NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . UniverstitÓ . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Cosenza, presentata la domanda di iscrizione alla 2a divisione

     

     

    Cosenza, presentata la domanda di iscrizione alla 2a divisione

    Cosenza calcio30 giu 11 L’Amministratore Funari assieme al team manager Gervasi hanno depositato oggi in Lega la domanda di iscrizione alla Seconda divisione a cui è allegato anche l’assegno di 28.000 euro necessario a questa prima fase della presentazione della documentazione per regolarizzare l’ammissione al campionato. Ora la domanda dovrà essere integrata con la presentazione delle liberatorie dei giocatori, che avanzano gli emolumenti, e la fidejussione di 300 mila euro che il cavalier De Caro è pronto a sottoscrivere. Anche questa mattina l’imprenditore è stato in banca accompagnato dal presidente di Confesercenti Mimmo Bilotta e ancora una volta l’attesa che la precedente fidejussione fosse stata regolarizzata da Salerno e De Rose è sfumata. Infatti la banca se non viene definita la pratica precedente non concederà la nuova fidejussione nonostante la firma e la presenza di De Caro. Nelle more che le pratiche vengano risolte, la parte burocratica è stata portata a termine da Funari e Gervasi, ora tocca ai due mettere mano al portafogli. Diversamente la sorte del sodalizio può definirsi conclusa.

    Questa la nota della società: La prima pietra Ŕ posta. Il Cosenza Calcio 1914 comunica che, alle ore 17.15 del 30 giugno 2011, presso gli uffici di Firenze della Lega Pro, l’amministratore unico della societÓ rossobl¨, Eugenio Funari, e il team manager con funzioni di segretario, Andrea Gervasi, hanno presentato la domanda di iscrizione per il campionato di Seconda Divisione di Lega Pro – stagione 2011/2012 – insieme alla quota richiesta e con l’impegno di produrre nei tempi consentiti la fidejussione necessaria. Va sottolineato che tra le squadre presenti per inoltrare la medesima domanda, peraltro con attestazioni documentali ed organizzazioni societarie altrettanto deficitarie, molte sono state quelle che non hanno presentato la garanzia bancaria con la speranza di risolvere in extremis le procedure necessarie per l’iscrizione. Con questo – da parte della dirigenza rossobl¨ – non si vuole rappresentare alcuna giustificazione e nessun facile entusiasmo per le future sorti del Cosenza Calcio 1914, ma solo esprimere una grande speranza di veder concluso un iter gestionale che potrebbe garantire, innanzitutto, la partecipazione al campionato di Seconda Divisione di Lega Pro. Per fare questo occorre che la locale classe politica e amministrativa della nostra cittÓ, con in testa il sindaco di Cosenza, i presidenti di Regione Calabria e Provincia di Cosenza, le organizzazioni professionali, gli imprenditori, nonchÚ i vecchi e nuovi soci, si attivino per un concreto quanto rapido impegno che consenta alla societÓ rossobl¨ di concludere il processo burocratico aperto oggi con la presentazione della domanda di iscrizione. Da riferire, infine, il passaggio presso gli studi romani della COVISOC: i due rappresentanti della societÓ, nonostante alcune carenze nella documentazione prodotta (situazione, peraltro, giÓ ampiamente conosciuta da tutti), hanno ricevuto ampia disponibilitÓ dagli organi della Commissione di vigilanza. La societÓ Cosenza Calcio 1914 si Ŕ impegnata formalmente, nei confronti dei responsabili della COVISOC, a produrre in pochi giorni l’avvio delle procedure di rateizzazione presso gli enti previdenziali e il fisco, oltre a quanto correlato per il pagamento dei calciatori e ai conseguenti atti documentali (liberatorie, ecc.). La medesima documentazione sarÓ inviata agli uffici della Lega Pro. Tutto ci˛ testimonia, oltretutto e sempre che ve no fosse bisogno, che quanto affermato da alcuni soggetti a seguito del furto avvenuto qualche giorno fa nei locali della societÓ Cosenza Calcio 1914 non solo scredita e danneggia gli stessi autori di tali pensieri ma rafforza il lavoro scrupoloso e responsabile condotto in questi mesi dall’amministratore Eugenio Funari, dal segretario Andrea Gervasi, dall’addetto stampa Valerio Caparelli, dal responsabile del settore tecnologico e informatico Enzo Sirangelo, e dai collaboratori del Red Blue Store, Francesco Orrico e Alessandro Siciliano. Tutta la tifoseria deve sapere che quanti appartengono ai quadri della societÓ rossobl¨ combatteranno con tutte le proprie forze per la sopravvivenza del Cosenza Calcio 1914, nella convinzione che un pronto rilancio sia possibile e doveroso.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- > Guarda l'indice delle notizie su: "Calcio"

     

     

 

Video

Foto

 


    Facebook
 Ultime Notizie
 

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . UniverstitÓ . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2017 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore