NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtità . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    D'Orazio salva il Cosenza da una brutta figura

     

    D'Orazio salva il Cosenza da una brutta figura

    24 feb 17 Fa tutto il Cosenza. Anzi di più. Il tecnico del Fondi, Pocheschi, s’arrabbia pure per l’occasionassima di Bombagi all’ultimo minuto con Perina che riesce a stregarlo mandando in angolo un pallone destinato in fondo al sacco. Allora si che si sarebbe potuto titolare: il Cosenza tocca i … Fondi. L’eco dei fischi del Marulla a fine gara né è l’assordante testimonianza. Ca nisciuno è fesso. Caccetta rimane in panchina e il Cosenza continua a non vincere. Sono quattro le giornate di fila senza i tre punti. Se non fosse stato per D’Orazio, oggi croce e delizia, staremmo qui a parlare di altro. E’ proprio l’esterno di difesa che, in una gara precisa, sbaglia due soli palloni, quelli della doppietta di Calderini. Ma gli altri compagni di reparto di errori, ma di quelli pesanti, ne fanno cinque. Intanto a togliere le castagne dal fuoco è ancora una volta un difensore. D’Orazio si ripete e salva la faccia, di De Angelis, del Cosenza. Il più brutto e abulico mai visto sul terreno di gioco. I numeri non mentono mai. Dall’11 dicembre non si vince in casa. La difesa annaspa ed ha già incassato una caterva di gol: 31. Giusto per parlare dei freddi e cinici numeri. Il campo racconta di un Cosenza stanco già prima di giocare. Primo tempo non male. Belle giocate di prima per 10 minuti e poi il gol che non t’aspetti. Calderini fa fessi tutti. Fermi come belle statuine lasciano passare il suo pallone. Lui non esulta mano sul cuore. Vabbè. Meroni si gratta la testa. ma è un errore collettivo. Già visto contro la Reggina due settimane fa. Un gol fotocopia. Cavallaro è quello più reattivo. Dopo sette minuti prende il palo e la palla carambola tra i piedi di Mendicino che la mette dentro senza affanno. Uno a uno e palla al centro. Quando aggredita la difesa del Fondi barcolla. Dalla cintola in su buona sostanza e Calderini sopra le righe. Ma è il Cosenza ada vere un altro palio di grosse e ghiotte occasioni. La più clamorosa con Cavallaro, pescato da Capece, che arriva a tu per tu con la porta prova la conlsuione, il portiere non ci casca. Statella libero a due passi si lamenta. Si riprende sempre con Cavallaro sugli scudi. Imbeccato da Capece s’invola sulla sinistra, lato destro debole per il Fondi, e con un pallonetto delizioso mane ala palla sul palo. Al go mancato c’è il gol subito. E’ ancora il Cosenza a propiziarlo. Corta respinta di D’Orazio è preda di Albadoro che serve il liberissimo Calderini.2-1 e tutti zitti. O quasi. Si levano i mugugni. ANache qui il giovane Meroni arriva in ritardo. Così De Angelis prova a rimescolare le carte con tre cambi in sette minuti. Fuori Mendicino, Capece e Meroni. dentro Baclet, Mungo e Madrigali. E’ sempre D’Orazio a rendersi pericoloso che di testa non ha la forza di spedirla dentro e lambisce il palo. Pochesci sente puzza di bruciato e manda in campo Bombagi. Nel frattempo il Cosenza recalma due rigori. Uno su Cavalalro un secondo per un plateale fallo di mani in area di Signorini. L’arbitro risponde picche. Il Cosenza a questo punto si spegna. Il Fondi capisce che può far sua la partita ed addormente il gioco, un paio di cambi, due o tre “sdraiate” per terra e il cronometro gira. Il pubblico infastidito contest ala squadra. Fische e cori “fuori le palle” sono il menu degli ultimi venti minuti. Sembra quasi che i giocatori del Cosenz sai disinteressino del pallone. De Angelsi parlerà di stanchezza in sala stampa- Sarà. Il Lupi non reagiscono. Sembrano accettare il verdetto negativo.Nessuna reazione. L’impennata d’orgoglio però ce l’ha D’Orazio, che non ha mai mollato, al rimo minuto di recupero corre sulla fascia dove il Fondi faglia, la loro destra, e libera un tiro cross che s’infila in porta. Due a due e sembra finita qui. Ma così non è. Cosenza proteso in avanti in cerca del gol vittoria e invece Bombagi dopo un contropiede si trova solo davanti al portiere con un pallone tra i piedi che vale tre punti. Calcia sicuro tentandola di metterla sotto la traversa. pedina è attento e a mani aperte sventa in angolo. Finisce così tra mille fischi, solo 901 gli spettatori paganti, peggior incasso di sempre, una gara che poteva riagganciare il Cosenza al trenino di alta classifica. E invece no. Con due gare ancora da giocare si ritrova sesto a pari punti (39) con Fondi e Casertana. Il limite dei play off è praticamente a un punto visto che l’Andria. 37 punti, deve ancora giocare col Monopoli. Vincendo andrebbe a 40 ed il Siracusa è li a 38 punti. Un solo punto in meno dei Lupi. Non va. De Angelis deve prendere atto che le belle idee e il bel gioco non aderiscono a questa formazione. Scivolano via. Nessuna polemica. Nessun “malessere” interno assicura il tecnico romano che parla di “difficoltà” nel mettere su una formazione per la situazione medica di diversi glocatori. Ma è evidente che il nuovo modulo mal si adatta alla rosa a disposizione. Statella senza praterie davanti è l’ombra di se stesso. Ritornare ad un modulo che riequilibri le sue potenzialità sarebbe la medicina migliore. Ci sono ora due giorni per riflettere. La preparazione per la prossima gara di Pagani riprenderà martedì. Nel frattempo c’è la possibilità di riordinare le idee. Intanto il centrocampo orfano di Caccetta non si può vedere. L’attacco così modulato non funziona come la teoria suggerisce. Martedì è Carnevale. Facciamo che è tutto uno scherzo e che il Cosenza che ha raccolto 36 punti fino a quattro giornate fa è,stanco ed ha bisogno di ricaricare le batterie. Di sicuro Valoti e De Angelis, nonostante la pausa, vaglieranno tutte le possibilità di questa squadra. La Lega Pro, in fondo, non è quella palestra di bel calcio. Qui serve grinta e fisico per tenere duro agli assalti delle squadre avversarie. Crediamo poco che in quattro settimana il Cosenza sia diventato un insieme di brocchi.

    -- Cosenza-Fondi 2-2 (cronaca gara)

    -- Lega PRO/C 27a, risultati e classifica

    -- Cosenza-Fondi 2-2, le pagelle

    Cosenza-Reggina

    --- Cosenza-Fondi, tutte le foto

    Bari Cosenza Bari Cosenza

    --- Video DS Valoti (VIDEO) --- Video I gol della Lega Pro (Tg r)

    Bari Cosenza Bari Cosenza

    --- Video Mister De Angelis --- Video Mister Pochesci (VIDEO)

     

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- > Guarda l'indice delle notizie su: "Calcio"

     

     
Pubblicità

 

Video

Foto

 


    Facebook
 Ultime
 

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtità . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore