NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . AreaUrbana . Video . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

      La prima di Cosmi in rossoblù a suon di gol: 4 a 2 al Torino

       

       

      La prima di Cosmi in rossoblù a suon di gol: 4 a 2 al Torino

      07 mar 21 Dopo sette sconfitte di fila il Crotone pratico e senza fronzoli di Serse Cosmi batte 4-2 un Torino che si arrende solo all'ultimo secondo in uno scontro salvezza. Tre punti grazie ai quali, pur restando ultimo, il Crotone può tenere accesa una pur fievole fiammella di speranza salvezza, mentre i granata, pur con due gare da recuperare, restano terz'ultimi e falliscono un'importante occasione nella prima gara giocata dopo il successo sul Cagliari del 19 febbraio scorso e il caos causato dal contagio di Covid-19. Il Crotone si presenta con un solo attaccante di ruolo, Simy, e con Messias ed Ounas dietro. Il Toro deve fare i conti con tante assenze e Davide Nicola, privo anche di Belotti, lo sostituisce con Bonazzoli. La partita è equilibrata e nervosa dato che la posta è altissima. I granata hanno il controllo del palleggio, ma è il Crotone - feroce come chiede il nuovo tecnico - a creare le azioni più pericolose con ripartenze e spizzate di Simy che liberano gli esterni. Al 22' Messias fa da solo, si beve Ansaldi e tira forte: Sirigu è decisivo. Nulla può il portiere del Toro al 27' su Simy che trasforma il rigore concesso per fallo mano di Ansaldi. Il Crotone prende fiducia. Tra il 30' ed il 34' non sfrutta due occasioni con Molina e Ounas. Nel finale esce il Toro. Al 36' Cordaz para su Bonazzoli, poi proprio all'ultimo secondo arriva il pareggio: il Crotone si ferma protestando per un fallo di Mandragora su Pedro Pereira, l'azione prosegue con un traversone di Vojvoda su cui Ansaldi prova il tiro che però diventa un assist per l'ex Mandragora il quale da due passi batte Cordaz. La ripresa inizia con il brivido per i padroni di casa con una traversa colpita da Bonazzoli. Un fuoco fatuo subito spento da Simy che, al termine di una azione rocambolesca (tiro di Petriccione deviato sul palo, ribattuta di Messias parata da Sirigu) segna il secondo gol. la sua 56/a rete con la maglia del Crotone - già dieci quest'anno - che gli valgono il titolo di miglior bomber nella storia dei rossoblù. Il Crotone accelera: al 18' un colpo di testa di Magallan di ferma sul palo; poi al 28' Izzo si immola su un tiro di Ounas a botta sicura. Il Torino sembra alle corde. Soprattutto perché Reca al 35' segna il 3-1 con un tiro potente da fuori area. Le squadre di Nicola però non si arrendono mai. Infatti al 39' i granata accorciano le distanze con Sanabria: tiro da fuori area sotto l'incrocio. La gara si accende. Al 40' Cordaz salva il Crotone mandando sulla traversa un tiro di Gojak. Nel recupero il Crotone chiude la partita grazie all'estro di Ounas che fa una serpentina in area del Toro e beffa Sirigu sul palo opposto.

      Cosmi: vittoria di squadra "momento che attendevo"

      "Quella di oggi è una vittoria di squadra. Io sono qui da sei giorni, non ho fatto ancora danni". Se la gode Serse Cosmi la prima vittoria in Serie A dopo otto anni durante i quali, come dice lui stesso "era stato escluso dal massimo campionato". Vittoria che è arrivata contro il Torino in una gara importantissima per la corsa salvezza: "E' un sentimento meraviglioso - dice Cosmi -. Vincere dà sempre un senso di felicità. Sarei ipocrita se non dicessi che era un momento che attendevo. Me lo prendo tutto. Ho sofferto questo accantonamento dalla Serie A, ma ci sono stati momenti che forse avrei meritato di tornare. Sono felice per me ma felicissimo per Crotone dove ho trovato persone serie che stanno soffrendo una annata calcistica particolare. Oggi sono felice per la società per i calciatori e tifosi". Cosmi, che dall'arrivo ha avuto davvero poco tempo per osservare la squadra durante gli allenamenti visto che in questa settimana si sono giocate due gare, adesso pensa a fare punti non solo contro chi si batte per la salvezza. "Adesso - spiega - ci tocca aggiungere di fare punti importanti. Questa è una squadra che ha ottenuto vittorie con grande qualità di gioco che ho trovato. Merito di Stroppa che ha dato caratteristiche ben precise. E' una squadra con caratteristiche in attacco davvero incredibili".

      Nicola, bene voglia di fare punti

      L'allenatore granata, Davide Nicola, tornato da ex nello stadio dove ha costruito l'impresa salvezza del Crotone, vede del buono nella sconfitta. Soprattutto perché arriva dopo un momento critico con la squadra che ha dovuto fare i conti con i contagi da Covid. "Più che le partite saltata - dice il tecnico - abbiamo saltato una settimana di allenamento. Ma non abbiamo accampato scuse né prima né dobbiamo farlo ora. Mi è piaciuta la voglia di venire su un campo difficile e mostrare voglia di vincere e prendere punti. Avevamo voglia di fare gara e vincere". "Non abbiamo letto bene alcune situazioni e nella parte finale non siamo stati lucidi - ha continuato nella disanima Nicola -. Non dobbiamo farci innervosire per perdite di tempo e dobbiamo avere capacità di gestire queste situazioni. Potevamo essere più abili in alcune dinamiche dove avevamo mostrato un miglioramento netto. E' compito mio aiutare i ragazzi a essere consapevoli di questo. Il Torino ha fatto per produzione di gioco una delle migliori gare. In altre avevamo gestito meglio la difesa. Oggi avevamo un po' di ritardo. Sappiamo dove migliorare e che nostro campionato è difficile. Equilibrio tra emozioni e lavoro in campo".

      Simy e Riviere La fotogallery di Crotone Torino 07 mar 21 La fotogallery della vittoria del Crotone di Cosmi sul Torino dell'ex Nicola per 4 a 2 scattata dal reporter ...(continua)

      Crotone-Torino 4-2 (1-1)
      Reti: 27' (r) e 54' Simy, 45 Mandragora, 80' Reca, 84' Sanabria, 94' Ounas

      Crotone (3-4-2-1): Cordaz; Magallan, Golemic, Luperto; P. Pereira, Petriccione (Zanellato 37' st) , Molina, Reca; Messina, Ounas; Simy (Di Carmine 30' st). (16 Festa, 22 Crespi, 3 Cuomo, 11 Dragus, 20 Rojas, 26 Djidji, 33 Rispoli, 34 Marrone, 95 Eduardo, 97 Riviere). All.: Cosmi.
      Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Lyanco, Rodriguez; Vojvoda (Verdi 20' st), Lukic (Gojak 33' st) Mandragora, Rincon, Ansaldi; Zaza (Sanabria 20' st) Bonazzoli. (18 Ujkani, 32 Milinkovic-Savic, 8 Baselli, 10 Gojak, 29 Murru, 45 Ferigra, 91 Greco, 96 Kryeziu, 98 Horvath, 99 Buongiorno). All.: Nicola.
      Arbitro: Guida di Torre Annunziata.
      Angoli: 8 - 8.
      Recupero: 0 e 5'
      Espulso: Rincon per doppia ammonizione.
      Ammoniti: Petriccione, Cordaz, Zanellato, Mandragora, Ounas.

      ę RIPRODUZIONE RISERVATA

      Cerca con Google nell'intero giornale:

      -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Calcio"

     

     
Pubblicità

Calendario Serie A 2020/2021

Calendario Serie B 2020/2021


news Oggi in Italia e nel mondo

news Oggi in Calabria

Copyright © 2017 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione.
Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Giovanni Folino
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso non e' consentito