NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    Neonato morto in ospedale Soverato, 3 medici rinviati a giudizio

     

    Neonato morto in ospedale Soverato, 3 medici rinviati a giudizio

    04 apr 17 Tre medici dell'ospedale di Soverato sono stati rinviati a giudizio dal gup del Tribunale di Catanzaro, Barbara Saccà, con l'accusa di omicidio colposo per la morte di un neonato, Matteo Zangari, avvenuta nel settembre del 2014 quattro giorni dopo la nascita. I medici rinviati a giudizio, per i quali l'inizio del dibattimento é stato fissato per il prossimo 25 settembre, sono il primario del reparto di Ostetricia e ginecologia Domenico Perri ed i medici in servizio nello stesso reparto Tommaso Gioffrè ed Ettore Falvo. Il piccolo Matteo era nato nell'ospedale di Soverato, da dove era stato dimesso in buone condizioni di salute. Quattro giorni dopo i genitori, preoccupati per il suo pianto continuo, avevano riportato il neonato nell'ospedale di Soverato, da dove poi era stato stato trasferito con urgenza a Catanzaro. Poche ore dopo era sopraggiunto il decesso del neonato. L'inchiesta che ha portato ai rinvii a giudizio era stata avviata sulla base di una denuncia dei genitori del neonato.

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca e Attualità "

     

     
Pubblicità


    Facebook
 Ultimi Video

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2010 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore