NuovaCosenza.com
Google
su tutto il Web su NuovaCosenza
mail: info@nuovacosenza.com
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .
 

      Condividi su Facebook

    La Comissione Tributaria regionale apre l'anno: 15011 appelli pendenti

     

     

    La Comissione Tributaria regionale apre l'anno: 15011 appelli pendenti

    03 mar 12 Sono aumentati i ricorsi in attesa di una definizione che pendono davanti alla commissione tributaria regionale. Nonostante l'attività dell'anno scorso sia stata intensa la mole di lavoro cresce sempre di più e la carenza di magistrati e personale amministrativo non fa che determinare un incremento dei ricorsi pendenti. La situazione è stata illustrata stamane dal presidente della Commissione tributaria regionale, Gianfranco Migliaccio, nel corso della cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario. Nel periodo dal primo luglio 2010 al 30 giugno 2011 gli appelli decisi sono stati 2.347, a fronte di una cerico pendente di 13.963 ricorsi ai quali se ne sono aggiunti 3.395 arrivati nel periodo preso in esame. La situazione al 30 giugno del 2011 vede quindi 15.011 appelli pendenti. In particolare, gli appelli decisi dalla sede di Catanzaro sono stati 1.769, mentre quelli della sede distaccata di Reggio Calabria 578. Migliaccio, nella sua relazione, ha ribadito, così come aveva fatto negli anni scorsi, la necessità di istituire, di creare un giudice che "legittimi la sua esistenza in base ad una selezione che avvenga con le modalità previste per le altre giurisdizioni. A distanza di un anno dalla mia ultima relazione il mio pessimismo è certo di molto aumentato, soprattutto a motivo di un susseguirsi torrentizio di disposizioni, legislative e non, che mi danno la certezza che, nel breve periodo di servizio che mi rimane, non vedrò realizzata la speranza di concludere la mia attività quasi quarantennale al servizio della giustizia tributaria quale giudice a pieno titolo". Il presidente della Commissione ha poi sottolineato le gravi carenze di organico. "Non vi ripeterò - ha detto Migliaccio - ancora una volta quello che ho già detto più volte in ordine alla collocazione istituzionale ed all'assetto del personale amministrativo delle commissioni tributarie. E parimenti non parlerò dei gravissimi, annosi ed ormai cronici problemi di carenza e di scopertura degli organici dei magistrati e del personale amministrativo. Desidero fare solo un cenno ad una situazione, emblematica a mio avviso, delle difficoltà in cui versa la commissione regionale: dal 2004 ha prestato servizio quale direttore della segreteria la stessa persona che aveva come sede principale di lavoro la Commissione tributaria regionale della Lombardia e che ha aggiunto peraltro a tali due incarichi, a decorrere dal luglio 2007, quello presso la commissione tributaria provinciale di Cosenza". "Dal novembre 2010 - ha concluso - la commissione tributaria regionale della Calabria è rimasta completamente priva di dirigente. Non ritengo che questi dati abbiano bisogno di commento alcuno".

    15.011 appelli pendenti. Sono stati 2.347 gli appelli decisi dalla Commissione tributaria regionale nel periodo compreso dall'1 luglio 2010 al 30 giugno 2011. Gli appelli pendenti sono 15.011. I dati sull'attività svolta sono stati illustrati dal presidente della Commissione tributaria regionale, Gianfranco Migliaccio, nel corso della cerimonia di inaugurazione dell'anno giudiziario. In particolare, gli appelli decisi dalla sede di Catanzaro sono stati 1.769 a fronte di quelli pendenti che sono 4.202, mentre quelli della sede distaccata di Reggio Calabria sono stati 578 rispetto ai 10.809 pendenti. Nel corso della cerimonia il presidente Migliaccio ha evidenziato che "non parlerò dei gravissimi annosi ed ormai cronici problemi di carenza e di scopertura degli organici dei magistrati e del personale amministrativo. Desidero solo fare un cenno ad una situazione emblematica delle difficoltà in cui versa la commissione regionale: la commissione tributaria regionale della Calabria è rimasta completamente priva di un dirigente".

    © RIPRODUZIONE RISERVATA

    Cerca con nell'intero giornale:

    -- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca e Attualità "

     

     

 


    Facebook
 Ultime Notizie
 

Multimedia


 

Web TV -  Video

 

 
Home . Cronaca . Politica . Area Urbana . Speciali . Video . Innovazione . Universtitą . Spettacoli . Sport . Calcio . Meteo .

Copyright © 2017 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Registrazione Tribunale Cosenza n.713 del 28/01/2004 - Direttore Responsabile: Pippo Gatto
Dati e immagini presenti sul giornale sono tutelati dalla legge sul copyright. Il loro uso e' consentito solo previa autorizzazione scritta dell'editore