NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . AreaUrbana . Video . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

      Risalgono contagi coronavirus in Italia (+379, 49% in Lombardia), dati per regione

       

       

      Risalgono contagi coronavirus in Italia (+379, 49% in Lombardia), dati per regione

      11 giu 20 Torna a salire il dato giornaliero dei contagi da coronavirus in Italia. E' di 236.142 il numero complessivo dei contagiati, con un incremento di 379 casi rispetto a ieri, quando si era registrata una crescita di 202. Il dato comprende attualmente positivi, vittime e guariti. In Lombardia i nuovi contagiati sono 252 in più, pari al 66,4 per cento dell'aumento odierno in Italia, mentre ieri l'incremento era stato di 99 casi, pari al 49%. In aumento anche il Piemonte (+42), l'Emilia ROmagna (+25) e il Lazio (+20). Dicei casi in Toscana e Liguria. Le altre regioni tra 1 e 2 casi mentre quattro regioni - Sicilia, Umbria, Valle d'Aosta e Molise - non hanno nuovi casi. Imalati di coronavirus in Italia sono 30.637, cioè 1.073 meno di ieri, quando il calo era stato di 1.162. Dati resi noti da Protezione Civile.

      Nel dettaglio gli attualmente positivi sono:

      17.340 in Lombardia (-517), 3.183 in Piemonte (-189), 2.000 in Emilia-Romagna (-61), 922 in Veneto (-43), 521 in Toscana (-18), 250 in Liguria (+5), 2.517 nel Lazio (-49), 902 nelle Marche (-45), 610 in Campania (-32), 467 in Puglia (-90), 71 nella Provincia autonoma di Trento (-9), 849 in Sicilia (-4), 112 in Friuli Venezia Giulia (-1), 539 in Abruzzo (-11), 99 nella Provincia autonoma di Bolzano (+5), 26 in Umbria (-2), 43 in Sardegna (-7), 6 in Valle d'Aosta (+0), 52 in Calabria (-2), 116 in Molise (-4), 12 in Basilicata (+1).

      Quanto alle vittime, sono:

      in Lombardia 16.374 (+25), Piemonte 3.988 (+12), Emilia-Romagna 4.192 (+0), Veneto 1.964 (+3), Toscana 1.079 (+1), Liguria 1.514 (+1), Lazio 776 (+6), Marche 992 (+0), Campania 430 (+2), Puglia 530 (+1), Provincia autonoma di Trento 464 (+0), Sicilia 279 (+1), Friuli Venezia Giulia 342 (+1), Abruzzo 453 (+0), Provincia autonoma di Bolzano 292 (+0), Umbria 76 (+0), Sardegna 131 (+0), Valle d'Aosta 144 (+0), Calabria 97 (+0), Molise 23 (+0), Basilicata 27 (+0).

      Tamponi 62.472

      I tamponi per il coronavirus sono finora 4.443.821, in aumento di 62.472 rispetto a ieri. I casi testati sono finora 2.746.545.

      Vittime in calo (+53)

      Sono 53 le vittime del coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, in calo rispetto alle 71 di ieri. E' il dato più basso dal 2 marzo, quando se ne erano registrate 52, e lo stesso registrato il 7 giugno scorso. In Lombardia nell'ultima giornata se ne sono registrate 25, mentre ieri erano state 32. Il numero totale delle vittime in Italia sale dunque a 34.167. In 10 Regioni non si registrano nuovi decessi. Sono Emilia Romagna - è la prima volta - Marche, Trentino Alto Adige, Abruzzo, Umbria, Sardegna, Valle d'Aosta, Calabria, Molise e Basilicata.

      Altri 13 fuori da terapia intensiva

      Sono 236 i pazienti ricoverati in terapia intensiva in Italia, 13 meno di ieri. I malati ricoverati con sintomi sono invece 4.131, con un calo di 189 rispetto a ieri, mentre quelli in isolamento domiciliare scendono a 26.270, con un calo di 871 rispetto a ieri. I dati sono stati resi noti dalla Protezione Civile.

      Guariti +1399

      Sono saliti a 171.338 i guariti e i dimessi per il coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 1.399. Mercoledì l'aumento era stato di 1.293. Il dato è stato reso noto dalla Protezione Civile.

      © RIPRODUZIONE RISERVATA

      Cerca con Google nell'intero giornale:

      -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca"

     

     
Pubblicità


news Oggi in Italia e nel mondo

news Oggi in Calabria

Copyright © 2017 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione.
Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso non e' consentito