NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . AreaUrbana . Video . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

      Occhiuto incontra a Roma segretari nazionali Cgil, Cisl, Uil: ora vertenza Calabria

       

       

      Occhiuto incontra a Roma segretari nazionali Cgil, Cisl, Uil: ora vertenza Calabria

      21 apr 22 Si è tenuto oggi, nella sede romana della Regione Calabria, un incontro tra il presidente Roberto Occhiuto, i segretari generali di Cgil Maurizio Landini e Uil Pierpaolo Bombardieri, ed il segretario confederale della Cisl Andrea Cuccello (in rappresentanza del segretario generale Cisl Luigi Sbarra). Alla riunione hanno preso parte anche l'assessore regionale ai Lavori pubblici Mauro Dolce, e i segretari generali regionali di Cgil, Cisl e Uil, Angelo Sposato, Tonino Russo e Santo Biondo. "In Calabria - ha detto Occhiuto - abbiamo un'alta qualità della rappresentanza sindacale, l'ho sperimentato in questi primi mesi di governo. Nella mia Regione abbiamo tanti problemi, ma la nostra è anche una terra di grandi opportunità, e il mio compito non è quello di lamentarmi, ma di trovare delle soluzioni. Sono molto soddisfatto dell'incontro. Coinvolgere i corpi intermedi, i sindacati, è per me un percorso ineludibile. Voglio cambiare la Regione che ho l'onore di governare, ma per farlo ho bisogno della partecipazione attiva di tutte le energie positive del Paese. Con Cgil, Cisl e Uil abbiamo affrontato tanti argomenti, dalle infrastrutture al lavoro, dal Pnrr alla sanità. Abbiamo stabilito un metodo di lavoro concreto, che, ne sono convinto, già nelle prossime settimane potrà far intravedere i primi importanti passaggi. L'obiettivo comune è quello di presentare al governo una 'vertenza Calabria', per chiedere al presidente del Consiglio, Mario Draghi, e all'intero esecutivo uno scatto in avanti in merito ad emergenze la cui risoluzione non può più essere rinviata". "Questa 'vertenza' - ha proseguito Occhiuto - avrà cinque punti chiave, indispensabili tanto per il governo regionale quanto per i sindacati: il rifacimento e l'ampliamento della Strada Statale Jonica; lo sviluppo e il reale finanziamento delle Zone economiche speciali, e in particolare della Zes incidente sul porto di Gioia Tauro; risorse certe per avere una linea ferroviaria ad alta velocità e ad alta capacità fino a Reggio Calabria; la possibilità di investire più facilmente e con meno vincoli burocratici sulla produzione di energia da fonti rinnovabili; lo sblocco delle assunzioni e l'assorbimento del bacino dei precari per la sanità, e in particolare per i pronto soccorso. Queste le priorità individuate oggi. La Regione costruirà nel più breve tempo possibile un cronoprogramma con costi, numeri e tempistiche per la realizzazione di questi punti. Sottoporremo il documento ai segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil, e loro tramite fisseremo un nuovo incontro con i leader nazionali dei tre sindacati per stilare la versione definitiva della 'vertenza Calabria' da presentare al governo nazionale". "Stiamo scrivendo una bella pagina di politica e di relazioni sindacali. Sono davvero felice che ci sia questa apertura di credito nei confronti della mia amministrazione e della nostra Regione. Lavoriamo per il cambiamento e per costruire la Calabria dei prossimi decenni", ha concluso Occhiuto.

