NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Pri Reggio: necessario salvare lingua greco-calabra

     

     

    Pri Reggio: necessario salvare lingua greco-calabra

    21 feb 17 "Urge intervenire prima che sia troppo tardi ed il 21 febbraio, Giornata internazionale della lingua madre, indetta dall'Unesco per promuovere la diversità linguistica-culturale ed il multilinguismo, si trasformi, nella giornata della memoria del greco calabro, in ricordo di un altro tesoro calabrese, lasciato colpevolmente morire dall'incuranza della nostra classe politica". É quanto afferma, in una nota, il coordinatore della federazione metropolitana del Pri di Reggio, Carmelo Palmisano. "In Calabria, in questi anni, nonostante l'emanazione di leggi contenenti una serie di buoni propositi - aggiunge - viviamo un momento in cui la nostra diversità linguistica è incredibilmente minacciata. Esistono associazioni e circoli culturali validissimi, che hanno eroicamente supplito le carenze politiche e istituzionali in questo ambito e che vedono frustrato il proprio operato da una Regione che non garantisce cose normalissime come, ad esempio, una convenzione con la Rai per la trasmissione in lingua minoritaria (greco calabra, occitana od albanese che sia) o una Città metropolitana di Reggio Calabria, che già fa traballare la delega preposta". "Per quanto ci riguarda - prosegue Palmisano - guardiamo con molta attenzione alla questione delle tre minoranze linguistiche regionali, soprattutto quella greco calabra del reggino. La Regione, in attuazione della legge 15 dicembre 1999 n.482, ha emanato nel 2003 una legge regionale che dovrebbe tutelare e valorizzare la voce della Bovesia, che prevede l'istituzione dell'insegnamento bilingue nell'ambito delle attività didattiche e formative nelle scuole di ogni ordine e grado nei comuni interessati. Ciò si traduce nel semplice e basilare fatto che i nostri figli hanno diritto di essere alfabetizzati ed istruiti gratuitamente nella nostra seconda lingua, a Reggio come a Bova, a Roccaforte come a Melito e così via in tutti i sedici comuni grecofoni metropolitani. Ad oggi poco e niente è stato fatto a livello istituzionale se non promulgare una legge, di certo utile e ben fatta con la sostanziale pecca di essere rimasta solo sulla carta". La questione è grave. Quattro varianti erano parlate nella vallata dell'Amendolea, ora dimezzate lasciano Bova e Gallicianò in allarmante solitudine, dato che anche quest'ultima rischia, oggi, di spegnersi".

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- > Guarda l'indice delle notizie su: "Politica"

     

     
Pubblicità
Elezioni

VotoElezioni 2014: -- Regionali - dati definitivi --- Preferenze definitive Cosenza --- i Consiglieri regionali eletti

Elezioni 2013: --- Camera gli eletti in Calabria --- Senato gli eletti in Calabria --- Dati definitivi Senato --- Dati definitivi Camera --- Proiezioni e Affluenze

Elezioni 2012: --- Cassano Ionio (sindaco e seggi), Castrovillari (sidnaco e seggi), Paola (sindaco e seggi) -- Catanzaro (89 su 90) -- Palmi (sindaco e seggi) --- (CS) Eletti sindaci in provincia di Cosenza --- (CZ) provincia Catanzaro --- (KR) Cirò e Roccabernarda--- (RC) provincia di Reggio Calabria --- (VV) provincia di Vibo Valentia

Elezioni 2011: Tutti i dati di tutte le elezioni comunali, provinciali di tutti i comuni della Calabria e dei Referendum

Elezioni 2010: Regionali - Comunali - Ballottaggi- Affluenza

 


    Facebook
 Ultime
 

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore