NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Emiliano a Reggio: il nostro 8.2% è identità del sud

     

     

    Emiliano a Reggio: il nostro 8.2% è identità del sud

    05 apr 17 "L'8,2% é per noi un risultato importantissimo che costruisce per la prima volta una mozione congressuale con una identità da Sud. Non era mai successo nella storia del Partito Democratico". Lo ha detto Michele Emiliano parlando con i giornalisti a margine di una manifestazione a Reggio Calabria. "E' un risultato - ha aggiunto - bellissimo. Noi non siamo una corrente, una struttura che preesisteva al Congresso. Siamo nati con il Congresso, con una mozione. Ci si incontra, alle volta, per la prima volta, alle manifestazioni congressuali. E' una mozione molto forte. Ci riconosciamo guardandoci negli occhi. E' un gruppo vero, vivente, fatto di 22 mila militanti veri che hanno votato per noi. Sono una parte e non sono agli ordini di capi, capetti e capibastone. Sono militanti liberi".

    Sud fa per tre. "Quando il Sud fa da solo, fa per tre. Se aspettiamo che ci vengano a salvare da Roma, abbiamo sbagliato". Lo ha detto a Reggio Calabria Michele Emiliano, candidato alla segreteria del Pd. "A Roma - ha aggiunto - servono solo i voti ed un po' di sostegno nei momenti difficili. Poi, quando devono decidere se darci una mano, se tenere aperto o chiuso un aeroporto, per esempio, da un orecchio gli entra e dall'altro gli esce. Ed è così per la Puglia, la Calabria, la Campania, la Sicilia. Ci auguriamo che questa nostra identità ci consenta di darci da fare per la nostra terra".

    Da Renzi inabissamento. "Sono certo che miglioreremo di molto questo risultato, soprattutto se sarà possibile far capire agli italiani che c'è il Congresso. Renzi sta adottando la tecnica dell'inabissamento". Lo ha detto a Reggio Calabria Michele Emiliano. "Il segretario - ha aggiunto Emiliano - sta cercando di far capire che non sta succedendo nulla. Non si manifesta. Non si parla del Congresso. Addirittura siamo in una fase in cui dobbiamo pietire qualche confronto per poter discutere con lui del Congresso. E c'è Pasqua di mezzo. Ha voluto il Congresso con rito abbreviato quasi per non farlo sapere agli italiani".

    Il 30 aprile possiamo chiudere col renzismo. "Gli italiani devono sapere che il 30 aprile tutti quelli che voterebbero per il Pd, come me, possono chiudere l'era del renzismo. Lo ha ammesso anche Renzi stesso. Ha dichiarato che se perde si ritira dalla politica. Ma questa volta se ne va sul serio". Lo ha detto a Reggio Calabria Michele Emiliano, candidato alla segreteria del Pd. "Questo significa - ha aggiunto - che tutti quelli che stanno andando via dal partito perché non vogliono Renzi, hanno l'occasione importante di cambiare la storia del Pd senza andare via, votando me od Orlando. Anche se io preferirei che votassero me".

    Città metropolitane presa in giro. "Io ho avuto la fortuna e l'onore di essere il Sindaco di una città metropolitana. A Bari ho lottato a lungo perché questo passaggio si realizzasse. Devo dire che sono molto deluso, perché le città metropolitane, in realtà, sono un po' come i 'Patti per il Mezzogiorno', delle prese in giro". Lo ha detto Michele Emiliano a Reggio Calabria. "Questi soldi che dovrebbero arrivare, com'è noto - ha aggiunto - arriveranno solo in parte. Hanno posticipato, praticamente, 35 miliardi (RPT: miliardi) su 46 dopo il 2020 con la regola che dobbiamo però cantierizzare tutte le opere entro il 2019. Quindi una perfetta truffa che è stata perpetrata attraverso la stipula dei 'Patti per il Sud'. E naturalmente quando lo denunciamo il sottosegretario Claudio De Vincenti dice che io mento sapendo di mentire. Ma lui sa bene che questi soldi non ci sono e che si realizzeranno solo le opere in realtà già cantierizzate da tempo per i completamenti". "Parlare così - ha detto ancora Emiliano - è vergognoso perché il Mezzogiorno non merita di essere preso in giro. Se non ci sono i soldi lo si dica. Noi sappiamo fare anche senza soldi. Anzi, abbiamo sempre fatto senza soldi. Ce ne faremo una ragione. L'importante è che si parli con sincerità".

    Renzi sotto il 50% cambia idea. "Se Renzi va sotto il 50% e gli altri due candidati alla segreteria del Pd riescono ad avere una buona affermazione, cambia il mondo e cambia questa idea di partito dell'uomo solo al comando". Lo ha detto Michele Emiliano, candidato alla segreteria del Pd, intervenendo ad un'iniziativa a Lamezia Terme. "La nostra è una mozione - ha aggiunto - che non ci sarebbe stata se non ce ne fosse stata la necessità. Siamo stati quasi costretti a candidarci per evitare che il congresso si svolgesse tra l'ex Presidente del Consiglio ed il suo Ministro della Giustizia. Un po' come se io avessi fatto le primarie con un mio assessore. Questa ovviamente è costata tanta fatica perchè avere 22 mila persone che hanno costruito con noi un fronte democratico, persone che prima non conoscevo perchè non avevo una corrente, non avevo mai messo il naso fuori dalla Puglia, è un'emozione bellissima. Peraltro vi assicuro che sono tutte persone con un nome e un cognome, esistenti, a differenza delle migliaia e migliaia di tessere che leggo sui giornali che sono tessere fantasma. Quindi, sono molto contento".

    Migliaia allontanati da partito spinti verso M5S. "Abbiamo allontanato negli anni milioni di elettori che sono andati a ingrossare le fila del Movimento 5 Stelle e ne abbiamo perso altri con la scissione. Per quello che capisco sarebbero contentissimi se ce ne andassimo anche io e Orlando". Lo ha detto Michele Emiliano a Lamezia Terme. "In questo modo, probabilmente - ha aggiunto Emiliano - occuperebbero tutte le sedie disponibili. Non si stanno occupando, però, del Paese. Il Movimento 5 Stelle, per quanto interessante sotto l'aspetto sociologico ed antropologico, non è ancora pronto però a governare l'Italia. Questo lo sanno più di tutti loro stessi. Quindi è da incoscienti ragionare in termini di potere quando si dovrebbe ragionare in termini di responsabilità".

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- > Guarda l'indice delle notizie su: "Politica"

     

     
Pubblicità

VotoElezioni 2014: -- Regionali - dati definitivi --- Preferenze definitive Cosenza --- i Consiglieri regionali eletti

Elezioni 2013: --- Camera gli eletti in Calabria --- Senato gli eletti in Calabria --- Dati definitivi Senato --- Dati definitivi Camera --- Proiezioni e Affluenze

Elezioni 2012: --- Cassano Ionio (sindaco e seggi), Castrovillari (sidnaco e seggi), Paola (sindaco e seggi) -- Catanzaro (89 su 90) -- Palmi (sindaco e seggi) --- (CS) Eletti sindaci in provincia di Cosenza --- (CZ) provincia Catanzaro --- (KR) Cirò e Roccabernarda--- (RC) provincia di Reggio Calabria --- (VV) provincia di Vibo Valentia

Elezioni 2011: Tutti i dati di tutte le elezioni comunali, provinciali di tutti i comuni della Calabria e dei Referendum

Elezioni 2010: Regionali - Comunali - Ballottaggi- Affluenza

 


    Facebook
 Ultimi Video

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore