NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Procura Castrovillari ha chiesto di riaprire il caso Bergamini

     

    Procura Castrovillari ha chiesto di riaprire il caso Bergamini

    08 feb 17 “Sono emersi nuovi elementi che negli scorsi anni non sono stati valutati”. A dirlo il procuratore di Castrovillari Eugenio Facciolla che ha annunciato di aver avanzato richiesta al gip la riapertura delle indagini sulla morte di Donato Denis Bergamini e la riesumazione della salma del calciatore del Cosenza deceduto sotto un camion in circostanze misteriose il 18 dicembre 1989 lungo la statale 106, all'altezza di Roseto Capo Spulico e la cui morte fu archiviata in un primo momento come suicidio. Una giustificazione che non ha mai convinto nessuno e che ha sempre sollevato dubbi per il semplice motivo che il calciatore non aveva alcun motivo per chiudere la porta in faccia a quella vita che, mai come in quel periodo, gli stava sorridendo. Di questo ne è sempre stata convinta la sorella Donata che da anni insiste, con diverse iniziative e manifestazioni, affinché la verità venga fuori. La decisione del procuratore Facciolla è giunta dopo un nuovo accertamento tecnico del medico legale che si è avvalso di nuove tecnologie. Accertamento che, pare, allontanerebbe ogni ipotesi di suicidio. “Vogliamo dirimere un dubbio che si trascina da troppo tempo”. Ha affermato il Procuratore aggiungendo che è “quello che emerge, non solo da elementi già archiviati, che non erano stati valutati, ne' presi in considerazione, ma anche dai nuovi elementi evidenziati dai nostri consulenti di fiducia. Secondo noi non si tratta di suicidio”. In particolare vi sarebbe la relazione di un consulente che solleverebbe dubbi sull'orario della morte di Bergamini. Un'altra inchiesta si era conclusa nel dicembre 2015 con l'archiviazione da parte del gip, su richiesta del pm, delle posizioni dell'allora fidanzata di Bergamini Isabella Internò e del camionista Raffaele Pisano indagati, rispettivamente, per concorso in omicidio e favoreggiamento.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca e Attualità "

     

     
Pubblicità


    Facebook
 Ultime
 

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore