NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . AreaUrbana . Video . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

      Partito a Lamezia maxi processo Rinascita Scott, Gratteri: gente si può fidare

       

       

      Partito a Lamezia maxi processo Rinascita Scott, Gratteri: gente si può fidare

      13 gen 21 "Questo processo è importante per tanti aspetti. L'essere riusciti a celebrare qui il dibattimento vuol dire che i calabresi non sono il popolo delle incompiute e che quando ci si siede allo stesso tavolo e si è tutti dalla stessa parte è possibile realizzare opere complete dove si realizza una grande efficienza". Così il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri al suo arrivo nella nuova aula bunker a Lamezia Terme dove stamani inizia il maxi processo "Rinascita Scott" - che vede imputate oltre 300 persone - contro le cosche di 'ndrangheta del vibonese e dei presunti referenti istituzionali, politici, economici e della massoneria deviata. "Questa - ha aggiunto - è un'aula bunker attrezzata in base alle normative anti Covid. C'è il massimo della tecnologia disponibile, c'è la possibilità di fare 150 video collegamenti in contemporanea e può contenere oltre 1000 persone a distanza di sicurezza contro il Covid. Inoltre è importante che il processo si celebri in Calabria dove è avvenuta, dal nostro punto di vista, la commissione dei reati. È un segnale anche perché la gente deve e può campire, senza libi per nessuno, che si può fidare di noi, che possiamo dare delle risposte. Prova ne è che negli ultimi ani c'è stato un grande avvicinamento delle persone che hanno denunciato". "E' fondamentale - ha detto poi Gratteri - avere voluto e ottenuto di fare questo processo in Calabria. Dal giorno successivo agli arresti abbiamo cominciato a fare richieste al ministero per avere un'aula bunker, una struttura adeguata e idonea all'importanza della Calabria e dei calabresi perché dobbiamo dimostrare di essere capaci ed efficienti. Narrazione negativa della Calabria? Per me è importante che ognuno faccia bene il proprio lavoro e che narriamo la realtà senza edulcorarla".

      "Buon lavoro ai giudici di Lamezia dove oggi prende il via un processo importante contro le cosche di 'ndrangheta del vibonese e dei presunti referenti istituzionali, politici, economici e della massoneria deviata". Lo dice Mario Perantoni, presidente della commissione Giustizia della Camera e deputato M5S. "Come fa notare il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, il dibattimento, che si svolgerà in una aula bunker allestita tempestivamente dal ministero e dotata della migliore tecnologia, è una speranza per l'Italia migliore, quella della legalità. Non si può non notare in queste ore la differenza tra il concreto impegno di quei magistrati, delle forze dell'ordine e di tutti gli operatori della giustizia e, viceversa, l'operare distruttivo e personalistico di una modalità sfascista di concepire la politica", conclude.

      © RIPRODUZIONE RISERVATA

      Cerca con Google nell'intero giornale:

      -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca"

     

     
Pubblicità


news Oggi in Italia e nel mondo

news Oggi in Calabria

Copyright © 2017 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione.
Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Giovanni Folino
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso non e' consentito