NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Pretendeva il pizzo "in natura" dai pescatori, un arresto della Mobile a Vibo

     

    Pretendeva il pizzo "in natura" dai pescatori, un arresto della Mobile a Vibo

    27 gen 17 Costringeva alcuni pescatori di Vibo Valentia marina a consegnare parte del pescato "sotto forma di omaggio" e quando questo è avvenuto solo parzialmente avrebbe aggredito, insieme ad altri il componente l'equipaggio di un peschereccio. Per tale motivo, gli agenti della squadra mobile di Vibo Valentia, hanno arrestato Rosario Primo Mantino, di 41 anni, già noto alle forze dell'ordine, è ritenuto organico al clan dei Piscopisani, per concorso in estorsione e lesioni, reati aggravati dalle modalità mafiose. L'inchiesta, coordinata dalla Dda di Catanzaro diretta da Nicola Gratteri, si riferisce ad un episodio del 13 giugno 2015. In quella occasione, la polizia era intervenuta dopo la segnalazione di un pestaggio sul molo antistante la Capitaneria di Porto. Gli agenti, preso contatto con i militari della Capitaneria, avevano saputo che un pescatore era stato aggredito a colpi di bastone da due persone. Convocato in Questura il pescatore aveva poi raccontato alla squadra mobile quanto era accaduto.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca e Attualità "

     

     
Pubblicità


    Facebook
 Ultime
 

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore