NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . AreaUrbana . Video . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
  o99

      Condividi su Facebook

      Le notizie del giorno in Calabria

       

       

      Le notizie del giorno in Calabria

      MINACCIA DUE POLITICI SUL WEB SPACCIANDOSI PER BR, DENUNCIATO COMMENTI IN CHIAVE TERRORISTICA SU YOUTUBE, MA È UN MITOMANE

      Minacce su Youtube a due politici, uno dei quali calabrese, definiti "diarchi fascisti", firmando i messaggi come "Brigate rosse". É soltanto un mitomane l'uomo, residente in Trentino-Alto Adige, che è stato denunciato in stato di libertà dai carabinieri della Compagnia di Gioia Tauro, con l'accusa di minacce, alla Procura della Repubblica di Palmi. L'autore delle minacce si firmava con la scritta "Brigate rosse - Partito comunista combattente". Nei messaggi, tra l'altro, venivano citati luoghi specifici in cui i due politici hanno vissuto o da dove erano temporaneamente transitati.Il politico calabrese minacciato ha presentato denuncia ai carabinieri, facendo scattare le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Palmi, che hanno portato alla denuncia del responsabile delle minacce.

      OCCHIUTO,IL 19 INCONTRO CON SINDACATI SU ABRAMO CC E TIROCINANTI 'CONVOCATO IL PIÙ PRESTO POSSIBILE DOPO RICHIESTA FORZE SOCIALI'

      "Mercoledì 19 giugno avró un incontro con Cgil, Cisl e Uil sulla vertenza dell'Abramo Customar Care e sui tirocinanti di inclusione sociale. Un incontro che mi è stato sollecitato dalle stesse organizzazioni sindacali e che ho ritenuto di convocare nel più breve tempo possibile". Lo ha detto il presidente della Regione, Roberto Occhiuto, parlando con i giornalisti a margine di un'iniziativa della Cisl a "Villaggio Palumbo", a Cotronei. "Su queste vertenze, però - ha aggiunto Occhiuto - io ci lavoro quotidianamente.

      FERMATO PER OMICIDIO, RIESAME REGGIO CALABRIA CONFERMA ARRESTO RESTANO LE ESIGENZE CAUTELARI, PUTORTÌ RIMANE IN CARCERE

      Il Tribunale del Riesame di Reggio Calabria ha ritenuto sussistenti le esigenze cautelari e ha confermato l'arresto in carcere per Francesco Putortì, il macellaio di 48 anni accusato di aver ucciso Alfio Stancampiano, di 30 anni originario di Catania, che il 28 maggio era entrato all'interno della sua abitazione in contrada Oliveto di Rosario Valanidi a Reggio Calabria, e di avere ferito Giovanni Bruno, di 46 anni anche lui catanese. Il primo, accoltellato, è stato abbandonato dai complici nei giardini dell'ospedale Morelli, dove poi è morto, mentre il secondo, dopo aver traghettato per la Sicilia, è stato costretto perché ferito a recarsi all'ospedale di Messina dove è stato ricoverato.

      IN FIAMME LIDO BALNEARE NEL CROTONESE, DANNI A STRUTTURA ISOLA CAPO RIZZUTO, ACCERTAMENTI IN CORSO PER STABILIRE LE CAUSE

      In fiamme nella notte a Isola Capo Rizzuto un lido balneare. Il rogo, sulle cui cause sono in corso accertamenti, ha interessato lo stabilimento "Scanna's Beach". Allertata per la segnalazione di un incendio la sala operativa del Comando provinciale dei vigili del fuoco di Crotone sul posto è stata inviata immediatamente una squadra del distaccamento dell'aeroporto Sant'Anna. Constatato che le fiamme avevano già interessato gran parte della struttura gli operatori hanno richiesto l'immediato intervento di un'autobotte e di un'altra squadra a supporto.

      MANCUSO A VINCITORI 'RAGAZZI IN AULA',SIATE ORGOGLIOSI ORIGINI' REGGIO, CONSEGNATI PREMI CONCORSO DEL CONSIGLIO REGIONALE

      "Scoprire la Calabria significa anche comprendere meglio chi siamo e da dove veniamo, elementi essenziali per crescere come cittadini consapevoli di essere parte di un comune destino. Attraverso il concorso dedicato alla memoria di Fabiana Luzzi, la sedicenne vittima di femminicidio nel 2013, auspichiamo che voi giovani siate orgogliosi delle vostre origini e siate ambasciatori delle nostre tradizioni e della nostra cultura". Lo ha detto il presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso, intervenendo a Palazzo Campanella all'evento conclusivo del concorso regionale "Ragazzi in aula" durante il quale si è proceduto alla premiazione delle scuole e dei giovani studenti giunti ai primi posti nelle diverse categorie.

      COPPA SILA, RIEVOCATI I CENTO ANNI DELLA CORSA AUTOMOBILISTICA IN GARA 43 AUTO D'EPOCA NEL PERCORSO TRA COSENZA E L'ALTOPIANO

      Cosenza e la sua provincia hanno rivissuto, a distanza di un secolo esatto dalla prima edizione, i fasti della Coppa Sila, la manifestazione motoristica ideata dal medico Giuseppe Catalani che si svolse il 15 giugno del 1924 e vide la partecipazione dieci auto in gara. A rendere possibile l'evento è stata la Scuderia Brutia Historic Cars, associazione di appassionati di auto d'epoca che, dal 31 maggio a 2 giugno scorso, ha radunato 43 equipaggi a bordo di auto delle case automobilistiche più prestigiose prodotte dagli anni '30 agli '80.

      Pagina aggiornata alle 18:00 14/06/24

      © RIPRODUZIONE RISERVATA

      Cerca con Google nell'intero giornale:

      -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca"

     

     
Pubblicità


Copyright © 2017 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione.
Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso non e' consentito