NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Famiglia allevatori sequestra ispettore del lavoro, 4 arresti dei CC a Verbicaro

     

    Famiglia allevatori sequestra ispettore del lavoro, 4 arresti dei CC a Verbicaro

    16 feb 17 È finita nel tardo pomeriggio di ieri la brutta avventura di un’ispettrice del lavoro incaricata di eseguire un controllo amministrativo presso un’azienda agricola di Verbicaro (CS). La donna è stata accolta dalla famiglia di allevatori che, dopo averla invitata a entrare in casa per prendere un caffè, ha iniziato ad inveire contro la sua persona e a minacciarla al fine di farla desistere dall’effettuare il controllo. In particolare tutta la famiglia, padre madre e due figli, hanno costretto la donna in una stanza sottraendole il telefono cellulare al fine di impedirle di chiamare i soccorsi che, fortunatamente, era riuscita ad allertare qualche minuto prima all’insaputa dei suoi aggressori. Il tempestivo intervento dei Carabinieri della Stazione di Verbicaro ha permesso di mettere in salvo la donna. I quattro componenti della famiglia, arrestati con l’accusa di sequestro di persona e resistenza a pubblico ufficiale, sono stati tradotti presso i rispettivi domicili a disposizione dell’A.G..

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca e Attualità "

     

     
Pubblicità


    Facebook
 Ultime
 

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore