NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtità . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Cosenza-Fondi 2-2, le pagelle

    Il gol di Mendicino

     

    Cosenza-Fondi 2-2, le pagelle

    24 feb 17 Il Cosenza sembra aver perso identità e voglia di lottare. Ogi una prestazione quasi incolore con un Fondi più che inconsistente che dalla sua ha solo le ripartenze di Calderini e un Tiscione, un po appesantito, che distribuisce buoni palloni. In casa rossoblu dificile compilare le pagelle di oggi. Su tutti svettano Cavallaro, Perina e D'Orazio.

    PERINA 6.5 Oggi al di sotto dei suoi standard. Merita il voto alto per aver blindato la porta e salvato su Bombagi che aveva nei piedi un gol sicuro
    BLONDETT 5 Probabilmente il primo caldo lo ha colpito in pieno. Sbaglia troppi palloni e nel finale va a rallentatore. Forse meriterebbe un po di riposo
    TEDESCHI 6 L'unico della difesa che merit in pieno la sufficenza. Ultimo baluardo rispetto ai compagni sbaglia pochissimo. Impetuoso quando esce anche a metà campo da spazzare
    MERONI 5 Caldo o emozione? Gara non sufficente per il giovanotto che non si ripete rispetto all'ultima gara giocata da titolare. Era nella mischia del primo gol ma non gli si possono dare colpe. Sopstato sulla fascia era su Calderini nel secondo gol ma c'è arrivato in ritardo. Esce per crampi.
    MADRIGALI 5.5 Entra al posto di Meroni. Fa bene al sua parte senza strafare.
    D’ORAZIO 6.5 Soltato due errori in tutta la gara che però spalancano la via del gol agli ospiti. Succede. Poi però si rifà con gli interessi e realizza il gol del pari.
    RANIERI 5.5 Anche da mezzala da il suo contributo ma è invischiato assieme ai compagni in una giornata non proprio da ricordare.
    CAPECE 5.5 Due grandi lanci, uno trasformato in gol l'altro a Cavallaro che prende il palo. Per il resto un po di confusione e qualche errore di troppo.
    MUNGO 5 Entra al posto di Capece. Anche lui, come Statella e Baclet, non è al top della condizione e il centrocampo, mai come oggi, ne soffre.
    CALAMAI 5.5 Fa a sportellate con Tiscione e poi prova le giocate di fino ma nello stretto perde troppi palloni.
    STATELLA 5 Impalpabile. Ma non è colpa sua. La posizione in cui viene fatto giocare si vede lontano un miglio che lo penalizza. E tanto. Poi aggiungiamo che era a mezzo servizio (Si è allenato poco in settimana) e il voto è fatto
    MENDICINO 6.5 Non al top della condizione e si vede, gioca con un infiltrazione ma trova il passo ed il tempo di ribadire in rete la sfera mancando u paio di altro agganci. Voto alto per impegno e sacrificio.
    BACLET 5 In netto ritardo di preparazione non incide quel tanto anche se ha due buoni palloni da gicoare ma lo smalto è poco lucido, come Mungo e Statella si è allenato poco.
    CAVALLARO 6.5 Tra i migliori in campo. Prende due pali, uno dei quali trasformato in rete da Mendicino, ed è l'unico in avanti che cerca la profondità.
    DE ANGELIS 5 Si ostina a tenere troppi giocatori fuori ruolo. Parte col 4-3-3 e poi abbozza un 4-2-3-1 ma non va. Questa rosa sembra rifiutare le nuove idee, o meglio, gli interpreti non sono tagliati per il calcio spettacolo. Perchè ostinarsi? Tornare al 4-4-2 e al contropiede no? Questo tipo di gioco bello e spumeggiante in Lega Pro non paga. Purtroppo. Bastano due errori per rimetterci le penne. A sua discolpa, aveva gli uomini contati. Intanto la classifica piange e spinge i Lupi in zona limite play off.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- > Guarda l'indice delle notizie su: "Calcio"

     

     
Pubblicità

 

Video

Foto

 


    Facebook
 Ultime
 

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtità . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore