NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Radio Maria ricorda la figura del Venerabile P. Bernardo Maria Clausi

     

    Radio Maria ricorda la figura del Venerabile P. Bernardo Maria Clausi

    18 dic 16 L’ora di spiritualità in diretta con Radio Maria, curata dall’Associazione Padre Bernardo Maria Clausi, sarà celebrata nella Chiesa dell’Immacolata Concezione di San Sisto dei Valdesi della Parrocchia San Vincenzo Martire del Comune di San Vincenzo La Costa, a partire dalle ore 16,00 di martedì 20 dicembre 2016. Il programma prevede la recita delle Lodi e la Santa Messa presieduta da Padre Antonio Bottino, vicario provinciale dei Minimi, con accanto don Giuseppe Leone, parroco della parrocchia San Vincenzo Martire di San Vincenzo La Costa, e padre Antonio De Rose, degli Ardorini di Montalto Uffugo, fondati dal Servo di Dio Don Gaetano Mauro. La cerimonia religiosa si svolgerà nella sede della Congregazione laicale della Vergine Immacolata, a pochi passi di distanza dalla casa dove il piccolo Vincenzo Maria nacque il 26 novembre 1789, la quale fu costituita ed approvata con il Beneplacito di sua Maestà il Re Ferdinando IV, con atto notarile del 26 marzo 1778, dietro richiesta di un gruppo di sansistesi, tra cui Antonio Clausi, padre del Venerabile Padre Bernardo Maria Clausi, sacerdote professo dell’Ordine dei Minimi di San Francesco di Paola, deceduto presso il Santuario in odore di santità proprio il 20 dicembre 1849. Presi i voti dei Minimi il 17 aprile 1829, dopo un servizio di intenso apostolato come sacerdote nella sua parrocchia di origine di San Sisto dei Valdesi, si distinse nell’Ordine di San Francesco di Paola con molte mansioni e cariche che lo portarono nel suo servizio di apostolato in giro per l’Italia ed in parte anche nella Francia. La sua opera fu quella di soccorrere i bisognosi nel corpo e nello spirito ed adoperarsi nella testimonianza della riconciliazione attraverso le opere della Misericordia. Fu l’apostolo della Misericordia nel diciottesimo secolo in un periodo complesso e difficile in cui nel nostro Paese vi erano tanti fermenti che guardavano all’Unità d’Italia e questo aspetto è stato ricordato lo scorso mese di aprile a Papa Francesco in occasione di un incontro riservato sul sagrato della Basilica di San Pietro. Padre Bernardo Maria Clausi era molto legato a San Vincenzo Pallotti, alla beata Elisabetta Sanna, alla Beata Anna Maria Taigi, al Venerabile Giovanni Merlini. A Torino conobbe San Giovanni Bosco, a cui predisse la fondazione dei Salesiani, consigliandogli di chiamare la nuova fondazione con il nome di Società per evitare che fosse soppressa nel suo nascere. In questo ricordo va sottolineata inoltre la stima che godeva da parte dei Papi Gregorio XVI e del beato Pio IX. Per la sua fama di santità, si introdusse la Causa di Beatificazione e Canonizzazione che solo dopo un lungo processo ed una lunga marcia si è riusciti ad ottenere l’11 dicembre 1987, con San Giovanni Paolo II la promulgazione del Decreto sull’eroicità delle virtù. “Ora a noi tocca- ci ha dichiarato Padre Ottavio Laino, postulatore del processo di beatificazione - intensificare la preghiera, perché il Signore possa affrettare il giorno della beatificazione e poi della Canonizzazione del nostro Venerabile Padre Bernardo Maria Clausi,, degno figlio spirituale ed imitatore di San Francesco di Paola, verace calabrese, come tanti che fanno onore alla nostra terra del Sud, non trascurando che siamo ancora nel pieno delle celebrazioni del sesto centenario della sua nascita”.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca e Attualità "

     

     
Pubblicità
Elezioni


    Facebook
 Ultime
 

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore