NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . AreaUrbana . Video . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

      Al concorso Centri per Impiego 47mila domande per 568 posti

       

       

      Al concorso Centri per Impiego 47mila domande per 568 posti

      19 lug 22 Sono due i concorsi per il potenziamento dei Centri per l'impiego della Calabria e si svolgeranno in sei sedi tra l'inizio di agosto e settembre. Il primo sarà quello dedicato ai candidati della categoria C, non laureati (per cui sono previsti 177 assunzioni) in programma il 2, 3 e 4 agosto. Poi a settembre sarà la volta dei laureati con la stessa modalità. È quanto è emerso nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta alla Cittadella Regionale di Catanzaro. "In tutto - ha spiegato l'assessore regionale all'Organizzazione e alle Risorse umane, Filippo Pietropaolo - sono state 47mila (RPT: 47 mila) le domande presentate con l'obiettivo di assumere 568 unità di cui 31 destinati a categorie protette". Si tratta di un programma di potenziamento dei Centri per l'impiego che prevede non solo l'assunzione, ma anche la formazione. A gestire il concorso la Formez "per garantire merito e trasparenza - ha aggiunto Pietropaolo - con una serie di quiz predisposti dal Formez, ma visionati dalla commissione che è composta da soggetti indicati dal Ministero della Funzione Pubblica. Non abbiamo voluto indicare soggetti regionali o calabresi, ma personali di ministeri in modo tale che non ci sia nessun tipo di coinvolgimento". "Dal primo giorno del mio insediamento - ha detto il presidente Roberto Occhiuto - avevo promesso che avremmo avviato tutte le procedure di selezione utilizzando il Formez, con commissioni costituite direttamente dal ministero della Pubblica amministrazione, senza prove orali, in maniera tale che si annulli la discrezionalità e quindi si facciano concorsi il più trasparente possibile, e così è stato. E' un modo per dimostrare ai giovani calabresi che questo governo regionale vuole investire sul merito e sulla trasparenza ed è un modo anche per dimostrare al Paese che le istituzioni calabresi hanno l'intenzione di fare sul serio, cioè di qualificare l'apparato burocratico della Regione, perché sto sperimentando personalmente quanto importante sia avere l'apparato burocratico costituito da giovani capaci, meritevoli, che hanno entusiasmo e voglia di far crescere la Calabria". Occhiuto ha parlato anche dei "Navigator". "Noi - ha spiegato - abbiamo previsto in tutte le procedure di selezione meccanismi per asciugare il bacino del precariato. Però è evidente che l'obiettivo è anzitutto quello di utilizzare le procedure concorsuali per assumere nuovi giovani e per stabilizzare quanti lavorano nei Dipartimenti, e spesso costituiscono, pur da precari, il tessuto della burocrazia regionale". Nei comitati di vigilanza, inoltre, è prevista l'assistenza del Comando regionale della Guardia di Finanza per il presidio delle sedi concorsuali, ma anche per sovrintendere che il concorso venga svolto senza nessuna interferenza. "E' la prima volta che vengo in Regione Calabria - ha dichiarato Alberto Bonisoli, presidente Formez - e sono molto contento di presentare il concorso".

      © RIPRODUZIONE RISERVATA

      Cerca con Google nell'intero giornale:

      -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca"

     

     
Pubblicità


news Oggi in Italia e nel mondo

news Oggi in Calabria

Copyright © 2017 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione.
Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso non e' consentito