NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Sfrutta dipendenti per 10 ore e gliene paga 4, imprenditore denunciato per estorsione

     

    Sfrutta dipendenti per 10 ore e gliene paga a 4, imprenditore denunciato per estorsione

    28 gen 17 Avrebbe costretto i suoi dipendenti ad accettare condizioni di lavoro per otto o dieci ore al giorno a fronte di un contratto part-time che prevedeva paghe per quattro o cinque ore giornaliere. Un imprenditore di Lamezia Terme è stato denunciato per estorsione dal Gruppo della Guardia di finanza di Lamezia Terme. All'uomo, che gestisce un ristorante-tavola calda, è stata notificata un'ordinanza, emessa dal Gip del Tribunale su richiesta della Procura della Repubblica lametina, con misure personali e patrimoniali, che prevede il divieto temporaneo di esercitare ogni attività imprenditoriale e direttiva. L'imprenditore, secondo quanto accertato dai finanzieri del Nucleo mobile coordinati dal pm Luigi Maffia, per oltre un anno avrebbe costretto undici dipendenti, a subire condizioni di lavoro capestro. A denunciare il datore di lavoro è stato un lavoratore che dopo essersi lamentato era stato licenziato. Sequestrata una somma, oltre 56 mila euro, ritenuta indebitamente lucrata.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca e Attualità "

     

     
Pubblicità


    Facebook
 Ultime
 

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore