NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . AreaUrbana . Video . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

      Furti in aree agricole silane, smantellata banda da CC, 3 arresti

       

       

      Furti in aree agricole silane, smantellata banda da CC, 3 arresti

      08 mar 22 I militari della Stazione Carabinieri di Camigliatello Silano hanno arrestato a Corigliano-Rossano, Paola e Castrovillari tre persone colpite da ordinanza dispositiva di misure cautelari, rispettivamente un 43enne, un 38enne ed un 29enne, tutti originari della Romania, ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di “furto aggravato e tentato in concorso” e “false dichiarazioni sulla identità o su qualità personali proprie o di altri”. Il provvedimento, emesso dal G.I.P. presso il Tribunale di Cosenza, su richiesta della locale Procura della Repubblica, costituisce l’epilogo di un’attività investigativa condotta dalla Stazione Carabinieri di Camigliatello Silano (CS) nel mese di settembre 2021. Operazione che, attraverso attività d’indagine tradizionale, con l’analisi dei filmati delle telecamere di videosorveglianza dei luoghi oggetto dei furti nonché le sommarie informazioni testimoniali, ha permesso di ricostruire le dinamiche di oltre una decina di furti presso le abitazioni e le aziende agricole presenti nelle località Lagarò e Torre Barone del comune di Celico (CS). Particolarmente pericoloso e allarmante era il modus operandi con il quale i malfattori perpetravano i furti, introducendosi nelle abitazioni e nelle proprietà private, incuranti della presenza delle famiglie e impugnando armi ed oggetti atti ad offendere. I malviventi, nel corso dei furti commessi, asportavano numerosi attrezzi e mezzi agricoli, veicoli, gioielli e denaro contante. Alla luce di quanto emerso, valutando come assolutamente sussistenti le esigenze cautelari, il G.I.P. presso il Tribunale di Cosenza si è determinato nell’applicare, nei confronti dei tre indagati, rispettivamente, per uno la custodia cautelare in carcere, per un altro la misura degli arresti domiciliari e per un altro ancora la misura dell’obbligo di dimora. Due dei tre malviventi, al momento dell’esecuzione dei provvedimenti ristrettivi, risultavano essere già in carcere, in relazione ad analoghi numerosi reati commessi in altri territori rurali calabresi.

      © RIPRODUZIONE RISERVATA

      Cerca con Google nell'intero giornale:

      -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca"

     

     
Pubblicità


news Oggi in Italia e nel mondo

news Oggi in Calabria

Copyright © 2017 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione.
Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso non e' consentito