NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . AreaUrbana . Video . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

      Riparte dalla Vecchia villa comunale l'attività della Società Dante Alighieri

       

       

      Riparte dalla Vecchia villa comunale l'attività della Società Dante Alighieri

      08 giu 20 Riparte dalla Vecchia Villa comunale l'attività del Comitato di Cosenza della Società "Dante Alighieri", presieduto dalla professoressa Maria Cristina Parise Martirano, dopo i lunghi mesi di fermo forzato, a causa dell'emergenza Covid-19. Da giovedì prossimo 11 giugno sarà proprio il Gazebo del polmone verde del centro storico cittadino a fare da luogo ideale della ripartenza dopo il lockdown, con il progetto, promosso in collaborazione con l'Amministrazione comunale "…e quindi uscimmo a riveder le stelle…" . Si tratta di una serie di incontri culturali raggruppati nel titolo "In Villa con Dante tra musica e poesia" per offrire alla città, senza il rischio di assembramenti, cinque incontri, tra giugno e luglio, a cadenza quindicinale, intorno all'antico Gazebo, consistenti in un ciclo di letture tratte da "La Divina Commedia" e affidate agli stessi soci del Comitato di Cosenza della "Dante Alighieri". I brani musicali saranno a cura del maestro Salvatore De Paola. Madrina d'onore dell'iniziativa sarà l'assessore alla cultura del Comune Rosaria Succurro che sarà insignita del titolo di socia onoraria del Comitato, così come è già stato per il Sindaco di Cosenza Mario Occhiuto. "Siamo particolarmente lieti del fatto che – ha sottolineato Rosaria Succurro – le attività culturali a Cosenza ripartano da un luogo simbolo della città storica e che a tenere a battesimo questo nuovo corso post Covid sia proprio la Società "Dante Alighieri" della quale sono riconosciuti ed apprezzati l'impegno e la validità delle proposte di cui siamo sempre stati felicemente partner". L'Assessore Succurro ha inoltre ringraziato la Presidente del Comitato di Cosenza della Dante per il conferimento della carica di socia onoraria. "Dopo la quarantena in cui Dante è stato protagonista, tra l'altro, di vari flash mob, e nei quali il richiamo all'Inferno dantesco ha sempre aperto spiragli di speranza, in vista della salvezza individuale e collettiva – spiega la Presidente del Comitato di Cosenza della "Dante", Maria Cristina Parise Martirano - ora che ci troviamo nella "fase 2" ( che corrisponderebbe al Purgatorio verso il Paradiso), noi del Comitato di Cosenza che durante il periodo di chiusura abbiamo continuato a lavorare a distanza, come tutti, prendendo a prestito il famosissimo verso di Dante "e quindi uscimmo a riveder le stelle", adottato dall'Accademia della Crusca per il flashmob del DANTEDI', abbiamo voluto riprendere, insieme al Comune di Cosenza, questa volta in presenza e all'aperto, nel rispetto delle disposizioni di sicurezza, una serie di incontri culturali, utilizzando gli ampi spazi del bellissimo parco della Villa Vecchia". Gli incontri avranno ciascuno un tema, nella libera scelta dei versi: il primo sarà dedicato alle stelle, il secondo e il terzo ai personaggi della Commedia, il quarto e il quinto alle similitudini con la natura. Ogni incontro sarà preceduto dall'esecuzione del Quintetto in Mi Minore, "OMAGGIO A DANTE", composto per l'occasione dal maestro Salvatore De Paola che, di volta in volta, sarà supportato da cantanti e giovani musicisti. "Una delle finalità del Comitato cosentino della "Dante" - sottolinea ancora Maria Cristina Parise Martirano - è proprio quella di valorizzare i luoghi e le giovani promesse del nostro territorio."

      © RIPRODUZIONE RISERVATA

      Cerca con Google nell'intero giornale:

      -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Area Urbana"

     

     
Pubblicità


news Oggi in Italia e nel mondo

news Oggi in Calabria

Copyright © 2017 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione.
Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso non e' consentito