NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Ladri sui beni confiscati destinati ai CC, 5 arresti

     

    Ladri sui beni confiscati destinati ai CC, 5 arresti

    12 feb 17 Erano andati a rubare nel cantoere aperto di in un edificio confiscato alla cosca di 'ndrangheta dei Bellocco e destinato alla nuova caserma dei carabinieri di Rosarno per razziare utensili da lavoro e carpenteria, ma sono stati individuati ed arrestati dagli stessi militari. Roberto Amato, di 28 anni, Alessandro Amato (22), Antonino Pavia (22), Cosimo Damiano Amato (26) e Nino Berlingiere (18), alcuni dei quali già noti alle forze dell'ordine, sono accusati di furto aggravato. I carabinieri di Rosarno e quelli della Compagnia di Gioia Tauro, li tenevano sotto controllo già da alcuni giorni dopo averli visti aggirarsi con fare sospetto intorno al cantiere. Quindi si sono appostati e quando i cinque sono entrati nell'edificio sono entrati in azione, bloccandoli mentre stavano cercando di scappare. Le fasi dell'operazione sono anche state riprese. Il giudice monocratico di Palmi, dopo avere convalidato gli arresti, ha disposto per i cinque l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

    --- Video Il video degli arresti e della intercettazione

    I Carabinieri avevano già da qualche giorno attenzionato gli arrestati, quasi tutti soggetti già noti alle forze dell’ordine, poiché in più occasioni visti aggirarsi, con atteggiamento sospetto, a bordo di un’autovettura di colore giallo per le vie del centro delle città di Gioia Tauro e Rosarno. Pertanto, nel corso della serata, sono stati intensificati i servizi di prevenzione e vigilanza nelle aree più sensibili del territorio della Compagnia di Gioia Tauro, intensificazione che ha consentito, nella notte trascorsa, di assicurare alla giustizia i 5 soggetti, quasi tutti con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, perché sorpresi a saccheggiare il cantiere posto all’interno di quella che a breve diventerà lo stabile della Tenenza Carabinieri di Rosarno. Gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati trattenuti in camera di sicurezza in attesa della celebrazione del rito direttissimo davanti al Giudice Monocratico presso il Tribunale di Palmi che ha convalidato gli arresti disponendo l’applicazione della misura cautelare personale dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. L’operazione ha consentito, per il momento, di assicurare alla giustizia i 5 malviventi, i quali, non si esclude possano essersi già resi autori di simili furti in zona e, sicuramente, in grado di compiere ulteriori e gravi reati ai danni della comunità locale.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca e Attualità "

     

     
Pubblicità


    Facebook
 Ultime
 

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore