NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtità . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Il Cosenza fa pasquetta a Catania e aggancia il sesto posto

     

    Il Cosenza fa pasquetta a Catania e aggancia il sesto posto

    15 apr 17 Che Pasqua ragazzi. La quarta vittoria fuori casa di De Angelis, la settima del Cosenza, arriva nel periodo più delicato della stagione: a quattro gare dalla fine con in ballo la postazione utile per partire in casa con i play off. E arriva in una trasferta che il Cosenza temeva particolarmente: a Catania. Una specie di vendetta, sportiva ovviamente, della gara d’andata quando Rigoli violò il San Vito e diede un primo scossone alla panchina di Roselli. Allora finì due a uno per gli etnei. Il Cosenza era quinto in classifica e collezionava la settima sconfitta, la seconda di fila. Storie che si inseguono. Oggi invece il riscatto di De Angelis e di tutto il gruppo.

    Play off vicini. Una vittoria arrivata grazie ad una gara accorta. Statella “uber alles”, è lui l’uomo simbolo di questo Cosenza, che tremare il Catania fa, e Letizia. Oltre al significato del suo nome aggiunge gioia con un gol da falco d’area che stordisce letteralmente il Catania aprendo la strada al raddoppio di Statella. A dire il vero il Cosenza segna un terzo gol con Letizia che viene annullato e porta al tiro più volte, Statella, D’Anna, D’Orazio e Calmai. Nel secondo tempo il Cosenza deve solo gestire i due gol di vantaggio. Una sinfonia mai vista prima. Pinna baluardo difensivo sottolinea i meriti dei Lupi “Non li abbiamo fatti ripartire”. De Angelis gongola per il gran lavoro che porta sempre buoni frutti e il DG Federico che “Incredibile al Cibali” sprizza gioia da tutti i pori. Assieme a lui, profilo sempre basso, il Presidnet Guarascio che come un segugio vuole il massimo dalla squadra. Giovedì ha avuto un faccia a faccia con tutti da De Angelis a Valoti, ai preparatori Bruni e Orlandi. Per tutti ha chiesto lumi del calo relativo ad ogni interessato. La vittoria ha quindi anche la sua firma. Come dire, l’occhio del padrone ingrassa sempre il cavallo. E così sarà fino a questa avventura dei play off sempre più vicina.

    Vittoria di tutti. I ragazzi ci tenevano a ritornare alla vittoria dopo l’inopinata e incredibile sconfitta casalinga contro il Siracusa. Dopo la gara persa in casa all’andata contro il Catania, il Cosenza vinse ad Agrigento e si disse che fu la vittoria di Roselli. La rivincita su chi lo criticava aspramente. La vittoria di oggi è la vittoria si di De Angelis, ma è anche la vittoria del gruppo, di Guarascio, dei giocatori, dello staff. Voluta e portata a casa con una facilità incredibile. Massima concentrazione, squadra senza fronzoli in campo e ritorno a casa con una sorpresa d’oro nell’uovo di pasqua: tre punti e sesto posto. Quinto per gli amici visto che il Matera è già nei play off. Tradotto in soldoni avvio dei play off in casa contro, ad oggi il Fondi. E qui viene anche qualche mal di pancia. Il Cosenza di De Angelis in casa ha totalizzato solo sei punti contro i 15 realizzati fuori casa. Numeri che hanno un significato. La squadra sotto la guida di De Angelis soffre una sorta di sindrome casalinga. In casa tre sconfitte, tre pareggi ed una sola vittoria. Contro l’Andria. Il tecnico a fine gara ha dichiarato ai microfoni del buon Milicchio, che lo ha scovato un po aggrottato, “dobbiamo guardarci negli occhi con tutti i giocatori”. Nessuno riesce a capire questo andamento da primato fuori casa (4 vittorie, 3 pareggi ed una sola sconfitta, di misura, a Francavilla) ed il calo casalingo. Tra l’altro rimangono tre gare due delle quali sono in casa. Da far venire la febbre per i numeri appena elencati. Akragas e Foggia al Marulla ed in mezzo la trasferta di Messina. Se poi mettiamo nel conto che chi arriva sesto (quinto per via del Matera) giocherà la prima gara in casa dei play off (guarda lo schema) le preoccupazioni aumentano. Non vogliamo guastare la festa a nessuno. Oggi non solo si è vinto in un campo difficile ma è anche Pasqua. Però bisogna essere realisti più del re. Oltre a guardarsi negli occhi bisogna essere decisi a puntare l’obiettivo prefisso a inizio stagione. Quel quinto posto che serve ad alimentare la realtà di un torneo che per come è organizzato, i play off, può portare in paradiso. Totò direbbe, “Perbacco siamo uomini o caporali?”. E diamoci una mossa.

    Catania-Cosenza 0-2 (0-2)
    Reti: 13′ Letizia , 42′ Statella

    Catania (4-3-3): Pisseri; Parisi, Gil Drausio, Marchese, Djordjevic; Bucolo, Scoppa (68′ Di Stefano), Mazzarani (50′ Barisic); Di Grazia, Tavares (50′ Pozzebon), Russotto. A disp.: Martinez, De Rossi, Mbodj, Manneh, Di Stefano, Piermarteri, Maccioni, Rizzo. All.: Pulvirenti
    Cosenza (4-4-2): Perina; Corsi, Tedeschi, Pinna, D’Orazio; D’Anna (79′ Caccetta), Ranieri, Calamai, Statella; Letizia (91′ Capece), Baclet (68′ Mendicino). A disp.: Saracco, Madrigali, Meroni, Criaco, Cavallaro. All.: De Angelis
    Arbitro: Panarese di Lecce. Assistenti: Di Stefano e Mazzei di Brindisi
    Spettatori circa 4000 con rappresentanza ospite.
    Ammoniti: Djordjevic, Perina
    Angoli: 8-4 (3-2)
    Recupero: 1′ pt – 4′ st

    -- Catania-Cosenza 0-2, le pagelle

    -- Catania-Cosenza 0-2 (cronaca gara)

    --- Schema e date dei Play off di Lega Pro

    -- Lega PRO/C 35a, risultati e classifica

    --- Pinna "Bravi noi a non far ripartire il Catania"

    --- Pulvirenti "Siamo mancati sotto il profilo del carattere"

    --- De Angelis "A Catania tre punti pesanti"

    Bari Cosenza Bari Cosenza

    --- Video Paride Pinna -------- Video I gol della Lega PRO (VIDEO)

    Bari Cosenza Bari Cosenza

    --- Video Mister De Angelis --- Video Mister Pulvirenti (VIDEO)

    Cosenza-Siracusa 0-2

    --- Catania-Cosenza 0-2, tutte le foto

    Schema PLAYOFF

    Le date

    1o TURNO :
    Domenica 14 maggio: Gara unica sola Andata
    2o TURNO:
    Domenica 21 maggio: Gare di Andata
    Mercoledì 24 maggio: Gare di Ritorno
    FINAL EIGHT (QUARTI DI FINALE):
    Domenica 28 maggio: Gare di Andata
    Domenica 4 giugno: Gare di Ritorno
    SEMIFINALI:
    Martedì 13 Giugno: Semifinale A (gara unica stadio “Artemio Franchi” di Firenze)
    Mercoledì 14 Giugno: Semifinale B (gara unica stadio “Artemio Franchi” di Firenze)
    FINALE:
    Sabato 17 Giugno: Finale (gara unica stadio “Artemio Franchi” di Firenze

    Gli accoppiamenti:

    Primo turno (in tutti e tre i gironi):
    A (3a vs 10a)
    B (4a vs 9a)
    C (5a vs 8a)
    D (6a vs 7a)
    In casa le prime 5

    Secondo turno (entrano in gioco le seconde)
    Gara 1
    2° Girone A (Cremonese o Alessandria) vs (vincente 5° vs 8° Girone C)
    Gara 2
    2° Girone B (Parma o Pordenone o Padova) vs (vincente 6° vs 7° Girone A)
    Gara 3
    2° Girone C (Lecce) vs (vincente 6° vs 7° Girone B)
    Gara 4
    vincitrice Coppa Italia* vs (vincente 6° vs 7° Girone C)
    Gara 5
    (vincente 3° vs 10° Girone A) vs (vincente 4° vs 9° Girone C)
    Gara 6
    (vincente 3° vs 10° Girone B) vs (vincente 5° vs 8° Girone A)
    Gara 7
    (vincente 3° vs 10° Girone C) vs (vincente 5° vs 8° Girone B)
    Gara 8
    (vincente 4° vs 9° Girone A) vs (vincente 4° vs 9° Girone B )

    * La finale è Matera-Venezia, ma essendo il Venezia già promosso nel suo girone automaticamente in gara 4 entra il Matera che, tra l'altro, avendo già vinto la gara d'andata ha anche ipotecato il titolo e in ogni caso giocherebbe il secondo turno lasciando libero un altro posto nel girone C.

    Accedono alla terza e ultima fase le 8 vincenti della seconda fase, che si giocheranno la promozione in Serie B in un mini-torneo: le 4 gare dei quarti di finale verranno accoppiate in tabellone attraverso un sorteggio che determinerà anche semifinali e finale. I quarti si disputeranno con gare di andata e ritorno, mentre le ultime gare tre gare si giocheranno in gara unica su un campo neutro deciso dalla Lega Pro: in caso di parità si disputeranno due tempi regolamentari da 15 minuti l'uno, ed eventualmente i calci di rigore.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- > Guarda l'indice delle notizie su: "Calcio"

     

     
Pubblicità

 

Video

Foto

 


    Facebook
 Ultimi Video

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtità . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore