuti rilevanti, tra Classico si/Classico no: quindi oggi è il mondo universitario che si confronta su questo dato e propone una riflessione che auspico abbia eco nazionale. Emerge, da questa terra, un dato incontrovertibile: Classico si ed il mondo universitario non può più ignorare questo dato, finalmente tanto positivo! Auguri allora - ha concluso il Dirigente - alla nostra scuola, ma particolarmente alla nostra città ed alla nostra terra di Calabria. Che da questo dato di sicura rilevanza nazionale possa nascere una Calabria nuova, più forte, più autorevole e che investa seriamente sulle giovani generazioni che sono la vera speranza per il riscatto del meridione tutto!»

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- > Guarda l'indice delle notizie su: "Area Urbana di Cosenza"

     

     
Pubblicità
Elezioni

VotoElezioni 2014: -- Regionali - dati definitivi --- Preferenze definitive Cosenza --- i Consiglieri regionali eletti

Elezioni 2013: --- Camera gli eletti in Calabria --- Senato gli eletti in Calabria --- Dati definitivi Senato --- Dati definitivi Camera --- Proiezioni e Affluenze

Elezioni 2012: --- Cassano Ionio (sindaco e seggi), Castrovillari (sidnaco e seggi), Paola (sindaco e seggi) -- Catanzaro (89 su 90) -- Palmi (sindaco e seggi) --- (CS) Eletti sindaci in provincia di Cosenza --- (CZ) provincia Catanzaro --- (KR) Cirò e Roccabernarda--- (RC) provincia di Reggio Calabria --- (VV) provincia di Vibo Valentia

VotoElezioni 2011: Tutti i candidati --- Tutti i sindaci in Calabria --- Elenco scrutatori a Cosenza --- I voti di tutti i candidati Cosenza --- I voti di tutti i candidati Reggio Calabria --- Video Beppe Grillo --- Video Bersani

I dati definitivi dei ballottaggi con seggi ed eletti: Cosenza - Crotone - San Giovanni in Fiore - Provincia Reggio Calabria -

I dati del primo turno di tutti i Comuni della Calabria : Crotone - Reggio Calabria eletti - Catanzaro eletti - Cosenza eletti - Vibo Valentia - Provinciali: -Reggio Calabria --- Tutte le affluenze --- -

Elezioni/ballottaggi: --- Occhiuto strappa la rossa Cosenza "Sarò Sindaco di tutti". Dal c/sinistra accuse di trasversalismo --- Paolini "Rispetto esito elezioni" --- Occhiuto "Sarò Sindaco della riconciliazione" --- Scopelliti ai festeggiamenti di Occhiuto - Chiusi seggi --- Tutte le affluenze in Calabria

 

 


    Facebook
 Ultime
 

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home .Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore