NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Ministra Fedeli in Calabria "Scuola sta cambiando; crescita sud interessa tutti"

     

     

    Ministra Fedeli in Calabria "Scuola sta cambiando; crescita sud interessa tutti"

    30 mar 17 "La scuola italiana sta cambiando e lo sta facendo grazie alla 'Buona Scuola'". Lo ha detto a Catanzaro la Ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli. "E questo cambiamento - ha aggiunto - sta avvenendo attraverso l'applicazione delle parti migliori e qualificanti della riforma".

    Crescita sud interessa tutto il paese. "La crescita del Sud, non è soltanto un interesse locale e della Calabria, ma interessa tutto il Paese. Qui, oggi, si sta cercando di creare un sistema che parte dal basso e che mira alla comunità educante coinvolgendo tutte le parti sociali del territorio, per questo voglio che questo metodo venga presentato al Miur". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca, Valeria Fedeli, intervenendo a Catanzaro alla presentazione del manifesto programmatico della "Sfida della comunità educante in Calabria", un patto programmatico interistituzionale finalizzato alla sperimentazione di forme operative di comunità educanti nei territori calabresi. "Questa idea - ha aggiunto il Ministro - è molto più vicina alle richieste dell'Onu di quanto non lo siano molte altre perché mira ad includere nella realizzazione di una buona scuola anche le famiglie ed il tessuto sociale. Solo contrastando la povertà educativa si può contrastare anche la povertà economica. É da qui che si parte". All'incontro hanno partecipato il direttore generale dell'ufficio Scolastico regionale, Diego Bouché; l'assessore regionale alla Scuola, Federica Roccisano, e il garante dell'Infanzia e l'adolescenza, Antonio Marziale. "Quello che è importante in questo progetto - ha detto Federica Roccisano - è l'idea di comunità, di un gruppo di persone che ha in comune un'unica visione sull'educazione dei nostri ragazzi, visione che non finisce sui banchi di scuola ma coinvolge le realtà tutte che ruotano intorno al pianeta scuola". "La Calabria - ha sottolineato, da parte sua, il direttore Bouché - è un territorio complesso, però le scuole calabresi si tengono al passo mettendo in atto anche delle buone pratiche come l'alternanza scuola lavoro che in alcuni istituti è stata sviluppata a tal punto da diventare un esempio nazionale". Secondo Antonio Marziale, "stiamo vivendo un momento in cui la scuola è in difficoltà ed è sfilacciata dalla famiglia. A rimetterci, però, sono i ragazzi. Bisogna veramente iniziare ad utilizzare le regole del buon senso. C'è da andare oltre le leggi e gli slogan, riaccendendo ruoli e autorevolezze. Questo va fatto nelle scuole. Non bastano più le buone intenzioni, bisogna fare".

    Meriti e inclusione vanno di pari passo. "Trovo impensabile leggere sui giornali titoli che mettono in contrapposizione la scuola del merito con la scuola dell'opportunità e dell'uguaglianza". Così il ministro dell'Istruzione, Valeria Fedeli, ha commentato a Catanzaro le reazioni ai dati Ocse apparse oggi sulla stampa. "La questione meritocratica e quella dell'inclusione - ha aggiunto - vanno di pari passo. Chi contrappone l'una all'altra è meglio che torni a scuola".

    Bene dati Ocse. "Dopo i dati pubblicati dall'Ocse oggi dovrebbe essere una bella giornata. Abbiamo recuperato e per questo siamo molto attenti all'inclusione scolastica". Lo ha detto la ministra dell'Istruzione, Università e Ricerca, Valeria Fedeli, parlando con i giornalisti a Catanzaro a margine di un incontro sul tema "La sfida della comunità educante in Calabria", organizzato dalla Regione Calabria e dall'Ufficio scolastico regionale. "Si deve intervenire in maniera concreta, comunque - ha aggiunto - per prevenire la dispersione scolastica. Al contempo occorre puntare sulla qualità dei docenti e sui progetti educativi, ponendo una grande attenzione a tutto ciò che riguarda il sistema scuola, sia quello interno che quello esterno".

    Maggiore valore a tutte le figure: "Bisogna dare maggiore valore, anche riconoscendo loro un maggior valore economico, a tutte le figure che orbitano intorno e dentro la scuola. Non è pensabile realizzare nessun obiettivo se non si parte da questo". Lo ha detto il ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli a Catanzaro nel corso di un incontro sul tema "La sfida della comunità educante in Calabria". "La cosa più drammatica - ha sottolineato il ministro - è che sui temi della scuola ci si divida a livello partitico perché ne deriva un conflitto che si ripercuote sui giovani e sul loro futuro. Il confronto sulle tematiche dell'istruzione è necessario per avere una prospettiva più ampia, è giusto e democratico, ma non deve andare a discapito dei ragazzi che sono il futuro di tutta l'Italia".

     

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- > Guarda l'indice delle notizie su: "Politica"

     

     
Pubblicità

VotoElezioni 2014: -- Regionali - dati definitivi --- Preferenze definitive Cosenza --- i Consiglieri regionali eletti

Elezioni 2013: --- Camera gli eletti in Calabria --- Senato gli eletti in Calabria --- Dati definitivi Senato --- Dati definitivi Camera --- Proiezioni e Affluenze

Elezioni 2012: --- Cassano Ionio (sindaco e seggi), Castrovillari (sidnaco e seggi), Paola (sindaco e seggi) -- Catanzaro (89 su 90) -- Palmi (sindaco e seggi) --- (CS) Eletti sindaci in provincia di Cosenza --- (CZ) provincia Catanzaro --- (KR) Cirò e Roccabernarda--- (RC) provincia di Reggio Calabria --- (VV) provincia di Vibo Valentia

Elezioni 2011: Tutti i dati di tutte le elezioni comunali, provinciali di tutti i comuni della Calabria e dei Referendum

Elezioni 2010: Regionali - Comunali - Ballottaggi- Affluenza

 


    Facebook
 Ultimi Video

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore