NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . AreaUrbana . Video . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

      Morto Nicodemo Librandi, fondò omonima azienda vitivinicola, eccellenza calabrese

       

       

      Morto Nicodemo Librandi, fondò omonima azienda vitivinicola, eccellenza calabrese

      31 ago 23 È morto nell'ospedale di Cosenza, dov'era ricoverato a causa di un male incurabile, Nicodemo Librandi, fondatore dell'omonima azienda vitivinicola con sede a Cirò Marina, nel Crotonese. Librandi, che aveva 78 anni, è stato uno degli artefici della crescita del settore enologico in Calabria. L'emblema dell'eccelleza enologica. Nello scorso mese di maggio l'Università degli studi Mediterranea di Reggio Calabria gli aveva conferito il dottorato di ricerca "honoris causa" in Scienze agrarie, alimentari e forestali "per i meriti acquisiti e per le competenze maturate nel settore della vitivinicoltura". Attento al rapporto con il territori, la storia e la cultura, Librandi nell'aprile scorso era stato nominato presidente di 'Sudheritage', una rete regionale di musei d'impresa costituita allo scopo, come aveva sostenuto lo stesso Librandi, "di dare concretezza all'idea vincente secondo cui le forme e i modi del 'saper fare' contribuiscono in modo imprescindibile a definire il destino di un territorio".

      "Con Nicodemo Librandi scompare un simbolo di eccellenza e modernità per la Calabria e per la filiera vitivinicola nazionale". Così Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria. "È stato un imprenditore illuminato - aggiunge Occhiuto - che ha sempre puntato sull'innovazione e sul coraggio, portando in alto i suoi prodotti e l'immagine della nostra regione. A nome della Giunta regionale che ho l'onore di presiedere, esprimo un sentimento di cordoglio e di vicinanza alla famiglia e all'azienda".

      "Il professor Nicodemo Librandi è stato un uomo di grandissime qualità, unanimemente riconosciute. Sono sinceramente e profondamente dispiaciuto per la sua morte". Lo afferma, in una nota, il sindaco di Cirò Marina, Sergio Ferrari. "A nome mio personale, dell'Amministrazione comunale e dell'intera comunità di Cirò Marina - aggiunge Ferrari - esprimo cordoglio e vicinanza alla famiglia Librandi per la perdita del mio caro e indimenticabile 'professore'. Cirò Marina perde un uomo perbene, un educatore esemplare, un imprenditore visionario e di gran successo che ha saputo magistralmente unire tradizione ed innovazione, conquistando mercati mondiali con un vino di straordinaria qualità, portando lustro e riempendo d'orgoglio l''intero territorio cirotano".

      "Nicodemo Librandi è stato, per cultura e umanità, un imprenditore eccellente e moderno, il cui successo, unanimemente riconosciuto, è stato costruito grazie alla dedizione al lavoro, merito e competenza". Lo afferma, in una nota, il presidente del Consiglio regionale, Filippo Mancuso. "Mancherà a tutti noi - aggiunge - ma non dubito che ciò che di più ha simboleggiato nel corso della sua fulgida attività imprenditoriale, a partire dal rispetto dei valori costituzionali e della crescita sociale e collettiva, continuerà a permeare le menti degli imprenditori creativi e coraggiosi e delle nuove generazioni. Capace di coniugare efficacemente, in un settore strategico come la viticoltura, tradizione e innovazione, Nicodemo Librandi ha rappresentato nel mondo uno degli ambasciatori più affidabili del patrimonio di civiltà e di ciò che di bello e originale la Calabria mette a disposizione dell'umanità". "Alla sua famiglia - dice ancora il presidente Mancuso - rivolgo un pensiero commosso e le più sentite condoglianze del Consiglio regionale".

      "L'ultima volta che ho incontrato Nicodemo Librandi è stato nel marzo scorso durante un evento organizzato dalla Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia. Una occasione per far conoscere ai giovani i nomi illustri di coloro i quali hanno scritto la storia della imprenditoria in Calabria". Lo afferma, in una nota, il presidente della Camera di Commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, Pietro Falbo. "E non è certamente un caso - aggiunge - se abbiamo scelto proprio Nicodemo Librandi. La sua storia personale e professionale ha indelebilmente segnato anche la storia di un territorio, oggi conosciuto per la qualità dei suoi vini esportati in tutto il mondo. Nicodemo Librandi è e resterà un simbolo di quell'imprenditoria illuminata, capitani di impresa che hanno saputo saldamente tenere le redini delle loro aziende e portarle dritte verso il successo. La sua morte ci rattrista profondamente. Ma siamo consapevoli che il suo nome resterà scolpito non solo per la fama di un marchio che si è saputo guadagnare i palcoscenici internazionali, ma perché nessuno dimenticherà il suo esempio. Un uomo dalle qualità umane indiscusse". "La Giunta, il Consiglio, il segretario generale e tutta la Camera di commercio di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia - conclude Falbo - desidera esprimere il più profondo cordoglio per la sua scomparsa alla famiglia e all'azienda".

      ę RIPRODUZIONE RISERVATA

      Cerca con Google nell'intero giornale:

      -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca"

     

     
Pubblicità


news Oggi in Italia e nel mondo

news Oggi in Calabria

Copyright © 2017 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione.
Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso non e' consentito