      Bombardieri: Aprire vertenza Calabria

      "La Uil chiede di aprire, sin da subito, una vera e propria "vertenza Calabria", per rivendicare chiarezza e certezze sul futuro di questa regione, attraverso l'individuazione e l'attuazione di obiettivi precisi, cronoprogrammi e ricadute occupazionali". È quanto ha dichiarato il Segretario generale della Uil, PierPaolo Bombardieri, in occasione di un incontro, svoltosi oggi a Roma, presso la sede di rappresentanza della regione calabrese, tra i vertici nazionali e regionali di Cgil, Cisl, Uil e il Presidente della Regione, Roberto Occhiuto, accompagnato da alcuni assessori. "Dobbiamo ricostruire e rilanciare il nostro Paese - ha precisato Bombardieri - riducendo anche le diseguaglianze territoriali, sollecitando e aiutando lo sviluppo sociale, occupazionale ed economico di alcuni territori, come la Calabria, che vivono particolari difficoltà. In quella realtà, c'è, innanzitutto, una questione infrastrutturale. In questo contesto - ha sottolineato - le priorità su cui occorre subito concentrarsi sono l'alta velocità, con l'elettrificazione e il raddoppio delle linee ferroviarie, la 106, con il completamento di questa strada, e le Zes, per le quali occorrono finanziamenti e agevolazioni. Su questi temi, ci vuole confronto e dialogo sociale e perciò abbiamo chiesto al Governatore della Calabria di aprire una vertenza con il Governo. Non è più l'era degli annunci e delle inaugurazioni, ma - ha concluso Bombardieri - servono serietà, coerenza e impegni precisi: in momenti di crisi, in situazioni straordinarie c'è bisogno di soluzioni straordinarie".

      Sindacati regione: incontro costruttivo

      "Il confronto, per il quale sottolineiamo la disponibilità del Presidente Occhiuto e delle Segreterie nazionali di Cgil, Cisl e Uil si è svolto in un clima costruttivo. Sono stati posti sul tappeto i temi della Zona Economica Speciale e del rilancio del Porto di Gioia Tauro, della realizzazione delle infrastrutture, della S.S. 106, dell'alta velocità ferroviaria, della sanità, del precariato". Lo affermano, in una nota congiunta, i segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil, Angelo Sposato, Tonino Russo e Santo Biondo, in merito all'incontro di oggi a Roma tra il presidente della Giunta regionale Roberto Occhiuto, il segretario generale della Cgil Maurizio Landini, il segretario confederale della Cisl Andrea Cuccello (Sbarra era assente perché impegnato nella fase conclusiva di un congresso regionale), il segretario generale della Uil Pierpaolo Bombardieri, oltre agli stessi Sposato, Russo e Biondo. "Il denominatore comune di questi temi centrali per la Calabria - proseguono - è la creazione di nuovo lavoro insieme alla qualità e alla dignità del lavoro stesso, in una prospettiva di crescita e di sviluppo per la nostra regione. Il che comporta l'esigenza di qualificare la spesa, di avviare le opere previste e di monitorarne l'iter di realizzazione per scongiurare il pericolo dell'infiltrazione della criminalità negli appalti. Anche oggi, inoltre - proseguono i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Calabria -, abbiamo evidenziato l'esigenza di spendere e di spendere bene le risorse del Pnrr. Urge, perciò, una riorganizzazione della pubblica amministrazione che deve essere messa in grado di affrontare le sfide che attendono la Calabria colmando i vuoti negli organici, stabilizzando le migliaia di lavoratori precari qualificati che ringiovaniscono la macchina amministrativa degli enti locali, le permettono di funzionare, la arricchiscono di competenze nuove. L'incontro di Roma si colloca in un percorso che da anni sta vedendo impegnate Cgil, Cisl e Uil non solo a livello regionale, ma anche a livello nazionale, come è accaduto ad esempio a Siderno nel luglio scorso, con la presenza dei tre Segretari generali Landini, Sbarra e Bombardieri, o nel giugno 2019 con la grande manifestazione di Reggio Calabria. La crescita del Paese nel suo insieme non può che ripartire dal Mezzogiorno. Apprezziamo l'apertura del Presidente Occhiuto al dialogo con le organizzazioni dei lavoratori: siamo convinti, infatti, della necessità di lavorare insieme sui programmi e di coesione. Ribadiamo, dunque - concludono i segretari generali regionali di Cgil, Cisl e Uil Angelo Sposato, Tonino Russo e Santo Biondo -, la nostra piena disponibilità a proseguire nei prossimi giorni il cammino del confronto su priorità e scelte strategiche. È emersa la volontà comune di aprire una vera e propria vertenza Calabria che trovi alleanze e condivisioni, per presentare in tempi brevissimi al Governo un pacchetto di proposte concrete per sbloccare tutte le risorse destinate alla nostra regione, perché sia liberata dall'isolamento rispetto degli altri territori del Paese".

      © RIPRODUZIONE RISERVATA

      Cerca con Google nell'intero giornale:

      -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Politica"

     

     
Pubblicità


news Oggi in Italia e nel mondo

news Oggi in Calabria

Copyright © 2017 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione.
Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso non e' consentito