NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtità . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Beni per 100mila euro sequestrati a ex moglie Scopelliti

     

    Beni per 100mila euro sequestrati a ex moglie Scopelliti

    09 gen 17 I finanzieri del Comando provinciale di Reggio Calabria, coordinati dalla Procura della Repubblica, hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo per equivalente un importo di 100 mila euro nei confronti di Barbara Varchetta, moglie dell'ex governatore della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti. Per quest'ultimo è ipotizzato il reato di mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice e per la moglie il reato di riciclaggio. La vicenda trae origine da una pronuncia emessa nel novembre 2013 dalla Sezione giurisdizionale centrale d'appello della Corte dei Conti, che ha condannato Scopelliti a risarcire al Comune di Reggio Calabria per danno erariale la somma di 300 mila euro. In base alla sentenza, il Comune, il 3 luglio 2014, ha notificato un atto di precetto a Scopelliti che però non ha corrisposto alcuna somma. Successivamente, il 6 ottobre 2014, gli è stato notificato un atto di pignoramento presso terzi con ingiunzione ad astenersi dal sottrarre le somme depositate presso banche. Le indagini effettuate dalla Guardia di finanza, supportate da riscontri analitici e da accertamenti bancari, avrebbero portato ad accertare che l'ex governatore, il 23 settembre 2014 ed il 2 ottobre 2014, quindi in prossimità della notifica dell' atto di pignoramento, aveva richiesto e ottenuto il rimborso di una polizza vita, per 15.055,48 euro e di titoli del controvalore di 80 mila euro. Sempre in data 2 ottobre 2014, secondo gli investigatori, Scopelliti aveva disposto un bonifico di 100 mila euro in favore della moglie, la quale, nella stessa data, avrebbe investito 80 mila euro in una nuova polizza assicurativa a proprio nome.

    "Con riferimento alla notizia relativa al provvedimento di sequestro eseguito a mio carico, apparsa sulle principali testate giornalistiche, ritengo doveroso precisare come la finalità della operazione bancaria eseguita non sia assolutamente da riconnettersi alla volontà di sottrarre beni alla legittima esecuzione dei creditori bensì giustificata da esigenze personali e familiari". Lo afferma, in una nota, Barbara Varchetta, moglie dell'ex Governatore della Calabria Giuseppe Scopelliti, alla quale sono stati sequestrati beni per 100 mila euro. "A dimostrazione di ciò, infattì- prosegue - giova precisare come l'operazione oggetto di contestazione sia stata effettuata per il tramite di operatori finanziari autorizzati - istituto di credito - con modalità che l'hanno resa perfettamente tracciabile. Ove la mia volontà fosse stata di segno opposto, ben altre sarebbero state le modalità della mia condotta e, al contempo, non sarebbero state precedentemente offerte ampie garanzie a tutela dei creditori interessati. Resto fiduciosa nell'operato della magistratura, i cui rimedi processuali sono stati già azionati dai miei legali".

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca e Attualità "

     

     
Pubblicità


    Facebook
 Ultime
 

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtità . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore