NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Studentessa suicida a Reggio, famiglia chiede autopsia, non crede a gesto estremo

     

     

    Studentessa suicida a Reggio, famiglia chiede autopsia, non crede a gesto estremo

    05 apr 17 Dovevano svolgersi oggi ma sono stati rinviati i funerali di Maria Rita Lo Giudice, la ragazza di 25, figlia e nipote di esponenti della 'ndrangheta reggina, suicidatasi domenica a Reggio Calabria dopo essersi lanciata dal quinto piano della sua abitazione. I familiari della ragazza hanno infatti chiesto che sul corpo della congiunta sia effettuata l'autopsia. Sulle motivazioni del gesto compiuto dalla giovane donna hanno avviato accertamenti i carabinieri. In prefettura a Reggio Calabria sui temi del disagio sociale e psicologico che vivono alcuni giovani appartenenti a famiglie di 'ndrangheta, si è tenuta una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica convocata dal Prefetto Michele di Bari. "Non si parte dall'anno zero - ha detto il Prefetto di Bari - perché bisogna dare atto alla società civile reggina che è diventata anch'essa protagonista attiva nella lotta alla 'ndrangheta: il cambiamento culturale cui si auspica, evitare la doppia marginalizzazione di chi sceglie di cambiare strada, parte da una sensibilizzazione di cui le stesse istituzioni stanno scegliendo oggi, responsabilmente, di farsi carico".

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca e Attualità "

     

     
Pubblicità


    Facebook
 Ultimi Video

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore