NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Commemorato dai CC a Cittanova il brigadiere Iozia ucciso dalla ndrangheta

     

     

    Commemorato dai CC a Cittanova il brigadiere Iozia ucciso dalla ndrangheta

    12 apr 17 "Chiedo ai ragazzi qui presenti un minuto della loro attenzione. Questo é Rosario e qui c'é una mamma che dopo 30 anni continua a piangere il suo figliolo, ucciso dalla 'ndrangheta". Così il comandante provinciale di Reggio Calabria dei carabinieri, col.Giancarlo Scafuri, si é rivolto ai ragazzi che affollavano la chiesa Matrice di Cittanova in occasione della commemorazione del brigadiere Rosario Iozia, ucciso dalla 'ndrangheta nel 1987. "La strada - ha aggiunto l'ufficiale - é una sola. la 'ndrangheta é un tumore maligno che la Calabria non merita perché questi sono risultati. Riflettete su questo, cari ragazzi. Onore e rispetto per Rosario, dunque, ucciso quando aveva appena 25 anni e che non ha avuto la possibilità di avere e crescere dei figli". Alla commemorazione ha partecipato la madre del brigadiere Iozia, Anna Monaco, che ascoltando le parole del colonnello Scafuri non é riuscita a trattenere le lacrime.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca e Attualità "

     

     
Pubblicità


    Facebook
 Ultimi Video

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore