NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . AreaUrbana . Video . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

      Incontro a Palazzo dei Bruzi su CIS Centro Storico, proposto protocollo

       

       

      Incontro a Palazzo dei Bruzi su CIS Centro Storico, proposto protocollo

      08 apr 22 Riunione a Palazzo dei Bruzi dei rappresentanti istituzionali e dei tecnici del “CIS Cosenza – Centro Storico” per discutere la possibilità di pervenire ad un protocollo d’intesa tra tutti i soggetti attuatori degli interventi del Contratto Istituzionale di Sviluppo (CIS) ricadenti nel centro storico della città, in cui si preveda, tra l’altro, la costituzione di un tavolo tecnico per monitorare e condividere l’iter procedurale delle diverse fasi di attuazione degli interventi stessi, al fine di assicurare il buon esito degli investimenti. Alla riunione hanno partecipato il Sindaco Franz Caruso, la Presidente della Provincia di Cosenza, Rosaria Succurro, il Tenente Colonnello Luigi Aquino, Responsabile Unico del Contratto, il direttore, Salvatore Patamia, in rappresentanza del segretariato regionale MIC per la Calabria, il prof. Muzzupappa, delegato del Rettore, prof. Nicola Leone, per l’Università della Calabria, il consigliere comunale Francesco Alimena, delegato del Sindaco al Centro Storico ed al CIS, ed i tecnici provinciali e comunali incaricati del progetto integrato di riqualificazione e rigenerazione “Cosenza- Centro Storico”. Nel corso dell’incontro, svoltosi in un clima molto cordiale, è stata apprezzata la proposta del protocollo d’intesa avanzata dal Comune, su iniziativa del colonnello Aquino, ritenendolo tutti necessario per una reale condivisione e organicità delle procedure da mettere in campo. Dal confronto scaturito è stata, infatti, sottolineata la necessità di procedere in maniera sinergica alla realizzazione dei complessivi 20 interventi previsti, di cui 11 vedono come soggetto attuatore il Comune di Cosenza, 4 l’Ente Provincia, 4 il Segretariato Regionale MIC ed 1 l’Unical. Ciò in considerazione del fatto che tutti gli interventi, come evidenziato, ricadranno in un’area omogenea e abbastanza circoscritta, quella appunto del centro storico cittadino. L’esigenza, dunque, è quella di rendere i lavori il meno invasivi possibili e, soprattutto, limitare i disagi ai residenti. In questa ottica diventa indispensabile ampliare il raggio della partecipazione e della condivisione ai cittadini, attraverso una comunicazione efficace e diretta. Soddisfazione per l’incontro è stata espressa dal direttore Patamia, che ha avanzato la proposta di cominciare a pensare anche ad una futura gestione più unitaria delle strutture oggetto del CIS, a cominciare dall’ex Convento di Santa Chiara. Il delegato del Rettore, dal canto suo, ha annunciato che l’Unical è già pronta ad insediarsi con alcuni laboratori nel centro storico per i quali ha, quindi, chiesto una collocazione provvisoria, in attesa delle realizzazioni degli interventi previsti nel CIS, per 10 start up, che faranno parte delle iniziative di accompagnamento del processo di crescita imprenditoriale del territorio. “È necessario portare avanti questo spirito di collaborazione – ha affermato la Presidente della Provincia Rosaria Succurro – perché stiamo per realizzare interventi complessi su strutture importanti ed attive, così vicine tra esse, che necessitano di dialogo e di confronto non solo in questo frangente, ma anche per quella che sarà la fruizione successiva. In questo contesto il discorso della comunicazione è importante e diventa essa stessa, un evento, soprattutto se riguarda direttamente un luogo così importante per la città, mirato a dare nuovo stimolo ai cittadini. Partiamo da questo protocollo d’intesa – ha concluso Rosaria Succurro - la Provincia c’è, sta lavorando in maniera attenta e continuerà a farlo in collaborazione con tutte le parti interessate”. Il Sindaco Franz Caruso, dopo aver ribadito al Presidente Succurro gli auguri per il nuovo incarico istituzionale, ha rimarcato la straordinaria valenza del complessivo intervento previsto dal CIS “per un’area – ha affermato – come quella del centro storico cosentino che, scrigno di storia e cultura di inestimabile valore, è il più importante dell’intera provincia cosentina e tra i più belli del Mezzogiorno d’Italia. Gli interventi che andremo a realizzare, dunque – ha proseguito il Sindaco Franz Caruso – non devono solo riqualificare delle strutture materiali, seppur atto fondamentale, ma devono innanzitutto rilanciare questa straordinaria realtà sotto ogni punto di vista, e non solo per il settore turistico. Non vogliamo, per intenderci, fare solo un’operazione di facciata, ma incidere sul presente e sul futuro del nostro centro storico affinché diventi patrimonio non solo di Cosenza ma dell’intero territorio provinciale. Ogni comune della nostra provincia, infatti, lo dovrà sentire proprio, per rappresentarne il punto di riferimento focale al fine di costruire una Cosenza-città provincia, di cui parlo spesso perché su di essa si è concentrata la nostra idea di sviluppo complessivo di un territorio più ampio ed esteso”. Alla fine della riunione, il colonnello Aquino ha informato i presenti dell’approvazione da parte del Prefetto del Protocollo di legalità, relativo agli interventi CIS, ed ha annunciato la volontà del sottosegretario del MIC, senatrice Borgonzoni, a tenere prossimamente a Cosenza una iniziativa pubblica per illustrare i risultati raggiunti e le prospettive future.

      © RIPRODUZIONE RISERVATA

      Cerca con Google nell'intero giornale:

      -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Area Urbana"

     

     
Pubblicità


news Oggi in Italia e nel mondo

news Oggi in Calabria

Copyright © 2017 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione.
Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso non e' consentito