NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtità . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Crotone, con la Fiorentina sconfitta immeritata

     

    Crotone, con la Fiorentina sconfitta immeritata

    19 mar 17 Crotone beffato ancora una volta sul filo di lana. A regalare i tre punti alla squadra ciola è Kalinic che con un pallonetto beffa Cordaz, protagonista di questa gara, Una sconfitta immeritata per gli squali. Per i calabresi, un palo, una grande parata di Tatarusanu e un possibile rigore su Falcinelli. Tutto sprecato per la rete subita nel finale che ha decretato la sconfitta dei calabresi, la ventunesima stagionale e la nona interna. L'undici di Paulo Sousa ha fatto certamente una gara di qualità, soprattutto nel primo tempo, ma senza strafare e senza approfittare di un Crotone sicuramente volenteroso, ma povero di idee e mezzi fisici. Il Crotone va in campo con la novità Tonev schierato accanto a Falcinelli. Nella Fiorentina, invece Sousa conferma le indiscrezioni della vigilia, schierando la formazione tipo con Kalinic unica punta e Babacar in panchina. La gara, nonostante il gran caldo, è godibile. Il Crotone è più propenso a costruire rispetto al solito è cerca di sorprendere la difesa viola, schierata a tre con inserimenti alle spalle. In poco meno di venti minuti i padroni di casa collezionano tre buone occasioni, tutte con Falcinelli: al 9' l'attaccante viene murato da Astori e Gonzalo Rodriguez proprio nel momento del tiro a botta sicura; al 15' sempre il numero 11 rossoblu manda di testa di poco alto su corner ed al 18', invece, pecca di egoismo tentando il tiro da posizione defilata invece di servire Stoian tutto solo. La Fiorentina prende le contromisure con Ilicic e Borja Valerio che giocano tra le linee. La qualità maggiore si vede: i viola impensieriscono Cordaz che al 22' deve volare a deviare una conclusione di Kalinic. Il Crotone rientra troppo e lascia spazio di manovra ai centrocampisti viola che, con l'area avversaria affollata, tentano spesso la conclusione da fuori Al 30' Tello con un tiro a giro sfiora il palo. Al 39', poi, c'é una furiosa mischia in area rossoblu, con Ferrari che riesce a sbrogliare in extremis. Nel secondo tempo il Crotone entra in campo con più cattiveria e mette all'angolo la Fiorentina. Le occasioni sono ancora per Falcinelli: tiro alto al 4' e palo dopo una conclusione al volo. Al 18' un episodio contestato dal Crotone: Tatarusanu esce male coi pugni e manda la palla su Trotta che tira nella porta vuota, ma il portiere della Fiorentina devia con una parata involontaria a 'scorpione'. Il forcing del Crotone, comunque, finisce qui. La squadra di casa crolla fisicamente. Nicola deve anche fare cambi obbligati per gli infortuni di Ceccherini e Barberi, mentre Sousa cambia modulo affiancando Babacar a Kalinic e, soprattutto, inserendo Saponara, il cui apporto fa cambiare marcia alla squadra. I viola, a questo punto, assumono il controllo della partita e sfiorano il gol, due volte, con Kalinic: al 26' con un tiro ed al 40' con un tuffo di testa, su cui Cordaz si oppone con due belle parate. Subito dopo, ad un minuto dalla fine e con il Crotone in apnea, su un assist proprio di Saponara, Kalinic spunta alle spalle di Rosi e Dussenne e deposita in gol con un delizioso pallonetto che sancisce il successo dei viola e brucia, a questo punto, ogni speranza di salvezza del Crotone.

    Crotone-Fiorentina 0-1 (0-0)
    Rete: 89' Kalinic.

    CROTONE (4-4-2): Cordaz 7, Rosi 5, Ferrari 6.5, Ceccherini 6 (14' st Dussenne, 5), Mesbah 6, Rodhen 6, Barberis 5.5 (36' st Capezzi, sv), Crisetig 6, Stoian 5, Falcinelli 5.5, Tonev 5 (6' st Trotta 5) (5 Festa, 33 Viscovo, 87 Martella, 31 Sampirisi, 27 Acosty,, 42 Sulijic, 9 Nalini, 20 Kotnik, 99 Nwankwo). All.: Nicola 6.
    FIORENTINA (3-4-1-2): Tatarusano 6, Sanchez 5.5, Ginzalo 5.5 Astori 6, Chiesa 6 (21' st Saponara 6.5) Badelj 6, (25' st Olivera 6), Vecino 6, Tello 6.5, Borja Valero 6, Ilicic 6.5 (25' st Babacar 6), Kalinic 6.5 (23 Satalino, 57 Sportiello, 4 De Maio, 18 Salcedo, 19 Cristoforo, 24 Hagi, 27 Maistro, 30 Babacar, 31 Milic). All.: Paulo Sosa 6
    Arbitro: Pairetto di Nichelino (Torino), 5.
    Recupero: 1' e 4'
    Angoli: 2-1 per il Crotone
    Ammoniti: Cordaz e Gonzalo.

    La rete:
    44' st: Kalinic, ben imbeccato da Saponara, supera Cordaz in uscita con un pallonetto.

    Vrenna: mancato rigore, lottiamo contro tutti. "Il Crotone non deve giocare solo con un avversario, ma anche contro tutto e tutti". Delusione e rabbia nelle parole del general manager del Crotone, Raffaele Vienna jr, che attacca la classe arbitrale dopo l'episodio del rigore invocato e non concesso per un contatto di Tatarusanu su Falcinelli al 18' del secondo tempo. "È una decisione scandalosa quella dell'arbitro. Non è solo il metro di giudizio sbagliato - ha detto Vrenna - è anche mancanza di attenzione. Se non voleva dare il rigore doveva almeno chiamare la punizione perché il portiere aveva preso la palla con le mani sul retropassaggio. E poi in questa stagione ci sono falli non chiamati, cartellini che si alzano appena lo chiedono gli avversari, gol annullati e fuorigioco dei nostri avversari non visti. Sembra che noi in questa stagione dobbiamo giocare sempre con la palla al piede". Vrenna anticipa anche qualche novità della prossima stagione: "Nicola ha altri due anni di contratto, ma non ci sono certezze. Dobbiamo sederci a tavolino. Stiamo già programmando la prossima stagione per evitare di incappare in errori come quelli di quest'anno durante il quale ci siamo trovati in situazioni più grandi di noi".

    Terza gara senza subire reti per la Fiorentina che ha espugnato il campo del Crotone. Una prestazione che soddisfa Paulo Sousa nonostante la vittoria sia arrivata nei minuti finali. "Risultato giustissimo - dice - anche se il gol è arrivato alla fine della gara, ma potevamo segnare prima viste le occasioni create. Mi aspettavo di vincere prima. La squadra gioca e crea tanto. Dobbiamo aumentare capacità di concretizzare di più".
    "Non dobbiamo pensare agli avversari, ma a noi: oggi abbiamo creato tantissimo, ma fatto un solo gol. Quindi dobbiamo migliorare in fase realizzativa, ma siamo contenti per la vittoria". Lo ha detto l'allenatore della Fiorentina, Paulo Sousa, dopo la vittoria in extremis a Crotone. "Siamo tutti concentrati, e questi due successi cercati e trovati nei minuti finali ne sono la prova - ha proseguito il tecnico portoghese a Premium Sport -. Noi cerchiamo sempre di dare il meglio di noi stessi, crediamo di poter vincere ogni partita perché, nonostante alcuni limiti, ne abbiamo la capacità e io sono orgoglioso di questa squadra"

    Davide Nicola arriva sorridente in sala stampa, ma è una maschera della sua delusione per una sconfitta. Maschera che cade alla prima domanda: "Non posso dire nulla ai ragazzi, li ho elogiati per aver creato tante occasioni per fare gol. Anche la Fiorentina ha creato tanto, ma loro hanno segnato e noi no. A questo punto è giusto riconoscere che non si hanno i mezzi per poter competere fino in fondo. Io non posso che fare un plauso ai ragazzi che non si danno mai per vinti e continueremo a non darci per vinti. Potremmo fare di più, ma questo al momento è il massimo di quello che possiamo fare".

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- > Guarda l'indice delle notizie su: "Calcio"

     

     
Pubblicità

 

Video

Foto

 


    Facebook
 Ultimi Video

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtità . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore