NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Morto avvocato vittima agguato a Locri, arrestato lo zio

     

    Morto avvocato vittima agguato a Locri, arrestato lo zio

    23 feb 17 É morto nell'ospedale di Locri, dove era stato ricoverato, Francesco Filippone, l'avvocato penalista di 35 anni ferito a colpi d'arma da fuoco sotto la propria abitazione a Locri. Per l'omicidio, carabinieri e polizia hanno fermato uno zio del legale, che adesso viene interrogato dal procuratore di Locri Luigi D'Alessio. Recuperata anche la pistola usata per il delitto. Antonio Sgrò, di 68 anni, zio di Francesco Filippone, l'avvocato ucciso nel primo pomeriggio si trova nella caserma del Comando Gruppo carabinieri di Locri. L'uomo viene interrogato dal procuratore di Locri. Filippone è stato raggiunto da due colpi di pistola che ne hanno causato la morte avvenuta in ospedale poco dopo il ricovero.

    "Una tragedia che sconvolge la città intera. Una vicenda familiare, a quanto pare, che provoca dolore e sconforto". A dirlo il sindaco di Locri Giovanni Calabrese, dopo l'omicidio dell'avvocato Francesco Filippone, ucciso a colpi di pistola nel primo pomeriggio. Per il delitto è stato fermato uno zio della vittima, che viene adesso interrogato.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca e Attualità "

     

     
Pubblicità


    Facebook
 Ultime
 

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore