NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Costituito a Reggio Comitato per rilancio aereoporto

     

     

    Costituito a Reggio Comitato per rilancio aereoporto

    21 apr 17 E' stato costituito ufficialmente il comitato di volontariato libero "Aeroporto Tito Minniti" con l'obiettivo di cooperare per il rilancio dello scalo aeroportuale di Reggio Calabria. "Il nuovo soggetto, i cui ruoli di rappresentanza esterna sono stati affidati all'avvocato Saveria Cusumano e all'ingegnere Andrea Cuzzocrea, ha sede - é detto in un comunicato - presso l'Ordine degli avvocati della stessa città dello Stretto, è apartitico e aconfessionale e si pone quale obiettivo prioritario l'avvio di un'azione di monitoraggio finalizzata al raggiungimento di una serie di obiettivi che i soggetti promotori considerano indispensabili". "Fra questi obiettivi - si afferma ancora nella nota - spiccano il riconoscimento del diritto alla continuità territoriale per l'area dello Stretto, l'integrazione dell'offerta volativa attraverso l'ingresso di nuove compagnie aeree e l'incremento del numero di voli verso i principali scali nazionali anche mettendo a bando nuove tratte; la realizzazione di un sistema di collegamento rapido ed integrato tra le Città metropolitana di Reggio Calabria e di Messina e l'aeroporto di Reggio Calabria, che soddisfi il naturale bacino d'utenza della più ampia area dello Stretto; l'acquisizione da parte della Città metropolitana di Reggio Calabria e di Messina o della Camera di Commercio di Reggio Calabria di una partecipazione nella società di gestione dell'aeroporto "Tito Minniti", previa adeguata valutazione dello stato economico e finanziario della stessa e condivisione di un piano industriale. Le finalità del Comitato, come espressamente indicato nello statuto, sono rivolte a garantire a chi risiede nelle Città metropolitane di Reggio Calabria e Messina la piena ed effettiva realizzazione del diritto costituzionale alla mobilità dei cittadini per lo sviluppo sociale ed economico del territorio, il sostegno del turismo, delle attività economiche e dei servizi professionali. Il Comitato, inoltre, potrà interagire con le istituzioni, al fine di formulare proposte concrete e richieste di partecipazione ai tavoli istituzionali". "La nuova realtà associativa, fra le altre cose - si afferma ancora nel comunicato - si propone di agire informando gli iscritti agli ordini professionali e alle associazioni aderenti, garantendo la partecipazione di altri organismi apolitici che vogliano aderire al comitato stesso, promuovendo la sensibilità delle comunità vicine e degli organi istituzionali preposti e sollecitando gli enti locali per il raggiungimento degli scopi prefissati. Questo nuovo soggetto, come evidenziato dagli stessi promotori, guarda alla più ampia e trasversale partecipazione dei vari attori sociali. In tal senso viene estesa la possibilità di aderire al comitato a tutte le associazioni di categoria e gli ordini professionali che hanno sede nel territorio che costituisce il potenziale bacino d'utenza dell'aeroporto. Hanno già aderito al Comitato, Confindustria Reggio Calabria e gli ordini provinciali di Reggio Calabria dei geologi, notai, consulenti del lavoro, avvocati, medici, commercialisti, architetti, agronomi e chimici".

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca e Attualità "

     

     
Pubblicità


    Facebook
 Ultime
 

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore