NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . AreaUrbana . Video . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

      Grave dopo parto a Cetraro, ricoverata all'Annunziata, puerpera ora sta bene

       

       

      Grave dopo parto a Cetraro, ricoverata all'Annunziata, puerpera ora sta bene

      06 ago 19 Sta bene la mamma trasferita dall'ospedale di Cetraro, alla 32ma settimana di gestazione, giunta all'ospedale di Cosenza in gravissime condizioni, con ipertensione resistente alla terapia farmacologica e con successiva evoluzione in un quadro di Hellp, complicata nell'immediato post taglio cesareo, da grave patologia multi organo, tale da rendere necessario l'immediato trasferimento nell'Unità di Terapia Intensiva e Rianimazione diretta da Pino Pasqua. Lo rende noto l'Azienda ospedaliera di Cosenza. "Durante la degenza in Rianimazione - è scritto in una nota - la paziente affetta da grave emolisi, epatopatia e grave anemizzazione, è stata sottoposta a monitoraggio e supporto dei parametri vitali e grazie al lavoro sinergico delle Unità di Anestesia e Rianimazione, Ginecologie e Ostetricia, Ematologia, Radiologia Interventistica e il Centro Trasfusionale, è stata sottoposta ad una serie di interventi diagnostici terapeutici, tra i quali la plasmaferesi terapeutica e l'embolizzazione del vaso sanguinante. La terapia somministrata ha consentito la completa risoluzione del quadro clinico e la stabilizzazione dei parametri vitali. Attualmente la paziente è ricoverata presso la Unità operativa complessa di Ginecologia e Ostetricia". "La sindrome di Hellp - ha spiegato Pasqua - è una patologia rara e grave. La diagnosi precoce scongiura casi limite come quello che abbiamo trattato. In genere le pazienti in cui si sospetta una sindrome di Hellp devono essere ospedalizzate e osservate in terapia intensiva, causa la possibilità di repentino peggioramento. Siamo soddisfatti del buon esito della terapia che è stato il frutto di un lavoro sinergico e un approccio multidisciplinare tra equipe che ci ha consentito di risolvere un caso clinico veramente grave e dall'esito non scontato".

      © RIPRODUZIONE RISERVATA

      Cerca con Google nell'intero giornale:

      -- >Guarda l'indice delle notizie su: "AreaUrbana"

     

     
Pubblicità


Copyright © 2017 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione.
Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso non e' consentito