HOME, Torna alla pagina Indice
Citta' di Cosenza , Torna alla pagina Indice
Dir.resp. Pippo Gatto
Home . Cronaca . Università . Sport . Politica . Link . Cultura . Spettacoli . Calcio . Forum . Meteo .
Hinterland
 Rende
 Castrolibero
 Castiglione
 Servizi on Line
 Segnala i problemi 
 Famacie di Turno 
 Gare e Appalti 
 Bandi e Concorsi 
 Cinema 
 Scrivi alla Redazione 


 
 Turismo
 I Monumenti
 Mappa dell'Hinterland
 Centro Storico
 Notizie per i visitatori
 Rubriche
 Alimentazione
 Ambiente
 Attualità/Cronaca
 Consumatori
 Cronaca Rosa e Gossip
 Cultura
 Diritti del Cittadino
 Economia e Finanza
 Innovazione e Tecnologia
 Politica e Sociale
 Servizi Speciali e Dossier
 Sindacati
 Spettacoli
 Sport
 Partecipativi
 Chat
 Forum
 Scienza
 Informatica
 Innovazione
 Scienza
 Associazioni
 Salute
 Prevenzione
 Sanità e Salute
 Scuola e Giovani
 Scuola
 Musica
 Università




Previsioni: Epson Meteo

    Condividi su Facebook

Relitto di Cetraro, la Nato disposta a collaborare

 

Relitto di Cetraro, la Nato disposta a collaborare. Ministero Ambiente contatta aziende per la bonifica. La Cisl chiede interventi straordinari

25 set 09 Il Ministero dell'Ambiente ha avviato contatti con aziende dotate di tecnologie adeguate al fine di disporre un intervento sui fondali a largo della Calabria dove e' stato individuato il relitto che si teme possa contenere rifiuti tossici. Lo rendono noto fonti dello stesso ministero in un comunicato. La disponibilita' a collaborare con il ministero in questa delicata operazione e' stata manifestata anche dal NURC, il centro ricerche marine della NATO che da tempo collabora con l'Ispra per la individuazione di residuati bellici. Queste attivita' si inquadrano anche nel rapporto avviato con la magistratura competente per collaborare agli accertamenti in corso e, successivamente, per intervenire su eventuali esigenze di protezione ambientale. Interventi che sono stati gia' predisposti per il sito contaminato a terra per la caratterizzazione e la bonifica del quale la direzione competente del Ministero ha stipulato una convenzione con l'Ispra, che operera' di concerto con le istituzioni locali. La collaborazione con la magistratura - precisa il ministero - sara' adesso rinnovata alla luce del trasferimento dell'indagine dalla Procura della repubblica di Paola alla Direzione Distrettuale Antimafia della Calabria con la quale sono stati gia' avviati contatti per implementare la collaborazione operativa.

Ass. Greco “Fare fronte comune”. L'Assessore all'Ambiente della Regione Calabria, Silvio Greco, ha incontrato le rappresentanze sindacali regionali di Cgil , Cisl e Uil. L'incontro ha avuto come tema le politiche ambientali che il Governo regionale sta portando avanti in Calabria, e un resoconto riguardo la situazione della nave ritrovata a largo delle coste di Cetraro. L'Assessore Greco ha messo al corrente i rappresentanti sindacali sull'attuale situazione delle politiche ambientali regionali, partendo dalla delicata questione della cosiddetta ''nave dei veleni''. L'Assessore ha chiesto ''di fare fronte comune, in quanto questa storia deve uscire dai confini regionali e deve essere portata all'attenzione dei piu' alti livelli sindacali romani''. Plausi da parte degli intervenuti, sia per la convocazione dell'incontro che per il merito degli argomenti affrontati. Nello specifico i rappresentanti dei sindacati calabresi hanno voluto ribadire l'importanza di tali incontri in cui oltre ad esserci una seria opportunita' di confronto, viene fuori un'idea nuova di Calabria. Ma soprattutto hanno voluto ''manifestare la propria solidarieta' all'azione dell'Assessore Greco'' dicendosi pronti ad ''impegnarsi nell'organizzare una grandissima mobilitazione delle proprie organizzazioni a tutti i livelli, per imporre al Governo centrale un'azione di bonifica delle aree inquinate''. Una attenzione particolare e' stata rivolta verso quelle problematiche che pongono al centro sia l'ambiente che l'occupazione, il tutto rivolto verso una migliore utilizzazione delle risorse umane impiegate nel settore della raccolta e gestione dei rifiuti, nonche' nella salvaguardia del patrimonio boschivo e nella prevenzione degli incendi. Si e' affrontato anche l'argomento inerente le Isole Ecologiche e il bando appena emanato a riguardo, nonche' quello di imminente uscita che riguarda la raccolta differenziata porta a porta (proprio oggi la firma del protocollo d'intesa con il CONAI). L'ultimo dei molteplici argomenti affrontati ha riguardato lo stato della depurazione delle acque. Anche in questo caso l'Assessore Greco ha messo al corrente gli intervenuti sulla situazione regionale attuale, con gli interventi gia' effettuati (74 milioni di euro gia' convenzionati) e quelli che si effettueranno a breve sulla rete fognaria con i relativi collettamenti con i depuratori.

La Cisl chiede interventi straordinari. L’emergenza ambientale venutasi a creare nel Tirreno cosentino, e precisamente nell’area di Cetraro, richiede un impegno straordinario per le conseguenze che ne stanno derivando non solo sugli aspetti di carattere ambientale e della salute dei cittadini, ma anche su quelli di natura economica per l’impatto che tutto ciò sta determinando nel comparto ittico locale che, come si sa, ha sempre avuto un ruolo trainante per quel territorio. Lo affermano in una dichiarazione congiunta il segretario generale della Calabria Luigi Sbarra e il segretario generale di Cosenza, Paolo Tramonti. La complessità dei temi sul tappeto richiede – a giudizio di Sbarra e Tramonti – un impegno straordinario e sinergico da parte di tutti i livelli istituzionali preposti. In particolare, analogamente a quanto deciso per casi simili, è necessario che il Governo, oltre che attivare tutto quanto di propria competenza, investa del problema la Commissione Europea affinché tale drammatica emergenza venga assunta come priorità anche dal massimo organismo a livello comunitario. La CISL, nel rivendicare politiche specifiche sui temi del mercato del lavoro, chiede che su questo fronte venga esercitata un’azione straordinaria e non occasionale da parte del Governo Regionale finalizzata a garantire al massimo il reddito, utilizzando tutti gli strumenti a disposizione, ai lavoratori e alle famiglie interessate, ad oggi privati del lavoro e del conseguente sostentamento economico.

Forum ambientalista “Fare piena luce sulla vicenda”. ''Si deve lavorare per fare piena luce sulla vicenda. Trentanove navi affondate possono produrre l'inquinamento di tutto il ciclo vitale, legato al mare. Una vera catastrofe per l'ecosistema, la salute della popolazione e l'economia della zona''. Lo ha dichiarato Ciro Pesacane, presidente del Forum Ambientalista, chiede alla magistratura ''di scavare in fondo per stanare una storia di malapolitica e n'drangheta''. ''Inoltre, senza fare stupido allarmismo - dice Pesacane - raccogliamo le valutazioni, seppure da verificare, che il procuratore Giordano comunica giornalmente . Se di scorie nucleari si tratta (come sembra emergere dalle dichiarazioni del pentito e dai riscontri giudiziari), provengono dalle nostre centrali nucleari in disuso. Il governo nazionale dovra' quindi - conclude Pesacane - prendere atto del fallimento della sua strategia energetica, che vorrebbe riattivare centrali nucleari, delle cui scorie tossiche per anni non sapremmo cosa farne''.

Veltroni “Affrontare emergenza”. "Il Governo e la Direzione nazionale antimafia devono assumere subito iniziative, soprattutto quelle di verifica". Così Waletr Veltroni, oggi in Procura a Paola assieme a Minniti e De Seta. "Bisogna monitorare tutto. Abbiamo visto il filmato che mostra i fusti, aperti, nel mare. Poi si vede anche un oblo' con qualcosa che sembrano dei teschi umani. E' un'emergenza assoluta", ha aggiunto Veltroni. "Come tale va affrontata. Se ci sono veleni e materiale radioattivo, anche nelle cave, il Paese tutto la deve considerare una emergenza". "Ci sono in Italia gli strumenti tecnologici e le competenze per intervenire subito. Immediatamente va rilevata la mappa di queste 39 navi affondate", ha poi affermato Veltroni. "Qui si parla del cuore delle attivita' mafiose e bisogna fare anche luce sulla morte del comandante De Grazia". Veltroni ha poi ringraziato il Procuratore Giordano e la Regione Calabria per l'impegno profuso nella ricerca della nave affondata.

 

Cerca con nell'intero giornale:

-- >Guarda l'indice delle notizie su: "Cronaca e Attualità "

 

Home . Cronaca . Università . Sport . Politica . Link . Cultura . Spettacoli . Calcio . Forum . Meteo .

Copyright © dal 2004 Nuova Cosenza. Quotidiano di informazione. Reg. Trib. CS n.713 del 28/01/2004
Tutti i dati e le immagini presenti sul sito sono tutelati dalla legge sul copyright
Il loro uso e' consentito soltanto previa autorizzazione scritta dell'editore

Per una migliore visualizzazione del portale si consiglia uan risoluzione di 800x600 punti