NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Codacons su operazione CC: licenziare medici e recupero stipendi

     

    Codacons su operazione CC: licenziare medici e recupero stipendi

    07 feb 17 "Licenziamento in tronco e azione di recupero degli stipendi pagati ai dipendenti assenteisti". E' quanto chiede il Codacons nei confronti dei 18 medici e dipendenti degli uffici di Rogliano dell'Azienda sanitaria provinciale di Cosenza, accusati di trascorrere le ore lavorative alle slot machine o a fare la spesa. "Se saranno accertati gli illeciti contestati - è scritto nel comunicato dell'associazione - i dipendenti dovranno non solo essere licenziati in tronco, ma l'amministrazione dovrà avviare nei loro confronti azione di recupero degli stipendi pagati negli ultimi anni. Si tratta infatti di reati che, se confermati, avrebbero ripercussioni dirette per gli utenti, in quanto il danno per i cittadini è duplice: da un lato i servizi resi dall'ente pubblico dove lavoravano i 18 dipendenti hanno subito un peggioramento a causa dell'assenza ingiustificata dei lavoratori dagli uffici, dall'altro vi è un evidente spreco di soldi pubblici, in quanto i dipendenti infedeli percepiscono stipendi senza lavorare". "Per questo - conclude il comunicato del Codacons - gli assenteisti dovranno risarcire la collettività restituendo le retribuzioni indebitamente percepite".

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca e Attualità "

     

     
Pubblicità


    Facebook
 Ultime
 

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore