NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Vigili del fuoco e lavoratori in mobilità in protesta a Villa San Giovanni

     

     

    Vigili del fuoco e lavoratori in mobilità in protesta a Villa San Giovanni

    15 feb 17 Lavoratori della mobilità in deroga e dei Vigili del fuoco hanno manifestato stamani nei pressi degli imbarcaderi di Villa San Giovanni per protestare contro la cessazione dell'erogazione delle mensilità. "La Regione Calabria - è scritto in una nota dell'Usb che ha promosso la protesta - si 'rifugia' dietro decreti o 'decretini', nei quali, però, si dice che il diritto a percepire tali mensilità cessa dopo i 36 mesi, mentre, invece, i lavoratori che sono oggi in piazza e che hanno perso il lavoro, sono fermi a 10/18 mensilità. Malgrado le rassicurazioni la regione sta per decidere l'esclusione definitiva dal diritto a percepire tali mensilità dirottando i soldi di questi lavoratori verso le politiche attive e i tirocini". I manifestanti hanno chiesto che "il Piano d'azione occupazione e inclusione, che prevede circa 280 milioni di euro per contrastare povertà e disagio sociale e per creare oltre 13.000 nuovi posti di lavoro, sia deciso assieme agli stessi lavoratori".

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca e Attualità "

     

     
Pubblicità


    Facebook
 Ultime
 

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore