NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . AreaUrbana . Video . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

      False attestazioni per frodare bonus cultura, Gdf sequestra 1.4 mln di beni

       

       

      False attestazioni per frodare bonus cultura, Gdf sequestra 1.4 mln di beni

      03 mar 20 Attraverso un sistema di false attestazioni, trasmesse al Ministero dei Beni e delle attività culturali, usavano il bonus cultura "18app" per l'acquisto di beni non previsti dalla normativa. La Guardia di finanza di Crotone ha sequestrato beni per quasi 1,4 milioni di euro ad una società di capitali calabrese e a 6 persone. L'indagine, coordinata dalla Procura di Crotone, ha preso origine da un'analisi effettuata dal Nucleo Spesa Pubblica e Repressione Frodi della Guardia di Finanza di Roma attraverso le banche dati dalla quale è emerso un cospicuo numero di buoni spesi. In particolare, su disposizione del gip, sono state sequestrate quote societarie, denaro contante, un immobile, conti correnti postali e bancari e 5 autovetture. Gli accertamenti sono stati eseguiti su 4.027 fruitori che hanno compiuto il diciottesimo anno di età negli anni 2016, 2017 e 2018 rilevando situazioni di irregolarità per l'86% delle singole erogazioni con verbalizzazione di 3516 illeciti. Per le situazioni irregolari contestate, i giovani, a seguito di notifica del verbale redatto, sono obbligati a pagare una sanzione pari al valore dei beni non ammessi al beneficio che, nella stragrande maggioranza, si è rilevato relativo all'intero bonus pari a 500 euro. Nei confronti dell'azienda controllata è stata, invece, inoltrata una segnalazione al Ministero dei Beni culturali per l'avvio della procedura di recupero dell'intero beneficio oggetto di illecito. L'operazione della Guardia di finanza di Crotone si inserisce nel dispositivo di contrasto alle indebite percezioni di erogazioni a danno dello Stato attraverso il quale si tende, oltre ad accertare i gravi reati commessi, ad impedire il ripetersi di ulteriori sprechi di risorse pubbliche.

      © RIPRODUZIONE RISERVATA

      Cerca con Google nell'intero giornale:

      -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca"

     

     
Pubblicità


news Oggi in Italia e nel mondo

news Oggi in Calabria

Copyright © 2017 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione.
Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso non e' consentito