NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Guccione "Ennesima brutta figura della Regione su rischio idrogeologico"

     

     

    Guccione "Ennesima brutta figura della Regione su rischio idrogeologico"

    05 feb 17 7 «C'è da rimanere sorpresi nel leggere il Decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 5 dicembre 2016 che ha approvato l'indicatore di riparto su base regionale delle risorse finalizzate agli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico. Come è noto, il governo nazionale ha predisposto un piano nazionale di mitigazione e contrasto al rischio idrogeologico 2015-2023. E a tal fine ha definito un criterio di riparto delle risorse disponibili in considerazione della superficie territoriale della popolazione residente di ciascuna regione interessata rispettivamente e a rischio frane, alluvioni, erosioni costiere e valanghe". È quanto sostiene Carlo Guccione, consigliere regionale del Partito Democratico. «Leggendo i dati, si scopre che in Calabria - afferma Carlo Guccione - una popolazione di 87543 abitanti vive in Aree P3 (pericolosità elevata) e P4 (molto elevata) per quanto concerne il rischio frane. E 77251 persone vivono in Area P2 (pericolosità media) rispetto al problema delle alluvioni. Questi dati sono stati forniti dall'Ispra (Istituto superiore per la protezione e per la ricerca ambientale) nei rapporti tecnici 2015 e 2016. Anche un non addetto ai lavori si accorgerebbe che tali dati non corrispondono alla realtà di un territorio fortemente segnato da fenomeni di dissesto idrogeologico e di erosione costiera. Come è potuto accadere che i dati in possesso della Regione Calabria siano così macroscopicamente in contrasto con la situazione di un territorio privo di una aggiornata e completa mappatura dei fenomeni franosi?». «Troppe chiacchiere - precisa Carlo Guccione - e tanta ipocrisia in questi mesi sono state veicolate da parte delle istituzioni in relazione a questo argomento, un tema strategico per lo sviluppo e la sicurezza di una regione che non può pensare di potere ambire ad avere infrastrutture economiche se il suo territorio rischia di cadere a pezzi. Chi è il responsabile del mancato aggiornamento dei dati che, dalle notizie in nostro possesso, non sono stati aggiornati dal 2001 (PAI, Piano di assesto idrogeologico)? Come ha fatto la Regione Calabria a esprimere parere favorevole, nella seduta del 29 settembre 2016, nella conferenza Stato-Regioni rispetto al criterio che colloca la stessa Regione "solo" all'undicesimo posto di questa speciale graduatoria formulata in base ai dati incompleti che lo stesso Ente ha fornito all'Ispra? Un modo di agire pressapochista da parte della Regione Calabria, che rischia di far pagare un prezzo elevato ai calabresi e a quei tantissimi territori che aspettano da anni risposte. É mai possibile che la Regione Calabria ancora ad oggi non possieda l'inventario completo di tutte le frane presenti su tutto il territorio regionale? Qualcuno farebbe bene ad evitare annunci e proclami. Dovrebbe, invece, impegnarsi affinché ci sia una programmazione seria. E dovrebbe avere la volontà politica necessaria per affrontare con serietà e determinazione i problemi della Calabria. Sarebbe bastato poco per presentarsi a Roma con dati quantomeno più aggiornati, utilizzando modelli e tecniche moderni che sono nella disponibilità della nostra Regione. Nulla si sta facendo per la prevenzione del rischio idrogeologico. E a distanza di ormai 15 anni non sono stati attivati i presidi idraulici».

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- > Guarda l'indice delle notizie su: "Politica"

     

     
Pubblicità
Elezioni

VotoElezioni 2014: -- Regionali - dati definitivi --- Preferenze definitive Cosenza --- i Consiglieri regionali eletti

Elezioni 2013: --- Camera gli eletti in Calabria --- Senato gli eletti in Calabria --- Dati definitivi Senato --- Dati definitivi Camera --- Proiezioni e Affluenze

Elezioni 2012: --- Cassano Ionio (sindaco e seggi), Castrovillari (sidnaco e seggi), Paola (sindaco e seggi) -- Catanzaro (89 su 90) -- Palmi (sindaco e seggi) --- (CS) Eletti sindaci in provincia di Cosenza --- (CZ) provincia Catanzaro --- (KR) Cirò e Roccabernarda--- (RC) provincia di Reggio Calabria --- (VV) provincia di Vibo Valentia

Elezioni 2011: Tutti i dati di tutte le elezioni comunali, provinciali di tutti i comuni della Calabria e dei Referendum

Elezioni 2010: Regionali - Comunali - Ballottaggi- Affluenza

 


    Facebook
 Ultime
 

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore