NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . AreaUrbana . Video . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

      Vasta solidarietà a imprenditori Caffè Gugliemo

       

       

      Vasta solidarietà a imprenditori Caffè Gugliemo

      28 lug 22 "Il deprecabile atto intimidatorio ai danni della Guglielmo, storica impresa catanzarese, mi vede costretto a riflettere, con grande preoccupazione, su questa terribile piaga della nostra Calabria, un vero e proprio impedimento alla crescita ed allo sviluppo di ogni territorio". Lo afferma il presidente di Unindustria Calabria Aldo Ferrara. "Sono tristi accadimenti - prosegue - che, spesso, coinvolgono la classe imprenditoriale, gesti che offendono i valori di democrazia, che non sono più tollerabili, né, in alcun modo, da sottovalutare, soprattutto in una fase di particolare difficoltà economico-sociale, come quella che stiamo vivendo. Alla famiglia Guglielmo ed al Gruppo Imprenditoriale, vittime del vile gesto intimidatorio non posso che esprimere tutta la mia solidarietà e quella degli Organismi Direttivi di Unindustria Calabria e garantire il pieno e incondizionato appoggio per combattere coloro i quali con gesti deprecabili cercano di intaccare quella libertà d'iniziativa economica che difenderemo sempre e che nessuno potrà mai piegare".

      "L'incendio che ha avviluppato strutture e materiali dell'azienda 'Guglielmo', primaria produttrice di caffè e in grande espansione, a Copanello di Stalettì, è estremamente preoccupante per le dinamiche con le quali avvenuto, sulle quali faranno piena luce gli inquirenti". Lo afferma il presidente di Coldiretti Catanzaro Fabio Borrello. "E' davvero un duro colpo che però, come ha assicurato prontamente il management dell'azienda - prosegue - porterà a reagire con l'ambizione di continuare a produrre agli stessi ritmi, poiché non ci si può fermare. A nome della Coldiretti, esprimo al gruppo dirigente, ai collaboratori e dipendenti fattiva vicinanza e solidarietà in questo difficile momento e assicuriamo il nostro sostegno nel porre in atto ogni utile iniziativa che permetta oltre che a ripartire con immediatezza a creare un clima di fiducia anche per restituire serenità al territorio e alle comunità. L'azienda Gugliemo è protagonista dello sviluppo economico e sociale e dà lustro alla Calabria operosa e ha saputo varcare i confini regionali".

      "Alla proprietà, ai dipendenti e familiari della storica azienda Guglielmo Caffè Spa, va tutta la nostra vicinanza e solidarietà. Quello che è accaduto alle prime luci dell'alba di oggi è stato devastante non solo per le conseguenze gravi che un incendio reca con sé ma anche a livello psicologico e sociale per chi è impegnato nell'impresa e per la comunità intera". Il presidente di Confindustria Cosenza Fortunato Amarelli esprime così il rammarico e la preoccupazione per il rogo che ha devastato la torrefazione di Stalettì, tra le imprese più longeve del territorio calabrese. "Proprio nei giorni scorsi, nel corso di una riunione del Comitato Ordine Pubblico e Sicurezza convocata presso la Prefettura, insieme al collega Giovan Battista Perciaccante, presidente di Ance Calabria ed Ance Cosenza - prosegue - abbiamo avuto modo di ringraziare il Prefetto Ciaramella ed i rappresentanti delle forze dell'ordine per la meritoria opera che stanno svolgendo sul territorio, nonostante le risorse limitate destinate loro dal livello centrale. Accadimenti come il rogo all'impresa del caffè hanno un impatto diretto e rilevante anche sulla percezione di sicurezza sociale, un fattore che assume per tutti un peso fondamentale e rappresenta una precondizione per chi svolge o vuole intraprendere libera attività d'impresa. L'auspicio è che si faccia al più presto chiarezza sull'accaduto, che si sviluppi in maniera diffusa la cultura della legalità, contribuendo a far radicare nella società l'ideale del rispetto della giustizia e del senso del bene comune come patrimonio e capitale sociale". "Lo sviluppo della Calabria - ha concluso Fortunato Amarelli - non potrà che passare dalle azioni connesse a legalità, sicurezza e certezza del diritto, fondamentali per riuscire ad operare e vivere in pienezza".

      "La Giunta regionale è vicina all'azienda Guglielmo Caffè, che stanotte ha subito un incendio negli stabilimenti di Copanello. Solidarietà e un grande incoraggiamento a un marchio calabrese conosciuto in tutto il mondo. Siano accertate al più presto eventuali responsabilità". Lo scrive su Twitter Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria.

      "Le fiamme divampate nell'area dello stabilimento della Guglielmo Caffè hanno inferto un duro colpo ad una grande realtà imprenditoriale del territorio a cui va la nostra più sentita vicinanza". Lo afferma il sindaco di Catanzaro Nicola Fiorita anche a nome dell'intera giunta comunale. "Fortunatamente - prosegue - i danni provocati dal rogo non impediranno all'azienda di proseguire la propria attività. L'auspicio è che le forze dell'ordine possano accertare al più presto le cause di quanto successo e gli autori se fosse verificata la natura dolosa. Alla Guglielmo Caffè esprimiamo un sincero incoraggiamento ad andare avanti, interpretando i sentimenti di tutta la comunità".

      "Esprimo la mia vicinanza, personale e politica, e la solidarietà del Consiglio regionale ai manager della 'Guglielmo Caffè SpA' e ai dipendenti dello stabilimento di Stalettì, per il vasto incendio che ha interessato una delle più grosse realtà imprenditoriali del Mezzogiorno italiano". Lo afferma il presidente del Consiglio regionale Filippo Mancuso. "Sono certo - prosegue - che gli inquirenti sapranno accertare la natura dell'incendio e, qualora fosse doloso, assicurare alla giustizia i responsabili. In ogni caso, condividendo i sentimenti del consigliere delegato Matteo Tubertini, auspico che, tralasciando ogni forma di retorica, ci si adoperi per garantire, presto e bene, la ripartenza dell'azienda fondata nel 1945 dall'imprenditore Guglielmo Papaleo".

      "Esprimo la mia vicinanza alla Guglielmo Caffè SPA, importante realtà imprenditoriale calabrese di torrefazione nota in tutto il mondo, e ai suoi dipendenti per l'incendio che questa mattina ha coinvolto lo stabilimento di Stalletti' causando ingenti danni. Mi auguro che presto possano esserne accertate le cause e le eventuali responsabilità. Grazie ai vigili del fuoco per essere intervenuti domando le fiamme". Lo afferma la senatrice Fulvia Michela Caligiuri.

      "Intendiamo esprimere la nostra solidarietà alla Guglielmo Caffè S.p.A. ed alla famiglia di imprenditori che ne ha reso famoso il nome in tutto il mondo, per l'incendio divampato nello stabilimento di torrefazione di Stalettì". Lo afferma il commissario straordinario della Camera di commercio di Crotone Alfio Pugliese. "La nostra vicinanza - aggiunge - va in particolar modo al collega commissario straordinario della Camera di commercio di Catanzaro Daniele Rossi, coinvolto personalmente nell'accaduto rientrando la proprietà dell'azienda tra le attività di famiglia. Confidiamo nel grande operato della magistratura e delle forze dell'ordine qualora dovesse dimostrarsi la matrice dolosa dell'episodio, sarà necessario che le istituzioni si attivino per garantire il diritto di fare impresa nei nostri territori con la massima sicurezza e serenità".

      "L'incendio allo stabilimento produttivo di Caffè Guglielmo, a Stalettì, è un colpo al cuore alla Calabria del lavoro e delle eccellenze che si fanno strada in tutto il mondo con un'immagine di professionalità, competenza e qualità. Per questo se dovesse trovare conferma l'ipotesi dolosa del rogo, il danno subito dall'azienda sarebbe ancora più intollerabile e odioso. In circostanze come questa, fatta salva la vicinanza ai vertici aziendali e alle maestranze, le dichiarazioni di solidarietà che si susseguono puntali servono a ben poco. Occorre restituire serenità a chi quotidianamente opera per garantire occupazione e sviluppo nella nostra regione, facendo piena luce sull'accaduto e assicurando il necessario sostegno delle istituzioni". Lo afferma, in una nota, il consigliere regionale Antonio Lo Schiavo.

      "Mi addolora profondamente apprendere dell'ennesimo attentato ai danni dell'azienda di torrefazione 'Caffè Guglielmo', in Calabria. Le fiamme che questa mattina hanno avvolto lo stabilimento sito nel territorio di Catanzaro avrebbero, infatti, tutto il sapore dell'atto doloso, attesi anche i trascorsi dell'impresa, nel mirino della criminalità da tempo". Lo dichiara in una nota l'europarlamentare Lega eletto al Sud Massimo Casanova alla luce dei fatti di questa mattina. "Da imprenditore e in qualità di rappresentante istituzionale del territorio - prosegue - esprimo la mia più sincera solidarietà all'imprenditore Matteo Tubertini e all'intera società che, con dedizione e sacrificio, hanno fatto di questa realtà, che ho potuto conoscere da vicino, un presidio economico importantissimo, tanto per il territorio calabrese quanto a livello nazionale ed estero. 'Caffè Guglielmo' e l'economia sana calabrese hanno bisogno di tutta la vicinanza possibile e della massima attenzione istituzionale, a tutti i livelli, per la quale mi adopererò personalmente".

      "Fa male vedere certe immagini, perché esse arrivano da un luogo simbolo di quella Calabria operosa e per bene che ci dà lustro in tutto il mondo. In attesa che le autorità facciano piena luce sulle cause dell'inquietante accadimento, esprimo la mia più profonda solidarietà e vicinanza alla proprietà nella consapevolezza che l'azienda Guglielmo sia giustamente percepita come una comunità di lavoro da tutelare per quanto ha dato, per quanto continua a dare, e darà, alla nostra terra in termini di prestigio e di esempi virtuosi. Sono per questo convinto che cittadini e istituzioni sapranno fare muro per sostenere il diritto allo sviluppo della Calabria, che si concreta anche grazie a valori sociali, oltre che economici, come la Guglielmo". Lo dichiara il deputato calabrese della Lega Domenico Furgiuele.

      "Auspico che si faccia luce al più presto sul rogo che all'alba di questa mattina ha interessato lo stabilimento di torrefazione dell'azienda Caffè Guglielmo". È quanto afferma il deputato di Fratelli d'Italia Wanda Ferro, segretario della Commissione parlamentare antimafia, esprimendo solidarietà alla proprietà, ai dirigenti e a tutti i collaboratori dell'azienda. "Se venisse confermata l'ipotesi della natura dolosa dell'incendio - prosegue Wanda Ferro - si tratterebbe dell'ennesimo tentativo di intimidazione ai danni di una delle realtà imprenditoriali più importanti del territorio catanzarese e calabrese, che dà lavoro a tante famiglie. Un marchio che ha alle spalle una tradizione prestigiosa e che la comunità riconosce come parte della propria identità, e che riesce ad esportare in tutto il mondo non solo i propri prodotti di eccellenza, ma un racconto positivo del territorio. Mi auguro che forze dell'Ordine e Magistratura riescano ad individuare ed assicurare alla giustizia gli eventuali responsabili, anche per dare un messaggio di fiducia nelle istituzioni a tutti quegli imprenditori che non si piegano alla criminalità e che con tenacia e sacrificio lavorano ogni giorno per la crescita economica e sociale della Calabria".

      "Sono sicuro che da imprenditori forti, seri e coraggiosi si rialzeranno e torneranno più forti di prima". Lo afferma il consigliere regionale e coordinatore in Calabria di "Italia al Centro" Francesco De Nisi dopo l'incendio alla torrefazione "Guglielmo". "L'azienda 'Guglielmo' - aggiunge De Nisi - per storia e tradizione ha sempre rappresentato un'eccellenza nella lavorazione del caffè, raggiungendo notevoli livelli in tutto il mondo. Facendo leva sulle innate capacità imprenditoriali e le riconosciute doti umane, i titolari sapranno trovare forza e stimoli per reagire a quanto accaduto per continuare in un'attività che onora il nome del territorio Catanzarese e dell'intera Calabria. Qualora gli accertamenti in atto dovessero accertare specifiche responsabilità, la giustizia reagisca in maniera esemplare, lanciando un segnale di risoluta presenza dello Stato e delle sue istituzioni, nelle quali i cittadini hanno necessità di identificarsi".

      "Esprimo solidarietà, vicinanza e sostegno alla famiglia azienda Guglielmo Caffè per il danneggiamento dello stabilimento di Copanello, interessato da un devastante incendio". E' il commento di Luigi de Magistris alla notizia del vasto rogo che alla prime luci dell'alba ha coinvolto la nota azienda in provincia di Catanzaro. "Un'eccellenza calabrese e meridionale - prosegue - ha preso fuoco e ci auguriamo che la magistratura riesca a ricostruire rapidamente la dinamica del gravissimo evento. Sono certo che la tenacia, la forza, la professionalità e la passione del gruppo Guglielmo, con il sostegno delle istituzioni tutte, possa presto ripristinare ciò che è stato violentemente attaccato dalle fiamme".

      "Nel condannare fortemente ogni atto che si riveli doloso e quindi intimidatorio nei confronti di ogni impresa del territorio e così ritenerli intollerabili e vili, voglio testimoniare, a nome dell'Ente che rappresento, vicinanza e solidarietà all'azienda Caffè Guglielmo, ai suoi vertici e amministratori e ai lavoratori perché possano al più presto riprendere la propria attività, così nota e apprezzata nella nostra provincia e non solo". Lo afferma il commissario straordinario della Camera di commercio di Catanzaro Daniele Rossi. "Come i più sapranno, inoltre - prosegue - l'azienda di che trattasi appartiene, sin dalla sua fondazione, alla mia famiglia: si comprenderà, quindi, come tale circostanza mi induca a commentare i fatti con un certo coinvolgimento emotivo, condannando fortemente anche a titolo personale il gesto qualora fosse chiara la matrice dolosa, come pare in queste prime ore di indagini. Sono vicino ai miei familiari amministratori dell'azienda che si trovano ad affrontare ancora una volta una vicenda che appare dolosa. Negli anni, situazione analoghe sono state affrontate con serena fermezza: sono sicuro che sarà così anche in questo caso, anche alla luce del grande affetto prontamente dimostrato dalla città tutta e dal Consiglio comunale. A titolo personale, allora, aggiungo i più alti sensi di ringraziamento alle Forze dell'Ordine prontamente intervenute per contenere il propagarsi delle fiamme e limitare, così, i danni da esse derivanti".

      "Se fosse confermata l'origine dolosa dell'incendio allo stabilimento 'Caffè Guglielmo' sarebbe un'intimidazione gravissima ed intollerabile. Si faccia presto luce su quanto accaduto. È meschino l'atteggiamento di chi intimidisce e tenta di affossare il nostro territorio Calabrese che invece ha una grande linfa vitale come dimostra la storia imprenditoriale del 'Caffè Guglielmo'. La mia solidarietà va ai proprietari dell'azienda e ai suoi dipendenti". Così Dalila Nesci, sottosegretaria per il Sud e la Coesione Territoriale.

      © RIPRODUZIONE RISERVATA

      Cerca con Google nell'intero giornale:

      -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca"

     

     
Pubblicità


news Oggi in Italia e nel mondo

news Oggi in Calabria

Copyright © 2017 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione.
Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso non e' consentito